Modelli Speciali - Mercedes 680 S Saoutchik - Sondaggio

Eagle - 21 Ago 2011 06:51 pm
Oggetto: Mercedes 680 S Saoutchik - Sondaggio
Sono indeciso fra questi tre modelli di Ilario che usciranno a breve.
Si tratta della bellissima Mercedes 680 S Torpedo del 1928 carrozzata da Saoutchik.

Quella color panna è molto bella, quella nera con cerchi rossi ha invece ha dalla sua qualche particolare in più, bello invece l'abbinamento cromatico interno/esterno di quella nera con le coppe ruota... Mah...
Le foto che vedete sono ancora del modello non definitivo, infatti mancano ancora le cromature...


Panna con cerchi rossi:





Nera con cerchi rossi:





Nera con coppe ruota:











vecchiosem - 21 Ago 2011 08:37 pm
Oggetto:
Bel dilemma ...................
Quella nera cerchi rossi è l'unica che non prenderei dato che l'interno rosa non mi piace molto
quella nera con le coppe............se non le avesse......mi piacerebbe di+
RedMax - 21 Ago 2011 08:40 pm
Oggetto:
votato, mi piace nera con coppe ruota...
Keep-all - 21 Ago 2011 09:35 pm
Oggetto:
Per quanto mi riguarda, sicuramente nera con i cerchi rossi, ma gli interni rosa sono inguardabili.
Allora d'accordo nera con coppe ruota e interni chiari. Wink

Alberto
rosso27 - 21 Ago 2011 11:57 pm
Oggetto:
Nera con cerchi rossi è bellissima!
Gli interni rosa?....se l'auto gli ha avuti, per me non sarebbe motivo di storcere il naso...anzi, la trovo una nota particolare... magari era stata commissionata da un'attrice o una nobildonna dell'epoca...
Io non avrei dubbi sulla scelta!!
Keep-all - 22 Ago 2011 09:30 am
Oggetto:
Dalla foto dell'auto vera, pare proprio che gli interni fossero rosa, anche il cruscotto.
Non rosa confetto, ma tendente al rosso.
Comunque, degustibus non disputandum...... Wink

Alberto
Eagle - 22 Ago 2011 11:26 am
Oggetto:
Keep, grazie per la foto in cui si vede il cruscotto e il colore originale dei sedili.
Il cruscotto però è cromato e non rosa, come puoi vedere dai riflessi Wink
Keep-all - 22 Ago 2011 11:57 am
Oggetto:
Meno male! Very Happy

Tu, per quale propendi?....Intuisco per questa. Wink
Alberto
Keep-all - 22 Ago 2011 12:11 pm
Oggetto:
Questi sono gli interni di quella nera con coppe ruota:

http://www.supercars.net/Pics?viewPic=y&source=carGal&carID=3531&pgID=1&pID=903807

Wink
Keep-all - 22 Ago 2011 12:18 pm
Oggetto:
E questa di quella color crema:
(scusate se l'ho lasciata a questa risoluzione, ma meritava)
Eagle - 22 Ago 2011 03:12 pm
Oggetto:
Bella foto Keep, merita sicuramente di essere lasciata in quella dimensione...

Keep-all ha scritto:
Meno male! Very Happy

Tu, per quale propendi?....Intuisco per questa. Wink
Alberto


Per quale propendo? Sono sempre più indeciso Mr. Green Mr. Green
A dire il vero sono tutte belle e particolari...


Keep-all ha scritto:
Questi sono gli interni di quella nera con coppe ruota:

http://www.supercars.net/Pics?viewPic=y&source=carGal&carID=3531&pgID=1&pID=903807

Wink


Riguardo gli interni delle auto, ho notato una cosa.
La "nera con coppe ruota" che hai postato non è identica all'auto riprodotta da Ilario
ma ha lo stesso numero di telaio 35964, quindi è la stessa auto dopo il restauro.
Sotto, infatti, puoi vedere la stessa auto al concorso di Pebble Beach del 2006 e allo stesso concorso nel 2009... Correggetemi se sbaglio...

Telaio 35964 (Pebble Beach 2006):
Interni: http://www.supercars.net/Pics?viewPic=y&source=carGal&carID=3531&pgID=2&pID=415957
Carrozzeria: http://www.supercars.net/Pics?viewPic=y&source=carGal&carID=3531&pgID=1&pID=415956

Telaio 35964 (restauro Pebble Beach 2009):
Interni: http://www.supercars.net/Pics?viewPic=y&source=carGal&carID=3531&pgID=1&pID=880272
Carrozzeria: http://www.supercars.net/Pics?viewPic=y&source=carGal&carID=3531&pgID=1&pID=877966


Le altre 680 riprodotte da Ilario:

Telaio 40156 (panna cerchi rossi):
Carrozzeria: http://www.supercars.net/Pics?viewPic=y&source=carGal&carID=3531&pgID=1&pID=728619
Interni: http://www.supercars.net/Pics?viewPic=y&source=carGal&carID=3531&pgID=1&pID=412265

