Giocattoli in latta, in plastica, in legno (che riguardano veicoli) - Auto, giocattoli di latta... E Schuco

E_656 - 13 Gen 2014 04:31 pm
Oggetto: Auto, giocattoli di latta... E Schuco
Possibile non abbia trovato una sezione apposita e me ne dolgo: casomai indirizzatemi.

Pongo un quesito: dalla tenera età possiedo questo modello in latta a frizione, ancora in buono stato, manca solo un copricerchio.
Dovrebbe essere una Honda N360, ma sul fondino non c'è nessuna indicazione del produttore, viceversa ho scovato un logo all'interno dell'abitacolo e la dicitura "Made in Japan"...
Mi aiutate a capire di che si tratta? Rolling Eyes


lombricoferoce - 13 Gen 2014 05:31 pm
Oggetto:
Toh, l'elettrotreno :smile: ciao!

Credo che tu sia giusto qui, magari potevi metterti dalle parti dei miei latticini Wink

Ecco qualcosa mi ricordavo ma ho cercato un po' ....
Kokyu Shokai / Kokyu Trading Co., Ltd. Tokyo, Japan. Trademark / Logo = The letter "K" within a five petal flower design. Kokyu Trademark Toys - Mechanical Jockey Rider


Servus Smile felice 2
E_656 - 13 Gen 2014 05:33 pm
Oggetto:
Grazie Franco-pedia!
lombricoferoce - 13 Gen 2014 05:58 pm
Oggetto:
Prego. Very Happy
E_656 - 13 Gen 2014 06:07 pm
Oggetto:
lombricoferoce ha scritto:
... magari potevi metterti dalle parti dei miei latticini Wink



Non credo ti stupirai se ti scrivo che solo ora ho capito il titolo del tuo topic sui "latticini"!
diablo - 13 Gen 2014 07:04 pm
Oggetto:
Bello il nome "Francopedia" Mr. Green

Giuseppe, non sei il solo e sapessi che ho pensato quando ho letto del topic i mie latticini Mr. Green
E_656 - 08 Mar 2015 04:23 pm
Oggetto:
Ripesco questo mio vecchio topic per inserire tutto ciò che non è die-cast, magari per dover di cronaca riprenderò ciò che ho inserito nella mia collezione riproponendolo qui solo con immagini...

Dopo la precedente Kokyu d'infanzia ecco un mezzo di trasporto senza ruote.
Rigi 900: molto semplice, ma divertente... Si attacca la puleggia superiore a qualsiasi gancio, maniglia di porta od armadio e girando la manovella della base la cabina sale o scende a piacimento...
La fune è costituita da una semplice lenza da pesca.
Ne esistono versioni più recenti e motorizzate adatte anche alla costruzione di plastici molto scenografici.
Il monte Rigi sul Lago di Lucerna credo abbia dato il nome al giocattolo della Lehmann.


E_656 - 08 Mar 2015 05:19 pm
Oggetto:
Proseguo con un altro mezzo senza ruote...
Schuco Teleco 3003.
Simpatico motoscafo con carica a molla e filoguida.
Da notare anche la chiave munita di boa per evitarne l'affondamento e conseguente perdita con lacrime copiose dell'infante di turno... Cool
Serve anche -in compagnia di altre- per creare un eventuale percorso di regata.



Ho aggiunto inoltre le Schuco Oldtimer già pubblicate nell'altro mio topic.
fantasmak - 08 Mar 2015 06:52 pm
Oggetto:
Il motoscafo l'avevo anch'io:ricordo che la carica veniva effettuata dal tetto e l'elica veniva bloccata inclinando il timone. Very Happy

Guido.
diablo - 08 Mar 2015 07:12 pm
Oggetto:

E_656 - 27 Mar 2015 12:54 pm
Oggetto:
Grazie ragazzi!
Ora un po' di bricolage: una insegna formato A4 in latta, a sbalzo.
Un foro al centro, un meccanismo acquistato a ben 4€ ed ecco un orologio fai-da te...


lombricoferoce - 27 Mar 2015 06:27 pm
Oggetto:
Forte ! Smile felice 2
E_656 - 04 Apr 2015 05:06 pm
Oggetto:
Aiuto! Very Happy
Ho bisogno di un vostro parere.
Acquistato un semi rottame da restaurare e necessitante di una totale riverniciatura, ho cominciato gli interventi per tale operazione...
La premessa: il modello (Schuco FEX 1111, anni '50 made U.S. zone Germany) in ogni caso non sarà più originale, in quanto "repaint", ma almeno riproducente un modello esistito.
Vedendola "nuda" mi è balenata l'idea di spazzolare il metallo per bene e una volta rifinita, al massimo passare del trasparente lucido -ma anche no...-
Creando un falso, non essendo mai esistita in questa non-livrea, ma lasciandola totalmente originale.
Che fareste al posto mio?


E_656 - 06 Apr 2015 10:46 pm
Oggetto:
Nell'attesa di una risposta per riprendere i lavori sulla Schuco FEX, mi sono cimentato in un'altra riparazione sulla piccola Jeep della Triang.
Acquistata come non funzionante: la molla "scappava" senza far muovere il modellino, trovate le linguette giuste ho prima aperto la scocca... Poi ho individuato il problema: il cilindretto di carica -cerchiato di rosso- era talmente usurato che i denti non facevano più presa su quelli della molla.
Individuati i punti dove far leva per aprire il meccanismo -frecce rosse- l'ho aperto quanto bastava per far uscire solo l'ingranaggio responsabile.
Per fortuna era simmetrico, per cui è bastato estrarre la corona ed adattarla all'altra estremità, facendo in modo che la parte sana collimasse sull'ingranaggio corrispondente...
Rimesso in sede, richiuse le linguette e rimontata la scocca, dopo una buona lubrificazione la Jeep è tornata in ordine di marcia...


lombricoferoce - 09 Apr 2015 10:16 pm
Oggetto:
E_656 ha scritto:
Aiuto! Very Happy
Ho bisogno di un vostro parere.
Acquistato un semi rottame da restaurare e necessitante di una totale riverniciatura, ho cominciato gli interventi per tale operazione...
La premessa: il modello (Schuco FEX 1111, anni '50 made U.S. zone Germany) in ogni caso non sarà più originale, in quanto "repaint", ma almeno riproducente un modello esistito.
Vedendola "nuda" mi è balenata l'idea di spazzolare il metallo per bene e una volta rifinita, al massimo passare del trasparente lucido -ma anche no...-
Creando un falso, non essendo mai esistita in questa non-livrea, ma lasciandola totalmente originale.
Che fareste al posto mio?



Scusa il ritardo non ricevo più gli avvisi ed ultimamente non mi gira tanto bene ... ben, bon credo che ti sia dato la risposta da solo, personalmente userei un colore identico all'originale.

Invidio la tua pazienza Mr. Green io non la farei troppo lucida .... bel colpo la jeeppina e come ho detto bel lavoro, bravo Giuseppe, veramente bravo.

Ciao e riscusami 1_4_2

p.s.: mi hai contagiato con gli Oldtimer, dovresti sentirti in colpa ...
E_656 - 10 Apr 2015 12:54 am
Oggetto:
Grazie Franco del consiglio, ne terrò conto molto seriamente.
Ai colori originali aggiungo il nero, che non utilizzerò solo perchè ne ho già una!
Propendo per il bianco...
Grazie per i complimenti, ti assicuro che non è affatto difficile metter mano ai meccanismi e si fanno ottimi affari acquistando modelli non funzionanti che poi con una semplice revisione danno la grande soddisfazione di avere un pezzo originale.

PS: sono contento di averti contagiato con gli Oldtimer, più in là magari riuscirò a deviarti verso altri Schuco... Questo marchio -come tu sai molto meglio di me- è una vera miniera di chicche! Wink
E_656 - 11 Apr 2015 06:52 pm
Oggetto:
Mentre il restauro della FEX procede, vi propongo delle latte ceche...
Prodotti dalla Kovap -che si occupa anche delle repliche CKO- questi simpatici trattori riproducono in scala 1:25 più o meno fedelmente dei mezzi agricoli.
Ci sono moltissimi accessori da aggiungere al traino: aratri, erpici e quant'altro per bucoliche rappresentazioni...
Sono recenti, ma mi interessano per il loro meccanismo a molla molto simile a quello delle Schuco Examico 4001.
Infatti la leva del cambio comanda tre marce avanti e la retro, presente inoltre il freno a mano. Ruote sterzanti e gancio di traino.
Corredati di libretti con caratteristiche tecniche, foto del trattore reale ed in alcuni casi anche di brevi cenni storici.

Nell'ordine:
Hanomag R40 -sembrerebbe un promozionale su licenza-
Lanz 40
Fendt Dieselross
Zetor


andreaceccarelli72 - 11 Apr 2015 07:10 pm
Oggetto:
Ciao a tutti, come forse sapete non è la mia tematica ma vi porgo questa domanda.
Un mio carissimo amico ha trovato questo modello in latta, a carica, che giace a casa di suo padre da moolti anni.
Non so la marca, ne la scala ma visto la Vostra esperienza, nel settore, vorrei sapere quanto più possibile in merito, ad esempio la marca, se è un pezzo ricercato, quale può essere il valore di mercato etc. etc.

Grazie in anticipo.
E_656 - 11 Apr 2015 07:17 pm
Oggetto:
Stupendo!
A occhio pare avere i "tratti somatici" di un Marklin... Scala presumibile 1/18.
Pare anche un'elaborazione, parte del telaio è in verde acqua
Cercherò meglio...

Per capirci: la base pare questa:



Di certo non vale pochi euro!

EDIT: Trovato!

http://www.historytoy.com/Maerklin-1101-Panzerwagen#.VSlZkGccTGg

Modello anni '30. Spara pure dalla torretta.
Il tuo amico ha trovato un "tesoretto"... Ora va di moda! Very Happy
fantasmak - 11 Apr 2015 07:41 pm
Oggetto:
Bellissimi i trattori e l'autoblinda.

Guido.
lombricoferoce - 11 Apr 2015 09:16 pm
Oggetto:
Eh sì Giuseppe dice proprio bene .... parlo del blindato.


Belli i trattori,molto belli ... io cerco da molto un Gama che avevo da piccolo, con il rimorchio se non ricordo male ribaltabile ... o forse no che dal tubo di scarico sul cofano faceva scintille Embarassed Embarassed Embarassed
andreaceccarelli72 - 12 Apr 2015 12:01 am
Oggetto:
Ma quindi quanto può valore non me lo sapete dire? O non volete sbilanciarvi? Magari datemi un'idea.. decine? centinaia?...o migliaia di euro?
E_656 - 12 Apr 2015 12:22 am
Oggetto:
Su ebay è stato quotato così:

http://www.befr.ebay.be/itm/Voiture-Automitrailleuse-Marklin-1108-G-Panzerwagen-Armoured-car-Panzerauto-/121484947344

http://www.ebay.de/itm/Maerklin-1101-Panzerwagen-30er-Original-25415-/380741385433

Quindi più di 1000€ sicuri...



Wink
andreaceccarelli72 - 12 Apr 2015 12:43 am
Oggetto:
Shocked

Grazie Giuseppe! Credo farà piacere al mio amico!
E_656 - 12 Apr 2015 11:41 am
Oggetto:
@Andrea: di nulla, se quel poco che so può esser utile, son io che ti ringrazio!

Mi piacciono i treni, mi piacciono i giocattoli di latta... Meglio se con carica a molla: che c'è di meglio dei treni di latta a molla? Smile felice 2

I più accessibili sono gli inglesi Hornby, con un vastissimo assortimento di accessori, sia come rotabili che come binari. L'aspetto dei plastici ovviamente non richiama la realtà di quelli in H0, ma assumono un aspetto molto giocattolesco che però è parte del loro fascino.
La scala è la 0 (se non erro la 1/43). Le locomotive hanno un robustissimo meccanismo a molla e sono decisamente pesanti, fatto necessario come al vero per poter trainare più carri.
Dietro hanno due leve: freno e senso di marcia.
Altri produttori: Chad Valley, Maerklin, Bing...

Per semplificare nel video ho creato una tripla trazione con le locomotive all'opera tutte insieme.






andreaceccarelli72 - 12 Apr 2015 12:00 pm
Oggetto:
Si, anche loro hanno un fascino.



Questa mattina ho incontrato il mio amico e gli ho riferito quanto emerso qui. Ovviamente è rimasto stupito da quello che potrebbe essere il valore ma io, subito, ho smontato le sue aspettative chiedendogli di assicurarsi il funzionamento del modello: a suo dire "dovrebbe funzionare" ma appena può verificherà. Anche lui ha notato l'assenza della targa anteriore e probabilmente ci sarà qualche altra pecca, ma vi chiedo:
-" Come mai su Internet, sui due link postati da Giuseppe (E_656) i due modelli differiscono per la differente livrea: ci sono delle repliche in giro o quelli visti sono due modelli originali?
E_656 - 12 Apr 2015 01:13 pm
Oggetto:
Di certo il buon funzionamento è molto importante, di contro i meccanismi sono relativamente semplici e con un po' di pazienza -se non mancano pezzi- si possono aggiustare.
Riguardo le livree: conosco quelle due postate nei links.
Esisteva anche un kit di trasformazione che applicato al telaio ne permetteva l'assemblaggio.

http://www.historytoy.com/Maerklin-Marklin-1108-G-kit-Car-Armored-car#.VSpTCWccTGh

Ad esempio, in vendita ora, senza meccanismo:
http://www.ebay.it/itm/391102586154?ssPageName=STRK:MEWAX:IT&_trksid=p3984.m1438.l2649
fantasmak - 12 Apr 2015 03:37 pm
Oggetto:
Giuseppe......ma collezioni proprio di tutto:anche i treni di latta.Complimenti sono bellissssssimi.Sono d'accordo con te:latta e treni,un connubio eccellente.

Guido.
E_656 - 12 Apr 2015 06:14 pm
Oggetto:
Very Happy Ve l'ho detto che a frequentarvi si perde la retta via... Dell'edicola e delle sue raccolte... E si entra nei meandri del collezionismo più selvaggio!

Li ho scoperti per caso e non ho opposto resistenza, lasciandomi conquistare da molle e leveraggi... Son molto belli, in effetti, hanno l'aria di esser parecchio robusti.

Il restauro della Schuco è finito, l'ho riportata al colore originario, revisionandone anche la meccanica, per come era conciata, sono soddisfatto.
Ecco il brevissimo video che ho realizzato:


lombricoferoce - 12 Apr 2015 07:18 pm
Oggetto:
Giuseppe sei una forza! Che belli i video !!! Bravo, grazie ecc .... ecc ...

Il restauro è super. Mr. Green Provo un forte senso di invidia per la tua bravura, ridai vita e dignità a vecchi giocattoli che avrebbero già dato tutto ed ora continuano a dare e non solo a te ma anche a me o ... a noi (?) ... Mr. Green
fantasmak - 12 Apr 2015 07:46 pm
Oggetto:
Bravo Giuseppe.Ottimo lavoro.

Guido.
E_656 - 12 Apr 2015 10:09 pm
Oggetto:
Franco, Guido: grazie di cuore per gli apprezzamenti.
In realtà non ho grandi capacità, ma se ci si diverte in ciò che si fa, la motivazione e la gratificazione nel voler vedere il lavoretto finito è lo stimolo più adeguato per far decentemente.

Come dice Franco, il restituire una dignità ad un giocattolo, ma in ogni caso a qualsiasi oggetto, che era dimenticato, inutile, magari d'impaccio, dona una bella sensazione e siccome noi umani -per natura- tendiamo a dare un'anima anche alle cose, esse paiono ringraziarci per aver dato loro cura ed attenzione.

Ecco un altro piccolo esempio: Wells-Brimtoy Trolley Bus...
Meccanismo a molla particolare: simula la fermata a richiesta con un tocco di campanello, si ferma qualche secondo e poi riparte... Veramente divertente!
Anche quì smontato, tolte le ammaccature, pulito, revisionato e rimesso in ordine di marcia...




lombricoferoce - 12 Apr 2015 10:48 pm
Oggetto:
Che figo!!!

p.s. sì, Giuseppe la vediamo allo stesso modo.

Ti sembrerà cretino oggi ho portato in museo ferroviario una delle due locomotive Rivarossi che avevo, praticamente da due ne è uscita una integra e bella, il lavoro è stato fatto da un gentilissimo socio del museo.
Questa di cui faccio cenno, ha un pezzettino rotto e il motorino fuori uso e un po' di metal fatigue, per altro bloccato .. dopo tanti anni.
Mi era stato consigliato di tenerla come pezzo di ricambio ma ho preferito che stesse esposta in una vetrina assieme ad altri Rivarossi ... è una sorta di pensionamento dopo tanti anni di onorato servizio .. finito con la donazione di organi. Ben, bon è meglio che finisca qua ... se no mi vengono a prendere con la camicia di forza. Neutral
E_656 - 12 Apr 2015 11:13 pm
Oggetto:
Proprio vero... Matti da legare! Laughing
Pensa che quando li guardo in vetrina immagino che tra di loro (i modellini) confabulino, vedano con un po' d'invidia il nuovo arrivato o salutino calorosamente il ritorno di qualche altro dalla mia "clinica", che si raccontino tutte le loro avventure da "giovani", in mano a bambini/ragazzi un po' scriteriati che li trattavano come dovevano esser trattati: da giocattoli!
Ed ora tutti insieme in quella sorta di "relais" a godere del meritato riposo, del rispetto e dell'ammirazione che un appassionato può dar loro...
La tua locomotiva ne è un esempio...

Scritto ciò, mi propongo per un TSO volontario! Mr. Green
lombricoferoce - 12 Apr 2015 11:50 pm
Oggetto:
Chiedi a Guido quando gli raccontavo che i Matchbox non volevano stare con i Dublo, erano concorrenti ... e non mi lasciano dormire la notte ....o che 2 Opel Matchbox sbaruffavano per la scatolina e allora le mettevo dentro a turno ... all'inizio mi prendeva per scemo ...
diablo - 13 Apr 2015 12:58 am
Oggetto:

E_656 - 13 Apr 2015 09:12 am
Oggetto:
Grazie Diablo! Wink

PS: l'applauso è per i modelli o per le farneticazioni mie e di Franco? Laughing
E_656 - 19 Apr 2015 06:49 pm
Oggetto:
Non è di latta, ma non è un diecast... Per cui non rimane che la plastica!
Il modello è una Austin A40 della Victory Industries: produttore inglese che utilizzò la plastica sui modelli in scala 1/20, con i vantaggi di una migliore fedeltà ai particolari -rispetto alla latta-, maggior leggerezza e minor sfruttamento dei piccoli motori elettrici.
Produsse dal '49 la Morris Minor e negli anni seguenti altri modelli inglesi, tra cui la Austin A40 che vi presento oggi.
Dopo il '57 si dedicò a sistemi slot cars -sulla falsa riga dei Triang Minic Motorways-...
Acquistata oggi ad una borsa scambio -come non funzionante-...
Dopo le mie solite cure è tornata a correre! Mr. Green



fantasmak - 19 Apr 2015 08:39 pm
Oggetto:
Bellissima Giuseppe.

Sei anche un ottimo meccanico.Le fai correre tutte.

Guido.
lombricoferoce - 19 Apr 2015 11:08 pm
Oggetto:
Fantastica Giuseppe, fantastica ... bellissima
E_656 - 25 Apr 2015 01:14 pm
Oggetto:
Guido e Franco: grazie! Embarassed
Il modello giaceva in disparte sul banco del venditore, un po' il colore anonimo, un po' il fatto che fosse in plastica lo relegavano ad un ruolo di secondo piano...
Confidando nel fatto che quasi tutto è riparabile me lo sono portato via... A dire il vero senza neanche sapere chi fosse il produttore.
Solo dopo, smontandolo, ho visto il motore "Mighty Midget" Victory Industries...
L'ho testato dopo una veloce pulizia: il frullìo è stato consolante!
Per cui ho smontato la finestratura in acetato e l'ho facilmente rimodellata col phon, così le piccole deformazioni della scocca.
Da un sito inglese mi arriveranno i ricambi mancanti: volante, paraurti posteriore e la "mascotte" sul cofano e sarà completa.

Tornando alla latta, ecco l'altra mia Mercer "Oldtimer" della Schuco, che si affianca a quella bordeaux


fantasmak - 25 Apr 2015 02:03 pm
Oggetto:
Bellissima anche questa:sembra perfetta.

Guido.
E_656 - 28 Apr 2015 10:42 pm
Oggetto:
Grazie Guido! Sì, è in ottime condizioni: il precedente proprietario l'ha tenuta solo in esposizione.
Ora -sempre dai territori teutoni- una VW Polizei della CKO.
Movimento a frizione.

Georg Kellermann fondò l'azienda nel 1910 a Norimberga. Produsse in principio piccoli treni, mezzi dei vigili del fuoco e figurini. Si dedicò particolarmente ai cosiddetti "Penny toys". Nel 1920 è stato introdotto il logo CKO, con cui poi tutti gli articoli Kellermann sono stati segnati. Dal 1954 la serie di successo è stato la "Rollo serie" di automezzi a frizione. Nel 1979, Kellermann, vicino Kienberger fu l'ultimo produttore di automobili di latta.


E_656 - 30 Apr 2015 06:48 pm
Oggetto:
Un oggetto misterioso:



Ora molto meno misterioso:



Che svela il suo contenuto:



CKO 406 Fiat 6oo
CKO 438 Ford Capri
Ed il garage CKO 397




fantasmak - 30 Apr 2015 07:34 pm
Oggetto:
Molto simpatico.

Guido.
E_656 - 14 Mag 2015 10:03 pm
Oggetto:
Grazie Guido. Ho ancora un CKO da postare... In seguito.
Ora un tuffo in ambiente militare: un camion con faro antiaereo/comunicazioni della Gama, a frizione con un meccanismo a vite senza fine non molto scorrevole e relativo faro con lampadina... E' stata dura, ma alla fine ne ho avuto ragione per farla accendere. Idea
Sul vano copribatteria è stampato l'alfabeto Morse. Presumibile scala 1/24.
Poi le Jeep della Arnold che Franco ha ampiamente descritto nella sua sezione.
Una 2500 del '53 e una 2100 del '51... Molto belle e complete -o quasi- di figurini... La "giubba rossa" come ebbi modo di chiamarla io, non c'entra, ma si sta facendo dare un passaggio al Comando... Mr. Green


fantasmak - 15 Mag 2015 09:36 am
Oggetto:
Belli,ma belli.Bellissimo il camion con la fotoelettrica.Moooolto affascinante la latta.
Erano i giocattoli degli anni che furono:per i bambini di oggi,i giocattli sono fatti in plasticazza.

Guido.
diablo - 15 Mag 2015 10:16 am
Oggetto:
Davvero interessanti questi modelli. Grazie Giuseppe. Very Happy

Guido, devo chiedere a mio figlio di 12 anni cosa ne pensa di questi giocattoli d'epoca ...
fantasmak - 15 Mag 2015 04:39 pm
Oggetto:
Facci sapere,Max. Very Happy

Guido.
E_656 - 20 Mag 2015 10:43 pm
Oggetto:
Grazie Guido e Max! Wink
Credo che i ragazzi non siano proprio tutti asserviti a plastica e microprocessori... Per fortuna!
D'altronde il mercato non offre altro. Twisted Evil

Un altro pezzo si aggiunge alla mia collezione Schuco: Samara II.
Doppio motore con comando filoguidato: si direziona aumentando o diminuendo i giri del motore di un lato.
Non molto facile da trovare, il mio in pratica è un fondo di magazzino con i particolari aggiuntivi (mancorrenti, antenna) ancora da applicare.


diablo - 20 Mag 2015 11:40 pm
Oggetto:
Mai visto! Very Happy


fantasmak - 21 Mag 2015 12:29 pm
Oggetto:
Molto bello.

Guido.
E_656 - 21 Mag 2015 11:08 pm
Oggetto:
Grazie Max e Guido per l'incoraggiamento! Cool
In effetti la Schuco ha spaziato parecchio nella sua produzione, fino -secondo me- a "perdersi" negli ultimi anni con prodotti forse più vicini ai gusti in voga, ma meno aderenti allo spirito dell'azienda...

Sempre teutonicamente di latta:
Maerklin 1102 Mercedes Benz W196 (Pilota Karl Kling)

http://it.wikipedia.org/wiki/Mercedes-Benz_W196


E_656 - 28 Mag 2015 10:24 am
Oggetto:
Giuro che c'è la latta oltre la plastica! Mr. Green
Mi è capitato per caso questo "giroplano"... Si chiamano così credo quei giocattoli ove un velivolo gira in tondo, generalmente su una torre di controllo che fa da fulcro a due bracci alle cui estremità c'è l'aereo -appunto!- e un contrappeso.
I più datati hanno un meccanismo a molla, il mio -figlio dell'innovazione tecnologica!- ha un volgarissimo motore elettrico... Ma fa la sua figura.
Oltre all'effetto scenico, il gioco ha lo scopo di abbattere i segnalini -in latta... Visto che c'era!?- col muso dell'aereo. La ruota contagiri sulla torre determina il tempo impiegato nell'operazione e quindi il vincitore dell'eventuale sfida nei cieli... Ovviamente si possono attuare numerose varianti di gioco, giostrando tra numero di giri e segnalini abbattuti...
Occupa abbastanza spazio -circa 1,50 m- e ho rischiato la collisione sull'armadio. Mr. Green
Torre di controllo con fondo in latta e motore elettrico alimentato con due pile da 1,5v, presenta anche due luci lampeggianti alla base.

Orbijet Electrique (1124 France Jouets)


lombricoferoce - 28 Mag 2015 12:53 pm
Oggetto:
Ciao Giuseppe mi sono informato.
Brutta malattia la latticinite, che si presenta quasi sempre in forma acuta. Non la si cura con niente ed ha sempre bisogno di linfa nuova, una vera delizia per la mente e per gli occhi ed un vero flagello per il portafogli.
Ma il fascino che esercitano i latticini è indiscusso, specialmente se prendiamo in considerazione i “giocattoli” attuali.
Che poi occupino parecchio spazio … sì è vero ma danno moltissimo in cambio e se vogliamo sono pure un investimento sicuro.

Bei pezzi veramente, non saprei chi leccare di più con gli occhi. I CKO? La Mercedes della Märklin? Gli Schuco? Le jeppette della Arnold Very Happy ? Il Gama è Bellissimo, meriterebbe un attacco aereo solo per vederlo in azione.
A proposito della Arnold, fai attenzione che la giubba rossa, con l’eterna cicca in bocca, è l’autista della MB civile e vale un capitale, se originale e credo che la tua lo sia; non è facile da trovare mentre gli altri “pupotti” sì, anche se piuttosto cari. Fortissimo il “giroplano” che abbia ispirato qualcuno un settembre di tempo fa? Chissà.

Stai mettendo su una collezione con i contro …. Servus Very Happy
fantasmak - 28 Mag 2015 01:57 pm
Oggetto:
Tutto molto bello.
Ricordo che da piccolo avevo un elicottero,in latta naturamente e la marca non la so,la cui elica riceveva il movimento, da un cavetto situato all' interno di un flessibile collegato ad un quadro di comando,girando una manovella:si aveva così l'impressione di veder volare l'elicottero con la sua bella elica in movimento. Very Happy Very Happy

Guido.
diablo - 28 Mag 2015 03:09 pm
Oggetto:
Mai visto questo Orbijet Electrique Very Happy


E_656 - 28 Mag 2015 06:29 pm
Oggetto:
@Franco: non esistono vaccini? Mr. Green
Comunque la varietà di giocattoli di una volta è veramente sconfinata, mi piace girare in rete e vedere quante "chicche" si possono scovare!
La "giubba rossa" l'ho vista in vendita... In effetti spunta valori abnormi...

@Guido... La tua descrizione mi fa venire in mente questo elicottero della Arnold: può essere?



@Max... Non l'avevo mai visto nemmeno io, ma lui ha visto me! Very Happy

Aggiungo un'altra lattina: Buick Saloon car Pocketoy (Wells-Brimtoy credo) a molla.
Il fondino è in lamiera la scocca è in die cast "sottile" non saprei come definirlo essendo spesso 1 mm.


lombricoferoce - 28 Mag 2015 07:58 pm
Oggetto:
Molto bella quest'ultima. Intrigante a dir poco.

La giubba rossa e lo stimolo per trovare il resto, ossia la Jeep civile che è molto ambita come pure quella della polizia civile che non trovo ... mannaggia. Ora che le hai, ti renderai conto della bellezza di queste MB che sono più che giocattoli e del perché le voglio tutte Smile

Per la latticinite ...eh, non puoi combatterla, per non soffrire devi assecondarla.
fantasmak - 28 Mag 2015 10:46 pm
Oggetto:
@Giuseppe,il modello era un altro,e non capisco bene il funzionamento di questo. Il mio elicottero era sostenuto dallo stesso flessibile.Very Happy

Guido.

PS:bella la Buick.
E_656 - 31 Mag 2015 12:28 pm
Oggetto:
@Guido: Credo che la manovella comandi un blocco di ingranaggi che fanno girare l'elica e le ruote.
E' un meccanismo applicato anche su altri giocattoli Arnold, tipo le Jeep.

Oggi una mini collezione Chad Valley Harborne...
Sono modellini (19cm) con carica a molla, molto pesanti e molto robusti (la spira della molla è larga 1 cm!).
Altra caratteristica è la "filoguida pneumatica": al tubo di scarico si collega un tubicino con relativa pompetta la cui pressione introduce aria in un altro palloncino posto a ridosso dei leveraggi dello sterzo e che gonfiandosi ne determina il movimento e quindi la direzione dell'automodello.

La più diffusa è la blu, segue la rossa... La nera si trova abbastanza difficilmente... La verde l'ho vista un paio di volte e una è la mia Laughing ...
Su Google ne ho vista su Vectis (casa d'aste) una bianca... Ma da mesi aspetto di trovarla! Rolling Eyes


E_656 - 06 Giu 2015 04:28 pm
Oggetto:
Aumentano i modellini... Aumenta il traffico!
Un severo tutore dell'ordine (circolatorio!) era d'obbligo... Mr. Green

Schuco Flic:




Esiste anche nella versione "bobby" britannico (più rara).
Una volta caricata la molla il vigile gira e muove il braccio -in alto per il giallo e orizzontalmente per il rosso) regolando l'incrocio presso il quale lo abbiamo messo in servizio...
Le finestrelle sulla pedana cambiano colore in verde-giallo-rosso a seconda della sua posizione.
fantasmak - 06 Giu 2015 04:44 pm
Oggetto:
Tutto molto bello,Giuseppe.Non posso che farti i complimenti per la tua strepitosa ed eterogenea collezione che coinvolge piu' tematiche.

Guido.
E_656 - 19 Lug 2015 11:16 am
Oggetto:
Grazie Guido! Non so se l'eterogeneità sia proficua in una collezione, ma a me piace così, tematiche molto generali -fin troppo!- per giustificare ogni acquisto! Mr. Green

Aggiungo oggi un Triang Minic Toys "10M Delivery Lorry" con classica carica a molla. Anni'50.


fantasmak - 19 Lug 2015 01:29 pm
Oggetto:
Giuseppe,ognuno compera cio' che gli piace:se a te va bene così,fai bene a comperare tutto quello puoi.

Guido.

PS:bello l'ultimo acquisto. Very Happy Wink
E_656 - 19 Lug 2015 03:31 pm
Oggetto:
Sempre molto indulgente, grazie Guido! Very Happy
E' la volta di un altro natante Schuco: il traghetto Fontainebleau del Lago di Costanza (Bodensee per i teutoni).
Come il "Samara" è filoguidato e gestibile con comandi separati per i due motori. Ovviamente si può caricare con modellini per un maggior realismo: pensate però ad un naufragio di obsoleti nel laghetto di turno! Twisted Evil



Qui le immagini di quello reale:




Costruito nel 1970 il Fontainebleau, che sostituisce il Konstanz (II) costruito nel 1930, è l'ultimo traghetto di classe "MF Thurgau".
Tutti gli altri traghetti costruiti, saranno significativamente più grandi.

Deve il suo nome alla città francese Fontainebleau gemellata.
Ha operato sulla rotta Konstanz - Meersburg.
Il 22.05.2001 causa tempo inclemente un attracco poco morbido ha causato il lieve ferimento di quattro passeggeri e diverse auto danneggiate.
Nella sera del 04. 09 2008, per un guasto al timone ha un altro piccolo incidente con solo lievi danni materiali.
http://www.bodenseeschifffahrt.de/
fantasmak - 19 Lug 2015 04:56 pm
Oggetto:


Giuseppe,hai di tutto e di piu'. Very Happy Very Happy

Guido.
diablo - 19 Lug 2015 05:03 pm
Oggetto:
Giuseppe, vuoi dire che non lo proverai mai? Mr. Green

Davvero bello!!


E_656 - 19 Lug 2015 06:59 pm
Oggetto:
@Guido... E meno male che i fondi sono limitati... Altrimenti! Laughing
@ Max: la scala è esattamente 1/100 (54m/54cm)... Per cui andrebbero bene le Schuco Piccolo... Ce ne starebbero più di una quarantina, ma un eventuale affondamento per il proprietario sarebbe una tragedia che supera il Titanic!
Mr. Green

Rimane tirato in secco... Al sicuro! Wink
lombricoferoce - 20 Lug 2015 06:42 am
Oggetto:
Mi ero perso un bel po' di cosette molto interessanti.
E_656 - 23 Lug 2015 07:18 pm
Oggetto:
Grazie Franco! Come vedi neanche le vacanze mi fermano! Mr. Green
Girando per Roma mi sono imbattuto in un negozio di giocattoli in P.zza Navona, di fronte alla chiesa di S. Agnese, che vendeva anche vecchi Schuco e Wilesco... Un paradiso, tranne che per il portafoglio... Meglio gli acquisti in rete, più economici, decisamente!

Ecco ora un piccolo Fischer a frizione:


lombricoferoce - 23 Lug 2015 07:40 pm
Oggetto:
Very Happy Non avevo dubbi, se non si approfitta quando si è in vacanza si torna a casa meno soddisfatti Very Happy

Non so se gli acquisti fatti in rete convengano sempre, specie se sono aste.

Già da 2 anni alla fiera di Padova e pure qui da me in una manifestazione molto più piccola, ho trovato ed ho visto roba interessante a prezzi molto buoni proprio per far concorrenza a ebay.
Probabilmente i negozi non sempre sono così, spesso poi pensano di avere un Gronchi rosa ... mentre al massimo hanno una merdina che comunque tentano di vendere come se fosse di produzione marziana. Ma succede pure al contrario ... raramente e allora sì che c'è soddisfazione.

Very Happy

il Fischer? Piccolo ma estremamente bellino Embarassed

Marchio "GF".

Fondata da Georg Fischer all'inizio del 20° secolo a Norimberga. Specializzata in giocattoli in latta litografata.

Georg Fischer ha iniziato ad usare il monogramma dopo la prima guerra mondiale.

La produzione cessa nel 1958.

Guardando in giro ho visto che hanno valutazione molto alte



Baciamo le mani Mr. Green
E_656 - 23 Lug 2015 08:37 pm
Oggetto:
E' molto difficile imbattersi in qualche negoziante o rigattiere sprovveduto... Oramai con internet anche chi non è del settore può farsi un'idea del valore di qualsiasi cosa gli capiti tra le mani. Il vantaggio è che si può contrattare in diretta e soprattutto vedere ciò che si acquista.
Per le aste, con pazienza e ponendosi dei limiti è possibile fare ottimi affari... Certo è frustrante lasciare il pezzo cui ambisci poichè è salito troppo di prezzo, ma si fa di necessità virtù... Arriverà un'altra occasione!
Questo grazioso Fischer l'ho pagato -compresa la spedizione- 18,50 euro...
lombricoferoce - 23 Lug 2015 09:55 pm
Oggetto:
Sui negozianti e affini, in linea di massima sono d'accordo ma proprio quelli che non capiscono un tubo guardano in rete e poi vendono ... alla membro di segugio ... come un "antiquario"/rigattiere di quassù che non ha la più pallida idea di ciò che ha ma siccome in internet vale tot, allora .... e certe volte è meglio, ho comprato a prezzi molto buoni ma personalmente mi innervosisce questa sua miope e generica incompetenza sui modellini obsoleti e quindi non compro più un tubo da lui. Preferisco le borse alla fin fine.

Notte
E_656 - 23 Lug 2015 11:03 pm
Oggetto:
Le borse scambio sono ottime, ma l'unica per me raggiungibile è quella di Novegro.

Giacchè l'ho tirata in ballo nell'altro topic ecco qui una Mercedes Benz 170 V (1/18 ) nella versione delle poste del III Reich...
Carica a molla, ruote sterzanti e portellone posteriore apribile... Svastica camuffata...


lombricoferoce - 23 Lug 2015 11:27 pm
Oggetto:
Smile felice 2 I tedeschi che fanno .... gli gnorri ! Smile felice 3 tutto dimenticato, non erano loro 4__3_2 il Zyklon B è un deodorante per ambienti, è risaputo.


Questo Schucone delle Deutsche Reichspost è splendido




Certo che sei peggio di me .... Embarassed
E_656 - 05 Ago 2015 05:26 pm
Oggetto:
Dopo lo Schuco "nazi" una Marklin sempre hitleriana: la Mercedes w25 Silberpfeil carenata.
L'auto vera non ebbe -se non erro- molta fortuna, venne preferita la versione scoperta, ma lascio a Franco o a Guido una maggior precisione sui dettagli storici.
Il modello dell'89 ideato insieme ad altri tre per celebrare la Mercedes Benz, pare sia stato creato in soli 1000 esemplari, ma dubito sempre delle tirature limitate...
Il pilotino che pare una mummia col rossetto lo odio! Oltre ad esser fuori scala è veramente inguardabile... Very Happy


lombricoferoce - 05 Ago 2015 06:53 pm
Oggetto:
Bello ovviamente,

Complimenti. Smile felice

Questa riprodotta dalla Märklin dovrebbe essere la Mercedes-Benz W 25 Rennlimousine del '34

Non è esatto dire che la carenata era sfigata semplicemente, era fatta per altri usi, i record.

Eventualmente un po' sfigata fu la W196 carenata, che era nata solo per i gran premi e fu usata solo per i circuiti veloci mentre fu sostituita dalle ruote scoperte (nata dopo per necessità), per tutti gli altri ma neppure questa fu sfigata è bellissima ma poco maneggevole .... ed ha ispirato una delle più belle Mercedes di tutti i tempi la 300 SLR ...


La W 25 è la vettura che secondo la "leggenda" fu sverniciata lasciando scoperta la carrozzeria in alluminio riuscendo a rientrare entro la soglia dei 750 kg che era il peso massimo consentito. Da quel momento le vetture della scuderia tedesca sarebbero state soprannominate frecce d'argento. Questo successe al al Nürburgring, dove Manfred von Brauchitsch vinse. Il racconto lo fa l'allora direttore sportivo della Mercedes-Benz, il mitico panzone, Alfred Neubauer nel suo libro "Männer, Frauen und Motoren" pubblicato nel 1958. Boh! Chi lo sa?

Comunque questa vettura vinse il campionato europeo nel 1935 con Rudolf Caracciola, poi le Auto Union del buon Porsche fecero vedere i sorci verdi alla Stella a tre punte ma loro purtroppo scomparvero nell'oblio del tempo causa la guerra ... e le frecce d'argento no.

Gyon 1934



Come ho anticipato, dovrebbe essere la Mercedes-Benz W 25 Rennlimousine con la quale Rudolf Caracciola stabilì diversi record tra il 28 ed il 30 di ottobre del 1934 sul tracciato di Gyon vicino a Budapest, qui si cimentarono due Mercedes W 25, questa carenata ed una che fondamentalmente era una macchina da Grand Prix con affinamenti aerodinamici; il 10 dicembre dello stesso anno altro successo per Caracciola che stabilì un nuovo record per la classe C International (da 3 a 5 litri), con partenza da fermo, ad una velocità di 193,86 mph (311,985 mila chilometri all'ora).
In questo caso la carenatura era stata un po' modificata per favorire l'aerodinamica. Da quello che ho letto questa vettura effettuò altri test che erano per lo più prove del motore in preparazione per la stagione 1935.
La "Rennlimousine" corse almeno un'altra volta, nuovamente all'Avus, guidata da Hans Geier.

In merito alla W 25 ho trovato queste poche righe che trovo sinteticamente esaustive e che ho scopiazzato di gusto da questo bellissimo sito:

http://www.enciclopediadellautomobile.com/it/i-673-0/mercedes-benz-w-25/

Dunque:
dopo il successo ottenuto negli Anni Venti e i primi Anni Trenta con la Mercedes-Benz SSKL (Super Sport Kurz Leicht), a partire dal 1934, una nuova stella ... a tre punte ... era sorta con la W 25.
La Daimler-Benz era interessata alle gare dell’Avus e dell’Eifel in previsione del Gran Premio di Francia del 1934 che si sarebbe tenuto il I luglio, nella seconda parte della stagione. Vincere la gara francese sarebbe stata una vera impresa a vent’anni dalla trionfale tripletta della Daimler-Motoren-Gesellschaft (DMG) a Lione. Alla fine fu una Alfa Romeo P3 Tipo B che vinse la gara in Montlhéry, ma la vera novità fu la W 25.

Hans Nibel era responsabile dell'intero progetto, mentre Max Wagner fu addetto al telaio, Albert Heess e Otto Schilling si occuparono del motore. Nel reparto prove, sotto Fritz Nallinger, Georg Scheerer, uno dei padri spirituali delle prime vetture sovralimentate costruite dalla Daimler-Motoren-Gesellschaft (DMG), mise le macchine sui loro passi. Otto Weber si occupò dell’assemblaggio, mentre il telaio fu messo insieme da Jakob Kraus, entrambe veterani dall’esperienza DMG a Indianapolis nel 1923.

Il motore da corsa, è un modernissimo quattro valvole con due alberi a camme in testa, di cui due blocchi da quattro unità di combustione, arrivò a pesare 211 kg. La trasmissione era flangiata sul differenziale (schema Transaxle) per migliorare la distribuzione dei pesi sugli assi.
Il compressore venne montato nella parte anteriore, con due carburatori a pressione con aria compressa. Il serbatoio con capacità 215 litri, veniva svuotato di 98 litri di carburante ogni 100 km alla velocità di gara.
Le quattro marce (e una retromarcia) venivano innescate tramite un meccanismo a destra del sedile del conducente.
Il telaio era composto da due longheroni con sezione a U con rinforzo incrociato. La carrozzeria in alluminio lavorata manualmente, presentava un gran numero di feritoie di raffreddamento. La carenatura aerodinamica racchiudeva le sospensioni anteriori e posteriori, mentre la griglia anteriore, fatta di semplici barre verticali, si opponeva alla sorprendente coda affusolata.

La vettura sportiva per il 1934, era già pronta agli inizi di maggio.
All’alba del giovedì precedente la gara dell’Avus del 27 maggio, Manfred von Brauchitsch, Luigi Fagioli e Rudolf Caracciola presero posto dietro il volante delle loro W 25. Nonostante il test venne terminato con successo, Mercedes-Benz decise di ritirare le tre vetture dalla gara perché non vennero ritenute ancora pronte alla competizione.Il loro debutto sarebbe avvenuto una settimana più tardi per la gara dell’Eifel.
Ironicamente la formula 750 kg creata per mettere un freno alla sempre crescente velocità delle potenti auto da corsa costruite ad esempio da Alfa Romeo, Bugatti e Maserati, ottenne l’esatto opposto quando i progettisti fecero ricorso a cilindrate più grandi. Agli inizi la potenza del motore otto cilindri era di 354 CV (260 kW). Seguirono diverse versioni del motore con relativo aumento di potenza.
La variante M 25 AB (3710 cm³), arrivò a generare 398 CV (293 kW), seguita dalle varianti M 25 B (3980 cm³ e 430 HP/316 kW) e C (4300 cm³ e 462 HP/340 kW), e, infine, nel 1936, la versione ME 25 (4740 cm³), che produce 494 CV (363 kW) - sempre a 5800 giri / min.

Amen. e ricomplimenti per la Märklin

http://myautoworld.com/mercedes/history/cars1930/1934-silver-arrows/1934-silver-arrows.html

Servus Wink
E_656 - 05 Ago 2015 07:38 pm
Oggetto:
Grazie Franco!
Il modello sarà bello, ma le notizie che tu puntualmente aggiungi sono la classica ciliegina sulla... carena!
E_656 - 05 Ago 2015 10:24 pm
Oggetto:
Leggendo del circuito dell'Avus nelle note di Franco, mi sono ricordato di questa Auto Union che nel 1937 con al volante Bernd Rosemeyer stabilì un record di velocità. Cosa che a Bernd riuscì altre volte sino alla tragica scomparsa avvenuta pochi mesi dopo in un altro tentativo, il 28 gennaio 1938.



Ecco un video sul pilota e le sue auto da record:


diablo - 05 Ago 2015 11:37 pm
Oggetto:
Bella e perfetta questa Auto Union !!


lombricoferoce - 06 Ago 2015 01:26 pm
Oggetto:
Ciao Giuseppe, non cesserai mai di stupirmi, hai anche tu una tasca come Eta Beta? Bella veramente questa Schuco.

Come sai le Auto Union da gara erano il frutto degli studi di Ferdinand Porsche e del figlio Ferry che oltre a progettarle anche le guidavano in prova.
Sul libro “la saga dei Porsche” Ferry dice chiaramente che accarezzava il sogno di pilotare in gara uno dei suoi bolidi ma il padre, forse memore delle disgrazie della famiglia Bugatti, si oppose e il figlio accettò.

Tu citi Bernd Rosemeyer.
Fu uno dei più grandi piloti tedeschi. Anche lui mitico ma forse ingiustamente poco conosciuto e anche lui come tanti piloti di allora, vedi Nuvolari o Varzi, arrivava dal mondo delle 2 ruote; poco più che ventenne cominciò a gareggiare sulle piste erbose, passando alle competizioni su strada con BMW e NSU con la quale ottiene 6 vittorie nel 1933 e alla fine fini nella squadra corse della DKW.

La squadra corse DKW? La Dampf-Kraft-Wagen, (ossia vettura spinta dal vapore), come tutti sanno faceva parte del gruppo Auto Union dal 1932 (DKW, Audi, Horch e Wanderer) e quindi passare dal sellino della moto al sedile dell’Auto Union 16 cilindri il passo fu breve.
Infatti al Nurburgring, il 24 ottobre 1934, la casa dei 4 anelli aveva organizzato delle selezioni per piloti da Grand Prix.
Il giovane Bernd si dimostrò subito a suo agio sulla vettura di Porsche; da notare che la guida della Auto Union Typ B a 16 cilindri a V con compressore volumetrico e 375 CV tutti dietro, non era facile ma lui si guadagnò un posto nella squadra ufficiale Auto Union per il 1935, assieme a Paul Pietsch, uno dei pochi piloti dell’epoca che portò la pelle a casa, morì il 31 maggio del 2012, poco prima di compiere 101 anni.

Tornando a Bernd Rosemeyer, la sua prima gara all’Avus si chiude con un ritiro ma poi gli andò meglio, con un secondo posto all’Eifel nel gran premio del Nürburgring nel 1935, dietro al grande Rudolf Caracciola ma con il miglior giro in 11’05”.
Gli altri piloti del team erano Hans Stuck e Achille Varzi, gente non da poco!

Dopo una serie di buoni piazzamenti, arrivò la vittoria nell'ultima gara del 1935, a Brno durante il Gran Premio di Cecoslovacchia.

E qui apro una parentesi, a Brno incontra Elly Beinhorn, giovane, bella e celebre pilota di aerei che sposerà nel 1936.





L'aereo è Il Messerschmitt Bf 108 che si guadagnò il soprannome di Taifun dopo un volo record pilotato da Elly Maria Frida Rosemeyer-Beinhorn da Gleiwitz a Istanbul e ritorno il 13 agosto 1935. Volò per 3570 chilometri di andata e ritorno in sole 13,5 ore. Nella foto si vede di Elly Beinhorn nel suo personale Bf 108 D-IGNY. Questo è solo una delle molte imprese di questa donna.

http://www.kolumbus.fi/leif.snellman/elly100.htm



Tra il 1935 e il 1937 il pilota tedesco vinse 10 gran premi e si aggiudicò il titolo di Campione Europeo Grand Prix per il 1936, il mondiale di Formula 1 dell’epoca.

Il 1937 non sarà così felice per Rosemeyer, in quanto lo squadrone Mercedes era corso ai ripari diventando molto più agguerrito e quindi non cominciò nel migliore dei modi, con un quinto posto al gran premio del Sud Africa. La rivincita arrivò solo al Nurburgring dopo un accanito duello con Caracciola e poi nella Coppa Vanderbilt a New York.
Gli ultimi trionfi di Rosemeyer sono alla Coppa Acerbo e al Gran Prix di Donington. Ma una delle ultime prestazioni più grandi va in scena nuovamente sul Nordschleife (anello nord, è il più celebre dei circuiti del complesso del Nürburgring, 22,810 km), nonostante numerose soste ai box per problemi di ruote e pneumatici, Rosemeyer guida in maniera indiavolata e fino a recuperare il distacco da Nuvolari, superarlo e arrivare terzo dietro a Caracciola e von Brauchitsch prendendosi un’ovazione dal pubblico in brodo di giuggiole.

Per capire di che tempra era quest'uomo, riporto un episodio accaduto durante la Coppa Acerbo del 1935 a Pescara e raccontato da Ferdinand Porsche, che lo ammirava e gli voleva bene.
Dunque, a causa di problemi di bloccaggio ai freni il ventiseienne tedesco si trovò a tutta birra nei campi e dopo aver superato un fossato passò fra il parapetto di un ponte e un palo telegrafico prima di rientrare sulla strada per arrivare secondo.
Porsche andò a controllare e si accorse che lo spazio fra ponte e palo era più largo dell’Auto Union di soli 5 centimetri!

La sfida tra Mercedes-Benz e Auto Union non si limitò ai gran premi ma spaziò anche nei record di velocità.
Siamo nel 1937 e Bernd Rosemeyer entra nel mondo dei record di velocità, stabilendo al primo tentativo cinque nuovi primati internazionali e un record mondiale (10 miglia a 360,30 km orari) sul tratto autostradale Francoforte - Darmstadt. La vettura è una speciale Auto Union Type C con carrozzeria aerodinamica chiusa, con la quale fece un'escursione involontaria sull'altra corsia durante le prove, ritrovandosi in mezzo al traffico diretto in senso opposto.




Il suo obiettivo era quello di diventare il primo uomo a superare i 400 km orari su strada, ma nell’occasione riuscì “solo” a toccare i 393 kmh. L'appuntamento fu solo rimandato al 25 ottobre 1937, in occasione della "Settimana della Velocità" sulla nota Reichsautobahn.
Qui Rosemeyer toccò per la prima volta i 406,32 km/h sul chilometro lanciato. Il giorno successivo Bernd fece cadere altri due record mondiali: il chilometro da fermo a 118,70 kmh e il miglio da fermo a 217,63 km orari di media.
Altri primati portano la data del 27 ottobre 1937, mentre la sfida più accesa fra Auto Union e Mercedes ebbe luogo luogo il 28 gennaio 1938 sull’autostrada tra Francoforte sul Meno e Darmstadt.

Nella prima mattinata Rudolf Caracciola su una Mercedes-Benz, si lancia sulla striscia di cemento per staccare un impressionate risultato di 432,69 kmh sul chilometro lanciato e toglie così il primato a Rosemeyer, record di velocità imbattuto da 75 anni.
La vettura di Caracciola era basata sulla pluripremiata Freccia d’Argento W 125, che per le prove da record montava un V12 da 5,6 litri tipo MD 25 DAB/3, 12 cilindri con due compressori, appositamente rielaborato e una carrozzeria piatta completamente carenata con coda sfuggente a forma di cuneo, coefficiente di resistenza aerodinamica di 0,157 .



Il pilota di Lingen, dopo il successo di Caracciola, si mise subito al volante della sua Auto Union Rekordwagen Typ R da 6 litri per riprendersi il record.
Era una mattinata fredda e ventosa e la sua vettura toccò i 429,92 km orari ma non fu sufficiente ed allora tornò indietro per tentare il tutto per tutto.

