Obsoleti - Bburago/Martoys, una grande storia.

Ominorosso - 07 Nov 2007 08:10 pm
Oggetto: Bburago/Martoys, una grande storia.

Ominorosso - 08 Feb 2008 04:21 am
Oggetto:
Salve a tutti amici di AMG.

Eccomi qua a parlarvi di una grande storia che ha fatto parte, per i trentenni come me, della mia e sopratutto della nostra infanzia.
Sto parlando della Bburago.

Ma andiamo con ordine prima di tutto.
C' è un nome molto importante alla base di tutto questo, Mario Besana.



Nato a Lecco nel 1925 alla giovane età di 24 anni diventò subito responsabile tecnico di produzione di una industria di giocattoli milanese, specializzandosi sempre più nel settore degli automodelli, e credendo nella sua passione arrivò a fondare nel 1966 la Mebetoys, della quale parlerò in una prossima storia, che venne ceduta a Mattel nel 1969.
L'interesse era talmente forte che Besana volle riprovarci con una nuova marca tutta sua fondando la Bburago che nel primo anno si chiamò Martoys.

Fu proprio Mario Besana a credere nella scala 1/24, infatti sperimentandola già con la Mebetoys, nella Martoys andò avanti con questo filone, dandogli pieno potenziale.
Ed ecco quindi nascere la prima riproduzione in assoluto della Martoys con questa splendida Alpine Renault datata 1974, e riconoscibile dalle successive per la presenza dei vetri e i fanali di colore ambra.




Il successo fu immediato, dato di fatto anche da i colori accattivanti e livree realmente esistenti oltre alle aperture che erano quattro, arrivando anche in alcuni modelli anche a cinque.



tra le prime prodotte posso citare dopo la Alpine, la Porche 911, Fiat 127, Range Rover.

Nel 1975 avviene la svolta, e la Martoys muta nel nome a tutti noto...

Bburago.

Besana non sviluppa i suoi modelli seguendo una linea di fedeltà di riproduzione, ma reintepreta a modo suo le vere auto, infatti le linee un pò goffe sono a testimonianza di questa scelta.
Queste macchinine devono divertire e far sognare i bambini che ci giocano e da un unico modello quindi nascevano una miriade di varianti atte appunto al gioco, quindi da una Datsun 240 Z:


.... ecco nascere le versioni corsaiole o da rally:



Interessante notare che di questa Datsun, come per molti modelli della stessa serie, non ci si limitava all' aggiunta di uno spoiler o decals per farle sembrare da corsa, ma si creava proprio uno stampo nuovo su di essa, con passaruota e parafanghi allargati.



In diversi modelli erano presenti sopratutto portapacchi con oggetti asportabili, e in alcuni addirittura gli accessori all' interno del portabagagli, come questa Range Rover Police:



Le ruote sono sempre state le solite per tutte le riproduzioni " del tipo veloce ", ad eccezione per le versioni cosaiole o i fuoristrada che le avevano di diametro più grande o di diversa misura di larghezza.

Le scatole sono la cosa che insieme a i modelli sono cambiate nel tempo, passando per la versione chiusa a quella con vetrina come questa Talbot Matra Rancho:



Dove si possono notare anche le ruote più grandi citate poco fa.

Nel susseguirsi degli anni c'è stata un altalenanza tra migliorie e declassamenti dei modelli, dovuti sopratutto a i costi di produzione e esigenze di mercato portando alle volte alla rinucia sopratutto delle aperture come in questo caso, dove la qualità è a buoni livelli ma le parti apribli si sono ridotte alle sole portiere:



Ma a fine anni ' 70 e inizio anni ' 80 ecco la novità.
Con la Giulietta arrivano le ruote sterzanti collegate con il volante mediante un semplice meccanismo a forcella che rende possibile questo particolare congegno.

Tra le tante novità anche questa Lancia 037 che adotta anche ruote di nuovo disegno:



Particolarità che ha reso longevo questo marchio è stato anche l' attenzione alla realizzazione di Kit di montaggio, per fare si che i più giovani potessero dilettarsi a costruirsi da soli il proprio modellino, mediante semplici istruzioni e decals ad acqua da applicare.



Mario Besana non si fermò alla sola scala 1/24, ma spaziò anche nell' 1/14, 1/18 e per ultima l' 1/43, della quale qui possiamo vedere le capostipiti per eccellenza:



......ma di questo vi parlerò nella prossima puntata Very Happy
2fast4u - 08 Feb 2008 07:41 am
Oggetto:
Splendida presentazione Luca: sono sempre stato un appassionato di Burago e devo essere sincero quando dico che leggendo il tuo scritto mi hai fatto tornare indietro di parecchi anni!! Grande!!
Spiry - 08 Feb 2008 08:58 am
Oggetto:
Che ricordi... complimenti x il topic, molto ben illustrato ed interessantissimo.
barabba - 08 Feb 2008 10:00 am
Oggetto:
sei grande omino!!!
cmq se ti possono interessare delle foto di modelli che non hai per questo topic sono lieto di dartele!!!
Come hai visto ho anche dei cataloghi magari possono interessarti per la tua ricerca storica.
ciao continua così!!! Very Happy
DarkPirate - 08 Feb 2008 10:59 pm
Oggetto:
un topic eccezionale e interessantissimo
grande luca
Ominorosso - 09 Feb 2008 07:22 am
Oggetto:
Mi fa piacere che il Thread sia risultato di interesse e andiamo avanti soffermandoci ad analizzare per ora questa scala, che poi è stata la più importante per la Bburago.

Come ho già detto la fedeltà di riproduzione non è la chiave per capire e comprendere le Bburago dal loro aspetto un pò " Naif ", quindi è assolutamente sbagliato fare paragoni con le Polistil che puntavano più sul realismo del modello, o addirittura fare confronti con modelli attuali " questo lo dico per i neofiti ".
Le Bburago o piacciono o non piacciono, ma più che altro in noi un pò più grandicelli esce fuori il fattore nostalgico che praticamente ce li fa amare.

Come ho spiegato la semplicità di queste riproduzioni era dato sopratutto dalle ruote che erano di pura fantasia, ed uguali o meno per tutti i modelli in catalogo nel periodo '70 / '80, ma in realtà, poche, ma le differenze ci sono. A parte l' asse di ferro che, a partire dall' adozione delle ruote sterzanti, venne sostituito da dei perni a incastro di plastica, vediamo più in dettaglio queste piccole differenze nei disegni dei cerchi....

Primo tipo " il più classico " usato dal 1974 per la stragrande maggioranza era di questo disegno:



I fuoristrada come questa " Rancho " o le versioni da rally montavano questi di diametro più grande che, attenzione, potevano avere due differenti larghezze di pneumatico.


Inoltre sulle Stratos potevano essere di colore giallo per imitare in parte i veri cerchi della auto vera:


Da segnalare che sempre la Stratos poteva averli anche in color bronzo, e addirittura in alcune Range Rover in colore grigio.

Molto curioso invece questo.....



Di diametro piccolo e adottato solo per la Renault 5 berlina e Alpine, e usata nella Matra Simca Bagheera come ruota di scorta.
Quindi più difficili da reperire per chi si appresta a ripristinare una Renault 5 senza una o più ruote.

A fine anni ' 70 apparvero le Jeep Cj7 e il furgone Tom Cat Cruiser che montavano finalmente vere gomme scolpite sfilabili:



In alcuni fuoristrada di fantasia come la Extrapuffo terrestre e simili le gomme erano di colore blu.

Veniamo a i modelli a ruote sterzanti che adottavano dei cerchi di disegno più moderno come su questa Uno:



Generalmente le vetture da Rally avevano sempre le ruote anteriori di diametro piccolo diverso rispetto all' asse posteriore che erano più grandi come quelle che avete visto prima usate sulla Rancho, ma di sezione larga.

