Back to the index page  
  FAQ   Cerca   Lista degli utenti   Gruppi utenti   Calendario   Registrati   Pannello Utente   Messaggi Privati   Login 
  »Portale  »Blog  »Album  »Guestbook  »FlashChat  »Statistiche  »Links
 »Downloads  »Commenti karma  »TopList  »Topics recenti  »Vota Forum

Collezione di lombricoferoce
Utenti che stanno guardando questo topic:0 Registrati,0 Nascosti e 0 Ospiti
Utenti registrati: Nessuno

Vai a pagina Precedente  1, 2, 3 ... 18, 19, 20 ... 36, 37, 38  Successivo
 
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Foto collezioni
  PrecedenteInvia Email a un amico.Utenti che hanno visualizzato questo argomentoSalva questo topic come file txtVersione stampabileMessaggi PrivatiSuccessivo
 
 MessaggioInviato: 20 Feb 2011 08:25 am  
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  dinkytoys57

Users




Sesso: Sesso:Maschio
Età: 62
Registrato: 05/11/10 09:16
Messaggi: 265
dinkytoys57 is offline 

Località: Vercana ( Como)
Interessi: Collezionismo.




italy

Avanti su,su tutti in piedi...vai...
Lombrico, una curiosità, come ti regoli con le scatolette per questo genere (auto da corsa rally, sport prototipi etc.) le hai, non ti interessano,non le fai vedere o altro? Perchè io ho sempre questo dilemma. Alcune sono bellissime tipo le solido con disegni del modellino altre anonime altre non le ho e nell'insieme genera confusione. Tu che vne pensi ? (ovviamente la discussione è aperta a tutti).
Ciao Rolling Eyes
_________________
Da questa vita non ne usciremo vivi. (S.Benni)
Profilo Messaggio privato
 
 MessaggioInviato: 20 Feb 2011 08:25 am Adv
Messaggio
  Adv









 
 MessaggioInviato: 20 Feb 2011 10:11 am  
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  ferrarista56

Users




Sesso: Sesso:Maschio
Età: 62
Registrato: 28/12/09 17:36
Messaggi: 10263
ferrarista56 is offline 

Località: brescia
Interessi: ferrari 1.18
Impiego: carrozziere
Sito web: https://www.facebook.c...


italy

stupenda anche questa carellata di modelli d'epoca con variante rally , stupende colorazioni , macchine vincenti ottime livree, ottima la de tomaso pantera , le matra modelli a pochi piaciuti ma vincenti con colori uffiali , belle le lola t 70 macchine ancora spettacolari e potenti ,bella e particolare la fiat abarth 031 winner un bel pezzo raro e caro, ottime scelte , modelli selezionati e curati , ottime le vetture lemans , splendide con le loro linee aerodinamiche e multicolori , una vera meraviglia non mi stancherei mai di guardarle.....
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage
 
 MessaggioInviato: 20 Feb 2011 12:27 pm  
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  lombricoferoce

Site Mod
Site Mod





Età: 69
Registrato: 31/10/10 08:40
Messaggi: 8145
lombricoferoce is offline 

Località: Piovarolo di Sopra - Adriatisches Küstenland
Interessi: Modellismo in particolare obsoleti, storia, storia dell'auto, fuoristrada
Impiego: Tecnico software/hardware
Sito web: http://www.munga.it/


NULL

dinkytoys57 ha scritto:
Avanti su,su tutti in piedi...vai...
Lombrico, una curiosità, come ti regoli con le scatolette per questo genere (auto da corsa rally, sport prototipi etc.) le hai, non ti interessano,non le fai vedere o altro? Perchè io ho sempre questo dilemma. Alcune sono bellissime tipo le solido con disegni del modellino altre anonime altre non le ho e nell'insieme genera confusione. Tu che vne pensi ? (ovviamente la discussione è aperta a tutti).
Ciao Rolling Eyes


Laughing Ciao Dinky, ciao ferrarista, innanzi tutto grazie. Devo dire che mi sto divertendo a rimaneggiare questi fruggoletti. Meno con la digitale.
Mad
Le scatoline.
Prima dell'ultimo trasloco avvenuto in Luglio scorso, tenevo i modelli in vetrina senza scatola e le scatoline in cantina, dentro ai loro mariti, i famosissimi scatoloni.
Dopo 18 anni le ho tirate fuori per il motivo su detto e ho deciso che quelle meno ingombranti le avrei usate come base per i modelli poi non so se ho applicato questa regola subito per tutte.
Il resto nuovamente in scatoloni e tutto in un soppalco di un garage di un mio amico, i blister moderni delle varie serie Dea o altro tutti rigorosamente in pattume, me li ero tenuti pure quelli. Non ho tenuto esposte le scatole Solido quelle con il pezzo trasparente o similari.
Tra un po’ quando avrò un po’ di tempo dovrò rivisitare i famosi scatoloni per fare una suddivisione logica e così vedrò se c’è qualche cosa che merita di essere esposto senza troppo ingombro. Quando dopo quasi 2 settimane di mal di schiena ho finito di mettere i modelli sui ripiani, avevo una “stufa” tale che per mesi non li ho più toccati … figuriamoci … rivedere il contenuto degli scatoloni. Ad esser sincero ho ancora roba moderna da sistemare … anche se la maggior parte l’ho venduta tenendo solo i pochi pezzi che mi interessavano, ero talmente stufo ….. anche di sentire la mia tigre nana … che mi bofonchiava ruggendo in continuazione accusandomi di portarle via l’aria con il mio “museo”. Mah! Le donne.
Ai tempi non tenevo molto alla scatola e quando compravo in negozio se c'era bene ma se non c'era pazienza o addirittura meglio, ora ovviamente me ne pento perché quelle più “vecchie” erano dei piccoli capolavori oltre ad avere il famoso 20% del valore.
La citazione manzoniana “del senno di poi ne son piene le fosse “ si può completare dicendo che le fosse saranno state anche piene ma la mia zucca al tempo non lo era per nulla. Sbagliando si impara anche quando non si può più rimediare ….