Telaio 35971 (nera cerchi rossi):
Carrozzeria: http://www.supercars.net/Pics?viewPic=y&source=carGal&carID=3531&pgID=2&pID=407601
Interni: http://www.supercars.net/Pics?viewPic=y&source=carGal&carID=3531&pgID=2&pID=407602
Annica - 22 Ago 2011 05:49 pm
Oggetto:
Io ho votato per quella panna coi cerchi rossi, mi piace di più tra le tre, penso che quell'auto stia benissimo color panna, sembra una bella nuvola di vaniglia con le amarene (eheh adesso mi mangio un gelato... forse la mia scelta è condizionata da caldo ahahahah) Very Happy
ramapao69 - 22 Ago 2011 06:33 pm
Oggetto:
Nera con cerchi rossi....ma anche con coppe non è male....
Keep-all - 22 Ago 2011 07:36 pm
Oggetto:
Annica ha scritto:
Io ho votato per quella panna coi cerchi rossi, mi piace di più tra le tre, penso che quell'auto stia benissimo color panna, sembra una bella nuvola di vaniglia con le amarene (eheh adesso mi mangio un gelato... forse la mia scelta è condizionata da caldo ahahahah) Very Happy


Eh sì, cara Annica, mo' ci mettiamo pure l'ombrellino di carta e il biscottone da gelato!!! Smile felice 3 Smile felice 3

Alberto
lombricoferoce - 22 Ago 2011 10:56 pm
Oggetto:
Caspita che auto!
Una delle 2 nere, quella nera e rossa risalta di più ma quella tutta nera è più particolare nel suo genere anche se più "seriosa", le coppe abbinate ai galletti, forte.

E poi l'interno "rosato" non è così inguardabile. Alberto. No?

Belle le foto ed i links, grazie keep, bye
Keep-all - 22 Ago 2011 11:20 pm
Oggetto:
Spero che sia la foto che non renda merito, ma il modellino della Mercedes con i cerchi rossi ha gli interni proprio rosa-confetto, altro che rosa-rosato, come quella vera. Inoltre la rifinitura del legno sugli sportelli è quasi giallina. Shocked

Dato che sei molto preciso nel confrontare un modellino con l'auto vera, anche il restauro della tappezzeria della Mercedes a Pebble Beach (2006 e poi 2009) è stata una vera sostituzione, non rispettando nè il colore nè la manifattura.
A questo punto, ti chiedo, dato che sei anche un possessore di auto d'epoca: un modellino deve rispettare l'auto come esce dalla fabbrica, in tutto e per tutto, o come è l'auto talora liberamente restaurata dal proprietario?

Alberto
lombricoferoce - 22 Ago 2011 11:58 pm
Oggetto:
Bella domanda.
Le mie due auto sono originali ed intendo mantenerle tali, quindi, personalmente apprezzo di più lo stato originale di un mezzo, sia che sia militare, sia che sia civile a meno che non siano stati modificati "al tempo" per qualche capriccio o per qualche necessità del proprietario di allora.

Per me non ha senso un restauro fatto non rispettando quello che c'era in origine anche se certe volte potrebbe risultare più bello. A meno che non si abbia la possibilità di sapere come la macchia era in realtà ed allora ....

In merito ai modelli dipende da chi li fa e da cosa vuol riprodurre ... la macchina attuale riveduta e corretta con qualche licenza poetica o la stessa partendo da foto e/o testimonianze se c'è ne sono.
In entrambi i casi, secondo me, il modello è valido se fatto bene e queste Mercedes sono dei veri bon bon.

Nessuna cosa è bella da possedere se non si hanno amici con cui condividerla?
Beh, proprio tutto no eh!? Elvia, Seneca se la teneva stretta ...

Notte Alberto. Wink
Eagle - 23 Ago 2011 12:17 am
Oggetto:
Sono d'accordo con Lombrico.

Dipende esclusivamente da ciò che si vuole riprodurre, l'auto originale o l'auto restaurata.
Credo comunque che un automodello, in quanto tale, debba rispettare in tutto e per tutto la vettura che riproduce, senza licenze poetiche, altrimenti non sarebbe un automodello.

Nel caso specifico di questa Mercedes nera/rossa non ho ancora capito, guardando le foto, se quei sedili si sono schiariti con il passare del tempo oppure se la vettura è stata restaurata totalmente e il colore rosato dei sedili è quello originale. Dalle foto, comunque, il colore dei sedili dei modelli sembra più chiaro rispetto a quello delle vetture. Resta da vedere se è un effetto delle foto o no.
Eagle - 23 Ago 2011 12:23 am
Oggetto:
Keep-all ha scritto:
Annica ha scritto:
Io ho votato per quella panna coi cerchi rossi, mi piace di più tra le tre, penso che quell'auto stia benissimo color panna, sembra una bella nuvola di vaniglia con le amarene (eheh adesso mi mangio un gelato... forse la mia scelta è condizionata da caldo ahahahah) Very Happy


Eh sì, cara Annica, mo' ci mettiamo pure l'ombrellino di carta e il biscottone da gelato!!! Smile felice 3 Smile felice 3

