Back to the index page  
  FAQ   Cerca   Lista degli utenti   Gruppi utenti   Calendario   Registrati   Pannello Utente   Messaggi Privati   Login 
  »Portale  »Blog  »Album  »Guestbook  »FlashChat  »Statistiche  »Links
 »Downloads  »Commenti karma  »TopList  »Topics recenti  »Vota Forum

Collezione di lombricoferoce
Utenti che stanno guardando questo topic:0 Registrati,0 Nascosti e 0 Ospiti
Utenti registrati: Nessuno

Vai a pagina Precedente  1, 2, 3 ... 9, 10, 11 ... 36, 37, 38  Successivo
 
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Foto collezioni
  PrecedenteInvia Email a un amico.Utenti che hanno visualizzato questo argomentoSalva questo topic come file txtVersione stampabileMessaggi PrivatiSuccessivo
 
 MessaggioInviato: 02 Dic 2010 01:01 pm  
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  lombricoferoce

Site Mod
Site Mod





Età: 69
Registrato: 31/10/10 08:40
Messaggi: 8145
lombricoferoce is offline 

Località: Piovarolo di Sopra - Adriatisches Küstenland
Interessi: Modellismo in particolare obsoleti, storia, storia dell'auto, fuoristrada
Impiego: Tecnico software/hardware
Sito web: http://www.munga.it/


NULL

Nella mia collezione di personaggi Disney mi mancava Eta Beta, l'omino che arrivava da un futuro dove l'uomo vive nel sottosuolo, come i Morlock, una delle due razze in cui si è divisa la specie umana nell'anno 802701, nel romanzo "La macchina del tempo" di Herbert George Wells ed immortalati nel film del 1960 di George Pal, "L'uomo che visse nel futuro", solo che Eta Beta è decisamente più bellino e non interessato alla carne umana.
L'ho pizzicato per 3,50 euro, è un gadget che nel 2002 fu offerto nel numero 2416 di Topolino. Il personaggio pilota uno Space Runner. Sembra un veicolo sul tipo di quelli che starebbero bene nel film "Il quinto elemento" di Luc Besson.
Il bello di questo oggettino, in plastica, è che ha il posto per una batteria e se spinto gli si illuminano i fari  ... ha tre ruote.





esiste una specie di manopola per lanciarlo e che io non ho


Due parole su Eta Beta devo scriverle Evil or Very Mad

Eta Beta nasce nel 1947 dalle matite di Bill Walsh e Floyd Gottfredson, il suo vero nome è Eega Beeva Pittisborum Psercy Pystachi Pseter Psersimmon Plummer-Push, italianizzato in Pluigi Psalomone Pcalibano Psallustio Psemiramide Pluff, per il popolo dello stivalone molto più semplicemente Eta Beta. Conosciuto con questo nome anche in Slovenia, Svezia e Norvegia.

Si dice che le caratteristiche del personaggio abbiano ispirato il regista Steven Spielberg nel realizzare nel 1982 il film E.T. l'extra-terrestre.

Eta Beta non è un "marziano" ma semplicemente un uomo del 2447, proveniente dal centro della terra, dove vive con la sua gente. Oltre che essere un uomo del futuro è un uomo decisamente singolare, innanzitutto mette la lettera P davanti alle parole che iniziano per consonante, per cui ad esempio una normale parola come "cavolo" viene da lui pronunciata "Pcavolo", poi dorme appollaiato in posizione orizzontale sui pomelli dei letti, che lui ritiene comodissimi. Senza contare che possiede poteri Psi come predire il futuro e leggere nel pensiero; un tempo queste caratteristiche erano molto sfruttate nelle storie di Gottfredson, oggi decisamente abbandonate. Perchè poi? Ah, già, dimenticavo il progresso.

Tutti ricordiamo la sua famosa tasca del gonnellino da dove esce di tutto, infatti l'unico capo d'abbigliamento che indossa, appunto un gonnellino, ha una capacità praticamente illimitata e nel suo interno Eta Beta riesce a trovare qualsiasi oggetto che gli sia necessario.

Ha una strana intolleranza nei confronti del denaro, che si è sviluppata in una vera e propria allergia dopo che, nella storia "Topolino ed Eta Beta l'indovino", ha osservato Topolino diventare vittima della cupidigia e della ricchezza.

Nelle prime storie statunitensi si cibava unicamente di piume di piccione, che purtroppo gli causarono una fortissima intossicazione, così nella storia "Topolino, Eta Beta e lo scassinatore fantasma" il nostro piccolo eroe decide di cambiare abitudini alimentari, scoprendosi ghiottissimo di una particolare varietà di mandarini cinesi in salamoia che per una strana dinamica di traduzioni, nella versione italiana si trasformarono in palline di naftalina e come tali sono poi state mantenute sino ad oggi, snaturando, secondo me, non poco l'origine terrestre del personaggio che nelle storie di Gottfredson è un esserino candido e surreale, gentile, ma tenace.
Ha lo spirito fanciullesco e istintivo di chi si fa portavoce della verità senza esserne pienamente consapevole. Col suo guizzo di follie e particolarità, si getta nel nuovo mondo di Topolinia per scoprire ogni cosa e cercare di ambientarsi, ma finisce irrimediabilmente sotto processo perché accusato di essere troppo bislacco e viene emarginato dalla società, proprio come accade nella storia "Topolino e il processo a Eta Beta".
Solo grazie a Topolino impara presto il funzionamento di tutti i marchingegni tecnologici mancanti nel suo mondo, ha ribrezzo del progresso raggiunto dal'uomo nel campo degli armamenti.
Il personaggio incarna la coscienza di un'iniziatica e ciclica età della pietra, punto di arrivo e passaggio del percorso attraverso i secoli dell'umanità. È infatti un uomo proveniente dal futuro; secondo la storia d'esordio di Gottfredson, Eta Beta e le sue genti sono uomini che vivendo nelle profondità della Terra hanno subito un processo evolutivo differente da quello che l'umanità ha avuto in superficie. Inoltre al centro della Terra il tempo scorre più velocemente e si trova in anticipo di cinque secoli esatti rispetto al Calendario Gregoriano. Topolino incontra Eta Beta nel 1947, ma questo pensa di trovarsi nel 2447. Secondo gli scienziati il processo evolutivo subito da Eta Beta ed i suoi simili sarà il destino che attende l'intera umanità. In pieno clima di guerra atomica, corsa agli armamenti ed energia nucleare.
In tutte le storie di Gottfredson Eta Beta ha una forte malinconia per la sua famiglia e la sua patria sotterranea, così dopo una lunga saga, l'addio tra Topolino ed Eta Beta è inevitabile e il piccolo uomo del futuro ritorna dalla sua gente.
Floyd Gottfredson, attraverso gli innocenti disegni, pose un insolubile dilemma su quale fosse il futuro che attendeva l'umanità e sui reali rischi che comportava l'energia atomica. L'autore aveva già introdotto questa tematica inventando nel 1936 il Dottor Enigm, ispirato allo scienziato Albert Einstein.

Nelle recenti storie italiane si è annullato lo spirito spensierato e ingenuo che caratterizzava il personaggio nelle storie di Gottfredson, descrivendolo come un brillante scienziato, capace di gestire a proprio piacimento, grazie alla propria tecnologia, le leggi della fisica, dello spazio, del tempo e persino delle dimensioni.
Per opera degli autori italiani, il personaggio di Eta Beta ha subito, una drastica rivisitazione del suo passato. A causa del suo aspetto Eta non è più presentato come un uomo del futuro, ma un alieno proveniente da un dimensione parallela che si serve di un tunnel cronospaziale per far visita ai suoi amici.
Inoltre la civiltà dei simili di Eta Beta, in linea col classico stereotipo sugli extraterrestri, è decisamente più progredita rispetto a quella terrestre. Eta Beta è un genialoide, un po' bislacco, ma molto intelligente che dispone della più avveniristica tecnologia.

Questo secondo me è snaturare il personaggio ma per fortuna in una recente storia di Casty e Faccini intitolata "Topolino e il dottor Tic-Toc", viene ripreso lo spirito originario del personaggio che spero rimanga tale, in quanto tutto questo progresso è decisamente in contrasto con ciò che aveva supposto Floyd Gottfredson. L'autore statunitense aveva infatti ipotizzato che i simili di Eta vivessero in una sorta di età della pietra e proprio per questo ogni ritrovato della scienza era fonte di meraviglia e stupore per il giovane amico di Topolino. In anni più recenti si è tornato a considerarlo a tutti gli effetti un uomo del futuro com'è avvenuto per esempio nella saga degli Ultraheroes.

Tornando agli USA, Eta Beta fu utilizzato in maniera continua per quasi quattro anni dai suoi creatori, che idearono un vero e proprio ciclo di avventure, costituito da tredici storie, che erano unite da un filo continuativo, eccole:

Eta Beta l'uomo del 2000 1947
Topolino ed Eta Beta l'indovino 1947
Topolino e i poteri di Eta Beta 1948
Topolino, Eta Beta e lo scassinatore fantasma 1948
Topolino e la crisi di Eta Beta 1948
Eta Beta e la spia 1948
Topolino e il processo di Eta Beta 1948
Topolino e lo strano potere di Flip 1948
Topolino ed Eta Beta nel pianeta minorenne 1949
Topolino ed Eta Beta nel Texas 1949
Topolino e la banda della morte 1949
Eta Beta e il tesoro di Mook 1950
Topolino buffone del Re 1950 .

Dopo queste tredici avventure, Walsh e Gottfredson decisero di non utilizzare più il loro personaggio, i cui poteri e la cui invulnerabilità ponevano dei seri limiti agli spunti narrativi, inoltre, come disse lo stesso Gottfredson non era sua intenzione snaturare il personaggio, facendolo diventare un membro permanente della Banda Disney. Sembra inoltre che sia stato lo stesso Walt Disney a pretendere l'accantonamento di Eta Beta, preoccupato che la popolarità che riscuoteva il simpatico uomo del futuro, potesse addirittura oscurare quella di Topolino.
Negli Stati Uniti, solo recentemente il pubblico statunitense ha riscoperto questo personaggio, ma tutte le storie pubblicate sono di produzione straniera.
Al contrario in Brasile, Danimarca, Francia e soprattutto in Italia, il personaggio venne apprezzato subito e divenne un personaggio stabile del mondo Disney.

Compagno di avventure di Eta Beta è il suo fido Flip, che come tutti sanno è un gangarone o Thnuckle-Booh, ossia un misto di … cane, gatto, volpe, zebra, drago, orso e rana.
Di colore nero, questo animale ha una particolarità ha un'allergia per bugie e crimini, di fronte ai quali si sente male e cambia colore.
Si nutre di "manzanilli", creature visibili solo ai gangaroni, e mangia soltanto una volta all'anno.
Quando è affetto da "zizzosi", malattia che colpisce solo i gangaroni, tutti coloro che gli stanno intorno sono costretti a dire la verità.