Bye
Wink
_________________

Do I look like a man who can be intimidated?
Φ
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage Skype
 
 MessaggioInviato: 20 Feb 2011 06:01 pm  
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  lombricoferoce

Site Mod
Site Mod





Età: 69
Registrato: 31/10/10 08:40
Messaggi: 8145
lombricoferoce is offline 

Località: Piovarolo di Sopra - Adriatisches Küstenland
Interessi: Modellismo in particolare obsoleti, storia, storia dell'auto, fuoristrada
Impiego: Tecnico software/hardware
Sito web: http://www.munga.it/


NULL

Arrow RENAULT ALPINE V6 A442B TURBO prima a Le Mans 1978 – Solido ref. 87
B.M.W M1 “PROCAR DIJON” 1979 – Solido ref. 1031
PORSCHE 935 K3 KREMER prima a Le Mans 1979 - QUARTZO ref. 3001
ALFA ROMEO GIULIETTA “Jolly Club” rally San Remo !979 della Burago
-
FERRARI 512 BB EMKA LE MANS 1980 – Brumm ref. 212
B.M.W 320 JEGERMEISTER siluette 1980 della LUSO TOYS
RONDEAU M379B n° 16 prima a LE MANS con Jean Rondeau - J.P. Jaussaud - “100 anni di auto da corsa” DeA ref.45
VOLKSWAGEN tipo 182 1° alla Parigi Dakar 1980 – Norev
-
SAAB 900 TURBO SONAB RALLY COSTA SMERALDA 1980 – Burago ref. 4148
CITROEN VISA TROPHEE 1980 – Norev ref. 801
AUDI QUATTRO SANYIO - RALLY SVEZIA 1982 – Conrad ref. 10210
RENAULT 5 TURBO 1983 - Solido ref. 1321


auto da gara65.jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  99.87 KB
 Visto:  7770 Volte

auto da gara65.jpg



auto da gara66.jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  100.99 KB
 Visto:  7770 Volte

auto da gara66.jpg



auto da gara67.jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  97.08 KB
 Visto:  7770 Volte

auto da gara67.jpg



_________________

Do I look like a man who can be intimidated?
Φ
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage Skype
 
 MessaggioInviato: 20 Feb 2011 06:28 pm  
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  lombricoferoce

Site Mod
Site Mod





Età: 69
Registrato: 31/10/10 08:40
Messaggi: 8145
lombricoferoce is offline 

Località: Piovarolo di Sopra - Adriatisches Küstenland
Interessi: Modellismo in particolare obsoleti, storia, storia dell'auto, fuoristrada
Impiego: Tecnico software/hardware
Sito web: http://www.munga.it/


NULL

:arrow:PORSCHE 956 1° LE MANS - ROTHMANS N° 1 - 1982 – Vitesse ref. 191
PORSCHE 956 1° LE MANS - ROTHMANS N° 3 - 1983 - 1° LE MANS – QUARTZO ref. Q3051
PORSCHE 956 L 1° LE MANS 1984 - N°7 “JOEST RACING” - MINICHAMPS ref. 846507
-
OPEL MANTA 400 R.A.C. RALLY 1984 – Vitesse ref. SM 19
PORSCHE 956 L 1° LE MANS 1985 - N°7 “JOEST RACING” - MINICHAMPS ref. 856507
PORSCHE 962 C ROTHMANS N° 1 - 1986 - 1° LE MANS - QUARTZO ref. QLM99001
-
PEUGEOT 205 TURBO 16 EVO 2 prima M.C. 1986 – Vitesse 302 (devo decidermi a mettere le decas son oltre 10 anni che aspetta)
PORSCHE 956 LE MANS 1987 “LUI” N° 1 - 1982 – Vitesse ref. SM 45
PORSCHE 962 C ROTHMANS N° 17 - 1987 - 1° LE MANS - QUARTZO ref. QLM99007


auto da gara68.jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  105.96 KB
 Visto:  7769 Volte

auto da gara68.jpg



auto da gara69.jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  106.89 KB
 Visto:  7769 Volte

auto da gara69.jpg



auto da gara70.jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  103.21 KB
 Visto:  7769 Volte

auto da gara70.jpg



_________________

Do I look like a man who can be intimidated?
Φ


Ultima modifica di lombricoferoce il 21 Feb 2011 12:15 am, modificato 2 volte in totale
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage Skype
 
 MessaggioInviato: 20 Feb 2011 06:46 pm  
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  lombricoferoce

Site Mod
Site Mod





Età: 69
Registrato: 31/10/10 08:40
Messaggi: 8145
lombricoferoce is offline 

Località: Piovarolo di Sopra - Adriatisches Küstenland
Interessi: Modellismo in particolare obsoleti, storia, storia dell'auto, fuoristrada
Impiego: Tecnico software/hardware
Sito web: http://www.munga.it/


NULL

:shock:PEUGEOT 205 TURBO 16 Parigi Dakar 1988 – Vitesse ref.304
LANCIA DELTA INTEGRALE MARTINI RALLY PORTOGALLO N°4 1988 – Vitesse ref. 363
MERCEDES BENZ 190 EVO 1 – 1989 1° CAMP. TEDESCO SCUDERIA SNOBECK – MINICHAMPS ref. 430
-
SAUBER MERCEDES C9 prima a Le Mans 1989, n’63 - della MARSH M