Alberto




Che ne dite di questa? Mr. Green


Annica - 23 Ago 2011 12:52 am
Oggetto:
ahahahahahahahahahahah oddio mi sto piegando (però il gelato era bbonoooooooo!!)
Zhus - 23 Ago 2011 02:05 am
Oggetto:
Votato. Nera con coppe, tutta la vita !!
Eagle - 23 Ago 2011 02:23 am
Oggetto:
Scherzi a parte, la Mercedes color panna in questione ha una storia particolare alle spalle, come d'altra parte molte vetture d'epoca...
E' stata commissionata dalla moglie del milionario Charles A. Levine alla concessionaria Mercedes.Benz di New York, chiedendo un design diverso dal solito, che si distinguesse dalle altre Mercedes. Il lavoro fu quindi affidato al carrozziere francese più importante del momento, Saoutchik.
Il 2 agosto del 1928 il telaio arrivò a Parigi e Saoutchik trasformò questa Mercedes in una delle più belle realizzazioni della carrozzeria francese. Una linea elegantissima, un cofano lungo e un posteriore accorciato e spiovente...
Tuttavia quando la vettura completa tornò al porto di New York, la signora Levine non si presentò, a quanto pare lo stile e il colore non erano piaciuti al marito.
Di conseguenza questa bellissima Mercedes tornò al concessionario di New York e rimase li fino a quando un venditore non riuscì a venderla a Frederick Henry Bedford Jr. (già proprietario di un'altra Mercedes), allora direttore della Rockefellers’ Standard Oil Company e figlio del suo vice presidente.
L'auto rimase di proprietà di questa famiglia fino al 2006, anno in cui fu venduta da Christies per 3.645.000 dollari.
Questa Mercedes è una della auto più eleganti, potenti e veloci dell'epoca.


zibbi - 23 Ago 2011 10:15 am
Oggetto:
Panna cerchi rossi, ma bella anche nera con coppe...
Keep-all - 23 Ago 2011 10:45 am
Oggetto:
Per il Lombricuccio:
Cavolo, lo credo che Seneca se la tenesse stretta: era la madre!!! Wink Shocked
(a motivo di ciò, ho cambiato ancora la mia firma.....eheheheh)

Riguardo al restauro delle auto vere d'epoca, come in qualsiasi altra cosa, sono d'accordo con te, con una condizione fondamentale: che il perfetto restauro, se non evidente, debba essere onestamente dichiarato dal proprietario o, in alternativa, sia messo in leggera evidenza (ad esempio, nuova tappezzeria, uguale nel colore e nel tessuto, ma non nella manifattura).
Riguardo all'automodello, sono concorde con Eagle. Quindi, il modellino è copia o dell'auto originale o dell'auto restaurata, ma evitando sempre fantasie del modellista, a meno di specifiche e valide motivazioni.

Eagle, è interessante la storia della Mercedes color panna! Wink Very Happy

Buona calda giornata a tutti!!
Eagle - 23 Ago 2011 07:46 pm
Oggetto:
Guardate il lato B.
Queste si che sono auto ragazzi! Smile

http://www.autogaleria.hu/hk2.php?kepid=55382&l=autok/mercedes/680s-saoutchik-torpedo-roadster-1928/mercedes_680s-saoutchik-torpedo-roadster-1928_r5.jpg
lombricoferoce - 23 Ago 2011 08:32 pm
Oggetto:
Keep-all ha scritto:
Per il Lombricuccio:
Cavolo, lo credo che Seneca se la tenesse stretta: era la madre!!! Wink Shocked
(a motivo di ciò, ho cambiato ancora la mia firma.....eheheheh)

Riguardo al restauro delle auto vere d'epoca, come in qualsiasi altra cosa, sono d'accordo con te, con una condizione fondamentale: che il perfetto restauro, se non evidente, debba essere onestamente dichiarato dal proprietario o, in alternativa, sia messo in leggera evidenza (ad esempio, nuova tappezzeria, uguale nel colore e nel tessuto, ma non nella manifattura).
Riguardo all'automodello, sono concorde con Eagle. Quindi, il modellino è copia o dell'auto originale o dell'auto restaurata, ma evitando sempre fantasie del modellista, a meno di specifiche e valide motivazioni.

Eagle, è interessante la storia della Mercedes color panna! Wink Very Happy

Buona calda giornata a tutti!!



Keepuccioccino mio, data la tua, fra un po', veneranda età, parlavo ovviamente di Seneca padre.
Senza togliere nulla ad Eagle che ringrazio per la storia della Mercedes "panna" un vero "golosez" e da cui si evince che gli americani ... ti faccio notare che eagle è d'accordo con me in merito alle riproduzioni. Però ti chiedo, quali specifiche e valide motivazioni potrebbero giustificare "un falso" per non dir di peggio?





Notte, Alberto ....
Keep-all - 23 Ago 2011 11:28 pm
Oggetto:
Per rispondere alla tua domanda, il signor Ilario deve aver avuto un motivo valido per aver scelto quel rosa confetto per la tappezzeria del suo modello di Mercedes nera rispetto a quella, scolorita o meno, della vera Mercedes. Semprechè la colpa non sia della foto, anche se..... Rolling Eyes
Infatti, a quanto mi pare di capire, anche Eagle vuole capire il perchè di questo.
Wink
Io non sò quale siano le giuste motivazioni che un modellista possa dare a suoi modelli di fantasia. Bisognerebbe chiederlo al diretto interessato. Però di questi modelli ce ne sono.
Tutte le cose, a mio parere, hanno una logica, seppure non palesemente manifestata; l'avrà certamente anche un modello non realizzato perfettamente uguale all'auto originale. E altrettante persone apprezzeranno il modello e le motivazioni date, acquistandolo anche.
In altra analisi, l'esecutore di una Bugatti T41 Nakakata, effettivamente Nakakata Shocked , forse nella sua più fervida fantasia, vedeva quella enorme e possente auto come un carro-armato o altrimenti, per distaccarsi quanto più possibile dall'originale, ha realizzato un qualcosa di diametralmente opposto.
Del resto, entrando nell'ambito di auto vere, realizzate e messe in produzione, quanti carrozzieri italiani nacquero negli anni '50 e '60 e stravolsero utilitarie e furgoncini per creare modelli veri talora anche meglio dell'auto prodotta dalla Fiat o dalla Lancia?
In un certo senso, anche quelle vetture elaborate erano creazioni di fantasia.
Le motivazioni, tali carrozzieri, alla fine, le avevano eccome e credo proprio che fossero giustificate.
Tutte queste parole, forse insignificanti per molti, ma non per me, son dette solamente per chiarire che la perfezione non esiste a questo mondo e che tentare di arrivarci è come dire di scegliere di fare una collezione con dei limiti o no Wink
Possiamo avvicinarci, ma qualcosa sfuggirà sempre. Basti pensare al concetto di derivata, al concetto di limite e al calcolo integrale, per i quali, fin dall'antichità, l'uomo ha cercato sempre di trovarne una soluzione logica. Shocked Confused