Flip nasce nel 1947 dalle stesse matite che disegnarono per la prima volta Eta Beta. Non è ben chiara la sua provenienza, Eta Beta lo acquista durante i suoi giorni di permanenza nel nostro mondo, mentre nelle storie successive sembra che invece faccia parte del suo mondo futuristico. Nella storia di Guido Martina e Romano Scarpa "Topolino e il doppio segreto di Macchia Nera" vediamo Eta Beta far ritorno nel nostro mondo … accompagnato da un Flip Secondo, che successivamente sparisce per far nuovamente spazio al primo.
Misteri dei gangaroni!
La sua prima apparizione è nelle strisce “Mickey makes a killing – All work and no plan” (Eta Beta e lo scassinatore fantasma) di Bill Walsh e Floyd Gottfredson, pubblicate sui quotidiani statunitensi dal 29 dicembre 1947 al 7 febbraio 1948.

Eta Beta ha anche una fidanzata di nome Neema, simile come corporatura a lui, compare nella storia "Eta Beta e la cometa al fenantrone" e poi successivamente nella storia "Topolino nel mondo di Eta Beta" e vive insieme a lui nella sua epoca.
Eta ha anche un amore terrestre di nome Stella, amica di Minni, si innamorerà completamente di lei anche se alla fine non le dichiarerà il suo amore.

Altri personaggi che ruotano attorno ad Eta Beta sono:
• La Cometa Beta è un personaggio creato nel 1992 dallo sceneggiatore Fabio Michelini e dal disegnatore Massimo De Vita: appare per la prima volta nella storia Topolino e la Cometa Beta.Nella storia, Eta Beta viaggia nello spazio e naufraga sulla nube di Oort, che nella finzione fumettistica è un vero e proprio asilo nido per piccole comete: ognuna è rappresentata come una stella a cinque punte gialla con occhi e bocca, dotata di coda. Eta Beta decide di adottare una giovane cometa, che battezza Beta e che apparirà anche in altre due storie (Topolino & Eta Beta e la Cometa Teta del 1993 e Topolino e Eta Beta e la coda delle comete del 1995, entrambe sempre del duo Michelini-De Vita).E' dotata di speciali poteri: la sua coda produce una "polvere magica" che fa fluttuare gli esseri viventi come se fossero senza peso, e che accelera la nascita e la crescita dei fiori.

• Lith, è aiutante di Eta Beta nella serie Ultraheroes ed è in realtà un robot, componente fondamentale dell'Ultramachine, la macchina costruita da un incauto scienziato e poi smantellata, in grado di dominare il mondo... Eta Beta, resosi conto del pericolo, decide di smontare la macchina e di nasconderne i pezzi nel passato (ovvero il nostro presente..) per evitare che cadano nelle mani sbagliate. La storia inizia quando il temibile Spennacchiotto viene in possesso dell’Ultradetector, l’unico strumento capace di individuare i pezzi dell’Ultramachine ovvero gli Ultrapod. Per fermarlo, Eta Beta convoca una squadra di sei supereroi, gli Ultraheroes, gli unici in grado di fronteggiare i Bad-7, la squadra di malviventi capitanata proprio da Spennacchiotto, che si darà da fare per ricomporre completamente la temibile macchina!

• Zombi Baturzo, detto semplicemente Zombi, è un personaggio creato da Guido Martina e Luciano Gatto. È un esemplare unico di razza baturzo. È un "Uranide", basso di statura e dalle forme squadrate, anche lui ha bizzarre abitudini alimentari: si nutre infatti di metallo, in particolare apprezza i catenacci arrugginiti. Ha molti poteri, può ad esempio rendersi invisibile, rilevare impronte digitali mordendo un oggetto, ed emettere raggi infrarossi.

•Squee (Emuloidi), sono dei piccoli alieni gialli, capaci di assumere l'aspetto del loro padrone, pur rimanendo gialli. Per fare ciò, essi impigriscono gli sfortunati padroni. Nella loro storia di debutto, '"Topolino e gli incontenibili Squee", un Emuloide, portato sulla Terra per errore da Eta Beta, ha cominciato a duplicarsi e dopo esser diventato famoso con il nome di Squee, ha impigrito tutta Topolinia.





:smile:
_________________

Do I look like a man who can be intimidated?
Φ


Ultima modifica di lombricoferoce il 14 Nov 2014 09:52 pm, modificato 8 volte in totale
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage Skype
 
 MessaggioInviato: 02 Dic 2010 01:01 pm Adv
Messaggio
  Adv












Politoys WD (11).jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  191.56 KB
 Visto:  17933 Volte

Politoys WD (11).jpg



Politoys WD.jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  194.04 KB
 Visto:  17933 Volte

Politoys WD.jpg



Politoys WD (10).jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  161.08 KB
 Visto:  17933 Volte

Politoys WD (10).jpg


 
 MessaggioInviato: 02 Dic 2010 01:16 pm  
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  lombricoferoce

Site Mod
Site Mod





Età: 69
Registrato: 31/10/10 08:40
Messaggi: 8145
lombricoferoce is offline 

Località: Piovarolo di Sopra - Adriatisches Küstenland
Interessi: Modellismo in particolare obsoleti, storia, storia dell'auto, fuoristrada
Impiego: Tecnico software/hardware
Sito web: http://www.munga.it/


NULL

Anche se non fa parte dei modelli di auto della "banda" Disney ecco la Isotta .... nata come cartone animato ....


Isotta Superstar Polistil G6 (1973) : in ordine, un VG se lo merita

Nella confezione c'era un poster e un 45 giri con la canzone cantata da Pippo Franco appunto "Isotta" era la sigla della trasmissione televisiva " Anteprima di Secondo Voi” (1977) condotta da Baudo.

Ecco cosa ho trovato sulla Isotta:



Era un personaggio protagonista di un cartone di Bruno Bozzetto che assieme alla la canzone cantata da Pippo Franco, appunto "Isotta" era come accennato sopra, la sigla di " Anteprima di Secondo Voi ".


Ho trovato il 45 giri ... (anche se questo non faceva parte della confezione Polistil)

Chiaramente il modello si rifà all'auto di Paperon De Paperoni, che io ho sempre chiamato "Isotta" perché mi piace così, nata nel 1968 (M554), con una riedizione con le ruote veloci (W554) nel 1971; la G8 è del 1973. Non credo che ci siano dubbi su chi sia la capostipite.
Secondo me, pure Bruno Bozzetto si è ispirato alla macchina di zio Paperone della Politoys per disegnare la sua "Isotta", e la Polistil prese la palla al balzo ..... ovviamente è un mio parere.

Questo modello non è facile da reperire ... e se reperito salassa il portafogli. Giuro Shocked Rolling Eyes Embarassed Embarassed

da Youtube: Isotta Isotta daidaidaidaidaidaidaidaidai...



Se a qualcuno interessa ecco le parole della canzone cantata da Pippo Franco

Dorme la vecchia regina
senza benzina guarda com’è giù.
Sogna i suoi cento cavalli
che non ci son più.

Un leprotto sul cruscotto,
cinque trote nelle ruote,
sui sedili davanti due polli ruspanti
e sul tetto una coppia di gru
Uh! Che bella compagnia!
Due ranocchi – batteria
hanno appena imparato a rimetterla in moto
e le gru la ritirano su.

Isotta, Isotta dai che ce la fai!
Strombetta, metti la marcia e vai…
C’è un’autostrada a trentatre corsie
e sono tutte tue,
torna a fare vedere chi sei!
Puoi superarli tutti, se lo vuoi
i prototipi, le automatiche e le formula tre!

Isotta, Isotta dai che ce la fai!
Strombetta, metti la marcia e vai…
E a bordo quanta gente prenderai:
prima il vescovo, gli onorevoli,
ed il sindaco, coi fotografi,
tutti i vigili, con il popolo
che fa festa per te!

Per la bellissima Isotta
prese una cotta il figlio del re
poi ci fu un divo del muto che con lei fuggì.
Il banchiere Dare-Avere
la vendette al ragioniere,
un cocchiere che stava a Lambrate
pagò mille rate per farne un taxi.
Il burino ci provò
nella stalla posteggiò
così lei mise in pace il motore
ad un vecchio trattore poi disse di sì.

Isotta, Isotta dai che ce la fai!
Strombetta metti la marcia e vai.
Il tuo pilota azzurro tornerà
e poi ti guiderà
là nel suo favoloso garage!
Rally di miele a Montecarlo e via:
i chilometri più romantici
della tua fantasia.

Isotta, Isotta dai che ce la fai!
Strombetta metti la marcia e vai.
In California fino ad Hollywood,
poi sul Messico fino ai tropici,
sul Pacifico, poi in Africa,
dalle Amazzoni all’Antartide,
fino ai mari del Sud…

e sempre più lontano voli tu,
col tuo principe tra le nuvole chi ti
fermerà più.



la confezione originale con il 45 giri fatto per la Polistil



Esiste anche una versione in vinile gommoso 10 cm x 24 cm prodotta dalla Fabianplastica attorno al 1977.
Non facile da reperire.


per tornare in tema Disney ...