Ma Bernd non arriverà mai al punto di cronometraggio perché al km 9 della Reich Autobahn la vettura cominciò a sbandare a circa 430 kmh e priva di controllo si disintegrò disseminando pezzi su tutto il percorso, probabilmente decollò.





Bernd Rosemeyer finì inerte sotto alcuni alberi a bordo strada e spirò poco dopo l'arrivo dei primi soccorritori, aveva 29 anni.

Oggi in quello stesso punto è presente il Bernd-Rosemeyer-Parkplatz, un monumento visitabile sull’autostrada A5 in direzione sud, km 508, dopo l'uscita Langen-Morfelden.


Si concluse così la vita e la carriera di uno dei piloti più grandi che le corse ricordino, dotato di vista acutissima, colpo d'occhio e una sensibilità tale da permettergli di domare le Auto Union da Grand Prix, assieme ad autentici mostri sacri del calibro di Hans Stuck, Achille Varzi e Tazio Nuvolari.

Nel libro “la saga dei Porsche” Ferry racconta che il padre rimase scioccato per la morte di Rosemeyer e si crucciava per non essere stato sul posto nel giorno del tentativo del record, dicendo che se ci fosse stato, non avrebbe permesso lo svolgersi della gara in quelle condizioni meteorologiche.

Bene dopo questa pappardella vado a casa.
diablo - 06 Ago 2015 04:20 pm
Oggetto:
Un ora per legger, ma è tutto molto interessante. Grazie! Wink
E_656 - 06 Ago 2015 10:30 pm
Oggetto:
Franco, grazie di cuore!

Tutte le tue annotazioni rendono ancora più interessanti i modelli, che divengono anche se postumi ed in scala pezzi vivi di storia!
Grazie ancora!

In omaggio a Bernd Rosemeyer desidero aggiungere qualche immagine della Auto Union Type C con la quale vinse il GP di Germania il 26/7/1936.
Il modello è un CMC 1/18.


lombricoferoce - 07 Ago 2015 09:57 am
Oggetto:
Hai Anche questa? Very Happy Caspita, è bellissima


4_3_2_1 Un unico appunto .... è un vero peccato che abbiano riprodotto i cerchioni lucidi. Imperdonabile in un modello così bello e probabilmente costoso.

Solitamente le auto da competizione non avevano i cerchi cromati e questo non solo per i cerchioni a raggi. Erano di un normalissimo color alluminio opaco Smile









Qui si può vedere chiaramente Ferdinand Porsche che seguiva sempre le competizioni

Ciao 1_4_2
fantasmak - 07 Ago 2015 12:48 pm
Oggetto:
Applausi per tutti.....

Guido.
E_656 - 07 Ago 2015 11:53 pm
Oggetto:
Grazie Guido! Cool
Grazie Franco per le immagini che alleghi... Io non ho mai la pazienza di cercarne -sempre che le trovi!-.
Per i cerchioni credo sia un effetto del flash, nel modello sono color alluminio, solo che essendo molto puliti paiono cromati.


lombricoferoce - 08 Ago 2015 07:31 am
Oggetto:
Allora, come non detto, meglio
E_656 - 10 Ago 2015 10:40 pm
Oggetto:
Dalla valigia dei miei ricordi: Gama Lotus Formula One, presumibile scala 1/12.
Aveva una pietra focaia -o non saprei come definirla- che nella parte posteriore trasparente rossa faceva intravedere le scintille.
Il movimento è a frizione.
Dovrebbe essere una Lotus 43 del '66, all'epoca pilotata da Jim Clark.


lombricoferoce - 11 Ago 2015 05:01 pm
Oggetto:
Ora capisco! Eta Beta ha la tasca e tu la valigia .... svelato l'arcano.

Bellissima .... tanto .... bellissima .... Very Happy
E_656 - 11 Ago 2015 06:12 pm
Oggetto:
Più che una valigia ho una cubatura addominale molto abbondante! Very Happy
Oggi propongo una Mettoy (810) Jowett Javelin (1950), carica a molla, ruote sterzanti, lunghezza 17 cm...
Non saprei definirla se di latta o die-cast, poichè la scocca è sottile, ma indeformabile.


lombricoferoce - 11 Ago 2015 07:36 pm
Oggetto:
Ho capito, ti manderò il conto della lavanderia per i miei 37 maxi bavaglini a due piazze che ho dovuto mandare a pulire per causa tua ... Smile felice 3

Il corpo vettura dovrebbe essere in latta, no?

Very Happy
E_656 - 11 Ago 2015 09:00 pm
Oggetto:
Se ti mando il mio conto quando vedo la tua collezione... Conviene che apriamo in società una lavanderia! Smile felice 3

Girando sul web ho visto che viene definita "die-cast"...
Non mi ricordo dove, ma avevo letto che la Mettoy cercava all'epoca un giocattolo a molla che fosse robusto e di semplice concezione, nonchè di dimensioni più generose rispetto al classico 1/43...
Diciamo a "prova di bambino". Da quegli intenti nacque la 810, non in latta, quindi non "pericolosa" e rivettata e quindi non smontabile facilmente...
E_656 - 17 Ago 2015 06:28 pm
Oggetto:
Bus "Airport Transportation Service" Marx (Japan) 1950 e successivi.

La Louis Marx & Co. era statunitense, il bus porta stranamente il marchio "Marx Japan". La Linemar era una succursale Marx nel Sol Levante, ma solitamente usava il suo nome per i giocattoli lì prodotti.
Meccanismo a frizione con caratteristico suono simile ad una sirena, solitamente utilizzato sui mezzi di soccorso e polizia... Lunghezza 17cm.



E_656 - 23 Ago 2015 06:18 pm
Oggetto:
Un'altra Maerklin... Mercedes w25 Silberpfeil.
Sorella senza carenatura aerodinamica di quella postata nella pagina precedente.
Il bello di questi "baukasten" è che possono esser smontati completamente, agendo sulle viti disseminate sulla struttura... Cool


fantasmak - 23 Ago 2015 06:53 pm
Oggetto:
No comment.

Guido.
lombricoferoce - 23 Ago 2015 07:47 pm
Oggetto:
Io invece faccio il comment, eccome se lo faccio: devo dire che nei Märklin proprio le viti così appariscenti non mi sono mai piaciute. Comunque sia, Märklin è Märklin e non si discute, e ahimè mi pento e mi dolgo di essermi lasciato sempre sopraffare dall'idiosincrasia per le viti, anche da piccolo ho sempre snobbato questi giocattoli preferendo gli Schuco. Beh, un po' di idiozia non guasta mai. Che sia il sale della vita Embarassed No, eh?!

Bello il bus non servirebbe neppure dirlo. Wink
diablo - 23 Ago 2015 08:06 pm
Oggetto:
E_656 ha scritto:
Il bello di questi "baukasten" è che possono esser smontati completamente, agendo sulle viti disseminate sulla struttura... Cool


e non potevi fare una foto smontata?


E_656 - 23 Ago 2015 08:31 pm
Oggetto:
Mattacchione! Mr. Green
L'ho smontata dopo la foto ed ora sono quì con un paio di pezzi e una decina di viti che avanzano... Sarà normale? Rolling Eyes

Franco: puoi sempre recuperare, Schuco non si offende se "tradisci" con qualche esemplare del marchio di Goeppingen! Cool
E_656 - 24 Ago 2015 06:23 pm
Oggetto:
L'oggetto misterioso...
Un'asta andata deserta con questo "motore" Schuco montato al banco...
Nessun mistero per quanto riguarda il riconoscimento di un meccanismo per i modelli "Kommando anno 2000", probabilmente anteriore agli anni '60...
Sembrerebbe un esemplare da fiera, ma la basetta lignea non reca alcuna targhetta e soprattutto mi sembra recente, strana la chiave in lamiera morbida -si piega facilmente- e l'assenza della marcatura Schuco sul comando d'inversione di marcia -che fa da paraurti posteriore-...
In ogni caso -alla peggio- è un ottimo ricambio originale!


lombricoferoce - 24 Ago 2015 09:55 pm
Oggetto:
Interessante. I vecchi Schuco Examico avevano chiavi simili. La forma di questa chiave era molto usata quando eravamo piccoli e forse anche un po' prima. Ho visto i vecchi Micro Racer e pure vari animaletti meccanici con chiavi simili. Sembra una tipo 2 ma ovviamente è solo una mia illazione buttata là. C'è il numero? Mi sembra di sì.

Hai fatto bene a prenderlo, anche perchè è un soprammobile piuttosto insolito ma a casa di un collezionista di latticini è come il cacio sui maccheroni. Very Happy


Ciao
E_656 - 25 Ago 2015 06:33 pm
Oggetto:
In effetti è il classico oggetto che se esposto suscita la classica domanda: "Che diavolo è?"
Come hai correttamente individuato la chiave è una "Tipo 2" di quelle più vecchie verniciate in nero, ma è fatta di un ferro talmente dolce che si piega al solo caricare la molla, quasi fosse una pre produzione...

Oggi propongo la copia ungherese del più famoso Technofix 295 "Traffic Control", prodotto dalla Lemezarugyar, credo sul finire dei '70.
Le auto ed il bus sono a molla, 4 tasti posti al bordo del piano di gioco comandano dei piccoli ganci che sui percorsi obbligati arrestano o sbloccano i mezzi.
Compito del giocatore evitare che i medesimi si scontrino.

Comunque vi allego il video che ho inserito nel mio canale YouTube:


lombricoferoce - 25 Ago 2015 06:41 pm
Oggetto:
Sembra proprio un Technofix. Un mio carissimo amico dovrebbe averli tutti e non esagero. E' un latticinaro convinto ma anche un emerito imbranato con tutto ciò che riguarda il mondo dei pc, peccato ... avrebbe una marea di belle cose da far vedere e dire che è un teschione matematico. Figurati che risponde alle mie email ... telefonandomi ... 1_4_2_3.

Noi questi giochi della Technofix li chiamiamo "i mondi". Questo è carinissimo.

Bello il video, molto bello
E_656 - 26 Ago 2015 08:41 pm
Oggetto:
Molto belli i Technofix, ma molto cari.
Mi richiamano, come hai scritto, luoghi a sé stanti dove perdersi con lo sguardo immaginando di esservi immersi, così colorati e pieni di movimento sono il sogno di ogni bambino di allora... E di vecchi bambini di oggi... Wink

Ne ho uno molto semplice che sto restaurando, prima o poi passerà da qui!

Vi propino un breve "micromovie" appena realizzato con qualche Schuco:


diablo - 26 Ago 2015 10:27 pm
Oggetto:
Ricordo il Technofix ... Very Happy


fantasmak - 26 Ago 2015 11:53 pm
Oggetto:
Che dire Giuseppe....meglio stare zitti e guardare estasiati.

Complimenti anche per i video,veramente ben fatti,accompagnati da una colonna sonora appropriata.

Ricordo che avevo,da piccolo,molto piccolo,un rullo compressore della Technofix che andava avanti e indietro:purtroppo andato distrutto,ma lo rimpiango ancora. Sad Sad

Guido.
lombricoferoce - 27 Ago 2015 09:11 am
Oggetto:


Invece di inumidirti il fazzoletto ogni volta che senti parlare di Technofix … e ... ricompratelo 'sto benedetto rullo compressore.
Fai saltare il turno ad una Rolls e te lo ricompri e così sei contento ... e "forse" risparmi ma non è detto.

Facile, rapido, indolore.
fantasmak - 27 Ago 2015 12:29 pm
Oggetto:
Lombrix...piu' facile a dirsi che a farsi. Mr. Green

Guido.
lombricoferoce - 27 Ago 2015 01:49 pm
Oggetto:
Se lo dici tu ... devo crederlo?




fantasmak - 27 Ago 2015 02:34 pm
Oggetto:
Proprio questo. Very Happy Very Happy........ Devi crederci. Mr. Green

Guido.

PS:neanche male come prezzo.
E_656 - 27 Ago 2015 06:37 pm
Oggetto:
E dai Guido! Lanciati... Riacquista un pezzo della tua vita, della tua storia personale...
Le Rolls sono belle, ma nel tuo animo questo oggetto ha una valenza speciale! Exclamation
fantasmak - 27 Ago 2015 07:10 pm
Oggetto:
Tutto vero Giuseppe,pero' pur essendo lo stesso modello, non è quello mio,il mio è distrutto e non lo riavro' piu'. Sad

Guido.
E_656 - 11 Set 2015 06:02 pm
Oggetto:
Beh Guido, a volte bisogna scendere a compromessi... Wink
Un esemplare non di latta, ma pur sempre d'epoca.
Camion Mercedes (LP322?) dalle generose dimensioni (53 cm) con telaio, cassone e cerchioni in legno, cabina in plastica.
Mancano i faretti sul tetto.
Dovrebbe essere un MS Seidel.
Pagato poco meno di 10 cent a cm... 5,10 €


lombricoferoce - 12 Set 2015 09:59 pm
Oggetto:
Anche se di plastica ha il suo fascino è interessante l'abbinamento plastica-legno. Senz'altro è un camion della serie LP ... con quelle prese d'aria così accentuate .... sotto il vetro ....

Bel pezzo, mi piace, complimenti 1_4_2
E_656 - 14 Set 2015 07:14 pm
Oggetto:
Grazie Franco! Quando me lo sono aggiudicato non ci credevo...
Bel pezzo... Bel prezzo! Mr. Green

Una piccola Ferrari CKO.
Non molto diffusa rispetto agli altri modelli a frizione del produttore tedesco.


lombricoferoce - 14 Set 2015 09:49 pm
Oggetto:
Capita spesso che certi pezzi vengano snobbati anche perchè poco conosciuti. Bisogna agire d'istinto in questi casi, ogni volta che l'ho fatto mi è andata bene. molti anni fa ho comprato un camion articolato della Mettoy senza sapere la marca. Mi ricordava qualcosa ma non sapevo cosa. Lo pagai 10 euro in un asta dove partecipai solo io. Poi mi ricordai che lo avevo visto nel librone Corgi .....

Ciao Smile felice 3
diablo - 15 Set 2015 08:04 am
Oggetto:
Mai vista la Ferrari CKO.

Giuseppe, ma come fai a trovarli questi modelli? Confused
E_656 - 15 Set 2015 08:28 am
Oggetto:
La Ferrari CKO l'ho trovata per caso -ovviamente- non credo sia rara, ma sicuramente un poco meno diffusa dei modelli CKO circolanti in rete.

Come trovo questi "prodotti di nicchia"?

Mi affido al puro caso: su eBay -come saprai- ci sono dei rimandi a piè pagina ad altri articoli "che potrebbero interessarti"...
Quindi credo debba ringraziare i "biscottini digitali" altrimenti detti "cookies"! Laughing
diablo - 15 Set 2015 08:46 am
Oggetto:
Quel "che potrebbero interessarti" alle volte è inutile perché ti "propone" articoli che non hanno nulla a che vedere con quello che cerchi, mentre in alcuni casi ... Mr. Green
E_656 - 04 Ott 2015 05:37 pm
Oggetto:
Non so Max, io sono talmente monotematico nelle ricerche che le proposte che vedo in calce alla pagina sono sempre attinenti e non poche volte mi hanno indirizzato su buoni affari. Cool

Dalla Schuco, dalle quattro alle due ruote, un'edizione speciale penso in vendita presso gli uffici postali tedeschi.
Schuco Motoracer 1006: il postino superespresso gira in tondo sulla sua moto e ogni tanto fa un paio di "burn-out" in cerchio perchè lui consegna la posta con stile! Laughing


lombricoferoce - 06 Ott 2015 09:55 am
Oggetto:
Questa non l'avevo mai vista Mr. Green
Bella. Very Happy
E_656 - 10 Ott 2015 01:01 pm
Oggetto:
Grazie Franco!
All'inizio non ero molto attratto dalle motociclette Schuco, ma poi ne ho apprezzato i meccanismi particolari.
Oggi vi presento una Schuco Ingenico 5311 Cabrio (scala 1/18 ), immersa nei colori dell'autunno.
Modello molto rappresentativo della casa tedesca e ambito da ogni collezionista.
Il movimento è elettrico (pile), si "guida"con un cavetto munito di volante da inserire nella apposita presa posta nell'abitacolo.
Richiama nella realtà una Buick di metà anni '50 coeva al modello.


fantasmak - 10 Ott 2015 03:25 pm
Oggetto:
Bella,molto bella.

E quel foro sul cofano, a cosa serve?.

Guido.
E_656 - 10 Ott 2015 03:57 pm
Oggetto:
Grazie Guido!
Nel foro sul cofano si inserisce un fregio (simile anche sulle Buick vere) che gira a seconda della direzione delle ruote anteriori.
Non l'ho portato con me per evitare un malaugurato suo smarrimento tra le frasche!

Laughing
fantasmak - 10 Ott 2015 05:27 pm
Oggetto:
Grazie Giuseppe. Very Happy

Guido.
diablo - 10 Ott 2015 07:43 pm
Oggetto:

E_656 - 27 Ott 2015 11:04 pm
Oggetto:
Una Schuco quasi obsoleta -devo attendere il 2016!- Very Happy
Mercedes 170V della radio(tv) bavarese, scala 1/18.
Il set contiene anche un cameraman con relativa camera e treppiede.


fantasmak - 27 Ott 2015 11:48 pm
Oggetto:
Di tutto e di piu'.Incredibile. Molto bella anche questa.

Guido
E_656 - 28 Ott 2015 09:04 am
Oggetto:
Grazie Guido: la tua benevolenza va premiata! Very Happy

Ti dedico questa Porsche 917 Schuco. (1971-72)
Scala 1/16 circa: motore elettrico, caratteristica la possibilità, pigiando l'acceleratore all'interno dell'abitacolo, di sentire il rombo del piccolo bolide.
Credo abbia fatto la felicità di parecchi ragazzini ai suoi tempi! Cool


fantasmak - 28 Ott 2015 09:09 am
Oggetto:
Grazie Giuseppe. Very Happy Very Happy Very Happy

Anche questa "Troppa roba".

Guido
lombricoferoce - 28 Ott 2015 11:31 pm
Oggetto:
Questi giocattoli .... continuano a far contenta la gente, nevvero Giuseppe? Very Happy
E_656 - 03 Nov 2015 06:31 pm
Oggetto:
E soprattutto fanno contento me! Laughing

Oggi un modello particolare: una Vera "Spiro" di costruzione francese.
Carica a molla con tubicino per l'attacco di una pompetta per lo sterzo a distanza, uguale a quello visto sulle Chad Valley d'Oltremanica che ho mostrato tempo fa.
Anche senza l'accessorio sopracitato, lo sterzo può esser vincolato su tre posizioni tramite la leva sul fondino...


fantasmak - 03 Nov 2015 07:03 pm
Oggetto:
Molto affascinanti questi modelli che si muovevano e sterzavano anche senza l'ausilio dell'elettronica.

Guido
lombricoferoce - 03 Nov 2015 10:03 pm
Oggetto:
Mai vista, Shocked paticamente un triciclo, potresti dilungarti un po' nelle spiegazioni sul funzionamento, non c'ho capito molto. L'unica ruota è sterzante, giusto? E le si può far fare dei percorsi "obbligati"?


Comunque beccatti
E_656 - 04 Nov 2015 12:08 am
Oggetto:
La ruota anteriore è sterzante, sul tubo di scappamento si infila un tubicino di gomma con un terminale a pompetta, schiacciando la medesima un altro palloncino sposta un alberino collegato alla ruota anteriore, sicchè cambia direzione...

In ogni caso, anche non avendo la pompetta, basta spostare la leva posta sul fondino e bloccarla con l'apposito fermo in una delle tre posizioni possibili (destra, centro e sinistra) affinchè il modellino -una volta caricata la molla- proceda nella direzione desiderata.
La caratteristica ruota singola anteriore crea l'effetto di inclinarla in curva come al vero.

Non segue percorsi obbligati come altri modellini... Come ad esempio la tua fantastica SAFAR... (Che cerco sempre in rete!) Smile felice 3
lombricoferoce - 04 Nov 2015 10:31 pm
Oggetto:
È la Safar ... Non ho mai avuto il coraggio di lasciarla libera di muoversi usando i dischi per impostare il percorso, veramente ho solo provato, a suo tempo, sono passati 20 anni, se giravano le ruote dopo averla caricata. Ho paura di rovinarla, non è latta e se sbatte la vernice salta. Vedrai che riuscirai a trovarne una, merita.
Embarassed
E_656 - 14 Nov 2015 06:13 pm
Oggetto:
Ancora niente Safar all'orizzonte...
In compenso son riuscito finalmente a trovare un'ottima Opel Doktorwagen con capote, l'unica che mi mancava per completare la serie Oldtimer Schuco...


fantasmak - 14 Nov 2015 07:08 pm
Oggetto:
Molto interessante il fatto che la capote si possa richiudere.(Come in altri modelli della serie,mi sembra).

Guido
E_656 - 14 Nov 2015 07:56 pm
Oggetto:
L'altra Oldtimer con la capote è la Mercedes bianca, però non ha meccanismi per azionarla.
Viceversa l'Opel ha un azionamento meccanico collegato al "motore" che si attiva agendo su un pulsante posto sul lato destro del modello.
lombricoferoce - 14 Nov 2015 09:36 pm
Oggetto:
Come, come? Spiegati meglio, io pensavo che si dovesse attivare a manina.

Comunque, tra tutte quelle che mi hai fatto venir la voglia di comperare, perchè sei stato tu ad innescara la caccia, ... preferisco la Mercedes.

Ciao Very Happy
fantasmak - 14 Nov 2015 10:58 pm
Oggetto:
Anch'io. Shocked Shocked

Guido
E_656 - 14 Nov 2015 11:58 pm
Oggetto:
lombricoferoce ha scritto:
Come, come? Spiegati meglio, io pensavo che si dovesse attivare a manina.


Un'immagine vale più di cento parole:



Con la freccia (che si vede pochissimo! ) è indicato il pulsante su cui agire.
diablo - 15 Nov 2015 01:04 am
Oggetto:
Ruotando a dx si chiude mentre a sx si apre, giusto? Very Happy
lombricoferoce - 15 Nov 2015 06:28 am
Oggetto:
E_656 ha scritto:
lombricoferoce ha scritto:
Come, come? Spiegati meglio, io pensavo che si dovesse attivare a manina.


Un'immagine vale più di cento parole:



Con la freccia (che si vede pochissimo! ) è indicato il pulsante su cui agire.



Questo l'avevo capito ma non ho capito se si sgancia da solo andando avanti. E' così? Very Happy

Tu potresti dirmi prova e avresti ragione ma ....
E_656 - 15 Nov 2015 09:47 am
Oggetto:
Vediamo se riesco a spiegarmi:
con la molla carica se si pigia il pulsante la capote si estende in avanti sino a fine corsa... Viceversa, estraendo il pulsante, la medesima tornerà a richiudersi...
Ma temo di non aver io ancora capito il quesito... Embarassed
In ogni caso la capote si muove solo se noi azioniamo il suo comando, altrimenti rimane così com'è anche se l'auto avanza.
diablo - 15 Nov 2015 11:03 am
Oggetto:
Giuseppe, realizza un breve filmato e tutto sarà chiaro ... Very Happy
lombricoferoce - 15 Nov 2015 10:09 pm
Oggetto:
E_656 ha scritto:
Vediamo se riesco a spiegarmi:
con la molla carica se si pigia il pulsante la capote si estende in avanti sino a fine corsa... Viceversa, estraendo il pulsante, la medesima tornerà a richiudersi...
Ma temo di non aver io ancora capito il quesito... Embarassed
In ogni caso la capote si muove solo se noi azioniamo il suo comando, altrimenti rimane così com'è anche se l'auto avanza.


Ora sei stato chiaro, domani provo.
E_656 - 20 Nov 2015 11:07 pm
Oggetto:
Hai provato? Wink

Oggi due vecchie Schuco, già protagoniste del video che ho postato tempo fa: la prima è una Examico del periodo bellico, carica a molla, 4 marce avanti più R, la seconda del dopoguerra è un'Akustico con il classico clacson-cicalino...
Tutte e due ben protette dall'orsetto Tricky, sempre della Schuco... Mr. Green


E_656 - 25 Nov 2015 01:49 pm
Oggetto:
Passiamo alla Distler, al secondo dopoguerra e ad uno dei suoi prodotti più diffusi e conosciuti: la classica "pista" per far sgranchire i modellini a molla senza il rischio che si infilino sotto il letto, i mobili o in bocca al gatto!
Di questi tracciati in lamiera se ne produssero parecchi, molto simili tra loro, oltre a Distler, Marx, Technofix ed altri...
I "binari" si incastrano tra loro a formare il classico "otto".
Le auto sono provviste di paraurti respingenti che ne invertono il senso di marcia ad ogni collisione...


E_656 - 26 Nov 2015 10:12 pm
Oggetto:
Qualche "Baukasten" della Schuco...
Questa è la classica Mercedes da gran premio.
Scatola denominata "Studio" in quanto prima della serie, le successive saranno in sequenza "Studio II", "Studio III" und so weiter...
Il modello corredato di una sorta di doppio foglio di quotidiano è datato 1986.


lombricoferoce - 27 Nov 2015 08:57 am
Oggetto:
Ma quante belle cosine ……… un plauso particolare alla confezione della Distler ma son ... tutte .... delle vere kleines Wunder !
E_656 - 27 Nov 2015 12:56 pm
Oggetto:
Very Happy La serie continua!

Schuco Studio II e Studio III.
Quest'ultima in serie numerata e addirittura con lo scontrino originale...
"Vi ha servito il Signor Hoffmann" Che qui ringrazio!


lombricoferoce - 27 Nov 2015 01:51 pm
Oggetto:
Caspita! 179 e rotti marchi, 5 febbraio del 2000, non erano pochi soldi Shocked Ho capito che ci sono le figuren per altro molto belline .... ma caspiterinen o meglio ... Donner, Blitz und Wetter. Non ricordo quanto ho pagato all'epoca la W196 pure in edizione limitata (Hermann gp Reims 1954) ma non credo così tanto.

Ti sembrerà strano ma quando ero piccolo ed avevo solo la Mercedes W125 (che mi sembrava pesasse una tonnellata) quello che mi affascinava erano le ruote o meglio i cerchi con i raggi di 2 colori, rossi o blu ed il relativo galletto. Spesso cambiavo i colori. Very Happy
diablo - 27 Nov 2015 02:26 pm
Oggetto:
Signor Hoffmann, ha anche la Schuco Studio I ??


E_656 - 27 Nov 2015 06:44 pm
Oggetto:
@Franco: Tu quando eri piccolo, io adesso che son un ominide di 185x100x50 Laughing mi diverto a fare il pit stop e a cambiare il verso ai cerchioni... Blu, rosso, blu e rosso insieme!
Il prezzo ha stupito anche me... 180 DM erano e sarebbero ancor oggi una bella cifra!

@Max: Herr Hoffmann ha già venduto l'ultima Studio ad un locomotore italiano un po' bislacco che ha avuto cura di pubblicarne le immagini nella pagina precedente a questa!

Tra una Studio e l'altra ci vuole l'intervallo con merenda e quindi un breve ludico interludio:
"Das grosse Piccolo Rennen", un giochino da tavolo come quelli di una volta (gioco dell'oca), con penalità, incidenti e tanti cavalli al posto degli starnazzanti volatili.
Fino a 4 giocatori e relativi modellini della serie "Piccolo"...
Il primo che esce indenne da forature, incidenti e sportellate diviene l'Hamilton della situazione.
Il gioco è molto semplice... Ma se ci scommettete sopra qualche modellino, vi assicuro che l'adrenalina scorre a fiumi ad ogni lancio di dadi! Very Happy


diablo - 27 Nov 2015 06:55 pm
Oggetto:
Guarda come si diverte a farci soffrire!! Mr. Green
E_656 - 28 Nov 2015 11:33 am
Oggetto:
E' un dolce soffrire! Very Happy

Orsù ragazzi, riprende lo Studio!
Si riprende dalla Studio IV (Bugatti) in edizione speciale con due penne in lacca e inchiostro che non poteva che fregiarsi del marchio Gutenberg!
Non è che mi entusiasmino troppo gli oggetti allegati che poco c'azzeccano col modello, ma tant'è.
E poi finiamo con la Studio V (Mercedes SSK).
La Studio VI ebbi già modo di mostrarvela qui:

http://amgmodels.mastertopforum.com/6-vt5681.html?postdays=0&postorder=asc&start=79



E_656 - 28 Nov 2015 06:05 pm
Oggetto:
E per finire con le scatole...
Schuco Grand Prix 1075 con Ferrari GP inclusa. Mr. Green


lombricoferoce - 29 Nov 2015 08:10 am
Oggetto:
Di queste Schuco, Bugatti e Mercedes non mi hanno al tempo entusiasmato; la confezione con penna ed inchiostro "nonostante tutto" è simpatica e particolare. La cicciotta Ferrari F2 invece è proprio bella anche se la mia scelta si rivolse ad una grigio Mercedes (in scatola piccola), non chiedermi il perchè ... mi piace di più.

Vedo che in una confezione ci sono più gomme, (mettevano anche quelle da pioggia) ma ne vedo 4 sciolte, hai in mente di partecipare a qualche Grand Prix?


Non ti farò più nè complimentei né esprimerò il mio stupore, seppur genuino, per la tua stupenda collezione di latticini.
Non voglio correre il rischio di farti addormentare, facendoti leggere sempre la solita solfa.

Ma un applausino piccolo non posso non farlo. E se mi scappa ... mi scappa! Anche perchè mi fai sentire meno solo, ho notato le tue misure abbastanza simili alle mie, sono 1,88 senza tacchi e ... stando dritto ... ma per il resto .... corrisponde.

Smile felice
E_656 - 29 Nov 2015 04:15 pm
Oggetto:
Gli apprezzamenti e -perchè no- le critiche fanno sempre piacere... Eppoi soffro d'insonnia! Mr. Green
Riguardo all'aspetto: disloco una stazza di un centinaio di chili (non la salsa messicana!)... Mal distribuiti sulle spalle cadenti... Confused
Riguardo a Franco me lo immagino per aspetto e sarcasmo pungente come un Jeremy Clarkson nostrano! Mr. Green

Bando alle facezie e vi faccio concludere la scorpacciata di latticini (il calcio fa bene alle ossa, sino a quando uno bene assestato non le rompe!) con le altre Schuco Studio "sfuse".
L'ultima arrivata è la Studio VII Mercedes Benz W196 Monoposto in un brillante rosso Ferrari -per pareggiare i conti con la Ferrari argentea di Franco!- Laughing


diablo - 29 Nov 2015 11:59 pm
Oggetto:
Questi modelli avranno pure il loro fascino, ma sono davvero bruttini! Mr. Green
E_656 - 30 Nov 2015 08:49 am
Oggetto:
In effetti i modelli in latta non hanno la fedeltà di linee di un die-cast...
Infatti all'inizio ero un po' prevenuto, ma dopo aver girato la prima molla di carica è scattata un'altra molla che mi ha spinto verso i "brutti anatroccoli"... Very Happy
E_656 - 02 Dic 2015 05:46 pm
Oggetto:
Non so come ho rinvenuto un vecchio caro ricordo...
Un piccolo battello che mi ha accompagnato in vari specchi d'acqua nella mia infanzia...
Ora ho scoperto che è un Michael Seidel dei mitici anni '60...
Ne ho rotto il timone, un mancorrente e mezzo e il salvagente che faceva da chiave per la carica della molla (che comunque funziona)...


diablo - 02 Dic 2015 11:29 pm
Oggetto:
In che scala è?
E_656 - 03 Dic 2015 12:12 am
Oggetto:
Non saprei, il modello reale non lo conosco, ma il giocattolo ha una lunghezza fuori tutto di 46 cm...
lombricoferoce - 03 Dic 2015 07:55 am
Oggetto:
Ciao Giuseppe, sulla fedeltà della latta mi permetto di dissentire, dipendeva dal produttore, spesso in quanto giocattoli i prodotti non badavano molto alla fedeltà anzi erano quasi delle simpatiche caricature ma non mancano giocattoli di latta che rispecchiavano in pieno le forme e le proporzioni del " modello" ispiratore. E non dipendeva dalla nazionalità. Diciamo anche che con l'evolversi della tecnica le cose son cambiate, mi riferisco ai primi giocattoli dell'800, già negli anni venti inoltrati del secolo scorso trovi delle opere ottime in quanto a fedeltà, non so se hai presente i mezzi militari tedeschi in latta? Sono dei capolavori. Ma casi del genere non erano poi così rari e negli anni 50 troviamo cose super. In merito alle scale, in quanto giocattoli non ne tenevano conto, spesso le dimensioni erano condizionate dalle scatole. Troviamo questo anche nei pressofusi come Dinky, Corgi e compagnia bella, che erano pure loro giocattoli. Questo per rispondere a Diablo, sono in bus e scrivere e scrivere e decisamente difficoltoso per le strade dell'altipiano, passo e chiudo. Dimenticavo bello il motoscafo, complimenti !

Servus
E_656 - 03 Dic 2015 12:41 pm
Oggetto:
Pienamente d'accordo, Franco! Cool
Diciamo che le Schuco Studio hanno il fascino del giocattolo nato per esser lasciato correre sul pavimento, grazie anche al loro particolare sistema di caricamento della molla posto sotto il fondino, in modo da non dover usare sempre la chiave...
Altri modelli hanno dato privilegio alle proporzioni ed alle linee.

Rimanendo a pelo d'acqua, finalmente mi sono impadronito di un pezzo che ho sempre dovuto lasciare per i prezzi decisamente elevati...
Schuco Record 5555, un fuoribordo con motorino elettrico. Da notare che lo scafo è il medesimo utilizzato per la Schuco Amphibio 5560.


lombricoferoce - 03 Dic 2015 06:47 pm
Oggetto:
Caspiterina! Che bello, in effetti alla prima occhiata l'avevo preso per un anfibio, com'è che funziona? A batteria? Stanno nel cofano anteriore? Very Happy Dai spiega per piacere, lo hai provato? Conoscendoti sicuramente sì.
Che maxi f ...... ta!!
With the complimet


E_656 - 03 Dic 2015 09:39 pm
Oggetto:
Grazie Franco! In effetti mi piace molto...
Le pile si sistemano sotto il cofano anteriore mentre il motore è posto sotto quello posteriore, un alberino lo collega all'unità fuoribordo che ne trasmette il moto.
L'avviamento si comanda girando il volante che funge da interruttore.

Quando posterò l'Amphibio, vedrai la somiglianza...

PS: non l'ho provato, se non a vuoto... Cool
diablo - 05 Dic 2015 12:03 am
Oggetto:
Mi associo ai complimenti di Franco Very Happy


E_656 - 09 Dic 2015 07:54 pm
Oggetto:
Grazie per gli apprezzamenti: in effetti è un bel giocattolone!
Come avevo accennato ecco la Schuco Amphibio (5560).
Ha molte parti in comune col modello precedente.
Fa fede al suo nome e può passare dal pavimento alla piscina con disinvoltura!


fantasmak - 09 Dic 2015 08:30 pm
Oggetto:
Bello ed interessante.La Schuco produceva sempre dei pezzi molto tecnologici.

Non c'è il timone?

Guido
E_656 - 09 Dic 2015 08:36 pm
Oggetto:
E' una domanda che mi son posto anche io, ma credo che le ruote anteriori in acqua, se opportunanente sterzate possano assolvere tale funzione...
Per quanto in contrasto con le "leggi" della nautica...
lombricoferoce - 10 Dic 2015 02:14 pm
Oggetto:
La Volkswagen typ. 166 usava le ruote per cambiare direzione in acqua, quindi niente di meno strano.

Bel pezzo. Very Happy
lombricoferoce - 14 Dic 2015 02:06 pm
Oggetto:
Ciao Giuseppe ho cancellato io le ultime due discussioni. La nuova arrivata senza neppure un ciao ci prende per "il Mercatino". Evil or Very Mad


Preciso che non è la mia congenita misoginia (sono convinto che una donna ha poco da spartire con la nostra passione ma mai dire mai) che ha vinto ma solo un po' di fastidio, mi spiego, quando si arriva da qualche parte, prima di far richieste, innazi tutto si saluta, poi se si vuole si dice chi si è e poi magari ci si informa su come fare per ottenere qualcosa.

Quindi chiedo venia per l'intrusione nel tuo nido ma è stato più forte di me, proprio perchè è zona tua. Very Happy

Che poi non comprendo chi si iscrive solo per avere un'informazione che potrebbe trovare facilmente nel web o ... chi si iscrive per il gusto di farlo e poi non partecipa.

Boh! Rolling Eyes
E_656 - 14 Dic 2015 02:30 pm
Oggetto:
Immaginavo che la "visita" avrebbe avuto questo epilogo! Laughing
Probabilmente cercava un consiglio per il regalo di Natale da fare al fidanzato o marito...
Solitamente è solo questo il motivo per cui le detentrici dei cromosomi a doppia X si appalesano in forum specializzati... Improvvide e fugaci come falene estive... Smile felice

Ovviamente nessuna intrusione da parte tua, in quanto sempre graditissimo ospite!
E_656 - 18 Dic 2015 08:43 pm
Oggetto:
Schuco 5508 Mercedes C111.
Modellone in plastica degli anni '70.
Nonostante non sia in nobile latta si difende bene, oltre alle aperture e al funzionamento a pile si fa notare per l'accensione dei fari anteriori a scomparsa.
Una bella soddisfazione per me, poichè anch'essa è venduta a prezzi secondo me troppo elevati per l'effettivo valore, per cui prima mi sono procurato una scocca "vuota", ma in ottimo stato di conservazione e poi un rottame con il resto funzionante: motore, luci e impianto elettrico...
Trasformatomi in novello Barnard ho effettuato il trapianto, rifatti i collegamenti e le saldature, con una trentina di euro ho risolto ritrovandomi un buon modello.



Interessante anche il modello reale, mosso da un Wankel a tre rotori.

https://it.wikipedia.org/wiki/Mercedes-Benz_C111
diablo - 19 Dic 2015 10:00 am
Oggetto:
Fantastica la Schuco Amphibio (5560)



P.S. Franco, mi sono perso qualcosa? Rolling Eyes Rolling Eyes
E_656 - 22 Dic 2015 06:29 pm
Oggetto:
Grazie Ragazzi! Wink

Tirata fuori dalla sua vetrina una Marklin Mercedes W154 Silberpfeil.
In presumibile scala 1/16 - 1/18


fantasmak - 22 Dic 2015 07:11 pm
Oggetto:


Giuseppe,mi stupisci sempre.

Guido
E_656 - 24 Dic 2015 02:39 pm
Oggetto:
Grazie Guido, a volte mi stupisco anche io nello scovare in rete giocattoli assolutamente geniali o modelli da non perdere... Che molto spesso devo lasciar dove sono perchè hanno prezzi da opere d'arte! Rolling Eyes

Schuco 4526: una sorta di "scuola guida" per futuri automobilisti.
I due modelli su carrozzeria Examico-Akustico sono privi di meccanismo, hanno solo lo sterzo. Nella corona del volante si inserisce una bacchetta telescopica -avete presente l'antenna della radio?- per poter dirigere l'automobilina in qualsiasi direzione. A corredo vari cartoncini per creare percorsi e un paio di cartelli stradali...


E_656 - 25 Dic 2015 01:57 pm
Oggetto:
Ecco il regalo di Natale che si è accaparrato il collezionista mio rivale (mio figlio!)
Schuco Radiant 5600: funzionamento a pile, accensione in sequenza dei motori, avanzamento lento e veloce e poi spegnimento a sequenza inversa dei motori. Oppure non in automatico si avvia e si guida con l'apposito accessorio.


diablo - 25 Dic 2015 06:03 pm
Oggetto:
Buon Natale Giuseppe e complimenti per gli ultimi acquisti. Wink

Ieri ho fotografato una vetrina di modelli a vapore, roba nuova ... e che prezzi!!
E_656 - 25 Dic 2015 06:35 pm
Oggetto:
Grazie Max e Buon Natale anche a te!
Se ti va mostra le foto... Sono molto curioso!
diablo - 25 Dic 2015 11:40 pm
Oggetto:
Ecco qualche foto ...
E_656 - 26 Dic 2015 10:30 am
Oggetto:
Che prezzi assurdi! Shocked
Avvicinarsi al vapore a queste condizioni non è possibile...
In rete si trovano a meno del 50%... A volte anche meno! Wink

Grazie per le foto, Max! Cool
diablo - 26 Dic 2015 11:38 am
Oggetto:
Giuseppe,
il negozio è il Franz Carl Weber sulla Bahnhofstrasse a Zurigo. la strada della moda e del lusso, quindi prezzi più che "giustificati"

Ho fatto anche qualche foto al reparto treni ... Mr. Green
E_656 - 26 Dic 2015 02:58 pm
Oggetto:
Bahnhofstrasse... Zurigo.
Allora capisco!
A Zurigo c'ho dormito una notte: in un parco dentro l'auto (a 20 anni ci sta!)

PS: son gradite anche le foto dei trenini!
Razz
lombricoferoce - 26 Dic 2015 04:08 pm
Oggetto:
Sai Giuseppe, se c'è una cosa che ti invidio .... è la passione che ha tuo figlio.


@Diablo: difficile vedere dalle mie parti negozi così. Crying or Very sad
E_656 - 26 Dic 2015 04:37 pm
Oggetto:
E pensare che è stato lui ad avvicinarmi agli obsoleti e alle Schuco...
Aveva 9 anni e comprò il suo primo modello "vetusto"... Da lì è stata la classica palla di neve che diviene valanga!
Poi acquistò una Schuco Examico... Il resto è storia. Cool
diablo - 27 Dic 2015 12:39 am
Oggetto:
Giuseppe, eccoti accontentato ...
E_656 - 27 Dic 2015 08:58 pm
Oggetto:
Mi stropiccio gli occhi come un infante!
Quanta bella roba... Ci fossero negozi così anche da noi!
E poi avere un bel portafoglio pieno di bigliettoni... Mi andrebbe bene anche la carta di credito! Laughing

Torno coi piedi per terra, solo per un attimo per mostrarvi un Boeing 707 della Schuco... Anch'esso con carica a molla.


E_656 - 15 Gen 2016 10:32 pm
Oggetto:
Di questo non avevo proprio notizie!
Anche in rete non ho trovato molte foto, ma leggendo sulla scatola si capisce la destinazione d'uso adatta per "bambini sino a 6 anni".
Rientrando a pieno titolo nella categoria me lo sono accaparrato!
Il meccanismo a molla è sigillato dentro la scocca in plastica e la chiave non è estraibile per ovvi motivi.
Il movimento è molto lento, tale da consentire al pargolo di poter seguire il giocattolo anche gattonando.
Insomma, il colore è ridicolo, le forme pure, ma per un collezionista è una chicca: Schuco Baby!



lombricoferoce - 16 Gen 2016 01:55 am
Oggetto:
Questa poi ... Razz Simpatico

Ad esser sincero anch'io ho un due cosette "fuori ordinanza". Embarassed
diablo - 16 Gen 2016 07:24 pm
Oggetto:
Davvero simpatico! Very Happy


fantasmak - 17 Gen 2016 03:31 pm
Oggetto:
Cocolo (in piovarolese,simpatico in italico) Wink Wink

Guido
E_656 - 20 Gen 2016 11:35 am
Oggetto:
Mi trovate tutti d'accordo, un pezzo decisamente simpatico e "sui generis". Wink

Oggi vi mostro una DUX Mercedes 300 SL

Sterzante, carica a molla, l'inversione di marcia avviene spostando lateralmente l'asse posteriore.



L'auto reale:



Non ho trovato molte notizie sulla DUX facente parte della Markes & Co. fondata nel 1904 da Karl Markes a Ludenscheid.
Aveva anche una sezione dedicata a proiettori, lanterne magiche ed episcopi (ne ho uno solo).
lombricoferoce - 20 Gen 2016 05:58 pm
Oggetto:
Caspita, piuttosto difficilotto trovare un DUX e quando si trova ....


inutile fare commenti.

La Mercedes-Benz W194 è del 1952 quindi il latticino su per giù sarà vecchio come Guido ..... anche se lo trovo decisamente più affascinante. Facciamo cambio? Un fantasmak funzionante per il Dux e mi dai 1,37 euro di resto.

4__3_2

http://www.historytoy.com/dux-toys-vehicles-construction-kit-cars#.Vp-_Usaf5Bl
non so se hai visto ....


fantasmak - 20 Gen 2016 09:05 pm
Oggetto:
Lombrix,perchè mi metti sempre in mezzo:lo sai che sono schivo,riservato,introverso ecc.ecc. Mr. Green Mr. Green


Guido
lombricoferoce - 20 Gen 2016 09:42 pm
Oggetto:
Appunto Rolling Eyes
E_656 - 20 Gen 2016 10:01 pm
Oggetto:
Laughing Se il buon fantasmak si accontenta di un po' d'olio alle giunture, di rimanere in vetrina ed ogni tanto dopo avergli dato la carica farsi un giretto... Possiamo metterci d'accordo. Laughing Laughing

PS: oggi mi avevi chiesto 100€ di resto, ma ora con 1,37€ posso pensarci! Very Happy


I set DUX... Averli! Hanno le carrozzerie intercambiabili e sono una sciccheria...
lombricoferoce - 20 Gen 2016 10:03 pm
Oggetto:
Cento erano troppi anche per un usato sicuro ho guardato le valutazioni e ....
E_656 - 28 Gen 2016 06:52 pm
Oggetto:
Un modello anch'esso tedesco: la JNF Super.
Carica a molla, ruote sterzanti tramite la rotella presente sopra la griglia del radiatore, la leva al finestrino posteriore comanda le marce, quella anteriore la velocità...
Inoltre con una chiave è possibile bloccare l'auto per evitare che ci si giochi in assenza del proprietario... La serratura è posta sul lato sinistro.




Joseph Neuhierl Fürth (JNF):

Dopo la laurea e la sua partecipazione alla guerra, nel 1920 a Norimberga intraprese la produzione di giocattoli.
Nel 1934 si trasferisce a Fürth.
All'inizio furono prodotte principalmente auto, auto da corsa, camion e aerei. Durante gli anni della guerra produsse anche mezzi militari.
Alla conclusione della medesima i locali dell'azienda furono sequestrati dagli americani, compresi tutti gli impianti. La produzione si interruppe per più di due anni fino a quando un nuovo edificio potè essere acquistato. Nel 1955, alla morte di Joseph, il figlio Hermann Neuhierl insieme alla madre Frieda prese le redini dell'azienda.
I modelli Neuhierl nel dopoguerra erano considerati molto realistici. Degli stessi modelli furono prodotti diverse versioni per fascia di prezzo. Alla fine degli anni '50, venne avviata la produzione dei primi modelli di plastica. Seguirono anche kit di montaggio. Dopo un soggiorno in America a Hermann venne l'idea per una pista elettrica: nacque così la pista Carrera.
La produzione di giocattoli in metallo e plastica venne quindi abbandonata a favore della sopracitata pista.
Nel 1972 il nome della società fu cambiato in Carrera SPIELWARENFABRIK Neuhierl GmbH & Co. KG.
diablo - 28 Gen 2016 07:58 pm
Oggetto:
Che dimensioni ha il modello?


E_656 - 28 Gen 2016 09:25 pm
Oggetto:
Circa 19 cm. Quindi un presumibile 1/24.
Non riesco ad associarlo ad un modello reale...
lombricoferoce - 29 Gen 2016 12:26 pm
Oggetto:
Il giocattolo è decisamente bello ma grazie per le info sul marchio.
E_656 - 01 Feb 2016 11:58 am
Oggetto:
Un altro mio pallino sono le piste di latta...
Un esempio questa Technofix 269 "Rennbahn" proposta in due versioni: "civile" e da corsa. Vi propongo quest'ultima in quanto completa.
Della prima mi manca la scatola e le auto, al posto dello starter con la bandiera a scacchi, c'è un vigile.
Il tracciato è il classico "8" la leva posta sotto l'incrocio sblocca l'auto ferma presso il medesimo e pone il figurino in posizione consona al "via libera"...


lombricoferoce - 01 Feb 2016 01:20 pm
Oggetto:
Shocked no comment Embarassed

Eh la Technofix. Ho un amico he li ha tutti da quando son nati, noi queste piste le chiamiamo “i mondi”. Spesso sono delle vere e proprie “genialate”. Da piccolo ne avevo una non di latta, non ricordo quale … e mi incantava.

1_4_2
E_656 - 07 Feb 2016 01:31 pm
Oggetto:
Spero di riuscire di completare anche la pista urbana, se riuscirò a trovare le auto adatte...

Altra pista: Louis Marx "Streamline Speedway".
C'ho messo parecchio a trovarne una che rispettasse i miei criteri: completa, funzionante e a prezzo conveniente.
Ma alla fine... Cool
Ho anche altre automobiline, messe meglio, ma non perfettamente funzionanti.
Hanno la caratteristica che ad ogni urto invertono il senso di marcia.


E_656 - 14 Feb 2016 04:15 pm
Oggetto:
Da Automotoretrò un ottimo acquisto...
Vi ricordate il francese dal quale due anni fa acquistai la mia prima Prameta a prezzo irrisorio poichè non marciante? Salvo poi scoprire che era solo una forcina per capelli infilata nel meccanismo a bloccarla? Mr. Green
Bene... Dopo una prima ricognizione, mio figlio adocchia la preda -una Schuco Admiral-... Ma visti un po' i prezzi in giro non ha quasi il coraggio di chiedere... Ad una seconda ricognizione ed assente il titolare per il pranzo, approfittiamo della solitaria presenza della gentile consorte per sferrare un attacco a sorpresa, sfoggiando il mio pessimo francese, prima la distraiamo chiedendo il prezzo di due Solido 1/43 (già il fatto che avesse dovuto contattare col cellulare il marito, giocava a nostro favore...) poi ottenuto il disorientamento della preda con un attacco su due fronti chiedo per la Schuco... Un po' titubante ed accerchiata risponde "51"... Guarda più volte il codice sotto il fondino, non è sicura, ma forse non vuole disturbare nuovamente il marito... Per cui conferma "51"...
"Madame, vous pouvez cinquante s'il vous plaît?" E' così fu...
"Merci madame, a la prochaine!" Cool
Modello perfettamente funzionante e provvisto di pile...



lombricoferoce - 14 Feb 2016 05:29 pm
Oggetto:
Scommetto che ti stanno ancora cercando per circonvenzione di moglie sola 4__3_2

Bel colpo e molto bella veramente! E mi piace molto il colore.
E_656 - 14 Feb 2016 05:48 pm
Oggetto:
Vero! Laughing
Infatti negli altri giri ci siamo tenuti ben lontani dal suo banco! Mr. Green
Avrà detto: "Aah... Les italiens!"
E_656 - 20 Feb 2016 05:56 pm
Oggetto:
Scovata su eBay:

Vauxhall Velox (Victory Industries).
Il motore era perfettamente funzionante, ma il resto era un po' conciato: la plastica col tempo assume le forme più bizzarre.
Smontata e rimodellata col phon, ugualmente le superfici "vetrate".
Ora gira contenta e "in forma". Mr. Green


diablo - 20 Feb 2016 06:10 pm
Oggetto:
Ma era così conciata male?? Very Happy
fantasmak - 20 Feb 2016 06:33 pm
Oggetto:
Bellissima,non l'ho vista com'era conciata prima,ma ora sembra perfetta.

Guido.
E_656 - 21 Feb 2016 12:18 pm
Oggetto:
Beh, non era irrecuperabile, ma ad esempio i finestrini eran totalmente rientrati, la scocca l'ho "stirata" di un buon centimetro e i fianchi curvi all'interno bloccavano le ruote...

Oggi un trittico di Schuco Radio 5000 con garage 1500.
Le auto hanno oltre il meccanismo di movimento anche un carillon.
Per i garage: tirando la cordicella del telefono si aprono le porte, appena l'auto entra al suo interno e urta il fondo dello stesso, le medesime si chiudono.
Tirando nuovamente la cordicella il meccanismo dà una spinta al modellino aprendo contemporaneamente i battenti...
Con alcuni modelli Schuco -1750 e Kommando ad esempio- il sistema si completa con il paraurti dell'auto che inverte la marcia della medesima dopo l'urto.


diablo - 21 Feb 2016 01:40 pm
Oggetto:

fantasmak - 21 Feb 2016 07:07 pm
Oggetto:
Shocked Shocked Shocked Giuseppe,mi stupisci ogni giorno di più.