Per l'OT senecano, non contravvenendo alla citazione che ho nella mia firma, la frase citata "Nessuna cosa è bella da possedere se non si hanno amici con cui condividerla" è di Lucio Anneo, figlio di Seneca il Vecchio e non di quest'ultimo.
Infatti, rinfrescandomi la memoria nel rileggere la vita del giovane Lucio Anneo Seneca, idee, principi e stili di vita del filosofo furono proprio conformi a questa frase e che molti uomini di potere della sua epoca non accettavano.
Infatti, non si sposò (a quanto mi è dato di sapere) e condivise le donne che ebbe, forse perchè erano, innanzitutto, quelle degli altri..... Wink (chiamalo scemo...eheheh)

Alberto Smile felice
lombricoferoce - 24 Ago 2011 08:47 am
Oggetto:
Insomma mi devi per forza trascinate in un Ot, vergogna!
Dunque ...
Non mi venire fuori con la banalità, non è da te, che la perfezione non esiste e balle varie, se no dovresti citare nella tua firma qualche truismo di de La Palice per stare in tema.
Spesso chi acquista un modello di qual si voglia mezzo di locomozione a ruote o svolazzate lo conosce “all'incirca” e quindi giusto o sbagliato che sia lo prende, salvo dopo mangiarsi le dita. A me è successo diverse volte che modello e foto alla mano ..... e poi qualche colorita imprecazione a fior di labbra ...
Succede spesso anche a chi compra un’auto vera. Tempo fa ho visto una 356 appena comperata e portata a restaurare, con svariatissimi pezzi non conformi al suo anno di nascita e serie, eppure il proprietario, schiumante di rabbia, aveva sborsato 40.000 euro più o meno .... tutti buoni ma lui la 356 la conosceva a grandi linee ...
La mia idea è questa, se una casa produttrice fa un modello o lo fa come Dio comanda o è meglio che si astenga.
Spesso basta non mettere il particolare o il colore sbagliato o non ricavare dallo stesso modello altri 50, rispettare le proporzioni .... ecc ... insomma con un po’ di documentazione ed onestà professionale si possono fare cose egregie. Quando assemblavo kits prima mi procuravo le foto.
E poi dai, non puoi mettere su un cruscotto infilate le chiavi di San Pietro!!! Fa ridere le oloturie.
Se poi il senso è solo quello di vendere e fiocinare polli, beh, peggio per i polli ma questo non vuol dire che un appassionato d’auto debba essere d’accordo, anche se la perfezione non esiste. Quando compri, i tuoi euro sono buoni e conformi al vero, poi se uno con la scusa che nulla è perfetto vuole anche partecipare attivamente a tutte le processioni del movimento dei flagellanti beh, l’importante è che non macchi di sangue chi gli sta attorno, visto che notoriamente è difficile toglierlo.
Parli dei carrozzieri ... che modificano, sinceramente non credo che l’esempio calzi, anche un’auto di serie nasce da un progetto che alla fine risulta diverso dal prototipo ed i carrozzieri mettono in strada un auto vera anche se diversa dal progetto originale. Chi riproduce auto in scala non fa la stessa cosa, me lo concedi?
Ho pubblicato la Royale militare solo per mostrare un estremo e se come dici tu faccio spesso la punta alla matita non è per denigrare per principio il lavoro altrui ma solo per amor del vero. Ed anche così non sono portatore sano della verità .... ma alla fin fine chi si accontenta gode, no?

Tra l'altro le Mercedes qua sopra sono una più bella dell'altra e farebbero bella mostra assieme.

La frase del buon Antistene si recepisce meglio se viene messa giù per intero, no? Se no sembra scritta da Basaglia

" Non si deve far smettere chi contraddice contraddicendolo ma convincendolo: neppure il pazzo infatti è curato da chi diventa a sua volta pazzo. "

In merito non la penso come Antistene e non ho la tua comprensione, preferisco non discutere mai con un idiota o aspirante tale, mi trascina al suo livello e mi batte con l'esperienza e quindi svicolo.

Ti faccio già da ora gli auguri per domani, vecchio succhiatore di poppe di lupa. Un abbraccio sincero.