WD (1).jpg
 Descrizione:
Paperino e la 313 omaggio Topolino N. 1957 del 30.05.1993
Topolino e la sua 113 omaggio Topolino N. 1958 del 06.06.1993
Pluto in sidecar omaggio Topolino N. 1959 del 13.06.1993
Paperina in auto omaggio Topolino N. 1960 del 20.06.1993
Paperone in auto
 Dimensione:  141.63 KB
 Visto:  17932 Volte

WD (1).jpg



WD (2).jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  152.45 KB
 Visto:  17932 Volte

WD (2).jpg



WD.jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  137.87 KB
 Visto:  17932 Volte

WD.jpg



_________________

Do I look like a man who can be intimidated?
Φ


Ultima modifica di lombricoferoce il 09 Giu 2014 02:15 pm, modificato 12 volte in totale
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage Skype
 
 MessaggioInviato: 02 Dic 2010 01:20 pm  
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  lombricoferoce

Site Mod
Site Mod





Età: 69
Registrato: 31/10/10 08:40
Messaggi: 8145
lombricoferoce is offline 

Località: Piovarolo di Sopra - Adriatisches Küstenland
Interessi: Modellismo in particolare obsoleti, storia, storia dell'auto, fuoristrada
Impiego: Tecnico software/hardware
Sito web: http://www.munga.it/


NULL

Mad


gadget 64.jpg
 Descrizione:
eccolo qui il garage, era da montare
 Dimensione:  60.29 KB
 Visto:  17931 Volte

gadget 64.jpg



Esgi.jpg
 Descrizione:
AUTO ZIO PAPERONE 1970 ESCI W06 AZZURRO 1/32 metallo con ruote veloci
 Dimensione:  28.51 KB
 Visto:  17931 Volte

Esgi.jpg



Esgi (1).jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  28.1 KB
 Visto:  17931 Volte

Esgi (1).jpg



_________________

Do I look like a man who can be intimidated?
Φ
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage Skype
 
 MessaggioInviato: 02 Dic 2010 01:28 pm  
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  lombricoferoce

Site Mod
Site Mod





Età: 69
Registrato: 31/10/10 08:40
Messaggi: 8145
lombricoferoce is offline 

Località: Piovarolo di Sopra - Adriatisches Küstenland
Interessi: Modellismo in particolare obsoleti, storia, storia dell'auto, fuoristrada
Impiego: Tecnico software/hardware
Sito web: http://www.munga.it/


NULL

**






313 - MOTORAMA ref. CA9602P - MB 1/43 - auto Paperino
Yuk - MOTORAMA ref. CA9603G - MB 1/43 Auto Pippo
113 - MOTORAMA ref. CA9603T - MB 1/43 - auto Topolino
ISOTTA - MOTORAMA ref. CA9603Z - MB 1/43 - auto Paperon de Paperoni

Anche se sono "moderni" e purtroppo fatti in Cina li trovo molto ma molto carini, ... belli.
Ho faticato non poco a trovare l'auto di Pippo.
** aggiunto al 15 luglio 2012





Embarassed per restare quasi in tema .... Yogi & BooBoo


Yogi & BooBoo car.jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  158.04 KB
 Visto:  17930 Volte

Yogi & BooBoo car.jpg



Yogi & BooBoo car (1).jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  178.81 KB
 Visto:  17930 Volte

Yogi & BooBoo car (1).jpg



Yogi & BooBoo car (2).jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  139.73 KB
 Visto:  17930 Volte

Yogi & BooBoo car (2).jpg



_________________

Do I look like a man who can be intimidated?
Φ


Ultima modifica di lombricoferoce il 17 Lug 2012 07:35 pm, modificato 5 volte in totale
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage Skype
 
 MessaggioInviato: 02 Dic 2010 01:34 pm  
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  lombricoferoce

Site Mod
Site Mod





Età: 69
Registrato: 31/10/10 08:40
Messaggi: 8145
lombricoferoce is offline 

Località: Piovarolo di Sopra - Adriatisches Küstenland
Interessi: Modellismo in particolare obsoleti, storia, storia dell'auto, fuoristrada
Impiego: Tecnico software/hardware
Sito web: http://www.munga.it/


NULL

** Popeye Paddle Wagon
Popeye- Braccio di Ferro è una serie a fumetti americana opera del fumettista Elzie Crisler Segar, in origine era chiamata The Thimble Theatre, da cui sono tratte diverse omonime serie a cartoni animati. La serie nacque nel 1919, ma Braccio di Ferro il marinaio comparve per la prima volta il 17 gennaio 1929 ed ottenne subito un grande successo, tanto da divenire il protagonista del fumetto.
Elzie Crisler Segar nacque nell'Illinois, l'8 dicembre 1894 a Camptown, o, secondo alcuni, l'8 settembre dello stesso anno a Chester, morì il 13 ottobre 1938 nella sua villa di Santa Monica, in California. La passione per il cinema lo indusse ai "comics": nel 1916 seguì un corso per corrispondenza per disegnatori del "Cartoonist W.L. Evan's System" di Chicago, città nella quale riuscì nel 1918, raccomandato da R.F. Outcault, a farsi pubblicare la sua prima storia, giornaliera e domenicale, "Charlie Chaplin's Comic Capers", cui fece seguito la pagina domenicale "Barry the Boop". Notato e assunto da Hearst nella stessa Chicago, creò "Looping the Loop" e poi, trasferito a New York, "The Thimble Theater" (19 dicembre 1919), che allora veniva pubblicato ogni giorno tranne venerdì e domenica (la prima tavola domenicale è del 18 aprile 1925). "The Thimble Theatre" trattava temi teatrali, ma l'ingresso di Popeye nella storia, realizzata da Segar sia nei testi che nei disegni, lo indusse a trasformarla in avventure di largo respiro, peraltro rese in chiave prettamente umoristica.
Very Happy
Spalle principali di Popeye sono:
Olivia (Olive Oyl): alta, è la sorella di Castor Oyl. Malgrado l'apparenza, può essere molto forte e molto pericolosa. Inizialmente fidanzata di Harold Hamgravy, in seguito Olivia diventa la fidanzata a tempo pieno di Braccio di Ferro.
Pisellino (Swee' Pea): trovatello combina guai, adottato da Braccio di Ferro. Occasionalmente, re di Demonia.
Poldo Sbaffini (in inglese J. Wellington Wimpy), fa la sua prima apparizione nel 1931, come arbitro, in occasione di ripetuti incontri pugilistici a cui Braccio di Ferro partecipa. È furbo, scroccone, adulatore, imbroglione e perennemente affamato di hamburger, ma dimostra di essere anche una persona dalle mille risorse. Si autodefinisce il migliore amico di Braccio di Ferro.
Bluto/Bruto (Bluto/Brutus, talora tradotto nei fumetti italiani come "Timoteo"): capo di una banda di pirati è l’eterno rivale di Popeye.


La Corgi ref. 802 Popeye Paddle Wagon prodotta dal 1969 al 1973 è lunga 13 cm, larga 7 ed alta 10, possiede un meccanismo interno collegato alle ruote che con la macchina in movimento fa muovere su e giù le teste di Bluto e Poldo mentre Braccio di Ferro scruta l’orizzonte da destra a sinistra e viceversa facendo questo con il gomito muove pure Olivia che rolla.



Da quello che ho visto esistono due tipi di Paddle Wagon e si distinguono dal comignolo che nel mio caso è ad anello ma può essere a punte . Dietro le ruote posteriori ci sono 2 barattoli di spinaci per lato, dietro su un “caicio” c’è Pisellino che all’occorrenza può essere calato.


Qualche furbastro deve aver aperto il modello ed incasinato il meccanismo, Popeye si rifiutava di scorrere l'orizzonte, con 25 minuti di pazienza ora è tutto regolare.
Razz



Il modello è stato ripreso anche nella serie CORGI JUNIORS con ruote veloci, Matchbox e dalla Nacoral ho riportato qua sotto le foto trovate in rete.






Corgi Junior WHIZZ Popeye & Nacoral Popeye Car




ho pubblicato questo modello anche tra le auto americane in un momento di follia credo ...

a chi interessa ....
http://amgmodels.mastertopforum.com/successivo-vt3742.html?postdays=0&postorder=asc&start=390



LOOVER SAM'S CAR 1967 - DINKY TOYS GB ref. 108 - meccanismo a frizione

Questo mezzo è usato nella serie di fantascienza della TV inglese dal grande successo di Gerry Anderson "Joe 90" del 1968/69.
Se non sbaglio è stata prodotta dalla Dinky in diversi colori, 2 tonalità di rosso, cromata, azzurra.

La serie Joe 90 è una serie Tv di genere fantascientifico trasmessa dal Settembre 1968 fino ad Aprile 1969, che utilizza marionette elettroniche molto realistiche dette supermarionation, creata da da Gerry e Sylvia Anderson gli stessi della serie Thunderbirds (Fab 1) e Captain Scarlet che segue Thunderbirds e precede Joe 90 e del meno noto The Secret Service.

La trama.
" Il professor McClaine è un brillante scienziato che ha inventato un potente computer chiamato BIG RAT (Brain Impulse Galvanascope Record And Transfer, ovvero Galvanoscopio per registrazione e trasferimento di impulsi cerebrali). La macchina potrebbe trasferire su qualunque persona qualunque conoscenza e abilità, e il risultato sarebbe un agente segreto perfetto. E la scelta cade su Joe, 9 anni, figlio adottivo di McClaine. Un bambino è insospettabile e può intrufolarsi ovunque, specialmente dove un adulto non potrebbe. E grazie al BIG RAT Joe può cavarsela in ogni situazione. Prima di ogni missione viene sottoposto al BIG RAT, e quando indossa un paio di occhiali speciali gli impulsi ricevuti da esso si attivano. Nel corso delle sue avventure, Joe utilizza le più svariate abilità: di volta in volta diventa pilota di aerei, astronauta, corridore automobilistico, esploratore e molto altro. "
Collabora con lui nelle missioni un altro agente della WIN, Sam Loover e questa è la macchina in questione, riprodotta dalla Dinky ed anche da altri come per esempio dalla C21 (Century 21).
Le caratteristiche dell'auto: berlina a due porte di colore argento/grigio metallizzato, azionata da una turbina a gas con una velocità di 200 miglia orarie.
Unico altro veicolo “caratteristico” della serie è l'auto del padre, uno strano mezzo anche in grado di volare.
Dei trenta episodi, in Italia ne sono stati trasmessi solo 4.




La scatola è una replica.


** aggiunto 15 luglio 2012



e sempre in tema .... anche se più ... diciamo vintage ....


wilma Flintstone (1).jpg
 Descrizione:
l'auto di Wilma Flintstone con il fido Dino della serie Flintstone della NCS & AMBLIN
 Dimensione:  148.84 KB
 Visto:  17929 Volte

wilma Flintstone (1).jpg



wilma Flintstone .jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  134.68 KB
 Visto:  17929 Volte

wilma Flintstone .jpg



_________________

Do I look like a man who can be intimidated?
Φ


Ultima modifica di lombricoferoce il 14 Ago 2012 01:42 pm, modificato 4 volte in totale
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage Skype
 
 MessaggioInviato: 02 Dic 2010 01:46 pm  
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  lombricoferoce

Site Mod
Site Mod





Età: 69
Registrato: 31/10/10 08:40
Messaggi: 8145
lombricoferoce is offline 

Località: Piovarolo di Sopra - Adriatisches Küstenland
Interessi: Modellismo in particolare obsoleti, storia, storia dell'auto, fuoristrada
Impiego: Tecnico software/hardware
Sito web: http://www.munga.it/


NULL

restando al buon Walt Disney


Questi sono i films interpretati dal famoso Käfer col numero 53:

