Automodellismo dinamico - Slot cars...

E_656 - 03 Set 2016 11:12 pm
Oggetto: Slot cars...
Una volta chi non aveva un'autopista?
Mi ricordo la mia Policar con la classica Alfa 33 rossa e la Ferrari P5 Grigia... E l'8 infinito di corse senza fine, sfidando mio papà.
L'ho data per dispersa, ma chissà che un giorno riaffiori da qualche scatolone.
Nel frattempo, per giocare con i miei figli mi son procurato una più recente Scalextric in 1/32...
Ma seguiranno altre novità.
diablo - 04 Set 2016 12:49 am
Oggetto:
un anno fa ho regalato due piste Carrera con una quindicina di modelli e alcuni cofanetti.
RedMax - 04 Set 2016 04:28 am
Oggetto:
io ho questa precisa identica.. polistil credo fine anni 70 se passo per casa dei miei vedo di ripescarla


RedMax - 04 Set 2016 04:34 am
Oggetto:
...
E_656 - 04 Set 2016 10:07 am
Oggetto:
@ Max: avrai fatto la felicità di chi le ha ricevute, molto belle le Carrera e i suoi modelli!

@RedMax: proprio quella! Uguale, tranne la mia scatola che era verde. Acquistai in aggiunta una Lamborghini alla quale cedette il motore quasi subito, misi subito la sua scocca al posto della "33"... Mr. Green
E_656 - 28 Set 2016 10:56 pm
Oggetto:
Una pista analogica è divertente, ma digitale ancor di più!
Al pari dei trenini possono girare più auto indipendentemente dalla corsia, che anzi -con appositi scambi- può esser scelta a piacimento dal pilota, per sorpassare o ostacolare l'avversario.
Il contagiri decreterà alla fine l'auto vincitrice.
E_656 - 28 Set 2016 10:58 pm
Oggetto:
La Porsche delle foto precedenti ovviamente parte per ultima -solo per far dispetto a Guido!- Mr. Green
fantasmak - 28 Set 2016 11:13 pm
Oggetto:
E_656 ha scritto:
La Porsche delle foto precedenti ovviamente parte per ultima -solo per far dispetto a Guido!- Mr. Green


Parte per ultima,ma dopo una sorprendente rimonta arriverà prima. Mr. Green Mr. Green

Guido.
diablo - 29 Set 2016 12:11 am
Oggetto:
Io scelgo la McLaren MP4-12C GT3 per doppiare la ... non mi viene il nome Mr. Green
fantasmak - 29 Set 2016 08:32 am
Oggetto:
Se tanto mi da tanto,la tua prescelta non arriva alla fine della gara. Mr. Green
E non scordiamoci che la Porsche è campione in carica in GTE Pro,difficile da battere.

Guido. Wink
E_656 - 29 Set 2016 09:06 am
Oggetto:
fantasmak ha scritto:

Parte per ultima,ma dopo una sorprendente rimonta arriverà prima. Mr. Green Mr. Green


Avevo previsto una risposta del genere! Mr. Green


Le tre auto in dotazione sono state poi scelte dalle scuderie di casa: mia figlia la Porsche, mio figlio la McLaren... A me è rimasta la Corvette -che però ha i fari!- Smile felice 3
fantasmak - 29 Set 2016 12:34 pm
Oggetto:
Ottima scelta quella di tua figlia.

Guido.
E_656 - 20 Nov 2016 11:40 pm
Oggetto:
Aggiorno con un altro esemplare Scalextric.
Si passa alla scala 1/64, quindi tutto si riduce della metà, tranne il divertimento, rispetto alla classica scala 1/32.
lombricoferoce - 21 Nov 2016 09:44 am
Oggetto:
Non ho mai avuto una pista del genere e non c'ho mai giocato. Neutral
E_656 - 21 Nov 2016 10:00 am
Oggetto:
E non sai che ti sei perso!
Ma puoi sempre rimediare: qualche bella sfida con Guido... Giusto per "sverniciargli" la Porsche sul rettilineo! Smile felice

Un altro esemplare Scalextric, da notare anche la presenza di un'Alfa Romeo...