Bye
Keep-all - 24 Ago 2011 04:21 pm
Oggetto:
Faccio delle doverose premesse e quindi mi scuso per l'OT che si allunga. Embarassed
Innanzitutto non sono un succhiatore di poppe Wink , tanto meno vecchio, tanto meno di lupa.
E questo perchè le poppe non le succhio, ma le......lasciamo stare, ci siamo capiti. E se non ci siamo capiti, pazienza!
E poi perchè non è tutto romano quello che brilla in me, a parte l'elmo e la corazza. C'è una parte che vive e che proviene dal nord, quel nord che molti non apprezzano, ma che ha, invece, tante tradizioni e storie da non essere meno di altre città del nord. Smile

Ti ringrazio anche per gli auguri. Domani la mia età cresce di un anno pieno, ma non per questo sono vecchio. Anzi mi sento gagliardo e tosto, come un puledro scalpitante ( Mr. Green è permesso ridere, senza farsi accorgere, Ok? Evil or Very Mad), come una farfalla librante nell'aria, come....insomma è solo l'età che avanza, il resto rimane quello di un giovinotto nerboruto. (ah...ah....ho sentito ridere qualcuno..... Rolling Eyes Wink )

Infine, mi vergogno di far vedere "cose mie" Embarassed , ma non mi vergogno di andare in OT. Wink

Mi chiedi:"Chi riproduce auto in scala non fa la stessa cosa, me lo concedi?"
OK, concessione concessa! Mr. Green Rolling Eyes
Anche se il discorso sui carrozzieri aveva un altro significato, ma va bene così.....
Sulle chiavi di San Pietro messe sulla Ferrari ti dò ragione, non sia mai ti debba contraddire. Però.... Wink
Però chiediamoci perchè l'abbia volute mettere sproporzionate.
Correttamente, in scala 1:43, dovevano essere non più grandi di 1 mm./1 mm. e mezzo. Poteva riuscire a farle di quella grandezza? Si sarebbero apprezzate? O il modellista non sa fare le divisioni con la virgola? Wink
Oppure le ha volute mettere solo per suscitare meraviglia, fregandosene di Lombricoferoce e di tutti quelli che la pensano come lui.
O ancora, nei suoi tentativi, meglio di così non vi è riuscito.....
E poi, in un modellino statico, che ci siano o no le chiavi inserite, che importanza ha? Rolling Eyes
E potremmo continuare per ore.... Shocked

Per concludere, spero che tu sia d'accordo nel non addentrarci in labirinti mentali senza fine, credo che molto spesso per i modellisti artigiani, riprodurre un modello dal nulla, è sfidare le loro capacità (e anche quella degli altri, purtroppo, diventando così una gara) nel cercare di rimpicciolire un modello di 43 volte rispetto all'auto vera, realizzando quanti più particolari possibile e cercando di tendere alla perfezione (= infinito), ma non riuscendovi mai. Ci sarà sempre qualcuno che farà la punta alla matita più appuntita della sua. Wink Very Happy

Mentre scrivo, mi accorgo che hai aggiunto delle considerazioni. Rolling Eyes
La citazione greca non è messa tutta in greco, perchè non veniva accettata dal forum.
Se non sei d'accordo con tale citazione, vuol dire che o molte volte non sono riuscito a convincerti o mi hai considerato un idiota o aspirante tale. Wink

Alberto
lombricoferoce - 24 Ago 2011 09:06 pm
Oggetto:
Senti un po' Furia, cavallo del west, innanzi tutto come dici tu è inutile mettere un particolare non necessario e per di più orrido, per finire ti faccio notare che nel caso delle Mercedes qui sopra ho fatto un applauso che comunque non è riuscito ad attutire le risate generate dalle tue considerazioni iniziali, ripeto a certi livelli le cose devono esser fatte bene ad allora sì che suscitano meraviglia. In merito alle tue ultime righe non ho detto che non sono d'accordo ho detto che mancando la prima parte in verbo italico ... sono poco comprensibili nel loro vero significato e che io non sono molto conciliante ed in certi casi non amo discutere cosa che sto facendo spesso con te da un po' di tempo.
Forse ti potrei considerare un rompiballe ma mai un idiota, in questo caso vuoi tirarmi sul ghiaccio, visto che mi conosci molto bene ....ma credo che ti sia tutto chiaro, sfumature comprese.

Notte BLACK & DECKER Mr. Green
Keep-all - 25 Ago 2011 02:38 pm
Oggetto:
Lo sai che, come Black&Decker, ho anche la funzione "percussione"!! Mr. Green Mr. Green

Chissà se nel frattempo di tutte queste chiacchere, il buon Eagle si è deciso di prendere la sua bella Mercedes 680S Saoutchik e quale colore ha scelto? Rolling Eyes Very Happy

Alberto
Eagle - 26 Ago 2011 02:05 am
Oggetto:
Ciao a tutti

Wow, sta diventando interessante questo thread!

Dunque vediamo. Cerco di rispondere a tutti, se lascio per strada qualcosa avvisatemi...

Non ho ancora deciso per quanto riguarda la versione della Mercedes. Attendo le foto del modello definitivo. A quanto pare i colori degli interni cambieranno leggermente... Naturalmente posterò le foto Wink

Per quanto riguarda la Bugatti Type "Nakakata" devo ammettere che è strana davvero.
E' quello che chiamo "fantasy model" ma in questo caso di fantasia ne ha messa davvero tanta il modellista Smile
Credo abbia preso spunto dalla Rolls Royce Armoured Car, autoblindo britannico utilizzato tra il 1914 ed il 1941, impiegato durante la prima guerra mondiale ed all’inizio della seconda, basato sul telaio della Silver Ghost.

Secondo me occorre distinguere fra due tipi differenti di "fantasy model".

I primi sono quelli del tipo della Bugatti di cui sopra, dove la fantasia regna sovrana. Il modellista crea qualcosa di inesistente e inconsueto e si basa essenzialmente sulla sua bravura e sulla sua fantasia. Molto spesso si tratta di virtuosismi puri e semplici. Non mi disturbano affatto, anzi a volte risultano pure simpatici. Ad esempio per questa creazione il modellista ha utilizzato una Bugatti Type 41 Royale, auto di lusso per antonomasia che sa unire bellezza, lusso, imponenza e leggerezza come nessun'altra vettura riesce a fare, per inserirla in un contesto inconsueto e inusuale, all'opposto di quello per cui è nata. Questo gioco alla fine risulta simpatico e, se vogliamo, quasi credibile proprio perchè assurdo. Non so se siete d'accordo con me.