Nei primi anni ' 80 vetture come la Lancia 037 o S4 montavano le ruote destinate a i modelli da formula uno che erano del tipo slick con gomme sfilabili:



E adesso qui arriva il bello......
A fine anni '80 la Burago ripropose il vecchio disegno, che andò a sotituire queste più moderne, adattando il motivo anche su le ruote di grande diametro:



e qui bisogna fare molta attenzione quando si acquista una Bburago senza scatola anni '70 apparentemente in buono stato....
Osserviamo questa foto:



Notate la Alfa 75 sulla sinistra e la Renault 4, due epoche diverse, stesso disegno del cerchione, ma la differenza c'è.
I modelli più vecchi hanno il canale del cerchio leggermente più profondo, e qui si vede bene.
L' occhio esperto lo vede subito quando si appresta a tenere in mano un modello Bburago, ma molti furbi alle mostre scambio o persone che effettuano restauri danno per buoni quelli della 75 intercambiandoli perchè magari hanno una cromatura migliore ma tutto ciò è assolutamente sbagliato, quindi per chi vuole l' originalità, evitare questi pasticci di epoche che sono spesso ricorrenti, visto che liberando dalle ruote l'asse di ferro il cerchio cromato si può rimuovere dalla ruota.

Quindi come vedete anche se molto semplici queste Bburago hanno molto da insegnare.

Naturalmente ho tralasciato la serie economica " 9100 " che montava ruote con cerchio di colore giallo, praticamente non cromato e le ruote a raggi adattate sulle auto d'epoca.

E voi ci avevate mai fatto caso? Very Happy
2fast4u - 09 Feb 2008 09:50 am
Oggetto:
Splendida panoramica sulla questione "gomme/cerchi" Luca, ora attendo pazientemente di leggere il resto Razz
pandino75 - 09 Feb 2008 02:47 pm
Oggetto:
Ottimo Lavoro Luca, complimenti. La lunga attesa ne è valsa la pena!
Very Happy
polinesiano - 09 Feb 2008 04:03 pm
Oggetto:
Complimenti per il lavoro. Very Happy
Devo ammettere che non conoscevo le finezze degli pneumatici Bburago. Embarassed
demepa52 - 09 Feb 2008 04:30 pm
Oggetto:
Complimenti Luca, storia e presentazione molto interessanti!
bufa - 09 Feb 2008 06:19 pm
Oggetto:
Bravo Ominorosso, riesci a fare appassionare anche me che non ne capisco un tubo grazie alle tue presentazioni.
P.S.Ora ne sò un pò di più. Wink
Trazioneposteriore - 09 Feb 2008 09:40 pm
Oggetto:
bellissimo questo argomento! Che occhio che hai per i cerchi, io non ci avevo mai fatto caso!
DarkPirate - 10 Feb 2008 03:01 am
Oggetto:
l'illuminazione sto post
l'illuminazione
luca for president!!! Wink
Ominorosso - 11 Feb 2008 08:53 pm
Oggetto:
Bene, andiamo ancora avanti e per almeno un pò continuerò a approfondire meglio l' argomento 1/24...... Perchè c'è ancora molto da dire al riguardo.

Ruote a parte, la seconda distinzione che riguardano le epoche è nelle targhe automobilistiche, che come nella realtà, riproducono rispettivamente le varie annate dal 1970 a i giorni nostri.

Nelle Martoys e nelle prime Bburago le targhe sono quadrate come quelle vere, anche se in realtà non sono molto realistiche, infatti sono fatte da un semplice adesivo argentato con il nero stampato sopra, infatti i numeri e la sigla risultano argentati come la cornice della stessa:



Da notare che questo numero di targa è stato usato in tutti i modelli di prima generazione, fa fede anche il fatto che alcuni modelli riportano questo numero stampato in rilievo su i paraurti anteriori come in questa 127:



Modelli come: Renault 5, Range Rover, 131, hanno lo stesso particolare mentre la 124 Abarth addirittura stampato direttamente sulla carrozzeria.

Potevano usare un semplice adesivo, ma tuttavia è stata scela la via più complicata.

Anche per questo immagino che il numero " MI Y45392 " non sia stato mai cambiato.

La stessa cosa la possiamo riscontrare nei modelli che non hanno targa italiana come questa Renaul 4 e Matra Simca Bagheera che hanno l'adesivo posteriormente e anteriormente lo stampo sulla plastica:





Cambiano i tempi, e in Italia arrivano le targhe con la provincia arancione, e Bburago ne tiene di conto proponendole anche su i suoi modelli:





Anche qui i caratteri alfanumerici sono sempre gli stessi tranne a volte per la lettera finale, e qualche sporadico caso che il numero rimane lo stesso della vecchia quadrata, ed erroneamente la Bburago applica le nuove targhe su quei modelli che riportano stampato sul paraurti quella vecchia.

E da qui si capisce se una 131, ad esempio, appartiene o no, alle prime serie o meno.

Con l'avvento di queste novità, che coincidono più o meno con l' adozione delle ruote sterzanti inizia da parte della Bburago una strizzata d' occhio al realismo applicando le targhe adesive anche nella parte anteriore come in questa Rolls Royce Silver Shadow:



E qui interessante osservare il particolare delle targhe nel modello Range Rover:



La Police, a sinistra, ha la targa applicata, di quella al centro ne ho già parlato prima, e l' ultima a destra ha subito la modifica del paraurti che non riporta più il numero di targa, ma la semplice scritta " Range Rover "

Le versioni della Polizia e Carabinieri hanno sempre avuto le targhe corrette, salvo qualche esempio per le versioni estere......:



Da segnalare che alcuni modelli come appunto la Rolls e la Talbot Matra Rancho adottano la stessa targa postriore applicata anche sull' anteriore e se dico la stessa intendo non quella più piccola tutta bianca, ma quella con la provincia arancione.

Arriviamo a metà anni '80 e si cambia ancora.
Adesso ci sono le nuove targhe bianche e anche qui si segue questo filone, come su questa 75:



Adesso però non è sempre la stessa ad essere utilizzata, e i numeri tranne le province, cambiano.

Oltre a questa " MI 6N0165 ", troviamo anche:

" MI 1R5728 ", " MI 1A5728 ", "MI 1E5728 ", "MI 76367Y " e sicuramente altre diverse da queste.

L'unica che monta la provincia differente è la Fiat Cinquecento che è targata " TO 20991S "

Facendo un piccolo passo indietro, prima dell' adozione delle targhe bianche anche quelle arancioni subiscono un cambio di numero e possiamo trovare la Mercedes 190 E che non ha la solita " MI 14292A ", ma anche " MI 76367X ".

L' Italia è una cosa vergognosa in fatto di targhe automobilistiche e come tutti sappiamo arrivarono quelle orrende bianche anonime, e ancora una volta si cambiano anche su i modellini:



Qui ce ne sono moltissime diverse, non solo quella che vi ho mostrato in in foto, seguendo anno dopo anno il cambio dei numeri e lettere fino ad arrivare al nuovo cambio con i bordi azzurri e il ritorno della provincia che il buon Zeffirelli ha proposto dopo le proteste di tutti noi Italiani di fronte a questo senso di sentirsi anonimi in confronto alle altre nazioni.

Attualmente la Bburago propone nelle sue riproduzioni le nuove targhe usate nella realtà, e comunque da prima di diventare Cinese....
polinesiano - 11 Feb 2008 09:31 pm
Oggetto:
Grande Ominorosso....... Very Happy Very Happy

Panoramica culturale eccellente ed interessante!!
leon82 - 12 Feb 2008 12:06 am
Oggetto:
Complimentoni luca...bellissimo topic...proprio appassionante...

ciao ciao
DarkPirate - 12 Feb 2008 01:57 am
Oggetto:
eccezionale panoramica luca,alla fine di sto topic divento un luminare sulle bburago Very Happy

sulle targhe hai dimenticato un particolare interessante che proprio tu mi facesti notare: la rolls royce silver shadow,esiste con due targhe differenti,una con targa inglese e una con targa italiana

ricordo bene? Wink
Ominorosso - 12 Feb 2008 03:03 am
Oggetto:
Esatto sam.... Very Happy




DarkPirate - 12 Feb 2008 04:31 am
Oggetto:
Cool se non ci fossi io Cool ghgh Very Happy
Ominorosso - 25 Feb 2008 02:29 am
Oggetto:
Andiamo avanti.