Guido.
E_656 - 24 Feb 2016 11:58 am
Oggetto:
Grazie per la vostra gradita attenzione! Wink

Semplice semplice: una Schuco 1088 Motex.
Meccanismo a molla con carica a chiave oppure con una sorta di retrocarica con volano posto sotto il fondino.


lombricoferoce - 24 Feb 2016 05:22 pm
Oggetto:
Io mi stupirei se non mi/ci stupissi Smile felice 3

Hai fatto un lavoro splendido di "stiratura"!

Hai le manine sante, eh? Smile felice 3
E_656 - 08 Mar 2016 09:05 am
Oggetto:
Ed io mi stupisco di stupirvi! Very Happy

La stiratura dei modelli dà molta più soddisfazione di quella delle camicie! Mr. Green

Dalla Germania "povera" questa Goliath M510 della MS Brandenburg.
Carica a molla e avantreno sterzante, provvista anche di freno. Per cui non disprezzabile anche se DDR...


lombricoferoce - 08 Mar 2016 08:20 pm
Oggetto:
Così a bruciapelo mi ricorda una fabbrica di aerei da caccia e ricognizione sia idro che terrestri della prima guerra, tedeschi ovviamente .. ma in servizio anche nelle k.u.k. Kriegsmarine e k.u.k. Luftfahrtruppen, sempre se non ricordo male ... ma sicuramente non c'entra un piffero ....

Marchio a me sconosciuto fino ad oggi Very Happy non male per essere fatto in DDR/GDR, ho cercato e ho visto che le quotazioni sono molto buone, ma notizie non ne ho trovate, mi salta fuori una nave.

Marchio che ha fatto parecchia "roba" finendo inevitabilmente nella plastica. Hai notizie?

Molto interessante è sullo stile della latta americana di quel periodo. Mi piace
E_656 - 08 Mar 2016 08:55 pm
Oggetto:
Franco, ne avevamo parlato qui della MS Brandenburg... Anzi mi avevi trovato tu stesso delle notizie.

http://amgmodels.mastertopforum.com/successivo-vt5586.html?postdays=0&postorder=asc&start=134

Il modello richiama le berlinone americane... Eppure se avessero fatto una Trabant sarebbe stato carino!
lombricoferoce - 08 Mar 2016 10:19 pm
Oggetto:
Shocked che figura di SCHEIßE e no che non me lo ricordavo. Shocked

Mah! Colpa di Guido Rolling Eyes
E_656 - 10 Mar 2016 09:48 am
Oggetto:
Vedi Franco, chi conosce tanti argomenti è facile che si scordi di averli menzionati...
Per me, che ho gli "scaffali vuoti", ritrovar qualcosa nella libreria della memoria... E' un attimo! Wink

Un altro Technofix, per l'esattezza il "Grand prix" (302).


lombricoferoce - 10 Mar 2016 11:30 am
Oggetto:
Grazie per non infierire Very Happy

Sempre ingegnosi e belli i “mondi” della Technofix ... e … cari; qui siamo agli inizi degli anni sessanta.
La rossa è chiaramente un’Abarth, ha il posteriore che si ispira alla 750 bialbero, la numero 3 ha il posteriore della Porsche 356 e anche la numero 2 sembra un’Abarth (?).

https://www.youtube.com/watch?v=G_Ta5a0LRQ4



E_656 - 14 Mar 2016 04:05 pm
Oggetto:
Avevo solo individuato la Porsche N°3 -e già immaginavo Guido!-... Very Happy

Un modello molto semplice nelle linee, ma molto d'effetto nelle generose dimensioni (30 cm).

Märklin Mercedes W196 (1954)


lombricoferoce - 14 Mar 2016 04:38 pm
Oggetto:
Ciao Giuseppe devo fare una confessione per quanto i Märklin ... giocattoli siano interessanti non sono mai stato un loro fan. E sai perchè? Le viti. Le trovo orribbilli mi ricordano sempre la creatura inventata da Mary Godwin e così ben interpretata da Boris Karloff .... ciò non toglie che se ne trovo uno alla mia portata lo catturo. Questa W 196 si salva abbastanza e la trovo bella.

Smile felice 2
E_656 - 14 Mar 2016 05:07 pm
Oggetto:
Hai ragione sull'estetica, ma fa parte della loro caratteristica peculiare: si possono smontare nei loro componenti e se non ricordo male venivano venduti in scatola di montaggio come una sorta di meccano.
Io c'ho fatto l'abitudine e le viti non le vedo nemmeno! Very Happy
lombricoferoce - 14 Mar 2016 08:49 pm
Oggetto:
Lo so Very Happy
E_656 - 20 Mar 2016 11:33 am
Oggetto:
Un simpatico CKO Feuerwehr K-350.
Prodotto dal 1930 al '50.
Il mio dovrebbe essere l'ultima serie essendo "Made in U.S. Zone Germany"
Carica a molla e campanello. Lunghezza 17 cm.


diablo - 20 Mar 2016 11:46 am
Oggetto:
Allora non solo Schuco e Märklin ...


lombricoferoce - 20 Mar 2016 07:47 pm
Oggetto:
Bello, bello bello, mi piace mi piace e mi piace e molto, da qualche parte in mezzo ai miei latticini ho scritto qualcosa sulla US zone che ovviamente non ricordo .... 2_3_1 probabilmente tra le MB della Arnold .... forse.

Potresti dire ma perchè non cerchi? Già perchè? Smile felice 2


E_656 - 21 Mar 2016 09:38 am
Oggetto:
@Max... Ho cominciato con Schuco, ma farsi tentare da altri marchi è un attimo! Laughing

@Franco: immaginavo incontrasse i tuoi favori, visto i tanti mezzi antincendio che possiedi!
Riguardo al "made in U.S. Zone" ho trovato nei miei appunti uno stralcio che dallo stile credo sia farina del tuo sacco e che cito:

"Dal 1945 al 1949 prima della nascita della "Repubblica federale di Germania" è stata utilizzata senza una precisa regola la dicitura "Made in Germany”; a questa si affiancava il "Made in Germany - US-Zone" che era normalmente limitata a prodotti tecnici di alta qualità, come ad esempio lenti o prodotti anche per uso militare, o prodotti su cui erano state applicate le restrizioni all'esportazione. Ma come vediamo la dicitura veniva usata un po' su tutto, giocattoli compresi.

Dal 1949, fino ad oggi il "Made in Germany" è stato usato nuovamente ma dal 1952/1955 ad esso fu spesso preferita la dicitura "Made in Western-Germany" o "Made in West-Germany". Era in modo per distinguere chiaramente i prodotti della Bundesrepublik Deutschland o BRD (Germania ovest) da quelli della Deutsche Demokratische Republik (DDR o GDR German Democratic Republic - Germania orientale dal 7 ottobre 1949 al 1990).
Ma la cosa non era obbligatoria.
Il "West-Germany" è diventato obsoleto nel 1990.
In questi giorni il "Made in Germany" è comunemente sostituito da "Made in EU".

Esistevano anche i meno conosciuti “Made in Germany - British zone” ed il “Made in Germany - French zone”

Forse non tutti sono al corrente che dopo il 1945 oltre alle 4 zone di occupazione (USA, UK, Francia e URSS) ne esistevano altre due appartenenti al Belgio ed al Lussemburgo.
La zona belga si trovava nella parte britannica e consisteva in un corridoio che andava dal confine belga-tedesco al margine della zona sovietica, compresa la città di Colonia, il Belgio vi rinunciò nel 1946.
Dal novembre 1945 al 1955, all'esercito lussemburghese fu assegnata una zona all'interno del settore francese. La forza consisteva in due battaglioni di stanza a Bitburg (2° battaglione di fanteria) e a Saarburg (1° battaglione)

Mi è venuta in mente una frase detta da Andreotti che condivido e che più o meno suonava così: “ … mi piace talmente tanto la Germania che preferivo quando ce n'erano due.”
lombricoferoce - 21 Mar 2016 12:03 pm
Oggetto:
Sì, sì riconosco la farina Very Happy grazie Giuseppe Very Happy
E_656 - 05 Apr 2016 11:11 am
Oggetto:
Se un prodotto ha successo, fioriscono le imitazioni.
Anche Schuco ha avuto copie più o meno "sfacciate" dei suoi modelli più venduti: in Svizzera con la "Jibby", in Danimarca con Tekno, in Gran Bretagna (senza marchi ufficiali) e credo senza licenze...
Ne ho qualcuno e le somiglianze a volte sono eclatanti.
In questo caso la copia è "soft"... La carrozzeria è in plastica, il fondino in latta, il meccanismo è pari a quello a 4 marce avanti + R delle Schuco Examico.
E' la svedese GM modello Sport.
(Non ho trovato notizie sul produttore...)



lombricoferoce - 05 Apr 2016 04:29 pm
Oggetto:
4_3_2_1
E_656 - 06 Apr 2016 11:10 am
Oggetto:
Grazie Franco per la tua attenzione che spero di carpire ulteriormente con altri casi di "copia e incolla"...

Anche Tekno si è prodotta in una gemella della Schuco "Mirako 1001" in produzione dal '51 al '66.
La "Mirako" come la "Wende Auto" -per intenderci- è quella che non cade mai dal tavolo...
La Tekno venne denominata "Gyro Bil" e aveva un meccanismo semplificato a frizione.


lombricoferoce - 06 Apr 2016 06:56 pm
Oggetto:
Non ci sono dubbi sulla clonazione Laughing chissà se la Schuco dava la sua benedizione. Certo che quest'ultima aveva una fantasia nel battezzare le proprie creature ... Mirakocar sembra un protagonista di qualche famigerato film dell'orrore Laughing
diablo - 06 Apr 2016 07:06 pm
Oggetto:
Giuseppe, cambia solo il meccanismo di funzionamento?
E_656 - 06 Apr 2016 07:28 pm
Oggetto:
@Franco: i nomi Schuco sono in numerosi casi italianizzati o quantomeno chiudono la parola con la "o": "Piccolo" "Girato" "Akustico" "Varianto" "Ingenico" "Nautico" "Delfino" "Examico"... Solo per citarne alcuni.
Il motivo mi sfugge, ma non mi dispiace!

@Max: la scocca è identica tranne per l'assenza nella Tekno del foro per l'inserimento della chiave di carica, sul fondino ovviamente manca la terza ruota.
lombricoferoce - 06 Apr 2016 07:41 pm
Oggetto:
Ingenico?

De gustibus .... Smile felice

In merito alla Gyro ... senza la ruota centrale come fa a non cadere dal tavolo o è semplicemente un giocattolo a frizione?


Servus
E_656 - 08 Apr 2016 04:58 pm
Oggetto:
Ingenico deriva dal teutonico Ingenieur...
Che poi richiami i servizi igienici è un altro paio di maniche! Cool
La Gyro ha solo un meccanismo a frizione: per cui se la fai correre sul tavolo asseconderà la legge di gravità frangendosi sul pavimento.
E_656 - 08 Apr 2016 05:47 pm
Oggetto:
Continuo con le imitazioni Schuco...
Tutti i modelli "Magico", "Fex 1111", "1250", "1750", "Kommando", "Radio Auto 5000" (i primi che mi sovvengono), si ispirano alle linee di un'auto reale, in possesso dei fondatori della "Schreyer & Co".
La Horch (futura Audi) Maybach Stromlinienwagen (a piè di pagina).



Queste due qui sopra sono entrambe inglesi, non ho idea se siano state prodotte prima, durante o nel primo dopoguerra.
La prima è un esemplare a semplice frizione che simula una sirena -vi assicuro assordante!-
La seconda riprende la Wende Auto con la terza ruota sul fondino e carica a molla.
Da notare un timido "Made in England" inciso sul medesimo e la chiusura in ottone sul cofano.
Infatti la stessa scocca veniva utilizzata per un altro modello che poi vi mostrerò...
lombricoferoce - 08 Apr 2016 06:34 pm
Oggetto:
1_4_2_3 Questa poi non la sapevo e non avrei mai immaginato tale "discendenza". Notizia interessante veramente, Giuseppe. Many thanks .... veramon


Stai aprendo porte che rivelano cosette molto succose ed interessati. Servus. Smile


Una cosa non mi è chiara cosa c'entra la Horch con la Maybach? Erano due ditte separate. Sad Quest'ultima non faceva parte della Auto Union. Se nella foto ci fosse una Horch dovrebbe avere i 4 anelli sul "muso" quindi potrebbe essere una Maybach, "rassomiglia" molto ad una SW 35 ...

Sul muso la scritta che ho ingrandito comincia con una emme e finisce per CH già ... ma che modello? ! Non ho trovato nulla.

http://www.flickriver.com/photos/27862259@N02/tags/maybach/

Sul tuo libro cosa c'è scritto? Ciao Embarassed
fantasmak - 08 Apr 2016 10:16 pm
Oggetto:
Molto,molto interessante.

Guido.
E_656 - 09 Apr 2016 12:14 am
Oggetto:
Sul librone c'è scritto e illustrato quanto allego: se non ho capito male il motore è un Maybach e la Horch è carrozzata dalla Autenrieth del signor Mueller
lombricoferoce - 09 Apr 2016 09:28 am
Oggetto:
Telaio Horch e motore 6 cilindri Maybach con carrozzeria aerodinamica fatta da Muller per sè tramite la spezialfirma Autenrieth, (azienda specializzata Autenrieth), dopo tanti anni faccio fatica a capire ... ora devo andare, ciao Very Happy

Mi farò tradurre da uno che conosce il tedesco meglio di me. Cool E lo troverò in museo oggi.
E_656 - 10 Apr 2016 09:52 am
Oggetto:
Proseguendo nella breve illustrazione dei pochi esemplari-copia in mio possesso, sempre della stessa anonima ditta inglese:

-copia della Schuco 3000
-copia della Schuco Wende Auto 1010

La prima possiede un foro sul cofano affinchè durante il moto si possa con un cavetto munito di volantino dirigere il modello attraverso la ruota posta nel sottoscocca -nel caso mostrato qualche post più sopra tale pertugio era sigillato con un rivetto d'ottone-.
La seconda è un'altra versione dell'auto "da tavola", questa però con scocca dedicata e non rimaneggiata da altra produzione...


diablo - 10 Apr 2016 10:51 am
Oggetto:
Un piccola curiosità, ma dove li tieni? Scatoloni, armadi, vetrine ...
E_656 - 10 Apr 2016 11:04 am
Oggetto:
Vetrine LIDL... E quelli confezionati in una piccola -ma piena- cabina armadio!
Non immagini il puzzle che devo fare per stipare le vetrine sino all'ultimo centimetro! Very Happy
lombricoferoce - 11 Apr 2016 01:15 pm
Oggetto:
Immagino immagino Very Happy Eccome se immagino. Wink Non credere di essere solo in queste imprese ....

Sto ancora aspettando una buona traduzione dal tedesco .... ho inviato messaggeri in giro ma per ora nessuno è tornato con buone notizie.

Ciao Very Happy
E_656 - 11 Apr 2016 05:31 pm
Oggetto:
Se ti accontenti del mio tedesco scolastico ti fornisco la mia versione.

Sotto la prima foto:
"La nuova Horch aerodinamica, un modello speciale della carrozzeria
Autenrieth su telaio Horch. Dal finestrino sorride Heinrich Mueller.
(Giugno 1936)"

Sotto la seconda:
"Heinrich Mueller della carrozzeria speciale Autenrieth si è ispirato
ad una carrozzeria limousine aerodinamica, su un telaio con un motore 6 cilindri (3,8 litri 140 PS) Maybach.
Nel giugno del '36 noi troviamo la prima foto di quest'auto nel suo album di famiglia e già nel '37 egli riproduce la stessa auto in miniatura come Schuco Kommando.
Nel 1937 ha lasciato andare in giro l'auto come mezzo pubblicitario a Lipsia.
L'auto nel dopoguerra è stata scambiata con un camion.
Chi ha notizie del rimanente(USA)? Chiami allo 09145/6300!"
E_656 - 11 Apr 2016 07:18 pm
Oggetto:
Tornando al controverso tema delle copie più o meno autorizzate: chi ha detto che una copia costa meno dell'originale?
Per alcuni non è così...
lombricoferoce - 11 Apr 2016 08:09 pm
Oggetto:
Grazie Giuseppe, in linea di massima avevo capito il senso, comunque con la tua traduzione è meglio, l'unica cosa che non mi è chiara del tutto è l'azienda che costruì la carrozzeria. Era una carrozzeria o un'azienda specializzata in non so cosa? Perchè il termine usato dallo scrivente è poco chiaro e c'entrava qualcosa con Heinrich Müller?

Schuco: società fondata a Norimberga da Heinrich Müller con al suo attivo numerosi brevetti e già dipendente della Bing e da Heinrich Schreyer di professione businessman. Era il 1912, Schreyer lasciò l'azienda nel '18, gli subentrò un certo Adolf Kahn che ne rilevò le quote azionarie.
Inizialmente l'azienda si chiamava Spielzeugfirma "Schreyer & Co", ma nel 1924 cambiò in "Schuco" (Schreyer und Company)

Tanto per far capire a chi legge di cosa stiamo parlando Mr. Green


Riguardo alle copie nulla di strano, possono essere più rare dell'originale ma in merito a quella in ebay ... auguro buona fortuna al venditore, mi sempra un po' alto il prezzo, ma tutto può essere.

Buona serata. Wink
E_656 - 11 Apr 2016 08:35 pm
Oggetto:
Magari la Carrozzeria Autenrieth diede corpo a dei progetti o disegni di Heinrich Müller.
La Autenrieth fondata dall'omonimo Georg A. nel 1921 operò principalmente a Darmstadt carrozzando telai delle principali Case dell'epoca.

Quanto al venditore, ha scordato di togliere 100€ dalla richiesta... Twisted Evil
lombricoferoce - 12 Apr 2016 09:03 am
Oggetto:
1_2_3 Caspiterina, avevo cercato notizie sulla carrozzeria e non ho trovato nulla.


Very Happy Grazie ora è tutto chiaro Laughing
E_656 - 12 Apr 2016 07:19 pm
Oggetto:
Bene, chiudiamo il capitolo con un esemplare JNF Version e la sua copia che presenta solo un meccanismo a frizione.
La JNF è a molla e ha la caratteristica di invertire il senso di marcia e sterzare ogni volta che i paraurti incontrano un ostacolo...


fantasmak - 12 Apr 2016 11:15 pm
Oggetto:
Giuseppe...mi stupisci ogni giorno di più.

Guido.
lombricoferoce - 13 Apr 2016 08:50 am
Oggetto:
Caro fantasmakuccio bello,Shocked ... mi meraviglia il fatto che Giuseppe ti meravigli ancora. Shocked
Dovresti meravigliarti quando non ci meraviglierà più. Very Happy

Che stupendo controsenso, mi meraviglio di me stesso, sono veramente meraviglioso
lombricoferoce - 14 Apr 2016 11:35 am
Oggetto:
E_656 ha scritto:
Magari la Carrozzeria Autenrieth diede corpo a dei progetti o disegni di Heinrich Müller.
La Autenrieth fondata dall'omonimo Georg A. nel 1921 operò principalmente a Darmstadt carrozzando telai delle principali Case dell'epoca.

Quanto al venditore, ha scordato di togliere 100€ dalla richiesta... Twisted Evil



Ecco la traduzione "mancante" parlando della vettura vera ....

Nel 1937 la ditta Schuco la riproduce sotto il nome di Kommando e viene presentata alla fiera di Lipsia nel 1937 assieme a quella vera. Durante la guerra è stata trasformata in un furgoncino. Non si sa dove sia finita (forse in USA) chi sa qualcosa telefoni al numero indicato.


E_656 - 14 Apr 2016 11:50 am
Oggetto:
Grazie Franco! I miei prof di tedesco gettarono la spugna fin da subito! Laughing
lombricoferoce - 14 Apr 2016 03:40 pm
Oggetto:
Di nulla ... lo subdoravo ma non ne ero sicuro chi ha tradotto parla il tedesco abbastanza correntemente .... e poi sai che sono curioso per 'ste cose.

Ciao Razz
E_656 - 16 Apr 2016 04:04 pm
Oggetto:
Grazie ancora Franco, anche al tuo "traduttore simultaneo"! 1_4_2

Questo fine settimana un pezzo cui tengo molto:
Bus SG Günthermann. Movimento a molla, ma la parte più sfiziosa è il fondino litografato con la via per Roma in occasione dell'Anno Santo del 1950...
lombricoferoce - 16 Apr 2016 06:19 pm
Oggetto:
Che ........................................... Rolling Eyes ..........!!!!!
E_656 - 17 Apr 2016 08:31 pm
Oggetto:
Grazie Franco! Cool

Ultimo acquisto ad una borsa scambio: una OK Toys (riprende parecchio la produzione Tensalda di Hong Kong).
Una Rover 2000, motore elettrico e luci funzionanti (sui fari ci sto lavorando!)
Carrozzeria in plastica con aperture.


lombricoferoce - 19 Apr 2016 01:25 pm
Oggetto:
Mi piace E' perfetta o quasi e dovrebbe avere i suoi anni, no?
E_656 - 01 Mag 2016 04:49 pm
Oggetto:
E' carina ed in buonissime condizioni, considerando che è della seconda metà dei '60. Mancano le tre valigette nel baule posteriore...

Oggi un modello dalle generose dimensioni (27 cm) e peso, giacchè in ghisa...
Un bus svedese della Seto (Swedish AB Skoglund Olson Cefle) probabile anni '30.
Alcune repliche degli anni '50 erano leggermente più corte.
fantasmak - 01 Mag 2016 05:08 pm
Oggetto:
Bellissimo, praticamente è costituito solo dalla carrozzeria senza parti aggiunte,ma è affascinantissimo.

Guido.
lombricoferoce - 01 Mag 2016 06:38 pm
Oggetto:
Come dare torto a Guido?
E_656 - 07 Mag 2016 04:55 pm
Oggetto:
lombricoferoce ha scritto:
Come dare torto a Guido?


Di solito lo fai sempre... A volte -magnanimamente- ti astieni... C'è del buono in te! Smile felice

Dalla Svezia all'Inghilterra con una Penguin ad elastico, carrozzeria in plastica e fondino in latta, meccanismo elementare ma robusto, durevole, facilmente sostituibile e di buona resa!
fantasmak - 07 Mag 2016 06:17 pm
Oggetto:
Molto simpatica

Guido.
diablo - 07 Mag 2016 11:21 pm
Oggetto:
Posto qui un paio di foto ...
fantasmak - 07 Mag 2016 11:49 pm
Oggetto:
Molto interessanti.Max sono tue?
Dici qualcosina di loro.
Sarebbe opportuno ridurre un po' la grandezza delle foto.

Guido.
diablo - 08 Mag 2016 11:41 am
Oggetto:
No Guido, ho fatto due foto in occasione della borsa scambio di Wettingen (CH)

P.S. foto sistemate Wink
lombricoferoce - 10 Mag 2016 01:11 pm
Oggetto:
E_656 ha scritto:
lombricoferoce ha scritto:
Come dare torto a Guido?


Di solito lo fai sempre... A volte -magnanimamente- ti astieni... C'è del buono in te! Smile felice

Dalla Svezia all'Inghilterra con una Penguin ad elastico, carrozzeria in plastica e fondino in latta, meccanismo elementare ma robusto, durevole, facilmente sostituibile e di buona resa!


Interessante. Sembra una Peugeot 203.

Riguardo alla mia magnanimità ... beh ... buoni si nasce ma non dimentichiamoci delle eccezioni che confermano le regole
E_656 - 19 Mag 2016 03:51 pm
Oggetto:
@Max: bei modelloni... Passerei di notte con un sacco da Babbo Natale... al contrario, per portarli via! Mr. Green
@Franco: è uguale a questa:
http://amgmodels.mastertopforum.com/precedente-vt5681.html?postdays=0&postorder=asc&start=90

Dopo tanti inseguimenti alla fine me la sono aggiudicata:

Distler Electromatic (Strom Tankstelle).
Il modellino -una Studebaker- possiede al suo interno una pila ricaricabile (negli anni '50!) ed un motore elettrico alimentato dalla medesima, la quale può venir "rifornita" alla pompa di benzina (munita di pile all'interno).
Sterzante e con apposita leva d'inversione può avanzare o retrocedere.
E_656 - 19 Mag 2016 03:53 pm
Oggetto:
Qualche particolare della stazione di rifornimento:
Un motorino interno fa girare il contalitri a lancetta durante il rifornimento.
fantasmak - 19 Mag 2016 05:41 pm
Oggetto:
Bellissimo tutto....e sembra nuovo.Complimentissimi.

Guido.
E_656 - 07 Giu 2016 12:24 am
Oggetto:
In effetti la sorte mi ha dato una mano, non è facilissimo reperire esemplari completi e funzionanti.

Oggi un'altra Victory Industries: una Triumph TR2, l'interruttore per la marcia è costituito dal tubo di scarico... Geniale!
lombricoferoce - 07 Giu 2016 09:26 am
Oggetto:
Cosa dovrei dirti Giuseppe? Tiri fuori dal cappello delle cose bellissime ed affascinanti. Parlo per me ovviamente. Trovare un Distler così in buone condizioni, con scatola e con la “Tankstelle” è un vero terno al lotto, un colpo da maestro …. non dico impossibile ma non semplice. E la TR2? Da rimanere senza fiato. Bada ben .. bada ben …. non è un eufemismo il mio.

Se poi te lo sei aggiudicato in ebay il 23 di marzo c.a. … è stato un regalo. Parlo del Distler ...



E_656 - 11 Giu 2016 02:54 pm
Oggetto:
lombricoferoce ha scritto:
Se poi te lo sei aggiudicato in ebay il 23 di marzo c.a. … è stato un regalo. Parlo del Distler ...


Segugio! Very Happy

In effetti ho avuto fortuna!
E_656 - 12 Giu 2016 02:46 pm
Oggetto:
Una Distler D3200 (fine anni '40 primi anni '50)...
Carica a molla, marce, freno a mano e sterzo.
fantasmak - 12 Giu 2016 05:16 pm
Oggetto:
Un altro gioiellino,Giuseppe.Toglimi una curiosità:questi modelli che pubblichi,sono acquisti dell'ultima ora,oppure li avevi già da tempo.

Comunque complimentisssssimi.

Guido.
E_656 - 12 Giu 2016 06:14 pm
Oggetto:
Grazie Guido!
A volte sono acquisti recenti, altri di mesi addietro...
Diciamo che passo davanti alle vetrine e come un monarca assoluto decido quale esemplare fotografare... E' l'unico ambito in cui esercito il mio potere in casa! Laughing
lombricoferoce - 12 Giu 2016 06:51 pm
Oggetto:
Bella anche questa simil Topolino ....

Ciao Very Happy
E_656 - 12 Giu 2016 07:29 pm
Oggetto:
Una Topolino passo lungo! Smile felice

Vorrebbe rappresentare una Wanderer W25 di metà anni'30

https://it.wikipedia.org/wiki/Wanderer
E_656 - 18 Giu 2016 05:10 pm
Oggetto:
Schuco Lastomat 6084: motore elettrico, filoguidato (volendo) con ribalta posteriore funzionante...
diablo - 18 Giu 2016 10:54 pm
Oggetto:

fantasmak - 18 Giu 2016 11:08 pm
Oggetto:
Molto bello,sembra nuovo,complimenti.

Guido.
lombricoferoce - 19 Giu 2016 09:26 pm
Oggetto:
Stupendo Shocked
E_656 - 24 Giu 2016 10:43 am
Oggetto:
Grazie! Very Happy
Un'altra Schuco: la 5503 Elektro Phaenomenal.
Filoguida e motore elettrico, la leva del cambio al volante funge da interruttore avanti/indietro.
Possibilità di "rifornimento" con un sistema simile a quello della Distler con distributore di carburante.
fantasmak - 24 Giu 2016 12:32 pm
Oggetto:
Fantastica.

Guido.
lombricoferoce - 24 Giu 2016 05:22 pm
Oggetto:

E_656 - 25 Giu 2016 11:56 am
Oggetto:
Vi ringrazio... In seguito riuscirò anche a mostrarvi il "distributore" Shell. Cool

Un' originale MS Seidel con pilotino "eiettabile" (alla faccia di tutte le norme di sicurezza!) Very Happy
Un meccanismo collegato al paraurti anteriore sgancia il figurino dalla sua sede, facendolo catapultare fuori dall'abitacolo... Movimento a frizione per l'auto.
diablo - 25 Giu 2016 10:23 pm
Oggetto:
Giuseppe, sono sincero, non ti sopporto più!! Mr. Green


fantasmak - 25 Giu 2016 11:52 pm
Oggetto:
Non so più cosa dire! Mr. Green Mr. Green

Guido.
lombricoferoce - 26 Giu 2016 08:16 pm
Oggetto:
E' già qualcosa
E_656 - 30 Giu 2016 05:04 pm
Oggetto:
Siete impagabili!

Una Schuco 5340 della Polizei: sirena elettrica, lampeggiante, filoguida e solito sistema di rifornimento Schuco...
fantasmak - 30 Giu 2016 05:12 pm
Oggetto:
Caspitaccia....sembra nuova,o lo è per davvero?

Giuseppe,per la tua strabiliante,unica,eccezionale collezione,non posso che farti i più calorosi complimenti, veramente. Wink Wink

Guido.
lombricoferoce - 30 Giu 2016 09:26 pm
Oggetto:
Personalmente non ho più niente da dire, mangio con gli occhi, anche perché molti di questi latticini non li avevo mai visti Embarassed
renzino - 30 Giu 2016 11:25 pm
Oggetto:
Sono imbarazzato..... Shocked
diablo - 30 Giu 2016 11:37 pm
Oggetto:
boss (Franco Mr. Green) un modo per fermarlo ci sarebbe ...


lombricoferoce - 01 Lug 2016 10:08 am
Oggetto:
A tale invito mi viene in mente quel marito che si tagliò gli Zebedei per dar fastidio alla moglie.

Arginare il fiume Giuseppe? E toglierci il piacere libidinoso di sognare e sbavacchiare, vedendo tutte le belle cosine che ci illustra!? Giammai, ohibò!
Rolling Eyes
E_656 - 05 Lug 2016 06:58 pm
Oggetto:
fantasmak ha scritto:
Caspitaccia....sembra nuova,o lo è per davvero?


Non è ovviamente nuova ed è senza scatola originale, diciamo che il precedente proprietario l'ha sempre tenuta in garage!

Come sempre grazie per l'interesse che mostrate!

Schuco Porsche 911R, versione Montecarlo.
La confezione contiene anche pneumatici "chiodati" e il cric per il sollevamento del modello.
Il medesimo, con motore elettrico, è sterzante, portiere e cofano posteriore apribili e caratteristica peculiare il clacson elettrico azionabile premendo la parte centrale del volante...
fantasmak - 05 Lug 2016 08:00 pm
Oggetto:
Bel modellone,anche se non riproduce la 911 R.

La 911 R fu costruita in soli 23 esemplari nel 1967 e montava un motore molto simile a quello della Carrera 6 erogante 210 cv.

Guido.
E_656 - 06 Lug 2016 12:32 pm
Oggetto:
Grazie per la precisazione... Bisogna tirare le orecchie alla Schuco! Razz
E quale Porsche sarebbe?
fantasmak - 06 Lug 2016 01:18 pm
Oggetto:
Se guardi bene la Porsche del disegno della scatola è diversa dal modellino.
Quella del disegno è una 911 S,mentre il modellino è la mitica 911 Carrera 2.7 RS con alettone posteriore a coda d'anatra.Mr. Green
Puoi notare anche la parte anteriore con l'alloggiamento per il radiatore dell'olio posto al centro.

Guido.
fantasmak - 06 Lug 2016 01:38 pm
Oggetto:


Alcune foto prese dalla Rete.

sotto:

Porsche 911 Carrera 2.7 RS.

in mezzo:

Porsche 911 S

in basso:

Porsche 911 R.

Guido.

PS:Giuseppe,scusa l'OT. Very Happy
E_656 - 06 Lug 2016 04:28 pm
Oggetto:
Guido, ti ringrazio e non prenderlo come uno sfottò se ti dico che ad un profano come me sembrano tutte uguali... Solo grazie alle tue precisazioni son riuscito a cogliere le differenze!
Credo che non imparerò mai a classificare le Porsche! Mr. Green
fantasmak - 06 Lug 2016 06:30 pm
Oggetto:
Mi lusinghi. Mr. Green Mr. Green Wink

Guido.
E_656 - 07 Lug 2016 05:33 pm
Oggetto:
Tempo fa mi sono iscritto ad un forum tedesco dedicato a Schuco...
Nonostante il mio penoso uso dell'idioma teutone, riesco a frequentarlo senza troppi traumi.
Indetta una lotteria riguardante il ritrovamento in rete o tra i propri modelli di rottami bisognosi di cure il premio finale consisteva in una confezione di polish "Sonax" che simpaticamente avrebbe dovuto ridare splendore al vetusto cimelio e a sorpresa un modellino Schuco Piccolo sfornato dall'iniezione die-cast...
Tra tutti i partecipanti, il vincitore sorteggiato... Son stato io! Smile felice 3

Lì sono iscritto col nick "ETR450".

http://www.schucomania-forum.de/index.php/Thread/466-Schuco-Patina-Contest-Gewinnspiel/?pageNo=1

E questa è la piccola teca nel quale lo custodisco.
fantasmak - 07 Lug 2016 05:56 pm
Oggetto:
Complimenti per la vincita.

Sono andato sul Forum tedesco,ma non capisco un tubo. Sad Sad

Sempre un nick ferroviario,eh Giuseppe?

Guido.
diablo - 07 Lug 2016 07:45 pm
Oggetto:
Giuseppe, attento al traduttore ... Mr. Green


E_656 - 07 Lug 2016 08:09 pm
Oggetto:
diablo ha scritto:
Giuseppe, attento al traduttore ... Mr. Green



Ah beh, chissà quante kakkiate scrivo lì, ma sono magnanimi! Very Happy

@Guido... Giuseppe: alias E_656, ETR450, e428fs, E645... Very Happy
fantasmak - 07 Lug 2016 11:19 pm
Oggetto:
Giuseppe....hai messo tutto il parco trazione FS Mr. Green Mr. Green

Guido.
E_656 - 08 Lug 2016 11:24 am
Oggetto:
Märklin 1992: movimento a molla, ruote sterzanti, fari funzionanti, circa 40 cm di modellone!
E_656 - 08 Lug 2016 11:25 am
Oggetto:
...Segue
fantasmak - 08 Lug 2016 11:59 am
Oggetto:
Ultra bello Guarda che meccanica.

Ma questo è nuovo?

Guido.
diablo - 08 Lug 2016 12:14 pm
Oggetto:
Davvero bello!!


E_656 - 08 Lug 2016 02:55 pm
Oggetto:
Grazie ragazzi!
Questa è una replica del 1992, l'originale spunta cifre a tre zeri!
lombricoferoce - 09 Lug 2016 12:27 am
Oggetto:
Sarà pure una replica ma oltre ad essere affascinante e ben fatto spunta buoni prezzi e ha passato l'età minima per andare a votare .... da diversi anni ... è un giovanottone Very Happy


diablo - 09 Lug 2016 01:59 am
Oggetto:
lombricoferoce ha scritto:
... ha passato l'età minima per andare a votare .... da diversi anni ... è un giovanottone Very Happy



Si, ma per il senato no! Mr. Green
E_656 - 10 Lug 2016 05:22 pm
Oggetto:
lombricoferoce ha scritto:
... spunta buoni prezzi ...


Secondo me sono un po' sovrastimati... Per il resto sono molto belli a vedersi ed hanno un'ottima meccanica.

Passiamo ad una JNF Favorit: carica a molla, sterzante e freno a mano (al volante)...
Lunghezza ca. 25 cm
lombricoferoce - 11 Lug 2016 06:00 pm
Oggetto:
Ci sono certi marchi che in quanto tali, sono ODG "Oggetti Del Desiderio" e Märklin fa parte di questo Gotha. Very Happy Non è detto che debbano essere crucchi per forza ... anche l'Italia vanta marchi che vantano cifrone a tre zeri ... e pure certi latticini nipponici non scherzano ... e sì i giocattoli son belli ... proprio tanto, sogni di ...latta. Laughing


Bella la JNF, francese, giusto? Neanche da mettere con la produzione germanica. Very Happy
E_656 - 11 Lug 2016 08:28 pm
Oggetto:
Franz... Non sei attento! Laughing

http://amgmodels.mastertopforum.com/precedente-vt5681.html?postdays=0&postorder=asc&start=202

Quanto agli italici latticini mi sovvengono Marchesini, Ingap, Nigam, Siro Ferrari, Toschi... La Safar.
E hanno costi proibitivi se paragonati a quelli teutoni, probabilmente per la minore tiratura...
lombricoferoce - 11 Lug 2016 11:13 pm
Oggetto:
1_4_2_3 ho fatto un po' di casino Embarassed avevo in mente un frullato tra F.J - FRANCE JOUETTES e Joustra ... Embarassed chiedo venia ero quasi sicuro di scrivere una castronata ma tant'è .... 1_4_2_3

Comunque questo giocattolo non ha il fascino che sprigionano certi marchi germanici .... notte. :oops:vado a farmi la mia mezz'ora di vergogna dopo i pasti ... Shocked
E_656 - 19 Lug 2016 12:33 pm
Oggetto:
Torniamo alla casa madre...
Schuco Girato 4000. Una Mercedes con carica a molla, sterzante, freno a mano, portiere apribili e un bel cambio a leva sul tunnel centrale 4M+R...
fantasmak - 19 Lug 2016 08:48 pm
Oggetto:
Ma Giuseppe,sei il rappresentante della Schuco per l'Italia? Mr. Green Mr. Green

A parte gli scherzi,molto bella.Ma il cambio come funziona?

Guido.
E_656 - 19 Lug 2016 11:32 pm
Oggetto:
Magari! Wink
Il cambio funziona esattamente come uno vero, con il classico schema "H", per la retro si fa pressione sulla leva.
E_656 - 20 Lug 2016 11:24 am
Oggetto:
Ho anche qualche auto di F1 ed F2.
Questa Schuco 1074 ha la classica carica a molla e la retrocarica sul fondino.
Sterza, ruote rimovibili e ammortizzatori.
diablo - 20 Lug 2016 11:37 am
Oggetto:
E_656 ha scritto:
Magari! Wink
Il cambio funziona esattamente come uno vero, con il classico schema "H", per la retro si fa pressione sulla leva.


4_3_2_1
E_656 - 20 Lug 2016 03:48 pm
Oggetto:
Qui spero che si veda... La leva è posizionata sulla IV marcia.
lombricoferoce - 20 Lug 2016 05:18 pm
Oggetto:
Certo che Schuco non cessa mai di stupire ....
E_656 - 21 Lug 2016 09:31 am
Oggetto:
Con le dovute proporzioni la Schuco -e comunque buona parte dei produttori dei giocattoli con automatismi- ha applicato la meccanica orologiera a scopo ludico.

Un'altra F1: Schuco 1075. Stesse caratteristiche meccaniche della precedente.
Ho una curiosità, che potrei soddisfare cercando, ma non essendo ferrato in materia lascio a voi...
Che è quella specie di imbuto posto dietro al motore? E' vero? E' una "licenza poetica" di Schuco?
Nel caso fosse reale, che funzione aveva?
lombricoferoce - 21 Lug 2016 10:11 am
Oggetto:
Non è una licenza “poetica” Schuco ma non so cosa sia, il motore è un /Ford Cosworth ... Razz
fantasmak - 21 Lug 2016 06:20 pm
Oggetto:
Il Ford Cosworth DFV era,come nella maggior parte dei motori da competizione, un motore con carter a secco,quindi aveva bisogno di un serbatoio per l'olio. Wink Sul modello (e anche nella foto qua sopra) si nota il tubo di collegamento con il serbatoio di recupero.

Guido.
E_656 - 22 Lug 2016 01:31 am
Oggetto:
Grazie Franco per l'iconografia e grazie Guido per aver svelato l'arcano!
fantasmak - 22 Lug 2016 08:45 am
Oggetto:
E' un piacere Very Happy Wink

Guido.
E_656 - 16 Ago 2016 06:29 pm
Oggetto:
Riprendo con un pezzo che mio figlio aveva notato nella collezione di Franco:

http://amgmodels.mastertopforum.com/successivo-vt3786.html?postdays=0&postorder=asc&start=24

La Marchesini Ford Convertible (America).
Inseguita e persa, anche a Torino (Automotoretrò) gli era sfuggita per un prezzo troppo elevato a riscontro di condizioni non eccelse... Ma alla fine e con perseveranza è riuscito a trovare questa, che puntualmente mi sbandiera sotto il naso con mio relativo travaso di bile! Smile felice 2
fantasmak - 16 Ago 2016 07:16 pm
Oggetto:
Moooolto particolare. Bell'acquisto.

Guido.
diablo - 16 Ago 2016 08:06 pm
Oggetto:
Una lotta in famiglia! Mr. Green


E_656 - 16 Ago 2016 09:31 pm
Oggetto:
Io faccio come la volpe e l'uva... Sì, bella... Ma non mi interessa! (E invece...) 2_3_1

Dimenticavo: il modellone oltre alla carica a molla possiede un carillon che si aziona agendo sull'antenna.
diablo - 16 Ago 2016 11:03 pm
Oggetto:
E_656 ha scritto:
... possiede un carillon che si aziona agendo sull'antenna.


4_3_2_1
lombricoferoce - 17 Ago 2016 10:58 am
Oggetto:
E_656 ha scritto:
Io faccio come la volpe e l'uva... Sì, bella... Ma non mi interessa! (E invece...) 2_3_1

Dimenticavo: il modellone oltre alla carica a molla possiede un carillon che si aziona agendo sull'antenna.



Bella.
La mia, come sai, presa una trentina di anni fa, è incompleta. Ma questa chi … l’ha pagata?

La Spider serie ''AMERICA'' è della M.L.B. MARCHESINI L(uigi) di Bologna, siamo nel 1949 ed è un giocattolo di fantasia anche se la carrozzeria tondeggiante ricorda moltissimo le vetture americane anni 40/50, ha la carica a molla e ruote sterzanti, è un pezzo molto ricercato si trova anche in diverse livree colorate, nel bagagliaio se non ospitava “la scatola armonica” aveva delle taniche di benzina, se non ricordo male. E’ lunga 27 centimetri. Esiste la versione familiare che è molto bella.
Nuovamente complimenti questa è molto bella. Smile
E_656 - 17 Ago 2016 09:37 pm
Oggetto:
lombricoferoce ha scritto:
Ma questa chi … l’ha pagata?


L'ha pagata il figliolo, mettendo insieme i suoi risparmi e il "bonus" promozione...
L'avessi comprata io sarebbe nella mia vetrina a sollazzarmi la vista... Ma l'ha comprata LUI!

Io intanto mi consolo con una Prametina...
diablo - 17 Ago 2016 09:52 pm
Oggetto:

lombricoferoce - 18 Ago 2016 11:50 am
Oggetto:
Bonus promozione eh? Quindi sei stato tu ad armare la mano e cosa gli hai detto? «Tu quoque...»

Bella la famigliola Prämeta ma ... è un cerotto su uno squarcio la M.L.B. .... è un'altra cosa ... è stata una mossa da vecchio collezionista incallito

Va là ... che sei da invidiare ... per il rampollo intendo


Ciao
fantasmak - 18 Ago 2016 05:20 pm
Oggetto:
Accativanti.

Guido.
lombricoferoce - 18 Ago 2016 07:12 pm
Oggetto:
Definire questo raduno regionale dei Prämeta accativante è un po' riduttivo, non ti sembra? Qui c'è pure del fascino, tecnologia e una certa dose di "rarità" nel senso di oggetto del desiderio. Se poi vogliamo parlare di ciò che normalmente "no olet" la foto di famiglia vale un piccolo capitale.

Mi meraviglio di te fantasmakuzzo, sono quasi senza parole, solitamente so che apprezzi di più queste primizie ormai senili ma sempre verdi.

Mi spiace ma verrai punito: sei condannato a mescolarmi il caffè espresso in senso antiorario per i prossimi 2 mesi e 4 giorni. Tempistica e velocità saranno da concordare.



fantasmak - 18 Ago 2016 11:08 pm
Oggetto:
Sì,Franco. Rolling Eyes Rolling Eyes Rolling Eyes

Guido.
E_656 - 22 Ago 2016 06:02 pm
Oggetto:
lombricoferoce ha scritto:
Bonus promozione eh? Quindi sei stato tu ad armare la mano e cosa gli hai detto? «Tu quoque...»



Ebbene sì, la scellerata mano che ha concesso carta bianca e carta moneta è stata la mia...
Però mi concede di guardarla!

Torniamo alla lattoneria germanica con un piroscafo... A molla.
Blechdampfer Schuco:
diablo - 22 Ago 2016 06:10 pm
Oggetto:
Piroscafo dalla forma strana ... Mr. Green
lombricoferoce - 22 Ago 2016 06:57 pm
Oggetto:
Incantevole.

@ Diablo: le prore delle piroscafi dei primi anni del 900 erano piuttosto dritte ed essendo questo un giocattolo ....
Mr. Green
diablo - 22 Ago 2016 07:00 pm
Oggetto:
Oggi non si può scherzare, inizi a temperare anche le matite in 1/43 ... Mr. Green
lombricoferoce - 22 Ago 2016 07:02 pm
Oggetto:
Ach so, non l'avevo capito Shocked
diablo - 22 Ago 2016 07:05 pm
Oggetto:
Ma tu pensa che oggi è solo lunedì e bisogna arrivare a venerdì ... Mr. Green
lombricoferoce - 22 Ago 2016 07:09 pm
Oggetto:
Comunque sono razza protetta Embarassed
fantasmak - 22 Ago 2016 07:53 pm
Oggetto:
Bello il piroscafo,affascinante.

Guido.
renzino - 23 Ago 2016 09:42 am
Oggetto:
Beh, le prue diritte si fanno di nuovo , questa è una prua ad "ascia" (axe bow)
del cantiere Damen



E_656 - 23 Ago 2016 10:18 am
Oggetto:
Colgo l'occasione per togliermi una curiosità: c'è una motivazione tecnica riguardante l'angolo della prua di una nave?
Me lo sono chiesto spesso...
renzino - 23 Ago 2016 04:51 pm
Oggetto:
La spiegazione non può essere diretta, le forme della nave sono dettate dal compromesso necessario fra qualità nautiche (velocità, stabilità di rotta, manovrabilità ecc...) e l'uso che si fa della nave.
Quindi, ad esempio, un mercantile massimizza la capacità di carico, così la zona cilindrica dello scafo
sarà la più estesa possibile a scapito della finezza, ma senza penalizzarne la velocità o, tema sentitissimo, i consumi o le emissioni. La prua in genere è svasata per contenere agevolmente i macchinari d'ormeggio e le ancore ed anche per evitare che il mare formato e gli spruzzi investano il ponte troppo facilmente. Per inciso, la forma della prua al disopra della massima immersione non è così importante ( In generale invece le forme della cosiddetta "opera morta" influiscono significativamente sulla stabilità nel momento che la nave si inclina), ma lo diventa con mare formato per ché il diverso comportamento nel frangere l'onda diventa significativo.
Poi forme peculiari della prua nella parte immersa, come il bulbo, le prue verticali o a rompighiaccio.
rispondono a diverse esigenze funzionali, insomma, provateci un po' a dare una risposta sintetica ed esaustiva, e guardate questa prua
.
e poi qui un articolo interessante sulle prue...
http://www.marineinsight.com/naval-architecture/types-of-bow-designs-ships/
E_656 - 23 Ago 2016 09:23 pm
Oggetto:
Grazie, molto interessante...
Nell'articolo indicato ho visto prue che non avrei mai immaginato! Cool
diablo - 23 Ago 2016 10:36 pm
Oggetto:
Grazie Renzo. Wink
lombricoferoce - 24 Ago 2016 09:11 am
Oggetto:
E sulle poppe ... che si dice sulle poppe? Embarassed Very Happy Come le preferite?
diablo - 24 Ago 2016 09:20 am
Oggetto:
lombricoferoce ha scritto:
E sulle poppe ... che si dice sulle poppe? Embarassed Very Happy Come le preferite?


Mr. Green
lombricoferoce - 24 Ago 2016 12:09 pm
Oggetto:
Credo di essere stato frainteso Cool
E_656 - 04 Set 2016 02:35 pm
Oggetto:
E tra poppe e prue eccovi l"amico Fritz" sulla sua Schuco Akustico...
diablo - 04 Set 2016 04:29 pm
Oggetto:
In che scala è?
E_656 - 04 Set 2016 04:58 pm
Oggetto:
diablo ha scritto:
In che scala è?


... A pioli!

Assimilabile all' 1/24...
diablo - 04 Set 2016 06:38 pm
Oggetto:

lombricoferoce - 06 Set 2016 01:17 pm
Oggetto:
Very Happy Diabluccio .... i giocattoli vanno a centimetri

@ Giuseppe molto simpatica. Laughing
diablo - 06 Set 2016 02:36 pm
Oggetto:
lombricoferoce ha scritto:
Very Happy Diabluccio .... i giocattoli vanno a centimetri


ma un disegno di base va sempre considerato, almeno per la linea o no?
lombricoferoce - 06 Set 2016 06:31 pm
Oggetto:
Ni, il giocattolo è un mondo diverso, uno spirito diverso, questo in particolare si ispira ad una BMW 328 degli anni 30, una vettura splendida usata anche nelle competizioni .... come si può fare un paragone con le dimensioni della vettura vera, sarebbe un azzardo senza contare che spesso le dimensioni dei giocattoli erano condizionate dalle scatole che dovevano contenerli, esempio classico i meravigliosi Matchbox che erano nati come giocattoli ... per far giocare i bambini, anche se spesso usati per i plastici e non certamente come modelli ... in questo caso chi ha fatto i cataloghi per collezionisti indica anche la scala ma io non ci scommetterei molto sull'esattezza. E non vorrei dire una castronata ma sui vecchi cataloghi era indicata la lunghezza in millimetri ... non ricordo se c'era la scala.

Nei cataloghi dei giocattoli in latta viene normalmente indicata la grandezza in centimetri oltre che il grado di rarità.
diablo - 07 Set 2016 12:17 am
Oggetto:
ho chiesto in che scala è solo per avere un idea delle dimensioni e Giuseppe ha risposto: "Assimilabile all' 1/24..." ma se tu devi sempre temperare, allora mi limiterò a chiedere le dimensioni in centimetri ... Mr. Green

Riformulo la domanda: Giuseppe, molto bella, quanti centimetri è?
E_656 - 07 Set 2016 12:39 am
Oggetto:
Per esser precisi userò i millimetri... Mr. Green
142 fuori tutto... Giacchè abbiam trattato di prue e poppe!
lombricoferoce - 07 Set 2016 09:31 am
Oggetto:
diablo ha scritto:
ho chiesto in che scala è solo per avere un idea delle dimensioni e Giuseppe ha risposto: "Assimilabile all' 1/24..." ma se tu devi sempre temperare, allora mi limiterò a chiedere le dimensioni in centimetri ... Mr. Green

Riformulo la domanda: Giuseppe, molto bella, quanti centimetri è?



ed io che pensavo di farti una cortesia in modo da farti sentire più a tuo agio nel mondo dei giocattoli che è assai più magico di quello del modellismo come lo intendi tu?? Me tatino, no, tapino ....

Prometto non faro più punte, prometto, ti prego di credermi ... giuro, spergiuro e rigiuro

Mi eclisso scivolando quatto quatto sulle lacrime

Addio mondo crudele
E_656 - 07 Set 2016 10:58 am
Oggetto:
Giammai Lombricuccio... Non rintanarti nella cuccia, ma usa il tuo "temperamento" per erudirmi dalla mia atavica insipienza...