Un maggiolino tutto matto (1968) ·

Jim Douglas è un pilota in declino, ridottosi a competere nei demolition derby. Vive in una vecchia stazione dei pompieri, assieme al suo amico Tennessee Steinmetz: quest'ultimo ha appreso le virtù del Buddismo dai monaci del Tibet.
Jim distrugge la propria macchina in una gara. Tennessee ha trasformato la sua Edsel in una scultura astratta, quindi Jim si dirige alla ricerca di un nuovo veicolo di basso costo. Entrato in un concessionario di alta gamma, dopo aver adocchiato la bella assistente Carole, fa conoscenza con l'arrogante proprietario Peter Thorndyke al quale chiede se c'è una semplice auto che costi 75 dollari massimo 80 e non di più. Essendo un concessionario di macchine lussuose e costose, Jim viene immediatamente messo alla porta da Thorndyke. Subito dopo a Jim si avvicina un Maggiolino bianco venuto dall'officina sul retro del negozio. Un giorno una signora che aveva acquistato lì una nuova auto, aveva chiesto a Carol di procurare un'utilitaria per la propria cameriera ovvero il Maggiolino il quale era stato rimandato indietro la mattina stessa per dei difetti meccanici. Thorndyke non appena vede il Maggiolino va su tutte le furie e ordina ai suoi dipendenti di riportarlo nell'officina dandogli pure un calcio, considerato da lui un'auto semplice e non degna di essere esposta insieme alle altre. Jim prende le difese della macchina, solo per ritrovarsela sotto casa la mattina dopo. Accusato di furto aggravato, riesce a trovare un accordo grazie a Carole e acquista l'auto a rate.
Jim ben presto scopre che l'auto diviene a volte del tutto incontrollabile. Mentre lui pensa a una truffa, Tennessee ritiene che dipenda dalla presenza di "un'anima" in taluni oggetti: per questo cerca di fare amicizia con il Maggiolino e gli dà il nome di Herbie. Jim inizia ad apprezzare la macchina, quando scopre che essa sta cercando di far mettere insieme lui e Carole. Inoltre il Maggiolino ha doti velocistiche incredibili, perfette per tornare a gareggiare. Nel mondo delle corse ritrovano Thorndyke, che scommette ironicamente sul loro successo e perde le restanti rate dell'auto. Dopo una sequela di umilianti sconfitte, Thorndyke convince Carole a portare Jim a un appuntamento. Dopo aver fatto ubriacare Tennessee a furia di brindisi di caffè irlandese (caffè, whisky e panna), Thorndyke versa abbondanti tazze di bevanda nel serbatoio dell'auto. Il giorno dopo Herbie si inchioda prima del traguardo, mentre Thorndyke vince.
Quella sera Jim torna a casa con una Lamborghini nuova di zecca, dopo aver accettato di vendere Herbie a Thorndyke. Jim sostiene di aver bisogno di una "vera automobile" per correre la El Dorado Race, ma tutti lo trattano da incosciente. Herbie in impeto di gelosia tampona la nuova auto fino a distruggerla e fugge. All'arrivo di Thorndyke Jim si dirige all'inseguimento di Herbie. Il Maggiolino, dopo essere stato ritrovato da Thorndyke ed essere scampato allo smantellamento, corre per la città demolendo Chinatown e cerca di gettarsi dal Golden Gate; nel cercare di impedirlo, Jim rischia di cadere e viene salvato dall'auto. Presi in consegna dalla Polizia, vengono condannati a un grosso risarcimento per aver distrutto il negozio del signor Wu. Tennessee, che ha imparato il cinese dai monaci, capisce che il signor Wu è un appassionato di corse, che accetterebbe Herbie in permuta per i danni. Jim avanza una controproposta: se la loro squadra riuscirà a vincere la El Dorado, il signor Wu si terrà il premio e rivenderà loro Herbie al prezzo simbolico di un dollaro. La risposta di Wu: "Adesso sì che parli la mia lingua!"
La El Dorado si svolge in due tappe, tra la Sierra Nevada fino alla Yosemite Valley e ritorno. Prima della partenza, Thorndyke e il signor Wu fanno una seconda scommessa, i cui termini non vengono presentati. Thorndyke, con il suo assistente Havershaw per copilota, sfodera ogni possibile sporco trucco: al termine della prima tappa, Herbie arriva al traguardo per miracolo, a notte fonda e senza due ruote. Nonostante gli sforzi di Tennessee, sembra che l'auto sia troppo danneggiata per continuare la gara. Thorndyke viene a esigere il pagamento della scommessa (che lo rende nuovo proprietario), ma Herbie si rianima e lo costringe alla fuga. Il giorno dopo, sfruttando una serie di insolite scorciatoie, Herbie si riporta in testa alla gara. Sull'ultimo chilometro, la carrozzeria si spezza in due. La parte posteriore, con a bordo Tennessee e il motore, taglia il traguardo appena prima di Thorndyke, mentre l'anteriore arriva appena dopo. Herbie conquista il primo E il terzo posto.
Grazie alla scommessa, Wu è divenuto proprietario dell'autosalone di Thorndyke (con Tennessee come assistente). Thorndyke e il suo assistente sono ridotti a fare i meccanici. Nel frattempo, Herbie è stato perfettamente riparato e parte per il viaggio di nozze di Jim e Carole.

Embarassed


Herbie il Maggiolino sempre più matto (1974) ·

La storia è ambientata a San Francisco, dove il magnate Alonzo Hawk, un megalomane senza scrupoli, cerca di perseguire con ogni mezzo il mega-progetto di un centro commerciale con due alti grattacieli, denominato "Hawk Plaza", che dovrebbe sorgere al posto di un intero quartiere storico della città; per fare ciò Hawk scaccia i suoi abitanti uno dopo l'altro acquisendone la proprietà, demolendo palazzi e grattacieli; ma ad ostacolare il suo progetto resta una vecchia caserma dei pompieri abitata dalla signora Steinmetz e da due singolari compagni, un juke-box che sceglie da solo i propri dischi e una vecchia carrozza del tram, chiamata "Numero 22", parcheggiata in giardino: entrambi sembrano possedere un'anima, proprio come Herbie. Per riuscire nell' intento, Hawk affida a suo nipote Willoughby Witfield l' incarico di convincere l' anziana signora ad abbandonare la casa. Ma ben presto il giovane inizia a mal sopportare le angherie dello zio, rivoltandoglisi contro. Aiutata dalla nipote Nicole, dallo stesso Willoughby, da Mr. Judson (ex militare in pensione) e da una schiera di maggiolini (tra cui uno un po' malmesso) e naturalmente da Herbie, la signora e i suoi bizzarri amici cercano di impedire ad Alonzo Hawk di perseguire il suo sciagurato progetto. E ci riescono.

Cool

Herbie al rally di Montecarlo (1977) · Titolo originale Herbie Goes to Monte Carlo e traduzione decisamente del piffero!

Jim Douglas (Dean Jones) deve partecipare all'immaginaria corsa "Trans-Francia" (Trans-France Race), accompagnato dal fido meccanico Wheely Applegate (Don Knotts) e alla guida del maggiolino Herbie. La gara si svolge tra Parigi e Monte Carlo. Si tratta della prima gara di Douglas dopo dodici anni, quindi vuole arrivare primo, tra la derisione e l'ostilità di alcuni suoi avversari, in particolare il tedesco Bruno von Stickle e il francese Claude Gilbert. Tra i piloti vi è anche l'affascinante Diane Darcy.
In una storia parallela, due ladri di gioielli, Max (Bernard Fox) e Quincey (Roy Kinnear), su commissione del misterioso Doppia X, rubano il famoso diamante Étoile de Joie e per non essere scoperti dalla polizia, lo nascondono nel serbatoio della benzina di Herbie. Ad indagare sono l'ispettore Bouchet e il suo assistente Fontenoy, mentre per i due malviventi sarà arduo recuperare il diamante.
Nella gara, che chiaramente non è un rally gli avversari di Douglas sono tre:
Bruno von Stickle (Eric Braeden): Lui è un pilota tedesco, con i capelli neri e i baffi, con molta esperienza nei circuiti di rally europei. La sua macchina è una potente Porsche 917 con i colori della bandiera tedesca, ed è il numero 17. Von Stickle sembra essere un temibile avversario, prima e durante la gara.
Claude Gilbert (Mike Kulcsar): Claude è un pilota francese, anch'egli è pratico dei circuiti europei. Gilbert, conosciuto per indossare un casco integrale durante le gare, guida una De Tomaso Pantera, di colore bianco a strisce, con il numero 66. La sua bravura nel rally è simile a quella di Bruno von Stickle, finché non distrugge la macchina nelle ultime fasi della gara (coincidenza vuole che l'incidente si verifichi nello stesso posto in cui nel 1982 perderà la vita Grace Kelly).
Diane Darcy (Julie Sommars): Lei è una giovane donna, di nazionalità sconosciuta, probabilmente anche lei è americana o canadese. È l'unico pilota donna della gara, nel film non viene fatta menzione del suo livello di esperienza nelle corse. Nonostante questo è considerata molto forte. Diane guida una Lancia Scorpion del 1976 blu polvere con strisce bianche e gialle e corre con il numero 7. Jim sembra essere attratto da Diane.
La Beta Montecarlo è stata venduta negli USA come Lancia Scorpion tra il 1976 e 1977, questa del film che si chiama Giselle e ha il numero 7, ha i fari a scomparsa essendo nella versione americana, era guidata dalla concorrente Diane Darcy ... il buon Herbie si prende un imbarcata per lei ...
Nel film sono usati Maggiolini di anni differenti che vanno dal 1959 al 1977 e la 917 è finta.