Questa volta parleremo di tutti quei modelli a metà tra leggenda e fantasma inteso come annunciati e mai prodotti.

Esiste un modello che ha sempre caratterizzato la Bburago perchè è uscito nel 1974, è rimasto in catalogo a lungo, ma in realtà è stato prodotto solo per un anno, ci vorrebbe un topic apposta per parlarne.

Sto parlando della Lancia Beta berlina numero di catalogo 0107





La cosa che la rende ancora più interessante è data dal fatto che è l'unica riproduzione in scala 1/24 di questa macchina.
Le leggende su di lei sono sempre state tra le più disparate, chi diceva che fosse un prototipo, chi appositamente realizzata per la Lancia e distribuita dai concessionari all' epoca, ma la soluzione più coerente sembra proprio quella conosciuta da me, prodotta solo per un anno e rimasta in catalogo fino al 1979 / 80

Se completa di scatola può spuntare anche 150 euro, basta dare un occhiata su E-bay per farsi un' idea, che appena ne appare una viene presa d'assalto.
Consiglio quindi, a chi la possiede, di tenersela stretta, in quanto essa è molto ricercata.


Veniamo adesso a tutti quei modelli annunciati e mai prodotti, i cosiddetti misteriosi fantasmi.

Un esempio è stato per la Lamborghini Miura, prodotta solo adesso dalla Bburago cinese in scala 1/18, allora doveva essere in 1/24, e clone spudorato del modello Polistil, lo stesso identico stampo di 20 anni fa...

Diucendo questo, non so se sia vero o meno, ma c'è sempre stato un filo sottile che ha legato i due colossi Polistil Bburago...

Nel 1985 sul catalogo di quest' ultima veniva annunciata con una foto dell auto vera, una novità, la Porsche 956:



Questo modello non ha visto mai la luce dallo stabilimento di Burago di Molgora, ma misteriosamente comparve identico in tutto livrea compresa, tranne che per le ruote sterzanti, dalla Polistil:





Come strana la foto mostrata, sempre sul catalogo, della Fiat Panda.

Mi ricordo, quando ero piccolo, che appena la vidi cominciai a cercarla nei negozi, quella blu " Olio Fiat " per intenderci, la trovai, ma non era per niente uguale a quella mostrata dal classico cataloghetto, che aveva gli sportelli con montante e fanali anteriori cromati con frecce arancioni.

Semplice, il modello mostrato era quello Mattel Mebetoys ma con ruote Bburago.
DarkPirate - 25 Feb 2008 03:01 am
Oggetto:
quella della panda non la sapevo luca Very Happy

ma aggiungiamo altri nomi alla black-list dei modelli fantasma bburago

forse uno dei più conosciuti,specie per gli appassionati di kit bburago come il sottoscritto,è la leggendaria ferrari 348 tb monteshell,che capeggiava nel catalogo kit 1997 sia nell'elenco sia nell'immagine di introduzione ai kit 1/24,bella smontata e con tanto di foglio di decals di fianco




e questo è solo uno dei tanti.
Leggendo l'ormai stracitato (da me almeno XD ) catalogo tedesco,ne sono usciti fuori una miriade,alcuni senza nemmeno la foto,come la Ford Capri "jagermeister" citata e mai prodotta,o la Lamborghini Miura,della quale però è specificata la mancata produzione.

Altri ancora,ora ve li cito senza foto poi successivamente farò una bella recensione coi fiocchi,sono ad esempio la fiat 500 rally in kit ma "grigia" e non la classica gialla;
postilla su questa: io ho la gialla,e ricordo da piccolo di aver visto un kit di questa 500 e ricordo molto bene la scritta posteriore sul fianco "TURIN" ma non riesco a ricordare dove l'ho vista,ma sono sicuro di averla vista,ecco questa scritta è proprio su questo famigerato kit fantasma,che è molto simile a quello conosciuto ma con decals un pò diverse e di colore grigio.
Poi sempre stando sull'argomento kit,la peugeot 205 con livrea a scacchi sul tetto,mai e dico mai nemmeno vista.
Un altro modello che io considero fantasma (io non l'ho mai visto,magari esiste ma dove sta? Very Happy ) è l'Alfa 75 "Elicent" serie economica,mai vista da nessuna parte nemmeno alle mostre o su ebay.

ce ne sarebber ancora altri,forse qualcuno pure da scovare ancora e mai individuato,chi altri ha individuato dei modelli fantasma spulciando i vari cataloghi? Very Happy
demepa52 - 25 Feb 2008 08:03 am
Oggetto:
DarkPirate ha scritto:


......forse uno dei più conosciuti,specie per gli appassionati di kit bburago come il sottoscritto,è la leggendaria ferrari 348 tb monteshell,che capeggiava nel catalogo kit 1997 sia nell'elenco sia nell'immagine di introduzione ai kit 1/24,bella smontata e con tanto di foglio di decals di fianco.......



Sapessi quanto l'ho inseguita e cercata..... Telefonai più volte alla Burago per capire questo mistero e la risposta era che se stava sul catalogo, sarebbe uscita. Poi non ne ho saputo più nulla. L'ho seguitata a cercare anche a Novegro nei vari stand di rivenditori e distributori, ma nessuno ne sapeva niente.
Ti ringrazio perchè così, finalmente, potrò mettermi l'animo in pace... Smile
Trazioneposteriore - 25 Feb 2008 02:26 pm
Oggetto:
Io ho una Ferrari GTB in 1:24 targata AA ... PC (non mi ricordo i numeri), e bisogna anche citare le targhe prova " MO ..." tipiche delle Ferrari soprattutto in 1:18.

A quanto ne sapete sono particolari la F40 e 348 TB in livrea Brummel?
Trazioneposteriore - 25 Feb 2008 02:27 pm
Oggetto:
Mi sono dimenticato, sono in 1:24
DarkPirate - 26 Feb 2008 12:02 am
Oggetto:
Trazioneposteriore ha scritto:


A quanto ne sapete sono particolari la F40 e 348 TB in livrea Brummel?


la 348 in livrea brummel esiste sia in versione kit di montaggio che in versione già montata,mentre la f40 so che esiste in kit di montaggio ma penso ci sia anche la versione già montata in scatola
Ominorosso - 06 Mar 2008 10:03 pm
Oggetto:
Visto che siamo entrati nell' argomento Ferrari, iniziamone a parlare.

Ogni casa produttrice di modelli ha sempre ambito a riprodurre le vetture di Maranello, e anche La Bburago non è stata da meno, producendone in un bel numero, ma vediamo la prima in assoluto che detiene due tappe fondamentali, la prima Ferrari prodotta e il modello più longevo di questa marca di modellismo.



Si tratta della Ferrari BB 512

Nella foto mostro due modelli, presto detto il perchè, quella a destra è la primissima 512 riconoscibile dagli interni grigi compresa la presa d'aria del cofano anteriore, era tutto di un unico pezzo ecco il perchè, purtroppo le manca il tergicristallo che dovrebbe essere cromato, e i vetri sono azzurrati.

Quella a sinistra invece è una delle ultime prodotte, interni color crema
particolari grigi anzichè neri e vetri celestini.

Ovviamente anche le ruote sono differenti come ne ho già parlato in precedenza.



Se osservate bene queste BB si distinguono anche dalla mascherina posteriore che nella prima serie è nera con vecchia targa arancione e in quella nuova è di color grigio, piuttosto bruttino.

Esiste anche la versione in KIT di questa bella ferrari, che è la versione Daytona, con minigonne vistoso spoiler fendinebbia e decals con strisce e numeri.

Qualcuno di voi lo possiede montato per farcelo vedere?
il mio è sigillato nella scatola, non credo che lo monterò mai....

Questo modello come ho detto è stato il più longevo della Bburago Italiana, prodotto dal 1979 fino a pochi anni fa, e cioè quando i diritti e licenze Ferrari sono state cedute al colosso Hot Wheels, con le conseguenze che poi tutti abbiamo saputo...
bufa - 06 Mar 2008 10:09 pm
Oggetto:
Io ho il kit montato e un pò strapazzato, adesso la digitale è out, vedo di postarle domani. Rolling Eyes
polinesiano - 06 Mar 2008 10:22 pm
Oggetto:
Tra la prima e l'ultima versione hanno fatto come il gambero..... Rolling Eyes
DarkPirate - 07 Mar 2008 01:36 am
Oggetto:
Ominorosso ha scritto:
Visto che siamo entrati nell' argomento Ferrari, iniziamone a parlare.