Alla prossima puntata... Qualcosa di più obsoleto...
E_656 - 09 Dic 2016 11:59 am
Oggetto:
Se Scalectrix è l'ultima generazione di "micro slot cars" ha però dei nobili ascendenti, tra questi il sistema Faller...
Qui nella versione AMS Racing compatibile con auto Aurora AFX. (Ma anche con le Scalextric!)
La scala è la classica 1/64.
E_656 - 15 Dic 2016 10:13 pm
Oggetto:
Slot cars 1/66 della Carrera... Con la classica sfida Porsche-Ferrari!
E_656 - 08 Gen 2017 12:19 pm
Oggetto:
Stabo "Silver cup" scala 1/32.
Curiosità: Stabo è un'azienda che si occupa e produce apparecchi di trasmissione radio e comunicazione (CB, microfoni, antenne, etc...)
Questa Stabo non ha nulla a che spartire ed in effetti non mi è stato facile reperirne notizie in rete.
fantasmak - 08 Gen 2017 05:15 pm
Oggetto:
Mai sentita.

Come qualità è migliore o meno delle varie Policar,Scaletrix ecc.

Guido.
E_656 - 08 Gen 2017 06:28 pm
Oggetto:
La Stabo ha prodotto parecchi tipi di piste, penso come qualità sia paragonabile e coeva alle nostre Policar, molto diffuse in Germania e sicuramente più economiche delle Carrera, Fleischmann e Maerklin.

Ho scopiazzato da internet queste righe, per avere un'idea di massima sulle piste elettriche:

L'Epopea dello Slot

Da "Gazzetta dell'Antiquariato" - Novembre 2014 - Piero Barba.

Dall'inizio del secolo scorso i costruttori di giocattoli si cimentavano nella costruzione di automodelli di ogni materiale e scala, a carica, a volano o a batteria. Diversi costruttori (Lionel già nel 1912, Marklin nel 1934, le italiane Sila e Safar alla fine degli anni '40) produssero anche delle piste elettriche che simulavano una competizione di automobili, ma erano giocattoli costosi, complessi e poco flessibili che ebbero un successo limitato.
La svolta arriva nel 1957 quando in tutti i negozi di giocattoli viene commercializzato il primo set della Scalextric.
Inizia una rivoluzione nel mondo del giocattolo che durerà 10 anni.
E' nata la autopista elettrica, in Italia spesso conosciuta col nome della marca nazionale che la produceva. I ragazzi dicevano: "mi hanno comprato una Policar" .
Tutti i maschi italiani nati dal '50 al '70 ne hanno avuta una, ma poi spesso anche le loro sorelle partecipavano al gioco.
Ma torniamo alle origini. La Scalextric è un marchio Minimodel LTD. Il nuovo giocattolo nasce modificando un modello "Scalex" a carica dotandolo di motore elettrico, da cui il nuovo nome "Scalextric". Inoltre, la macchina è predisposta a correre su di un'apposita pista, guidata da un perno o timone che corre nello slot, "fessura" che percorre tutta la pista. La macchina prende corrente da due binari adiacenti allo slot, a destra e a sinistra. Le macchine che corrono sulla pista sono internazionalmente conosciute come "slot car".
In realtà, pare che la Minimodel non abbia inventato nulla, forse è stata preceduta dalla VIP di Guildford, quasi certamente questo gioco esisteva già in forma artigianale: sta di fatto però che la Scalextric ne ha intuito il potenziale e ha avuto la forza di farlo conoscere, ed è stato immediatamente successo in tutto il mondo.
I modelli del '57 sono in latta (tinplate), nel '61 Scalextric produce i primi modelli in plastica che funzionano meglio e danno ulteriore impulso allo sviluppo del gioco, durante gli anni '60 il sistema si amplia sempre più: accessori, box, chioschi, casette, personaggi. E' ormai possibile creare un vero circuito in miniatura.
Le altre fabbriche di giocattoli non stanno a guardare e producono autopiste elettriche molto simili (o in alcuni casi solo automodelli che potevano comunque essere utilizzati su piste di altre marche), in Italia la Policar e in seguito la National Toys, Unicar, Minidream, Mondial ecc., in Francia la Circuit24, GeGè, Monthlery, in Germania la Carrera (ex JNF), Stabo, Marklin, Fleischmann, in America Monogram, Revell, Cox, Russkit e molte altre, in Giappone Tamiya, Kogure, Midori sono solo alcuni dei protagonisti di questo successo planetario.
Fattore estremamente interessante è il forte grado di intercambiabilità dei modelli sulle piste, nel senso che sulla stessa pista potevano correre e competere tra loro macchine di marche diverse, consentendo ai ragazzi di portarsi la propria auto per andare a giocare con gli amici.
Gli adolescenti sono entusiasti: si tratta di un gioco fortemente interattivo, la guida è realistica, si possono organizzare gare e tornei. Col cronometro ci si può allenare e giocare contro se stessi, migliorando sempre di più. E' sicuramente il gioco del decennio.
Il gioco si sviluppa con molte varianti, prima fra tutte la scala: esistono modelli in scala 1:87, 1:43 (pochi), 1:32 (tipica scala casalinga europea) e la regina delle scale l'1:24! Per chi non è pratico di modellismo, la scala esprime il rapporto dimensionale tra oggetto reale e modello, per cui un modello in scala 1:24 è più grande, ad esempio di un modello 1:32.
Per sfruttare al massimo il successo, le varie case produttrici mettono in commercio molte variazioni sul tema, dando prova di grande fantasia, specialmente in Italia. Nascono così piste per sulky, go-kart, bob (con pista bianca!) piste Disney con Paperino e Topolino, Batman e il Pinguino, Superman etc...E la storia continua.
fantasmak - 08 Gen 2017 06:57 pm
Oggetto:
Grazie Giuseppe,molto interessante.