Quindi nei "miei" topic(s), tempera a volontà!
diablo - 07 Set 2016 12:12 pm
Oggetto:
ho fatto piangere il lombricoferoce
lombricoferoce - 08 Set 2016 05:38 pm
Oggetto:



Eh Giuseppe se non ci fossi tu ....
E_656 - 27 Set 2016 09:49 pm
Oggetto:
Un giocattolo un po' inusuale.
Prodotte sul finire degli anni '60 sino ai '70 le "computer car" si distinsero per esser distribuite da vari marchi con prodotti similari. Da Gama con l'utilizzo di schede preformate in plastica rigida, alla Baravelli con schede "programmabili" in cartoncino, ad altre che con un sistema analogo alla Safar avevano un disco in plastica da applicare sul fondino.
Le schede, a guisa di quelle perforate dei computer coevi, consentivano di far seguire il percorso desiderato al modellino mosso da un motorino elettrico.
Il mio esemplare è un inglesissimo Mettoy in buone condizioni (c'è ancora il cellophane sulla confezione!)
lombricoferoce - 27 Set 2016 09:54 pm
Oggetto:
Rolling Eyes Caspita ... questa mi mancava. Shocked Molto interessante.
diablo - 28 Set 2016 12:34 am
Oggetto:
Scatola vista in una borsa scambio, ma non ho chiesto il prezzo ...


RedMax - 28 Set 2016 01:30 am
Oggetto:
spettacolo!!!
fantasmak - 28 Set 2016 08:48 am
Oggetto:
Molto ingegnoso il sistema di guida programmata.

Guido.

PS:Giuseppe,hai di tutto e di più.Complimenti. Wink
E_656 - 29 Set 2016 08:59 am
Oggetto:
Diciamo che ho preso una deriva verso i giocattoli di una volta, possibilmente che abbiano attinenza coi veicoli a motore. Di queste auto programmabili mi è venuto in mente solo a causa di un'immagine che ha fatto riaffiorare il ricordo... Altrimenti rimanevano nell'oblio del subconscio.

Oggi ancora qualcosa di non usuale: il gioco da tavolo "Skalamobil" -non quella abolita negli anni'80!-
Una particolare auto (JNF) a frizione con un "dado" ruotante attaccato al volano, fa apparire un numero che consente di giocare sul tabellone.
Può esser utilizzata anche come giocattolo a sè.
E_656 - 29 Set 2016 09:00 am
Oggetto:
La scatola, il tabellone e le istruzioni le ho ricavate dalle poche immagini presenti su internet e "confezionate" al fine di creare il gioco completo.
E_656 - 20 Nov 2016 08:59 pm
Oggetto:
Un piccolo Gama... Che sa difendersi! Smile felice
lombricoferoce - 21 Nov 2016 09:47 am
Oggetto:
E_656 ha scritto:
La scatola, il tabellone e le istruzioni le ho ricavate dalle poche immagini presenti su internet e "confezionate" al fine di creare il gioco completo.



Hai fatto un lavoro splendido. Shocked
fantasmak - 21 Nov 2016 11:28 am
Oggetto:


Guido.
E_656 - 09 Dic 2016 03:43 pm
Oggetto:
Grazie ragazzi!

La Schuco Ingenico è stata declinata in varie versioni: a molla, a pile... E a spinta!
La 5335 si guida con un'antenna telescopica la quale se premuta aziona il clacson...
Sul fondino si nota il punto per la carica della molla del sopracitato "avvisatore acustico meccanico".
diablo - 10 Dic 2016 09:05 am
Oggetto:
E_656 ha scritto:
La scatola, il tabellone e le istruzioni le ho ricavate dalle poche immagini presenti su internet e "confezionate" al fine di creare il gioco completo.




Bella la Schuco Ingenico.
Certo che sotto quel fondino tra brevetti, importazioni e produzioni, non si capisce un caz... !!
E_656 - 10 Dic 2016 10:41 am
Oggetto:
Grazie Max!
Quando non trovo reprobox e soprattutto non voglio spendere per avere in fondo sempre delle repliche, allora provvedo da solo, anche per la 5335 qui sopra, almeno il modello se ne sta al riparo in una "casetta" prefabbricata!

Riguardo ai codici sul fondino... Si risparmiava industrialmente anche allora: un fondino per 4 versioni!
E_656 - 08 Gen 2017 06:43 pm
Oggetto:
Schuco tra i natanti che produsse ideò anche due sottomarini: uno a molla ed uno elettrico.
Quello che presento stasera, nella classica livrea rossa, è quello meccanico.
Non ho mai capito bene come funzionasse e quali le probabilità di "perderlo" nell'acquitrino melmoso di turno... Ed ovviamente è un piacere di cui faccio volentieri a meno!

La particolarità di questo modello è costituita non solo dalla sua scatola originale, ma anche dalla scatola della spedizione postale -completa di affrancatura- da parte di Schuco al primo proprietario...
E_656 - 15 Gen 2017 01:58 pm
Oggetto:
E dopo la versione a molla, quella a pile:
fantasmak - 15 Gen 2017 08:48 pm
Oggetto:


Sempre molto belli ed ingegnosi i prodotti della Schuco.

Interessante la scatola di spedizione originale.Bravo Giuseppe. Very Happy

Guido.
lombricoferoce - 16 Gen 2017 01:15 pm
Oggetto:
Mi unisco agli applausi, hai sempre belle cose da mostrarci .... ma hai notato come hanno evitato il termine U-Boot?

Coda di paglia questi mangia crauti?

Ciao Joseph .... imperatore degli Schuco Very Happy
E_656 - 16 Gen 2017 06:16 pm
Oggetto:
Grazie ragazzi!
Riguardo agli "U-Boot" potrebbe anche darsi, ma è spesso stata abitudine di Schuco non utilizzare nomi in lingua strettamente tedesca per i suoi prodotti.

Oggi vi propongo un indovinello...
Che cos'è l'"oggetto misterioso" e che uso ludico può avere?

Conoscendo le capacità di segugio di Franco, non mi stupirei di una rapida risoluzione del caso!
E_656 - 19 Gen 2017 06:18 pm
Oggetto:
So che vi stanno fumando le meningi e non dormite la notte cercando di scoprire l'oggetto misterioso, per cui nella mia magnanimità vi elargisco un po' di svago con altri ennesimi modelli Schuco...

A prima vista sembrano due Lotus uguali, ma a parte le diverse decals, differiscono sostanzialmente poiché quella a sinistra è a molla, quella a destra è "elettrica" con alimentazione a dinamo.
Collegata la medesima tramite il cavo e agendo vigorosamente sulla manovella il motorino alimentato dalla dinamo darà vita al piccolo bolide...
lombricoferoce - 20 Gen 2017 02:03 pm
Oggetto:
Bellissime le formula uno, per la caravan il "segugio" non ha idea .... Shocked

Ho chiesto aiuto in giro vediamo se qualcuno mi risponde, che poi questo qualcuno è uno solo, collezionista pure lui, per la maggior parte di giocattoli. Peccato che sia un focone col pc, avrebbe molto da dire e mostrare, ma molto veramente, fa conto che se gli mando una email mi risponde per telefono, mah! Very Happy
E_656 - 20 Gen 2017 05:06 pm
Oggetto:
Mi ricordo che citavi un altro piovarolese... Per caso registrato a nome "Phiphonix"?
Chiunque sia, mi permetto ad esortarlo personalmente ad appalesarsi e a partecipare al Forum... Caspita, mi piacerebbe un sacco ammirare la sua collezione -e non credo piaccia solo a me- e tutto ciò che avrei da imparare!

Franco... Obbligalo sotto minaccia!

Mr. Green
lombricoferoce - 20 Gen 2017 06:23 pm
Oggetto:
me lo ero scordato. No non è Phiphonix. Altro collezionista di quelli buoni ma lui fa treni, filovie, tram e bus ... Matchbox ... li ha tutti e sa un sacco di cose interessanti Dinky e Corgi ....
Da lui viene il mio treno a molla ....

No questo di cui parlo per la maggior parte ha giocattoli meccanici, ha tutti i "mondi" della Technofix meno uno. E tante altre cose, ti troveresti a tuo agio con lui, in più è un appassionato di auto ecc ...

Bye Embarassed
E_656 - 20 Gen 2017 06:48 pm
Oggetto:
Tutti timidi i piovarolesi o fate eccezione tu e Guido?
Vabbè... Speriamo che dopo una buona bevuta di Tocai si decidano entrambi a renderci partecipi delle loro meraviglie nascoste!
Fai da ambasciatore, Franz! Very Happy
lombricoferoce - 21 Gen 2017 08:36 am
Oggetto:
Ho ricevuto la email di risposta ... strano che trascrivo "paro paro":


"Xe banale!
Marca francese "ADOR" scatola denominata " caravan miniabloc"
Informazioni che dago gratis. (solo a ti)
Ciao ciao da R.

Inviato da iPad
"

E' poi così banale?
Confused
E_656 - 21 Gen 2017 10:34 am
Oggetto:
Ciao Franco.
Il tuo amico ha fatto centro. Ma non è detto che ciò che sia banale (facile) per lui lo sia per altri, io non ne conoscevo l'esistenza sino a qualche tempo fa...
Sono alle prime armi, quindi a maggior ragione sarebbe auspicabile che il tuo amico potesse ampliare la nostra cultura giocattolesca... Ovviamente e preferibilmente gratis! Very Happy

Qui c'è molto di più: http://www.miniautoclubpictave.com/carnets/ador.html
(cliccare sul logo per l'illustrazione dettagliata del gioco)

In pratica la caravan ha un motore elettrico alimentato dalla pila posta all'interno della scatola rossa, provvista anche del cavo che fa muovere il timone anteriore, sul quale può venire alloggiato un qualsiasi modello 1/43, affinchè il pargolo fortunato possa esibire il gingillo ai suoi amici sfigati costretti ancora a strisciare per terra e privati del loro status di "homo erectus"... Very Happy
E_656 - 21 Gen 2017 05:08 pm
Oggetto:
Un altro particolare modello della Schuco.
Si tratta della Beach Buggy con movimento a molla.
Fin qui nulla di strano, se non fosse che il meccanismo non risiede nell'auto ma nel servocomando, la trasmissione del moto e della direzione avviene tramite il tradizionale cavetto.
lombricoferoce - 21 Gen 2017 05:33 pm
Oggetto:
oggi l'ho visto in museo .... e mi ha spiegato il funzionamento e mi ha detto che non è stato facile, dopo la mia richiesta si sono messi in due a cercare, lui e la consorte, tra le altre cose lui colleziona libri, ne ha tanti ma tanti ma tanti tanti .... prevalentemente su argomenti che riguardano auto e giocattoli ma non solo, ha trovato le notizie su un libro di giocattoli francesi; aveva individuato la provenienza dal tipo di gomme e pure io ero orientato sulla Francia ma non ho trovato nulla in internet cercando caravan in tutte le lingue, le auto della confezione sono della CIJ e potevano variare. Questo è stato l'unico giocattolo del genere prodotto da questa casa che dopo un po' è fallita.

Questi due personaggi non sono timidi anzi ... se cominciano devi toglier loro le batterie .... ma sono piuttosto cocciuti.
Mah, un vero peccato sono delle vere miniere di informazioni.

Ciao
E_656 - 24 Gen 2017 06:48 pm
Oggetto:
Chiusa la parentesi Ador Miniabloc chiudo anche con la seconda versione delle Computacar Mettoy.
Non so a quale auto reale si ispiri, sembra un mix tra la Chevrolet Corvette e una Pontiac Concept del'70... Ma la cantonata è dietro l'angolo!
fantasmak - 24 Gen 2017 07:00 pm
Oggetto:
Shocked Shocked Shocked Shocked Shocked Senza parole.

Giuseppe,spiegati meglio.

Guido.
E_656 - 24 Gen 2017 08:39 pm
Oggetto:
Intendevo dire che se la prima Computacar che avevo mostrato era assimilabile ad una Ford GT40 abbastanza facilmente, al contrario questo modellino non riesco ad associarlo ad un corrispondente reale: mi pare la parte anteriore di una Corvette e la parte posteriore di una Pontiac Concept, che poi sono le due auto che ho postato insieme al modello.
fantasmak - 24 Gen 2017 08:45 pm
Oggetto:
E_656 ha scritto:
Ma la cantonata è dietro l'angolo!


Questa non l'avevo capita.Il resto sì.

Guido.
E_656 - 24 Gen 2017 08:50 pm
Oggetto:
Mi sa che quello che non ha capito nulla sono io! Mr. Green

"La cantonata è dietro l'angolo"...
Quasi arguta perifrasi per dire che le probabilità di un errore sono quasi certe.
lombricoferoce - 25 Gen 2017 09:10 pm
Oggetto:
Mettevi d'accordo. che sia una Chevolet Corvette non ci sono dubbi, le bandierine confermano. Che sia orrida non c'è dubbio ... ma che cosa sia ... son pifferi vostri.

Notte se oggi mi deste in mano il pulsante per far esplodere questa palla di fango vi consiglierei di emigrare subito altrove, magari a Paperopoli. Evil or Very Mad
E_656 - 31 Gen 2017 11:33 pm
Oggetto:
lombricoferoce ha scritto:
...se oggi mi deste in mano il pulsante per far esplodere questa palla di fango vi consiglierei di emigrare subito altrove, magari a Paperopoli. Evil or Very Mad


Notando con piacere che nessuno ti ha fornito di pulsante e che la sfera melmosa rotea ancora impavida intorno al suo fulcro copernicano, mi accingo a mostrare non una, ma diconsi ben due Schuco 3000 "Fernlenkauto".
Modelli molto datati, ma fortunatamente funzionanti, sono dotati della classica carica a molla, volantino e cavetto per la teleguida e birilli per gimkane... C'è anche una pallina, ma non ne afferro un utilizzo differente dai birilli... Dubito che la Schuco si metta sua sponte ad inseguirla felinamente per ghermirla!
lombricoferoce - 01 Feb 2017 12:30 pm
Oggetto:
Ah!!! Maramaldo, infili lo spadone nella piega quella rossa l'avevo da piccolo e sono eoni che la cerco completa, al massimo per 7,48 euro e non la trovo.

Quest'anno a Padova ne vendevano una anteguerra MB a 240 euro se non ricordo male, completa ma io mi ricordo che quella che avevo io aveva il foglietto in italiano e questa in tedesco. Quindi visto il prezzo, l'ante guerra (io sono post bellico) e la lingua non era quello che volevo io (?) e così non ho preso nulla. Mah! probabilmente ho fatto male.
Ma mi sta qua! Hai presente qua? Beh, proprio qua, prima o poi devo trovarla completa ...

Intanto per queste ti rifilo 2 applausi e mezzo, il mezzo che manca me lo tengo così impari a farmi sospirare. Laughing
E_656 - 01 Feb 2017 06:19 pm
Oggetto:
Dopo aver suturato la ferita, se fai un giro su eBay, potrai notare che di modelli simili d'anteguerra come i miei ve ne sono parecchi ed anche a prezzi molto minori di quelli da fiera...

Una "3000" con scatola italiana -completa, ma blu- è stata venduta a 59€ pochi giorni fa...

Quindi disinfetta e cura la cicatrice con un nuovo acquisto... Così magari mi rendi il mezzo applauso in cauzione... Ci tengo! Laughing
Marco_Beta - 01 Feb 2017 08:02 pm
Oggetto:
Sono iscritto da pochi giorni percui ci vuole tempo per scoprire tutti i meandri di questo forum e ora...sono capitato qui..ragazzi, sono estasiato da questa vetrina che molto si avvicina ai miei gusti personali..diciamo che quasi combacia scaturendo in me ammirazione e maledetta invidia per parecchi pezzi, oltre che compiacimento nel constatare notevole abilità in ambito restauro, dove io amo cimentarmi.
Per ora mi limito a dire: COMPLIMENTI!
E_656 - 01 Feb 2017 08:51 pm
Oggetto:
Marco, ti ringrazio per la visita... Ho un po' di pezzi, ma generalmente tutti facilmente reperibili.
Riguardo ai restauri son solo revisioni di poco conto, come ho già detto e ripeto con sincerità, guardo i tuoi per imparare!
Io al tuo posto mi sarei scoraggiato di fronte alla mancanza di un componente o al suo non funzionamento...
Ho una scatola di modelli in attesa di riparazione, ma non avendo basi tecniche vado molto ad istinto, per cui spesso li rigiro tra le mani, cerco soluzioni, ma alla fine li ripongo in attesa di tempi migliori.
Li tengo sempre in vista per non scordarmi di loro e del loro "diritto" ad esser di nuovo funzionanti, magari con un "trapianto" da altri donatori!
E_656 - 03 Feb 2017 11:11 am
Oggetto:
Ricollegandomi al recente post di Marco, aggiungo le altre due "computer car" in mio possesso.
Prodotte in Estremo Oriente richiamano il funzionamento di quelle a schede, ma più semplicisticamente le sostituiscono con camme da inserire sul fondino, le quali a loro volta comandano un albero che agisce sullo sterzo...
La Porsche si può collocare a metà degli anni '70, la Ferrari una decina di anni dopo, ancora più semplificata e molto "cinese"...
Marco_Beta - 03 Feb 2017 09:44 pm
Oggetto:
Ignoravo l'esistenza di queste computer car, meno pregiate delle altre ma apprezzabili, la Porsche non è neanche male.
Già che son qui mi sono riguardato la tua raccolta di tedesche, mi piacciano parecchio e le viti a vista Märklin a me non dispiacciono nemmeno, anzi..donano artigianalita' a modelli comunque di produzione in serie, ho qualcosa anche io e prima o poi pubblicherò le foto. Le Schuco mi hanno sempre attirato per i loro fantastici e complessi meccanismi, tu ne hai una raccolta invidiabile...ecco, invidia è la senzazione che provo!
Mio padre ne ha anche lui parecchie, mi hai fatto venir voglia di andare da lui a piangere un po'!
lombricoferoce - 04 Feb 2017 07:25 pm
Oggetto:
E_656 ha scritto:
Dopo aver suturato la ferita, se fai un giro su eBay, potrai notare che di modelli simili d'anteguerra come i miei ve ne sono parecchi ed anche a prezzi molto minori di quelli da fiera...

Una "3000" con scatola italiana -completa, ma blu- è stata venduta a 59€ pochi giorni fa...

Quindi disinfetta e cura la cicatrice con un nuovo acquisto... Così magari mi rendi il mezzo applauso in cauzione... Ci tengo! Laughing


Rossa, Giuseppe, deve essere rossa, assolutamente e solamente rossa se no non serve a nulla, non so se mi spiego.

Comunque prima o poi la troverò Smile felice ho diverse cose che devo trovare prima di andare a spinger radicchio ..... almeno 2: la 600 Rivarossi carta di zucchero e ... della Tippco la Phantom, chiusa bicolore bianca e blu elettrico. Rolling Eyes

Riguardo alle computer cars ... gli ingranaggi in plastica ..... Rolling Eyes

Bye
E_656 - 04 Feb 2017 07:28 pm
Oggetto:
Hai ragione Franco! Riguardo la Schuco mi era sfuggita la ragione dettata dell'amarcord Embarassed

Riguardo gli ingranaggi in plastica... La Cina è sempre stata all'avanguardia! Mr. Green
E_656 - 19 Feb 2017 03:10 pm
Oggetto:
Ancora da Schuco un esemplare di una serie ancora mancante nella collezione.
Gli "Schucolino" sono varianti in scala più piccola della "Gran Prix Racer", mancano di meccanismo, ma mantengono le ruote smontabili e sterzanti...
lombricoferoce - 20 Feb 2017 12:15 pm
Oggetto:
A me "sconochuche". Queste non mi fanno sbavacchiare. Embarassed Strane. Non hanno il fascino schucoso.

Racconta qualche cosina in più su questa serie. Very Happy
E_656 - 22 Feb 2017 10:01 am
Oggetto:
Per quel poco che ne so, sono recenti. Non so se sono ancora in catalogo Schuco, in ogni caso non hanno il fascino della latta "storica", comunque costituendo uno dei primi giocattoli dei pargoletti odierni, potrebbe in futuro instillare il sano virus della passione per questo genere!

Sono (erano) venduti in espositori come i modelli die-cast e la scala ufficiale è l'1/43 (molto abbondante a mio avviso). Per esemplificazione sono privi di meccanismo e hanno come "sfizio" la possibilità di smontare le ruote...
lombricoferoce - 22 Feb 2017 05:02 pm
Oggetto:
Grazie, mai visti Mr. Green
diablo - 25 Feb 2017 07:53 pm
Oggetto:
Qualcuno sa dirmi la marca dei modelli in foto ??

@ lombrix, noi abbiamo già dato su Whatsapp ... Mr. Green
E_656 - 26 Feb 2017 11:31 am
Oggetto:
A parte la BMW scura in seconda fila che è sicuramente una Schuco, gli altri "latticini" mi paiono made in Japan... Tra l'altro una delle due "Highway Patrol" in prima fila in alto la possiede anche Franco...

http://amgmodels.mastertopforum.com/successivo-vt3786.html?postdays=0&postorder=asc&start=21

Penso che Marco ne sappia di più...
lombricoferoce - 27 Feb 2017 08:02 am
Oggetto:
A parte la BMW che è molto bella e di cui ignoro la marca o la ignoravo, ho risposto in egual maniera, aggiungendo che la Monkee Mobile (a batteria), della nipponica ASC Aoshin Shoten Co. Ltd. vale un piccolo capitale, siamo sul "millino" se va bene; la maggior parte delle sue creature sono molto ben quotate.

Il marchio della ditta è una losanga con dentro le lettere "ASC" (dal nome della società (A) Oshin (S) Hoten (C) o.

Qui se vi interessa troverete di più

http://tinplatetoys.blogspot.it/2016/02/aoshin-shoten-co-ltd-asc.html

Very Happy
Marco_Beta - 27 Feb 2017 11:43 am
Oggetto:
Mamma mia quanta roba buona!!
Sono tutti modelli che mi piacciono tantissimo, oltre a quelli già citati della ASC, riconosco:
Le due Buick Highway Patrol a sinistra, con sistema controllo velocità della ICHIKO
La Chevrolet Camaro rossa della BANDAI
La Ford Mustang verde della TPS
La Chevrolet Corvette rossa della TAJO
La Oldsmobile Toronado Highway Patrol della TAJO
La Oldsmobile Toronado color oro della BANDAI
La Oldsmobile Toronado rossa della BANDAI
Tutte made in Japan
lombricoferoce - 27 Feb 2017 07:12 pm
Oggetto:
Ora che ci penso, sai cosa ti manca Marco per entrare nel CDI "Club Degli Incompresi"?
Un po' di trenini ... Laughing
Strano che tu non abbia ceduto al richiamo ... io ci sono caduto dopo più di 60 anni. Causa Fantasmak, sempre lui tra i piedi.
Ho voluto riavere gli unici due che mi furono regalati da piccolo .... e poi ... son passato a 3, poi a 4 ecc ... ma comunque ho intenzione di fermarmi, visto poi che non ci capisco un fico, né di treni né di trenini ma mi affascinano.
E per carità non sono al livello né di .... E_656, né di Fantasmak ... nè tanto meno di Diablo che non avrei mai immaginato fosse un cultore di trenini, è stata una vera rivelazione, ma che dico rivelazione, di più, roba da far invidia all'Arcangelo Gabriello ... una sorpresa, meglio che a Pasqua ... ma che dico una sorpresa, proprio un fulmine a ciel sereno ... e meglio che mi fermi .... ovviamente non faccio i nomi per questione di privacy Rolling Eyes
E_656 - 27 Feb 2017 09:31 pm
Oggetto:
Su, non è vero che sai poco di trenini... Io capisco un poco di quelli veri, ma il resto l'ho imparato da Guido e Max e da te...

Marco come immaginavo conosce bene i modelli del Sol Levante...

E visto che ho visto delle auto filoguidate, eccone due esemplari della Gama.
La Opel Rekord aveva il motore distrutto dalla fatica (metal Mr. Green ) come si può ben vedere dall'immagine. Ho avuto fortuna: con un motorino da slot car inserito al suo posto funziona nuovamente, rifatto il cablaggio dei fari, funzionano anche quelli.
La Mercedes, a parte la stella è senza danni.
fantasmak - 27 Feb 2017 10:37 pm
Oggetto:
Bellissime.

Ma quante ne avete!

Guido.
Marco_Beta - 28 Feb 2017 10:50 am
Oggetto:
Innanzitutto faccio subito una correzione, circa i modelli di Diablo, non si scrive ''TAJO'' ma ''TAIYO'', maledetta ignoranza che mi affligge e flagella...
Franco, se tu dici di capirci poco in materia di trenini, io sono peggio. Ne ho qualcuno in latta (ovvio!) e poi qualche Marklin e qualche Lima, sia in scala grande (boh!) che in scala classica...già si capisce che sono come una barca in un bosco in materia vero?! Non nego che un pochino mi intrigano e affascinano le locomotive, il mondo romantico del treno e della ferrovia in generale, incluse le vite degli addetti ai lavori ma per ora rimane un mondo dove ci sono capitato per caso..vedremo in futuro.
Dovessi farmi contagiare anche dalla passione per le strade ferrate sarebbe la rovina, oltre ai modellini colleziono tante altre cose, sono quasi un caso disperato tipo quelli che si vedono sul canale 52, "accumulatore seriale"! Prima o poi posterò qualche foto dei miei mezzi da binario, ci sto lavorando.
Giuseppe, io nutro un "sentimento" particolare per le berline e berlinone anni 60/70, non so perchè ma a auto sportive o più raffinate, sin da piccolo ho sempre preferito questo tipo di macchine. Hai messo due foto che mi hanno fatto luccicare gli occhi! Che belle, non solo perchè rispecchiano i miei gusti ma anche perchè sono due Gama. In più vedo che anche tu ti cimenti in ''trapianti'' e restauri..che soddisfazione quando funzionava dinuovo vero?!
E_656 - 28 Feb 2017 11:15 am
Oggetto:
Io non ho anticorpi... Mr. Green Mi faccio contagiare molto facilmente! Ed infatti ad ogni malattia corrisponde un salasso al portafoglio, che cerco sempre di limitare al minimo, ma c'è!
Riguardo all'accumulo... Son qui al PC che sto scrivendo e ai miei lati -meno di 30 cm- vi sono due scaffali che arrivano al soffitto zeppi di scatole... Avete presente il retro dei negozi? Uguale! Very Happy

Le berline anni '60-'70... Stupende, più fascinose delle sportive, troppo lontane dalla realtà quotidiana, soprattutto allora! Il trapianto è stata una scommessa... Andata bene, avevo il timore che il piccolo motore non avesse la potenza necessaria a spingere ruote e peso maggiore... Ed invece...
La soddisfazione è impagabile, come ben sai! Wink

Comunque riguardo la serie "non ci facciamo mancare nulla" puoi dare un'occhiata qui:

http://amgmodels.mastertopforum.com/1-vt2923.html?postdays=0&postorder=asc&start=0
lombricoferoce - 28 Feb 2017 01:11 pm
Oggetto:
Gli anni 60 e 70 per me sono stati i più belli per le auto e qui non faccio distinzioni, avevano tutte un loro fascino .....

@ Giuseppe quel poco e veramente poco che so sui treni e sui trenini me lo ha detto Guido ed un altro amico e quello che eventualmente ho scritto è sempre stato un copia incolla, insomma farina di sacchi altrui gagliardamente sgraffignata.

Per finire ... i filo-guidati non mi hanno mai attirato neppure da piccolo (a parte uno Schuco) mi hanno sempre dato il senso di "imprigionato". Ok sono scemo, ciao Shocked
E30 - 04 Mar 2017 10:34 am
Oggetto:
Visto che qui si parla prevalentemente di modellini Schuco, vorrei fare una domanda a voi che da tempo collezionate a differenza di me che da poco mi sono avvicinato a questa passione, riverniciare un vecchio modellino vintage ne pregiudica il valore collezionistico?
E_656 - 04 Mar 2017 04:41 pm
Oggetto:
Ovviamente sì, sono vari i fattori -validi in tutti i settori del collezionismo- a determinare il valore storico o meramente monetario di un esemplare.
La presenza della scatola originale, nel caso della presenza di meccanismi il loro corretto funzionamento ed infine -ma non ultimo- lo stato della carrozzeria...
Meglio chips e piccole tracce di ossido, rispetto a zone riverniciate o ad una totale riverniciatura.
L'importante è aver presente il concetto, dopodichè se ne accettano le conseguenze.
Io mi aggiudicai a poco prezzo una Schuco Fex 1111 riverniciata in modo pessimo dal suo proprietario, per cui già di discutibile valore, persa per persa la sverniciai completamente e la restituii alla tinta originaria...

http://amgmodels.mastertopforum.com/successivo-vt5681.html?postdays=0&postorder=asc&start=28

Sulla latta litografata invece è escluso ogni intervento a meno di non avere l' ottima mano di Marco_Beta che riesce anche a rendere le sfumature!

In definitiva: piuttosto che avere un rottame non funzionante, ma originale, a mio avviso meglio uno restaurato ma funzionante... A prescindere dal valore perso ne guadagna ai nostri occhi e ci dà soddisfazione.
lombricoferoce - 04 Mar 2017 06:05 pm
Oggetto:
Un benvenuto ad E30. Come la BMW? Razz

Il ragionamento di Giuseppe è giusto non fa una grinza ma va applicato anche ai modellini in generale ed un po' a tutte le "cose" di una certa età. Certo che secondo me se si decide per un restauro totale è sempre meglio rispecchiare "l'originale". Ma ! Nel caso dei giocattoli, di certi giocattoli, ripristinare i colori litografati su latta è più facile a dirsi che a farsi , non so cosa ne pensi Marco.

Io vorrei vedere chi riesce a mettere a nuovo, letteralmente a nuovo un semplicissimo Marchesini (Agostino) come una FORD Fordor .... un giocattolino .... da pochi euro ...

E' interessante questo articolo ....

http://www.casadellescatole.org/pulizia-e-manutenzione-delle-scatole-di-latta/


Bye Laughing Razz
Marco_Beta - 04 Mar 2017 06:49 pm
Oggetto:
Giuseppe e Franco mi avete tolto le parole di bocca..anzi dai tasti. Quindi non aggiungo altro a ciò che avete scritto che condivido in tutto. Il mio modus operandi si basa nel salvare più che si può e se non si può...allora riprodurre e riverniciare nel rispetto delle origini, il risultato poi non sempre è quello che spero ma a volte pretendo troppo..sono un maledetto pignolo, comunque grazie per apprezzare i miei lavoretti Giuseppe!
Franco nel caso di litografie come la Marchesini Ford o ad esempio parecchie Highway Patrol made in Japan, non penso proprio ci sia il modo di restaurare riproducendo le zone danneggiate senza fare danni, infatti parecchi miei modelli di quel tipo non nascondono le rughe, ci si limita a fare come descritto nel link che hai messo per le scatole e poi...come ho già scritto una volta, mio personalissimo parere, preferisco un'auto di latta che ha vissuto nel giusto periodo tra le mani di un bimbo piuttosto che una vecchietta che ha vissuto in vetrina.
Comunque sia Davide, la nostra è una passione che ognuno affronta e vive a modo proprio, l'importante è godere mentre si guarda i nostri modellini.
Marco
E30 - 04 Mar 2017 08:46 pm
Oggetto:
lombricoferoce ha scritto:
Un benvenuto ad E30. Come la BMW? Razz

Il ragionamento di Giuseppe è giusto non fa una grinza ma va applicato anche ai modellini in generale ed un po' a tutte le "cose" di una certa età. Certo che secondo me se si decide per un restauro totale è sempre meglio rispecchiare "l'originale". Ma ! Nel caso dei giocattoli, di certi giocattoli, ripristinare i colori litografati su latta è più facile a dirsi che a farsi , non so cosa ne pensi Marco.

Io vorrei vedere chi riesce a mettere a nuovo, letteralmente a nuovo un semplicissimo Marchesini (Agostino) come una FORD Fordor .... un giocattolino .... da pochi euro ...

E' interessante questo articolo ....

http://www.casadellescatole.org/pulizia-e-manutenzione-delle-scatole-di-latta/.


Bye Laughing Razz


Si come la BMW
E30 - 04 Mar 2017 09:06 pm
Oggetto:
La mia domanda è nata dal fatto che venendo dall'orologeria vintage dove l'estetica che porta con se i segni degli anni è molto importante preservarla quando non è eccessiva, quindi evitando ad esempio la ristampa del quadrante, mi domandavo se le stesse regole valgano anche per i modellini
Io sono di quelli a cui piacciono molto i segni del tempo in quanto gli oggetti vintage mi piacciono anche per la storia di vita vissuta che portano con se. Sono spesso attirato da oggetti malandati in quanto poi riportarli a nuova vita mi diverte molto
E30 - 04 Mar 2017 10:27 pm
Oggetto:
E_656 ha scritto:
Ovviamente sì, sono vari i fattori -validi in tutti i settori del collezionismo- a determinare il valore storico o meramente monetario di un esemplare.
La presenza della scatola originale, nel caso della presenza di meccanismi il loro corretto funzionamento ed infine -ma non ultimo- lo stato della carrozzeria...
Meglio chips e piccole tracce di ossido, rispetto a zone riverniciate o ad una totale riverniciatura.
L'importante è aver presente il concetto, dopodichè se ne accettano le conseguenze.
Io mi aggiudicai a poco prezzo una Schuco Fex 1111 riverniciata in modo pessimo dal suo proprietario, per cui già di discutibile valore, persa per persa la sverniciai completamente e la restituii alla tinta originaria...

http://amgmodels.mastertopforum.com/successivo-vt5681.html?postdays=0&postorder=asc&start=28

Sulla latta litografata invece è escluso ogni intervento a meno di non avere l' ottima mano di Marco_Beta che riesce anche a rendere le sfumature!

In definitiva: piuttosto che avere un rottame non funzionante, ma originale, a mio avviso meglio uno restaurato ma funzionante... A prescindere dal valore perso ne guadagna ai nostri occhi e ci dà soddisfazione.


Bello il restauro anche se pure colore alluminio non sarebbe stata male mi ha fatto ripensare alle bellissime roulotte anni 50 airstream
E_656 - 04 Mar 2017 10:46 pm
Oggetto:
Infatti fui tentato anche io di lasciarla in "acciaio" spazzolato... Ma poi optai per un restauro più completo.
Marco_Beta - 04 Mar 2017 11:50 pm
Oggetto:
Giuseppe..mi sono appena riguardato tutte le pagine del tuo topic, in un punto parli del tuo travaso di bile nel momento in cui tuo figlio ti sbandiera la M.L.B. cromata...secondo te, uno come me, che ha un debole per le molle e ingranaggi come te, a quale patologia si espone guardando la tua collezione??
Hai dei pezzi meravigliosi.
E_656 - 05 Mar 2017 06:37 pm
Oggetto:
Troppo gentile Marco!
A me quando osservo le altrui collezioni sopraggiunge la "sindrome di Stendhal" Laughing Laughing
La sana e spesso accesa competizione con l'altro collezionista di casa viceversa è foriera di gastriti... Laughing
In ogni caso è molto stimolante e divertente in quanto si collabora al bene comune ed io me la cavo con la classica frase "un giorno tutto questo sarà tuo!"

Oggi un pezzo cui tengo parecchio, in quanto è abbastanza difficile da trovare in ordine e completo. Dalla Ingap l' "Aereo Volante" 1230.

Si tratta di un velivolo con motore elettrico a volo vincolato, la struttura ad ombrello funge da fulcro intorno al quale l'aereo collegato ai cavetti elettrici che forniscono la corrente dalla scatola delle batterie si alza dalla pista in legno e gira in tondo... L'assenza di video in rete -io non ne ho trovati- fa supporre che i recenti proprietari -me compreso!- ben si guardino dal collaudare il giocattolo, onde evitare rovinosi atterraggi di fortuna su mobili e suppellettili in caso di avaria. Very Happy
Il motore dell'aereo comunque l'ho testato e funziona... Per il resto... Mi fido della Ingap che sicuramente l'ha collaudato prima di venderlo!
diablo - 05 Mar 2017 10:50 pm
Oggetto:

lombricoferoce - 06 Mar 2017 12:03 pm
Oggetto:
L'avevo visto ieri sera : una vera chicca.
Mai visto e non conosco; dalla foggia dell'aereo direi che il giocattolo potrebbe essere fine anni 50 inizi 60, ho un librone sulla Ingap, proverò a vedere, a meno che non mi ragguagli tu prima.

Sembra … rassomiglia, potrebbe essere, forse …. mi ... ricorda vagamente … un AT-6 Texan della North American, aereo da addestramento e collegamento nato negli anni 40 e molto usato dall'aeronautica militare dello stivalone tra il 50 e il 70.

Wink
E_656 - 06 Mar 2017 09:50 pm
Oggetto:
Direi che se non rappresenta un AT6 Texan, un suo gemello di sicuro! Mr. Green
Sei sempre un segugio, Franco... Altro che copia-incolla!
lombricoferoce - 07 Mar 2017 12:03 am
Oggetto:
Mi ricordavo di un aereo di addestramento americano .... Very Happy
E_656 - 07 Mar 2017 06:07 pm
Oggetto:
Tre CKO con motore elettrico: la scocca a guscio si solleva e scopre l'alloggiamento per la pila.
Un interruttore posizionato vicino al paraurti posteriore chiude il contatto. Ruote sterzanti.
Scala approssimativa 1/32.

Opel Rekord
Ford 17m "Badewanne"
Ford 17m "Badewanne" Taxi
Marco_Beta - 07 Mar 2017 07:23 pm
Oggetto:
Le berline Ford e Opel che mi piacciono!
La vasca da bagno Ford (mi pare la chiamassero così) mi piace un sacco, aveva già i paraurti e frecce integrati con la carrozzeria e non le solite lame..6 posti se non erro e..per me bella bella!
Qui da me ne circolava ancora una quotidianamente fino all'anno scorso, primo padrone, ora è sparita Crying or Very sad .
Ignoravo l'esistenza di questi modelli, belli!
fantasmak - 07 Mar 2017 08:12 pm
Oggetto:
Anche a me piace molto la linea della Ford Taunus 17M,specialmente nei colori pastello d'epoca. .

Belli anche i modelli.Complimenti.

Guido.
lombricoferoce - 08 Mar 2017 10:35 am
Oggetto:
Marco_Beta ha scritto:
Le berline Ford e Opel che mi piacciono!
La vasca da bagno Ford (mi pare la chiamassero così) mi piace un sacco, aveva già i paraurti e frecce integrati con la carrozzeria e non le solite lame..6 posti se non erro e..per me bella bella!
Qui da me ne circolava ancora una quotidianamente fino all'anno scorso, primo padrone, ora è sparita Crying or Very sad .
Ignoravo l'esistenza di questi modelli, belli!



Esatto la Taunus P3 per gli amici 17 M aveva il nomignolo di Badewanne, appare nell'ottobre del 1960 con lo slogan " Die Linie der Vernunft " (La linea della ragione) da un'idea del direttore creativo Wilfried Henkel agenzia di pubblicità J. Walter Thompson a Francoforte.
LA Taunus Fu costruita in diverse versioni a partire dal 1939 fino al 1982, prima degli anni settanta le serie avevano la sigla P come progetto ed un numero progresivo, per il pubblico veniva usata la sigla M più un numero a due cifre che indicava la cilindrata, la emme era l'iniziale della parola crucca "capolavoro" (Meisterwerk), negli anni sessanta gli stessi modelli vengono offerti nelle versioni 12 e 15M che ebbero un seguito nella 17M, 20 e 26M con carrozzeria "Badewanne" e che erano le ammiraglie.

Tra le Taunus la mia preferita in assoluto era la 12M o 15M "Weltkugel" welt come mondo e kugel come palla, quindi mappamondo.
Nata nel gennaio 1952, la 12M la cui sigla interna era G13 si distingueva dal modello precedente per la linea decisamente americaneggiante, con parafanghi integrati nella carrozzeria di tipo "Ponton" se non erro autoportante. Quello che mi incantava da bambino quando le vedevo in Austria era il caratteristico il fregio frontale, che rappresenta un mezzo mappamondo , da cui il nomignolo tedesco "Weltkugel".
Nel 57 appare un modello forse più bello di carozzeria e ancora più americaneggiante che ricorda la Ford Fairlane del 1956.

Le sigle P arrivano fino al 7 poi a partire dal 1970 le sigle cambiano in TC e le carrozzerie cambiano totalmente e usciranno in tre serie.

E per finire ricordo che con il nome Taunus (1961) esisteva pure un furgone. Belli quelli della Tekno.

In due parole, la prima produzione Ford ad avere il nome "Transit" fu un furgone costruito nello stabilimento Ford di Colonia in Germania, introdotto nel 1953 con il nome di FK 1000 ossia Ford Köln, (Köln come Colonia), trasportante 1000 kg, il furgone assunse la denominazione Ford Taunus Transit solo nel 1961 ed uscì di produzione nel 1965 quando venne sostituito dal Transit inglese Mk.I che sostituì anche il bel Ford Thames 400E nato nel 1957.

Un'ultima cosa, che sicuramente tutti sanno già ... il Taunus è una catena montuosa della Germania centrale, appartenente al Rheinisches Schiefergebirge e che raggiunge gli 880 metri di altitudine con il Großer Feldberg.
Ciao Smile felice
Marco_Beta - 08 Mar 2017 11:22 am
Oggetto:
Complimenti Franco e grazie per le delucidazioni in merito alla Taunus.
Come già scritto ho un debole per questo modello anche se dal '74 in poi ha perso le linee opulente e americane per diventare un po' più europeo. Da ragazzino andavo spesso dai demolitori a recuperare acritte, chiavi e cimeli vari delle auto che mi piacevano e in garage conservo ancora la mascherina di una Taunus GXL del 1973!
Per quanto riguarda il furgone Taunus, ho un caro amico che colleziona auto e camion d'epoca e ne ha uno che ha recuperato e restaurato in modo impaccabile, ho avuto la fortuna di guidarlo..che spettacolo, cambio al volante, maneggevole, pratico e divertente.
Non sapevo della catena montuosa da cui ne prende il nome ma posso aggiungere che nelle Marche c'è un villaggio che si chiama Taunus!
Buona giornata.
E30 - 08 Mar 2017 07:43 pm
Oggetto:
Belle sono funzionanti?
Approfitto per inserire un link interessante sulle Schuco 1050
http://www.ebay.de/gds/Schuco-Studio-1050-altes-Original-oder-Neuauflage-/10000000002539767/g.html
lombricoferoce - 08 Mar 2017 07:53 pm
Oggetto:
A proposito del villaggio Taunus italico, ho cercato, è un villaggio vacanze nella riviera del Conero. Mai saputo.


E_656 - 12 Mar 2017 01:06 pm
Oggetto:
Grazie Franco per quelli che tu chiami "copia-incolla", ma che io non trovo, non copio e di conseguenza lascio senza colla... Very Happy

Taunus GXL... Sarà pure meno sobria, ma da piccolo mi piaceva parecchio!
L'ho rivista con piacere nella serie TV "Life on Mars"...

Davide , grazie per il link molto utile, io lo cercavo sul libro e sul forum tedesco, ma non c'ero riuscito!
Le 3 CKO sono tutte funzionanti a batteria.
E_656 - 12 Mar 2017 04:26 pm
Oggetto:
Due Schuco da corsa.
Una Ferrari 246FL (forse!) e una BMW BT7 (chissà?)...

Di un paio di cose son sicuro: carica a molla e sterzanti! Mr. Green
Marco_Beta - 12 Mar 2017 06:57 pm
Oggetto:
Molto belle le due Schuco da corsa, la BMW l'ho avuta anche io ma era riverniciata male e la feci fuori. Sterzo ben fatto con sospensioni se non ricordo male, differenziale, gallettoni..belle belle!
Per le FORD Giuseppe siamo in sintonia, ho parecchi depliant dell'epoca e ovviamente modellini. Ti devo correggere però! Quella nella foto non è una Taunus ma una Cortina GXL, molto simile ma un po tutta diversa. Esiste un modellino Corgi Toys identico (che ho!).
E_656 - 12 Mar 2017 07:53 pm
Oggetto:
Chiedo venia! Embarassed
Urge un corso di Fordologia... Very Happy
Grazie per la doverosa precisazione, ma mi piace lo stesso anche se è una Cortina! Mr. Green

Hai visto i dubbi che ho nel riconoscere i modelli reali? Non so nemmeno quali sono rappresentati nelle due Schuco! Neutral
Marco_Beta - 12 Mar 2017 09:47 pm
Oggetto:
Beh io vonosco bene solo le auto che mi piacciono o che sono legate in qualche modo alla mia vita, come le vecchie FORD, per il resto...specialmente le auto sportive, le mie conoscenze si assottigliano in modo imbarazzante e confuso!
E30 - 13 Mar 2017 01:33 pm
Oggetto:
Sapete se la Examico monta la stessa molla di carica della Akustico o se si vende la sola molla?
Mi è arrivata una vecchia Examico ma ha la molla di carica rotta, ho visto in rete che si trova il movimento completo della akustico, quindi se la molla è la stessa vorrei trasferirla sulla mia
Altrimenti con la vecchia molla dovrei vedere in qualche fornitura di orologeria se hanno qualcosa di compatibile
lombricoferoce - 13 Mar 2017 06:06 pm
Oggetto:
E_656 ha scritto:
Chiedo venia! Embarassed
Urge un corso di Fordologia... Very Happy
Grazie per la doverosa precisazione, ma mi piace lo stesso anche se è una Cortina! Mr. Green

Hai visto i dubbi che ho nel riconoscere i modelli reali? Non so nemmeno quali sono rappresentati nelle due Schuco! Neutral


Eccolo Smile felice


A proposito, quasi dimenticavo l'OT per chi non lo sapesse come me fino a 5 minuti fa: Life on Mars è una serie televisiva britannica, ideata da Matthew Graham, Tony Jordan e Ashley Pharoah. Mandata per la prima volta in onda su BBC One tra il gennaio e il febbraio 2006.
Il titolo della serie è ispirato alla canzone di David Bowie Life on Mars? del 1971 ma divenuta celebre nel 1973, anno in cui la serie è ambientata. Nel primo episodio il protagonista viene investito e si risveglia nel 1973 proprio mentre sta ascoltando questa canzone.

Il personaggio principale è l'ispettore capo Sam Tyler della Polizia di Manchester (interpretato da John Simm) che, dopo essere stato investito da un'auto nel 2006, si ritrova catapultato nell'anno 1973. Qui lavora per il dipartimento di Polizia sotto la supervisione dell'ispettore Gene Hunt (interpretato da Philip Glenister). Nel corso della serie, Tyler deve affrontare vari ostacoli culturali, la maggior parte dei quali riguardano le differenze delle tecniche di indagine della polizia moderna comparate con quella degli anni settanta.

La serie mantiene una forte ambiguità sulla situazione di Tyler: non è chiaro se lui abbia davvero viaggiato indietro nel tempo, se sia in coma nel 2006 e il mondo degli anni settanta sia una sua costruzione mentale, o se sia davvero nel 1973, ma sia mentalmente instabile.
lombricoferoce - 13 Mar 2017 06:25 pm
Oggetto:
E30 ha scritto:
Sapete se la Examico monta la stessa molla di carica della Akustico o se si vende la sola molla?
Mi è arrivata una vecchia Examico ma ha la molla di carica rotta, ho visto in rete che si trova il movimento completo della akustico, quindi se la molla è la stessa vorrei trasferirla sulla mia
Altrimenti con la vecchia molla dovrei vedere in qualche fornitura di orologeria se hanno qualcosa di compatibile


Guardando le mie Examico e Akustico direi di sì, quest'ultima ha sul fondino una presa per una carica supplementare per il clacson e differisce dalla prima solo in questo, quindi la molla che dà il movimento dovrebbe essere in identica per tutti e due i giocattoli ... ma preferirei un parere di Giuseppe o Marco. Io non ne imbrocco una normalmente e non mi azzardo ad aprirle ..... quindi ....

Smile
E30 - 13 Mar 2017 09:47 pm
Oggetto:
lombricoferoce ha scritto:
E30 ha scritto:
Sapete se la Examico monta la stessa molla di carica della Akustico o se si vende la sola molla?
Mi è arrivata una vecchia Examico ma ha la molla di carica rotta, ho visto in rete che si trova il movimento completo della akustico, quindi se la molla è la stessa vorrei trasferirla sulla mia
Altrimenti con la vecchia molla dovrei vedere in qualche fornitura di orologeria se hanno qualcosa di compatibile


Guardando le mie Examico e Akustico direi di sì, quest'ultima ha sul fondino una presa per una carica supplementare per il clacson e differisce dalla prima solo in questo, quindi la molla che dà il movimento dovrebbe essere in identica per tutti e due i giocattoli ... ma preferirei un parere di Giuseppe o Marco. Io non ne imbrocco una normalmente e non mi azzardo ad aprirle ..... quindi ....

Smile


Grazie poi sono riuscito ad accorciarla e riutilizzarla
Ho presentato l'automobilina in un altro post che ho appena aperto
Marco_Beta - 14 Mar 2017 10:01 am
Oggetto:
Qui l'unico che può aiutarti, anzi poteva visto che hai già risolto, era Giuseppe perchè io non sono un gran intenditore di Schuco, ti avrei suggerito ciò che hai fatto ispirandomi a una riparazione he feci su un orologio da tavolo con la molla spezzata (lo trovi su altro collezionismo), alla fine le Schuco sono dei piccoli orologi senza lancette!
lombricoferoce - 14 Mar 2017 01:01 pm
Oggetto:
E30 ha scritto:
lombricoferoce ha scritto:
E30 ha scritto:
Sapete se la Examico monta la stessa molla di carica della Akustico o se si vende la sola molla?
Mi è arrivata una vecchia Examico ma ha la molla di carica rotta, ho visto in rete che si trova il movimento completo della akustico, quindi se la molla è la stessa vorrei trasferirla sulla mia
Altrimenti con la vecchia molla dovrei vedere in qualche fornitura di orologeria se hanno qualcosa di compatibile


Guardando le mie Examico e Akustico direi di sì, quest'ultima ha sul fondino una presa per una carica supplementare per il clacson e differisce dalla prima solo in questo, quindi la molla che dà il movimento dovrebbe essere in identica per tutti e due i giocattoli ... ma preferirei un parere di Giuseppe o Marco. Io non ne imbrocco una normalmente e non mi azzardo ad aprirle ..... quindi ....

Smile


Grazie poi sono riuscito ad accorciarla e riutilizzarla
Ho presentato l'automobilina in un altro post che ho appena aperto



E_656 - 14 Mar 2017 09:07 pm
Oggetto:
Strabravo! Io ho lo stesso problema con una Gama, molla rotta all'estremità interna... Ho provato a scaldarla e sono riuscito ad infilarne un capo nell'asola, ma per il resto sono in alto mare.
Non riesco a rimontare tutti gli ingranaggi con la molla troppo "svolta" per esser alloggiata in sede... Quindi sono in attesa di qualche lampadina che si accenda! Idea
E_656 - 15 Mar 2017 06:47 pm
Oggetto:
Già che ho tirato in ballo nel topic di Davide questo modello, non faccio altro che esporlo completamente: è una Examico edita da Schuco nella forma "scheletrata" affinchè se ne possano apprezzare i meccanismi interni.


E30 - 15 Mar 2017 11:45 pm
Oggetto:
Bella questa versione, in che anno è stata introdotta ?
Attualmente ho visto che la Schuco vende ancora la examico nella colorazione a doppia tonalità di blu ma non sono più Made in Germany se non sbaglio
E30 - 16 Mar 2017 12:14 am
Oggetto:
E_656 ha scritto:
Strabravo! Io ho lo stesso problema con una Gama, molla rotta all'estremità interna... Ho provato a scaldarla e sono riuscito ad infilarne un capo nell'asola, ma per il resto sono in alto mare.
Non riesco a rimontare tutti gli ingranaggi con la molla troppo "svolta" per esser alloggiata in sede... Quindi sono in attesa di qualche lampadina che si accenda! Idea


La mia aveva la molla rotta sia all'estremità interna che esterna, quella interna l'ho scaldata e piegata in modo che possa agganciarsi all'asse di carica , la parte esterna che si aggancia al telaio del motore con una lima gli ho rifatto le feritoie sempre dopo averla scaldata, per il rimontaggio ho prima inserito l'estremità esterna al telaio e poi l'estremità interna sull'asse di carica, ho richiuso con le mani il telaio motore e caricato la molla con la chiavetta tenendo il telaio semiaperto e con le dita facendo in modo che durante la carica la molla non si svolga in modo da spingere la stessa all'interno della sua sede creata dalle due sporgenze del telaio lato carica e richiuso a mano il telaio poi ho riaperto leggermente il telaio facendo in modo che la molla rimanesse stretta tra le linguette sporgenti del telaio lato carica e ho infilato gli altri ingranaggi e richiuso....non so se sono stato chiaro ma è più difficile spiegarlo che farlo è un po' come reinserire la molla di carica di un orologio nel bariletto, all'inizio mi sembrava impossibile però poi una volta individuati i movimenti delle dita è diventato facile
E_656 - 16 Mar 2017 09:05 am
Oggetto:
Grazie per i suggerimenti sulla messa in opera della molla! Wink
A dire il vero ci riuscii una volta su una Schuco Kommando sia rifacendo la "testa" che la "coda" della medesima, ma forse perchè era molto più fine e maneggiabile rispetto a quella della Gama, più spessa. larga e "indomabile"!