-
JAGUAR XJR12 1° LM 1990 N°3 - M.BRONDLE-J.NIELSEN-P.COBB – serie 100 anni di auto da corsa della DeA ref. 20
LANCIA DELTA HF INT. 1991 W.C. KAKKUNEN MARTINI N°9 – Vitesse ref. 368/3
FORD SIERRA COSWORT M.C. 1992 – Vitesse ref. 718
PEUGEOT 905 prima a Le Mans 1992 della Vitesse


auto da gara71.jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  103.89 KB
 Visto:  7768 Volte

auto da gara71.jpg



auto da gara72.jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  77.18 KB
 Visto:  7768 Volte

auto da gara72.jpg



auto da gara73.jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  108.4 KB
 Visto:  7768 Volte

auto da gara73.jpg



_________________

Do I look like a man who can be intimidated?
Φ


Ultima modifica di lombricoferoce il 20 Feb 2011 11:25 pm, modificato 1 volta in totale
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage Skype
 
 MessaggioInviato: 20 Feb 2011 08:18 pm  
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  zafira01

Users




Sesso: Sesso:Maschio
Età: 56
Registrato: 18/10/09 12:18
Messaggi: 2119
zafira01 is offline 

Località: Noicattaro (BA)
Interessi: Modellismo in genere
Impiego: Addetto vendita



italy

Una stupenda carrellata di modelli
Profilo Messaggio privato
 
 MessaggioInviato: 20 Feb 2011 09:53 pm  
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  lombricoferoce

Site Mod
Site Mod





Età: 69
Registrato: 31/10/10 08:40
Messaggi: 8145
lombricoferoce is offline 

Località: Piovarolo di Sopra - Adriatisches Küstenland
Interessi: Modellismo in particolare obsoleti, storia, storia dell'auto, fuoristrada
Impiego: Tecnico software/hardware
Sito web: http://www.munga.it/


NULL

Arrow PORSCHE JOEST 1996 N° 7 - 1° LM - TROFEU ref.901
PORSCHE JOEST N° 7 - 1° LM CON ALBORETO 1997 -TROFEU ref.903
PORSCHE GT1 1998
-
LANCIA DELTA INT. 16V - VITESSE ref. 308/2 - 1990 rally M. CARLO FINA N°10

B.M.W V12 LMR 1° LE MANS 1999 N°15 - MINICHAMPS ref. 430 992915
AUDI R8 1° LM (N°Cool 2000 - serie 100 anni di auto da corsa DeA ref. 10
BENTLEY EXP SPEED 8 Le Mans 2001 serie 100 anni di auto da corsa DeA ref. 49 - 3° Wallace/Van de Poele - n° 8
Audi R8 prima Le Mans 2004 della IXO MODELS ref. LM2004 - N°5 Japan team Goh

Le nonne

AUTO CARENATA corsa n°20 Italia - INGAP 1955 CA
MERCEDES 300 SL n°3 (BO-413) Italia - MARCHESINI A(gostino) 1955 CA
AUTO UNION CARENATA n°12 (BO-412) Italia - MARCHESINI A(gostino) 1955 CA
Ferrari 166 BO-411 n°13 Italia - MARCHESINI A(gostino) 1955 CA


auto da gara74.jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  101.62 KB
 Visto:  7757 Volte

auto da gara74.jpg



auto da gara75.jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  93.28 KB
 Visto:  7757 Volte

auto da gara75.jpg



auto da gara76.jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  63.81 KB
 Visto:  7762 Volte

auto da gara76.jpg



_________________

Do I look like a man who can be intimidated?
Φ
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage Skype
 
 MessaggioInviato: 20 Feb 2011 11:00 pm  
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  lombricoferoce

Site Mod
Site Mod





Età: 69
Registrato: 31/10/10 08:40
Messaggi: 8145
lombricoferoce is offline 

Località: Piovarolo di Sopra - Adriatisches Küstenland
Interessi: Modellismo in particolare obsoleti, storia, storia dell'auto, fuoristrada
Impiego: Tecnico software/hardware
Sito web: http://www.munga.it/


NULL

Wink Dinky Toys 23b prodotto dal 1946 al '48: Hotchkiss 4 cylindres da record











la Hotchkiss non disdegnò le competizioni, sapendo che chi vince vende, a questo proposito si arriva al modellino della Dinky Toys inglese in questione e se non erro pure francese (sempre 23B). Il modellino è nato prima della guerra (metà 1935/41) e riproposto nel dopoguerra sempre con lo stesso numero (23 b o 23 B le lettere prima della guerra sono minuscole e maiuscole nel dopoguerra, così almeno qualcuno afferma, non so). Il modello inglese anteguerra poteva essere blu con la striscia blu scuro, rossa o bianca, giallo con la striscia blu, arancio con la striscia verde e viceversa, rosso con la striscia argento e viceversa, i cerchi erano solitamente marrone, grigi, neri, crema … e le gomme o bianche o nere, i numeri di gara variavano (2,3,4,5,6,10). La lunghezza è di 96 millimetri, piuttosto piccolino.

Nel dopoguerra i colori erano solo due rosso con striscia argento e viceversa, se non ho capito male il numero di gara era sempre i 5, rosso in campo nero o argento in capo rosso, i cerchi ruota neri con pneumatici neri lisci. Il modello fu reintrodotto nel 1946 e rimase in catalogo fino al 1948. Il modellino non ha fondino, indipendentemente dal periodo di produzione. E’ abbastanza ricercato e i prezzi sono altini, in ottimo stato può valere un centinaio di euro, dimenticavo non aveva una scatola sua, ma visto l’anno di produzione, questo lo sanno tutti

la vettura vera, 1934 autodrome de Linas-Montlhéry ....




