Back to the index page  
  FAQ   Cerca   Lista degli utenti   Gruppi utenti   Calendario   Registrati   Pannello Utente   Messaggi Privati   Login 
  »Portale  »Blog  »Album  »Guestbook  »FlashChat  »Statistiche  »Links
 »Downloads  »Commenti karma  »TopList  »Topics recenti  »Vota Forum

le auto che avevamo in famiglia
Utenti che stanno guardando questo topic:0 Registrati,0 Nascosti e 0 Ospiti
Utenti registrati: Nessuno

Vai a pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7  Successivo
 
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Off- topic
  PrecedenteInvia Email a un amico.Utenti che hanno visualizzato questo argomentoSalva questo topic come file txtVersione stampabileMessaggi PrivatiSuccessivo
 
 MessaggioInviato: 24 Ott 2014 12:00 am  
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  alberto

Users




Sesso: Sesso:Maschio
Età: 74
Registrato: 15/12/11 10:24
Messaggi: 284
alberto is offline 

Località: Capostrada - Pistoia
Interessi: treni - auto - modellismo
Impiego: ormai niente



italy

Si, la comprò usata mio padre nel 1946. Un giorno a Modena, (ante 1950), dove si era recato per lavoro, mentre era a mangiare un panino in una pizzichera, fiaschetteria, non so bene, la parcheggiò logicamente fuori dal negozio, passò e la vide un ufficiale americano che gliela voleva comprare a tutti i costi. Ma non ce ne fu....gli voleva troppo bene. Durante la guerra la smontò tutta e la murò per ben due volte in due diversi sottoscala....perchè due volte? Perché una sera rientrando al suo studio, la ritrovò montata ed appoggiata nell'ingresso del palazzo, pronta per "prendere il volo" durante la notte seguente. Poi nel 1953 la mise a riposo e comprò un topolino "A", balestra corta, tetto rigido....averlo ora.
A.
Profilo Messaggio privato
 
 MessaggioInviato: 24 Ott 2014 12:00 am Adv
Messaggio
  Adv









 
 MessaggioInviato: 24 Ott 2014 07:27 am Oooh ! 
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  lombricoferoce

Site Mod
Site Mod





Età: 69
Registrato: 31/10/10 08:40
Messaggi: 8145
lombricoferoce is offline 

Località: Piovarolo di Sopra - Adriatisches Küstenland
Interessi: Modellismo in particolare obsoleti, storia, storia dell'auto, fuoristrada
Impiego: Tecnico software/hardware
Sito web: http://www.munga.it/


NULL

Ma chi l'avera rimontata? E che fine fece? Scusa se rompicchio ma la storia è troppo interessante. Mr. Green
_________________

Do I look like a man who can be intimidated?
Φ
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage Skype
 
 MessaggioInviato: 24 Ott 2014 11:40 am  
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  alberto

Users




Sesso: Sesso:Maschio
Età: 74
Registrato: 15/12/11 10:24
Messaggi: 284
alberto is offline 

Località: Capostrada - Pistoia
Interessi: treni - auto - modellismo
Impiego: ormai niente



italy

Premetto che ho sbagliato la data d'acquisto - ripensandoci - che era il 1939, l'anno in cui i miei si sposarono. Era targata PT 426.
Allora la storia è questa: io sto a Pistoia e logicamente anche i miei erano di qua. Durante la guerra erano sfollati a Pracchia, paese dell'Appennino che certamente avrai sentito rammentare, dove io nacqui nell'Agosto del 1945. Mio padre, anche se laureato in economia e commercio, scelse ed ha sempre fatto il geometra e la moto l'adoprava su per la montagna Pistoiese per il suo lavoro. Quando il comando Tedesco, siamo ai tempi della Linea Gotica, si trasferì a Limestre presso lo stabilimento SMI, questa moto che ogni tanto andava su è giù per quelle strade cominciò a far gola a diversa gente, sia in divisa che non e lui la riportò a Pistoia, la smontò in telaio, motore, serbatoio e forcella anteriore e la fece murare nel sottoscala che aveva nel suo ingresso. Qualcuno certamente l'ha visto entrare con la moto, anche perché dal marciapiede doveva salire due gradini per entrare nel palazzo del suo studio e, non avendolo più visto uscire con la moto, dal momento che l'operazione non la fece in una giornata, una volta murata, lui se ne tornò in montagna e raramente veniva giù a Pistoia, avendo quasi tutti i suoi lavori lassù per i monti. Ogni tanto però, sia al Catasto che alla Conservatoria doveva scendere a fare delle visure. In una di queste mattinate andando al suo studio entrò nell'ingresso condominiale e con sua sorpresa trovo la moto appoggiata al muro e tutta rimontata. Capirai...la sua moto lì, pronta per essere "ciurlata". La chiuse in un'altra stanza di un amico assicuratore nello stesso palazzo, ma al di fuori del suo studio ed il mattino seguente, trovata la benzina tornò a Pistoia, la mise in moto e se la riportò in montagna, dove la rimurò in una cantina di un suo cliente nel paese dell'Orsigna, dove stette per tutto l'inverno del 1945, anche se la guerra finì a Maggio. Poi la rimontò e la riportò a Pistoia, dove riiniziò ad adoprarla per lavoro.
Tutto qua.
A.

Eccone un'altra vista, dove sono insieme alle mie sorelle.