Wink

Herbie sbarca in Messico (1980) ·

In Messico due giovani uomini, Pete Stanczek e Davy John stanno cercando un meccanico per prendere una macchina.
Per strada incontra Paco, un ragazzino orfano che è riuscito a scappare dall'orfanotrofio e costretto a rubare per sopravvivere.
Paco dà delle indicazione a loro due, ma di nascosto ruba il portafoglio di Davy e se ne va.
Davy e Pete vanno dal meccanico e comprano una macchina, Herbie(una macchina che vinse il gran premio di Montecarlo) ma non avendo soldi per pagare (poiché Paco aveva rubato i soldi) chiedono al meccanico di provarla e lui accetta.
Mentre la provano, iniziano a cercare Paco per riprendere il portafoglio.
Intanto tre personaggi, Quinn, Shepard e Prindle sono alla ricerca di un oro presente nella giungla e che vorrebero vendere, le cui immagini sono all'interno di un filtro contenente foto che i tre nascondono nel portafoglio.
Paco ruba anche il portafoglio dei tre, con il filtro d'immagini dentro, e lo scambia con quello di Davy e Pete.
Alla fine, Davi e Pete riescono a riprendersi il loro portafoglio e riescono a pagare la macchina, e Paco per non farsi vedere, si nasconde nel cofano della macchina.
Herbie, la macchina comprata è una macchina da corsa che ha un cuore, e cioè che è capace di muoversi da sola ed essere comandata da sola.
Davy e Pete partono con la macchina per il Brasile tramite la nave, per iscrivere la loro macchina al gran Premio, e poi vincere.
Sulla nave conoscono tre nuovi personaggi: la Zia Louise, una donna simpatica e semplice; Melissa, nipote di Louise, semplice e molto seria, e sempre attenta per la sua tesi di laurea; il comandante Blythe, capitano della nave, molto severo e pignolo.
La macchina, Herbie, viene messa in un reparto dove lavora un meccanico di terza classe, Armando Moccia, e che mentre sta cenando, suona il telefono e mentre si allontana, Paco, nascosto dentro la macchina, gli ruba la cena.
Armando Moccia capisce che la macchina gli sta rubando la cena e subito la macchina parte da sola.
Armando chiama delle persone per cattuare la macchina, ma Herbie durante la sua fuga distrugge tanti cocci.
Alla fine, la macchina viene finalmente bloccata e vedono Paco; perciò Paco viene messo in una gabbia dove verrà portato nel suo paese natale; la macchina invece viene sequestrata dal comandante Blythe finché Davy e Pete non avranno pagato i danni.
La sera stessa, Davy e Pete vanno ad una festa, dove Davy, avendo buoni rapporti con la zia Louise riesce a procurarsi i soldi per riscattare la macchina, e Pete va a ballo con Melissa e dopo aver ballato tutta la notte, si baciano.
Intanto Paco, viene liberato dalla gabbia da Herbie, e mentre sta per essere preso inizia a scappare rovinando la festa.
Allora il comandante Blythe prende una decisione drastica: vedendo che la macchina provoca un sacco di casini, decide di buttarla in mare provocando la tristezza a Paco, Davy e Pete.
Al primo scalo della nave, Paco viene ritrovato da Quinn e Prindle che lo vogliono catturare per prendere il filtro che ha rubato dal loro portafoglio, ma Paco furbo riesce di nuovo a scappare.
Paco arriva in un lago dove ritrova Herbie e allora si butta nel lago e corre ad aiutare la macchina.
Chiede aiuto a degli uomini che sono lì, ma questi uomini lo prendono in giro poiché credono che Herbie non valga niente, ma Herbie si rimette in moto e scappa con Paco.
Paco fa diventare Herbie un taxi, per guadagnare dei soldi e non rubare più a nessuno, ma ad un tratto Herbie viene incastrato da Prindle e Quinn che gli obbligano a dare il filtro oppure Quinn farà a pezzi Herbie, ma Paco confessa che il filtro lo ha scambiato con quello di Davy e allora gli dà una chance di procurarselo subito.
Allora Paco va da Pete e Davy ai quali chiede scusa per i tanti guai che aveva procurato loro, ma in realtà di nascosto gli ruba di nuovo il portafoglio.
Davy e Pete iniziano a inseguirlo e Paco riesce a scappare.
Paco non vorrebbe ridare il filtro a Prindle e a Quinn, e mentre scappa con zia Louise e il comandante Blythe vengono inseguiti dalla loro macchina.
Allora i tre si nascondono nella Plaza de Toros, dove vi è un'arena per Tori.
Allora Paco, zia Louise e il comandante Blythe entrano nell'arena con la macchina e sconfiggono un toro.
Alla fine, Paco scappa lasciando soli zia Louise e il comandante Blythe nell'arena che si fanno ringraziare dalla folla.
Allora, la zia Louise e il comandante Blythe vengono recuperati da Davy, Pete e Melissa, i quali arrivano con un autobus che si rompe nel mezzo della strada.
Paco va in un locale dove viene rapito da Prindle e Quinn che lo portano con loro nell'aereo di Shepard per riprendersi finalmente il filtro.
Allora Herbie, rimasta da sola, va da Pete, Davy, la zia Louise, il comandante Blythe e Melissa e li accompagna da Paco, che intanto è arrivato in una giungla con Quinn, Shepard e Prindle per prendere dell'oro a forma di cerchio pesante.
Paco viene abbandonato da i tre nella giungla i quali scappano con l'oro ma viene recuperato da Herbie con tutti i suoi amici, ai quali confessa che i tre truffatori hanno rubato l'oro per rivenderlo e guadagnarsi milioni di dollari.
Allora Paco inizia ad inseguirli con la macchina mentre i tre sono con l'aereo che si rompe a forza di passare gravi incidenti.
Alla fine, Quinn, Shepard e Prindle vengono arrestati per truffa, e Paco, Davy, Pete, Melissa, il comandante Blythe e la zia Louise tornano sulla nave in cui fanno un brindisi augurandosi la vittoria in Brasile.

Smile

Il ritorno del maggiolino tutto matto (1997) ·

E' un remake e sequel della pellicola originale del 1968, mentre la trama segue quella di Herbie sbarca in Messico del 1980.
Herbie è sfuggito per miracolo alla rottamazione e ora ha un nuovo proprietario, ma le cose per lui non sono cambiate. Infatti il Maggiolino deve partecipare ad un avventuroso rally attraverso il deserto: stavolta il nemico da battere è il ricco Simon Moore III.

Smile

Herbie - Il super Maggiolino (2005) ·

Qui Herbie è un maggiolino degli anni sessanta, famoso per aver vinto tutte le gare più importanti del mondo, dotato di una propria personalità e con tantissimi fan (anche non umani). Dopo i successi, a causa di un'importante gara persa, il maggiolino scompare nel nulla.
Anni dopo, la storia si sposta su Maggie Peyton (Lindsay Lohan), una ragazza neo-laureata prossima ad andare a lavorare a New York. Lei ha l'automobilismo nel sangue, grazie a suo nonno, un pluricampione nelle gare di stock car: anche suo padre aveva ereditato dal nonno la passione per l'automobilismo, diventando un pilota della NASCAR. Purtroppo lei, da giovane, ebbe un incidente e per questo il padre le vieta di correre, per paura di perderla. Quando, dopo la laurea, il padre decide di comprarle una macchina, si recano da uno sfasciacarrozze che, tra i vari modelli, ha con sé proprio Herbie, che lo sta facendo impazzire non accettando di essere demolito. Maggie si ritrova a dover badare al maggiolino tutto matto, divisa fra la passione per le corse e le promesse fatte a suo padre.
Ovviamente lei e Herbie, con l'aiuto del suo amico Kevin (Justin Long), decideranno di seguire i loro sogni, e sbaraglieranno tutti, compreso l'antipatico asso del volante Trip Murphy (Matt Dillon)..

Nel film compaiono diversi piloti NASCAR nel ruolo di sé stessi. Tra le quali Jeff Gordon e Jimmie Jonhson.
Il proprietario del Destruction Derby si presenta come Jimmy D., chiaro riferimento a Jimmy Douglas, il proprietario originario di Herbie dal primo film.
Nella scena iniziale del film vengono mostrate diverse immagini dei 4 precedenti film della saga di Herbie.
Maggie compra Herbie per 75 dollari. È la stessa cifra che Jimmy Douglas, nel primo film, dice di poter spendere per poter acquistare una nuova auto mentre si trova nella concessionaria del sig. Thorndyke
Herbie si innamora di una New Beetle, come in Herbie al rally di Montecarlo.

Il tutto ovviamente diligentemente scopiazzato .... Smile felice 3


VW HERBIE.jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  207.77 KB
 Visto:  17928 Volte

VW HERBIE.jpg



HERBIE.jpg
 Descrizione:
Nella lista sotto mancano gli ultimi 2 films in totale per ora 6.
 Dimensione:  166.09 KB
 Visto:  17928 Volte

HERBIE.jpg



VW HERBIE (1).jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  171.11 KB
 Visto:  17928 Volte

VW HERBIE (1).jpg



_________________

Do I look like a man who can be intimidated?
Φ


Ultima modifica di lombricoferoce il 16 Mag 2013 03:23 pm, modificato 7 volte in totale
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage Skype
 
 MessaggioInviato: 02 Dic 2010 01:48 pm  
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  lombricoferoce

Site Mod
Site Mod





Età: 69
Registrato: 31/10/10 08:40
Messaggi: 8145
lombricoferoce is offline 

Località: Piovarolo di Sopra - Adriatisches Küstenland
Interessi: Modellismo in particolare obsoleti, storia, storia dell'auto, fuoristrada
Impiego: Tecnico software/hardware
Sito web: http://www.munga.it/


NULL

Shocked


VW HERBIE (2).jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  181.77 KB
 Visto:  17926 Volte

VW HERBIE (2).jpg



VW HERBIE (3).jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  187.19 KB
 Visto:  17925 Volte

VW HERBIE (3).jpg



_________________

Do I look like a man who can be intimidated?
Φ
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage Skype
 
 MessaggioInviato: 02 Dic 2010 02:30 pm  
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  Vintage

Users




Sesso: Sesso:Maschio
Età: 37
Registrato: 01/12/08 11:26
Messaggi: 244
Vintage is offline 







italy

Complimenti!Che bei modelli!
_________________
Chi vuol esser lieto sia...Che ve lo dico a fare!
Profilo Messaggio privato MSN Messenger
 
 MessaggioInviato: 02 Dic 2010 02:31 pm  
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  lombricoferoce

Site Mod
Site Mod





Età: 69
Registrato: 31/10/10 08:40
Messaggi: 8145
lombricoferoce is offline 

Località: Piovarolo di Sopra - Adriatisches Küstenland
Interessi: Modellismo in particolare obsoleti, storia, storia dell'auto, fuoristrada
Impiego: Tecnico software/hardware
Sito web: http://www.munga.it/


NULL

per restare in tema di auto ... strane che vagano tra fantasia e realtà ..... la FAB 1

Thunderbirds è una serie televisiva britannica di fantascienza ideata nel 1964 da Gerry Anderson, prodotta nel biennio 1964-65 dallo stesso Gerry Anderson e sua moglie Sylvia per la casa di produzione AP Films e trasmessa dal network britannico Independent Television (ITV) a partire dal 1965. Si tratta della quarta serie per ragazzi prodotta da Gerry Anderson e interpretata da marionette, frutto di una tecnologia chiamata “Supermarionation”.
La serie, composta di due stagioni con un totale di 32 episodi di 50 minuti ciascuna, è stata trasmessa originalmente nel Regno Unito tra il 1964 e il 1965, mentre nel resto d’Europa fu trasmessa negli anni settanta (in Italia a partire dal 1975 dalla RAI).

Prima stagione 1965-1966 : 26 episodi - Seconda stagione 1966: 6 episodi

Le repliche della serie sono tuttora trasmesse dalla BBC nel Regno Unito e da RTÉ Two in Irlanda. Thunderbirds è molto popolare anche in Giappone, paese che vide la serie per la prima volta nel 1966 sul canale NHK. Versioni uncut (non tagliate) e rimasterizzate della serie vanno in onda su canali satellitari britannici, statunitensi, australiani. In Italia, i canali satellitari Canal Jimmy e Steel mandano la serie in doppio audio (inglese e italiano) col primo doppiaggio italiano, con le scene tagliate ai tempi per fare spazio alla pubblicità ripristinate con l'utilizzo dei sottotitoli.
Dal 12 luglio 2012 la serie viene trasmessa su Fox Retro canale 132 della piattaforma satellitare Sky Italia, gli episodi sono proposti integralmente con le scene tagliate sottotitolate.