Questo veicolo era basato sul modello piccolo della casa la 411 (4 cilindri, 2 litri 11 CV)
Il telaio e il motore erano quindi presi in prestito da una vettura di serie. Il design della carrozzeria era dell'ingegnere Goldberg e dell capo del laboratorio prototipi della Hotchkiss, il sig Lamberzat.
La Hotchkiss ebbe per queste occasioni anche un’officina laboratorio a Monthelry. Quel giorno di marzo furono battuti diversi records: 48 ore a 153,47 chilometri all'ora in media, 4.000 miglia alla media di 154,112 chilometri all'ora e 5.000 miglia alla media di 152,46 chilometri all'ora media.
La partenza avvenne il 7 marzo 1934 alle ore 9 50 e vennero fatti 3.158 giri dell'anello dell’ autodrome de Linas-Montlhéry, in 53 ore con un solo rifornimento di carburante e nessun problema meccanico! La macchina ed i suoi piloti percorsero 5.000 miglia (oltre 8.000 km) a 152,460 km/h media (soste incluse) a picchi di oltre 160 km/h. Oltre a questi ci furono altri record di classe E per 500 km, 500 miglia, 1000 km, in 3 ore e 6 ore. Tra questi, 101,13 miglia all'ora di media per 500 miglia, 101,55 mph per 1000 km e 101,50 mph tenuti per 6 ore.
Sono stati battuti 3 record mondiali, 11 record internazionali per la categoria E.
Le categorie:
A >8000 cc
B 5000 - 8000 cc
C 3000 - 5000 cc
D 2000 - 3000 cc
E 1500 - 2000 cc
F 1100 - 1500 cc
G 750 - 1200 cc
H 500-750 cc
I 350-500 cc
J <350 cc

I piloti erano Eyston, Vasselle e A.Denly.  La vettura con carrozzeria diversa partecipò senza successo alla 500 miglia a Brooklands pilotata da Albert DIVO.
Il record delle 5000 miglia fu battuto da una Voisin 12 cilindri: il che la dice lunga sulle gesta della piccola Hotchkiss.

Ovviamente se sparo cazzate fate un fischio, grazie.

Come per l’italiana Ansaldo (1853) anche per la Hotchkiss tutto cominciò dalle armi ed i logo di ambedue i marchi indicano chiaramente questa attività. ...



.... cannoni incrociati sormontati da una bomba e da una fiamma se ci fossero dubbi

Tutto ha origine da Benjamin B. Hotchkiss, un americano nato nel 1826 e che lavorò presso la Colt, marchio che non ha bisogno di spiegazioni. Questo signore ad un certo punto iniziò un’attività propria e costruì un interessante culatta di cannone a retrocarica. La guerra civile lo rese ricco e con il gruzzolo si trasferì in Francia dove fondò una fabbrica di munizioni. Nel 1875, si trasferisce a Saint Denis, vicino a Parigi e costruisce ottime armi, fucili, pistole, mitragliatrici. Nel 1885 cessa l’attività perché muore con grande gioia degli eredi che vendono la ditta ad una società britannica, con sede sia in Inghilterra e sia in Francia a Saint Denis.
Insieme con la produzione di armi, la filiale francese nel 1901 si interessa di ingegneria meccanica e produce componenti meccanici su misura per i clienti, come Panhard e De Dion Bouton, arrivando a produrre motori completi nel 1903.
Da qui alla costruzione di una vettura propria il passo è relativamente breve.
Incoraggiato da due distributori di autovetture, Mann & Overton di Londra (che fornivano i taxi nella capitale, prima Unic poi Austin) e Fournier di Parigi (Henri Fournier è stato un pilota e recordman ed assieme al fratello titolare degli Établissements Fournier che costruiva vetture.

Venne acquistata una Mercedes della gamma Simplex (serviva per l’ispirazione) e assunto l'ingegnere Georges Terrace che arrivava dalla Mors .
Nel 1903 viene costruito e testato un prototipo, ma la prima auto sarà commercializzata nella primavera del 1904: il tipo C, un quattro cilindri a valvole laterali di 4 litri. La vettura è chiaramente ispirata alla Mercedes ma l'albero motore è montato su cuscinetti a sfera e la trasmissione è a giunto cardanico. Nel 1907 seguirono modelli a sei cilindri, i tipi L e O. L’albero motore su cuscinetti a sfera durò fino alla tipo X 30 CV del 1910. In quello stesso anno Hotchkiss si affacciò sul mercato delle “utilitarie o economiche” se mi si permette il termine, con il tipo Z di 2212cc. Con lo scoppio della prima guerra mondiale, la fabbrica si dedicò alla produzione bellica aprendo una filiale a Coventry, in Inghilterra.

La produzione di auto riprese in Francia nel 1919 con i modelli di anteguerra AD, AD 6, AF e AG. Ci fu un tentativo di entrare nel mercato di lusso con il modello AK, che non andò oltre al prototipo. Nel 1923 l’azienda decise di immettere sul mercato il tipo AM ( motore a 4 cilindri in linea 45 cv da 2413cc di cilindrata a valvole laterali) progettato nello stabilimento di Coventry che verrà venduto lo stesso anno alla Morris.