Schuco produce -da quel poco che so- sia in Germania che in Cina. In genere sul fondino dei prodotti orientali viene stampato il luogo di produzione. Altre volte sulla scatola. La mia "Schnittmodell" è recente ed è la riedizione di questa, che nella fattispecie è una "Radiocar 4012" dal migliaio di euro in su...
E30 - 16 Mar 2017 10:41 am
Oggetto:
E_656 ha scritto:
Grazie per i suggerimenti sulla messa in opera della molla! Wink
A dire il vero ci riuscii una volta su una Schuco Kommando sia rifacendo la "testa" che la "coda" della medesima, ma forse perchè era molto più fine e maneggiabile rispetto a quella della Gama, più spessa. larga e "indomabile"!

Schuco produce -da quel poco che so- sia in Germania che in Cina. In genere sul fondino dei prodotti orientali viene stampato il luogo di produzione. Altre volte sulla scatola. La mia "Schnittmodell" è recente ed è la riedizione di questa, che nella fattispecie è una "Radiocar 4012" dal migliaio di euro in su...


Bella anche questa, in rete si trova la versione chiusa anche se a prezzi un po' eccessivi a mio parere
Ho visto che su ebay si trova la molla di carica Schuco
Marco_Beta - 16 Mar 2017 11:52 am
Oggetto:
Che bella la Schuco scheletrata tipo ''da autoscuola"
E_656 - 21 Mar 2017 08:15 pm
Oggetto:
Eh sì... Uno di quei pezzi da sogno... O da incubo, considerato il prezzo!

Circa i pezzi di ricambio su eBay si trovano, sia originali che cloni, altra soluzione è l'acquisto di un "rottame" da trapianto d'organi... meccanici.

Esiste anche la Schuco-Klinik, nei casi disperati ci si può rivolgere a loro anche spedendo il modello ed ottenendo la riparazione in loco con ricambi assolutamente originali, ma a prezzi adeguatamente elevati.

Oggi una Schuco Tacho-Examico 4002.
Cambio al volante e indicatore di marcia ad ago. Freno a mano e ruote sterzanti.
Primi anni '50.
Marco_Beta - 21 Mar 2017 10:46 pm
Oggetto:
Vediamo se siamo sulla stessa lunghezza d'onda Giuseppe..secondo me, lo dico perché capita a me e immagino sia la stessa cosa per te, la soddisfazione che da un orologiomodello come questo nel tenerlo in mano, sentirne il peso e il rumore della latta e ingranaggi...è impagabile!

E_656 - 22 Mar 2017 09:05 am
Oggetto:
Perfettamente d'accordo! Mi immagino l'ingegno dei progettisti nel calcolo dei leveraggi e della disposizione corretta di tutti i componenti... Ora basta un microchip. Molto efficiente, ma senza poesia!
Inoltre sapere che il modello tra le tue mani sarà custodito e non subirà più l'onta del tempo dona altre impagabili sensazioni.
lombricoferoce - 23 Mar 2017 02:23 pm
Oggetto:
Bel pezzo Giuseppe, che nel vederlo fa rimpiangere molte cose .... Rolling Eyes

A proposito della versione "scheletrata" .... non ridere, mi fa impressione. Ok ... come non scritto Embarassed
E_656 - 26 Mar 2017 12:42 am
Oggetto:
Grazie Franco... Ma quali rimpianti fa sovvenir al tuo nobile animo? Question
L'anatomica di Schuco... Ci vuol pelo sullo stomaco, come alle lezioni di patologia chirurgica! Mr. Green


Collegandomi al post di Davide: Schuco Magico.
E30 - 26 Mar 2017 03:17 pm
Oggetto:
E_656 ha scritto:
Grazie Franco... Ma quali rimpianti fa sovvenir al tuo nobile animo? Question
L'anatomica di Schuco... Ci vuol pelo sullo stomaco, come alle lezioni di patologia chirurgica! Mr. Green


Collegandomi al post di Davide: Schuco Magico.


Bella anche questa, quali sono le differenze con la commando ?
È nuova?
La 1010, la commando e questa magico a quali prezzi conviene comprarle sia in versione recente che antica?
Tanto per avere un'idea visto che i numeri che trovo in rete sono i più disparati
E_656 - 26 Mar 2017 04:38 pm
Oggetto:
Le differenze son poche: come vedi sul fischietto c'è addirittura scritto "Schuco Commando".
Manca il paraurti posteriore per l'inversione di marcia e ha invece un'antenna di gomma sul tetto.
E' nuova: direi che una quotazione media può oscillare tra i 70 ed i 90 euro.
Per la 1010 -sempre nuova- tra i 55 e i 75 euro, lo stesso per la Commando.

Per quelle originali devi farti guidare un po' dall'istinto: le differenze che influiscono sulla valutazione sono molte.
Tieni presente che la Kommando fu prodotta dal 1937 al 1951.
La Magico dal '51 al '65 e la 1010 dal '39 sino al '65.
Agli inizi degli anni '90 hanno prodotto le riedizioni.
E30 - 26 Mar 2017 06:13 pm
Oggetto:
se si trovassero facilmente i ricambi prenderei solo le vecchie, purtroppo ho notato che solo della akustico, examico e qualcosa della 1050 si trova in rete
E_656 - 26 Mar 2017 06:20 pm
Oggetto:
O cerchi solo modelli di prima edizione totalmente funzionanti, garantiti dal venditore e sei disposto a spender quello che valgono, oppure cerchi più modelli da "cannibalizzare" per crearne uno perfetto.
Sono entrambe vie percorribili a seconda delle occasioni che si presentano.
I pezzi di ricambio sono rari venduti come tali... Purtroppo!
lombricoferoce - 27 Mar 2017 01:52 pm
Oggetto:
Se pensiamo bene anche i nuovi giocattoli, che comunque costano una cifra, sono sempre Schuco, riedizioni ma non copie in quanto la ditta esiste fortunatamente anche ai giorni nostri, anche se fa parte del Simba Dickie Group, che possiete pure la Solido, la Majorette e la Dickie-Tamiya.
Presumo che meccanicamente, in linea di massima, siano identici ai loro predecessori.

Il Simba Dickie Group produce giocattoli. Nacque nel 1982 come Simba Toys, per merito di Fritz Sieber e suo figlio Michael, nella cittadina di Fürth in Baviera. Il Gruppo è diventato il quarto più grande produttore di giocattoli in Germania.
Lo slogan della società è "Ci piace fare i giocattoli".

L'attuale Simba Dickie Group è stato creato nel 1993, con la fusione di due società indipendenti, la Simba Toys e la Dickie Toys, quest'ultima fondata nel 1971 da Wolfgang Sauerborn e acquisita dopo la morte del suo fondatore nel 1993 …. Nel corso degli anni la società riunì sotto di se molti altri marchi di giocattoli.

1993 Dickie Toys - giocattoli di plastica
1998 Eichhorn - giocattoli di legno
1999 Schuco - modellini di automobili e giocattoli
2001 Noris-Spiele - Kit creatività, giochi e puzzle
2004 Big - giocattoli di plastica
2006 Nicotoy - animali di peluche
2008 Smoby Toys - giocattoli di plastica e giocattoli componibili
2008 Schipper - artigianato
2010 Zoch Verlag - giochi da tavolo
2010 Majorette - modellini
2010 Solido - modellini
2010 Heros - giocattoli di legno
2013 Märklin - modellismo ferroviario



E_656 - 27 Mar 2017 03:00 pm
Oggetto:
Una gran bella famiglia, non c'è che dire!

Tempo fa mi sono imbattuto in una vecchia conoscenza: un vecchio giocattolo che avevo da piccolo. Non era nemmeno tra i miei preferiti, non mi piacevano troppo le ruote del carrello sproporzionate...
Ma tant'è, non appena l'ho visto in vendita me lo sono accaparrato... Rimetto un altro ricordo al suo posto!

Made in China, meccanismo a frizione: le eliche girano insieme alle ruote.
E30 - 27 Mar 2017 03:17 pm
Oggetto:
lombricoferoce ha scritto:
Se pensiamo bene anche i nuovi giocattoli, che comunque costano una cifra, sono sempre Schuco, riedizioni ma non copie in quanto la ditta esiste fortunatamente anche ai giorni nostri, anche se fa parte del Simba Dickie Group, che possiete pure la Solido, la Majorette e la Dickie-Tamiya.
Presumo che meccanicamente, in linea di massima, siano identici ai loro predecessori.

Il Simba Dickie Group produce giocattoli. Nacque nel 1982 come Simba Toys, per merito di Fritz Sieber e suo figlio Michael, nella cittadina di Fürth in Baviera. Il Gruppo è diventato il quarto più grande produttore di giocattoli in Germania.
Lo slogan della società è "Ci piace fare i giocattoli".

L'attuale Simba Dickie Group è stato creato nel 1993, con la fusione di due società indipendenti, la Simba Toys e la Dickie Toys, quest'ultima fondata nel 1971 da Wolfgang Sauerborn e acquisita dopo la morte del suo fondatore nel 1993 …. Nel corso degli anni la società riunì sotto di se molti altri marchi di giocattoli.

1993 Dickie Toys - giocattoli di plastica
1998 Eichhorn - giocattoli di legno
1999 Schuco - modellini di automobili e giocattoli
2001 Noris-Spiele - Kit creatività, giochi e puzzle
2004 Big - giocattoli di plastica
2006 Nicotoy - animali di peluche
2008 Smoby Toys - giocattoli di plastica e giocattoli componibili
2008 Schipper - artigianato
2010 Zoch Verlag - giochi da tavolo
2010 Majorette - modellini
2010 Solido - modellini
2010 Heros - giocattoli di legno
2013 Märklin - modellismo ferroviario




Si infatti sono pienamente d'accordo, nei casi come Schuco sia vecchi che nuovi sono sempre Schuco e la dimostrazione è che sono identici anche nei minimi particolari
È chiaro che quelli antichi hanno un fascino leggermente superiore e quando i prezzi lo consentono li preferisco
lombricoferoce - 27 Mar 2017 07:20 pm
Oggetto:
Come darti torto

E' che comunque io li trovo cari e poi deve venirmi il "periodo" l'ultimo è stato quello degli "Schuco Oldtimer" Son partito in quarta e con una buona dose di fortuna me li son beccati tutti ... e non me ne pento. Io cerco questo qua sotto che avevo da bambino e che non ho aprezzato ... Neutral

E' uno dei tre giocattoli che dovrò procurarmi prima di perdere l'interesse ... Crying or Very sad non so se mi spiego.

Lo trovo sempre a prezzi folli o incompleto ma credo che nel prossimo futuro me lo regalo. Costi quel che costi

Ne avevo trovato uno a 350 euro a Padova perfetto ma anteguerra e io sono postbellico e forse ho fatto male ma ormai fatta è.



@Giuseppe: uno lo vorrei pure io ma giapponese o tedesco e anche qui i prezzi vanno alle stelle, ora che ci penso ne ho due non tanto grandi ... ma vuoi mettere ... questo qua si vede la fattura della grande muraglia ma non è male ed è pure simpatico.


E30 - 27 Mar 2017 09:40 pm
Oggetto:
lombricoferoce ha scritto:
Come darti torto

E' che comunque io li trovo cari e poi deve venirmi il "periodo" l'ultimo è stato quello degli "Schuco Oldtimer" Son partito in quarta e con una buona dose di fortuna me li son beccati tutti ... e non me ne pento. Io cerco questo qua sotto che avevo da bambino e che non ho aprezzato ... Neutral

E' uno dei tre giocattoli che dovrò procurarmi prima di perdere l'interesse ... Crying or Very sad non so se mi spiego.

Lo trovo sempre a prezzi folli o incompleto ma credo che nel prossimo futuro me lo regalo. Costi quel che costi

Ne avevo trovato uno a 350 euro a Padova perfetto ma anteguerra e io sono postbellico e forse ho fatto male ma ormai fatta è.



@Giuseppe: uno lo vorrei pure io ma giapponese o tedesco e anche qui i prezzi vanno alle stelle, ora che ci penso ne ho due non tanto grandi ... ma vuoi mettere ... questo qua si vede la fattura della grande muraglia ma non è male ed è pure simpatico.



Guarda la Schuco 3000 piace anche a me l'ho vista parecchie volte nelle ultime settimane su ebay e i prezzi a cui è andata sono inferiori alle 100 euro ed erano complete
Adesso preferisco concentrare la ricerca su una Commando, possibilmente vecchia e poi rallentare un po' per non farmi prendere troppo la mano, fino ad ora credo di aver avuto fortuna e partecipando alle aste ebay o mettendomi d'accordo con i venditori i pochi modellini che ho li ho presi sempre spendendo Max € 50 spedizione compresa. Sicuramente i collezionisti di questo genere di oggetti sono molto meno di altri settori ed è per questo che il colpo di fortuna non è raro
Da piccolo ho avuto un po' di giocattoli però sono stato piccolo negli anni 80 quindi già il mondo era regnato dalla plastica e dalle batterie e queste bellezze tipo Schuco o Prameta non le ho avute anche perché pure se si le Schuco esistevano, erano credo riservate a negozi di collezionismo e comunque se adesso sono costose immagino in proporzione quanto più lo fossero andando indietro nel tempo
Ho avuto un bel po di modellini tipo BUrago e simili ma sono andati tutti distrutti, forse qualcosa ancora c'è in qualche scatola in garage, ho ancora la pista Polistil con le 131, credo di avere ancora qualche rottame di Gig Nikko tipo Turbo Phanter
E_656 - 27 Mar 2017 10:11 pm
Oggetto:
Aiutiamo Franco a superare il trauma infantile Cool :

http://www.ebay.it/sch/i.html?_odkw=schuco+3000+-piccolo+-vw&LH_PrefLoc=3&_osacat=0&_from=R40&_trksid=p2045573.m570.l1313.TR0.TRC0.H0.Xschuco+3000+-piccolo+-vw+-axos+-mitsubishi.TRS0&_nkw=schuco+3000+-piccolo+-vw+-axos+-mitsubishi&_sacat=0

(conservati la ricerca su eBay... Prima o poi qualcosa esce fuori)...


Due BMW 327 in versione coupè e scoperta... La seconda è una serie precedente e pur avendo le ruote sterzanti esse non sono comandate dal volante.
La scala è 1/18.
E30 - 27 Mar 2017 10:29 pm
Oggetto:
E_656 ha scritto:
Aiutiamo Franco a superare il trauma infantile Cool :

http://www.ebay.it/sch/i.html?_odkw=schuco+3000+-piccolo+-vw&LH_PrefLoc=3&_osacat=0&_from=R40&_trksid=p2045573.m570.l1313.TR0.TRC0.H0.Xschuco+3000+-piccolo+-vw+-axos+-mitsubishi.TRS0&_nkw=schuco+3000+-piccolo+-vw+-axos+-mitsubishi&_sacat=0

(conservati la ricerca su eBay... Prima o poi qualcosa esce fuori)...


Due BMW 327 in versione coupè e scoperta... La seconda è una serie precedente e pur avendo le ruote sterzanti esse non sono comandate dal volante.
La scala è 1/18.


Belle queste Bmw le avevo notate in rete la coupe la fanno anche argento e blu che pare essere una serie limitata e i prezzi sono sempre alle stelle
Queste quando le hanno introdotte?
Chissà come mai lo sterzo non comanda le ruote eppure non è che costi poco
lombricoferoce - 27 Mar 2017 11:43 pm
Oggetto:
Stupende

Vettura di lusso ma a quei tempi a parte le Dixi tutte le BMW erano "di lusso", questa mi piace più della 328 perchè più sinuosa. Era una 2000 a 6 cilindri di 55 cv, per prima nacque la cabriolet e poi arrivò la coupe. Gli anni? Fine anni 30, ricevette anche il motore più potente della 328 che come tutti sanno veniva usata in gara e così guadagnò una trentina di cavalli. La produzione continuò anche dopo la guerra quando la fabbrica era sotto i russi, mantenendo sempre il marchio ufficiale dell'elica. Con l'avvento della DDR e di rogne varie, divenne EMW (Eisenacher Motoren Werk) e mantenne sempre lo stemma dell'elica ma in rosso, anziche blu. La produzione finì a metà anni 50.

Amen
E30 - 28 Mar 2017 12:45 pm
Oggetto:
Ho trovato una commando con garage in un kit che risale agli anni 90, praticamente nuova
Che valutazione potrebbe avere per fare un'offerta al venditore?
Ne seguo anche una vecchia però il dubbio sul funzionamento.....il venditore dice che è ok........ per via dell'età e la mancanza di ricambi mi frenano un po'
Alla fine quella vecchia credo che l'asta non superi le 60-70 euro max 80
lombricoferoce - 28 Mar 2017 07:36 pm
Oggetto:
Io offrirei 60 se accetta una proposta, si può sempre riproporre, io faccio così e poi magari aumenterei ..... di 10 euro se mi interssa .... Very Happy

Oggi se il venditore la racconta sbagliata c'è sempre il rimborso .... nessuno ama i feedback negativi e se si paga con paypal non ci sono problemi. Razz
diablo - 28 Mar 2017 07:43 pm
Oggetto:
lombricoferoce ha scritto:

Oggi se il venditore la racconta sbagliata c'è sempre il rimborso .... nessuno ama i feedback negativi e se si paga con paypal non ci sono problemi. Razz


In caso di contestazione la restituzione è a tue spese ...
lombricoferoce - 28 Mar 2017 07:56 pm
Oggetto:
Sì e vero ma almeno si ammortizza il danno e poi non sempre è così. Un paio di volte ho avuto il rimborso totale e mi son tenuto la "ciofeca" che poi ho rimesso in ordine. Very Happy Mi e capitato ultimamente con un cipollone arrivato rotto e con una Simca della Norev.

Servus Very Happy
Marco_Beta - 28 Mar 2017 07:59 pm
Oggetto:
Come ho già detto di Schuco non me ne intendo molto percui Giuseppe ogni volta che pubblichi le tue e' una piacevole sorpresa e scoperta, queste due BMW sono due chicche, non mi vergogno Embarassed a confidarvi che ogni tanto mi metto qualche modellino sul comodino per ammirarlo finché sonno non ci separi e queste 2 ci finirebbero sicuramente!
lombricoferoce - 28 Mar 2017 08:03 pm
Oggetto:
Beh, cosa c'è di strano, faccio pure io così con i nuovi e anche meno nuovi e spesso li illumino con una pila prima di addormentarmi .... Embarassed
E30 - 28 Mar 2017 09:09 pm
Oggetto:
Per i pochi modellini che ho acquistato fino ad ora l'unico che non funzionava bene è stato l'akustico di produzione anni 80 che non suona ma avendola pagata €38 ho trovato il pezzo in rete e se arriva preferisco ripararla più che rispedirla indietro anche perché ho avvisato il venditore che mi ha risposto che quando l'aveva spedita era perfettamente funzionante cosa assolutamente non vera visto quello che ho trovato quando ho aperto
E_656 - 28 Mar 2017 10:02 pm
Oggetto:
diablo ha scritto:
lombricoferoce ha scritto:

Oggi se il venditore la racconta sbagliata c'è sempre il rimborso .... nessuno ama i feedback negativi e se si paga con paypal non ci sono problemi. Razz


In caso di contestazione la restituzione è a tue spese ...


Non credo, l'acquisto con PayPal è protetto anche dalle spese di reso...
Io non l'ho mai utilizzato, comunque.

https://www.paypal.com/it/webapps/mpp/refunded-returns/general-conditions
E_656 - 28 Mar 2017 10:06 pm
Oggetto:
Marco_Beta ha scritto:
... non mi vergogno Embarassed a confidarvi che ogni tanto mi metto qualche modellino sul comodino per ammirarlo finché sonno non ci separi...


Come facciamo tutti in pratica! E ho trasferito la tradizione anche a mio figlio! Cool
Marco_Beta - 28 Mar 2017 10:23 pm
Oggetto:
Ooooh finalmente so di non essere il solo ad avere questa debolezza..mia moglie mi deride per questa cosa ( si.. insomma..mi prende proprio per il ...) ma chissenefrega!
Giuseppe ti invidio un po'..ho due figli e per ora la mia passione non ha un erede.. Crying or Very sad Crying or Very sad Crying or Very sad Crying or Very sad Crying or Very sad
lombricoferoce - 29 Mar 2017 12:40 pm
Oggetto:
Tutti i collezionisti in genere hanno questa spina nel … fianco, solitamente ci si salva dicedo "ma chi se ne fotte, quando non ci sarò più …. che facciano quello che vogliono della mia roba". La verità è un pochino diversa, per questo …. Giuseppe è decisamente fortunato.

Rolling Eyes
E30 - 29 Mar 2017 05:11 pm
Oggetto:
Che particolarità ha la Schuco Radio 5000?
Hanno fatto anche le riproduzioni o si trovano solo vecchie?
diablo - 29 Mar 2017 05:15 pm
Oggetto:
E_656 ha scritto:
diablo ha scritto:
lombricoferoce ha scritto:

Oggi se il venditore la racconta sbagliata c'è sempre il rimborso .... nessuno ama i feedback negativi e se si paga con paypal non ci sono problemi. Razz


In caso di contestazione la restituzione è a tue spese ...


Non credo, l'acquisto con PayPal è protetto anche dalle spese di reso...
Io non l'ho mai utilizzato, comunque.

https://www.paypal.com/it/webapps/mpp/refunded-returns/general-conditions


Loro si fanno garanti e belli con i soldi del venditore. Hai letto a fondo le condizioni imposte? Alla tua prima contestazione ne riparliamo ...
E_656 - 30 Mar 2017 09:29 am
Oggetto:
E30 ha scritto:
Che particolarità ha la Schuco Radio 5000?
Hanno fatto anche le riproduzioni o si trovano solo vecchie?



http://amgmodels.mastertopforum.com/precedente-vt5681.html?postdays=0&postorder=asc&start=215

Quelle che ho io sono riedizioni.
L'originale è abbastanza rara e fu prodotta dal '38 al '43.
lombricoferoce - 30 Mar 2017 12:37 pm
Oggetto:
non male come prezzo ..... Rolling Eyes
E30 - 31 Mar 2017 12:05 am
Oggetto:
E_656 ha scritto:
E30 ha scritto:
Che particolarità ha la Schuco Radio 5000?
Hanno fatto anche le riproduzioni o si trovano solo vecchie?



http://amgmodels.mastertopforum.com/precedente-vt5681.html?postdays=0&postorder=asc&start=215

Quelle che ho io sono riedizioni.
L'originale è abbastanza rara e fu prodotta dal '38 al '43.


Ho visto che anche le riedizioni non si trovano facilmente, comunque il prezzo richiesto per questa vecchia credo sia un tantino eccessivo nonostante la rarità
Marco_Beta - 31 Mar 2017 12:34 am
Oggetto:
Però la spedizione è gratuita..quasi quasi Smile felice Smile felice Smile felice
E_656 - 31 Mar 2017 01:13 am
Oggetto:
Il collezionista/venditore portoghese ha sempre pezzi ricercati, quando voglio rodermi un po' il fegato guardo i suoi video su Youtube... Mr. Green

https://www.youtube.com/watch?v=OfCpKD07cMY
E30 - 01 Apr 2017 04:20 pm
Oggetto:
Che voi sappiate per acquisti dall'inghilterra attualmente si ripaga la dogana?
E_656 - 01 Apr 2017 06:53 pm
Oggetto:
Al momento non credo sia ancora cambiato nulla.
Di certo non appena verranno ratificati tutti i termini degli accordi previsti dalla Brexit torneremo a pagare i dazi doganali.
Marco_Beta - 02 Apr 2017 01:04 am
Oggetto:
Io ho comprato il mese scorso e non ho pagato nessuna tassa doganale..credo che sarà proprio come dice Giuseppe..
E_656 - 02 Apr 2017 10:22 am
Oggetto:
Ad ulteriore conferma di ciò, le inserzioni che offrono il "Programma di spedizione Internazionale" con Pitney & Bowes non mostrano nella cifra finale alcun surplus doganale...

E' primavera e la Natura sfoggia il meglio di sè...
Schuco Pick Pick Vogel 905... In produzione dal 1928!


Marco_Beta - 02 Apr 2017 10:57 am
Oggetto:
Giuseppe ma sei un fotografo/artista!
A parte gli uccellini che sono fantastici, eccezionale l'ambientazione bucolica e le idee per gli scatti.
Il funzionamento è dato da un eccentrico rotante che lo fa camminare vero? Con movimento alternato per le beccate, che belli.
Buona domenica
E_656 - 02 Apr 2017 12:41 pm
Oggetto:
Grazie Marco e buona domenica anche a te!
Esatto per il meccanismo, ricorda un po' quello dei cellulari con la vibrazione.
Funzionano meglio su superfici scabre, quelle lisce non sortiscono effetto.
L'ambientazione è costituita da una delle tante colline presenti in zona e dal clima primaverile...
Il resto vien da sè. Wink
E30 - 02 Apr 2017 12:42 pm
Oggetto:
Grazie a tutti per le informazioni, gli uccellini sono bellissimi ma si vendono ancora?
La Schuco fex ha la retromarcia?
E_656 - 02 Apr 2017 01:21 pm
Oggetto:
I "Pick Pick" si trovano ancora, anche se non proprio dietro l'angolo.
Prodotti sino agli anni '50 e poi in via eccezionale una piccola riedizione nel 1970.

La Schuco Fex non ha la retromarcia, il pulsante posteriore serve per il comando del ribaltamento automatico.
fantasmak - 02 Apr 2017 07:39 pm
Oggetto:
Nooooo,questi non li conoscevo:troppa roba.

Guido.
lombricoferoce - 03 Apr 2017 11:00 am
Oggetto:
E30 ha scritto:
Che voi sappiate per acquisti dall'inghilterra attualmente si ripaga la dogana?


Nessun problema per spedizioni, tasse, dogane ed altri oneri.

Brexit, al momento, ha avuto solamente un effetto politico ma, nella sostanza, ancora per qualche tempo non cambierà nulla sino a che il paese non avrà rinegoziato gli accordi con l’Europa.

Fintanto che non introducono ufficialmente l'Articolo 50 rimangono a tutti gli effetti in Europa. Se lo fanno, da quel momento scatteranno due anni.

In prospettiva gli ostacoli potrebbero essere molti: la gestione dei dati personali, dazi doganali, gestione della privacy, gestione delle spedizioni, controlli alla frontiera ed altro ancora potrebbero essere il peso più gravoso che anche gli acquisti online potrebbero dover scontare.

Tuttavia l’arco temporale prima che tutto ciò possa avverarsi è ampio e nel frattempo è la caduta della sterlina a generare interessanti opportunità di acquisto.



lombricoferoce - 03 Apr 2017 11:03 am
Oggetto:
E_656 ha scritto:
I "Pick Pick" si trovano ancora, anche se non proprio dietro l'angolo.
Prodotti sino agli anni '50 e poi in via eccezionale una piccola riedizione nel 1970.


Certo sei sempre una fonte di "chicche"

Come funzionano esattamente i volatili in questione? Io mi ricordo che da piccolo avevo uno a carica a molle ... in latta.

Shocked
E30 - 03 Apr 2017 08:46 pm
Oggetto:
Le oldtimer a quando risalgono?
La manovella anteriore funge da carica?
lombricoferoce - 04 Apr 2017 08:07 am
Oggetto:
Le Old Timers hanno la carica a molla con relativa chiave, le leve servono per farle muovere .... corrispondono alle marce .... e hanno spesso caratteristiche diverse tra loro.

Dovrebbero essere degli anni 80, la prima è la Mercer, che deriva dalla piccola ma bella Mercer Typ 35 J 1913 della serie Schuco Micro Racer che è pure abbastanza cara.


Qua sotto ho messo l'elenco di quelle che ho con data di nascita e numero di catalogo. Dovrebbero essere tutte, poi non so se ci sono variazioni sul tema.


Giuseppe spiegherà senz'altro meglio. Very Happy

Servus Very Happy
E_656 - 04 Apr 2017 09:16 am
Oggetto:
Grazie Franco, non potevi spiegare meglio!
Nella Mercedes Simplex è possibile la carica a manovella.

In questo video si vede bene:
https://www.youtube.com/watch?v=avoV3ygkVNs

I Pick Pick, non li ho mai smontati (per fortuna), ma una volta caricata la molla il motore vibra e se è poggiato su una superficie irregolare produce il caratteristico sussultare dei pennuti in cerca di cibo!
E_656 - 19 Apr 2017 10:46 pm
Oggetto:
Schuco Elektro Phänomenal 5503 e relativo Schuco 5506 Phänomenal SHELL Tankstelle.
Quest'ultimo collegato ad un trasformatore consente di "rifornire" vari modelli Schuco predisposti, allungando parecchio la durata delle pile.
Marco_Beta - 20 Apr 2017 11:21 am
Oggetto:
Fantastica, meravigliosa..eccezionale..mai vista!
Mi fa pensare e immaginare quegli anni del suo periodo, che tanto mi piacciono e mi affascinano.
lombricoferoce - 20 Apr 2017 12:03 pm
Oggetto:
E_656 ha scritto:
Schuco Elektro Phänomenal 5503 e relativo Schuco 5506 Phänomenal SHELL Tankstelle.
Quest'ultimo collegato ad un trasformatore consente di "rifornire" vari modelli Schuco predisposti, allungando parecchio la durata delle pile.


Andiamo sul pesante eh? Lo sai che istigare l'acquolina in bocca in maniera incontrollabile è … reato?


E_656 - 26 Apr 2017 06:06 pm
Oggetto:
Grazie ragazzi! Fa sempre piacere condividere la propria passione... Very Happy

Una Schuco Micro Racer in "prezioso" cofanetto... Mr. Green
fantasmak - 26 Apr 2017 06:44 pm
Oggetto:
Ciao Giuseppe.Volevo chiederti se questa Jaguar è la sola ad essere venduta in cofanetto (o anche in scatola normale) o ci sono altri modelli.Oppure è una edizione speciale?
Grazie

Guido.

PS:Bel acquisto.
lombricoferoce - 26 Apr 2017 06:58 pm
Oggetto:
Penso sia una riedizione? Normalmente erano in scatoline e se non ricordo male mi sembra ... di averla vista filoguidata, qui lo dico e qui lo annego.

La vecchia costa una botta ....
E_656 - 26 Apr 2017 06:59 pm
Oggetto:
Di Micro Racer ve ne sono parecchi modelli, in cofanetto a parte la Jaguar ricordo anche la Porsche -guardacaso! Mr. Green -...

http://www.ebay.it/itm/Schuco-01462-Micro-Racer-Porsche-356-vergoldet-50-Jahre-Porsche-OVP-/162350708367?hash=item25ccdb368f:g:XBsAAOSwZQRYWswM

Sono riedizioni, come dice Franco quelle vecchie con scatola costicchiano, ma senza sono convenienti!


http://amgmodels.mastertopforum.com/successivo-vt5586.html?postdays=0&postorder=asc&start=85
lombricoferoce - 26 Apr 2017 07:08 pm
Oggetto:
Non fa impazzire .... la preferisco "normale" Smile felice
fantasmak - 26 Apr 2017 07:15 pm
Oggetto:


Grazie.La Porsche ce l'ho (naturalmente) in riedizione,nella scatola normale.

Guido.
lombricoferoce - 26 Apr 2017 07:18 pm
Oggetto:
La mia è molto più bella della tua
fantasmak - 26 Apr 2017 07:20 pm
Oggetto:
Non avevo dubbi.

Guido.
E_656 - 26 Apr 2017 08:31 pm
Oggetto:
Se solo vi azzardate a fare i monellacci e a sfidarvi su una strada con le vostre Porsche... Arrivo con la mia... E ve le sequestro! Smile felice 2

PS: Forse l'avevo già pubblicata... Ma "repetita iuvant"...
fantasmak - 26 Apr 2017 08:39 pm
Oggetto:
Non temere,Giuseppe,siamo gente perbene. Neutral Neutral Mr. Green

Hai visto:abbiamo tutti la Porsche. Very Happy

Guido.
E_656 - 07 Mag 2017 10:16 pm
Oggetto:
Un nuovo natante che si aggiunge...
Un MS Seidel che va a far coppia col superstite d'infanzia.
Lo scafo è lo stesso, cambia solo il guscio superiore a foggia di un veloce motoscafo entrobordo.
Il funzionamento è a molla.
lombricoferoce - 08 Mag 2017 08:58 am
Oggetto:
fantasmak ha scritto:
Non temere,Giuseppe,siamo gente perbene. Neutral Neutral Mr. Green

Hai visto:abbiamo tutti la Porsche. Very Happy

Guido.


La più bella resta la E che cercherò di acchiappare ....

Non gli credere, predica bene e razzola male, tienila pronta per un feroce inseguimento! Smile felice

Belle le barche, non ne ho mai avuta una così da bambino, solo una a vela in legno a dire il vero bella e grandina. Queste in che materiale son fatte? Sembrano in plastica?

Ciao Razz
E_656 - 08 Mag 2017 02:16 pm
Oggetto:
Non avevo dubbi...
In Guido si cela sotto le mentite spoglie del gentlemen driver un ragazzaccio dal piede pesante! Very Happy

I battellini sono in plastica superiormente ed in lamiera smaltata per quanto concerne lo scafo.

Schuco Fex 1111, anni '50 (made in U.S. zone Germany).
Un po' rovinata, ma funzionante.
Nell'immediato dopoguerra la Schuco inizia a produrre la Fex 1111 esattamente nel 1946 il suo ideatore Heinrich Müller superò se stesso nella progettazione di questo modello molto innovativo per l'epoca che fu chiamato anche "macchina infernale". Anche in questo caso il modello e' approssimativamente in scala 1/36 con evidente ispirazione alle auto americane dell'epoca. Per ovvi motivi economici si utilizzarono i telai delle Commando 2000, le caratteristiche di questo modello pero' sono svariate, si nota l'introduzione della leva SOS che se azionata puo' far compiere diverse evoluzioni al medesimo, compreso il ribaltamento, una fascia metallica sul tetto protegge la vernice. La sua produzione si protrasse sino alla seconda meta' degli anni '60 e poi replicata negli anni '90. Dal fondino è possibile risalire abbastanza precisamente al periodo di costruzione.
lombricoferoce - 08 Mag 2017 06:11 pm
Oggetto:
Avevo sentito parlare di questa macchinina infernale che si capottava da sola .... Evil or Very Mad ma poi si raddrizza pure da sola, vero? La leva SOS di cui parli è quella sul retro? E sul musetto?

Affascinante come tutte le sue sorelle e cugine ...
E_656 - 08 Mag 2017 06:31 pm
Oggetto:
La levetta SOS è quella posteriore, una volta inserita comanda un meccanismo che agisce sulla levetta sotto il fondino che scattando solleva l'auto facendola cappottare, di quel tanto da rimetterla sulle sue ruote per un altro giro.
Il comando anteriore comanda lo sterzo. Cool

Ho trovato un brevissimo video:
https://www.youtube.com/watch?v=64hivuGcnic
lombricoferoce - 09 Mag 2017 10:13 am
Oggetto:
Mi son guardato una decina di filmatini, questi giocattolini sono delle meraviglie di ingegno e meccanica. Very Happy
fantasmak - 09 Mag 2017 07:09 pm
Oggetto:
lombricoferoce ha scritto:
questi giocattolini sono delle meraviglie di ingegno e meccanica. Very Happy






Guido.
Marco_Beta - 12 Mag 2017 12:48 pm
Oggetto:
Quoto anche io e per la Fex 1111 che Giuseppe descrivi come un po' rovinata..porca miseriaccia sai che io le preferisco così invece che intonse..probabilmente l'ho già scritto cento volte che quei piccoli graffi arruginiti e irriproducibili (!) se non col passare di decenni..hanno un fascino assoluto.
In America va di moda addirittura per le auto vere, se non sbaglio è un genere di tuning che si chiama ''rat style'' e consiste nel rigenerare la meccanica amplificandone la potenza e sicurezza ma preservando sulla carrozzeria tutti i segni del tempo e, se questi non sono così' marcati, vengono riprodotti con aerografo ruggine e segni di invecchiamento. Probabilmente arrivare a fingere la ruggine è eccessivo ma significa che anche lei ha il suo fascino!
fantasmak - 12 Mag 2017 02:17 pm
Oggetto:
L'ho visto anch'io dipingere la ruggine,ma secondo me è un'americanata. Rolling Eyes Rolling Eyes Rolling Eyes

Guido.
Marco_Beta - 12 Mag 2017 02:36 pm
Oggetto:
Assolutamente daccordo e aggiungo che un po' spiace vedere queste passioni tipo il tuning o il rat style quando vanno a intaccare l'automobilismo d'epoca, alle volte si vedono belle auto anziane stuprate nella loro identità..magari sulla base di un buon conservato, per me equivale a demolirle. Io la penso così ma sono un noiso preservatore di originalità (quando si può), per cui non faccio molto testo..
fantasmak - 12 Mag 2017 03:22 pm
Oggetto:
Anch'io la penso come te:in una vettura storica deve venire prima di tutto l'originalità.

Guido.
E_656 - 12 Mag 2017 08:54 pm
Oggetto:
Rat style... Nacque coi Maggiolini VW in Europa e al contrario di come avviene solitamente sbarcò nel Nuovo Mondo, con conseguenze ovviamente ingigantite e deleterie -a mio parere-... Comunque contenti loro... Confused

Le "rughe" di un modellino o di un giocattolo sono lo specchio di quanta gioia e spensieratezza il medesimo ha donato al suo possessore...

Una Schuco 1010, sempre anni '50.
lombricoferoce - 13 Mag 2017 09:57 am
Oggetto:
Si ma .... come nelle donne ..... meno ne ha e meglio è ....
E_656 - 13 Mag 2017 06:02 pm
Oggetto:
lombricoferoce ha scritto:
Si ma .... come nelle donne ..... meno ne ha e meglio è ....


E così... Prosaicamente dissacri il mio aulico aforisma! Very Happy


Schuco Micro Racer 1042 ... Non molto accattivante nelle sue forme -che a me richiamano una scarpa-, ma ottimo meccanismo.
lombricoferoce - 13 Mag 2017 06:16 pm
Oggetto:
Ahimè sì, ma vorrei metterti alla prova ..... in fatto di mammiferi, intendo, e poi non so come finirebbe.

Diciamo che se ho una "roba" rovinata o se vuoi ... giocata, soffro, stupidamente soffro, suinamente soffro.
Quindi evito, spesso ho speso più del doppio per rimettere in sesto un modello e mi sono rimasti tanti cadaverini donatori .... parlo di quelli con il fondino con vite. Shocked

Questo qua su, lo avevo pure io ai tempi ... ma non mi è mai stato eccessivamente simpatico, forse per la forma rincagnata Very Happy ed in fatti dopo la pubertà non l'ho mai cercato come capitato per altri "ricordi" ...; no, ribadisco almeno che non sia ultra raro come il porta auto Dinky giallo/grigio che ho preso "giocato" per cento euro ... (ma ai tempi valeva 2 milioni di lire) e che mi fa "soffrire" ... un po' ... no ... non fa per me. Li vedo feriti .... no! Ok sono idiota. Aggiudicato! Rolling Eyes

Nel suo è interessante, bruttone ma interssante
E_656 - 14 Mag 2017 09:22 am
Oggetto:
lombricoferoce ha scritto:

... soffro, stupidamente soffro, suinamente soffro.


Abbiamo soglie del dolore differenti! Smile felice 3

Un'altra Micro Racer: Mercedes 220 S "Heckflosse" grazie alle "pinne" che la distinguono...
E30 - 14 Mag 2017 04:14 pm
Oggetto:
E_656 ha scritto:
Rat style... Nacque coi Maggiolini VW in Europa e al contrario di come avviene solitamente sbarcò nel Nuovo Mondo, con conseguenze ovviamente ingigantite e deleterie -a mio parere-... Comunque contenti loro... Confused

Le "rughe" di un modellino o di un giocattolo sono lo specchio di quanta gioia e spensieratezza il medesimo ha donato al suo possessore...

Una Schuco 1010, sempre anni '50.


Bella bicolore, poi vissuta per me è ancora più bella, mostra i segni che il tempo gli ha impresso attraversando varie epoche e persone che ci hanno giocato e l'hanno conservata fino a farla giungere sino ai giorni nostri
lombricoferoce - 15 Mag 2017 11:42 am
Oggetto:
E_656 ha scritto:
lombricoferoce ha scritto:

... soffro, stupidamente soffro, suinamente soffro.


Abbiamo soglie del dolore differenti! Smile felice 3

Un'altra Micro Racer: Mercedes 220 S "Heckflosse" grazie alle "pinne" che la distinguono...


Domanda. Di che periodo è? E' molto bella ti chiedo il periodo a causa della lentezza delle cromature.

Parlando della vettura vera, di questa serie di Mercedes mi piacevamo quelle a faro tondo.



E30 - 15 Mag 2017 02:21 pm
Oggetto:
E_656 ha scritto:
lombricoferoce ha scritto:

... soffro, stupidamente soffro, suinamente soffro.


Abbiamo soglie del dolore differenti! Smile felice 3

Un'altra Micro Racer: Mercedes 220 S "Heckflosse" grazie alle "pinne" che la distinguono...



questa è di resina o metallo?
Ne sto seguendo una bianca con tetto rosso
lombricoferoce - 15 Mag 2017 08:08 pm
Oggetto:
Normalmente questi giocattoli sono in metallo almeno a me risulta così.
E30 - 15 Mag 2017 09:02 pm
Oggetto:
lombricoferoce ha scritto:
Normalmente questi giocattoli sono in metallo almeno a me risulta così.


si infatti credo anche io sia in metallo però non mi ricordo dove ma ne avevo vista una con il tetto deformato e dal tipo di deformazione sembrava in plastica

che dimensioni ha? è più grande della piccola 1001?
lombricoferoce - 15 Mag 2017 09:41 pm
Oggetto:
Schuco 450115100 - Mercedes Benz 220SE Heckflosse Micro Racer 1038
Peso articolo 259 g
Dimensioni 13,6 x 5,2 x 3,6 cm

Very Happy
E30 - 16 Mag 2017 08:40 am
Oggetto:
lombricoferoce ha scritto:
Schuco 450115100 - Mercedes Benz 220SE Heckflosse Micro Racer 1038
Peso articolo 259 g
Dimensioni 13,6 x 5,2 x 3,6 cm

Very Happy


Grazie

Alla fine ne ho presa una, l'ho presa su Amazon attualmente a un prezzo credo rarissimo di 17,50 + 4 di spese di spedizione nuova che non si poteva far scappare
E_656 - 16 Mag 2017 08:50 am
Oggetto:
Ottimo affare! Devo girar più spesso su Amazon! Very Happy
La "Heckflosse" è stata utilizzata per vari modelli Schuco, quelle in plastica cui ti riferisci potrebbero essere appartenenti alla serie "Mirako-Car 1001".

Circa la mia Micro Racer: è in metallo ed è una riedizione.
E30 - 16 Mag 2017 09:59 am
Oggetto:
E_656 ha scritto:
Ottimo affare! Devo girar più spesso su Amazon! Very Happy
La "Heckflosse" è stata utilizzata per vari modelli Schuco, quelle in plastica cui ti riferisci potrebbero essere appartenenti alla serie "Mirako-Car 1001".

Circa la mia Micro Racer: è in metallo ed è una riedizione.


Bellissime queste mirako, si devo averla confusa con una di queste e credevo fosse in plastica
queste hanno la stessa dimensione piccola della 1001 degli anni 50?
Queste sono anni 70?
E_656 - 16 Mag 2017 11:09 am
Oggetto:
Queste hanno le stesse dimensioni della Micro Racer e della 1001 anni '50, (1/45).
Prodotte dal 1965 al 1975.
E30 - 16 Mag 2017 12:38 pm
Oggetto:
Vi è mai capitato di accorciare una molla di una 1010?
ne ho presa una volutamente non funzionante in quanto molla rotta ma per il resto quasi nuova
Si è spezzata a 8 cm dall'attacco interno, non so se rimontandola con otto cm in meno diventa troppo forte come spinta

ho provato non è fattibile diventa troppo corta
Marco_Beta - 16 Mag 2017 01:11 pm
Oggetto:
Che spettacolo le Mercedes..
Giuseppe ma di cognome fai Schuco??!!....ma quante ne hai?????
E_656 - 16 Mag 2017 01:15 pm
Oggetto:
Ho provato ad accorciare quella di una Kommando, il fatto che sia abbastanza lunga e che la rottura era di soli pochi centimentri ha reso l'intervento possibile...
Di certo quella molla la tratto col guanto di velluto: mai più di un paio di giri di chiavetta! Very Happy

Comunque su eBay si trovano anch'esse come ricambio, se non originale almeno adattabile al meccanismo.
E_656 - 16 Mag 2017 01:19 pm
Oggetto:
Marco_Beta ha scritto:
Che spettacolo le Mercedes..
Giuseppe ma di cognome fai Schuco??!!....ma quante ne hai?????


Smile felice 2 Parecchie, devo censirle!
Colgo qui l'occasione per congratularmi per il tuo nuovo acquisto ( Jeep Police Dept ), son contento che i nostri consigli abbiano assecondato quello che in fondo -neanche tanto!- era il tuo volere!
E30 - 16 Mag 2017 04:53 pm
Oggetto:
Purtroppo ho visto che non basta solo cambiare la molla ma serve anche inventarsi qualcosa per ripristinare una delle alette in metallo che servono a contenere la molla scarica all'interno del telaio
mi ha attirato il colore nero non comunissimo e il fatto che fosse US zone in condizioni quasi nuova
Nelle prossime settimane spero di riuscire a farla ricamminare
E30 - 16 Mag 2017 07:46 pm
Oggetto:
E30 ha scritto:
Purtroppo ho visto che non basta solo cambiare la molla ma serve anche inventarsi qualcosa per ripristinare una delle alette in metallo che servono a contenere la molla scarica all'interno del telaio
mi ha attirato il colore nero non comunissimo e il fatto che fosse US zone in condizioni quasi nuova
Nelle prossime settimane spero di riuscire a farla ricamminare


Sono riuscito a ripristinare l'aletta in metallo che contiene la molla poi inserirò delle foto, non ho idea di dove trovare la molla di carica tranne Schuco Klinik se qualcuno sa dove si potrebbe trovare magari mi dia qualche indizio
È larga 7mm e lunga circa 60 cm
E_656 - 17 Mag 2017 12:35 am
Oggetto:
Questo venditore ha parecchi ricambi...
Qui un esempio di molla 7mm x 76cm, sono vendute anche a lotti e a costo unitario minore.

http://www.ebay.it/itm/Uhrwerksfeder-Uhrwerk-Feder-fur-z-B-Tippco-Halbkette-76-cm-x-7-mm-Schuco-/302311342393?hash=item4663290139:g:GVoAAOSw-jhUAb~3


PS: Non ho resistito e ho preso pure io su Amazon la Micro Racer: 20,69 spedita è un affare.
Solo per le gomme originali chiedono molto di più! Mr. Green
E30 - 17 Mag 2017 04:49 pm
Oggetto:
E_656 ha scritto:
Questo venditore ha parecchi ricambi...
Qui un esempio di molla 7mm x 76cm, sono vendute anche a lotti e a costo unitario minore.

http://www.ebay.it/itm/Uhrwerksfeder-Uhrwerk-Feder-fur-z-B-Tippco-Halbkette-76-cm-x-7-mm-Schuco-/302311342393?hash=item4663290139:g:GVoAAOSw-jhUAb~3


PS: Non ho resistito e ho preso pure io su Amazon la Micro Racer: 20,69 spedita è un affare.
Solo per le gomme originali chiedono molto di più! Mr. Green


Grazie per il suggerimento poi sono riuscito a riutilizzare la vecchia con non poca difficoltà nel reinserirla, credo che le molle di ricambio le prenderò lo stesso per tenerle da parte, questo modello ha una molla molto dura, ho inserito le immagini
La micro racer a quel prezzo non si può perdere, generalmente non le ho mai trovate a meno di 45-50 compreso spese di spedizione generalmente alcuni venditori tedeschi ho visto chiedono anche più di 60
E30 - 18 Mag 2017 12:56 pm
Oggetto:
La Schuco Fex in versione vecchia come va di solito?
Lo chiedo perché avendo anche la funzione di ribaltamento sono indeciso se prenderla nuova o vecchia, purtroppo le molle col tempo perdono la forza e non vorrei che poi anche se funzionante non riesca a compiere tutte le evoluzioni
E_656 - 19 Mag 2017 10:54 am
Oggetto:
Per iniziare te ne consiglierei una nuova.
Quelle "vissute" sono preferibilmente meno "stressabili", inoltre anche le gomme possono esser un po' vulcanizzate e non rendere al meglio la loro funzione.
E_656 - 19 Mag 2017 10:57 am
Oggetto:
Una Schuco Kommando, questa volta nuova (riedizione).
E_656 - 19 Mag 2017 11:09 am
Oggetto:
E poi la simpatica serie "Varianto".
I modellini erano a molla o elettrici (pila). Dotati di una ruota concava nella quale si adattava la guida dei percorsi che il fortunato pargoletto intendeva creare a suo piacimento.
La serie Varianto prevede numerosi accessori: ponti, stazioni di servizio, incroci semaforici, segnaletica...
Inoltre con il classico volante a cavetto -tipo Schuco 3000- si poteva guidare liberamente su qualsiasi superficie.
Sotto forma di camioncino -denominato "Lasto"- era dotato di tre marce.
Presenti anche bus, auto e autobotti...
Prossimamente gli altri esemplari in mio possesso.
E30 - 19 Mag 2017 01:04 pm
Oggetto:
E_656 ha scritto:
Per iniziare te ne consiglierei una nuova.
Quelle "vissute" sono preferibilmente meno "stressabili", inoltre anche le gomme possono esser un po' vulcanizzate e non rendere al meglio la loro funzione.


Per ora ho preso quella su Amazon il prezzo credo sia buono 59,95 compreso spedizione

Mi è arrivata la micro racer poi inserirò qualche foto
E30 - 19 Mag 2017 01:07 pm
Oggetto:
E_656 ha scritto:
Una Schuco Kommando, questa volta nuova (riedizione).


Queste macchinette o nuove o vecchie hanno sempre il loro fascino

Ho notato che la schuco varianto se ne trovano molte anche di antiche a prezzi contenuti, sembrerebbe che non riscuotano grande interesse chissà come mai
E30 - 19 Mag 2017 01:27 pm
Oggetto:
E_656 ha scritto:
E poi la simpatica serie "Varianto".
I modellini erano a molla o elettrici (pila). Dotati di una ruota concava nella quale si adattava la guida dei percorsi che il fortunato pargoletto intendeva creare a suo piacimento.
La serie Varianto prevede numerosi accessori: ponti, stazioni di servizio, incroci semaforici, segnaletica...
Inoltre con il classico volante a cavetto -tipo Schuco 3000- si poteva guidare liberamente su qualsiasi superficie.
Sotto forma di camioncino -denominato "Lasto"- era dotato di tre marce.
Presenti anche bus, auto e autobotti...
Prossimamente gli altri esemplari in mio possesso.


Nel cassone ci entra la schuco 1050?
Non mi dispiacerebbe fare una composizione
E_656 - 19 Mag 2017 01:41 pm
Oggetto:
Arrivata or ora anche a me la Micro Racer! Very Happy
Il cassone dei Varianto è piccolino: giusto lo spazio per due pile AA.
Potrebbe entrarci però un modellino della serie "Piccolo".
Le quotazioni sono molto fluttuanti, ci sono aste a prezzi esorbitanti ed altre che vanno quasi deserte.
Diciamo che a spuntare i prezzi più alti sono le confezioni regalo complete di accessori.
E30 - 20 Mag 2017 12:05 pm
Oggetto:
E_656 ha scritto:
Una Schuco Kommando, questa volta nuova (riedizione).