I secondi invece non riesco proprio a digerirli. Parlo di quei modelli che riproducono auto reali ma con errori storici grossolani e ridicoli, errori a volte voluti e a volte no, realizzati spesso con lo scopo di aumentare le vendite e sfruttare lo stampo. Potrei citare come esempio eclatante il modello della Ferrari 250 Gto nero opaco, o azzurro metallizzato, o altri modelli di bellissime auto del passato proposti con livree perlate, o alettoni posticci di fantasia davvero poco credibili e privi di fondamento storico. Dei grossolani falsi storici per farla breve. Tuttavia questo genere di modelli ha successo fra molti collezionisti, soprattutto stranieri, a quanto pare.

Rolls Royce Armoured Car:

(foto: www.marqueart.com)

Ferrari 250 Gto Matt Black - BBR 1/43:

(foto: www.modell-paradies.de)
lombricoferoce - 26 Ago 2011 09:02 am
Oggetto:
Ciao Eagle, ovviamente non posso non essere d'accordo con te al 100%.

La Bugatti militare è simpatica anche se l'ho marchiata ironicamente "Nakakata", la vedrei in un ambiente tipo "Cronache del dopo bomba" o in "Mad Max" dove "il nostro eroe" di turno arriva esausto in una Mulhouse semidevastata ma con il museo quasi integro ed a malincuore per sopravvivere sceglie la macchina migliore e la trasforma .....

Le Rolls Royce Silver Ghost blindate hanno avuto una vita molto lunga anche se in diverse serie e con varie modifiche strutturali, anche al telaio (Fordson) e ovviamente anche all'armamento.

La RNAS Rolls-Royce armured car fece i primi vagiti tra il 1914 e il '15 e bada bene che non le han comprate ... sono stati requisiti i telai ed è stata usata fino al 1944 in quel d'Irlanda.
Le usò pure Lawrence d'Arabia contro i Turchi e ne rimase entusiasta. Nel secondo conflitto prestarono servizio in Africa fino al '41. Aveva il motore potenziato, un equipaggio di 3 uomini una velocità di circa 70 kmh con un'autonomia di quasi 250 km. Esemplari costruiti circa 120.

Per non smentirmi: Embarassed scopiazzato e sintetizzato da me prendendo da qui e là.

Se qualcuno è interessato al mezzo è piuttosto semplice reperire in rete tutti i dati che si vuole.

Ciao
Keep-all - 26 Ago 2011 09:11 am
Oggetto:
Eagle ha scritto:
Non ho ancora deciso per quanto riguarda la versione della Mercedes. Attendo le foto del modello definitivo. A quanto pare i colori degli interni cambieranno leggermente... Naturalmente posterò le foto Wink

Allora aspetto incuriosito i cambiamenti degli interni e la tua scelta. Wink

Citazione:

Per quanto riguarda la Bugatti Type "Nakakata" devo ammettere che è strana davvero.
E' quello che chiamo "fantasy model" ma in questo caso di fantasia ne ha messa davvero tanta il modellista Smile.....
.....Secondo me occorre distinguere fra due tipi differenti di "fantasy model".

I primi sono quelli del tipo della Bugatti di cui sopra, dove la fantasia regna sovrana. Il modellista crea qualcosa di inesistente e inconsueto e si basa essenzialmente sulla sua bravura e sulla sua fantasia. Molto spesso si tratta di virtuosismi puri e semplici. Non mi disturbano affatto, anzi a volte risultano pure simpatici. Ad esempio per questa creazione il modellista ha utilizzato una Bugatti Type 41 Royale, auto di lusso per antonomasia che sa unire bellezza, lusso, imponenza e leggerezza come nessun'altra vettura riesce a fare, per inserirla in un contesto inconsueto e inusuale, all'opposto di quello per cui è nata. Questo gioco alla fine risulta simpatico e, se vogliamo, quasi credibile proprio perchè assurdo. Non so se siete d'accordo con me.


In altre parole, in un post precedente, era quello che avevo cercato di azzardare come ipotesi, spiegando del perchè di una scelta "diametralmente opposta" all'auto vera.

Citazione:

I secondi invece non riesco proprio a digerirli. Parlo di quei modelli che riproducono auto reali ma con errori storici grossolani e ridicoli, errori a volte voluti e a volte no, realizzati spesso con lo scopo di aumentare le vendite e sfruttare lo stampo. Potrei citare come esempio eclatante il modello della Ferrari 250 Gto nero opaco, o azzurro metallizzato, o altri modelli di bellissime auto del passato proposti con livree perlate, o alettoni posticci di fantasia davvero poco credibili e privi di fondamento storico. Dei grossolani falsi storici per farla breve. Tuttavia questo genere di modelli ha successo fra molti collezionisti, soprattutto stranieri, a quanto pare.