Henry Mann Ainsworth (1884-1971) e AH Wilde che erano i fautori della AM, si trasferirono a Parigi, per diventare, il primo, capo ingegnere della divisione auto ed il secondo, direttore generale fino agli anni cinquanta.
La AM fu una vettura onesta, senza infamia e senza gloria ma che permise di gettare le basi per modelli di maggior successo.
Nel 1924 nasce la AM 2 con un motore a valvole in testa. Nel 1928 le si affiancò la sei cilindri AM 80 che diede al marchio fama internazionale con il suo propulsore da 3 litri che le permetteva di superare i 120 km/h.
Nel ’32 comparve la AM 80 S da tre litri e mezzo, una delle migliori gran turismo dell’epoca che di aggiudicherà il Rally di Montecarlo nel 1933, 1934 e 1939, vittorie che si sarebbero ripetute con la 6 cilindri 20 HP 2050, nel 1949 e ’50.

Nel 1937 avvenne l’incorporazione della Amilcar e nacque la Amilcar Compound, progettata dall'ingegnere J-A Grégoire con il sostegno dell'Aluminium Français. Macchina moderna, trazione anteriore, ruote indipendenti, carrozzeria portante la vettura costava molto di più delle sue concorrenti e non poté imporsi sul mercato. Ciò nonostante il sodalizio tra la Hotchkiss e Grégoire agli inizi degli anni 50 diede vita alla Hotchkiss-Grégoire moderna e aerodinamica ma di produzione difficile e costosa, ne saranno prodotte 247, peggiorando non poco le difficoltà finanziarie della Hotchkiss.

Tornando agli anni trenta cessata la produzione della AM 80 S (ottanta era l'alesaggio) arriva a sostituirla la 6 cilindri 615 di 2650 cc, nel 1939 entrano in produzione le 4 cilindri 13 HP 615 e le sei cilindri 17 HP 680 e le relative 2 sue versioni sportive: la 20 HP 686 e la GS che ricomparvero nel secondo dopoguerra. Nel periodo bellico altra pausa ed altro cambio di produzione che riprenderà con le 4 cilindri 13 HP 1350 e 20 HP 2050 della serie Anjou. Nel 1946, la Hotckiss s'associò con la Willys-Overland Export Corporation, per la vendita e la diffusione in Francia della Jeep CJ 2A poi CJ 3A.
La Peugeot entrò nel capitale di Hotchkiss acquistando il pacchetto di maggioranza e la produzione continuò senza sostanziali cambiamenti.
Nel 1954, dopo la fusione con Delahaye e della sua filiale Delage, la Hotchkiss abbandonò la produzione di autovetture da turismo. L'ultimo modello fu la Monceau carrozzata da Chapron, prodotta in pochi esemplari

Le fabbrica continuò a costruire furgoni e camion leggeri anche per i pompieri fino al 1969 con il nome di "Hotchkiss" nonché autobus, camion militari e veicoli cingolati per spedizioni polari fino al 1970.

Nel 1955 a Saint Denis inizia a produrre la jeep quasi identica all'originale, commercializzata come Hotchkiss M 201 in versione militare, con il nome di Hotchkiss-Delahaye, poi Hotchkiss-Brandt nel 1960 poi Thomson-CSF nel 1971. Questo perché nel giugno 1952, la Willys concedette alla Hotchkiss la licenza di fabbricazione e di commercializzazione dei pezzi di ricambio per i mercati militari e civili e poi la licenza per la costruzione di ogni tipo di veicoli prodotti da Willys-Overland. Il primo modello montato fu la versione civile JH101 (1954-1960).

La jeep M 201 è stata riprodotta dalla Dinky France e dalla APS-Politoys in plastica con rimorchietto e probabilmente anche da altre case d'oltralpe.


Wink
**

Thunderbolt "Speed Car" Questo modello fu commercializzato dal 1938 al 1941 con ref. 23 M, è circa in scala 1/43 (126 mm) la livrea era tutta argento con l'Union Jack sulla coda.

Poi dopo tra il 1939 ed il '54 uscì la "Streamlined Racing Car" ref.23 S, la stessa auto ma con colorazioni diverse.
Prima della guerra aveva livree: verde pallido (light green) con i particolari verde scuro - blu chiaro con particolari in blu scuro - arancio.
Nel dopoguerra verde chiaro (pale green), verde, verde scuro con particolari argento e argento con particolari rossi, verdi o blu.
Sia il 23 M sia il 23 S avevano il fondino in latta rivettato
Con lo stesso nome il modello viene rinumerato in 222 (1954-1956) con livrea argento con finiture verdi, rosse o blu. Sul libro della Dinky scrivono che il 222 aveva le ruote in plastica, almeno così ho capito io. Il mio ha i cerchi in metallo.
Credo che sia il 23 S. Boh!

Col codice 23S (dal 1954 ridenominato 222) e la denominazione "Streamlined Racing Car" questo modellino veniva venduto in confezione di 4 pezzi di differenti colori (ci sono immagini di diversi accoppiamenti di colori sia di carrozzeria che di finiture) dal 1954 sulla confezione veniva riportata la doppia numerazione (23S-222)

fondino pre-war: nero; post-war, argento (da verificare)
ruote pre-war: nere; post-war, bianche (by Egi)







Il modello della Dinky rappresenta la vettura del 1937 che il 9 di novembre dello stesso anno a Bonneville Salt Flats, una pianura di 412 km quadrati, coperta da uno strato di sale nel nord ovest dell'Utah, toccò i 501,16 kmh con alla guida George Eyston , la supposta aveva 2 motori Rolls-Royce Schneider Trophy da 4.700 CV. Sempre con "Giorgetto" batté il record di velocità su terra anche nel ’39, … forse, può darsi, ma poi chi se ne frega ....