Rolls Royce Fab 1 Dinky .jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  147.47 KB
 Visto:  17922 Volte

Rolls Royce Fab 1 Dinky .jpg



Rolls Royce Fab 1 Dinky (4).jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  78.32 KB
 Visto:  17922 Volte

Rolls Royce Fab 1 Dinky (4).jpg



Rolls Royce Fab 1 Dinky (5).jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  80.83 KB
 Visto:  17922 Volte

Rolls Royce Fab 1 Dinky (5).jpg



_________________

Do I look like a man who can be intimidated?
Φ


Ultima modifica di lombricoferoce il 29 Nov 2013 04:31 pm, modificato 2 volte in totale
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage Skype
 
 MessaggioInviato: 02 Dic 2010 02:33 pm  
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  lombricoferoce

Site Mod
Site Mod





Età: 69
Registrato: 31/10/10 08:40
Messaggi: 8145
lombricoferoce is offline 

Località: Piovarolo di Sopra - Adriatisches Küstenland
Interessi: Modellismo in particolare obsoleti, storia, storia dell'auto, fuoristrada
Impiego: Tecnico software/hardware
Sito web: http://www.munga.it/


NULL

Sad
Thunderbird ....
L'azione si svolge nel 2026: International Rescue è un’organizzazione creata dall’ex astronauta Jeff Tracy per dare soccorso a chi si trova in grave pericolo.
Utilizza i Thunderbirds , mezzi tecnologicamente avanzati, pilotati dai suoi cinque figli: Scott (Thunderbird 1), Virgil (Thunderbird 2), Alan (Thunderbird 3), Gordon (Thunderbird 4) e John (Thunderbird 5).

I nomi, Scott, Virgil, Alan, Gordon e John sono un omaggio agli astronauti Scott Carpenter, Virgil Grissom, Alan Shepard, Gordon Cooper e John Glenn.

L’organizzazione, che ebbe origine dopo che Jeff Tracy perse la moglie Lucille in un tragico incidente, chi dice che sia morta di parto e chi in un incidente d’auto, ha sede in un’imprecisata isola del Pacifico, dove ad aiutare l’ex astronauta ad approntare i mezzi di soccorso c’è il genio dell’elettronica Brains.

Benché l’International Rescue presti soccorso alle vittime di disastri naturali, spesso l’organizzazione si trova a che fare con incidenti causati da sabotaggio. Un nemico dell'organizzazione, innominato nella serie ma noto come The Hood, di tanto in tanto provoca incidenti allo scopo di far venire allo scoperto i Thunderbirds e spiarli o, addirittura, rubarli.
A dar la caccia a The Hood e ad altri nemici dell’organizzazione, c’è l’agente dell’International Rescue a Londra, lady Penelope Creighton-Ward, regina del jet-set internazionale e il suo autista maggiordomo Aloysius “Nosey” (“ficcanaso”) Parker che vanno in giro su una Rolls Royce rosa shocking chiamata FAB 1, equipaggiata con congegni in stile James Bond, ma nel caso debbano spostarsi via mare, fanno uso di uno yacht chiamato FAB 2.

I personaggi principali della serie sono: Jeff Tracy, Scott Tracy, Virgil Tracy, John Tracy, Gordon Tracy, Alan Tracy , Nonna (Grandma Tracy), Mente, Lady Penelope, Parker, Tin-Tin, Kyrano, The Hood

Gli aspetti delle marionette sono stati gestiti da Sylvia Anderson che dà anche la voce a lady Penelope; le marionette sono state create dal Capo Burattinaio Christine Glanville e il suo team. Per dare a Scott ed a Virgil Tracy l'apparenza di essere più alti rispetto agli altri membri della loro famiglia i pupazzi sono stati realizzati con girovita più stretti. Questa tecnica è stata usata anche per Hood al quale son state dati mani e testa più grandi per dare l'apparenza di essere più potente. I pupazzi sono stati tutti realizzati a un terzo grandezza naturale (circa 56 centimetri di altezza). L'aspetto di Scott è basato su Sean Connery, il volto di Alan Tracy è stato modellato su quello dell’attore Robert Reed. Per Brains si è pensato ad Anthony Perkins.



Per l’occasione il produttore Gerry Anderson ....



.... conia il nome di Supermarionation (contrazione di Super Marionette Animation), che identifica una tecnologia di animazione elettronica di marionette a fini cinematografici e televisivi sviluppata negli anni sessanta in Gran Bretagna dalla casa di produzione audiovisiva AP Films e utilizzata in varie serie televisive d’azione di quel periodo, la più famosa delle quali è, appunto, Thunderbirds che trae origine da un episodio della vita reale, infatti Gerry Anderson si ispirò a un disastro minerario avvenuto in Germania nei primi anni sessanta, il pesante equipaggiamento di soccorso fu difficile da trasportare e questo influì sulla sorte di molti minatori.
Nacque quindi l’idea di una serie televisiva i cui protagonisti fossero i membri di un’organizzazione di soccorso (l’International Rescue), capace di prestare aiuto anche in condizioni estreme. Uno dei temi ricorrenti della serie è, infatti, la corsa contro il tempo.

Il nome Thunderbirds venne invece ispirato da una lettera scritta anni prima a Gerry Anderson da suo fratello più anziano, che durante la Seconda guerra mondiale prestò servizio presso una base aerea americana chiamata “Thunderbird Field”.

Tornando alle marionette, il sistema prevedeva l’uso di marionette sospese e controllate da sottilissimi fili. Tali sottili filamenti assolvevano a una doppia funzione: trasmissione del movimento agli arti della marionetta, e trasferimento del segnale elettrico ai componenti elettronici situati nella testa della marionetta stessa. Nella testa si trovava un motore a bobina governato da un trasduttore elettroacustico capace di trasformare la voce in un segnale elettrico a impulsi. Siccome il motore controllava le labbra, questo garantiva un preciso sincronismo del movimento della bocca con i dialoghi.

Dal momento che la tecnologia del tempo non permetteva di costruire marionette che camminassero in maniera plausibile, molte scene raffigurano i personaggi in piedi, seduti o comunque statici, o anche a bordo di veicoli vari. L’hovercraft usato per gli spostamenti individuali nella serie Thunderbirds fu progettato per superare il problema della deambulazione delle marionette.
I controlli elettronici piazzati nella testa resero quest’ultima sproporzionatamente grande rispetto al resto del corpo. Per fortuna, l’avvento intorno alla metà degli anni Sessanta dell’elettronica miniaturizzata permise di piazzare la centralina di controllo nel petto della marionetta, facendo sì che la sua testa riacquistasse proporzioni più realistiche.
In molti casi le marionette furono modellate sull'attore che dava loro la voce. Per esempio, in Thunderbirds, la marionetta che interpreta Lady Penelope ricorda da vicino Sylvia Anderson, mentre in Captain Scarlet il cap. Blue è molto simile a Ed Bishop.

Le marionette prodotte secondo la tecnologia Supermarionation furono usate nelle seguenti serie TV:
 Four Feather Falls (1960)
 Supercar (1961)
 Fireball XL5 (1962)
 Stingray (1963)
 Thunderbirds (1964)
 Captain Scarlet and the Mysterons (1967)
 Joe 90 (1968)
 The Secret Service (1969)

In merito alla serie “The Secret Service”, era un ibrido, realizzato con marionette e attori veri: questi ultimi venivano usati in campi lunghi per scene in cui si guidava, camminava e così via. La produzione fu però cancellata prima della trasmissione del suo episodio pilota. I 13 episodi della serie vennero trasmessi senza periodicità dalla rete britannica ATV a partire dal 1969. Ciononostante, si dice che Gerry Anderson consideri Secret Service la sua miglior produzione in Supermarionation.

L’ultima produzione con tale tecnologia fu del 1973, The Investigator. Ma Anderson non era soddisfatto del risultato e la serie abortì dopo l’episodio pilota.
Furono realizzati anche 2 film basati sul canovaccio di Thunderbirds:
• Thunderbirds Are GO (1966)
• Thunderbird 6 (1967).



Ora vediamo i vari personaggi.


Come già accennato, i personaggi principali della serie sono: Jeff Tracy, Scott Tracy, Virgil Tracy, John Tracy, Gordon Tracy, Alan Tracy , Nonna (Grandma Tracy), Mente, Lady Penelope, Parker, Tin-Tin, Kyrano, The Hood.



Jeff Tracy, figlio di un coltivatore di grano del Kansas, è stato colonnello della US Air Force prima di diventare un astronauta. Ha la particolarità di essere uno dei primi uomini scesi sulla luna. Data di nascita: 2 gennaio 1970, laureato in ingegneria edile diventa uno degli uomini più ricchi del mondo, dopo la tragica morte prematura di sua moglie a causa di complicazioni con la nascita il 12 marzo 2007 del suo figlio più giovane, Alan, si ritrova a dover provvedere ai suoi cinque figli che divenuti grandi lo aiuteranno nel suo progetto, quando a 56 anni, la sua umanità e gentilezza nei confronti delle persone lo portano alla creazione della “International Rescue”, che opera da Tracy Island, una base segreta situata da qualche parte nel Pacifico. Egli dedica quasi totalmente il suo tempo all’organizzazione.



Lady Penelope, nata il 24 dicembre 1999, figlia di Sir Hugh Creighton-Ward e di sua moglie Amelia ....

... abita ed opera da Creighton-Ward Mansion, qui vive dall’età di nove anni ossia da quando i suoi genitori che vivono in India la mandarono Inghilterra in modo da potersi riavere completamente da una grave malattia che l’aveva colpita. Qui fu affidata alle cure di Miss Petherton, la sua governante che si occupò anche della sua educazione e che le starà vicino più o meno fino alla maggiore età. Compie gli studi prima presso la Hightower School per poi passare gli ultimi sei anni di studio presso Rowden, famoso collegio per ragazze. Qui conobbe un sacco di persone che la introdussero nella vita sociale inglese. Dopo aver superato a pieni voti gli esami a Rowden, Penelope completò gli studi in Svizzera dove colse l’occasione per dedicarsi agli sci ed all’alpinismo ed a girare l’Europa riuscendo a perfezionare quattro lingue: francese, italiano, tedesco e spagnolo che le si rivelarono di grande aiuto nel suo ruolo di spia. Dopo aver svolto molti incarichi top-secret per varie organizzazioni federali, fu avvicinata da Jeff Tracy che le offrì di lavorare per l’ International Rescue, cosa che lei accettò. Lady Penelope è innamorata di Jeff Tracy.
Aloysius Parker è nato il 30 maggio 1974 (?) , abbandonò la sua vita criminale dopo essere stato colto in flagrante dalla donna che ora aiuta, appunto Lady Penelope. Si ritiene dunque che questo personaggio abbia circa 52 anni e viene ritenuto uno dei migliori esperti di congegni di sicurezza automatici oltre ad essere un ottimo meccanico. E’ incondizionatamente fedele a Lady Penelope e la serve come maggiordomo, autista, meccanico e guardia del corpo. Parker è vitale per la causa dell’International Rescue.