Guido.
lombricoferoce - 14 Gen 2017 04:54 pm
Oggetto:
Questo è un mondo che mi è completamente sconosciuto a parte alcuni marchi, solo per sentito dire, direi peggio dei trenini il che è tutto dire.

Grz Giuseppe Razz
E_656 - 16 Gen 2017 06:33 pm
Oggetto:
Grazie a voi che vi interessate a qualcosa di non molto consueto...

Stasera vi mostro il sistema Triang-Minic, che in scala piccola -definita H0, ma in realtà un po' più abbondante- univa i tracciati ferroviari alle slot car. Esistono infatti tra i pezzi componibili del tracciato alcuni "ibridi" con incroci tra strade asfaltate e ferrate. Il mio è uno "starter set" degli anni '60.
E_656 - 02 Feb 2017 11:17 am
Oggetto:
Oggi vi propongo qualcosa d'insolito -almeno per me-...
La definirei "slot cars passiva".
Il tracciato non presenta contatti elettrici e i veicoli non sono motorizzati, il sistema prevede un normale binario slot nel quale scorre una molla a spirale mossa da un motorino elettrico, a sua volta comandato dall'usuale pulsante a manopola.
I modellini di casa -in questo caso Matchbox- opportunamente modificati possono girare come slot cars sulla strada (Motorised Motorway).
La modifica consiste nell'applicazione sul fondino di un adesivo e di un pin che va ad inserirsi in una spira della molla.
Prodotto in Germania da Arnold ha avuto più successo negli USA e GB dove è stato commercializzato e distribuito col marchio Matchbox.
Questo mio esemplare proviene dal Minnesota...
E_656 - 02 Feb 2017 11:24 am
Oggetto:
Come potete vedere sotto la casetta motorizzata è visibile il marchio "Arnold Made in W.Germany" .

Una curiosità: all'interno della confezione ho trovato anche un manoscritto col listino prezzi dei pezzi di ricambio, inviata credo su richiesta dell'ex proprietario, dall'ufficio commerciale di zona...
Altri tempi... Altra attenzione al cliente... Altro che call center!


PS. a breve seguiranno le altre versioni della medesima "slot car passiva"... Cool
E_656 - 02 Feb 2017 11:34 am
Oggetto:
Continua l'excursus riguardante le "Matchbox Motorway"...
Venivano commercializzati anche sets di espansione come questo...
E_656 - 02 Feb 2017 11:39 am
Oggetto:
E anche varianti meno frequenti come questa...
Mi piacerebbe sapere chi ebbe l'idea brillante di usare la plastica arancione per la pista!