Leyland Lynx and Thunderbolt


** aggiunto 9 maggio 2012

Wink

ASTON -MARTIN DB 3 S 2,9 LITRE 1953 SAM-TOYS ref. 426-2 - AZZURRONE 1/40 Plastica con numero di gara 26 stemma Svezia

ASTON -MARTIN DB 3 S 2,9 LITRE 1953 SAM-TOYS GIALLO 426-2 - MB 1/40 plastica con numero di gara 24 stemma Svezia

JAGUAR D 1953 - SAM-TOYS - AZZURRONE 426-4 - M 1/40 Plastica con numero di gara 25

e arrivata dopo ..... anche se non è una vera auto da corsa

FIAT TURBINA 1954 SAM-TOYS ref. 426-3 AMARANTO VGB 1/40


-

MASERATI SPORT 1965 SAM-TOYS - VERDE CHIARO M 1/50 PLASTICA con pilotino bianco
DB PANHARD 1965 SAM-TOYS ROSSO M 1/50 n° 8 - PLASTICA con pilotino bianco

ASTON MARTIN DB3 S 1953 DINKY TOYS GB ref. 110 GRIGIO M 1/48 N° 20 1° TOURIST TROPHY
TRIUMPH TR2 1953 DINKY TOYS GB ref.111 TURCHESE VG 1/48 COMPETITION FINISH N° 25
AUSTIN HEALEY 100/6 MK1 1952 DINKY TOYS GB ref 109 GIALLA VG 1/50 n° 21
BRISTOL 450 1954 DINKY TOYS GB ref. 163 VERDE M 1/48 L.M. N° 26
JAGUAR D 1954 DINKY TOYS GB ref. 238 VERDE MELA G 1/48
-
LANCIA D.24 1955 MERCURY ref.26 ROSSO VGB 1/48 numero gara 48
FERRARI 250 P Monza 1963 MERCURY ref. 57 ROSSO G 1/48
FERRARI 330 P2 1964 MERCURY ref. 28 ROSSO 1/48 il modello è stato ridipinto solo per farlo rosso il fondino è giallo (AUTO NON CORRISPONDENTE AL VERO)
FIAT ABARTH 2L da record 1955 SOLIDO ref. 113 AMARANTO M 1/4
ASTON MARTIN DB4 1958 CORGI TOYS ref. 209 BIANCO AZZ. VG 1/48
-[/b]


auto da gara77.jpg
 Descrizione:
SERIE AUTO-CORSA: PRODOTTA NEGLI ANNI 1958/59
 Dimensione:  87.9 KB
 Visto:  7756 Volte

auto da gara77.jpg



auto da gara78.jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  94.78 KB
 Visto:  7756 Volte

auto da gara78.jpg



auto da gara79.jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  97.77 KB
 Visto:  7756 Volte

auto da gara79.jpg



_________________

Do I look like a man who can be intimidated?
Φ


Ultima modifica di lombricoferoce il 12 Nov 2014 11:08 pm, modificato 12 volte in totale
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage Skype
 
 MessaggioInviato: 20 Feb 2011 11:22 pm  
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  lombricoferoce

Site Mod
Site Mod





Età: 69
Registrato: 31/10/10 08:40
Messaggi: 8145
lombricoferoce is offline 

Località: Piovarolo di Sopra - Adriatisches Küstenland
Interessi: Modellismo in particolare obsoleti, storia, storia dell'auto, fuoristrada
Impiego: Tecnico software/hardware
Sito web: http://www.munga.it/


NULL

Ferrari 500 TRC della GAMA ref. 9610 modellino del 1963, serie Mini-Mod, scala 1/46, arriva da Leeuwarden, Paesi Bassi

Avevo fatto una puntata minima su ebay mi piaceva il colore del modellino ... e l'asta andò deserta, fu una sorpresa perché non me ne ricordavo proprio. Boh. Embarassed











La Gama  è stata fondata a Nürnberg (Norimberga) da Georg Adam Mangold, tra il 1881 e 1882
In breve: l'azienda cominciò a produrre animali di latta litografata e pure fonografi sempre di latta, fino ad arrivare ad una vasta produzione di auto giocattolo, carri armati ed altri articoli similari, diventando così una delle principali fabbriche di giocattoli germaniche e credo europee.
Nel 1920 Hans Mangold sostituì il padre alla guida dell'azienda, nel 1924 il logo e il nome furono registrati come marchio. In questo periodo circa il 70 per cento della produzione Gama finiva regolarmente all'estero.

 Durante guerra la "Gama" collaborò con la Bachmann-von Blumenthal & Co. KG, società che gestiva le riparazioni e la costruzione di pezzi di ricambio (e pure aerei ma non tanti) per la Deutschen Luftwaffe e che aveva la sede a Fürth, Baviera del Nord.
Le ditte si presero cura del famoso Bf 110, della Messerschmitt, che come tutti sanno era il caccia e/o cacciabombardiere bimotore pesante a lungo raggio di punta della "WL" , le cui ali e la fusoliera erano interamente in metallo.
A Fürth, furono riparati anche gli Junkers "Ju 87 Stuka" e il Messerschmitt Me 262,  primo caccia a reazione operativo del mondo e il Messerschmitt Me 210 altro aereo da caccia a lungo raggio.
Dopo il secondo conflitto la GAMA, che si trovava in "US zone", fu tra le prime società a ricevere l'approvazione per produrre nuovamente giocattoli in metallo, quali escavatori, bulldozer, camion, carri armati radiocomandati, ecc ... successivamente pure giocattoli di plastica (1960). In questo periodo costruì anche per la Schuco, della quale, in seguito, diventerà una delle più grandi concorrenti.
Nel 1950, la GAMA acquisì partecipazioni della società Schuco, la quale, a sua volta, a metà anni 90 acquisisce metà della Gama e l'intera produzione modellini di auto. Alla fine del 1990 l'azienda Märklin acquisisce il marchio GAMA.