Esiste anche la versione in KIT di questa bella ferrari, che è la versione Daytona, con minigonne vistoso spoiler fendinebbia e decals con strisce e numeri.


Faccio un aggiunta: anche del kit esistono 2 versioni,che percorrono la falsa riga delle versioni stradali; infatti la prima serie del kit aveva,come la stradale,interni neri così come la mascherina posteriore e la griglia anteriore+cruscotto era di color grigio scuro,mentre la seconda sfoggiava internie e griglia+cruscotto color crema e mascherina posteriore grigia,e già qui la prima differenza. Un'altra differenza di non poco conto sono le decals: infatti nella prima serie sono presenti decals "Michelin" sulle fiancate e sull'alettone,mentre nella seconda serie al posto del logo Michelin spicca il marchio "total" e sull'alettona prende il posto il marchio "carello",quest'ultimo già presente ma in altri punti del modello

E non è il solo modello a riportare queste piccole differenze temporali nelle decals: Un'altro esempio,documentato ovviamente Razz , è la Porsche 911 Armel. Questa non differisce in molti particolaritra prima e seconda serie (forse per lo specchietto presente nella prima serie,ma non ne sono sicuro) se non appunto per le decals: Infatti nella prima serie spuntano le decals "michelin" sostituite nella seconda serie dai loghi "carello" e "textar"

Ho letto di altre versioni "doppie" di kit quali Land Rover Aziza e Ferrari GTO Pioneer,sempre differenti per quelle 1-2 decals che cambiano marchio nel tempo,ma non avendo ancora potuto verificare l'esistenza reale di entrambe le versioni (avendo visto questa cosa sul catalogo tedesco,che riporta alcune cose non reali,preferisco non fidarmi subito e verificare) le tengo in standby Very Happy

a risentirci colleghi Very Happy
demepa52 - 07 Mar 2008 10:51 am
Oggetto:
Ciao Luca, ho quasi tutti i kit 1/24 della Burago, ma montati perchè io, a differenza di te, non ho resistito all'idea di lasciarli "incompiuti". Per un pò ci sono stato dietro e ne acquistavo man mano che li trovavo in giro, dopodichè ho lasciato stare per dedicarmi completamente all'1/43. Tra i kit montati, ho anche la 512 BB Daytona a cui accennavi. Eccola:







Ciao

Paolo
DarkPirate - 07 Mar 2008 11:44 am
Oggetto:
questa dovrebbe essere una seconda serie ma lievemente 2modificata" giusto? Question
demepa52 - 07 Mar 2008 02:29 pm
Oggetto:
Yessssss..
Trazioneposteriore - 07 Mar 2008 04:27 pm
Oggetto:
io la BB cel ho sia in 1:43 verde che in 1:24 blu con plastiche grigie targata AA ...PC e col blu il grigio sta meglio
bufa - 07 Mar 2008 08:30 pm
Oggetto:
Lo sò che è ridotta maluccio ma ve la faccio vedere lo stesso.
Montata da scatola 20 (azz..) o forse più anni fà Confused




Ominorosso - 07 Mar 2008 09:56 pm
Oggetto:
Ehi complimenti a tutti!!

Sam, non sapevo di queste differenze tra kit riguardanti le decals attraverso le varie epoche, anche perchè io ho preferito acquistare i modelli Bburago " montati ".

Per Demepa: Molto bella la tua Daytona, hai migliorato molto il suo apetto verniciando le cornici dei vetri e tutto il resto. La tua è una seconda serie, come quella di Bufa che nonostante sia messa peggio ha tutto il fascino di un kit obsoleto.
Le decals rotte e la polvere sono molto affascinantie mi sono sempre piaciuti i modelli in questo stato.

Noto con piacere che questa BB oltre ad essere la più longeva è anche la più diffusa tra i modelli Bburago. Very Happy
Ominorosso - 13 Mar 2008 03:34 am
Oggetto:
Seguendo il filone logico che voglio dare a questo Tread è l' ora di parlare dei modelli Ferrari rirodotti da questa casa.

L'argomento Ferrari è piuttosto scottante perchè è stata proprio questa, secondo me, la causa " ufficiosa " che ha portato al fallimento della Bburago Italiana.

Spiegandomi meglio le cose sono andate benone fino a quando le auto del Cavallino erano in catalogo.
La cessione della licenza e dei diritti a riprodurre questi modelli passò nel 2000 a Mattel/Hot Wheels e fu una scelta, " costretta ", infelice perchè vide Besana costretto a fare affidamento solo su marche come Porsche e Lamborghini che piacciono ma non sfondano mai come una Ferrari che è la casa produttrice di auto sportive per eccellenza che porta il made in Italy in tutto il mondo.

A questo punto è doveroso presentarli questi modelli, e mi limiterò per ora di citare la sola scala 1/24 escludendo per adesso le Formula 1 e le 1/18 di cui ne parleremo più avanti.

Successivamente alla BB512 arrivò la 308 GTB, la prima Ferrari ad avere le ruote sterzanti:



Piuttosto scarna con le orrende ruote di diverso diametro, disponibile sia stradale che da Rally anche in livrea " SABA " con fanali di profondità aggiunti sul cofano.



Ma è nel 1984 che avviene la svolta con questa splendida GTO:



Quattro aperture, cerchi corretti con vere gomme, finiture da urlo e dettagli che fanno notare lo sforzo, all' epoca, per cercare qualcosa in più del semplice giocattolo.



Anche il motere e i vari organi meccanici entrano nell' attenzione della Bburago riproducendoli direi ottimamente.



Questo nella foto appartiene ad una serie più recente, ne fa fede la targa che dovrebbe essere la classica " Prova " con la sigla " MO " presente nella prima serie.

La caratteristica di questa scala, specialmente nei modelli di Maranello era di produrli prima in 1/18 e successivamente in 1/24.
Così è stato per la Tesarossa che presenta le stesse identiche qualità trovate nella GTO.





Importante sapere che il rosso non era il solo colore disponibile in questo modello, infatti esiste anche giallo, di solito venivano usate due sigle di catalogo per identificare questo o quel modello che differiva solo dal colore.

Degna di nota è la versione in livrea bianca tratta dalla serie televisiva " Miami Vice ".





Oltre a questa la versione dei mondiali Italia'90 e la rarissima livrea con i colori della squadra di calcio del Napoli.

Ecco arrivare le versioni d' epoca riallacciandomi al disorso di trasposizione di scale con la sola differenza che queste in scala media sono arrivate anni dopo le sorelle più grandi.

La prima è stata la 250 Testarossa:




Corretto il motore con la testata di colore rosso dalla quale derivava appunto il nome " Testarossa ".



Di questa esiste anche la versione " Mille Miglia ".

Da segnalare anche il modello GTO del 1964.

Bellissima la 250 Le Mans:


E qui vista posteriormente con il cofano motore aperto.... osservate bene questa foto.



La qualità c'è e si vede, ma qualcosa stona, la caratteristica principale dei modelli BBurago Italiani, sto parlando della verniciatura scarsa nei punti nascosti, in alcuni modelli addirittura il metallo rimaneva grezzo privo di ogni traccia di colorazione.

Questa 250 esiste anche in versione stradale di colore ovviamente rosso.

E' il 1987, e il Drake prima di scomparire concepisce questa nuova vettura.
Nasce così la F40, l' ultima vera Ferrari voluta dal mitico Enzo.



Lo standard di riproduzione è lo stesso della GTO e della Testarossa:



Nel 1989 viene presentato il " Ferrarino " che andrà a sostituire l' ormai anzianotta 328.
La Ferrari 348 TB:



Finalmente qualche altra cosa si smuove nel fatto della fedeltà di riproduzione.
Questo modello non presenta le solite ruote a stella montate su i modelli che fino ad ora ho mostrato, ma proprio i suoi cerchi specifici.