Da notare che il trasformatore in dotazione è provvisto di spina USA e va utillizzato a 110 V.
Per il qual motivo mi sono procurato un altro trasformatore 220/110 da usare in serie...
demepa52 - 09 Feb 2017 01:04 pm
Oggetto:
Ciao, ti ringrazio per aver avviato questa discussione e la seguo con molto interesse. Questa storia della Matchbox non la conoscevo.
Sono un modellista che fino a qualche anno fa si dilettava nella costruzione di kits 1/43 ma che poi, anche e soprattutto per un abbassamento della vista, si è convertito all'1/32, diventando un collezionista di slot cars che prova anche a restaurarle, specie quelle prodotte negli anni '60 e '70, da varie marche.
Paolo
E_656 - 09 Feb 2017 11:02 pm
Oggetto:
Ciao Paolo! Ti ringrazio per il tuo interesse all'argomento.
Ho ancora qualcos'altro da inserire nella discussione ed ogni intervento, puntualizzazione o critica non può che farmi piacere!
E_656 - 19 Feb 2017 02:42 pm
Oggetto:
Qualcosa d'italiano... Dalla Polistil in 1/43 (meno consueta della classica 1/32) una pista più compatta e meno impegnativa, alimentazione a pile... Che ho trovato originali inserite nei comandi! Per fortuna non avevano perso l'acido e le tengo come parte integrante della confezione, venduta all'epoca dalla Upim.
lombricoferoce - 20 Feb 2017 12:17 pm
Oggetto:
Queste me le ricordo ....
Marco_Beta - 02 Mar 2017 12:07 am
Oggetto:
Giuseppe ho visto questo tuo topic solo ora, complimenti anche per questi pezzi, come dici tu è una raccolta inusuale e forse proprio per questo desta in me maggior attenzione, la Triang e le Matchbox sono favolose.
Io ho qualcosa ma non tutto al momento raggiungibile..se non ricodo male ho anche una DromoCar identica alla tua e la versione Disney.
Domani..cioè oggi, se riesco le posto.
Ancora complimenti!
E_656 - 02 Mar 2017 05:10 pm
Oggetto:
Grazie Marco! Questa tematica è cominciata per caso, bighellonando pericolosamente in rete...
Per me esisteva solo la Polistil, nelle sue varianti, poi quando mi accorsi che ovviamente anche all'estero avevano le loro slot, mi son dedicato alla loro ricerca.

Questa è una Faller Junior 3901, "entry level" senza trasformatore.
Associabili alla scala 1/87, anche se le auto sono un po' più grandi.
E_656 - 26 Mag 2017 11:05 am
Oggetto:
E questa è una sua naturale prosecuzione: sempre della Faller (4002)
Marco_Beta - 26 Mag 2017 02:27 pm
Oggetto:

Tutto il fascino ani '60 in queste piste Faller, considerato che spesso a correre sulle strade di plastica sono riproduzioni di auto da corsa o comunque sportive, mi piace e incuriosisce parecchio la Opel Kapitain.
E_656 - 27 Ago 2017 08:38 pm
Oggetto:
Che non è una Kapitan, ma una Fiat 1800 un po' sgraziata... Wink

Proseguo con una slot molto particolare: con i camion Mercedes 608.
Prodotta dalla tedesca Stabo e alimentata a batteria.
Sono abbastanza voluminosi (circa 20 cm) con marcia in entrambe le direzioni: hanno infatti i contatti sia anteriormente che posteriormente. Albero motore funzionante e fondino realistico.
Commutando una leva, il motore elettrico permette il ribaltamento laterale del cassone sui due lati.
Anche le sponde sono ribaltabili... Insomma, molto carini!
E_656 - 27 Ago 2017 08:41 pm
Oggetto:
Poi sono riuscito a recuperarne in rete anche un altro paio...
Marco_Beta - 05 Set 2017 09:53 am
Oggetto:
Beh, la slot dei Mercedes 608 è proprio bella!
Ma quante ne hai Giuseppe??!! Anche di questa ne ignoravo l'esistenza, sembrano proprio dei bei modelloni, di quelli che fa piacere tenere in mano mentre li ammiri, li giri e li rigiri sotto gli occhi sbigottiti e compassionevoli della moglie...
Belli anche sotto,

E_656 - 09 Set 2017 12:50 pm
Oggetto:
Marco_Beta ha scritto:
... di quelli che fa piacere tenere in mano mentre li ammiri, li giri e li rigiri sotto gli occhi sbigottiti e compassionevoli della moglie...


E' senz'altro la parte più divertente! L'importante è avere questo atteggiamento:

Con le slot ho finito l'assortimento anche perchè occupano parecchio spazio, ma non è detta l'ultima parola!
fantasmak - 09 Set 2017 06:12 pm
Oggetto:
Bellissimo il 608. Mai vista la versione slot.