Anni 80

La vettura vera:

Ferrari 500 TRC 1957 prodotta in diciannove esemplari, per avere una vettura conforme alla nuova “sezione C” del regolamento del Campionato del Mondo Sport Prototipi, era la versione aggiornata della 500 TR (denominata Ferrari 500 Testa Rossa o Ferrari 2000 Sport Testa Rossa, costruita dalla Maison di Maranello dal 1956 al '57).

La 500 TRC rispetto alla 500 TR aveva l'abitacolo più grande e le portiere. Aveva il telaio tubolare in acciaio derivato da quello della 860 Monza, le sospensioni anteriori erano indipendenti, con quadrilateri trasversali e barra stabilizzatrice, mentre quelle posteriori erano formate da un ponte rigido e doppi puntoni laterali.
Freni a tamburo sulle 4 ruote e cambio a 4 rapporti. La carrozzeria in alluminio era di Scaglietti.
Il propulsore è un 2 litri (1984,86 cc) a quattro cilindri in linea da 180 cavalli che permetteva di superare i 240 km/h.


Nel 1957, questa vettura iscritta dall'Ecurie Francorchamps, si classificò bene alla 24 di Le Mans, infatti dopo 288 giri, Lucien Bianchi e Georges Harris, la portarono al settimo posto assoluto, con vittoria di categoria, non male per una duemila. Piloti e scuderia erano belgi, come ovviamente tutti sanno. Per questo la Ferrari ha la livrea gialla.
Da quello che ho capito cercando in giro, sembra che questa Ferrari sia finita solo in mano a "clienti".

Embarassed
Altra rossa ...
FERRARI 250 LM 1964 CORGI TOYS ref. 314 M 1/48 - N° 4
ASTON MARTIN DB3 S 1953 CRESCENT TOY ref. 1291 BIANCA/AZZ. VG 1/41
CUNNINGHAM C5R 1953 DINKY TOYS GB ref. 133 1/42 - N° 31 LE MANS

-

Tre Dinky: Toys Ford GT, Porsche Carrera (Dinky francese), Alfa Romeo 33 tipo L.M.

RENAULT ALPINE 3L della CLE' - M 1/32 - in plastica


Il marchio Cle firma i prodotti della ditta Clement Gaget, situata nel comune di Oyonnax, in Francia, dal '52 all'86.
Dal 1958 inizia la produzione di giocattoli in plastica e nel 1965 ha inizio la collaborazione con alcune ditte alimentari e per la casa quali Bonux (detersivo per lavatrice), Huilor (olio da tavola), Priore, Vegetaline (olio vegetale) che offrono nelle confezioni dei loro prodotti dei kit di veicoli in plastica prodotti da Clement Gaget col marchio Cle. Nello stesso momento si sviluppa anche una produzione di modelli commercializzati in modo diretto dalla Cle.
I temi proposti sono diversi, così come le scale di riproduzione, e così troviamo le Vecchie Antenate in scala 1:48, le Ruggenti degli anni '20 in scala 1:64, le Utilitarie degli anni '60 in entrambe le scale (1:48 e 1:64), i Camion degli anni '60 in scala 1:90 e le auto della Le Mans e di F1 in scala 1:32.
(notizie avute da un amico carissimo di un altro forum, per non far nomi "Le Male Terre" ... grazie eigi ! Very Happy)
Idea



Ho finito la vetrina ora passerò ad altro appena ho tempo.


auto da gara80.jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  102.14 KB
 Visto:  7754 Volte

auto da gara80.jpg



auto da gara81.jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  106.05 KB
 Visto:  7754 Volte

auto da gara81.jpg



auto da gara82.jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  76.44 KB
 Visto:  7754 Volte

auto da gara82.jpg



_________________

Do I look like a man who can be intimidated?
Φ


Ultima modifica di lombricoferoce il 13 Mag 2014 10:50 pm, modificato 12 volte in totale
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage Skype
 
 MessaggioInviato: 21 Feb 2011 12:19 am  
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  lombricoferoce

Site Mod
Site Mod





Età: 69
Registrato: 31/10/10 08:40
Messaggi: 8145
lombricoferoce is offline 

Località: Piovarolo di Sopra - Adriatisches Küstenland
Interessi: Modellismo in particolare obsoleti, storia, storia dell'auto, fuoristrada
Impiego: Tecnico software/hardware
Sito web: http://www.munga.it/


NULL

1_4_2_3 Le avevo dimenticate 1_4_2_3

SAUBER MERCEDES C9 YVES SAINT LAURENT - LE MANS 1986 della YVS MB 1/43
(la scritta sul cartellino è errata nel 1987 la coda era diversa, più corta)
NISSAN PATROL GIUSVAL MB 1/43 PARIGI DAKAR 1987
JAGUAR XJR 9 1° LE MANS 1988 della ONYX MB 1/43


auto da gara83.jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  104.55 KB
 Visto:  7747 Volte

auto da gara83.jpg



_________________

Do I look like a man who can be intimidated?
Φ


Ultima modifica di lombricoferoce il 28 Apr 2011 10:15 am, modificato 1 volta in totale
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage Skype
 
 MessaggioInviato: 21 Feb 2011 12:31 pm  
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  diablo

Site Admin
Site Admin




Sesso: Sesso:Maschio
Età: 52
Registrato: 27/09/07 20:24
Messaggi: 11325
diablo is offline 

Località: modena
Interessi: modellismo
Impiego: libero professionista
Sito web: http://www.amgmodels.it


italy

Hai marche e modelli che non ho mai visto! Shocked


_________________
Max
Profilo Messaggio privato HomePage
 
 MessaggioInviato: 21 Feb 2011 04:35 pm  
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  lombricoferoce

Site Mod
Site Mod





Età: 69
Registrato: 31/10/10 08:40
Messaggi: 8145
lombricoferoce is offline 

Località: Piovarolo di Sopra - Adriatisches Küstenland
Interessi: Modellismo in particolare obsoleti, storia, storia dell'auto, fuoristrada
Impiego: Tecnico software/hardware
Sito web: http://www.munga.it/


NULL

diablo ha scritto:
Hai marche e modelli che non ho mai visto! Shocked






Ma non ci credo daiiii !