Montezemolo ha il difficile compito di sostituire la scrivania lasciata vuota dal grande Enzo e si pone al vertice della casa di Maranello.
Viene progettata la vettura che sostituirà la F40....
Vede così la luce la F50.

Bburago tempestivamente coglie la palla al balzo e ne fa una meravigliosa riproduzione:





La qualità dei modelli migliora ulteriormente, interni accurati, sedili bicolore, e ancora più accuratezza nei dettagli.



Disponibile anche la versione con Hard Top:





Poco dopo la casa di Molgora presenta una gradita novità in fatto di Ferrari d' epoca proponendo nella sola scala 1/24 questa bella
275 GTB 4 del 1966 una delle poche vetture del cavallino ad avere 4 posti di solito denominate 2 + 2:






Molto molto bella:



Tuttavia c'è un altro modello che si interpone tra la 348 e la F50, sto parlando della 456 che anch'essa come la 275 ha 4 posti.

Bburago non è mancata nemmeno a questo appuntamento riproducendola:





Osservate comè bello il vano motore di questo modello, addirittura i fanali a scomparsa che potevano essere tralasciati da altri produttori, in questo modello anche se non funzionanti è stata rispettata la loro riproduzione anche se in posizione di riposo.



Siamo arrivati al 1996 e la Bburago raggiunge come non mai una qualità sorprendente con l' ultima novità in arrivo.
La 550 Maranello:





Qui siamo alla massima espressione modellistica della casa del Cavalier Besana.
Fedeltà, dettagli, finiture danno il meglio di se con questa bellissima 550:


La cura dei particolari è veramente ricercata come i dischi dei freni presenti e visibili dietro i cerchi ruota:


Il frontale è veramente realistico, fanali, mascherina e prese d' aria sono corretti e realistici, dispiace davvero dare in mano ad un bambino un modello del genere e vederlo lentamente rompere tra le sue mani:



Con questa 550 si conclude in 1/24 il mito Ferrari per la Bburago, che tanto successo ha dato a questa casa, facendoci sognare di avere almeno in scala un modello di Maranello.
demepa52 - 13 Mar 2008 08:21 am
Oggetto:
Una bella carrellata davvero. Bravo Luca!
2fast4u - 13 Mar 2008 09:50 am
Oggetto:
Splendida carrellata Luca, appena vedo questo topic aggiornato mi ci fiondo al volo!!!
Una domanda: e della 250 GTO che mi dici? Non la vedo in elenco.
lollex - 13 Mar 2008 10:09 am
Oggetto:
Una precisazione in merito alle targhe attualmente utilizzate nel nostro paese: il riquadro azzurro a sinistra, recante la sigla automobilistica nazionale, è previsto dalla normativa europea in materia, e non frutto di una proposta di Zeffirelli.
Le targhe presentate nel 1994 dal regista fiorentino avevano, infatti, caratteri bianchi su fondo azzurro: furono immediatamente accantonate perché in contrasto con la legislazione dell'UE, che impone targhe con caratteri neri, su fondo bianco o giallo.

Complimenti, comunque, per la tua competenza.
Le Burago non rientrano tra i miei interessi modellistici, ma sono state grandi protagoniste della mia infanzia, anche se per qualità preferivo loro le Polistil: in particolare, perché la verniciatura delle seconde resisteva anche a frequenti immersioni subacquee, dettaglio non secondario per un bimbo residente in una città di mare. Mr. Green

Alla lista dei modelli annunciati e mai usciti, aggiungerei una McLaren di F.1 in scala 1/14, se non ricordo male la M26: la foto sul catalogo ritraeva la vettura vera.
DarkPirate - 14 Mar 2008 04:29 am
Oggetto:
eheheheheh sempre preciso e colto luca Wink

e come sempre mi metto a fare aggiunte alle tue informazioni Very Happy Wink

dunque
come fa notare anche 2fast4u qui sopra,anche la 250 GTO è degna di nota Wink
tra le varie GTO faccio presente la versione di colore VERDE,che tutt'ora cerco perchè anche molto bella e insolita per una ferrari Very Happy

proseguendo nel discorso,incontriamo molte varianti dei suddetti modellini 1:24 prodotti dalla bburago:
inizio citando la versione sebring della le mans,già citata da Luca in versione "montata" ma presente anche in scatola di montaggio Very Happy
poi,cito solo alcuni dei più famosi,poi quando ho pià tempo farò una lista completa Very Happy, ricordiamo la F50 macao,con lo sponsor MandarinaDuck,altra molto bella è la Ferrari 348 Brummel,essa disponibile sia in versione montata che in kit,come la sebring Wink ,la versione totip sempre della 348,la GTO pioneer e la 308 GTB

e per ora mi fermo coi kit Very Happy

cito poi le versioni rally della F40,rossa e nera,molto ricercate e che compaiono ogn itanto su ebay (e prima o poi io me le prendo Very Happy )

ultima aggiunta,le varie versioni con striscia tricolore sul tetto e numero 37 sui fianchi e sul cofano,versioni esistenti anche per altri modelli non-ferrari

per ora mi fermo qui,anche perchè son le 04.34 e il sonno prevale sulla voglia di scrivere Very Happy Very Happy Very Happy

a presto Wink
demepa52 - 14 Mar 2008 06:18 pm
Oggetto:
Dopo l'interessante esposizione da parte di Luca, ecco le foto dei miei kits 1/24 montati:

5539 - Ferrari 348 TB Challenge Totip 1994


5129 - Ferrari 348 TB Brummel


5504 - Ferrari Testarossa Motosport 1996


5552 - Ferrari F50 Macao 1995


5542 - Ferrari F40 GT Brummel 1995


5148 - Ferrari 308 GTB Entremont


5172 - Ferrari 308 GTB Pioneer


5592 - Ferrari 308 GTB 25° anniversario 1984


5507 - Ferrari 250 Testarossa 1958


5507 - Ferrari 250 Testarossa 1957


5506 - Ferrari 250 LM Daytona 1966


5510 - Ferrari 250 GTO Tourist Trophy 1962


5510 - Ferrari 250 GTO 1962


5511 - Ferrari 275 GTB NART 1966

DarkPirate - 14 Mar 2008 11:57 pm
Oggetto:
ecco,in pratica hai messo tu i kit che dovevo mettere io Very Happy Wink
demepa52 - 15 Mar 2008 09:45 am
Oggetto:
Scusa Dark, non avevo capito che avresti inserito te le foto dei kit Embarassed.
Ominorosso - 16 Mar 2008 02:44 pm
Oggetto:
Per 2Fast, non ho fatto le foto alla 250 GTO perchè pensa che solo per fare queste ho dovuto abbattere mezze cataste di scatole su scatole e pur avendocela non l'ho trovata Very Happy

Complimenti Demepa, i tuoi kit sono ben realizzati anche perchè gli hai dato delle finiture in più. Molto molto belle specialmente hai reso la scarna 308 un modello ricco di dettagli e mi piace l' idea di aver modificato i fanali supplementari sul cofano lasciando solo quelli a scomparsa.

Curiosità, sempre approposito della 250 GTO del 64, il modello 1/24 presenta i fanalini posizione/direzione sul frontale che il modello 1/18 stranamente non ha.
barabba - 18 Mar 2008 03:55 pm
Oggetto:
CIAO!!!
ma come ha i fari la Ferrari 308 GTB Entremont ?
non sono del kit?
Ominorosso - 18 Mar 2008 08:04 pm
Oggetto:
Sono modificati Barabba, se osseri tutti i kit di Demepa hanno tutti delle migliorie.

Sicuramente sono stati segati i 4 fanali centrali per far si che compaino solo quelli a scomparsa in posizione aperta.

Idea più che ottima.
demepa52 - 19 Mar 2008 10:42 am
Oggetto:
barabba ha scritto:
CIAO!!!
ma come ha i fari la Ferrari 308 GTB Entremont ?
non sono del kit?