Gli errori grossolani ed evidenti spesso "infastidiscono" il modellino realizzato o elaborato.
In questo sono pienamente d'accordo. Ma come spiegavo precedentemente, mi chiedo perchè molti modellisti facciano questo; possibile che sia solamente per una questione di maggiori vendite o di interessi personali?
4_3_2_1

Alberto
RedMax - 26 Ago 2011 10:25 am
Oggetto:
Keep-all ha scritto:

mi chiedo perchè molti modellisti facciano questo; possibile che sia solamente per una questione di maggiori vendite o di interessi personali?
4_3_2_1

Alberto


Intanto, almeno al momento, gli errori non sono fatti da modellisti o artigiani, ma da case modellistiche di un certo rilievo (BBR, Meke-up, e così via). Essendo figure preminenti sul mercato non posso non pensare che dietro ci stia una strategia ben precisa. In altre parole sono errori voluti e pensati per determinati mercati e portafogli e fintanto che il mercato gli da ragione non credo si facciano molti problemi.

Paradossalmente ci sono modelli BBR costruiti 20-30 anni fa che sono molto meglio realizzati di modelli recentissimi, eppure ci si aspetterebbe il contrario vista l'evoluzione tecnologica della prototipazione, dei materiali ecc. Anche qui, il mercato gli da ragione malgrado la qualità sia diminuita di non poco. Altrettanto paradossalmente uno si aspetterebbe un calo delle vendite e invece BBR oggi è un gigante suk mercato.

Del resto se io sono un imprenditore e vedo che una cosa vende dovro' pure assecondare il mercato in qualche modo. In altre parole di fronte ai loro consapevoli "errori" c'è un mercato che, magari non altrettanto consapevolmente acquista e per un imprenditore alla fine è quello che conta.
lombricoferoce - 26 Ago 2011 10:50 am
Oggetto:
Rolling Eyes Mio buon keeppuccio

ti dice nulla questo modello?

ALFA ROMEO GIULIETTA SPIDER V. del 1956 fatta dalla DETAILCARS con numero di catalogo 206 di colore ROSSO e con numero di gara 425 scala 1/43 (750 G MONOPOSTO)

Bene quando l'ho comperata molti anni fa, era appena uscita e non costava poco, appena arrivato a casa molto contento per l'acquisto ho avuto la buona idea di cercare le foto che riguardavano questa vettura ed anche la storia. Di queste spider tipo 750 G monoposto ne sono state fatte una quindicina ed una di queste nata nel 1956 fu fatta partecipare alla 23° Mille Miglia con alla guida Consalvo Sanesi, che pensò bene di concludere in fretta ..... capottandosi.

Sembra che la vettura, molto tempo dopo, sia stata recuperata e rimessa in strada. Dico sembra perché quando è comparsa la notizia del rinvenimento, molti hanno sollevato dubbi sull'autenticità.
Ribene, la macchina era un prototipo targato del 1956 ma il modello in questione monta/montava i coprimozzi della Giulietta 1957 ed in più è sprovvisto di targhe cosa assurda per un modello che riproduce un auto unica ..... la targa fa parte della vettura e della sua storia o della storia della gara a cui partecipò. Me lo concedi?

Or bene preso da un improvviso impulso dettato da una profonda disfunzione sessuale nota tecnicamente anche come giramento di marrons glacés, ho scritto a 4ruotine manifestando il mio disappunto in maniera inequivocabile.
La mia Catilinaria venne pubblicata, per altro con un commento piuttosto blando di 4ruotine, della serie: “produttori birichini” non fate i cattivelli ... ecc ... ecc ... che se no fate incazzare questo rompiballe che poi ci scrive ... e noi non possiamo sbilanciarci per non rovinare i nostri buoni rapporti pubblicitari ....

Un paio di settimane dopo, ero appena tornato casa dal lavoro e squilla il telefono.
Una voce dal netto accento dell'Italia subequatoriale, piuttosto sgradevole mi chiede se sono “Pinco Palla” ed alla mia risposta affermativa mi aggredisce con il classico “lei non sa chi sono io” ed in effetti lo ignoravo fino a che non si è deciso di dirmi che era il titolare della DETAILCARS, con una vastissima ed onorata carriera nel campo del modellismo, ora non mi ricordo in che cavolo di famosissima ditta di kit avesse lavorato e non mi importa.
Mentre asseriva che io sig. Sotuttoio avevo torto marcio, sfogliava un libro, a suo dire sulle Alfa, dal quale avevano preso spunto per le loro opere ma ad un certo punto si impappinò e di mala voglia ammise che sì, i cerchi non erano proprio dell'anno giusto. Ed anche il tono cambiò.
Allora gli chiesi del perché della mancanza delle targhe e la risposta idiota fu che la Details non usa mettere targhe neanche nel caso di un auto “unica”. Lex, dura lex sed lex!
Morale il signore si era piccato perché avevo asserito che costruiva giocattoli, cosa che ho ribadito anche prima di salutarlo.

Tu pensi che il modello sia stato modificato?

Ti faccio notare una cosa Alberto, che la macchina reale alla presentazione aveva i coprimozzi ma in gara ne era priva. Quindi bastava poco per fare una roba decente. Detto ciò credo che questo basti.
Ma
Se ti interessa ho telefonato tanto tempo fa alla Brumm per far notare che le Jaguar D erano tutte uguali, mi è stato risposto che avevano foto solo prese di notte. Questa è un’altra ditta famosa per queste ca ... “cose”.
Ora credo sia migliorata un po’ ... ma se guardi le Jaguar XK ti accorgi che sono lillipuziane e le 1900 Alfa della Carrera sono uscite con lo stesso numero e diversi colori!?
C'era una squadra Alfa con tanto di muletti (2) e le auto avevano colori diversi .... e le speedster con il montante del vetro identico alle 356 di serie e le orribili 250 Testa rossa 1959 piccole e traccagnotte e tutte simili ....
E non dirmi che questo è giustificato dal prezzo basso, è la tiratura che fa il prezzo basso non gli strafalcioni.
Amen & ave
Keep-all - 26 Ago 2011 11:35 am
Oggetto:
Vox populi, vox dei! Wink
Se ci sono altre testimonianze o pareri in merito, sarebbe interessante farne cenno e parlarne senza peli sulla lingua.
Anzi, potrebbe essere un giusto argomento per aprire una nuova discussione dedicata, senza continuare in un tortuoso OT.