Comunque grazie di tutto. Very Happy
_________________

Do I look like a man who can be intimidated?
Φ
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage Skype
 
 MessaggioInviato: 22 Feb 2011 09:46 am  
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  Keep-all

Site Mod
Site Mod




Sesso: Sesso:Maschio
Età: 59
Registrato: 25/07/09 18:30
Messaggi: 2324
Keep-all is offline 

Località: Roma
Interessi: Automodellismo, Bricolage, Letture
Impiego: Libero Professionista



italy

Vedo che stai facendo progressi con le foto, Franco!!! Wink Very Happy
Finalmente delle buone fotografie ad altezza uomo, quella mia poi... Embarassed , non la tua da nordico austro-ungarico!
Ti sarai dovuto mettere in ginocchio, capisco, e mi dispiace per le tue rotule, ma ti ringrazio a nome di tutti quelli della mia altezza o di coloro che hanno voglia di vedere i tuoi modelli da vicino. Very Happy

Comunque una bella parata di modelli corsaioli, di cui ammiro, in generale, soprattutto quelli fino agli anni '80 anche per l'accuratezza dei dettagli di alcuni...anzi direi di molti.
Da quello che comprendo, di tutti questi modellini hai anche la rispettiva scatolina?! Rolling Eyes Shocked
Ma è stupendo!! E le vuoi tenere negli scatoloni....ma daai!
Allora vuol dire che ci potresti stupire anche con una collezione (a parte) delle sole scatoline dei modellini!!
4_3_2_1 ....Alcune volte è meglio la scatolina che la macchinina....

La varietà di marche, inserendo anche dei Bburago, è dovuto al fatto che non esiste il modellino prodotto da altra marca o perchè introvabile? Rolling Eyes

Alberto
_________________
La bellezza delle cose che si hanno nella vita è legata all’amore che si impiega nel prendersene cura.
Profilo Messaggio privato Invia email
 
 MessaggioInviato: 22 Feb 2011 11:34 am  
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  lombricoferoce

Site Mod
Site Mod





Età: 69
Registrato: 31/10/10 08:40
Messaggi: 8145
lombricoferoce is offline 

Località: Piovarolo di Sopra - Adriatisches Küstenland
Interessi: Modellismo in particolare obsoleti, storia, storia dell'auto, fuoristrada
Impiego: Tecnico software/hardware
Sito web: http://www.munga.it/


NULL

Rolling Eyes Ciao Alberto, grazie per i complimenti, come ho detto tengo fuori solo le scatoline che hanno una certa misura, non ha senso tenere una Brumm o una Dugu o Vitesse ... in plastica, solitamente piuttosto ingombranti o tanto peggio quelle dei kit piuttosto anonime, comunque è una questione di misure, i miei ripiani sono messi a 10 o la massimo 15 centimetri l'uno dall'altro. Le scatoline belle sono quelle in cartoncino.

Io preferisco gli anni dal 50 alla fine 1970, non male il resto ma meno interessante per me. Questo in generale .... ma le americane del '40 tutte belle tondine .. uuummmm!!

La presenza dei Burago o dei Polistil o altre marche non proprio celestiali?
Certi modelli come ad esempio la MONTECARLO CENTENAIRE o la AMC PHAZE II 343 V8 Roadster Pickup sono riproduzioni uniche, o quasi, non so se esistono tra le speciali e quindi le ho prese.
Ero un assiduo voyeur delle vetrine di tabaccherie e cartolerie e questi modelli si trovavano proprio lì e resistere per me era difficile.
Poi magari come nel caso della UAZ 469 o della Toyota Land Cruser, quando trovavo qualche cosa di più "veritiero" compravo i modelli più particolareggiati, nella fattispecie quelli della Saratov e della Tomica che ora sono vicini ai Polistil.
Poi qualche volta facevo la cavolata di sostituire le ruote.
L'unica che reputo sia valsa la pena di modificare è stata la 512 BB della Burago ref. 4133 alla quale ho messo le ruote di Ferrari P3 della Brumm e se qualcuno si prenderà la briga di aprirla fra 100 anni troverà anche il motore.....
Ma poi proprio tu keep-all, mi chiedi come mai? Perché pure io keeppo o keeppavo random e nonostante le famigerate ruote veloci ...

ciao Wink
_________________

Do I look like a man who can be intimidated?
Φ


Ultima modifica di lombricoferoce il 24 Gen 2012 05:28 pm, modificato 2 volte in totale
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage Skype
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum » Foto collezioni

Pagina 19 di 38
Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a pagina Precedente  1, 2, 3 ... 18, 19, 20 ... 36, 37, 38  Successivo

Mostra prima i messaggi di:

  

Vai a:  
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum
Non puoi allegare files in questo forum
Puoi scaricare files da questo forum





 topic RSS feed 
Powered by MasterTopForum.com with phpBB © 2003 - 2009
Macinscott 2 by Scott Stubblefield