Ciao Barabba, ho tardato a risponderti perchè volevo cercare l'immagine del kit, con la foto di come sarebbe stato sensa le mie modifiche. Luca ha ragione, ho tagliato la parte centrale della batteria di sei fari, lasciando gli estremi e rinerniciando in rosso le calotte esterne. Ho scannerizzato l'immagine riprodotta sulla scatola per maggiore chiarezza.



Comunque, come già detto da Luca, tutti i kit Burago da me montati, sono stati modificati in maniera più o meno "pesante".
Ciao
Paolo
barabba - 19 Mar 2008 03:46 pm
Oggetto:
ciao grazie!!!
scusatemi non volevo fare il puntiglioso!!!
cmq proprio ieri mi è avviavato lo stesso kit!!!! Razz
ciao statemi bene
andate a vedere i miei nuovi arrivi!!! ciao ciao
Ominorosso - 15 Apr 2008 12:37 am
Oggetto:
Esistono molte curiosità relative ad i cataloghi Bburago, quasi avvolti da mistero mistico....

Ad esempio, osserviamo la Fiat Panda 45...



A parte la mia elaborazione che feci da bambino, questa è quella che si comprava nei negozi, e cioè con linee piuttosto tirate via e sommarie.

Ricordo che da piccolo io però non cercavo questa, ma quella che era mostrata nel catalogo del 1983...



Come mai così differente da quella che in realtà veniva distribuita nei negozi'
Semplice il modello nel catalogo non è una Bburago, ma una Mebetoys Hot Wheels... ed ho le prove.

Ecco il modello Hot Wheels:


Basta aggiungerci le ruote Bburago e togliere specchietto e tergi e diventa magicamente......



Interessante no?
cosa ne pensate?
pandino75 - 15 Apr 2008 01:09 am
Oggetto:
che è esattamente quello che dici Luca, si vede chiaramente che è il mebetoys, si nota il cofano apribile ed il buco dello specchietto... Mr. Green evidentemente al tempo della stampa del catalogo non avevano pronto il modello per le foto... Wink
barabba - 16 Apr 2008 12:34 pm
Oggetto:
Ciao omino!!!
prima di tutto i miei complimenti per il topic!!!
volevo chiederti visto che ci sono questi modellini detti "fantasma" non sarebbe il caso di fare una recensione di tutti i modelli bburago?
ovvero possiamo fotografare i cataloghi bburago, sia pochet che A4 e metterli in rete.
così avremo visione di tutti i modellini e poi chi vuole può inserire le foto di un modellino fantasma che magari esiste davvero, come per esempio la 75 ELICENT che alla fine esiste !!! era su ebay!!!
visto che ci siamo possiamo anche fare delle schede e stamparcele così avremo il nostro book bburago universale!!!
BELLO VERO?
COSA NE PENSATE?
pandino75 - 16 Apr 2008 12:44 pm
Oggetto:
barabba ha scritto:
Ciao omino!!!
prima di tutto i miei complimenti per il topic!!!
volevo chiederti visto che ci sono questi modellini detti "fantasma" non sarebbe il caso di fare una recensione di tutti i modelli bburago?
ovvero possiamo fotografare i cataloghi bburago, sia pochet che A4 e metterli in rete.
così avremo visione di tutti i modellini e poi chi vuole può inserire le foto di un modellino fantasma che magari esiste davvero, come per esempio la 75 ELICENT che alla fine esiste !!! era su ebay!!!
visto che ci siamo possiamo anche fare delle schede e stamparcele così avremo il nostro book bburago universale!!!
BELLO VERO?
COSA NE PENSATE?

idea interessante Barabba, ma prima bisogna chiedere il consenso alla detentrice del marchio Burago, la maisto, se lo fai senza il suo consenso potrebbero esserci problemi nei confronti di chi ha postato le scansioni e nei confronti dei responsabili legali del forum.
barabba - 16 Apr 2008 12:56 pm
Oggetto:
Ciao pandino!!
dici sia il caso?
è solo uno scambio di informazioni?
poi chi vuole può stamparle
la legge sul copyright dice che ti poi copiare il 10% di un libro
ma uno può copiarsi il libro volta per volta in teoria!!!
così facevo all'università!!!
cosa ne pensi!!!!
cmq io avrei un bel pò di cataloghi da mettere in rete
pandino75 - 16 Apr 2008 01:26 pm
Oggetto:
barabba ha scritto:
Ciao pandino!!
dici sia il caso?
è solo uno scambio di informazioni?
poi chi vuole può stamparle
la legge sul copyright dice che ti poi copiare il 10% di un libro
ma uno può copiarsi il libro volta per volta in teoria!!!
così facevo all'università!!!
cosa ne pensi!!!!
cmq io avrei un bel pò di cataloghi da mettere in rete

per la pubblicazione in rete penso proprio che sia il caso.
p.s. 10% di un libro vale sempre, una volta copiato in teoria non ne puoi copiare un altro 10%... Wink
barabba - 16 Apr 2008 03:08 pm
Oggetto:
Razz basta non unirli!!!!
DarkPirate - 18 Apr 2008 11:36 pm
Oggetto:
ma si penso che qualche immaginetta da cataloghi si possa mettere tranquillamente,tanto non si mettono tutte le pagine dei cataloghi,su un altro topic io ho messo le foto della 348 monteshell per esempio
penso non ci siano problemi se apriamo un topic con le scansioni dei modelli fantasma
pandino75 - 19 Apr 2008 01:50 pm
Oggetto:
Barabba chiedeva una scansione totale dei cataloghi, fare scansioni parziali può dare meno problemi, ma questo non toglie che anch'esse dovrebbero essere autorizzate, anche quelle contenute in questo topic. Che poi la Maisto se ne freghi dei vecchi cataloghi burago pubblicati in rete è un altro discorso, ma questo non lo possiamo sapere...
scusate la rigidità ma in passato ho conosciuto persone che hanno avuto problemi analoghi anche per scansioni parziali. Wink
DarkPirate - 20 Apr 2008 05:13 am
Oggetto:
ma secondo me essendo cmq già pubblici i cataloghi non penso che qualche scansione parziale possa crrar casini,poi io da ignorantone non so con certezza se sia così Very Happy
Trazioneposteriore - 20 Apr 2008 01:01 pm
Oggetto:
notare che la Panda HW è una 30 (o 34? 35?) per la griglia a destra
Ominorosso - 21 Apr 2008 02:38 am
Oggetto:
Trazioneposteriore ha scritto:
notare che la Panda HW è una 30 (o 34? 35?) per la griglia a destra


Finalmente qualcuno ci ha fatto caso!!!! Bravo Trazione.
Trazioneposteriore - 06 Mag 2008 05:43 pm
Oggetto:
Tiro su questo topic perchè domenica mi è capitato di tirar fuori alcune vecchie Bburago. Ho fotografato solo un'infinitesima parte del mio ""patrimonio"" Bburago Very Happy







e siccome si parlava di targhe




Sasa - 05 Giu 2008 08:49 am
Oggetto:
Complimenti a Ominorosso per la storia!!!Attendo il proseguo Very Happy
Trazioneposteriore - 17 Giu 2008 07:49 pm
Oggetto:
FIAT Tipo Italia 90



BMW Serie 5 per BMW Italia





ALFA 75 + 156


carlo.fadel - 17 Giu 2008 10:02 pm
Oggetto:
questa poi. bburago 1.43 con ruotine di gomma dieci e passa anni fa se non 15!!!
carlo.fadel - 17 Giu 2008 10:04 pm
Oggetto:
questa poi. bburago 1.43 con ruotine di gomma dieci e passa anni fa se non 15!!! mai vista neanche con la scritta bmw italia.
Sasa - 17 Giu 2008 10:28 pm
Oggetto:
La mia Fiat Tipo italia 90 ha una livrea diversa Exclamation




Max Pujol - 17 Giu 2008 10:42 pm
Oggetto:
La Tipo Italia 90 1:43 uscì con due livree diverse.