Ha delle gomme con un disegno del battistrada particolare con tutti quei segmenti laterali, non le avevo mai viste
E_656 - 20 Mag 2017 05:37 pm
Oggetto:
Caspita che occhio! Non l'avevo notato... Ho guardato le altre Kommando ed infatti hanno le gomme non tassellate e la scritta "Schuco" sul fianco.
Mah, magari l'assemblatore ha prelevato le gomme dal contenitore sbagliato! Very Happy
E30 - 20 Mag 2017 07:40 pm
Oggetto:
E_656 ha scritto:
Caspita che occhio! Non l'avevo notato... Ho guardato le altre Kommando ed infatti hanno le gomme non tassellate e la scritta "Schuco" sul fianco.
Mah, magari l'assemblatore ha prelevato le gomme dal contenitore sbagliato! Very Happy


Su questo genere di oggetti da collezione mi piace osservare i dettagli, il fatto che l'assemblatore possa essersi sbagliato potrebbe rendere in futuro il pezzo ancora più interessante collezionisticamente
Sono tutte le quattro ruote così?
E_656 - 20 Mag 2017 07:57 pm
Oggetto:
Sì, tutte e quattro.
Riguardo la rarità: per esser così dovrebbe esser una serie di modelli usciti con la medesima caratteristica/errore e comunque credo debba esser in qualche modo riconosciuta dall'azienda.
E30 - 20 Mag 2017 10:54 pm
Oggetto:
E_656 ha scritto:
Sì, tutte e quattro.
Riguardo la rarità: per esser così dovrebbe esser una serie di modelli usciti con la medesima caratteristica/errore e comunque credo debba esser in qualche modo riconosciuta dall'azienda.


sicuramente anche altri credo siano usciti così comunque certo l'azienda sarebbe un importante supporto a questa tesi
E_656 - 22 Mag 2017 09:57 am
Oggetto:
Credo inoltre dal momento che non si tratta di varianti di colore, ma di parti facilmente rimovibili -quali appunto le gomme- il tutto si riduca ad un semplice errore di montaggio.
In ogni caso, mi fa piacere un modello che sia un po' diverso dagli altri! Very Happy

Ora propongo un altro Varianto Lasto in altra colorazione.
lombricoferoce - 22 Mag 2017 12:49 pm
Oggetto:
Inutile dire che mi piacciono, vero Very Happy
E_656 - 25 Mag 2017 09:35 pm
Oggetto:
Grazie Franco! Cool

Proseguo con i Varianto: Shell Tankwagen (3046)

Utilizzati spesso come rifornitori per i velivoli "Schuco Radiant", fungendo non tanto da autobotti che nella forma richiamano poco ma da pompe che fanno da tramite tra l'aeromobile e la "pipeline".

Ne esiste una versione ARAL in argento con insegne in blu ed una molto più rara in blu e bianco
lombricoferoce - 25 Mag 2017 09:38 pm
Oggetto:
Very Happy Questi li ho sempre trovati ridicoli Very Happy oltre a non capirne il senso anche dopo la tua spiegazione,
" fanno da tramite tra l'aeromobile e la "pipeline" ... non capisco, sorry Shocked
E_656 - 25 Mag 2017 09:50 pm
Oggetto:
Provo a spiegarmi meglio: il rifornimento può avvenire tramite le classiche autobotti con carburante contenuto all'interno della cisterna, oppure con autopompe che aspirano da un tombino posto accanto alla piazzola di sosta il carburante e lo immettono all'interno del serbatoio dell'aereo.
Come fossero delle stazioni di servizio ambulanti, i vantaggi per la sicurezza sono evidenti.
lombricoferoce - 25 Mag 2017 09:53 pm
Oggetto:
Non mi sono spiegato io, gli Schuco fatti così, servono a qualcosa? Very Happy
E_656 - 25 Mag 2017 10:01 pm
Oggetto:
Sciocco io a non intenderti! Embarassed

La versione Elektro munita di appositi bocchettoni riforniva veramente i Radiant, ricaricando le batterie dell'aereo, un po' come la pompa carburante che avevo mostrato qualche post fa...

In definitiva gli esemplari a molla... Non servono a nulla! Very Happy
Marco_Beta - 31 Mag 2017 10:24 am
Oggetto:
In che periodo siamo Giuseppe con questo ultimo Varianto Shell Tankwagen?
A parte il discorso del servire a qualcosa o meno per gli esemplari a molla, forse come dice Franco questo mezzo può sembrare ridicolo ma penso che rispecchi la ricerca delle linee moderne di quello che immagino essere il suo periodo. Sicuramente attira meno di altri modelli che riproducono auto e camion verosimili, a me comunque non dispiace.
Complimenti per la tua collezione infinita Giuseppe!
E_656 - 06 Giu 2017 08:55 pm
Oggetto:
La produzione parte dal 1951 e dura un decennio, un periodo ove la gamma Varianto si arricchì di molti modelli e tanti accessori, sino alla possibile costruzione di plastici simil ferroviari complessi e variopinti, il che comunque -come avevo accennato- non escludeva la possibilità di utilizzare i veicoli teleguidandoli...
La forma a "sigaro" forse poco adatta ad un'autobotte, si adattava maggiormente ad altre tipologie di mezzi quali ambulanze o bus.
E_656 - 06 Giu 2017 09:09 pm
Oggetto:
Piccola pausa dai Varianto e da Schuco, per riprendere una storia narrata da Alberto "Keep all"...

http://amgmodels.mastertopforum.com/una-storia-da-un-euro-vt5062.html?highlight=una+storia+++++euro

Mi piacque tanto sia la storia che il modellino, da ricercarlo spesso in rete, ma vuoi per il prezzo richiesto , vuoi per le condizioni del medesimo mi sfuggiva sempre.
Ora eccolo qui, nella versione militare...
Ringrazio Alberto per avermi offerto lo spunto alla ricerca... E che spero probabilmente legga sottotraccia!
lombricoferoce - 06 Giu 2017 09:12 pm
Oggetto:
Si mi ricordo la storia del fuggiasco, la sua era color cacca chiara se non erro Smile felice 2

Comunque ammetto di aver cercato pure io questo giocattolo.
E_656 - 08 Giu 2017 08:21 pm
Oggetto:
Torniamo ai "Varianto", qui nella versione Limousine... "Limo" per gli amici! Smile felice
E_656 - 09 Giu 2017 09:41 am
Oggetto:
... E beccatevi pure questo!

Schuco Varianto Bus...
lombricoferoce - 09 Giu 2017 12:15 pm
Oggetto:
Ah, ok. Bene, ce le becchiamo, ti mando l'indirizzo ....
E_656 - 11 Giu 2017 10:20 am
Oggetto:
E per non annoiarvi troppo con i Varianto... Ebbene sì, ne ho ancora... Prima di un po' di ferie, vi mostro un mio personale Santo Graal...
Inseguita per anni, alla fine acquistata da un collezionista di Padova: la Safar 3000.
Completa di scatola originale, istruzioni, camme e chiave... E ancor meglio con le gomme originali: in genere sono appiattite o rovinate.
L'unico punto debole è la verniciatura, applicata direttamente al metallo è estremamente sensibile agli urti che la fanno staccare a falde. Per questo motivo -esattamente come fece Franco col suo esemplare- il mio ha fatto solo un giro di prova e poi è ritornato al riparo della sua scatolina!
Il movimento è a molla e le camme poste sul fondino descrivono il percorso del modello sulla superficie comandando lo sterzo.

Qui, l'esemplare di Franco con relativi cenni sul marchio:
http://amgmodels.mastertopforum.com/successivo-vt3786.html?postdays=0&postorder=asc&start=32
E30 - 11 Giu 2017 05:34 pm
Oggetto:
Bellissimo esemplare
lombricoferoce - 11 Giu 2017 06:53 pm
Oggetto:
bel pezzo veramente e 100% originale! La mia non ha le gomme originali ma se non ricordo male sono delle guarnizioni per macchine da cucire scavate fuori chissà dove dal proprietario precedente ... Very Happy



RedMax - 12 Giu 2017 07:56 am
Oggetto:
i Varianto sono bellissimi quello shell mi fa morire.
Costano tanto vero ? Sad
E_656 - 12 Giu 2017 08:49 am
Oggetto:
Se hai pazienza su eBay.it o ancor meglio su eBay.de la buona occasione si trova sempre.
Sono tra i modelli Schuco più abbordabili, poiché prodotti in grande serie.

Ad esempio:
http://www.ebay.de/sch/i.html?_from=R40&_trksid=p2380057.m570.l1313.TR0.TRC0.H0.Xschuco+varianto+shell.TRS0&_nkw=schuco+varianto+shell&_sacat=0


Non è infrequente comunque trovarli a 50/60 spedizione inclusa.
E_656 - 28 Ago 2017 09:37 pm
Oggetto:
Un'idea che avevo da tempo, che non sapevo se avrei realizzato.
In mente avevo un progetto, ma spesso tra dire e fare... C'è la mia incapacità!

Il primo passo era costituito dal reperire due "rottami" -o venduti come tali- degli Stabo Mercedes che ho appena pubblicato nel topic "slot cars".
Poi trasformarli da slot a giocattoli a pile "da pavimento".
Atteso qualche mese ho trovato l'occasione su eBay e ho potuto cominciare il lavoretto: derivati i contatti all'interno del cassone opportunamente forato e munito di batteria 9v con un piccolo interruttore posto sotto il medesimo ho reso fattibile la mia idea.
Fili e batteria opportunamente celati da un carico di ghiaia o da un telone commerciale. Ora i due autocarri son divenuti pezzi unici e girano liberi senza vincoli...
E30 - 04 Set 2017 03:21 pm
Oggetto:
E_656 ha scritto:
Un'idea che avevo da tempo, che non sapevo se avrei realizzato.
In mente avevo un progetto, ma spesso tra dire e fare... C'è la mia incapacità!

Il primo passo era costituito dal reperire due "rottami" -o venduti come tali- degli Stabo Mercedes che ho appena pubblicato nel topic "slot cars".
Poi trasformarli da slot a giocattoli a pile "da pavimento".
Atteso qualche mese ho trovato l'occasione su eBay e ho potuto cominciare il lavoretto: derivati i contatti all'interno del cassone opportunamente forato e munito di batteria 9v con un piccolo interruttore posto sotto il medesimo ho reso fattibile la mia idea.
Fili e batteria opportunamente celati da un carico di ghiaia o da un telone commerciale. Ora i due autocarri son divenuti pezzi unici e girano liberi senza vincoli...


Bellissima idea complimenti
Ho dato uno sguardo in rete, ho visto che hanno prezzi abbastanza elevati questi modellini
fantasmak - 04 Set 2017 03:44 pm
Oggetto:
Ho visto appena adesso.Bravo Giuseppe:ottimo lavoro.

Non arrivano più i messaggi di risposta!

Guido.
E_656 - 04 Set 2017 10:28 pm
Oggetto:
Grazie! Very Happy
In effetti costano un po' troppo secondo me, non ne afferro il motivo essendo abbastanza comuni.
Ho dovuto desistere parecchie volte, poi un paio di mesi fa sono riuscito ad aggiudicarmi questi due a 39 euro, venduti come "rottami", ma a parte qualche mancanza perfettamente adatti allo scopo.
Marco_Beta - 05 Set 2017 09:58 am
Oggetto:
Ciao a tutti, ciao Giuseppe. Ho già ammirato i Mercedes 608 nel topic dedicato alle ''slot cars'' e per quanto sono belli, capisco e condivido il desiderio che avevi di poterli godere anche in modo indipendente dalla pista, bella idea e bel risultato: bravo!
E_656 - 08 Set 2017 06:58 pm
Oggetto:
Grazie Marco... Un lavoretto facile ed alla mia portata. Mr. Green

Ed ora una bella storia: tempo fa mio figlio si aggiudicò su eBay un pezzo cui teneva parecchio: La Fiat 1400 della Mercury. Difficile trovarla in buone condizioni di carrozzeria e marciante.
Infatti il modello era privo di calandra, ma per il resto quasi perfetto. Inizia la ricerca in rete del componente mancante, originale, replica... L'importante è chiudere quella voragine sul frontale.
Ma la ricerca è infruttuosa, non si può certo acquisirne un'altra solo per un ricambio...
Poi un post di Marco dove scriveva di aver clonato con una stampa 3D un componente dello sterzo di una Pocher... Mio figlio: "E se provassimo a chiedere?" Il buon Marco appena ricevuto il messaggio ci dice che è possibile! Con infinita pazienza e devo dire con maestria, una volta fornite le misure ci sottopone un disegno che sembra uscito dal Centro Studi Fiat! (Non scherzo!) Per lui saranno solo due tratti di penna su un foglio, ma per me è puro genio! Poi si prende l'impegno di creare il 3D e come se non bastasse trova pure chi può stampare il file!
Che dire? Sinceramente non bastano le parole per dire grazie... Il lavoro è talmente preciso che anche senza alcun aggiustamento si inserisce al suo posto.
Ieri mio figlio ha appena carteggiato in qualche punto e colorato la calandra per poi finalmente completare la sua 1400. Veramente contento, ora rimira la sua creatura in vetrina.

Grazie Marco!
fantasmak - 08 Set 2017 08:33 pm
Oggetto:
Tutto è bene quel che finisce bene.Bravi.

Guido.
Marco_Beta - 11 Set 2017 02:42 pm
Oggetto:
Sono felice che la calandra vada bene e vederla a tappare quello che sembrava un infinito sbadiglio della 1400 mi soddisfa veramente!
I tempi sono stati un po' lunghi e c'era il rischio di vedere i primi capelli bianchi nella chioma di tuo figlio ma alla fine ce l'abbiamo fatta!
Come ti ho gia detto Giuseppe, doppia soddisfazione per aver aiutato un collezionista in erba (per modo di dire visto il parco automobiline che già possiede), oggi un ragazzo che ha un interesse come quelli che ci uniscono in questo forum è da apprezzare, la maggior parte dei suoi coetanei, e forse anche nostri, vivono nel mondo che c'è dentro il telefonino e non attorno!
Grazie Guido!
E_656 - 23 Set 2017 09:51 pm
Oggetto:
Grazie ancora Marco, sinceramente! Wink

Il figliolo comunque è inarrestabile!
Il 10 settembre siamo andati a Novegro -giusto per stemperare il malumore dell'inizio dell'anno scolastico- e quando tutto sembrava perduto ed eravamo all'ultimo giro prima di tornare a casa a mani vuote, ha trovato qualcosa e proprio facendo leva sulla sua giovane età e l'inusitata conoscenza di questi modelli -sempre paragonata a quella dei suoi coetanei- ha strappato con un sostanzioso sconto questa bella "Omicron" che gli invidio -paternamente, ma gli invidio!-
Rappresenta una Lancia Ardea: carica a molla, freno, marce e paraurti ad inversione di marcia.
La Omicron era una ditta torinese degli anni '50, pare che questo fosse il primo modello di una serie, ma io non ho trovato altro in rete.
diablo - 24 Set 2017 12:37 am
Oggetto:
Duello in famiglia! Mr. Green


fantasmak - 24 Set 2017 11:46 am
Oggetto:
Mooolto bella, sembra nuova.Bel colpo!

Noi andiamo sabato a Novegro.

Guido.
E_656 - 24 Set 2017 03:02 pm
Oggetto:
Eh... Ma non sono stato a guardare! Il duello va combattuto sino all'ultima stoccata... Per cui non mi sono lasciato sfuggire due Pocher...
Una Fiat 125 a batterie -funzionante-...
E_656 - 24 Set 2017 03:05 pm
Oggetto:
... Ed una Fiat 130 anch'essa in ottime condizioni di funzionamento e provvista di scatola.
Sono grandicelle, in scala 1/13.
Per cui siam tornati a casa a cuor leggero, contenti delle nuove acquisizioni.
Marco_Beta - 26 Set 2017 10:18 am
Oggetto:
Ciao ragazzi!
La Omicron è un piccolo gioiello e per quel che ne so io, anche difficile da trovare, molto carina e ben tenuta. Da buon ignorante sono andato a verificare l'originalità della saldatura a stagno che si vede sul fondino, pensavo fosse frutto di una riparazione e invece no: bella!
Per le Pocher...ho sempre avuto un debole per questi modelloni, la 125 ce l'ho anche io dello stesso colore e fortunatamente non appartiene alla schiera di quei modelli Pocher che si sbriciolano..motivo per il quale mi si è un po' affievolita la passione per queste belle riproduzioni torinesi. Ho una 128 rossa che sta cadendo a pezzi e penso che il rosso (nella massa e non verniciato) sia proprio il colore più soggetto a questo problema. La 130 mi fa paura per questo motivo percui occhio a come la custodisci, troppo calore la può danneggiare, sicuramente non da mettere in una vetrina vicino a una finestra. Ho anche una 125 "Raid Algeri-Città del Capo'' con radio nel fondino che sta iniziando il processo di autodistruzione...
La tua 130 sembra però perfetta quindi magari la sua mescola della plastica è sana!
Gran macchina la 130, questa Estate appena passata ho guidato una 3.2 di un amico..che macchinone!
...comunque...siete tornati a casa appesantiti dagli acquisti ma alleggeriti nel portafoglio...bravi!
E_656 - 26 Set 2017 06:58 pm
Oggetto:
Ciao Marco.
Non sapevo che le Pocher soffrissero di "plastic fatigue"! Confused
Ho visto che le due in mio possesso sono in plastica grigia verniciata, spero che questo particolare le salvi dal disfacimento.
Ho notato invece in rete che altri modelli -come la 128 rossa- siano con pezzi mancanti, forse proprio a causa di ciò che hai descritto.
Bella la 130 vera... Mi ricordo una 3200 che stava sempre parcheggiata sotto casa mia e quando tornavo da scuola ammiravo gli interni elegantissimi... Non mi capacitavo della cilindrata: 3200 per me era qualcosa di astronomico! Very Happy
fantasmak - 26 Set 2017 08:47 pm
Oggetto:
Ottimi acquisti,Giuseppe.

Quando è uscita la 130 non mi entusiasmava,la vedevo poco originale e le sue linee erano già viste: ora, dopo parecchio tempo, devo dire che la sto rivalutando: sia la berlina che la coupè.

Guido.
E_656 - 30 Set 2017 04:42 pm
Oggetto:
in effetti la 130 ricalcava in grande i volumi già noti con 124, 125...
La Coupè era già molto più accattivante.
E_656 - 22 Ott 2017 05:02 pm
Oggetto:
Schuco Piccolo...
Il Bartoletti mi è sempre piaciuto ed il modellone 1/18 della CMC è stato il mio sogno... Irrealizzabile.
Per cui dal più grande -senza troppi rimpianti- al più piccolo sul mercato!
diablo - 23 Ott 2017 01:15 am
Oggetto:
Molto bella la Fiat 130 Wink


fantasmak - 23 Ott 2017 05:54 pm
Oggetto:
Molto particolare il Bartoletti, icona degli anni che furono.

Guido.
E_656 - 27 Ott 2017 06:32 pm
Oggetto:
Un gift set che mancava alla mia collezione, completo di cronografo in serie numerata... Come sempre esprimo i miei dubbi sulle effettive tirature di queste "serie limitate". Rolling Eyes
diablo - 27 Ott 2017 10:52 pm
Oggetto:
Molto bella questa confezione ...


fantasmak - 28 Ott 2017 11:45 pm
Oggetto:


Guido.
E_656 - 29 Ott 2017 09:46 am
Oggetto:
Mi piace che vi piaccia!

Un altro esemplare da "tavolo": Schuco Mirako Car ambulanza.
Stessa scocca dei Varianto, ma senza marce e col dispositivo che ne impedisce la caduta dalla superficie di gioco.
Marco_Beta - 30 Ott 2017 05:10 pm
Oggetto:
Gift Set spettacolo!
Non immaginavo proprio che potesse esistere un cofanetto di queto tipo, Giuseppe sei una enciclopedia 3D. sulla Schuco!!
L'ambulanza Mirako Car incute paura, in sintonia con gli ambienti e materiali ospedalieri dell'epoca che, a parer mio, erano negli anni '40 veramente poco rassicuranti. Comunque bella e riconoscibile nello stile Schuco a un Km. di distanza.
E_656 - 30 Ott 2017 08:14 pm
Oggetto:
Anche negli anni '60 e '70 non generavano troppa tranquillità...
Diciamo che dopo il Fiat 238, i vari Ducato, meno claustrofobici, più attrezzati e variopinti (nei limiti concessi) l'ambulanza è divenuta più "accogliente".

Ed ora un... Cagnolino che procede muovendo le zampette anteriori, veramente simpatico.
degli anni '50 in origine aveva attaccata al muso una sfera con i numeri dei dadi.

Schuco Tippy 990.
fantasmak - 30 Ott 2017 10:38 pm
Oggetto:
Simpatico Fido. Very Happy

Guido.
E_656 - 04 Nov 2017 09:06 pm
Oggetto:
E' vero Guido, vederlo zampettare è simpaticissimo!

Una classica Schuco Examico 4001 in elegante livrea bianca...
fantasmak - 04 Nov 2017 11:00 pm
Oggetto:
Sembra un confetto. Mr. Green

A parte le battute, è perfetta.

Guido.
lombricoferoce - 05 Nov 2017 03:56 pm
Oggetto:
Molto bella ma quante ne hai di queste BMW?
E_656 - 05 Nov 2017 04:44 pm
Oggetto:
Non è colpa mia se Schuco le declina in ogni modo! Laughing

Non mancano le copie, ovviamente...
Questa è la versione in albionica salsa Worcester della Schuco Akustico:
prodotta da Triang (Minic Toys) con scocca in plastica e avvisatore acustico a molla.
lombricoferoce - 06 Nov 2017 03:14 pm
Oggetto:
Ottima salsa direi. Più che ottima!! E poi la Minic ha la sua fama più che meritata e la sua produzione ha una più che buona quotazione, direi caruccia.



Unico appunto, Giuseppe, pulisci quei benedetti coprimozzi che gridano vendetta. Sembra che ci siano le ragnatele Shocked

Comunque sia mi piace molto.
E_656 - 06 Nov 2017 04:24 pm
Oggetto:
Eh... I coprimozzi sono ossidati di loro e la ragnatela-pagliuzza che ti pare una trave conficcata nei tuoi occhi altro non è che un residuo di cottonfioc imbevuto di cera liquida... Che evidentemente non ha sortito effetto! Very Happy
lombricoferoce - 06 Nov 2017 04:49 pm
Oggetto:
Ach so! Sei perdonato.
E_656 - 06 Nov 2017 06:33 pm
Oggetto:
La tua indulgenza plenaria mi conforta! Mr. Green
Il che mi esorta a sparare in rapida successione tre -e diconsi tre- Schuco Varianto Limo 3041.
La rossa è "Western" le verdi "U.S"... A buon intenditor...
fantasmak - 06 Nov 2017 06:53 pm
Oggetto:
La miseria, Giuseppe: ma quante ne hai? Shocked Shocked Shocked



Guido.
lombricoferoce - 06 Nov 2017 06:56 pm
Oggetto:
Niente da eccepire direi che sono .... vediamo ... sexi? Libidinose? Desiderabili? Accattivanti? Very Happy



Marco_Beta - 06 Nov 2017 07:51 pm
Oggetto:
Io continuo a pensare che il suo vero cognome sia Schuco...
Questo topic é diventato un'enciclopedia su questi gioiellini di micro meccanica e questo é uno dei punti di forza di questo forum, bravo e grazie Giuseppe!
E_656 - 06 Nov 2017 09:00 pm
Oggetto:
Mi istigate a delinquere... Per cui oggi tripla razione di acciaio tedesco!

Micro Racer 1045 (Ford Custom 300)

Trattasi di replica... Nemmeno Schuco: se osservate scatola e fondino il marchio è stato cancellato. Il motivo mi sfugge, forse eccedenze di produzione cedute a terzi per non farle figurare a bilancio? Boh, non me ne intendo...

Quindi ufficialmente non è una Schuco.
lombricoferoce - 06 Nov 2017 10:18 pm
Oggetto:
Ah, la Ford ...questa ce l'ho MB originale ormai da molti e molti anni, talmete molti che non rammento quanti.
Nel periodo in cui credevo più o meno ancora a San Nicolò, no ... Guido ... non è successo l'altr'anno, feci uno scambio, io avevo una Land Rover della Corgi in livrea RAF, quindi doveva essere il '58 ed un altro bambino mi propose lo scambio con la Schuco in questione, che non so dove sia finita.
Da adulto, soccombendo al complesso di Peter Pan ho voluto ritrovarli ed ora li ho come la maggior parte dei modellini che avevo allora. Poi come il mio solito ho esagerato. Embarassed

Notte Smile
E_656 - 09 Nov 2017 08:34 pm
Oggetto:
Mi sa che da volpone in erba lo scambio fu nettamente a tuo favore... Mr. Green

Un'altra Micro Racer, presa su eBay a prezzo quasi irrisorio... A volte capita!

Mercedes SSK
lombricoferoce - 09 Nov 2017 08:38 pm
Oggetto:
Questa l'ho cercata diverse volte ed i prezzi non erano affatto decenti.

P.s.: Ai tempi dello scambio non capivo un'H.



'Sta faccina è un po' antipatica no?


meglio ... notte.
E_656 - 12 Nov 2017 02:58 pm
Oggetto:
Una cara, vecchia, ma giovin di spirito Schuco 1750...
lombricoferoce - 12 Nov 2017 04:17 pm
Oggetto:
Cosa fa di bello? Smile
E_656 - 12 Nov 2017 05:38 pm
Oggetto:
Una delle numerose declinazioni del meccanismo a molla Schuco, in questo caso prevede l'inversione di marcia quando il paraurti posteriore viene premuto, se estratto l'auto va all'indietro.
Usata in associazione ai garage Schuco: il modellino entra in retro e chiude le porte del box, l'urto inverte il senso si marcia agendo sul paraurti e quindi aprendo nuovamente le porte l'auto uscirà magicamente marciando in avanti.

http://amgmodels.mastertopforum.com/precedente-vt5681.html?postdays=0&postorder=asc&start=215
E_656 - 14 Nov 2017 11:56 am
Oggetto:
E_656 ha scritto:
lombricoferoce ha scritto:
mi son venuti i fumi e mi son dato del "mona" per almeno mezz'ora. Ora mi è passata...


Mi è capitato l'altroieri... Un modello che ho già... Ho rilanciato -visto che il prezzo era molto al di sotto del valore-... E me lo son trovato sul groppone!
Ero a farmi il tifo contro negli ultimi secondi dell'asta, sperando in un altrui rilancio... Vanamente!

La mia reazione è stata quella che conosci!


Ed ecco qui in primo piano il "figlio della colpa"! Smile felice 3

Uguale, ma proprio uguale... Nemmeno qualcosa che mi faccia dire: una I o II o III serie, una variante di colore... Macchè: gemelli omozigoti!
E qui il primo esemplare:

http://amgmodels.mastertopforum.com/precedente-vt5681.html?postdays=0&postorder=asc&start=263
Marco_Beta - 14 Nov 2017 03:36 pm
Oggetto:
Premetto che sto iniziando a pensare che Giuseppe e Franco abbiano giocato una schedina congiunta e vincente al SuperEnalotto, data la quantità e qualità degli acquisti recenti...per ora è solo una supposizione e un tarlo ma svolgerò controlli incrociati per incastrarvi... sono comunque corruttibile facendomi scegliere la bustarella tra i vostri ultimi acquisti!
Per esempio Giuseppe i due gemelli granata, e non mi riferisco a quelli del goal Pulici e Graziani, mi fanno luccicare gli occhi!

E_656 - 14 Nov 2017 04:41 pm
Oggetto:
Indovina chi a casa me lo insidia da presso...
Laughing
Ma venderò cara la pelle, anzi la latta! Mr. Green
Spesso con mio figlio le trattative per acquisizioni e scambi durano giorni e ancor più spesso si concludono con un nulla di fatto, ognuno tiene troppo ai propri pezzi per cederli se non a scambi talmente squilibrati che accettare sarebbe da folli!
lombricoferoce - 15 Nov 2017 11:24 am
Oggetto:
Caro Giuseppe hai fatto più che bene sono pezzi rari oltre che affascinanti. Sull'insidiante non credo sia pericoloso, lo vedo più come un alleato .....


Marco_Beta ha scritto:
Premetto che sto iniziando a pensare che Giuseppe e Franco abbiano giocato una schedina congiunta e vincente al SuperEnalotto, data la quantità e qualità degli acquisti recenti...per ora è solo una supposizione e un tarlo ma svolgerò controlli incrociati per incastrarvi... sono comunque corruttibile facendomi scegliere la bustarella tra i vostri ultimi acquisti!


Eh Marco, magari fosse così, si tratta di un semplice colpo di coda non so quanto saggio ma per un po' mi ha fatto sentire meglio, credo che per tutti noi sia così. No?

Ogni tanto fa bene dar di matto per qualche attimo.

Smile felice 3
E_656 - 18 Nov 2017 12:29 pm
Oggetto:
"Semel in anno licet insanire..."
Ma il pazzerello lo faccio tutto l'anno! Smile felice 3

lombricoferoce ha scritto:

Non scordiamoci della ZAZ 968M che si ispira chiaramente alla N.S.U


M'avete provocato? Beccateve questa! Wink

Produzione bolscevica, plastica e motorino elettrico a pile. Si accendono anche i fari.
Avuta gratis da un venditore come ammenda per un acquisto non totalmente rispondente alla descrizione.
lombricoferoce - 18 Nov 2017 02:15 pm
Oggetto:
Non so cosa dire. Bella? Brutta? Ma certamente un giocattolo molto interessante , questa dovrebbe essere una 968M prodotta fino alla fine degli anni 90.

Mio cugino aveva una delle prime 968 importate in Italia, credo una A. Rispecchiava le sue idee. Un vero carro armato con un motore da quasi 1200 cc, con la quale si scarrozzava su e giù per la val Seriana nelle sue mansioni di postino appena assunto ...

Ma ben presto constatò, con un certo fatale ritardo, che pure le macchine russe avevano bisogno d'olio quando si accendono "certe" lucine rosse e così diventò un podista convinto. Very Happy
E_656 - 18 Nov 2017 03:49 pm
Oggetto:
Sì, è una proprio una 3A3(ZAZ) 968M come didascalicamente si evince dalla targa.
Verso la fine degli anni '70 dalle mie parti v'erano numerose ZAZ 968M e Moskvič 412, coerente osservanza dei proprietari alla propria fede politica, come auto non mi piacevano, ma ammiravo la "fedeltà alla bandiera" di tanti operai, anche il concessionario di zona era un ex partigiano...

Il giocattolo -come da contratto- è molto spartano, ma funziona egregiamente con un rumore degno di un T34! Mr. Green
lombricoferoce - 18 Nov 2017 05:34 pm
Oggetto:
Dalle mie parti oltre alle Zaz erano abbastanza comuni le Lada, qualche Volga (probabilmente di qualche capoccia), Skoda più o meno vecchie e nuove, Wartburg varie con il 2T di derivazione DKW, Polski Fiat e le fumose Trabant, arrivavano dalla ex Jugoslavia e quindi me le son viste tutte ... e devo dire che le auto dell'Est, pur grezze, fumose e puzzolenti mi son sempre piaciute molto.
Mi piacerebbe avere sotto casa una Wartburg 311 Very Happy
E_656 - 21 Nov 2017 05:48 pm
Oggetto:
Una Schuco Microracer che replica una Mercer 35J, già vista nella serie "Oldtimer"...
Franz, mi pare tu ne abbia una rossa o ricordo male?
lombricoferoce - 22 Nov 2017 08:08 am
Oggetto:
Diciamo che questa serie, che dovrebbe essere uscita negli anni 50 ispirò la serie delle giganti "oldtimer" uscita molto dopo, questa sembra parecchio vecchiotta, al momento mi pareva diversa dalla mia che come dici tu è rossiccia, poi controllando ho visto che non è così. Mi piace molto questo colore.


Marco_Beta - 22 Nov 2017 09:19 am
Oggetto:
Arrivo un po' in ritardo e sto per scrivere una cosa forte: mi piace la ZAZ!
Rincaro la dose scrivendo che preferisco le berline e berlinone per il popolo alle sportive e lussuose, sia in termini di auto vere che di modellini. Avessi il portafoglio capiente (e pieno) probabilmente la penserei allo stesso modo, chi lo sa...
Questa ZAZ rispecchia l'auto vera, povera con qualche velleità...a guardarla troppo mi viene freddo e mi si vede il fiato mentre respiro!
Per le Schuco, non voglio essere ripetitivo, mi limito a...

lombricoferoce - 22 Nov 2017 10:20 am
Oggetto:
Hi Marco. Very Happy A me son sempre piaciute le auto strane, un po' fuori dagli schemi e per fortuna quasi tutte quelle che ho avuto e che ho lo sono.
Poi come dici bene tu bisogna inchinarsi alla tirannia del conto in banca.

Questo modello di Zaz, parlo della vettura reale (il giocattolo lo vorrei) non mi piace, preferisco le prime serie con le classiche prese d'aria laterali e avere anche una 965 o una prima 966 non mi dispiacerebbe. Very Happy

Ho osservato una cosa .... ma è una mia opinione personale che non so se abbia fondamento, per godersi le auto non bisogna averne tante, in questi anni ho conosciuto molti collezionisti di vetture vere, gente con capannoni zeppi (dei veri musei) , bene, secondo me a parte il piacere per gli occhi, quando si godono tutto il ben di dio che hanno?
Quando si possiede una cosa è bello usarla, già avendo 10, 20 o 30 vetture è difficile godersele tutte, è come avere un harem e non .... t .... Embarassed

Comunque tra avere e non avere è meglio avere
Marco_Beta - 22 Nov 2017 12:23 pm
Oggetto:
Ciao Franco, hai ragione..la prima serie con le prese d'aria laterali non dispiacerebbe nemmeno a me!
Hai ragione anche per il discorso delle collezioni troppo numerose. Anche io conosco qualche collezionista senza freni o quasi, uno nel Cuneese di auto e camion, un caro amico che qualche anno addietro mi portò da un altro collezionista a Castelvetro dove effettivamente la collezione si espande in diversi capannoni! E' difficile immaginare che si possa godere di una raccolta di auto così usandole..impossibile, inevitabile trascurane già solo per una questione di tempo piuttosto che di denaro. Ho però fatto una considerazione: io colleziono modellini e auto di latta, non riesco a fermarmi, ho rallentato di parecchio gli acquisti ma...il desiderio e la successiva emozione nel salvare queste piccole testimonianze del passato mi fa stare bene! Poi ovviamente non c'è solo il risvolto romantico ma, scontato a dirlo, mi piacciono le auto d'epoca. Quindi per questi super collezionisti credo ci sia un'attenuante nel credere (pensiero personale) quello che un po' penso e pensi circa l'esagerazione. Questa attenuante sta nel fatto che se la disponibilità economica te lo permette e la passione ti scorre nelle vene, diventa una missione salvare dalla pressa o dal cannello la decima Fiat 124 che compri piuttosto che il decimo Fiat 682!
Se potessi credo che avrei la mia collezione dei preferiti e probabilmente anche io un ricovero di dinosauri gommati e dormienti.
Un harem....mmm....occorrerebbe provare Smile però nel capannone le auto le accendo e le spengo quando voglio...pensa tornare a casa e trovare 10 mogli!
C'è anche la versione per le signore: tornare a casa e trovare 10 mariti e lo spazio occupato da 10 divani!
Giuseppe perdona OT!
E_656 - 22 Nov 2017 01:34 pm
Oggetto:
Caspita, se si chiacchiera nel "mio" salotto, non può che farmi piacere!
Capisco entrambi i punti di vista: è vero che possedere troppi esemplari -ma sono mai troppi, per un collezionista?- non ti dà modo di dedicarti appieno ed equanimemente ad ognuno di essi, ma d'altro canto "melius abundare quam deficere". Avendo disponibilità e spazio, non mi risparmierei.
Poco importa se la Lancia Flaminia la posso far girare poche volte l'anno, nel frattempo c'è l'Alfa GT 1300, la Fiat 130... Razz
Coi modellini è lo stesso, a volte è sufficiente ammirarli nelle vetrine, senza necessità di prelevarli, è già appagante di per sè.

Tra una facezia e l'altra, ho passato la mattina a spulciare i miei topic e ad inventariare ciò che ho pubblicato... Con mia sorpresa ho scoperto che a volte ho ripetuto ed altre volte non ho postato alcuni modelli...

Per cui, mi eran sfuggiti: due "penny toys" a molla della Minic.
E_656 - 22 Nov 2017 07:06 pm
Oggetto:
Sempre dalla Brexitland questo classico "doubledeck" londinese...
Un recente Mettoy, funzionamento a molla e campanella delle fermate.
Marco_Beta - 22 Nov 2017 09:20 pm
Oggetto:
Mamma mia che piccole le due "Penny Toys", hai fatto bene a mettere la moneta, sembra quasi impossibile considerando che sono in latta e quindi difficili da stampare per la forma che hanno!
Giuseppe ultimamente stai andando alla grande, tanta bella robina...bravo e....bravi, visto che ormai il figlio spintona!!
lombricoferoce - 23 Nov 2017 11:59 am
Oggetto:
Per evitare la monotonia al minimo, mi limito in un unico e monotono applauso







Very Happy
lombricoferoce - 23 Nov 2017 12:03 pm
Oggetto:


Per evitare i soliti monotoni e meritati applausi mi limito ad uno che pur essendo solo fa molto rumore, spero lo sentiate anche voi per me è quasi insopportabile .... assordante .... Rolling Eyes mamma mia Rolling Eyes



diablo - 23 Nov 2017 03:41 pm
Oggetto:
lombricoferoce ha scritto:


Per evitare i soliti monotoni e meritati applausi mi limito ad uno che pur essendo solo fa molto rumore, spero lo sentiate anche voi per me è quasi insopportabile .... assordante .... Rolling Eyes mamma mia Rolling Eyes





fantasmak - 23 Nov 2017 05:04 pm
Oggetto:
Bello il Mettoy. In che scala è?

Guido.
E_656 - 23 Nov 2017 09:15 pm
Oggetto:
Cercherò di mettermi a pari con la pubblicazione... Sono indietro e questi erano sfuggiti all'obiettivo della fotocamera... Sono timidi!
Il bus fa la sua scena anche se è un giocattolo recente, ad occhio e croce dovrebbe essere in scala 1/35.
Completando la serie dei trasporti sulle rive del Tamigi, non poteva mancare il taxi. (1/20)
Anche questo a molla.
fantasmak - 23 Nov 2017 09:23 pm
Oggetto:
Anche questo è molto bello.Belle le linee della carrozzeria e molto fine la fattura. Complimenti. Rispecchia bene la vettura vera.

Guido.
E_656 - 23 Nov 2017 09:26 pm
Oggetto:
In effetti, sembrano quasi die-cast e non in latta. Cool
fantasmak - 23 Nov 2017 09:39 pm
Oggetto:
Proprio così. Wink

Guido.
Marco_Beta - 23 Nov 2017 09:42 pm
Oggetto:
Sul double bus non mi son pronunciato, anche se un bel modello la tipologia double non mi fa impazzire (i vecchi bus normali invece li adoro). Da amante del passato sono comunque felice che questi mezzi esistano ancora, seppur aggiornati.
Sul cab la musica cambia, ok...i black cab sono anch'essi un'icona ma sin da piccolo mi hanno sempre attirato e questa riproduzione é una vera chicca, un bel pezzo Giuseppe!
E_656 - 23 Nov 2017 09:59 pm
Oggetto:
Grazie Marco!
Queste riproduzioni sono in commercio da parecchio e su eBay hanno prezzi molto "ballerini" col rischio di spender molto più del dovuto... Quindi all'epoca pazientai parecchio prima di azzeccare il momento giusto.
Prova ad immaginare se realizzassero una raccolta di bus italiani in latta e con carica a molla... Mi verrebbe un coccolone!
lombricoferoce - 24 Nov 2017 07:33 am
Oggetto:
Molto, molto belli, li voglio Very Happy

Per ora ho un paio di cosette dissanguanti ... che devo portare in porto ... ma poi con calma ...

Già per causa tua Embarassed ho dato la caccia agli Schuco oldtimer e ne ho fatto strage, beh ... insomma ... quasi, li ho tutti ... Shocked

Cosa mi dici di questi? Embarassed Cosa ne sai? Quanti ce ne sono, quando sono usciti? Costi? Che misure hanno.
E_656 - 24 Nov 2017 09:54 am
Oggetto:
lombricoferoce ha scritto:


Per ora ho un paio di cosette dissanguanti ...


Io sono anemico a furia di salassi! Smile felice 3
Riguardo i Mettoy/Corgi: dovrebbero esser di inizio secolo, del bus c'è anche la versione in verde, molto bella ed evito di cadere in tentazione, il taxi è solo quello, ma mi riprometto di dare un'occhiata in giro.
I prezzi (senza spese di spedizione) sui 50€ per il taxi. 70/80 per il bus rosso e un 20/30% in più per quello verde... Ma ci sono oscillazioni sensibili.

Il bus è lungo circa 24 cm (1/35) e il taxi una ventina (1/20?).
Marco_Beta - 24 Nov 2017 10:21 am
Oggetto:
Beh, per essere fatti in latta con un'ottima qualità di stampaggio e verniciatura direi che sono prezzi accessibili, 50 Euro per il Taxi (che se non si è ancora capito mi piace!) mi sembra un onesto.
diablo - 24 Nov 2017 05:04 pm
Oggetto:
E_656 ha scritto:
In effetti, sembrano quasi die-cast e non in latta. Cool




molto bello il taxi 1/20
E_656 - 25 Nov 2017 12:02 pm
Oggetto:
Prezzi senz'altro in linea con il prodotto, ma a volte c'è chi specula. Per cui -nel caso- orientatevi su questi valori.
Ora un Mettoy d'annata, un bus sempre con carica a molla. Lunghezza 18 cm.
fantasmak - 25 Nov 2017 03:41 pm
Oggetto:
Molto particolare ed affascinante, questo bus dal marcato stile inglese. Interessante modellino.

Guido.
lombricoferoce - 25 Nov 2017 05:35 pm
Oggetto:
Come non essere d'accordo con l'inquilino qua sopra? Hai delle cose veramente egregie, Giuseppe. Ho solo un camion articolato di questo marchio, uno dei pochi affari fatti da me più per istinto mnemonico che altro. È completamente in latta, ruote comprese.


Bye
E_656 - 25 Nov 2017 09:02 pm
Oggetto:
Grazie ragazzi! Questo bus l'ho visto anche in rosso e verde.
Filosofia costruttiva e meccanismo sono uguali alla Jowett Javelin, sempre Mettoy.

http://amgmodels.mastertopforum.com/successivo-vt5681.html?postdays=0&postorder=asc&start=90

Un esemplare della mia collezione cui tengo particolarmente, essendo difficile da trovare in buone condizioni e a cifre "umane".
Il piacere del cercare ciò che si desidera è forse l'aspetto più stimolante... Mesi e mesi, sino a quando l'occasione si presenta... E va colta, con un po' di fortuna, come in tutte le vicende umane.

Schuco Examico II 4004.
Evoluzione stilistica della classica Examico, quindi 4 marce + R, freno e volante.
lombricoferoce - 25 Nov 2017 09:47 pm
Oggetto:
No comment ma un bellissima ci vuole.
fantasmak - 25 Nov 2017 10:08 pm
Oggetto:
Non ho più aggettivi.

Guido.
E_656 - 26 Nov 2017 06:48 pm
Oggetto:
L'Examico II vi ringrazia, pavoneggiandosi di fronte alla gelateria di un qualche borgo italico... Very Happy

Sempre da Schuco una Mirako Car 1001 (quella che non casca dal tavolino) originale con scatola...
lombricoferoce - 26 Nov 2017 10:15 pm
Oggetto:

diablo - 27 Nov 2017 01:47 am
Oggetto:
E_656 ha scritto:

Schuco Examico II 4004.
Evoluzione stilistica della classica Examico, quindi 4 marce + R, freno e volante.


Scusa, ma in che scala è??

E_656 ha scritto:
L'Examico II vi ringrazia, pavoneggiandosi di fronte alla gelateria di un qualche borgo italico...


No, sono io che ringrazio te, la foto è molto bella!!
lombricoferoce - 27 Nov 2017 11:36 am
Oggetto:
Questi giocattoli come la maggior parte dei giocattoli non hanno una scala ma solo centimetri. Very Happy
E_656 - 27 Nov 2017 11:46 am
Oggetto:
Grazie a tutti per gli apprezzamenti! Wink
@Max: scala ca. 1/43, 10 cm di lunghezza.
Il fotoshop è stato divertente da realizzare, quando ho tempo mi diletto ad elaborarne qualcuno con la "modella" di latta... Laughing
PS: La Examico II ha le dimensioni assimilabili ad un 1/24.
E_656 - 27 Nov 2017 04:11 pm
Oggetto:
Ne ho già pubblicati altri simili, ma per "dovere di cronaca" non posso, non riesco a risparmiarveli! Smile felice

Schuco Varianto Lasto...
diablo - 27 Nov 2017 07:34 pm
Oggetto:
questa settimana tra te e lombrico ci state facendo venire un invidia profonda con tutti questi trucks, camioncini, furgoncini ecc ...
fantasmak - 27 Nov 2017 08:08 pm
Oggetto:
Shocked Shocked Shocked Senza parole. Non so più cosa dire.

Guido.
lombricoferoce - 27 Nov 2017 11:01 pm
Oggetto:
E_656 ha scritto:
Ne ho già pubblicati altri simili, ma per "dovere di cronaca" non posso, non riesco a risparmiarveli! Smile felice

Schuco Varianto Lasto...


Razz

Andrebbe a pennello per il "VARIANTO 3010"

Notte Smile felice 3
E_656 - 03 Dic 2017 05:05 pm
Oggetto:
Eh sì! Comunque nel tempo son riuscito a rimediare un discreto gruzzolo di binari, incroci e ponti...

diablo ha scritto:
questa settimana tra te e lombrico ci state facendo venire un invidia profonda con tutti questi trucks, camioncini, furgoncini ecc ...


Per infierire: un camion della Gama, è provvisto anche di lampione in quanto rappresenta il servizio di manutenzione bavarese di illuminazione pubblica...
Sterzante, carica a molla e campanello (derivazione del classico meccanismo "Feuerwehr").
lombricoferoce - 03 Dic 2017 08:59 pm
Oggetto:
E' un bel pezzo moderno di lkw che si rifà al classico Gama Feuerwehrautos uscito in svariate versioni dalla carica a molla alla frizione.Son stato più volte tentato di prenderlo ma poi per i soliti motivi ho rinunciato.

Ripeto ora che lo vedo da vicino proprio un bel pezzo con un buon prezzo.

Gama 70007 Replica OPEL STREET LIGHTS LADDER ERECTOR TRUCK

Lo definiscono Opel ma non ricordo un camion Opel simile. Boh. Very Happy
fantasmak - 03 Dic 2017 09:01 pm
Oggetto:
Bello.

Guido.
Marco_Beta - 04 Dic 2017 09:05 am
Oggetto:
Il Gama è proprio bello, come vedo latta mi illumino un po di più e questo è un bel pezzo!
potrebbe essere un Opel Blitz?
Quello nella foto l'ho beccato nella mia città qualche anno addietro, in un garage sotterraneo..curioso incontro mentre si cerca posteggio!
E_656 - 04 Dic 2017 12:20 pm
Oggetto:
Bravo Marco! Così, girando per trovar parcheggio normalmente trovi un Opel Blitz!
Sembra proprio lui, comunque.
La riproduzione Gama non ha costi eccessivi e fa il suo effetto.
(Me la sono cavata a buon mercato, un paio di Natali fa, col rivale casalingo!) Mr. Green
lombricoferoce - 04 Dic 2017 03:15 pm
Oggetto:
Marco_Beta ha scritto:
Il Gama è proprio bello, come vedo latta mi illumino un po di più e questo è un bel pezzo!
potrebbe essere un Opel Blitz?
Quello nella foto l'ho beccato nella mia città qualche anno addietro, in un garage sotterraneo..curioso incontro mentre si cerca posteggio!


Certo che trovare un Opel Blitz anni 50-60 non è proprio una cosa di tutti i gironi. Questa è la carrozzeria del dopo guerra degli inizi anni 50, me li ricordo in Austria.

Serie piuttosto longeva e per un periodo prodotta anche dalla Daimler Benz dopo la guerra.
La produzione va dal 1930 al '75 ovviamente con vari modelli a seconda dl periodo, diciamo che fu il classico camion i uso dalla Wehrmacht, ovviamente non fu il solo. Il nome lo prende dallo stemma della Opel che era un fulmine, blitz, il nome del primo modello di bicicletta fatto dalla Opel.

E' nel 1936 che fa la sua comparsa il più familiare fulmine!
All'inizio, il predecessore del logo come lo conosciamo noi adesso, caratterizzava solo i veicoli commerciali leggeri dell’azienda. L’anno dopo arrivò il primo prototipo del marchio che noi oggi tutti conosciamo: il cerchio con il blitz che nel giro di pochi mesi subì alcune variazioni.

Il camion della Gama non assomiglia a nessun Opel Blitz secondo me almeno, non ha il musetto piatto come il camio della Opel ma come una Renault 4 CV.

Una curiosità sul Blitz:
Secondo la politica aziendale della General Motors, dal 1973 al 1987 il veicolo successore fu prodotto dalla Bedford Vehicles di Luton e basato sul Bedford CF , fu venduto in alcuni mercati come Bedford Blitz.

Dal 1998 la Opel offre un veicolo commerciale leggero, il modello Movano basato sul Renault Master.

Il 6 marzo 2017 il gruppo automobilistico francese PSA Peugeot Citroën ha annunciato ufficialmente l'acquisto del marchio per 1,3 miliardi di euro, con un'operazione totale dal costo da 2,2 miliardi. Il gruppo diventa così il secondo costruttore auto in Europa dietro Volkswagen
E_656 - 04 Dic 2017 04:32 pm
Oggetto:
Io mi ricordo anche un marchio ovale (con l'asse maggiore in verticale) diviso a metà bianco e giallo
ed in mezzo la scritta Opel in nero.
Ma non lo trovo neanche con Google...

Tornando a Schuco: un'ennesima Kommando in verde britannico.
lombricoferoce - 04 Dic 2017 09:58 pm
Oggetto:

lombricoferoce - 04 Dic 2017 10:06 pm
Oggetto:
E_656 ha scritto:
Io mi ricordo anche un marchio ovale (con l'asse maggiore in verticale) diviso a metà bianco e giallo
ed in mezzo la scritta Opel in nero.
Ma non lo trovo neanche con Google...

.


Ne sei sicuro?

http://www.mit.gov.it/mit/mop_all.php?p_id=12337

Confused
E_656 - 04 Dic 2017 10:18 pm
Oggetto:
Trovato: è del 1937
Molto probabilmente era usato dai rivenditori/officine e non applicato sui veicoli.
lombricoferoce - 04 Dic 2017 10:33 pm
Oggetto:
Sì probabile Very Happy
lombricoferoce - 04 Dic 2017 11:10 pm
Oggetto:


Nel ' 37 le vetture non avevano questo stemma e neppure i mezzi industriali quindi ...

In rete trovi lo stemma ovale ma senza spiegazioni, vendono anche una spilla così con il bianco edil giallo che sono i colori delle Opel sportive ... solitamente.

In alcune foto mettono 1937 in altre anni 50. Comunque non veniva montato su automezzi. E sono più propenso a pensare ben dopo al dopoguerra .. visto i colori da gara

Ri buona notte Very Happy
E_656 - 06 Dic 2017 05:09 pm
Oggetto:
Bene, son sollevato dal non avere almeno per il momento falsi ricordi in memoria!

Oggi una Schuco Ingenico 5380: motore elettrico e guida tramite cavetto con volantino e pulsanti per marcia avanti indietro.
Questi mezzi hanno anche una non proprio pratica scatola porta pile, che per fortuna si può tenere nella tasca dei pantaloni.
lombricoferoce - 06 Dic 2017 08:15 pm
Oggetto:
Senti, mi ripeto e me ne frego STUPENDA Embarassed
E_656 - 08 Dic 2017 06:08 pm
Oggetto:
Grazie Franco!
Questa fu la prima Ingenico entrata in collezione, ma l'ultima ad esser pubblicata... Con aria risentita mi ha espresso il suo disappunto!