Scott Tracy , chiamato così in onore dell’ astronauta Scott Carpenter
mansioni: Pilota Thunderbird 1
Profilo personale: Scott è sempre il primo ad arrivare nella zona di un disastro, per decidere quale è sia il modo migliore per una azione di salvataggio.
E’ il più anziano dei figli di Jeff Tracy, ha 26 anni, è nato il 4 Aprile 1996. Educato a Yale e Oxford, Scott è stato decorato al valore durante il suo servizio con la US Air Force, prima di entrare International Rescue. Parla veloce ed è rapido nelle decisioni, oltre che di cervello non gli mancano muscoli, ha feroce determinazione e coraggio incrollabile. Pilota il Thunderbird 1, aereo da ricognizione internazionale di soccorso a razzo con una velocità di 15.000 miglia all'ora. Sempre il primo ad arrivare alla zona di pericolo, Scott valuta la situazione e rapidamente determina quale sarà la necessaria attrezzatura di soccorso speciale per il compito da svolgere. La sua totale mancanza di arroganza gli permette di aiutare i suoi fratelli anche nel più umile dei compiti. Oltre a ciò, Scott spesso fa il co-pilota sul Thunderbird 3 con il fratello Alan e ogni volta che suo padre Jeff è assente, prende il comando del quartier generale dell'isola.



John Tracy Nato 28 ottobre 2001
chiamato così in onore dell’ astronauta John Glenn .
E’ il secondo genito di Jeff Tracy. Sulla sua data di nascita non si sa molto , anche se una fonte scritta suggerisce che egli nacque il 28 ottobre 2041 .Anche se questo farebbe di lui il terzo figlio . Ad Harvard studia elettronica e comunicazione, la sua natura è piuttosto tranquilla e la sua passione per l’astronomia sembra la scelta naturale per la vita solitaria come l'occupante della stazione spaziale Thunderbird 5 , da dove fa monitoraggio delle chiamate di soccorso provenienti da tutto il mondo. John è conosciuto per essere estremamente paziente, gentile e cortese e come il padre, possiede grande intelligenza ed equilibrio .



Virgil Tracy nato il 15 agosto 1999, chiamato così in onore dell’ astronauta Virgil Grissom
mansioni: Pilota del Thunderbird 2
Diplomato alla scuola di Denver di tecnologia avanzata, artista di talento e pianista.
Profilo personale: maturo ed equilibrato, con un lato artistico.
Virgil a soli 24 anni possiede atteggiamento e maturità che va ben oltre i suoi anni, la sua destrezza meccanica fa lui il pilota ideale del Thunderbird 2, aeroplano supersonico pesante da trasporto. Come i suoi fratelli, Virgil non mette la tecnologia al di sopra dei bisogni umani, anche se questo significa mettere la propria vita in pericolo. Per ciò, Virgil è sempre disponibile e prende parte praticamente in ogni operazione in cui l’Internazional Rescue è coinvolto



Gordon Tracy, nato il 14 febbraio 2004, chiamato così in onore dell’ astronauta Gordon Cooper
Mansioni: pilota Thunderbird 4
Profilo personale: campione olimpico di nuoto ed esperto oceanografo Gordon Tracy ha 22 anni è appassionato di sport acquatici ed è anche un nuotatore di talento, viene citato come ex campione olimpico nello stile a “farfalla”. Prima di dedicarsi all’organizzazione fondata dal padre prestò servizio nel Submarine Service e nel World Aquanaut Security Patrol (come descritto nella serie TV Stingray). Gordon è un oceanografo esperto e al suo attivo ha una permanenza di un anno trascorsa sul fondale marino per ricerca scientifica e la progettazione di un apparecchio per la respirazione subacquea, fatto per l’International Rescue.



Alan Tracy , nato il 12 marzo 2007, chiamato così in onore dell’ astronauta Alan Shepherd
mansioni: Pilota del Thunderbird 3
Alan è il burlone della famiglia ma con un lato profondamente romantico. Egli è legato sentimentalmente a Tin-Tin
Alan Tracy ha 21 anni, ama le corse automobilistiche ed era campione di tale disciplina prima di diventare il pilota di Thunderbird 3. Nonostante la faccia da bambino, è totalmente dedicato all’International Rescue, affrontando le sue enormi responsabilità con una maturità che smentisce i suoi anni. Nonostante ciò, suo padre lo vede ancora come studente universitario e di conseguenza lo tratta come uno scolaretto ribelle. Laureato alla Colorado University, Alan è, come già detto, un grande sportivo e un burlone. Tuttavia, ha anche un lato tranquillo: gli piace esplorare le rocce e gli anfratti che si trovano nei punti più inaccessibili di Tracy Island. Oltre a pilotaggio Thunderbird 3, Alan, assiste anche suo fratello John, su Thunderbird 5.



Nonna Tracy è la madre di Jeff Tracy che vive Tracy Island con Jeff ei suoi figli che ha contribuito ad crescere, dopo la tragica morte della moglie di Jeff. Le piace prendersi cura di suo figlio e dei suoi nipoti e li rovina con la sua cucina. Poco si sa sul passato di nonna Tracy e il suo vero nome non è mai menzionato sullo schermo con tutti i personaggi, a volte anche suo figlio Jeff la chiama "nonna". Era sposata con un coltivatore di grano del Kansas, che muore qualche tempo prima della fondazione dell’Internazional Rescue. Inizialmente vive sola, nei pressi di San Miguel, Colorado, ma volendo sentirsi utile si trasferisce a Tracy Island. Christine Finn le dà la voce



Brains (Mente) Nato 14 novembre 2001.
Sapendo che International Rescue avrebbe avuto bisogno di una mente super-capace, Jeff scovò ancora adolescente Hiram K. Hackenbacker a Parigi, rimasto orfano in giovane età e adottato da un professore dell'Università di Cambridge, che riconosciuto il genio del ragazzo lo favorì nello sviluppo delle sue capacità. Appena venticinquenne è l'inventore di tutte le macchine utilizzate dall'organizzazione, non è mai soddisfatto di ciò che produce e lavora costantemente sulle modifiche alle sue creazioni.


Kyrano data di nascita sconosciuta.
Il figlio di un ricco proprietario di una piantagione malese, Kyrano, dopo che la sua legittima eredità gli fu soffiata da Hood, suo fratellastro, si disinteressa completamente dei soldi. Come ho detto, Kyrano è fratellastro di Hood ma ogni somiglianza finisce lì. Kyrano è onesto come Hood è disonesto. Spesso viene usato da Hood come una pedina inconsapevole in tentativi per carpire i segreti dell’International Rescue e dei Thunderbird. Stranamente e misteriosamente, Hood esercita un potere dominante su Kyrano. Nel centro del tempio malese che gli fa da tana, c’è un enorme armadio con pareti di vetro nel cui interno c’è un realistico manichino di Kyrano. Concentrando i suoi pensieri su questo Hood è in grado di mettere Kyrano in una trance ipnotica, anche a migliaia di chilometri di distanza.
Diventato un esperto botanico, Kyrano trascorre un certo numero di anni ai Giardini Botanici Reali di Kew, più noti come Kew Gardens, per la consulenza sulle orchidee asiatiche, prima di essere invitato al Kennedy Space Center per partecipare ad un progetto per la produzione di cibo sintetico ottenuto dalle piante. Fu qui che Kyrano incontrò Jeff Tracy e i due divennero buoni amici. Più tardi, Kyrano si trasferisce a Parigi e diviene capo chef presso l'Hotel Hilton di Parigi, incarico che abbandona dopo essere stato contattato da Jeff Tracy che lo vuole come collaboratore nella gestione delle faccende di Tracy Island, dove si trasferisce con la figlia Tin Tin.

Tin Tin, nata il 20 giugno 2006 di origine malese, è la figlia di Kyrano. Ha studiato in America e in Europa. Jeff Tracy si sobbarcò le spese della sua istruzione in segno di gratitudine per i servizi di Kyrano.
Dopo aver completato gli studi, Tin Tin è entrata nell’Internazional Rescue come membro attivo dell'organizzazione, lavora a stretto contatto con Brains, grazie alla sua laurea in matematica superiore e di ingegneria.
Lei controlla e ricontrolla tutte i Thunderbird e organizza gli interventi di manutenzione, con la sua abilità e le conoscenze rimborsa Jeff Tracy per quanto ha fatto per lei. Tin Tin è molto dolce e femminile, pur essendo una grande risorsa l’organizzazione.



Hood nato 17 LUGLIO 1989 (Secondo i suoi precedenti penali)
Hood è noto come il nemico pubblico No.1. che riesce a eludere le lunghe braccia della legge nonostante le colossali taglie messe sulla sua testa dalle polizie di tutto il mondo, che ne fanno l'uomo più ricercato della Terra. Hood ride sprezzante di tutti gli sforzi per catturarlo e non lascia che nulla lo ostacoli nel raggiungimento dei suoi fini che sfociano sempre in un unico scopo che è quello di acquisire ricchezza, non importa quale sia il costo per gli altri. All'interno del suo tempio sinistro, nel cuore della giungla malese progetta le sue trame fatali e le sue operazioni criminali, avendo a sua disposizione è la più grande gamma di dispositivi mai realizzati per promuovere tali operazioni.
In una stanza sotterranea Hood mantiene una fantastica collezione di migliaia di cappucci e maschere; è incredibile la capacità di Hood di cambiare il suo aspetto. Tutte le maschere sono state fatte da Hood stesso e dalle fotografie, può ricreare in gomma la fisionomia di qualsiasi volto in pochi minuti.
Uno dei più grandi interessi nella vita della Hood sono le attività di International Rescue ed in particolare gli interessano i Thunderbirds. Trama continuamente per realizzare la distruzione dell’International Rescue.