(peccato che non l'abbiano fatta in 1:24)
143ferrari - 17 Giu 2008 11:07 pm
Oggetto:
qualcuno di voi sa se si possono trovare ricambi per le bburago in giro?
ho una GTO a cui andrebbe primo tolta la polvere e secondo rimesse le decals
Max Pujol - 19 Mag 2009 02:06 pm
Oggetto:
http://www.ilcittadinomb.it/stories/Cronaca/128901/

R.I.P. Cavalier Besana.
Enzo45s - 04 Set 2009 12:27 pm
Oggetto:
Topic a dir poco favoloso! Davvero molto utile! Very Happy
Nico87 - 27 Set 2009 06:23 pm
Oggetto:
Scusate se posto così in ritardo a questo topic, ma ho una domanda da fare... Leggendo il post fatto riguardo alle ferrari 512bb mi è venuto subito un dubbio atroce, e son corso a controllare: la mia, di colore grigio, ha gli interni neri e i vetri azzurrati come la prima serie, ma il tergicristallo separato come la seconda… Che sia una serie di passaggio tra le due serie principali???
Ominorosso - 17 Ott 2009 03:52 am
Oggetto:
Ciao Nico, non ti preoccupare, Bburago ci ha fin troppo abituati a modelli cosidetti " intermedi " con mix di particolari e altri adattamenti, quindi sicuramente la tua Ferrari 512 BB è originale, grigia metallizzata esisteva.
Puoi mostrare una foto del tuo modello?
Nico87 - 18 Ott 2009 11:03 pm
Oggetto:
Appena possibile la posto, qui a Torino non ho internet e mi collego dove posso... Faccio un pò di foto e tra pochi giorni posto tutto..!! Smile
VALLE69 - 19 Ott 2009 01:45 am
Oggetto:
OMINOROSSO, OMINOROSSO DOVE SEI FINITO, CI HAI LASCIATI A BOCCA APERTA COME DEI BIMBI QUANDO ASCOLTANO LA FAVOLA DELLA NONNA !!!!

FACCI SOGNARE CON IL PROSEGUO DELLA STORIA DELLA BURAGO DAI....

VALERIO
Vintage - 19 Ott 2009 12:58 pm
Oggetto:
è sparito! Non ha commentato nemmeno i miei nuovi acquisti obsoleti! Laughing
Ominorosso - 20 Ott 2009 07:44 pm
Oggetto:
Non sono sparito, datemi il tempo di riorganizzare il tutto e sono subito da voi.... LA storia della Bburago non è affatta finita, e ne sto preparando un' altra...
Rimanete sintonizzati amici miei Very Happy
porscb - 10 Gen 2010 09:36 pm
Oggetto:
Ciao,
io sono un bambino degli anni 70........................ è un pò che giro sul forum e non avevo trovato questo topic, senz'altro il più bello di tutto il WEB, non smetterò più di seguirlo!!!!
PS: non vedo l'ora che si inzi a parlare anche di 1:18.......
cars99 - 13 Dic 2011 03:11 pm
Oggetto:
Ominorosso ha scritto:
Non sono sparito, datemi il tempo di riorganizzare il tutto e sono subito da voi.... LA storia della Bburago non è affatta finita, e ne sto preparando un' altra...
Rimanete sintonizzati amici miei Very Happy


attendo impaziente, hai postato cose molto interessanti e spero che continui. Very Happy
maniacof1 - 15 Dic 2011 03:23 pm
Oggetto:
Omino ... una storia Polistil la prepareresti?
Ominorosso - 16 Dic 2011 05:39 am
Oggetto:
Sarà il mio prossimo " libro "... Ho parecchie cose i mente, e devo portare avanti anche questo, chiedo veramente scusa di avervi in qualche modo " abbandonato " ma quando ci sono altre cose e altre priorità, un hobby purtroppo va messo un pò da parte.
Io ammiro vedere la foga e la passione che dimostrate, ma una passione a volte, sebbene rimanga, a volte si spenge un pò. Infatti la mia collezione l' ho portata avanti a momenti nella mia vita. Comunque ora sono tornato definitivamente, e di cuore andrò avanti con questi progetti.
Vroomvroom - 08 Gen 2012 10:31 pm
Oggetto:
Complimenti Omino,
hai creato un topic veramente coinvolgente.
Continua così
cucaio2007 - 22 Mag 2012 07:11 pm
Oggetto:
Ominorosso ha scritto:
Bene, andiamo ancora avanti e per almeno un pò continuerò a approfondire meglio l' argomento 1/24...... Perchè c'è ancora molto da dire al riguardo.

Ruote a parte, la seconda distinzione che riguardano le epoche è nelle targhe automobilistiche, che come nella realtà, riproducono rispettivamente le varie annate dal 1970 a i giorni nostri.

Nelle Martoys e nelle prime Bburago le targhe sono quadrate come quelle vere, anche se in realtà non sono molto realistiche, infatti sono fatte da un semplice adesivo argentato con il nero stampato sopra, infatti i numeri e la sigla risultano argentati come la cornice della stessa:



Da notare che questo numero di targa è stato usato in tutti i modelli di prima generazione, fa fede anche il fatto che alcuni modelli riportano questo numero stampato in rilievo su i paraurti anteriori come in questa 127:



Modelli come: Renault 5, Range Rover, 131, hanno lo stesso particolare mentre la 124 Abarth addirittura stampato direttamente sulla carrozzeria.

Potevano usare un semplice adesivo, ma tuttavia è stata scela la via più complicata.

Anche per questo immagino che il numero " MI Y45392 " non sia stato mai cambiato.

La stessa cosa la possiamo riscontrare nei modelli che non hanno targa italiana come questa Renaul 4 e Matra Simca Bagheera che hanno l'adesivo posteriormente e anteriormente lo stampo sulla plastica:





Cambiano i tempi, e in Italia arrivano le targhe con la provincia arancione, e Bburago ne tiene di conto proponendole anche su i suoi modelli:





Anche qui i caratteri alfanumerici sono sempre gli stessi tranne a volte per la lettera finale, e qualche sporadico caso che il numero rimane lo stesso della vecchia quadrata, ed erroneamente la Bburago applica le nuove targhe su quei modelli che riportano stampato sul paraurti quella vecchia.

E da qui si capisce se una 131, ad esempio, appartiene o no, alle prime serie o meno.

Con l'avvento di queste novità, che coincidono più o meno con l' adozione delle ruote sterzanti inizia da parte della Bburago una strizzata d' occhio al realismo applicando le targhe adesive anche nella parte anteriore come in questa Rolls Royce Silver Shadow:



E qui interessante osservare il particolare delle targhe nel modello Range Rover:



La Police, a sinistra, ha la targa applicata, di quella al centro ne ho già parlato prima, e l' ultima a destra ha subito la modifica del paraurti che non riporta più il numero di targa, ma la semplice scritta " Range Rover "

Le versioni della Polizia e Carabinieri hanno sempre avuto le targhe corrette, salvo qualche esempio per le versioni estere......:



Da segnalare che alcuni modelli come appunto la Rolls e la Talbot Matra Rancho adottano la stessa targa postriore applicata anche sull' anteriore e se dico la stessa intendo non quella più piccola tutta bianca, ma quella con la provincia arancione.

Arriviamo a metà anni '80 e si cambia ancora.
Adesso ci sono le nuove targhe bianche e anche qui si segue questo filone, come su questa 75:



Adesso però non è sempre la stessa ad essere utilizzata, e i numeri tranne le province, cambiano.

Oltre a questa " MI 6N0165 ", troviamo anche:

" MI 1R5728 ", " MI 1A5728 ", "MI 1E5728 ", "MI 76367Y " e sicuramente altre diverse da queste.

L'unica che monta la provincia differente è la Fiat Cinquecento che è targata " TO 20991S "

Facendo un piccolo passo indietro, prima dell' adozione delle targhe bianche anche quelle arancioni subiscono un cambio di numero e possiamo trovare la Mercedes 190 E che non ha la solita " MI 14292A ", ma anche " MI 76367X ".

L' Italia è una cosa vergognosa in fatto di targhe automobilistiche e come tutti sappiamo arrivarono quelle orrende bianche anonime, e ancora una volta si cambiano anche su i modellini:



Qui ce ne sono moltissime diverse, non solo quella che vi ho mostrato in in foto, seguendo anno dopo anno il cambio dei numeri e lettere fino ad arrivare al nuovo cambio con i bordi azzurri e il ritorno della provincia che il buon Zeffirelli ha proposto dopo le proteste di tutti noi Italiani di fronte a questo senso di sentirsi anonimi in confronto alle altre nazioni.