Per dovere di cronaca e per esaurire l'arretrato, ecco due Schuco 1010 di recente edizione.
Son quelle che non cadono dal tavolo...
lombricoferoce - 08 Dic 2017 09:27 pm
Oggetto:
Che belle! L'unica roba che stona sono tutti quei bollini sulla scatola. Recenti? Ma quanto recenti?

Sento una forte attrazione per questi giocattoli ... e tu dirai ... perché, per gli altri no? Beh, sì, nessuno è perfetto. Very Happy


E_656 - 09 Dic 2017 04:28 pm
Oggetto:
La scatola esterna è solo una protezione di quella effettiva che ricalca quelle originali, "der Grüne Punkt" è comparso dal 1990 e rappresenta il consorzio per il riciclo degli imballaggi.
Per cui questi modelli sono successivi a tale data, penso comunque prima della fine del XX secolo.
Piuttosto, con la tua osservazione hai richiamato la mia attenzione disattenta: infatti erano prodotti da GAMA (Georg Adam MAngold)...
E_656 - 11 Dic 2017 08:58 pm
Oggetto:
lombricoferoce ha scritto:
...e dove Giuseppe ci bombarda con i suoi bellissimi Schuco.


E con un passaggio ad alta quota, evitando i temuti FlugabwehrKanonen, vi sgancio una Schuco Sport Examico... Chiaramente una Porsche.
E_656 - 14 Dic 2017 06:52 pm
Oggetto:
E dopo il bombardamento a tappeto... Un piccolo ricognitore in missione...

Schuco Mirako Car 1001 questa volta rossa...
Marco_Beta - 14 Dic 2017 10:23 pm
Oggetto:
Questa ce l'ho anche io! L'ho appena provata ed é impossibile non mettere la mano per la paura che cada dal tavolo per quanto si sporge...diciamo che non é impossiile che cada percui meglio prevenire che piangere sulla Schuco caduta.
Giuseppe ma la Schuco sa di aver prodotto tutti i modelli che possiedi???
E_656 - 14 Dic 2017 10:41 pm
Oggetto:
Detto tra noi, quelle più anzianotte e malferme sulle gambe... oops, ruote: cadono!
O comunque ci vanno molto vicino, per cui una o due mani (i bastoni della vecchiaia!) per sorreggerle sono auspicabili. Very Happy

Riguardo Schuco in generale: sapessi quanti modelli mancano all'appello e che per prezzi astrusi o effettiva rarità mi sfuggono.
Però negli anni ho notato che quando meno te lo aspetti il colpo di fortuna capita... Per cui il bello è pazientare.
lombricoferoce - 14 Dic 2017 11:45 pm
Oggetto:
Ciao Giuseppe, una domanda probabilmente indiscreta, il tuo parco Schuco di quanti elementi è composto?

Non pensavo ne esistessero tanti ....

Chiedere è lecito, facoltativo rispondere


@ Giuseppe & Marco: Notte Serena, sognando latticini ....
E_656 - 15 Dic 2017 12:15 am
Oggetto:
Ho la lista (altrimenti non mi ricordo!) degli esemplari che ho inserito nel topic: 107.
Ma ne mancano ancora da mostrarvi... E da trovare! Very Happy

Notte a tutti! Wink
lombricoferoce - 15 Dic 2017 12:08 pm
Oggetto:
Ma va?! Che strano. Non me lo sarei mica aspettato.

Anni fa molti anni fa, tornando da Novegro con in saccoccia la bisarca singola Mercury, ero in macchina con un amico e ci siamo fermati dalle parti di Verona o Vicenza in visita ad un suo conoscente, aveva una stanza tutta dedicata agli Schuco ed ai "mondi" Technofix.... avrebbe dovuto essere la taverna ... avrebbe ...
Ciao Giuseppe ... Laughing
E_656 - 15 Dic 2017 05:51 pm
Oggetto:
Questo è l'ideale verso cui tendere (probabile che ve lo abbia già segnalato)...
Che spettacolo!




lombricoferoce - 15 Dic 2017 05:59 pm
Oggetto:
No comment
E_656 - 18 Dic 2017 09:21 pm
Oggetto:
Schuco 1046 Microracer VW Polizei... Un po' conciata, ma edizione più "obsoleta".
lombricoferoce - 19 Dic 2017 01:16 pm
Oggetto:
A dire il vero non mi sembra poi così' "conciata". Smile felice
Marco_Beta - 20 Dic 2017 12:03 pm
Oggetto:
Come scrive Franco non sembra per nulla mal messo, solo qualche inestimabile e irriproducibile segno del tempo!
Mi piace un sacco e siccome mio padre ce l'ha...con la sua scatoletta...credo che da oggi inizierò a rompergli le balle per darmelo, non mancherò di darti la colpa per aver postato il tuo, facendomelo tornare in mente!
E_656 - 07 Gen 2018 05:10 pm
Oggetto:
Oggi -per cominciare bene l'anno collezionistico- vi presento un esemplare che seguivo da tempo, ma che non rispettava mai appieno i miei canoni: o era troppo rovinato, troppo caro, non funzionante, non testato e così via.
La pazienza alla fine viene premiata e dopo una lunga trattativa col venditore ho portato a casa questo bus della Modern Toys (Masudaya).
In sè e per sè non pare nulla di eclatante, non fosse perchè è il primo modello radiocomandato commercializzato al mondo. Siamo alla metà degli anni '50: il sistema di trasmissione utilizza il coherer o coesore già utilizzato da Marconi.

Da Wikipedia:

Il coherer, ideato da T. Calzecchi-Onesti, nel 1884, altro non è che un tubetto di vetro all'interno del quale è stata inserita della limatura metallica estremamente fine, solitamente formata da nichelio e ferro interposta fra due elettrodi ( "tappi metallici" che chiudono anche il tubetto di vetro). La resistenza di questa limatura fra gli elettrodi, in condizioni normali è molto elevata, quindi la conducibilità elettrica risulta praticamente nulla; questa resistenza si abbassa bruscamente quando il coherer è investito da un'onda elettromagnetica, quindi nel circuito si ha un notevole aumento o una completa conducibilità della corrente che rivela il segnale, e che Marconi utilizzò per fare suonare il campanello del suo primo radio ricevitore nel 1894.

Il modello è abbastanza pesante e di generose dimensioni ed il suo funzionamento avviene pigiando il pulsante sul radiocomando che in sequenza -non modificabile- emette il segnale "avanti", "destra", "avanti", "sinistra", "avanti", "stop".
La scatola ho cercato di realizzarla il più possibile simile all'originale, sono riuscito anche a trovare copia del libretto d'istruzioni.
Un buon inizio per il 2018.
diablo - 07 Gen 2018 07:19 pm
Oggetto:

lombricoferoce - 07 Gen 2018 07:24 pm
Oggetto:
pezzo interessantissimo, non brilla per bellezza ma è certamente una chicca di un "certo" valore collezionistico e non solo. Completo, ha certi prezzucci mica da scherzare, eh? Very Happy Sembra nuovo, completo e con la sua scatola bella, che poi sia farina del tuo sacco ... non si capisce se non si ha sott'occhio il coperchio originale.


Bell'acquisto.
E_656 - 07 Gen 2018 10:03 pm
Oggetto:
Grazie Max!

lombricoferoce ha scritto:
...non brilla per bellezza ...


Esatto Franco, esiste anche in rosso e azzurro, grigio è proprio il più anonimo, tra l'altro con una verniciatura che richiama i vecchi armadietti da ufficio o da esterni!
Ma mi interessa per la tecnologia infusa nel giocattolo, tra le avvertenze c'è scritto di non toccare l'antenna se il rivestimento è danneggiato pena "shock elettrico"... Mr. Green
In rete avevo trovato su un forum il prezzo in Italia all'inizio dei '60... 30000 lire! Shocked
lombricoferoce - 07 Gen 2018 11:32 pm
Oggetto:
6.000 erano un prezzo altissimo, valore attuale in lire oltre 140 mila lire, ma non si può fare un paragone sulla capacità di acquisto ....

Nel 1960 l'oro costava 835 lire al grammo ... un chilo di carne 1.400 lire e la benzina 120 lire al litro ...

http://cronologia.leonardo.it/storia/a1960.htm

Per Bacco ... comunque bellissimo o meno hai fatto bene a prenderlo, come dicevo è una chicca.


http://www.infodata.ilsole24ore.com/2015/04/14/se-potessi-avere-calcola-il-potere-dacquisto-in-lire-ed-euro-con-la-macchina-del-tempo/

Oggi Diablo mi ha promesso che pubblicherà la sua collezione di obsoleti e più o meno obsoleti ... che è notevole, molto notevole. Dimenticavo "prima o poi". Cool


Notte Embarassed
E_656 - 08 Gen 2018 12:06 am
Oggetto:
Se 6000 lire erano tante pensa 30000 nel 1958! (407 €!)

Max... ogni promessa è debito! Meglio saldare prima, che poi... cogli interessi! Smile felice 2
diablo - 08 Gen 2018 01:11 am
Oggetto:
lombricoferoce ha scritto:

Oggi Diablo mi ha promesso che pubblicherà la sua collezione di obsoleti e più o meno obsoleti ... che è notevole, molto notevole. Dimenticavo "prima o poi". Cool Notte Embarassed


Iniziamo ... io non ho promesso un bel niente

Giuseppe, sono un appassionato di modelli RC elettrici e non ero a conoscenza di questo primo modello radiocomandato ...


E_656 - 08 Gen 2018 08:25 am
Oggetto:
Sempre mettere le mani avanti... E dai: apri il Fort Knox dei tuoi modellini, fai la loro epifania! Very Happy

Mi fa piacere di averti mostrato qualcosa che non conoscevi.
Oggi se riesco metto il secondo acquisto RC...
lombricoferoce - 08 Gen 2018 11:10 am
Oggetto:
@Diablo: ok ok, non hai scritto prometto ma moralmente ti sei impegnato e non dir di no.

Se no potrei accusarti di un basso tentativo di circonvenzione di incapace. e mi meraviglierei di te, in quanto di giudico incapace di certe bassezze

E_656 ha scritto:
Se 6000 lire erano tante pensa 30000 nel 1958! (407 €!)

Max... ogni promessa è debito! Meglio saldare prima, che poi... cogli interessi! Smile felice 2


Giuseppe, ciao ... secondo me non bisogna mettere in pentola i 407 euro circa il doppio se si fa il cambio in lire ma il potere di acquisto della compianta Lira in quegli anni. Nel 1963 quando ero in collegio costavo, a mio padre una retta di 600.000 lire l'anno. Mi dava 2.000 lire al mese per le piccole spese.

Ma tu nel tuo intimo, sei sicuro del costo che "il tizio" ha indicato?

La 500 nel 1957 costava 465.000 lire, circa come 14 stipendi di un metalmeccanico, quindi decisamente cara.
http://www.storiologia.it/tabelle/prezziauto.htm

Trentamila lire? Più ci penso e più mi sembra un'enormità ma non solo per lo stivalone.
Solo l'Aga Khan o Rockefeller avrebbero potuto permettersi un giocattolo del genere.
La Masudaya come avrebbe potuto ammortizzare i costi e pure guadagnarci? Mi sembra molto strano, assai strano, direi stranissimo. Che dici?
Ma mai dare nulla per scontato.


Mah! Mr. Green
lombricoferoce - 08 Gen 2018 12:58 pm
Oggetto:
Ho appena ricevuto una email da un mio amico, gran collezionista di latticini e non solo:

Il mio camion Gama 501 nel 1953 costava 18000 lire. Da me pagate nel negozio
di via San Francesco.
Il primo giocattolo radiocomandato con quel sistema sistema e' stato un Ingap
( la lancia Appia coupe') progettata da un ingegnere della Ingap
.

https://it.m.wikipedia.org/wiki/Ingap

Ciao, ciao da Rxxxxxx.

Inviato da iPad


Boh Shocked
fantasmak - 08 Gen 2018 03:18 pm
Oggetto:
Notevole il bus radiocomandato.

Guido.
Marco_Beta - 08 Gen 2018 03:40 pm
Oggetto:
Ah Giuseppe questo mi piace proprio!
Mi ha incuriosito e allora sono andato a guardare un po' di filmati in rete del bus in funzione.. meraviglioso, affascinante e divertente! Secondo me anche meglio di alcuni RE-EL nati trenta anni dopo! Dai filmati che ho visto sembra un po' lento ma questo ti permette di guidarlo in modo disinvolto avendo il tempo di pigiare più volte il pulsante per selezionare la sterzata. Grazie a questo tuo acquisto sto imparando un po' di cose, ho dei pezzi della Modern Toys, come il pompiere motociclista, è un marchio che apprezzo molto per la qualità dei suoi giocattoli ma questo ha in più il fascino del desiderio di futuro e innovazione degli anni '50. Anche la verniciatura martellata è particolare e a me non dispiace, la tinta effettivamente, anche per me, sarebbe stata meglio azzurra e poi rossa ma ciò non toglie che sia veramente un bel pezzo!
Bel lavoro con la scatola!
E_656 - 08 Gen 2018 04:46 pm
Oggetto:
Grazie Guido!

@Marco: a parte la Honda N360 della Kokyu e un'altra auto a pile (credo Nomura) in attesa di restauro -entrambe sopravvissute alla mia infanzia- questo Masudaya è il terzo modello Jap che possiedo...
Scoperto per puro caso mi ha intrigato subito per la sua tecnologia, ma ho aspettato parecchio per riuscire a farlo cadere nella rete dalla Rete! La scatola gliela dovevo, dopo anni all'addiaccio meritava il suo "buen retiro"!

@Franco: riguardo al costo non ti so dire, ho letto e ricopiato l'intervento su un forum, non avendo un listino dell'epoca il tutto diviene una mera curiosità.
Circa il primato dell'Ingap, ne ero a conoscenza:

http://www.webalice.it/antvice/STORIA_DELL'INGAP.html (il link funziona solo se copiato per intero nella barra degli indirizzi)

L'Ing. Vicentini aveva questo progetto già dal 1951, ma nel libro di Ivan Benzina -mi sembra che tu ne abbia una copia- a pag. 243 c'è una foto del modello Ingap datato 1955 -quindi 4 anni dopo-... Può essere che i giapponesi abbiano carpito il segreto industriale e abbiano commercializzato prima il bus, traendo il presunto primato?
Bisognerebbe risalire alla fonte certa dell'informazione, in quanto ho visto che quella frase è citata testualmente anche su Wikipedia... da qui la domanda: chi è la fonte di chi?
La questione è interessante in ogni caso.
Un'altra analogia scaturisce dalle dimensioni sproporzionate per una berlina con un passo decisamente inusuale: l'INGAP è lunga 34 cm... Il bus poco più di 35, quasi avessero lo stesso pianale, o quantomeno per farci stare i dispositivi all'interno quello era lo spazio minimo necessario... Ma credo di esser andato troppo oltre con le congetture.
Inutile dire che quella INGAP mi è già sfuggita un paio di volte, perchè ha raggiunto cifre ragguardevoli...
_________________
diablo - 08 Gen 2018 05:24 pm
Oggetto:
lombricoferoce ha scritto:
La 500 nel 1957 costava 465.000 lire, circa come 14 stipendi di un metalmeccanico, quindi decisamente cara.
http://www.storiologia.it/tabelle/prezziauto.htm


Perché nel 2018 un metalmeccanico se la può permettere
E_656 - 08 Gen 2018 05:51 pm
Oggetto:
A prezzo pieno ci vuole un anno di lavoro anche ai giorni nostri!

Per i più curiosi aggiungo due video sul funzionamento del bus e della Ingap:




diablo - 08 Gen 2018 06:23 pm
Oggetto:
E_656 ha scritto:
A prezzo pieno ci vuole un anno di lavoro anche ai giorni nostri!


Come minimo e senza aggiungere accessori e diavolerie varie!!

Fantastico il funzionamento!! Mi viene voglia di aprire una sezione dedicata con tutto quello che ho avuto e ho ancora (nessuna promessa Mr. Green)
lombricoferoce - 08 Gen 2018 06:44 pm
Oggetto:
diablo ha scritto:
lombricoferoce ha scritto:
La 500 nel 1957 costava 465.000 lire, circa come 14 stipendi di un metalmeccanico, quindi decisamente cara.
http://www.storiologia.it/tabelle/prezziauto.htm


Perché nel 2018 un metalmeccanico se la può permettere



Diablo, Diablo, istigatore di OT.
Cosa c'entra il 2018? Quello che mi ha meravigliato assai riguarda gli anni 50 per questo ho tirato in ballo la "Nuova 500" prima serie e fatto dei paragoni.
In quel tempo esistevano le famigerate cambiali che permettevano certe spese importanti. E " l'auto" per il popolo italico é sempre stato qualcosa di irresistibile e meglio di una moglie e peggio di un'amante

Oggi certi metalmeccanici si possono permettere di acquistare anche questa 500, senza contare che esistono anche le rate.

Ti voglio rammentare che i tecnici informatici come me o come i sistemisti fanno parte della categoria e pur avendo un contratto di m ... dopo un po' di anni guadagnano abbastanza da poter affrontare la spesa impegnativa ....
Non chiedermi il perché.
Ma sì, va là, te lo dico. Perché nello stivalon balordo dove il ragionamento con il lato B va per la maggiore, se maneggi oggetti di metallo, come mainframe o pc, sei anche tu un metalmeccanico pari a chi lavora nell'industria metallurgica e meccanica. Mah!?

rido per non piangere.
E_656 - 09 Gen 2018 06:49 pm
Oggetto:
Secondo radiocomando dell'anno: questa volta di Schuco con la BMW Turbo.
E' in "volgare" plastica, ma è del 1974 ed è dotata di un radiocomando spartano, ma di buona qualità, precedente l'invasione asiatica.
Sterzo regolabile e proporzionale.
Anche in questo caso ho atteso parecchio l'occasione propizia e con una proposta fatta quasi per caso al venditore me la son trovata a casa.
Scatola di fortuna, sempre per dare una sistemazione almeno sufficiente.
diablo - 09 Gen 2018 07:03 pm
Oggetto:
Piace l'idea dello sportello apribile per accedere all'interruttore.

Più o meno in che "scala" è?


E_656 - 09 Gen 2018 07:26 pm
Oggetto:
Viene indicata come 1/12, il modello è grande circa una trentina di centimentri (a occhio).
Questo modello (351251) era già provvisto di ricevitore, veniva commercializzata anche la versione sprovvista (351252) affinchè uno potesse adottare quello più confacente alle proprie esigenze (all'epoca c'erano i Graupner)
Altri modelli erano in versione filoguidata denominata "Servo", pure in versione balcanica su licenza della Mehanotehnica.
Inoltre c'era la più semplice con motore elettrico e luci funzionanti (351226).

Allego uno "spaccato" del modello.
lombricoferoce - 10 Gen 2018 11:49 am
Oggetto:
Molto bella mi piace. Anch'io ne ho una che probabilmente si è ristretta fino ad arrivare a 1/43 Very Happy ma è rimasta Schuco.

E' la madre della M1.

ben riuscita anche la scatola


Graupner
Marco_Beta - 10 Gen 2018 12:02 pm
Oggetto:
A me questi modelloni radiocomandati o filoguidati piacciono, ne ho qualcuno.
Questa sembra abbia viaggiato nel tempo per quanto ben conservata ma è una capacità che ha solo la Delorean per cui è veramente ''solo'' ben tenuta.
Per essere un 1974 e per scarso intenditore che sono in ambito di radiocomandate, mi pare anche tecnologicamente avanzata per le sue funzionalità, se aggiungo che questa BMW era anche avanti come Design.. diventa ancora meno credibile la sua età!
Per il radiocomando... meglio non dimenticarlo su una sedia!

E_656 - 10 Gen 2018 06:15 pm
Oggetto:
Grazie ragazzi! Direi che quest'anno ho cominciato con molta fortuna.

La Graupner mi rimase impressa da piccolo perchè il padre di un mio amico -appassionato modellista- aveva sempre questi "marchingegni" nel suo laboratorio che volentieri ci faceva visitare... E' un'azienda tedesca specializzata in RC.

Solleticato dalla curiosità di Marco ho cercato l'auto reale: era una concept car presentata nel '72 ed il suo designer era -ed è- Paul Bracq che concepì tra l'altro la "Serie 3" che per me tuttora ha un fascino insuperabile...

https://it.wikipedia.org/wiki/BMW_Turbo
Marco_Beta - 10 Gen 2018 09:49 pm
Oggetto:
Secondo me sarebbe stata una concept anche nel 1982, cioè 10 anni dopo!
Il musetto poi é quello delle bmw arrivate venti anni dopo.
Insomma ripeto che é un bel modfllo anche per l'auto che riproduce.
lombricoferoce - 12 Gen 2018 12:16 am
Oggetto:
La Bmw Turbo che aveva un motore di 1990 cc da 280 cv ha dato il via alla linea della M1 prima e poi ha ispirato il muso della serie 8 anni 90 che ebbe poca fortuna per motivi che ignoro ma sicuramente anche per il prezzo, ora te le tirano dietro o quasi, in 10 anni ne furono venduti 30.000 esemplari. E se proprio vogliamo anche il musetto della Z1 di fine anni 80, pure questa venduta pochino, in 4 anni circa ottomila vetture, troppo particolare, probabilmente.
Di questa vettura esisteva anche una versione Alpina (Alpina Burkard Bovensiepen GmbH) ditta che da circa 50 anni ha sempre fatto elaborazioni sulle BMW fino a tutt'oggi.
La 2002 Alpina mi piaceva un sacco ... come tutte le vetture di questa serie. Embarassed

I coupe/cabriolet BMW del dopo guerra non hanno mai spopolato, cominciando dalla 507, bella ma pesantona e costosa. Forse ora le cose sono migliorate con le serie Z uscite dopo la 1. Z sta per Zukunft, per gli amici: Futuro.

Sul fondino del modellino in 1/43 della Schuco ref. 301613 del '72 c'è scritto BMW Turbo 1600.

Amen Very Happy notte serena a tutti Very Happy
E_656 - 12 Gen 2018 10:29 pm
Oggetto:
Grazie ragazzi! Smile

Una Schuco Radio-Akustico, movimento a molla, carillon, freno e sterzo.
Il foglietto allegato in pratica non c'azzecca un fico secco!
lombricoferoce - 12 Gen 2018 11:11 pm
Oggetto:
Ha dei bei colori ma come funziona, o meglio che particolarità ha?

Notte serena, Giuseppe
E_656 - 12 Gen 2018 11:55 pm
Oggetto:
La carica sotto il fondino per il carillon e quella a lato per il movimento a molla.
La leva nell'abitacolo per il freno e quella sulla fiancata destra per il comando del carillon. Wink

'Notte!
lombricoferoce - 13 Gen 2018 09:37 am
Oggetto:
Very danke sehr Very Happy Non ho resistito dal sapere che musica suona ...

e così https://www.youtube.com/watch?v=4Dur2pdV5VU


Whatever Will Be, Will Be

Se vuoi riportare il video te ne sarei grato .... io non lo so fare Embarassed Embarassed Embarassed Embarassed Embarassed
lombricoferoce - 13 Gen 2018 09:47 am
Oggetto:
Very very danke e pure sehr ... non ti chiedo di farmi sentire la musica .... ma ti chiedo di pubblicare il video visto che io non lo so fare ... nonostante le tue spiegazioni. Embarassed Embarassed Embarassed

https://www.youtube.com/watch?v=4Dur2pdV5VU

Il motivo è quello che cantava Doris Day, Whatever Will Be, Will Be?

Ciao Giuseppe! Sto rifacendo in un posto lontano da occhi indiscreti "la mia collezione". Mi stanno venendo 2 palle così, mi rendo conto di essere un grafomane compulsivo. In due giorni non ho completato neppure la prima pagina, sto smanettando con le bisarche Corgi .. Twisted Evil.... Sto rivedendo e mettendo le foto come allegati. E trovo anche errori e foto che non si vedono più ... e il bello è che mi diverto pure ... a modificare rimpicciolire ecc ... ecc ... e per fortuna che non ho buttato le foto pubblicate ovviamente troppo grandi Twisted Evil

E_656 - 13 Gen 2018 10:14 am
Oggetto:
Questo il video (conosciuto anche nella versione ispanica "Que serà, serà"):



I lavori di risistemazione-ricatalogazione sono noiosi, ma allo stesso tempo rinsaldano i rapporti affettivi con i modellini! Laughing
lombricoferoce - 13 Gen 2018 10:16 am
Oggetto:
Sì, sì è lui

Grazie. Mr. Green vado a lavorare .... Wink Rolling Eyes


Questa me la compro ....
E_656 - 01 Apr 2018 10:10 am
Oggetto:
Buongiorno ragazzi e Buona Pasqua!
Se avete notato non posto più nulla da un bel po'... Neutral Tra mancanza di spazio, impegni di lavoro e... di sesterzi, complice anche una congiuntura economica familiare non favorevole, mio malgrado sto cominciando a vendere la mia collezione... Embarassed
Terrò solo quelli cui sono più affezionato, i diecast sono più che altro rottami, ma su eBay si riescono a vendere -anche se a prezzi bassi, ma tutto fa "brodo"-.
Per cui, nel caso foste interessati a qualche pezzo qui pubblicato... Fatemi sapere!
lombricoferoce - 01 Apr 2018 10:50 am
Oggetto:
Sì ho notato i tuoi rallentamenti ....

La notizia non mi riempie il cuor di gioia, comunque non sparire.



fantasmak - 01 Apr 2018 06:54 pm
Oggetto:
E_656 ha scritto:
Buongiorno ragazzi e Buona Pasqua!
Se avete notato non posto più nulla da un bel po'... Neutral Tra mancanza di spazio, impegni di lavoro e... di sesterzi, complice anche una congiuntura economica familiare non favorevole, mio malgrado sto cominciando a vendere la mia collezione... Embarassed
Terrò solo quelli cui sono più affezionato, i diecast sono più che altro rottami, ma su eBay si riescono a vendere -anche se a prezzi bassi, ma tutto fa "brodo"-.
Per cui, nel caso foste interessati a qualche pezzo qui pubblicato... Fatemi sapere!


Mi spiace sentire queste cose. Speriamo in un futuro migliore.Comunque quoto il Lombrix:non sparire.

Buona Pasqua anche a voi.

Guido.
E_656 - 01 Apr 2018 08:08 pm
Oggetto:
Dai ragazzi, mi fate sentire in colpa, sinceramente! Embarassed
Era uno scemo pesce d'aprile...
Ovviamente non sparirò, ma vi romperò le scatole per parecchio ancora!

E non vendo nulla! Cool
Un abbraccio e ancora Buona Pasqua! Very Happy
fantasmak - 01 Apr 2018 08:15 pm
Oggetto:
Ahhhhh......mariuolo. Mr. Green Mr. Green Ben dai, sono contento.

Guido.

PS: ci sono cascato come un pero. Neutral
lombricoferoce - 01 Apr 2018 08:36 pm
Oggetto:
E_656 ha scritto:
Dai ragazzi, mi fate sentire in colpa, sinceramente! Embarassed
Era uno scemo pesce d'aprile...
Ovviamente non sparirò, ma vi romperò le scatole per parecchio ancora!

E non vendo nulla! Cool
Un abbraccio e ancora Buona Pasqua! Very Happy



E_656 - 01 Apr 2018 09:24 pm
Oggetto:
Aah... il buon "vecchio" caro Smaug-Franz... Avevo bisogno di una scaldatina! Laughing
Non ho detto bugie, però: ho scritto testualmente "terrò solo quelli cui sono più affezionato"...
Cioè TUTTI i modelli che attualmente possiedo... Mr. Green
A domani ragazzuoli, o a più tardi... Very Happy
Marco_Beta - 01 Apr 2018 11:42 pm
Oggetto:

Per fortuna la mia lettura ritardata ha impedito che cascassi nel tuo tranello... questo pesce d'Aprile é un'orca assassina!
Mi sarebbe dispiaciuto un casino ma... mi sarei fatto anche un ripassino della tua collezione caro Giuseppe... magari qualche pezzo.... Smile felice 3
E30 - 02 Giu 2018 10:15 am
Oggetto:
Giuseppe e anche gli altri appassionati di giocattoli di latta a carica avete mai pensato di aprire un forum dedicato solo a questi oggetti?
Sarebbe interessante
lombricoferoce - 02 Giu 2018 11:37 am
Oggetto:
Laughing Un forum è un servizio Internet che permette di inviare e leggere messaggi su un argomento specifico, che restano a disposizione per i commenti altrui.

AMG è un forum che a sua volta è composto da svariati altri forum complementari e tra questi c'è quello che si chiama "altro modellismo" dove io ho voluto inserire anche l'argomento giocattoli che se non erro non c'era prima del mio arrivo ma che mi interessava, visto che qualche cosina a riguardo era già in mio possesso, 145 pezzi più o meno, non tanto, perché pur piacendomi i giocattoli mi piacciono anche le automobiline obsolete e non, ne ho circa 3000 e quindi devo barcamenarmi al meglio, parlo di vil denaro.

Quindi diciamo pure che l'argomento c'è, cominciato da me con "I miei latticini" era il 18 novembre del 2010 01:29 pm in più è stata mia cura aggiungere altre cosette come gli ultimi acquisti o domande e risposte.

Ho anche caldeggiato la nascita l'argomento sul ferromodellismo con annessi e connessi, libri, foto e treni veri.

Non so cosa ne pensi Giuseppe.
E_656 - 02 Giu 2018 11:57 am
Oggetto:
Pur apprezzando l'idea di Davide, mi trovo in sintonia col pensiero di Franco.
Su AMG sono ospitati penso tutti o quasi i temi del modellismo statico e collezionismo. Tra l'altro la partecipazione di chi lo frequenta nei vari settori permette lo scambio vicendevole di opinioni, curiosità e conoscenze multidisciplinari che a volte esulano dai propri interessi specifici, ampliandone il "sapere" sui versanti dove ci si addentra abitualmente di meno.

Per me AMG ci fa star bene tutti assieme con reciproci vantaggi. Very Happy
E30 - 02 Giu 2018 12:47 pm
Oggetto:
ok era solo per dire, ho notato che è un settore un pò particolare dove gli estimatori come noi non sono molti in Italia
E_656 - 02 Giu 2018 01:03 pm
Oggetto:
Pochi, ma buoni! Very Happy
Su Schuco c'è il forum tedesco, mi sembra di averlo già segnalato:

http://www.schucomania-forum.de/
lombricoferoce - 03 Giu 2018 11:34 am
Oggetto:
Buon giorno a tutti.

Bisogna fare un distinguo, spesso gli "estimatori" e parlo in generale e non solo di giocattoli, non sono interessati ai forum o a cose del genere, preferiscono magari fare una chiacchierata tra amici.

Con Guido abbiamo un amico in comune che in fatto di giocattoli e su tutto quello che riguarda l'argomento la sa molto lunga, a parte la collezione vera e propria, ha per esempio tutti i così detti "mondi" della Technofix, senza contare Gama, A.L.P.I.A, Schuco, Arnold, Ingap, Rivarossi, Mercury, Marchesini (quelle grandi), ha tutta la serie di cingolati della Sommavilla , autoscala compresa .... non so se mi spiego? E poi gli inevitabili "modellini e modelloni come un Dovunque, promozionale dell'epoca, di una cinquantina di centimetri, completamente in legno che sembra vero ... e che gli è costato uno sproposito

Conosciamo un collezionista che in fatto di modelli obsoleti, treni, filobus plastici e chi ne ha più ne metta ha praticamente tutto, posso assicurare che ha tutti i Dinky o quasi, nelle varie serie e colorazioni ...., senza tralasciare i camion Spot-On; ha la casa che straripa e vive in una villetta a più piani, un altro nostro amico se non sbaglio, ha tutti i trenini Rivarossi, cominciando da quelli in bachelite, senza contare il resto, come la serie delle filovie Rivarossi ed il famoso tram ..... ecc ...

Quindi gli appassionati non sono pochi basta andare alle borse o alle aste ma non tutti sono interessati a partecipare ai forum, che comunque abbondano in rete ma che per lo più sono piuttosto statici, ben fatti ma piuttosto statici, un esempio per tutti il bellissimo forum Rivarossi Memory, un'enciclopedia ... una bibbia quasi perfetta, ma se vedete le date delle discussioni nel forum vero e proprio non c'è molto movimento, purtroppo.

Quindi secondo me "questi pochi ma buoni" è già un successo. Vedremo se dureranno.

Senza contare che molti non si fanno vivi pubblicamente anche per paura di furti, chi non si ricorda la collezione Baldoni ...

C'è anche un altro problema che non riguarda i forum ... stiamo invecchiando ..... Rolling Eyes

Bye Very Happy
E30 - 13 Giu 2018 07:29 pm
Oggetto:
E_656 ha scritto:
Una Schuco Kommando, questa volta nuova (riedizione).


Oggi mi è arrivata una Kommando nuova come questa ho notato che quelle nuove si differenziano dalle vecchie soprattutto per la calandra meno inclinata
E' una delle mie Schuco preferite, ne ho 4 , ho inserito la foto tra i miei messaggi
Tu che modelli hai?
E_656 - 13 Giu 2018 11:13 pm
Oggetto:
Ho tre Kommando: una rossa, una azzurra ed una verde scuro (riedizioni). Wink
E_656 - 07 Set 2018 11:48 pm
Oggetto:
E' da parecchio tempo che non aggiungo novità sul forum, questa volta a rompere il ghiaccio ci pensa mio figlio con qualcosa di veramente particolare...
Questo modello in latta ha una storia a dir poco affascinante e rocambolesca.
Ma a raccontarla credo sia più degno chi l'ha scritta di suo pugno, per cui se avete un poco di tempo, vi consiglio di leggere il racconto direttamente dall'Autore:

http://www.litolatta.it/AUTOCIBERNETICA.htm

Inutile dirvi la contentezza di averne un esemplare in collezione, anche se la dovrò vedere gelosamente custodita nella vetrina del figliolo, con mia somma invidia!

Questo modello lo dedichiamo a Franco che credo da qualche parte, lassù, apprezzerà.
E30 - 08 Set 2018 11:18 pm
Oggetto:
E_656 ha scritto:
E' da parecchio tempo che non aggiungo novità sul forum, questa volta a rompere il ghiaccio ci pensa mio figlio con qualcosa di veramente particolare...
Questo modello in latta ha una storia a dir poco affascinante e rocambolesca.
Ma a raccontarla credo sia più degno chi l'ha scritta di suo pugno, per cui se avete un poco di tempo, vi consiglio di leggere il racconto direttamente dall'Autore:

http://www.litolatta.it/AUTOCIBERNETICA.htm

Inutile dirvi la contentezza di averne un esemplare in collezione, anche se la dovrò vedere gelosamente custodita nella vetrina del figliolo, con mia somma invidia!

Questo modello lo dedichiamo a Franco che credo da qualche parte, lassù, apprezzerà.


Complimenti per la macchinetta e la bella storia
E_656 - 13 Set 2018 12:59 am
Oggetto:
Grazie!
In effetti è una storia decisamente insolita, un po' il sogno nel cassetto di ogni collezionista: il tesoro nascosto...

Il 9 settembre si è tenuta la consueta mostra-borsa/scambio a Novegro. Come sempre molti appassionati tra i banchi zeppi di leccornie per ogni gusto: auto, treni, latta, action figures e tanto altro.
La filosofia pare però più quella di un'esposizione che di una borsa... La mia è un'esagerazione forse paradossale, ma i prezzi per la maggior parte erano decisamente esosi -almeno per la categoria che m'interessava- rispetto alla media dei prezzi on line. Alcuni espositori non avevano alcuna intenzione di vendere gli articoli esposti se non a cifre doppie o triple quelle di mercato.
In ogni caso un gran bel vedere -almeno da vicino- pezzi che nella propria collezione non entreranno mai ed alla fine si esce sempre con qualcosa di appetibile.
Mio figlio si è aggiudicato dopo non pochi tentennamenti una Schuco Combinato in ottime condizioni.
Il modello possiede il cambio al volante con tre marce avanti, folle e retro. Freno a mano e clacson (con carica a molla separata sul fondino), presente anche il tachimetro con lancetta.
E_656 - 13 Set 2018 09:09 am
Oggetto:
Io invece una più modesta, ma pur sempre gradevole, Edison Shocking Line.
Un modello die cast in scala 1/20 "di lusso" per l'epoca: con chiave per svitare i bulloni delle ruote, aprire e chiudere le portiere e luci del cruscotto e di posizione.
Ne esiste anche una versione motorizzata che acquistai tempo fa, ma alla quale misi mano per aggiustarne qualche malfunzionamento col risultato di averla ridotta a vari pezzi smontati in una cassetta...
Keep-all - 13 Set 2018 06:53 pm
Oggetto:
Questa, Giuseppe, è proprio una chicca della Edison Giocattoli. Ce l'ho anch'io non in queste perfette condizioni MB ed anche il nostro amico Alessandro (Eigi), completo come il tuo.

Vennero fatti solo due modelli, oltre al tuo/nostro, c'è la Ferrari 512 di colore rosso.
Nel link riportato sotto, del sito di Eigi, si può avere qualche notizia in più e le foto del suo modello, anch'esso MB:
http://nonsolomodellini.forumattivo.com/t81-alfa-romeo-33-3-tt-prototipo

E' un bel modellone, pesante, massiccio, nell'insieme abbastanza lineare, con ruote sterzanti. Sono un po' delicati i fari posteriori e l'elemento aerodinamico dietro al pilota.
E' anche completo di foglietto illustrativo e spiegazioni.

I miei complimenti.
Keep-all - 13 Set 2018 07:13 pm
Oggetto:
Di certo più un bel modello, più elegante, più ricercato, più ....più di tutto è il Combinato 4003 della Schuco, in scala pressocchè 1:18. Condizioni perfette e con ottima meccanica teutonica.
Leggendo qualche notizia spicciola, se il fondino è nero, la macchinina è stata prodotta tra il 1953 e il 1955, se fosse grigio dopo il 1955. Quindi la tua ha circa 63-65 anni, più dei miei e senza acciacchi!!

Secondo una logica lineare, sarebbe stato più consono il modellone da corsa per lui e il modello più vetusto per te. Invece mi pare che abbia imparato presto la lezione dal papà e ha affilato bene lo sguardo per acchiappare se non il meglio, sicuramente il buono del modellismo statico, anche se di latta.

Complimenti anche per questo bell'acquisto.
fantasmak - 13 Set 2018 10:58 pm
Oggetto:
Shocked

Ferrari 512 F, dove "F" sta per Filipinetti, che ha modificato i montanti del parabrezza, inclinandoli, a differenza della versione "M" che erano verticali.
Modello della Edison Giocattoli (come giustamente dice Alberto), acquistato nuovo nei primi anni '70. E' completo di scatola e di chiavetta. Ho aggiunto qualche decals per renderlo più veritiero, anche se non ha la livrea della Scuderia Filipinetti.

Modellone non bellissimo, sproporzionato, dal passo molto abbondante, ma per allora forse andava ancora bene.
E_656 - 14 Set 2018 09:03 am
Oggetto:
Keep-all ha scritto:

Vennero fatti solo due modelli, oltre al tuo/nostro, c'è la Ferrari 512 di colore rosso.
Nel link riportato sotto, del sito di Eigi, si può avere qualche notizia in più e le foto del suo modello, anch'esso MB:
http://nonsolomodellini.forumattivo.com/t81-alfa-romeo-33-3-tt-prototipo


Grazie Alberto, ho visto con piacere il medesimo modello sul forum di Alessandro. Possiamo fondare un mini club Ferrari-Alfa Edison! Wink
Mi dolgo di aver fatto a pezzi non avendo poi la perizia e il tempo di provare a ricomporre l'altra versione motorizzata gialla/nera, denominata Dynamic System. Sad
fantasmak - 14 Set 2018 09:04 am
Oggetto:
Wink

L'Alfa Romeo 33/3 blu di Carlo "Riccardone" Benelli.
E_656 - 14 Set 2018 09:09 am
Oggetto:
Grazie per la foto Guido, io sono molto carente circa le notizie riguardanti le auto reali poi riprodotte. Anche la 512 rossa (tu quoque Guido...Possiedi una Ferrari!) è accattivante nonostante il passo lungo
E_656 - 14 Set 2018 09:18 am
Oggetto:
Keep-all ha scritto:

Secondo una logica lineare, sarebbe stato più consono il modellone da corsa per lui e il modello più vetusto per te.


Ciò che gli ripeto pur io... Ma lui non vuol sentire ragioni! Very Happy
Da tempo sono io che imparo da lui, a me la vista e la memoria fan difetto e prima di dire qualche castroneria all'espositore di turno mi faccio suggerire da lui la conferma su marca e modello del quale chiedere informazioni e prezzo. Mr. Green
Grazie per l'informazione sul colore del fondino, non mi pare che sia nemmeno citata sul mio librone Schuco... E' anche vero che è scritto in teutone, che propriamente non mi è facile da tradurre.
fantasmak - 14 Set 2018 09:18 am
Oggetto:
E_656 ha scritto:
(tu quoque Guido...Possiedi una Ferrari!)


Mal di gioventù! Mr. Green Mr. Green Mr. Green

Ottimi i vostri ultimi acquisti, Giuseppe.

Guido.
E_656 - 15 Set 2018 07:18 pm
Oggetto:
Grazie Guido!

fantasmak ha scritto:

Mal di gioventù! Mr. Green Mr. Green Mr. Green


Eppoi con l'età non hai messo giudizio! Smile felice 3


Oggi una Opel GT Automatic Racer della Schuco degli anni '70.
Si differenzia dalla serie Micro Racer per l'assenza della vite posteriore che regola lo sterzo e la sua sostituzione con una più comoda rotella zigrinata anteriore.
Inoltre un pulsante-freno sul fondino che sblocca il modellino quando -caricata la molla- lo si appoggia su una superficie.
fantasmak - 15 Set 2018 09:36 pm
Oggetto:
E_656 ha scritto:


Eppoi con l'età non hai messo giudizio! Smile felice 3




Anzi, sono migliorato notevolmente, ed ho avuto l'illuminazione. Smile felice Smile felice Smile felice

Interessante anche questa Opel......ma quanti modelli hai? Sei come i grandi magazzini. Mr. Green Mr. Green

Guido.
E_656 - 15 Set 2018 09:49 pm
Oggetto:
fantasmak ha scritto:
... ed ho avuto l'illuminazione. Smile felice Smile felice Smile felice


Sì... come S.Paolo: folgorato sulla via di... Stoccarda! Very Happy

Ne ho ancora da mostrare, ma se dovessi un giorno averli tutti, dovrei uscire di casa: vendendola per acquistarli, per tenerceli dentro al posto dei mobili e non secondariamente per esserne stato cacciato dalla consorte... Mr. Green
fantasmak - 15 Set 2018 10:10 pm
Oggetto:


Guido.
E30 - 15 Set 2018 10:20 pm
Oggetto:
Bella questa Opel e direi anche rara
E_656 - 15 Set 2018 10:36 pm
Oggetto:
Non è facile da trovare, più che altro perchè chiedono cifre scoraggianti. Questa appena l'ho vista in vendita a 40€ non ho perso un attimo!
Schuco ha in catalogo -come replica- questa Opel GT in versione Micro Racer, ma è sempre "out of stock" da mesi. Rolling Eyes
E_656 - 26 Set 2018 08:53 pm
Oggetto:
Stasera è la volta di un classico Schuco: il Monorail Alweg.
Rappresenta un capitolo a sè stante nel panorama del marchio di Norimberga. Riproduce l'avveniristica monorotaia che a Disneyland compiva giri panoramici all'interno del parco.

In questo sito c'è praticamente tutto quello che può interessare riguardo ai modellini:

https://schucodisneylandmonorail.com/
https://schucodisneylandmonorail.com/Set.html
https://schucodisneylandmonorail.com/FactNew.html

Io possiedo giusto il necessario per creare il classico ovale: lasciarli in scatola senza provarli è delittuoso! Smile felice
In scala 1:90 sono facilmente associabili a plastici ferroviari in H0, abbastanza complicati nel loro meccanismo in quanto la captazione della corrente avviene sui tre lati della monorotaia, basta un po' di ossido per creare problemi. Provvisti anche di luce anteriore bianca e posteriore rossa. Inutile dirvi la copiosa varietà di accessori creati da Schuco, per impianti molto complessi e di sicuro effetto.
I miei esemplari dovrebbero appartenere alla I serie prodotta nel 1961/62.
fantasmak - 26 Set 2018 11:48 pm
Oggetto:
La Schuco ha fatto di tutto e di più. Incredibile tutti i marchingegni inventati e brevettati per dare movimento alle sue opere.
Guardavo adesso questa monorotaia dei primi anni sessanta: una meraviglia, con tantissimi accessori per poter ingrandire all'infinito tutto il complesso.

Complimentissimi a questi fabbricanti di sogni, e complimentissimi anche a te, Giuseppe, che non ti lasci sfuggire nessuna di queste chicche.

'Notte.

Guido.
E_656 - 04 Ott 2018 09:37 am
Oggetto:
Grazie Guido!
Mi trovi perfettamente d'accordo.
Schuco più degli altri produttori di giocattoli simili per concezione e "target" di clientela ha sviluppato meccanismi e innovazioni senza pari, riuscendo a resistere sul mercato ancora oggi.

Oggi vi mostro una Cadillac De Ville sempre di Schuco, databile verso la fine degli anni '70, dove la plastica prese il sopravvento sulla lamiera.
Portiere e cofani apribili, alimentazione a pile e comandi del motore elettrico con tre pulsanti (bruttarelli) posti sul tunnel centrale dell'abitacolo.
fantasmak - 04 Ott 2018 02:06 pm
Oggetto:
Molto bella anche questa, ma niente a che vedere con i modelli in latta: la latta rimane la latta.

Guido.
Keep-all - 04 Ott 2018 03:39 pm
Oggetto:
Questi modelli di auto americane sono sempre affascinanti per me, dei bei giocattoloni che colorano le camere dei bambini.


Giuseppe, in che scala potrebbe essere questo modello Schuco e che cosa servono più specificatamente i tre pulsanti tra i sedili (che in foto non si vedono molto)?

Non te la prendere, perchè non è da te, ma stavolta, le foto che hai pubblicato, sono un po' culone, come ci diceva il nostro Lombrico. Per es. il vano motore non si vede.....

E_656 - 04 Ott 2018 04:26 pm
Oggetto:
Per le foto Kuliscioff te ne do atto. Mr. Green
Per i tre pulsantoni invece non sei stato attento, birbaccione...
Mi cito: "...comandi del motore elettrico con tre pulsanti (bruttarelli) posti sul tunnel centrale dell'abitacolo."
Quindi: marcia avanti, stop e marcia indietro.
La scala: se l'auto vera era lunga 5700 mm e il modello 285 mm si giunge ad una perfetta 1/20.

Allego altre 4 immagini per soddisfare la tua inesauribile sete di conoscenza Smile felice

@Guido: non so se abbandonarono progressivamente la latta per rendere più sicuro il giocattolo, per economia o per renderlo più moderno agli occhi degli acquirenti... Forse tutte e tre le cose.
Di certo la latta è un'altra cosa!
E_656 - 27 Ott 2018 04:57 pm
Oggetto:
Ripescata da un anfratto di una vetrina, era ed è in attesa della decal della polizia che non mi decido mai a creare ed applicare...

Schuco 3000 Politie (olandese).
Meccanismo a molla con teleguida a volantino. Di solito era fornita anche con i birilli per percorsi ove esercitare la propria abilità.
La mia è senza scatola ed accessori.
E_656 - 27 Ott 2018 05:09 pm
Oggetto:
Oggi mi voglio rovinare... A quella della pagina precedente aggiungo un Maggiolone Cabriolet sempre Schuco, ma della serie Micro Racer...
Keep-all - 28 Ott 2018 10:13 am
Oggetto:
E non ci spieghi cosa fa la levetta e il "piruletto" sul posteriore?
Gli Schuco sono sempre molto belli per questo.

Il modello sembra perfetto.

E_656 - 28 Ott 2018 11:48 pm
Oggetto:
E' vero, spesso do per scontato dettagli non irrilevanti... Embarassed
In questa il pomello zigrinato consente la regolazione dello sterzo, mentre la levetta funge da freno mentre si carica la molla.
Nella "3000" della pagina precedente il foro sul cofano consente di inserire la guida (con piccolo volante) che comanda la ruota centrale posta nel fondino consentendo così la manovra del modello.
Keep-all - 29 Ott 2018 02:44 pm
Oggetto:
Come sei istrutto e forbito, Giuseppe!! Mr. Green
Il pomello zigrinato per me rimane un "piruletto", il "cosetto che gira", se vuoi, un "piselletto"... Smile felice 3 Smile felice 3 Smile felice 3 Smile felice 3

Comunque grazie per le spiegazioni.
E_656 - 30 Ott 2018 08:51 am
Oggetto:
Più che altro son "di strutto" considerata la mia pinguedine! Laughing

Causa il maltempo come previsto mi sono attrezzato per i miei spostamenti...

Schuco Schlauchboot.

Non facile da trovare in buone condizioni. Ho avuto la fortuna di reperirne uno praticamente nuovo (ancora con gli adesivi da applicare) e con scatola.
Motore fuoribordo con carica a molla (se si rompe c'è il remo!) e cavetto per la filoguida.
La dotazione di sicurezza è completata dal salvagente.
Chi mi aiuta a gonfiarlo che devo andare a lavoro!? Smile felice 2
fantasmak - 30 Ott 2018 05:45 pm
Oggetto:
Bellissimo e mooolto attuale.

Però, questi della Schuco, non si lasciavano sfuggire niente. Riproducevano di tutto.

Bravo Giuseppe. Wink

Guido.
Keep-all - 30 Ott 2018 06:35 pm
Oggetto:
Accidenti, va gonfiato veramente, come il modello 1:1. Shocked

Di che anno può essere e che rapporto in scala?

Comunque rimane sempre un bell'acquisto, originale e raro.
Dovresti accoppiarlo con un bel modellone Schuco e un carrello porta-gommone Wink


E_656 - 01 Nov 2018 12:24 pm
Oggetto:
Grazie ragazzi per gli apprezzamenti.
Sono contento anche io di averlo trovato, in genere lo vendono di rado e a prezzi fuori mercato, senza contare il rischio che sia danneggiato.
Io ho solo fatto un gonfiaggio minimo per testare la tenuta delle giunzioni termoplastiche, resterà così nella scatola per il resto dei suoi giorni. Mr. Green
Le dimensioni: 250mm... Considerando che dovrebbe rappresentare un esemplare solitamente intorno ai 4 metri ci si ritrova un rapporto 1/16 che abitualmente è utilizzato da Schuco.
Prodotto solo nel biennio 1975-76 ed in versione gialla, se ne conoscono due in rosso della Feuerwehr mai messe in commercio o produzione.
E30 - 01 Nov 2018 01:29 pm
Oggetto:
Bello complimenti, effettivamente Schuco ha riprodotto di tutto
Marco_Beta - 01 Nov 2018 03:37 pm
Oggetto:
Bello e curioso, curioso... tanto quanto sarei stato io di provarlo nella vasca da bagno Smile felice 3 .
Bravo Giuseppe che non ti sei fatto tentare e hai scelto di conservarlo sano e integro!
E_656 - 01 Nov 2018 04:06 pm
Oggetto:
In effetti Schuco ha riprodotto ogni veicolo, forse mancano riproduzioni di razzi e simili, ma devo documentarmi!

Vasca da bagno?! Fra poco il bagno lo faccio direttamente uscendo di casa! Cool
Mancano circa 50 centimetri all'esondazione, e continua a piovere... Rolling Eyes
E_656 - 01 Nov 2018 05:07 pm
Oggetto:
Avevo accennato nella sezione delle calcolatrici meccaniche ad una scorribanda familiare ad un mercatino di Nizza Monferrato, ci avevano dato il volantino a Novegro a settembre, per cui potendo recarci lì il 21 ottobre non abbiamo resistito...

La parte dedicata alla borsa scambio è abbastanza esigua, ma comunque interessante. Degna di nota la parte esterna: tutta la piazza zeppa di bancarelle e di articoli vintage pronti a soddisfare il cultore di qualsivoglia passione collezionistica.