Rolls Royce Fab 1 Dinky (1).jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  126.56 KB
 Visto:  17920 Volte

Rolls Royce Fab 1 Dinky (1).jpg



Rolls Royce Fab 1 Dinky (2).jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  138.49 KB
 Visto:  17920 Volte

Rolls Royce Fab 1 Dinky (2).jpg



Rolls Royce Fab 1 Dinky (3).jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  31.89 KB
 Visto:  17920 Volte

Rolls Royce Fab 1 Dinky (3).jpg



_________________

Do I look like a man who can be intimidated?
Φ


Ultima modifica di lombricoferoce il 15 Dic 2014 07:28 pm, modificato 10 volte in totale
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage Skype
 
 MessaggioInviato: 02 Dic 2010 02:35 pm  
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  lombricoferoce

Site Mod
Site Mod





Età: 69
Registrato: 31/10/10 08:40
Messaggi: 8145
lombricoferoce is offline 

Località: Piovarolo di Sopra - Adriatisches Küstenland
Interessi: Modellismo in particolare obsoleti, storia, storia dell'auto, fuoristrada
Impiego: Tecnico software/hardware
Sito web: http://www.munga.it/


NULL



Neutral
Nel 1966 la prima Fab 1 fu costruita, sotto la supervisione di Sylvia Anderson, dall'azienda Toby Baxter Contracts in una fabbrica di Biggleswade nello Bedfordshire . La replica è dotata di un motore a benzina sei cilindri Bedford, con un cambio a due velocità Powerglide.
Per il telaio la scelta cadde su quello dell’autobus Bedford Duple Vega. Gli assi furono allargati in base alla larghezza della carrozzeria. Le ruote furono fornite dalla Land Rover e il paraurti in alluminio da una società specializzata in saldatura.
La targa Fab 1 è vera.

Ho letto che per un periodo, la società Rolls Royce era riuscita a ottenere la rimozione delle RR dalla calandra del radiatore, che vennero sostituite da una versione recante le iniziali "LP". Ho letto pure che volevano acquistarla, senza successo e fu una fortuna, perché il vero scopo della Rolls Royce era demolire la vettura, visto che aveva osato guastarsi portando sul radiatore lo Spirito dell'Estasi infangando a loro vedere il marchio. :smile:

Gerry Anderson avrebbe in seguito commissionato la costruzione di un seconda FAB 1 replica. Questo veicolo è una versione modificata della Rolls-Royce Silver Spirit , modificata per ospitare le sei ruote, a geometria Ackerman. Non ha il tetto a bolla e neppure il volante montato al centro.





Rolls Royce Fab 1 info.jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  108.3 KB
 Visto:  17918 Volte

Rolls Royce Fab 1 info.jpg



Rolls Royce Fab 1 Corgi.jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  44.01 KB
 Visto:  17918 Volte

Rolls Royce Fab 1 Corgi.jpg



Rolls Royce Fab 1 Matchbox.jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  27.22 KB
 Visto:  17918 Volte

Rolls Royce Fab 1 Matchbox.jpg



_________________

Do I look like a man who can be intimidated?
Φ


Ultima modifica di lombricoferoce il 29 Nov 2013 04:26 pm, modificato 7 volte in totale
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage Skype
 
 MessaggioInviato: 02 Dic 2010 03:01 pm  
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  lombricoferoce

Site Mod
Site Mod





Età: 69
Registrato: 31/10/10 08:40
Messaggi: 8145
lombricoferoce is offline 

Località: Piovarolo di Sopra - Adriatisches Küstenland
Interessi: Modellismo in particolare obsoleti, storia, storia dell'auto, fuoristrada
Impiego: Tecnico software/hardware
Sito web: http://www.munga.it/


NULL

Questa FAB 1 è lunga 10 centimetri è in plastica ed è stata fatta in Cina nel 2000 non è ancora obsoleta ma è sulla buona strada, sul cofano posteriore ha un bottone che pigiato fa sentire 3 frasi di Lady Penelope ... una per ogni pigiata.



Della Carlton la Rolls Royce FAB 1 "modello" del 2000 made in Cina.













https://www.youtube.com/watch?v=wLZCswWYLd4

Shocked

Bene qui sotto un'altra vettura di una serie televisiva inglese la mitica Mini Moke ....


AUSTIN MINI MOKE (1).jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  115.09 KB
 Visto:  17917 Volte

AUSTIN MINI MOKE (1).jpg



AUSTIN MINI MOKE (2).jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  119.12 KB
 Visto:  17917 Volte

AUSTIN MINI MOKE (2).jpg



AUSTIN MINI MOKE.jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  129.49 KB
 Visto:  17917 Volte

AUSTIN MINI MOKE.jpg



_________________

Do I look like a man who can be intimidated?
Φ


Ultima modifica di lombricoferoce il 04 Ago 2015 06:42 pm, modificato 1 volta in totale
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage Skype
 
 MessaggioInviato: 02 Dic 2010 03:12 pm  
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  lombricoferoce

Site Mod
Site Mod





Età: 69
Registrato: 31/10/10 08:40
Messaggi: 8145
lombricoferoce is offline 

Località: Piovarolo di Sopra - Adriatisches Küstenland
Interessi: Modellismo in particolare obsoleti, storia, storia dell'auto, fuoristrada
Impiego: Tecnico software/hardware
Sito web: http://www.munga.it/


NULL

Non poteva mancare Babbo Natale


Merry Christmas FORD T 1908 - DINKY TOYS GB ref. 485 M 1/48 - prodotta dal '64 al '68




In una scala per me inusuale .... un'altra T





Nonostante il mio convinto disinteresse e poca conoscenza per le scale grandine .....

La Ford T di Stan Laurel & Oliver Hardy, in scala 1/24 o 1/25 (Keep se ci si mette la trova) della Politoys ref. G3, nata agli inizi del '70, uscita se non erro in tre colori nero, rosso scuro* e verde metallizzato* (*più rari o più ricercati). Normalmente le T erano nere per una questione di costi, non per altro; se non rammento male aveva la pedaliera invertita.

MB ha valutazioni interessanti.

L'ho acchiappata per 34,88 € con spedizione dalla Germania, mi sembra un buon prezzo, così ad occhio dovrebbe essere completa, nonostante la sua fragilità congenita e dichiarata. Ma manca il "polmone" della tromba
1_2_3
Come tutti sanno fu un piccolo flop e fu tolta quasi subito dal mercato.


La Ford Modello T (1908 - 1928) ha avuto una lunga carriera anche sulle strade di Hollywood, cominciando con i cortometraggi di Buster Keaton, Harold Lloyd. Comunque anche se non aveva bisogno di popolarità diciamo che la raggiunse con Stanlio e Ollio negli anni 20, i due attori appaiono per la prima volta assieme nel 1921.
Per finire, il modello T è presente in più di 200 film, secondo l'Internet Movie Cars Database, un sito Web che cataloga le apparizioni dei veicoli nel film.





Stan Laurel, Oliver Hardy e Edgar Kennedy in Leave 'Em Laughing (1928)
Rolling Eyes
d


CHITTY CHITTY BANG BANG (3).jpg
 Descrizione:
CHITTY CHITTY BANG BANG del 1969 della CORGI TOYS ref. 266 M scala 1/45
 Dimensione:  129.38 KB
 Visto:  17914 Volte

CHITTY CHITTY BANG BANG (3).jpg



CHITTY CHITTY BANG BANG (2).jpg
 Descrizione:
Dal film Chitty Chitty Bang Bang: The Magical Car, 1968 - x il film furono create 6 auto, inclusa una macchina da corsa funzionante,progettata da Rowland Emmett e Ken Adam e costruite da Alan Mann Racing a Hertfordshire nel 1967.
 Dimensione:  107.77 KB
 Visto:  17914 Volte

CHITTY CHITTY BANG BANG (2).jpg



CHITTY CHITTY BANG BANG.jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  135.91 KB
 Visto:  17914 Volte

CHITTY CHITTY BANG BANG.jpg



_________________

Do I look like a man who can be intimidated?
Φ


Ultima modifica di lombricoferoce il 11 Giu 2013 10:56 pm, modificato 6 volte in totale
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage Skype
 
 MessaggioInviato: 02 Dic 2010 03:39 pm  
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  lombricoferoce

Site Mod
Site Mod





Età: 69
Registrato: 31/10/10 08:40
Messaggi: 8145
lombricoferoce is offline 

Località: Piovarolo di Sopra - Adriatisches Küstenland
Interessi: Modellismo in particolare obsoleti, storia, storia dell'auto, fuoristrada
Impiego: Tecnico software/hardware
Sito web: http://www.munga.it/


NULL

Mad

ASTON MARTIN DB5 007 CORGI TOYS ref. 261 1/48 modellino del 1965
















J.B .jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  130.51 KB
 Visto:  17908 Volte

J.B .jpg



J.B (1).jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  155.44 KB
 Visto:  17908 Volte

J.B (1).jpg



J.B (2).jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  165.38 KB
 Visto:  17908 Volte

J.B (2).jpg



_________________

Do I look like a man who can be intimidated?
Φ


Ultima modifica di lombricoferoce il 25 Apr 2014 07:20 pm, modificato 3 volte in totale
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage Skype
 
 MessaggioInviato: 02 Dic 2010 03:50 pm  
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  lombricoferoce

Site Mod
Site Mod





Età: 69
Registrato: 31/10/10 08:40
Messaggi: 8145
lombricoferoce is offline 

Località: Piovarolo di Sopra - Adriatisches Küstenland
Interessi: Modellismo in particolare obsoleti, storia, storia dell'auto, fuoristrada
Impiego: Tecnico software/hardware
Sito web: http://www.munga.it/


NULL

Twisted Evil





ASTON MARTIN DB5 1966 della HUSKY models ref. 1401 scala 1/60 - JAMES BOND


Comprata in Ebay a 9,90 € nel novembre 2011, più 5 euro di raccomandata.


J.B.jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  164.03 KB
 Visto:  17907 Volte

J.B.jpg



Batmobile Spot-On.jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  154.17 KB
 Visto:  17907 Volte

Batmobile Spot-On.jpg



Batmobile corgi 267-2.jpg
 Descrizione:
BATMOBILE 1973 CORGI TOYS ref. 267 (VG) 1/43
 Dimensione:  26.85 KB
 Visto:  17907 Volte

Batmobile corgi 267-2.jpg



_________________

Do I look like a man who can be intimidated?
Φ


Ultima modifica di lombricoferoce il 06 Dic 2011 11:50 am, modificato 1 volta in totale
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage Skype
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum » Foto collezioni

Pagina 10 di 38
Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a pagina Precedente  1, 2, 3 ... 9, 10, 11 ... 36, 37, 38  Successivo

Mostra prima i messaggi di:

  

Vai a:  
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum
Non puoi allegare files in questo forum
Puoi scaricare files da questo forum





 topic RSS feed 
Powered by MasterTopForum.com with phpBB © 2003 - 2009
Macinscott 2 by Scott Stubblefield