Attualmente la Bburago propone nelle sue riproduzioni le nuove targhe usate nella realtà, e comunque da prima di diventare Cinese....


Ciao. Intanto complimenti per il topic. Non sai quante informazioni ho ricavato!!!! Volevo farti una domanda riguardo le targhe dei modelli. Io ho una Range Rover Trans Americas Expedion. Ha gli interni grigi, il cofano anteriore liscio (senza la scritta "Range Rover" in rilievo, le prese d'aria posteriori con i perni fusi la griglia anteriore con la targa alfanumerica. La targa posteriore è diversa da quella anteriore. Volevo saper se il mio è un prima serie o no. Complimenti ancora per il lavoro che hai svolto!!!
Ominorosso - 23 Mag 2012 12:09 am
Oggetto:
Ciao Cucaio. La logica vorrebbe che la targa stampata sul paraurti corrisponda con quella applicata sulla parte posteriore. Questa è una prerogativa delle prime serie Martoys/Burago. Come hai avrai notato, quotando anche il mio post sulle targhe, la sigla " MI Y45392 " è il numero di targa " generico " usato esclusivamente per i modelli di primissima produzione. Successivamente sono arrivate le quadrate con provincia color arancio, e poi le rettangolari, sempre color arancio. Quindi, la tua Range Rover, per essere una prima serie deve avere le targhe che coincidono, altrimenti è una serie successiva. Spero di esserti stato di aiuto e grazie per i complimenti.
Very Happy
cucaio2007 - 23 Mag 2012 03:10 pm
Oggetto:
Ominorosso ha scritto:
Ciao Cucaio. La logica vorrebbe che la targa stampata sul paraurti corrisponda con quella applicata sulla parte posteriore. Questa è una prerogativa delle prime serie Martoys/Burago. Come hai avrai notato, quotando anche il mio post sulle targhe, la sigla " MI Y45392 " è il numero di targa " generico " usato esclusivamente per i modelli di primissima produzione. Successivamente sono arrivate le quadrate con provincia color arancio, e poi le rettangolari, sempre color arancio. Quindi, la tua Range Rover, per essere una prima serie deve avere le targhe che coincidono, altrimenti è una serie successiva. Spero di esserti stato di aiuto e grazie per i complimenti.
Very Happy


Sei stato chiarissimo. E riconfermo i complimenti...
DarkPirate - 29 Giu 2012 11:37 am
Oggetto:
DarkPirate ha scritto:
quella della panda non la sapevo luca Very Happy

ma aggiungiamo altri nomi alla black-list dei modelli fantasma bburago

forse uno dei più conosciuti,specie per gli appassionati di kit bburago come il sottoscritto,è la leggendaria ferrari 348 tb monteshell,che capeggiava nel catalogo kit 1997 sia nell'elenco sia nell'immagine di introduzione ai kit 1/24,bella smontata e con tanto di foglio di decals di fianco






a distanza di anni... sorpresa?


cucaio2007 - 29 Giu 2012 03:13 pm
Oggetto:
ahhah, bravo!!!!
martinetto - 29 Giu 2012 11:00 pm
Oggetto:
Dark, quella da dove spunta?? Shocked Shocked Shocked Shocked
cucaio2007 - 30 Giu 2012 09:31 am
Oggetto:
Secondo me, è opera d'ingegno..... Wink Wink
luca84 - 30 Giu 2012 01:46 pm
Oggetto:
Wink Wink

DarkPirate - 30 Giu 2012 02:25 pm
Oggetto:
chissà Cool
mixmarley - 30 Giu 2012 02:28 pm
Oggetto:
Molto bella Dark......molto ben fatta......qualche piccola sbavatura nella vernice rossa ma nel contesto è venuta bene.....


mixmarley
cars99 - 30 Giu 2012 03:25 pm
Oggetto:
Deve essere una bella soddisfazione avere quella Ferrari mai prodotta dalla Bburago!
maniacof1 - 01 Lug 2012 02:35 pm
Oggetto:
I WANT A POLISTIL STORYYY Very Happy Very Happy Very Happy Very Happy Very Happy
DarkPirate - 11 Lug 2012 02:03 am
Oggetto:
vedo che si è capito che la 348 era "tarocca", anche se ci ho rimesso 8 diottrie (e già son miope) per scovare in picclo tutti gli sponsor giusti, mi fa piacere vi sia piaciuta, se non avesse sbavato il nastro sul muso sembrava originale Very Happy

l'ho realizzata anche per gli amanti delle bburago, se qualcuno avesse piacere ad averla ho qui delle 348 da far rinascere.. Wink
cars99 - 24 Set 2012 09:03 pm
Oggetto:
Ominorosso ha scritto:
Andiamo avanti.

Questa volta parleremo di tutti quei modelli a metà tra leggenda e fantasma inteso come annunciati e mai prodotti.

Esiste un modello che ha sempre caratterizzato la Bburago perchè è uscito nel 1974, è rimasto in catalogo a lungo, ma in realtà è stato prodotto solo per un anno, ci vorrebbe un topic apposta per parlarne.

Sto parlando della Lancia Beta berlina numero di catalogo 0107





La cosa che la rende ancora più interessante è data dal fatto che è l'unica riproduzione in scala 1/24 di questa macchina.
Le leggende su di lei sono sempre state tra le più disparate, chi diceva che fosse un prototipo, chi appositamente realizzata per la Lancia e distribuita dai concessionari all' epoca, ma la soluzione più coerente sembra proprio quella conosciuta da me, prodotta solo per un anno e rimasta in catalogo fino al 1979 / 80

Se completa di scatola può spuntare anche 150 euro, basta dare un occhiata su E-bay per farsi un' idea, che appena ne appare una viene presa d'assalto.
Consiglio quindi, a chi la possiede, di tenersela stretta, in quanto essa è molto ricercata.




Noto però un particolare che forse a voi è sfuggito...

Se la Beta Berlina della Bburago è stata prodotta per un solo anno il 1974, dovrebbe avere le targhe a "specchio" per intenderci quelle di primo tipo, ma io ho notato che in diversi modellini di Beta Berlina, la mia, quella di Pandino e altre hanno la targa con la provincia arancione, ma quel tipo di targa li nella realtà uscì nel 1976...

Come si può spiegare ciò?
kakki - 03 Ott 2012 05:46 pm
Oggetto:
scusate se mi intrometto ma vi volevo dire la storia di un signore che lavorava
qua
allora era sotto natale e venne chiamato da sua eccellenza Mario Besana hai tempi alla martoys , e gli chiese se i modelli andavano bene ( mi ha detto che sara stato nel 74-75) e lui gli disse che andavano bene perché alcuni modelli erano inediti e dopo una settimana dopo ( il 23/12 se lo ricorda bene ) gli regalo uno scatolone di modelli tra cui la beta !! mi ha detto che mario besana era una grande persona.

scusate per questo intervento
cars99 - 03 Ott 2012 08:33 pm
Oggetto:
Intervento interessante!

Ha ancora i modellini il signore che conosci??
kakki - 03 Ott 2012 09:46 pm
Oggetto:
certo , lo tiene molto a cuore , magari domenica gli chiedo se me lo puo far vedere e gli faccio una foto Surprised
cars99 - 04 Ott 2012 02:33 pm
Oggetto:
Si, facci molte foto!!!
cars99 - 22 Mar 2013 04:16 pm
Oggetto:
Luca, eri a conoscenza di queste??



Da qual poco che ne ho capito erano delle specie di lettere con relative cartoline pubblicitarie che la BBurago/Martoys spediva...

Questo è il link dove le ho trovate, chi è bravo di Inglese traduca, grazie.[Very Happy]

http://www.vectis.co.uk/Page/ViewLot.aspx?LotId=277751&Section=296&Start=40
cars99 - 26 Lug 2013 04:10 pm
Oggetto:

Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Powered by phpBB2 Plus based on phpBB