L'espressione di chi trova qualcosa cui tiene particolarmente e della quale è alla ricerca -magari da tempo- è uguale per tutti ed empaticamente siamo tutti legati da queste sensazioni che ci accomunano a prescindere dall'oggetto medesimo, che sia un vinile, un'antica porcellana o un die-cast.
Quelle sensazioni sono il valore aggiunto anche se immateriale al coronamento della ricerca.

Tornando più prosaici, sia io che mio figlio abbiamo trovato qualche preda...
Comincio io con una abbastanza poco diffusa Berlina Peraboni.
Beccata al volo con la coda dell'occhio sul banchetto me la sono sgraffignata prima del mio contendente/consulente familiare che molto sportivamente mi sussurrava "Comprala, è un buon prezzo!"
Di questo marchio che conoscevo, però in rete si trova quasi nulla.
La sigla P.C.M. indica Peraboni Cologno Monzese. Ha prodotto vari modelli, credo dal dopoguerra a tutti gli anni '50, ma mi piacerebbe saperne di più.
La carrozzeria è in alluminio simile alle Safar e per tale motivo la vernice salta a scaglie.
Ruote sterzanti e movimento a molla con levetta blocca ruota come freno.
fantasmak - 01 Nov 2018 07:16 pm
Oggetto:
Bel pezzo, interessante, e penso anche parecchio raro.

Guido.
E30 - 01 Nov 2018 09:15 pm
Oggetto:
Bellissimo pezzo complimenti!
Marco_Beta - 02 Nov 2018 12:19 pm
Oggetto:
Bella, bellissima, superbella!
Questo é proprio un bel pezzo che mi fa nascere una puntina di invidia... e bravi i "father & son" del collezionismo!
E_656 - 12 Nov 2018 11:20 pm
Oggetto:
Grazie a tutti per i benevoli apprezzamenti!
Marco, comprendo benissimo quella sana invidia che provo anche io quando osservo i tuoi restauri... Razz

Stasera tanto per ampliare la mia Schucomania, una Examico Spyder che immagino voglia richiamare una Porsche 356.
E30 - 14 Nov 2018 12:54 pm
Oggetto:
Interessante anche questa Schuco, spesso l'ho cercata però i prezzi non sono proprio modici
Raggiunge prezzi più alti della examico Bmw
E_656 - 14 Nov 2018 06:32 pm
Oggetto:
In effetti è molto meno frequente della BMW e per lo stesso motivo costa un po' di più, al pari dell'altra "speciale": la Sport Examico.
Ancora meno frequente e l'Examico Roadster che riproduce una Jaguar XK120 in un bel verde inglese metallizzato...
Appena posso cercherò di inserirla nel topic.
fantasmak - 14 Nov 2018 08:54 pm
Oggetto:
Giuseppe, mi stupisci sempre più. Mr. Green Mr. Green

Guido.
E_656 - 14 Nov 2018 09:05 pm
Oggetto:
Grazie Guido... Ma aspettavo mi correggessi, l'auto riprodotta dovrebbe esser una Porsche 550 e non una 356 come dozzinalmente ho espresso in precedenza! Mr. Green
fantasmak - 14 Nov 2018 10:50 pm
Oggetto:
In effetti è una 550, la si vede dalla coda: ha tratto in inganno anche me vedendo le due griglie che anche una serie della 356 ha, ma i parafanghi posteriori sono della 550.

Embarassed Crying or Very sad

Guido.
E_656 - 15 Nov 2018 08:49 am
Oggetto:
Guido tu l'hai notato dalla coda che era una 550, io da Google... Smile felice 3

Ed ecco la mia Examico Roadster, sempre da Schuco con furore...
Keep-all - 15 Nov 2018 11:51 am
Oggetto:
Capisco che i tedeschi sono....crucchi, ma quelli della Schuco scrivono "spider" con la "y", invece della "i".

Bravo Giuseppe!! : Mr. Green la Scucomania ti sta acchiappando alla grande.
Complimenti per i modelli teutonici Examico, in perfetto stato di conservazione e presenza.



Sai cosa significa "examico"?


E30 - 16 Nov 2018 01:39 pm
Oggetto:
Giuseppe quanto vale una DUX Mercedes? e' una Mettoy 810?
Vorrei fare una proposta di acquisto ma non so quanto mettere.
E_656 - 16 Nov 2018 11:34 pm
Oggetto:
Una Mercedes 300 della Dux se funzionante e non troppo malandata tranquillamente può giungere ai 100 €, 70-80 è già un affare.
La Mettoy 810 si attesta a quotazioni un poco più basse, direi una sessantina di euro, aumentabili se in ottime condizioni.

Buona caccia! Very Happy

@Alberto, magari i Teutoni sono aracnofobici e di spider non vogliono saperne! Cool
Mi son chiesto anche io l'origine di parecchi nomi assegnati da Schuco ai suoi modelli, devo provare a guardare sui miei libri. Intanto ho chiesto sul forum tedesco... Con le variabili del mio penoso scrivere in quella lingua e ancor peggio della possibilità concreta che non intendano cosa stia chiedendo "qvesto italiano kosì infadente"... Very Happy
E30 - 18 Nov 2018 11:45 am
Oggetto:
Alla fine non essendo riuscito a raggiungere un accordo per la dux Mercedes ho preso una Triang jeep senza chiave e scatola per 20 euro compreso spedizione dall'Inghilterra......speriamo funzioni!
Giuseppe le chiavi Schuco vanno bene anche per la Triang?
E_656 - 18 Nov 2018 04:14 pm
Oggetto:
Per la Triang ottimo affare!
Non avendo la chiave originale puoi usare la n°1 della Schuco.
Ho visto che è l'unica con le dimensioni adatte.
E_656 - 18 Nov 2018 09:49 pm
Oggetto:
Keep-all ha scritto:


Sai cosa significa "examico"?


Mi devo ricredere sulla freddezza teutone, molto gentilmente mi hanno risposto ed in effetti la spiegazione offerta è plausibile.
Io avevo inserito oltre ad "Examico" anche altri nomi commerciali dei giocattoli Schuco.
Ho inviato anche una e-mail alla Schuco stessa, ma non ho idea se avranno modo di rispondere, per ora ecco la traduzione offerta da Google delle risposte degli utenti di Schucomania.de

"Ciao Giuseppe,

Spesso i nomi di Schuco - così come di altri produttori di giocattoli - erano creazioni di pura fantasia, che dovrebbero ispirare l'immaginazione dei bambini. Dovrebbero anche essere concisi e facili da ricordare. Solo quando hanno soddisfatto tutti questi requisiti, sono stati registrati da Schuco come marchio denominativo nel registro dei marchi.

Se guardi i nomi in questo modo, ti accorgi che alla fine del nome alla fine è stata allegata una "o". Sembrava elegante e suona un po 'italiano. Smile
L'Italia era la destinazione preferita per i tedeschi negli anni '50, e tutto ciò che riguardava era particolarmente popolare all'epoca.

Circa il significato esatto di alcuni nomi si può certamente solo speculare.
Quindi si dovrebbe pensare al nome Ingenico sicuramente riferito al nome dell'ingegnere. Ha a che fare con la tecnologia e la costruzione, che si applica anche alla vettura con i suoi numerosi extra e opzioni di conversione.

La "Fex" non la guidi come una normale auto, ma corre senza una direzione precisa e si rovescia durante la guida.

FEX è definito nel dizionario come qualcuno che è entusiasta di qualcosa, ma anche di colui che fa cazzate o è matto.

Fonte: wissen.de/wortherkunft/fex

L'Examico è stato offerto come "auto da allenamento - per tutti gli appassionati di auto". Con la sua leva del cambio, il freno e la frizione possono essere riprodotte numerose situazioni di traffico.
In allegato alla macchina c'era una descrizione con un "corso di scuola guida".
Questo è servito nella vita reale per ottenere una patente di guida, al termine della quale è sempre stato un test o un esame.


Credo anche che a volte i nomi degli articoli siano puri nomi di fantasia che suonano bene.

Il nome RADIANT potrebbe, nella mia immaginazione, avere a che fare con l'arco delle eliche di un aeroplano a causa dell'arco.

Nel nome Studio uno o l'altro pensa alla parola Studieren (con "o" allegato) .La macchina ha un taglio sul fondino per studiare il funzionamento di un ingranaggio differenziale.
Questo è il modo in cui il termine potrebbe essere spiegato.

"Dalli" significa veloce e si riferiva certamente alla reazione del guidatore, che davanti a ciascun "baratro" gira rapidamente il volante, deviando così l'auto da un lato e risparmiandola dal cadere."

Grazie a loro e grazie anche a te Alberto che hai sollevato il quesito.

Keep-all - 19 Nov 2018 07:27 pm
Oggetto:
Ringrazio te, Giuseppe, che tramite il sito tedesco ci hai fatto sapere qualcosa in più su questi nomi strani.
Su Examico, quando fa riferimento a noi italiani, mi pare un po' una sviolinata, anche se simpatica.


E30 - 19 Nov 2018 08:01 pm
Oggetto:
Grazie Giuseppe di queste informazioni che arricchiscono sempre più la sezione dedicata soprattutto al marchio Schuco, di cui tu sei un grande collezionista che riesce a trasmettere la passione anche ad altri come me che conoscevano solo la 1050 e poi hanno visto aprirsi un vero e proprio mondo intorno ai modellini a carica a marchio Schuco e non

P.S.
Mi sono appena aggiudicato sulla baia una 1050 Schnittmodell in serie limitata 500 pezzi
All'arrivo inserirò foto
E_656 - 19 Nov 2018 11:30 pm
Oggetto:
@Alberto: non credo sia una sviolinata, i tedeschi non hanno mai fatto mistero di prediligere le nostre località per le vacanze e senz'altro fino a pochi anni fa non avevamo concorrenza a parte le isole spagnole. Inoltre è indubbio il richiamo alla lingua italiana con molti nomi dei modelli con la desinenza in "o".
@Davide:mi fa molto piacere di esser riuscito a trasmettere l'interesse per questa tematica così affascinante e variegata. Sul "grande collezionista" penso dovrò ancora lavorarci parecchio, ma senz'altro lo prendo come un buon auspicio! Wink
E_656 - 23 Nov 2018 12:30 pm
Oggetto:
Un breve intermezzo con un paio di Schuco Microracer...
fantasmak - 23 Nov 2018 04:17 pm
Oggetto:
Ma quante sono le Microracer? E tu, Giuseppe, quante ne hai?.

Sempre affascinanti, anche se non bellissime. Wink

Guido.
marconolasco - 23 Nov 2018 05:20 pm
Oggetto:
Concordo, non sono riproduzioni fedeli in senso stretto, ma giocattoli "ispirati" ai veicoli reali, ma quanto fascino! e quanta passione, Giuseppe!
E_656 - 23 Nov 2018 06:05 pm
Oggetto:
Grazie ragazzi!
La Mercedes 190 non è particolarmente riuscita ed in genere le Microracer proprio per la loro funzione prettamente ludica, il meccanismo a molla e il sistema di direzione non riuscivano a mantenere le linee fedeli.
Anche se la Jaguar E di questa serie si difende bene anche nell'estetica.
E30 - 23 Nov 2018 08:00 pm
Oggetto:
A mio giudizio non sono brutte, credo che proprio nella loro imperfezione si nasconda il loro fascino
La Mercedes è una versione d'epoca se non sbaglio?
D'epoca nel senso che non è una replica
Io ho solo 2 Microracer perché preferisco la serie delle varie Kommando, 1750, 1250, radio ecc. e poi quello che credo sia il modellino per eccellenza della Schuco che è la 1050.
Per ora ne ho 10 ma conto di arricchire la collezione con altri colori, versioni speciali ed epoche di appartenenza.
E_656 - 23 Nov 2018 09:24 pm
Oggetto:
Son tutte e due repliche. Wink
Davide sarebbe bello se col tempo riuscissi a completare tutte le versioni della 1050... Per ora sei sulla buona strada.
E_656 - 23 Nov 2018 09:37 pm
Oggetto:
In questa sera di fine settimana presento uno dei miei pezzi forti: la Schuco Synchromatic 5700.
Il modello rappresenta una Packard.
Dalle caratteristiche complesse era uno dei modelli di punta della casa di Norimberga.
Azionato da un motorino elettrico con caratteristiche simili ai velivoli Schuco Radiant. Sul cruscotto vi sono dei pulsanti -con illuminazione- che attivano altrettante modalita di marcia: lenta, veloce, retromarcia e automatica (che in pratica applica tutte le modalità in sequenza). Inoltre la classica filoguida con volantino consente un suo ulteriore controllo.
Il foro nella parte posteriore sinistra consente la ricarica tramite la "pompa di benzina" per aumentare l'autonomia delle pile...

http://amgmodels.mastertopforum.com/56-vt5681.html?start=524

Aggiungo anche il link del video del mio modello creato dal precedente proprietario che poi me l'ha venduto.

https://www.youtube.com/watch?v=G6QQ0bJpeNw
fantasmak - 23 Nov 2018 10:25 pm
Oggetto:
Molto, ma molto bella. Solo avrebbe bisogno di un filoguida più lungo.

Guido.
E_656 - 23 Nov 2018 11:15 pm
Oggetto:
Diciamo che per un bambino può andar bene, per un adulto è da "colpo della strega"! Mr. Green
E30 - 26 Nov 2018 01:42 pm
Oggetto:
E_656 ha scritto:
In questa sera di fine settimana presento uno dei miei pezzi forti: la Schuco Synchromatic 5700.
Il modello rappresenta una Packard.
Dalle caratteristiche complesse era uno dei modelli di punta della casa di Norimberga.
Azionato da un motorino elettrico con caratteristiche simili ai velivoli Schuco Radiant. Sul cruscotto vi sono dei pulsanti -con illuminazione- che attivano altrettante modalita di marcia: lenta, veloce, retromarcia e automatica (che in pratica applica tutte le modalità in sequenza). Inoltre la classica filoguida con volantino consente un suo ulteriore controllo.
Il foro nella parte posteriore sinistra consente la ricarica tramite la "pompa di benzina" per aumentare l'autonomia delle pile...

http://amgmodels.mastertopforum.com/56-vt5681.html?start=524

Aggiungo anche il link del video del mio modello creato dal precedente proprietario che poi me l'ha venduto.

https://www.youtube.com/watch?v=G6QQ0bJpeNw


Complimenti per questo pezzo bello e raro da trovare completo
fantasmak - 26 Nov 2018 02:57 pm
Oggetto:
E_656 ha scritto:
Diciamo che per un bambino può andar bene, per un adulto è da "colpo della strega"! Mr. Green




Guido.
E_656 - 27 Nov 2018 06:22 pm
Oggetto:
Son contento che la "Synchro" vi piaccia, in effetti è difficile trovarla, soprattutto senza svenarsi, ma come dico sempre, la pazienza è la virtù del collezionista (e se l'ho detto solo questa volta, pazienza! Mr. Green )
L'occasione capita prima o poi.
Ho nel mirino un paio di Schuco da qualche anno... Cadranno nella rete? Chissà! Wink

Stasera un'altra Schuco classica: la 1081 Porsche Carrera 911S.
Movimento a molla, ruote sterzanti dal volante, la leva interna se spostata blocca le ruote posteriori, porte apribili. Rimuovendo il tettuccio o il lunotto alternativamente o entrambi si ottengono 4 combinazioni differenti di carrozzeria.
Proprio per questo motivo sono i pezzi che mancano più spesso nei modelli.
fantasmak - 27 Nov 2018 06:31 pm
Oggetto:
Bella la Targa, provvista anche dei cerchioni Fuchs.

Guido.
E_656 - 01 Dic 2018 11:26 am
Oggetto:
Grazie Guido... Con le Porsche vado a colpo sicuro, conosco il tuo punto debole!

Il modello che presento oggi l'ho visto per caso sulla rete e poi cercando informazioni al riguardo ho deciso che doveva entrare a far parte della schiera dei miei "giocattoli da salvare".
Rappresenta l'inglesissima Morgan a 3 ruote in un altrettanto albionico verde.
Di solito questi Gaiety Toys sono in livrea cromata (stile Prameta) meno frequenti quelli colorati in rosso, blu e verde, anche il movimento a molla è difficile da trovare funzionante, non era neanche della Gaiety, ma di terze parti ed aggiunto su alcuni modelli, provvisti del foro sulla scocca per permetterne la carica. per questo motivo non ci sono in giro chiavi di questo marchio.
Le prime serie prodotte subito a ridosso della fine della II Guerra Mondiale hanno ruote in metallo, quelle successive in plastica/gomma dura.
Il modello è pesantuccio e di discrete dimensioni (circa 13 cm).

http://toysnz.com/CastleArtProducts

http://rodgersantiques.co.uk/?paged=2 (Circa a metà pagina)
E30 - 01 Dic 2018 04:14 pm
Oggetto:
Complimenti mi hai fatto scoprire un nuovo marchio interessante
fantasmak - 01 Dic 2018 05:05 pm
Oggetto:
Giuseppe, ma dove le scovi tutte queste chicche, sei un ottimo segugio. Mr. Green

Guido.
E_656 - 01 Dic 2018 05:08 pm
Oggetto:
fantasmak ha scritto:
Giuseppe, ma dove le scovi tutte queste chicche...


Grazie Davide e Guido...

Direi che un po' è il caso, ma molto più spesso i cookies di eBay! Mr. Green
E_656 - 19 Dic 2018 10:58 pm
Oggetto:
Per caso ho trovato su eBay un piccolo camioncino senza Marchio.
Per meno di dieci euro -compresa la spedizione- mi è giunto dalla Gran Bretagna.
"Pelle" die-cast, ma "cuore" meccanico con carica a molla.
Dopo svariate ricerche ho trovato che il produttore è sconosciuto, o meglio è solo presunto (Jordan & Lewden)...
Una serie di veicoli definiti "River Series" avevano la caratteristica di inserire nella slitta presente sul cassone vari accessori rendendo molto versatile il modellino.

Di seguito l'articolo completo anche di altre immagini.

http://www.robertnewson.co.uk/articles/Riverseries.html
fantasmak - 19 Dic 2018 11:09 pm
Oggetto:
Direi un bel colpo. Mai visti o sentiti prima: penso che siano parecchio rari.
Assomigliano ai Chad Valley. Bravo Giuseppe.

Guido.
E_656 - 20 Dic 2018 09:54 pm
Oggetto:
Il camioncino è molto simpatico, anche della serie cui appartiene sarebbe piacevole averne qualche esemplare: come dici assomigliano ai Chad Valley ed è probabile che vari produttori abbiano influito e partecipato alla loro creazione, tale cooperazione ha fatto si che nessun marchio sia detentore in assoluto di questi modelli.

Stasera una simpatica Trabant della Anker Spielzeug.
Tipica icona della DDR il modellino è in plastica ed era venduto nelle versioni a molla -come la mia- e a frizione. Le ruote anteriori sono sterzanti.
Sono tutti fondi di magazzino venduti praticamente nuovi.
fantasmak - 20 Dic 2018 11:08 pm
Oggetto:
Proprio nuova.

Guido.
E_656 - 27 Dic 2018 04:30 pm
Oggetto:
Un'abbastanza recente funivia a molla della Kovap.
Tendendo i due capi del cavo (dislivello massimo di 50 cm) e dando la carica al meccanismo, la cabina si muove da un capo all'altro del medesimo utilizzandolo come guida per le rotelline poste alla sua sommità.
fantasmak - 27 Dic 2018 05:10 pm
Oggetto:
Molto bella ed ingegnosa. Quand'ero piccolo, tanto, ma tanto tempo fa, ricordo di aver visto più d'una di queste funivie nelle vetrine dei nogozi di giocattoli, e devo dire che mi hanno sempre affascinato. Non so se il funzionamento era lo stesso di questa, comunque era molto accativante.

Bell'acquisto.

Guido.
E_656 - 02 Gen 2019 06:01 pm
Oggetto:
Grazie Guido
Anche a me affascinava da piccolo questo mezzo di locomozione, tanto è vero che avevo costruito una cabina col cartoncino e poi l'avevo attaccata ad uno spago... Due ruote della Lego, una a valle ed una a monte fungevano da pulegge... Beata gioventù!

Tornando a Schuco, ecco una Chaparral 2F della serie Microracer, per mia fortuna tutta completa.
fantasmak - 02 Gen 2019 10:48 pm
Oggetto:
La famosa Chaparral 2F di Jim Hall con cambio automatico ed alettone (uno dei primi visti su vetture da corsa e non). Chissà perchè la Schuco l'ha dipinta di rosso. Comunque un modello interessante.

Guido.
fantasmak - 03 Gen 2019 05:56 pm
Oggetto:
E_656 ha scritto:
Grazie Guido
Anche a me affascinava da piccolo questo mezzo di locomozione, tanto è vero che avevo costruito una cabina col cartoncino e poi l'avevo attaccata ad uno spago... Due ruote della Lego, una a valle ed una a monte fungevano da pulegge... Beata gioventù!



Io avevo costruito la cabina con una specie di Meccano, il "Costruttore Meccanico" della Bral si chiamava, avevo legato un capo dello spago alla gamba del tavolo, l'altro capo alla maniglia di una finestra, e con un altro spago legato alla teleferica la tiravo o la calavo per gravità. Smile felice 3

Guido.
E_656 - 03 Gen 2019 07:12 pm
Oggetto:
Vedo che ci industriavamo non poco... In effetti non avere giocattoli belli e pronti aguzzava l'ingegno ed anche la soddisfazione di creare qualcosa di nuovo.
Avevo anche io il Bral! Wink
E_656 - 03 Gen 2019 07:15 pm
Oggetto:
Ancora da Schuco un'altra Microracer... Porsche questa volta!
fantasmak - 03 Gen 2019 07:22 pm
Oggetto:
La grande Carrera 6. Shocked

Guido.
E_656 - 12 Feb 2019 12:49 pm
Oggetto:
Dalla Germania all'italica INGAP con un suo cavallo di battaglia: la Fiat 1400 (art.1400).
Prodotta negli anni '50 del secolo scorso in varie colorazioni e in versione cromata, come parecchi modelli della Casa padovana. La scala rispecchia un 1/24, movimento a molla e carillon comandato dall'antenna. Cornici, maniglie, targa e particolari in rame lucidato.
La serie più datata aveva i cerchioni in metallo, la mia dovrebbe esser una seconda serie con quelli in plastica, in relativa "fusione" cogli pneumatici... Ad ogni buon conto ho già l'eventuale rimpiazzo!
fantasmak - 12 Feb 2019 02:04 pm
Oggetto:
Bisogna dire che anche la produzione italiana si difendeva bene: molto bella questa 1400 che ricalca in modo molto realistico le linee della carrozzeria della vettura vera.

Guido.
E30 - 12 Feb 2019 10:54 pm
Oggetto:
Bella complimenti!
I giocattoli tedeschi comunque per me rimangono al primo posto, basta smontarli per rendersene conto
E_656 - 17 Feb 2019 03:39 pm
Oggetto:
Sulla robustezza ed affidabilità dei giocattoli tedeschi è difficile darti torto!

Oggi un modello della Gunthermann dalle generose dimensioni, databile intorno agli anni '50 del secolo scorso.
Una berlina americana che presenta il consueto meccanismo già visto sul bus dello stesso marchio:

http://amgmodels.mastertopforum.com/precedente-vt5681.html?postdays=0&postorder=asc&start=263

Carica a molla, leve posteriori per la commutazione del senso di marcia ed il freno. Ruote sterzanti e fondino litografato.
fantasmak - 17 Feb 2019 08:48 pm
Oggetto:
Affascinantissima. Strani i finestrini molto piccoli, simpatico il fondino (per non parlare di quello della corriera).

Guido.
E30 - 17 Feb 2019 09:30 pm
Oggetto:
Bellissima!
Keep-all - 18 Feb 2019 10:35 am
Oggetto:
Complimenti Giuseppe!!


Ti stai facendo a poco a poco (e neppure così lentamente) una bellissima collezione di "latticini", come direbbe il caro Franco, per lo più tedeschi e con diversi particolari meccanici o sonori.

L'italica Fiat 1400 è molto interessante. Peccato non riuscire a sentire il carillon comandato dall'antenna.
Che musichetta canta? Un "Va pensiero..." o una canzone di Nilla Pizzi? Mr. Green
A parte le battute, descrivici meglio questi particolari, così come quei "cosini" che si trovano sul fondino. Uno è la leva di carica, l'altro curvo, invece, che movimento dà al modellino?
Bella questa versione cromata con alcune parti in rame lucido, la rendono bella ed elegante, direi un bel soprammobile.

Ammirevole anche il modellone americano. Ben tenuto in ogni parte, senza nessun segno di ruggine.
D'accordo con voi sulla bellezza della meccanica teutonica nascosta sotto la scocca di questi modelli di latta.


franciazzi - 18 Feb 2019 01:10 pm
Oggetto:
La 1400 è semplicemente meravigliosa Smile felice

E per soddisfare tutte le curiosità di Alberto, date un'occhiata qui:

https://www.youtube.com/watch?v=fDSTYfKgOrw


Keep-all - 19 Feb 2019 09:20 am
Oggetto:
Beh, il carillon ha una musichetta molto carina e ne fa del modellino qualcosa di veramente unico e interessante.

Grazie Antonio. Wink Mr. Green
E_656 - 01 Mar 2019 01:01 pm
Oggetto:
Anche i cugini francesi proponevano latticini di buona fattura: Marco -che spesso li restaura- ce ne ha mostrati parecchi.
Questo è un trolley-bus (art.450) della Joustra (1959).
Modello di generose dimensioni (ca. 40 cm) provvisto di carica a molla con chiave non disinseribile. Ma non solo: un meccanismo collegato all'asse anteriore provvede al movimento alternato dei tergicristalli, inoltre è provvisto di fari funzionanti. Il movimento grazie ad un "martelletto" sull'asse posteriore è accompagnato da un leggero scampanellio. Sul fondino vi sono la leva del freno e quella dell'interruttore per le luci. Anche le ruote sono in latta.
Le aste di captazione possono esser tolte dal loro alloggiamento ed alzate come al vero. E' presente anche un'apertura laterale che dà sugli scalini per accedere all'interno del bus.
Veniva commercializzato in livrea rosso-crema e verde-crema.

Riproduceva i Vetra d'Oltralpe:

https://myntransportblog.com/2014/11/21/vetra-societe-des-vehicules-et-tracteurs-electriques-paris1925-1964-france/

Il mio modello si presentava molto giocato, ma completo.
Una volta smontato ho proceduto alla rimozione di tutte le lastrine in acetato, pulendole e scaldandole col phon. una è stata rimpiazzata in quanto corrosa dal classico acido da pila.
Revisionati i collegamenti elettrici e meccanici è tornato ad un aspetto decoroso, ma soprattutto ad una completa funzionalità.
E30 - 01 Mar 2019 01:57 pm
Oggetto:
bello complimenti, potevi inserire anche una foto da smontato per vedere l'interno
E_656 - 01 Mar 2019 02:35 pm
Oggetto:
Hai ragione!
E' una mia brutta abitudine non riprendere immagini dei "work in progress"... Sad
fantasmak - 01 Mar 2019 06:08 pm
Oggetto:
Molto bello il modello.

Il filobus è un mezzo che mi ha sempre affascinato. A Piovarolo lo hanno tolto già nei primi anni '70 (assieme al tram), tanto che me lo sogno di notte. Peccato perchè nel periodo più fulgido del servizio ne avevamo ben 11 linee. Embarassed Embarassed Embarassed

Guido.

PS: se uno non è loggato, non vede le foto, ma solamente il testo.
E_656 - 16 Mar 2019 11:14 am
Oggetto:
Credo che i filobus siano spariti più o meno ovunque, ma resistono i tram...

Oggi un esemplare nipponico della Masudaya - Modern Toys. Databile intorno a metà anni '60, ne esisterono varie serie che si differenziavano per i cerchioni (grigi o crema) e per la carrozzeria (crema o azzurro metallizzato).
Di grandi dimensioni (intorno ai 50 cm) con corpo auto e fondino in latta, alimentazione a pile e novità per l'epoca -ma credo che anche oggi non sfiguri- il radiocomando piezoelettrico.
Nella funzione e forma ricorda il classico accendigas: pigiando il pulsante una scintilla viene trasmessa come segnale via radio al ricevitore dell'auto che in sequenza esegue le operazioni mostrate nel volantino che vi mostro.
In pratica è l'evoluzione del mio bus Radicon -sempre Masudaya-

http://amgmodels.mastertopforum.com/49-vt5681.html?postdays=0&postorder=asc&start=722.

Questa Mercedes 230 solitamente spunta prezzi molto elevati, viene venduta incompleta e non testata. Anche la mia non faceva eccezione, ma ho incrociato le dita e confidando sul fatto che il venditore non fosse a conoscenza del suo funzionamento l'ho acquisita con una proposta molto bassa rispetto al suo reale valore. Poi la fortuna ha fatto il resto restituendomi un modello perfetto. Molto scenico anche l'effetto degli indicatori di direzione. Ho solo restaurato la scatola ricostruendo le parti mancanti molto alla buona.
Mostro anche l'interno (foto dalla rete) ed il complesso meccanismo elettromeccanico, è presente anche una sorta di differenziale.
E_656 - 16 Mar 2019 11:17 am
Oggetto:
Ancora immagini:
fantasmak - 16 Mar 2019 04:07 pm
Oggetto:
Molto interessante, oltre al modello che è molto bello, non ho mai sentito di un radiocomando piezoelettrico. Neutral

Complimenti.

Guido.
E_656 - 23 Mar 2019 04:42 pm
Oggetto:
Grazie Guido! Wink
In effetti la mancanza di batterie nel radiocomando aveva lasciato perplesso anche il venditore ed è stata la mia fortuna.
Già che ci sono aggiungo un altro modello del Sol Levante.
Sempre della Masudaya - Modern Toys il Sonicon Bus.
Questo modello funzionante a pile con movimento "mistery" (che odio cordialmente!) viene guidato da un particolare aggeggio... Udite, udite Very Happy : un fischietto!
Un ricevitore posto all'interno del bus "traduce" le onde sonore nel movimento sterzante delle ruote poste sul fondino, più il fischio è lungo maggiore sarà il cambio di direzione impresso al meccanismo.
Veniva venduto nella versione blu e rossa, siamo intorno a metà anni '60.
Il mio è intonso, per cui credo che al pargolo suo primo proprietario non sia andato troppo a genio, o più probabilmente ai genitori che non sopportavano più i reiterati colpi di fischietto alle ore più impensate.
La parabola sul tetto non ha alcuna funzione se non quella di indicare la posizione dell'asse anteriore del bus, dando una stima della direzione intrapresa dal veicolo.
Keep-all - 25 Mar 2019 11:08 am
Oggetto:
Bel giocattolo, Giuseppe.
I miei complimenti....


La particolarità del fischietto per farlo muovere si contrappone, come idea, al movimento "mistery" che anch'io non sopporto affatto, per cui diventa un fattore primario del giocattolo.

Anche la Mercedes Pagoda è molto interessante, oltre al fatto che sia un modello d'auto che a me piace molto.

Questi giocattoli li trovo affascinanti proprio per le loro peculiarità, non credo che ne abbiano prodotti in gran numero, per cui immagino che siano anche rari.

Complimenti ancora!!!
fantasmak - 25 Mar 2019 11:42 am
Oggetto:
Qua non si finisce mai d'imparare: mai sentita la storia del fischietto. Very Happy Complimenti.

Guido.
E_656 - 30 Mar 2019 06:03 pm
Oggetto:
Grazie per l'apprezzamento!
In effetti sono giocattoli come si suol dire di "nicchia" e li ho scovati per caso... Non hanno avuto molta diffusione almeno qui in Europa e spesso vengono messi all'asta dagli Stati Uniti.
La Mercedes mi piace veramente parecchio e anche senza utilizzarla a volte la tiro fuori dalla scatola solo per guardarmela... Very Happy

Torniamo in Germania con un altro modellone Schuco: la Mercedes Rollfix (1085).
La mia è una replica della 220 S Coupè. Il modello originale venne prodotto tra il 1960 ed il '64.
Lunghezza 26 cm e movimento a "strappo"... Si tira la cordicella posta sul retro e un meccanismo a frizione muove l'asse motore.
Le ruote anteriori sono sterzanti tramite una levetta posta sotto il radiatore.
fantasmak - 31 Mar 2019 09:45 am
Oggetto:
Bella anche questa Mercedes.
Ma volevo chiederti: quesa è una replica, fatta in quale anno?
E poi un'altra cosa: la Schuco attuale sta alla vecchia Schuco come l'Atlas sta alla Dinky Toys?
Ti chiedo perchè so poco della storia della Schuco, so solo che ha cambiato proprietà.

Grazie.

Guido.
E_656 - 01 Apr 2019 08:51 am
Oggetto:
Le repliche della Schuco sono Schuco a tutti gli effetti. Il marchio è sotto il controllo dell Simba-Dickie, ma conserva la sue peculiarità.
Attualmente oltre ad estemporanee riedizioni di vecchi modelli (i più comuni) vi sono novità inedite.
Per i modelli più rari però non hanno mai proposto repliche, per cui procurarseli sono dolori.
La Rollfix in mio possesso dovrebbe essere del 2014.
fantasmak - 01 Apr 2019 03:23 pm
Oggetto:
Ok, grazie per la precisazione, ma la vecchia Schuco è morta e sepolta come la vecchia Dinky.

Ora il marchio Schuco è di proprietà della Simba-Dickie come quello della Dinky è della Mattel....o no? Wink

Guido.
E_656 - 02 Apr 2019 12:35 am
Oggetto:
Da wikipedia:
"...A causa di difficoltà finanziarie, l'azienda fallì nel 1976 e fu rilevata dall'inglese DCM. Dopo la chiusura di quest'ultima (1980), il marchio Schuco fu acquistato dalla tedesca GAMA.

Nel 1996 tornò indipendente dopo la vendita di Trix e Gama a Märklin, per passare nel 1999 dalla famiglia Mangold al Simba Dickie Group, attuale proprietario. La Schuco ha acquisito nel 2009 la Schabak..."

Per cui dopo il fallimento è rinato un marchio attivo tuttora che produce modelli nuovi oltre a rieditare -a volte- quelli vecchi.
Al contrario credo che Dinky esista solo come marchio, ma non abbia più stabilimenti e produzione propria, ma solo licenziataria.
fantasmak - 02 Apr 2019 08:18 am
Oggetto:


Guido.
E_656 - 04 Apr 2019 07:05 pm
Oggetto:
Una Opel Olympia Rekord (credo) della Gunthermann.
Risalente a fine anni '50 questo modello presentava una carrozzeria simile anche per la Ford Taunus per la quale cambiava solo la mascherina frontale.
A catalogo era iscritta come articolo 842 al quale si aggiungeva /1 a seconda della variante.
I miei dubbi nascono dal fatto che cercando in rete l'Opel ha un frontale diverso dalla mia.
Inoltre questi modelli erano a molla, il mio esemplare ha un motore elettrico ed il lunotto posteriore non è aperto...
Anche gli assi sono spaiati, credevo che i copricerchi posteriori fossero mancanti ma quelli anteriori non si adattano... Cercherò meglio per capire di questa versione a pile così "sui generis".
fantasmak - 04 Apr 2019 10:55 pm
Oggetto:
Molto particolare: vedi se riesci a scoprire qualcosa di più.

E facci sapere.

Guido.
E_656 - 05 Apr 2019 12:09 am
Oggetto:
Non ne vengo a capo, ho trovato solo queste, ma a molla:

https://www.historytoy.com/gunthermann-842/1-tin-toy-car-opel-olympia-red

https://www.historytoy.com/gunthermann-842/1-tin-toy-car-ford-taunus-blue

Rolling Eyes
E30 - 05 Apr 2019 10:12 pm
Oggetto:
Bella la Mercedes, interessante questa Opel
E_656 - 06 Apr 2019 03:49 pm
Oggetto:
Grazie ad entrambi. Wink
Circa la Opel -o presunta tale- non ho trovato niente altro... Sad
Dubito si tratti di un prototipo.

Un natante ogni tanto per ampliare la raccolta.
Schuco Pitt 3006: ha un meccanismo a molla. Ne esiste una versione più rara in azzurro.
La leva all'interno funge da fermo durante la carica del medesimo, la bandierina posta a poppa sventola durante la navigazione per simulare l'effetto del vento.
Un'asola sulla prua permette l'utilizzo del classico spago per il suo recupero lontano dalla riva.
fantasmak - 06 Apr 2019 08:28 pm
Oggetto:
Bello, e mi sembra che sia intonso.

Da bambino mio padre mi aveva comperato un motoscafo della Schuco simile a questo, anche se più piccolo, ma coperto. Aveva il timone/bandiera che si inclinava per bloccare l'elica nel frattempo che si caricava il motore a molla.

Guido.

PS: peccato che in questa sezione (come del resto in tutte quelle aggiunte ultimamente), se uno non è loggato, non ha la possibilità di vedere le foto.
E_656 - 12 Apr 2019 09:09 pm
Oggetto:
Il tuo motoscafo poteva essere lo Schuco Teleco 3004:

http://deerbe.com/unt/6935-schuco_3004_teleco_uhrwerk_boot_in_ovp_1954_geschenkkarton__giftbox.html

Questa sera ci spostiamo in Gran Bretagna con un modello in alluminio e latta con carica a molla della londinese Minimodels Ltd.
Come altri simili, presenta la particolarità di invertire la marcia sterzando quando un paraurti arretra a seguito di un contattto con un ostacolo.
Modello degli anni '50, essenziale e delle dimensioni paragonabili ad un 1/24 della Austin Devon. La levetta posteriore funge da freno durante la carica della molla.

https://triangscalextric.weebly.com/minimodels-history.html
fantasmak - 13 Apr 2019 08:11 am
Oggetto:
Bellissima, ed affascinante, classico modello anni '50.

Il motoscafo era uguale, ma cambiavano gli accessori. Mr. Green

Guido.
Keep-all - 13 Apr 2019 02:34 pm
Oggetto:
L'Opel, la Mercedes 220 della Schuco, così come il motoscafo e infine questo modello in alluminio, non ben identificato, della Minimodels inglese, tutti giocattoli molto particolari, come si facevano una volta, con i loro precisi movimenti meccanici, semplici, dai colori tenui (non sempre) e duraturi.
Giuseppe, ti stai facendo una bella collezione di questi "latticini" rari e ben tenuti.
Complimenti!!

E_656 - 14 Apr 2019 12:25 pm
Oggetto:
Grazie a entrambi! Cool
Il colore è lo stesso -a quanto pare a quei tempi era una tonalità in voga!- ma la sostanza è ben altra.
Questa Schuco è una di quelle difficili da trovare... Cioè, le trovi, ma a prezzi da delirio.
Infatti ho aspettato anni e decine di aste andate male, prima di riuscire nell'intento.
Per il qual motivo ci tengo particolarmente e me la guardo spesso in maniera quasi reverenziale. Laughing

La Schuco Hydro... Modello caratterizzato da una di quelle "genialate" che solo il marchio tedesco poteva escogitare. Il motore è elettrico, alimentato a pile, e sin qui nulla di trascendentale, non fosse per il modo tramite il quale il moto viene trasmesso all'asse posteriore: tramite un giunto idraulico!
Sollevando i sedili è possibile vederlo oltre che dal fondino: un olio speciale racchiuso nel giunto trasmette la trazione alle ruote.
E' inoltre possibile la teleguida con il classico volantino a filo, comune a molte Schuco dell'epoca.
Il punto forte del modello è anche il suo tallone d'Achille: col tempo -per fortuna molto- può capitare che il liquido contenuto all'interno, per la contrazione del guscio plastico che lo contiene, fuoriesca.
In questo modo il motore elettrico pur girando, non consente il movimento.
Era il caso del mio, ma la Schuco non abbandona i collezionisti!
Ho inviato -non senza ansia- la vettura in officina (la Schuco-Klinik in Germania) e in pochi giorni è ritornata a casa in perfetta efficienza.
Ora sta nella sua vetrina.
E_656 - 14 Apr 2019 12:32 pm
Oggetto:
Aggiungo una foto del modello smontato e una curiosità.
Per la serie "non si butta via niente" vi mostro il retro della copertura in lamiera del giunto...
Non ho idea di cosa potesse raffigurare in origine...
E30 - 14 Apr 2019 05:41 pm
Oggetto:
Bellissima complimenti
La clinica Schuco che prezzo ha per un intervento di questo tipo?
Io una volta ho comprato un ingranaggio per una kommando e non mi costò poco
fantasmak - 14 Apr 2019 05:47 pm
Oggetto:
Troppa roba il giunto idraulico. Sti tedeschi. Very Happy

Guido.
E_656 - 14 Apr 2019 07:03 pm
Oggetto:
Ottanta euro spedizione compresa...
Non è poco, ma anche ad avere la fortuna di reperire in asta il pezzo originale solitamente spunta prezzi più alti, senza la garanzia che funzioni. Wink
E30 - 14 Apr 2019 07:28 pm
Oggetto:
Comunque è un buon prezzo pensavo di più
Si questa Mercedes si trova solo a prezzi altissimi, sicuramente è uno dei modelli per cui vale la pena la clinica Schuco
E_656 - 14 Apr 2019 07:45 pm
Oggetto:
Ne convengo. L'unico incomodo è costituito dall'ansia che qualcosa vada storto nelle spedizioni.
In pratica la mia s'è fatta Italia/Germania per due volte in 15 giorni! Cool
franciazzi - 17 Apr 2019 09:57 am
Oggetto:
E_656 ha scritto:
Ne convengo. L'unico incomodo è costituito dall'ansia che qualcosa vada storto nelle spedizioni.
In pratica la mia s'è fatta Italia/Germania per due volte in 15 giorni! Cool


Verissimo, anche per me sarebbe stata un'ansia incredibile. Guarda io avrei anche considerato il viaggio e gliela avrei portata a mano, e poi mi sarei preso una stanza alla Schuco-Klinik (avranno delle stanze per i parenti, immagino) fino a completa guarigione.

Modellino interessantissimo, che non conoscevo, ed è bello averlo restaurato in questo modo.
E_656 - 28 Apr 2019 03:37 pm
Oggetto:
Grazie Antonio! In effetti ero sempre col tracciamento sottomano e avvertivo il destinatario anche sull'ora del possibile recapito... Tipica ansia da collezionista, nemmeno fosse un Van Gogh! Wink

Credevo di averla già pubblicata, ma sembra di no...
Schuco Curvo 1000, classica carica a molla, sul manubrio è posto il comando per far compiere le diverse evoluzioni per cui è progettata, visibili dietro la ruota anteriore.
Questo modello è una replica di fine anni '90.
E30 - 28 Apr 2019 06:29 pm
Oggetto:
Ho anche io questa moto, ho sempre avuto la tentazione di smontarla per vedere il meccanismo ma non lo faccio perché la vedo un po delicata di carrozzeria e non vorrei che poi non combacino più i pezzi
Comunque considerando che è nata negli anni credo 40-50 è davvero ingegnosa per essere un giocattolo
E_656 - 28 Apr 2019 07:06 pm
Oggetto:
In effetti sarei curioso anche io di capire come si riescano a creare quelle combinazioni di movimento con la semplice rotazione del comando sul manubrio...
Purtroppo queste moto hanno l'incastro a guscio e a parte il rischio di rovinare la litografia c'è pure quello di non riuscire a rimontarle perfettamente...
Rimarremo con la curiosità! Very Happy
fantasmak - 28 Apr 2019 10:35 pm
Oggetto:
Molto interessante: un gioiellino della meccanica.

Guido.
E_656 - 08 Mag 2019 12:38 pm
Oggetto:
Hai ragione Guido, son costruiti proprio bene.
Immagina quanti di questi giocattoli sono stati "vivisezionati" per carpirne i segreti: sia dai bambini che li possedevano, sia dalle ditte concorrenti per crearne di simili...

Dalla collezione di famiglia -eufemismo per assegnarne la proprietà a mio figlio- la Schuco 2095.
Io ho la replica, lui -da purista- solo l'originale. Smile
Movimento a molla e teleguida con l'intramontabile mini volante e cavetto.
La levetta che si intravede accanto alla ruota posteriore sinistra blocca la medesima durante la carica e la sblocca non appena viene appoggiata sulla superficie di gioco.
fantasmak - 08 Mag 2019 01:08 pm
Oggetto:
Da applausi, come del resto, a tutte le Schuco.

Guido.
E_656 - 14 Mag 2019 07:08 pm
Oggetto:
Grazie Guido a nome del proprietario! Wink

Il modello di oggi non è una novità in senso assoluto in quanto ne avevo mostrato uno tempo fa.

http://amgmodels.mastertopforum.com/successivo-vt5681.html?postdays=0&postorder=asc&start=611

Questo ha una storia particolare, il colpo di fortuna che almeno ogni tanto capita.
L'anno scorso ad un mercatino lo scorgo sul banco di una signora, messo lì in bella mostra, ma senza particolari pretese. Scettico, mi avvicino e chiedo informazioni sul prezzo, attendendomi la classica cifra in biglietti da 100€... La signora prende un taccuino e mi chiede... 40€!
Sono quei momenti dove hai la mano vincente a poker e cerchi in ogni modo di non far trapelare nulla, con malcelato distacco faccio una lunga pausa come per soppesare bene l'acquisto e mi trattengo dall'esagerare chiedendo uno sconto... Quasi impassibile passo due banconote da 20 alla venditrice e mi allontano, quasi col timore di esser richiamato indietro qualora si fosse resa conto del regalo offertomi, ad ogni buon conto ho girato al largo da quel banco sino al momento di tornare a casa. Laughing

Ed ecco quindi un'altra Lancia Ardea della torinese Omicron.
Gli pneumatici sono originali ed un po' appiattiti, mi sono procurato i loro sostituti anche se credo che non li utilizzerò.
E_656 - 14 Mag 2019 07:20 pm
Oggetto:
Aggiungo altre due immagini riguardanti la Omicron.
Il volantino che accompagnava il modello sottolinea la cura verso il cliente, con parole e modi che oggi fanno forse un po' sorridere, ma che evidenziano come una volta le buone maniere erano una consuetudine e non una concessione come al giorno d'oggi.
Poi, incuriosito, ho cercato il posto da dove -trasportata su un furgone- la piccola Ardea ha cominciato a girare per vari luoghi e proprietari, sino a giungere a me...
Keep-all - 15 Mag 2019 06:35 pm
Oggetto:
Giuseppe, se tutti questi stupendi modelli Schuco o di altre marche li tieni in una bacheca, e se non chiedo troppo e ne hai la possibilità, perchè non pubblichi una foto panoramica di tutti i modelli esposti?

Grazie, se potrai esaudire la mia richiesta.


E_656 - 15 Mag 2019 06:54 pm
Oggetto:
Già fatto... Distrattone! Laughing

http://amgmodels.mastertopforum.com/15-vt6104.html?postdays=0&postorder=asc&start=212

Comunque è tutto un divenire, poichè essendo alla continua ricerca di spazio, i modelli trovano collocazioni variabili ed indipendenti... Mr. Green
fantasmak - 15 Mag 2019 07:58 pm
Oggetto:
Bravo Giuseppe, ben fatto. Molto interessante il foglietto allegato.

Guido.
Keep-all - 16 Mag 2019 08:25 am
Oggetto:
E_656 ha scritto:
Già fatto... Distrattone! Laughing

http://amgmodels.mastertopforum.com/15-vt6104.html?postdays=0&postorder=asc&start=212

Comunque è tutto un divenire, poichè essendo alla continua ricerca di spazio, i modelli trovano collocazioni variabili ed indipendenti... Mr. Green


Distratto, perchè nel 2017 ero quasi completamente assente nel forum per motivi famigliari e poi non mi sarei mai aspettato che i tuoi modelli Schuco e similari fossero infilati nel topic "Treni....Alla buona".

Sulla tua collezione che dire.... semplicemente fantastica, enorme, bellissima. Anche a me viene da dire "Porca vacca!!!". Mi sembrano tutti modelli mint e la maggior parte anche con scatola originale.
Non è da meno della collezione di Franco (anzi, chissà che fine ha fatto, se è ancora lì, nella sua casa....)
Quello che trovo che sia un peccato è sempre lo spazio risicato che ognuno ha a disposizione, per cui si è costretti a tenere i modellini nelle scatole e spesso sistemate sopra altri mobili.
C'è ordine e sicuramente ordine con una logica nella tua collezione, così come la vedo nelle foto, però tutti quei modelli, pensa che spettacolo, se fossero tutti messi aperti in mostra.

Comunque complimenti, veramente una collezione importante!!



Due annotazioni:
La Fiat 125 è una Pocher?
Le bacheche a vetrina sia la grande che le piccole sono di Lidl. vero?
Anch'io ne ho due di quelle grandi, ridipinte del colore delle porte di casa, in verde oliva.
Ultimamente mi sono accorto che delle 4 ante in vetro, a ben 3 si sono rotte le cerniere, praticamente spaccate.... e meno male che le ante non sono cadute! Sad
E_656 - 16 Mag 2019 08:36 am
Oggetto:
Keep-all ha scritto:
...non mi sarei mai aspettato che i tuoi modelli Schuco e similari fossero infilati nel topic "Treni....Alla buona".



Smile felice 3 Hai ragione! Per questo il forum va esplorato in tutta la sua proteiforme varietà!

La Fiat 125 è una Pocher, insieme alla 130...

http://amgmodels.mastertopforum.com/successivo-vt5681.html?postdays=0&postorder=asc&start=614

Le vetrine sono della LIDL: in quella a doppia anta si è rotta una cerniera, senza problemi invece quelle a "tabernacolo" o edicola votiva... Visti i miei devoti pellegrinaggi presso di esse. Cool

Grazie Alberto e Guido!
E30 - 16 Mag 2019 10:23 pm
Oggetto:
Complimenti, la Omicron è stupenda
La Omicron era anche un marchio di orologeria chissà se erano parenti
franciazzi - 17 Mag 2019 10:57 am
Oggetto:
La Omicron, con annesso foglietto illustrativo, è una meravigliosa chicca!

Complimenti anche per il 'furto con destrezza' Laughing con cui ne sei entrato in possesso!


@E30: come marca di orologeria io conosco solo un'altra lettera dell'alfabeto greco: Omega Embarassed
E_656 - 18 Mag 2019 09:21 am
Oggetto:
Grazie Davide e Antonio!
I banchi di vendita ai mercatini vanno affrontati senza i titolari -in pausa caffè- quando sono presidiati dalle loro signore, le quali molto spesso incorrono in simili episodi... Mr. Green
Anche io conosco solo la Omega, comunque la Omicron ha creato orologi pregevoli, però essendo elvetica dubito avesse legami con la casa torinese di giocattoli meccanici.
E_656 - 22 Mag 2019 05:14 pm
Oggetto:
Anche oggi restiamo nel capoluogo sabaudo con una Mercury.
Difficile da trovare, ancor più difficile trovarla a prezzi abbordabili e in buone condizioni poiché solitamente una situazione esclude l'altra.
Comunque sia, basta aspettare e prima o poi l'occasione appare all'orizzonte...
Il modello è la classica Fiat 1400 che va a far compagnia a questa:

http://amgmodels.mastertopforum.com/successivo-vt5681.html?postdays=0&postorder=asc&start=608

Si differenzia per la filoguida "pneumatica": all'interno del telecomando trova alloggio la pila e una pompetta, la quale pigiata dal grilletto aumenta, con l'aria contenuta, la pressione nella sua omologa posta all'interno del modellino, agendo così sullo sterzo.
Un altro comando permette la marcia avanti ed indietro.
E_656 - 22 Mag 2019 05:21 pm
Oggetto:
Come capita spesso, questi modelli per la loro età hanno parti che si deteriorano più rapidamente.
Nel mio caso le due pompette erano assenti. Cercando qualcosa che potesse sostituirle sono stato fortunato: nel telecomando ho utilizzato quella di un densimetro per batterie e nell'auto ho cannibalizzato quella di una Chad Valley inglese che possiede un sistema di guida simile. Essendo però bucata in più punti ho tentato di renderla nuovamente efficiente cospargendola di silicone... Mi è andata bene! Wink
fantasmak - 22 Mag 2019 06:38 pm
Oggetto:
Ottimo lavoro ed ottimo modello. La carrozzeria ed il telecomando sembrano nuovi.

Guido.
Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Powered by phpBB2 Plus based on phpBB