Max sostiene che gli errori non sono fatti dai modellisti e/o artigiani, ma da importanti case come per es. la BBR.
C'è chi, invece, sa testimoniare errori fatti da singoli modellisti, anche se non particolarmente conosciuti? Wink

Eagle, credi che si possa aprire un topic o già ne esiste, per caso, uno simile? Il mio interesse è capire fino a che punto esiste l'evidente errore e fino a che punto si chieda la perfezione del modellino.
Sembrerebbe che, al di là dell'ovvio interesse di chi vende, ci sia più l'interesse da parte di acquirenti pressappochisti o ignoranti, in tutti i sensi del sapere, a comprare modelli anche sbagliati che non acquirenti miranti alla perfezione massima, tanto più se il modellino sia nella scala canonica.

Mi piacerebbe che, in un Forum come questo, dove mi accorgo che ci sono molte persone preparate, proprio queste esprimessero un loro parere in merito.
Chiedo troppo? E' forse inutile? E' compromettente?..... Rolling Eyes Embarassed
Le idee e i pareri si sviluppano anche parlandone insieme. Perchè tenersele solo per sè. Wink

Alberto
Eagle - 27 Ago 2011 02:16 am
Oggetto:
Ciao Keep

Anche io sono d'accordo con Max. Dobbiamo comunque distinguere fra errori storici commessi da singoli modellisti ed errori storici su modelli prodotti in serie dalle case modellistiche.
Per quanto riguarda le case modellistiche, volenti o nolenti è il mercato a dettare legge. Se producono determinati modelli evidentemente ci sono collezionisti interessati a questo tipo di prodotto. Tuttavia penso anche che siamo in un periodo strano. Alcune ditte, per limitare costi e rischi, preferiscono andare sul sicuro proponendo sempre i soliti modelli, e sfruttando lo stampo al massimo. Da qui a riprodurre auto in versioni mai esistite il passo è breve... E' anche vero che qualcuno esce dal coro e produce modelli inediti, forse anche per ritagliarsi una piccola fetta di mercato e non scontrarsi con i grossi produttori...

La tua idea mi piace molto. Se non sbaglio non c'è un topic dedicato a questo argomento e sarebbe interessante come discussione.
Con l'occasione si potrebbero anche elencare modelli "sbagliati" spiegandone i motivi, senza peli sulla lingua. Questa non è una rivista di settore ma un forum libero e imparziale dove ognuno può aprire topic e scrivere ciò che pensa. Wink
Eagle - 09 Set 2011 01:04 am
Oggetto:
Tornando alla Mercedes 680...

Ecco le foto dei modelli definitivi. Come vedete Ilario ha apportato qualche modifica, ora i colori degli interni sono più scuri su tutti e tre i modelli. Che ne pensate? A me ora sembrano corretti...















zibbi - 09 Set 2011 05:50 pm
Oggetto:
Confermo panna e amarena, eh eh eh... Smile
lombricoferoce - 09 Set 2011 07:15 pm
Oggetto:
Mi piacevano già nella versione precedente ... ma son meglio così
.... e la scelta è ancora più difficile eh?
Ciao
Keep-all - 11 Set 2011 08:32 pm
Oggetto:
Per me, liquirizia e cioccolata o liquirizia e fragola! Wink

Sono più sensuali.

Eagle - 09 Ott 2013 01:26 am
Oggetto:
Dopo due anni, scusate ma mi ero dimenticato... 1_4_2_3 Very Happy,
...ecco qualche foto, anche se non mi sono venute bene e non rendono giustizia ai modelli.

Ecco i due più "scenografici", secondo me... Wink

















zibbi - 28 Ott 2013 08:49 pm
Oggetto:
Trovata panna e amarena a 160 tutto incluso. Mi sa che me la faccio, nonostante fuori dalla mia tematica.. Wink
Eagle - 28 Ott 2013 09:11 pm
Oggetto:
Vai di panna e amarena allora! Ottimo gusto! Wink

Vuoi scommettere che inizierai a breve una sottotematica? Very Happy Mr. Green
zibbi - 28 Ott 2013 10:43 pm
Oggetto:
Ho grande timore di ciò.. Crying or Very sad
Eagle - 28 Ott 2013 11:08 pm
Oggetto:
Come ti capisco Wink

Da una parte non vedo l'ora che esca un modello ma dall'altra spero che sia disponibile il più tardi possibile eheheh Wink
Eagle - 28 Ott 2013 11:27 pm
Oggetto:
Comunque a quella cifra è regalato un modello del genere... Nei negozi costa molto di più.
Al tuo posto lo prenderei al volo! Wink
zibbi - 29 Ott 2013 12:03 am
Oggetto:
Sì, sì, è giunta l'ora delle grandi e improrogabili scelte! Wink
Allora vado? Io vado! Razz
diablo - 29 Ott 2013 10:18 pm
Oggetto:
Senti, aquilotto indeciso, come faccio a votare un modello che non si vedono le foto ?
Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Powered by phpBB2 Plus based on phpBB