Guido.
diablo - 10 Set 2017 12:04 am
Oggetto:
Mi associo a Marco, il sotto è davvero ben fatto !! La prima volta che vedo un camion slot ... Embarassed


E_656 - 28 Ott 2017 03:07 pm
Oggetto:
Rimasi sorpreso anche io appena visti in rete, un modo diverso di concepire le "slot": non per gare -nulla vieta farle comunque!- ma per giocare.
Vi erano set di espansione con carica containers e altri accessori per "lavorarci".
Ora che ricordo: dopo ulteriori ricerche, la Stabo è la stessa azienda che tuttora produce apparati radio CB e apparecchiature di sicurezza (rilevatori di fumo e simili).

Dalle slot di una volta a quelle attuali: non hanno lo stesso fascino, ma non ho resistito -come sempre!- ad averne una.

Controller wifi e circuito in plasticard sottile. colorato in maniera tale da interagire con la fotocellula posta sotto l'auto (scala 1/32). In pratica si può gareggiare anche contro un avversario AI, altrimenti la pista -come un vero circuito- permette sorpassi o chiusure di traiettoria ovunque, senza i vincoli che il binario imponeva.
Senza la poesia di una volta, ma divertente! Mr. Green
E_656 - 22 Apr 2019 07:10 pm
Oggetto:
Non è propriamente una pista per slot cars, ma credo che questa sia comunque la sezione che più si avvicina a questo giocattolo risalente alla fine degli anni '60.
La pista "Trik Trak" non utilizza binari, ma i pezzi della pista sono le curve che posizionate ad arte consentono al modellino motorizzato di seguire un percorso liberamente ispirato dalla fantasia del giocatore. Per cui sotto sedie, tavoli o da una stanza all'altra... Il tutto abbellito da fustelle di cartone atte a simulare il paesaggio o la stazione di servizio.
Prodotto in Francia da Meccano, in collaborazione con la Triang, ma su licenza statunitense della Transogram (quella che inventò i trasferelli, le immagini che sfregando sul loro retro si potevano applicare ovunque).

https://translate.google.com/translate?hl=it&sl=en&u=http://thebiggamehunter.com/company-histories/transogram/&prev=search
E_656 - 28 Ago 2019 04:55 pm
Oggetto:
Anche in questo caso non sapevo dove collocare questo nuovo arrivo: è un giocattolo, è di latta ma non solo, è come un circuito slot car, ma non proprio... Alla fine ho deciso di inserirlo in questo topic poco frequentato.

Prodotto dalla tedesca Biller è il piccolo circuito "Electric Minisport 1410".
Due piccoli motori posti sotto le tribune fanno girare le due spirali poste sotto le piste, facendo così muovere velocemente le due automobiline in plastica. L'alimentazione è a pile e due potenziometri regolano i giri dei motorini.
Ne ho acquistato uno a prezzo stracciato su eBay sapendo che avrei rischiato il suo mancato funzionamento: così è stato purtroppo! Non perdendomi d'animo ho fatto qualche ricerca in rete e con mia fortuna ho trovato un sito dedicato:

http://www.billerbahn.de/Index.htm

Una vera miniera di informazioni. Inoltre grazie all'estrema gentilezza e competenza del suo webmaster ho potuto sostituire la parti difettose e restaurarne il funzionamento con i suoi preziosi suggerimenti.
Per cui desidero ringraziare Torsten Schirdewahn per il fondamentale aiuto!
fantasmak - 28 Ago 2019 05:01 pm
Oggetto:
Dove scovi tutte queste chicche?

Guido.
Keep-all - 06 Set 2019 11:43 am
Oggetto:
Bellissimo...tutto. Veramente.

Vorrei avere molti soldi e molto spazio per permettermi questi meravigliosi giocattoli (non solo quest'ultimo, ma anche i precedenti, ovviamente). Purtroppo sono quasi arrivato al capolinea....
Mi rimane solamente fare progetti fantasiosi ed accontentarmi di vedere le foto pubblicate da Giuseppe.

Complimenti. Complimenti veramente!!!!






E_656 - 06 Set 2019 09:09 pm
Oggetto:
Grazie Guido e Alberto!
Per fortuna non ci vuole molto denaro -che mai avrei- il bello è cercare l'asta giusta, alla fine si trova sempre l'occasione. Poi il restauro è sempre una sfida, ma al tempo stesso ti mette in contatto con altri appassionati che ti danno una mano.

Molto spesso mi imbatto per puro caso in questi giocattoli, su eBay o più frequentemente su altri siti stranieri, scatta la molla del "lo vorrei pure io!" ed il guaio è fatto.

Il problema è lo spazio, io sono alle strette -letteralmente-, ma qualcosa inventerò!
Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Powered by phpBB2 Plus based on phpBB