Le Grazie 1953.jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  188.58 KB
 Visto:  3153 Volte

Le Grazie 1953.jpg


Profilo Messaggio privato
 
 MessaggioInviato: 24 Ott 2014 01:03 pm  
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  lombricoferoce

Site Mod
Site Mod





Età: 69
Registrato: 31/10/10 08:40
Messaggi: 8145
lombricoferoce is offline 

Località: Piovarolo di Sopra - Adriatisches Küstenland
Interessi: Modellismo in particolare obsoleti, storia, storia dell'auto, fuoristrada
Impiego: Tecnico software/hardware
Sito web: http://www.munga.it/


NULL

Una bella storia, :primo premio: mi piacciono molto queste storie intrise di ricordi, grazie Alberto per avermi/ci(spero) fatto/i partecipe/i. Ma manca il finale ... hai scritto che andò "in pensione" sostituita da una 500 A ... e poi e poi Question

E' ancora viva Embarassed Question Non ti ho chiesto la cilindrata, sembra una 500 ...



http://www.bsa1930s.nl/index.htm



_________________

Do I look like a man who can be intimidated?
Φ
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage Skype
 
 MessaggioInviato: 24 Ott 2014 02:23 pm  
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  fantasmak

Site Mod
Site Mod




Sesso: Sesso:Maschio
Età: 68
Registrato: 12/01/11 12:06
Messaggi: 7449
fantasmak is offline 

Località: Piovarolo di Sotto
Interessi: Modellismo Rolls & Bentley, Porsche, sport prototipi ferromodellismo ecc..

Sito web: http://www.museoferrov...


italy

C'era la ferrovia Pracchia-San Marcello-Mammiano inaugurata il 21 Giugno 1926 e chiusa il 30 Settembre 1965.Aveva uno scartamento di 0,950 m.,pendenza massima 42 per mille ed una lunghezza complessiva di 18,013 km.Il parco trazione consisteva in tre elettromotrici (A1-3) e due locomotori elettrici (B101-102).Era gestita dalla FAP (Ferrovia Alto Pistoiese).Purtroppo,come spesso è accaduto, il mezzo su gomma ha avuto il sopravvento. Sad Sad

Guido

PS:scusate per l'OT.
_________________
Così preziosa come il vino,così gratis come la tristezza.... De Andrè


Ultima modifica di fantasmak il 24 Ott 2014 02:48 pm, modificato 1 volta in totale
Profilo Messaggio privato HomePage
 
 MessaggioInviato: 24 Ott 2014 02:47 pm  
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  alberto

Users




Sesso: Sesso:Maschio
Età: 74
Registrato: 15/12/11 10:24
Messaggi: 284
alberto is offline 

Località: Capostrada - Pistoia
Interessi: treni - auto - modellismo
Impiego: ormai niente



italy

Certo che sono felice di avervi fatto tutti partecipi di questa storia......eppoi, eppoi mi chiedi come andò a finire? Non l'ho scritto per non vergognarmi. Non c'era allora negli anni '60 la cultura per le vecchie cose: pensate a Ferrari che non ha nella sua Galleria tutte le auto costruite, alla Mercedes che nel suo museo ha dovuto inserire auto ricostruite.
Fu lasciata su a Le Grazie, dove sono state fatte le foto, in un garage a piano terreno, coperta da un telo, me lo ricordo ancora, da materassi, (parlo a chi ha più di cinquant'anni) sapete quella stoffa a striscie alternate bianche/beige e marroni? E' stata lì fino al 1962, poi un bel giorno arrivò da mio padre il proprietario del garage dicendo che doveva liberarlo. Logicamente non andava in moto; chiamò un amico con un furgoncino Millecento I, (quello che avevavo Carabinieri e PS) e la fece portare giù a Pistoia, dove fu riparcheggiata. Nel 1966, me lo ricordo anch'io perché ormai ero già in studio con mio padre a fare il medesimo mestiere, arrivò questo tizio e gli chiese cosa doveva fare con quel - ormai - rottame. il babbo gli disse di farne quello che voleva e dopo una settimana gli riportò la targa allo studio, dicendo che l'aveva fatta demolire, (pfui). La targa di PT 426 è rimasta nel mio garage fino al Novembre del 1966, quando anche a casa mia di Pistoia, nel seminterrato arrivò l'alluvione che si portà via anche l'ultimo ricordo di questa moto. Sembra quasi uno spregio fatto dalla moto stessa a mio padre: mi hai rifiutato per tant'anni, dopo che ti ho scarrozzato per tutta la montagna ed oltre e tu mi demolisci? Non ti meriti nemmeno il ricordo della targa.
Però, però, però una cosa almeno è rimasta a ricordo di questa moto: il complementare.
BSA 500 monocilindrica. Mi ricordo che aveva una manetta sulla parte DX del manubrio, con la quale comandavi l'apertura e la chiusura di una cuffia di metallo completamente forata e posta alla fine dello scarico. Quando davi gas e si apriva non ci stavi dietro dal rumore.
A.
Grazie per la pazienza


BSA.jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  193.37 KB
 Visto:  3123 Volte

BSA.jpg




Ultima modifica di alberto il 24 Ott 2014 03:06 pm, modificato 1 volta in totale
Profilo Messaggio privato
 
 MessaggioInviato: 24 Ott 2014 02:55 pm  
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  alberto

Users




Sesso: Sesso:Maschio
Età: 74
Registrato: 15/12/11 10:24
Messaggi: 284
alberto is offline 

Località: Capostrada - Pistoia
Interessi: treni - auto - modellismo
Impiego: ormai niente



italy

fantasmak ha scritto:
C'era la ferrovia Pracchia-San Marcello-Mammiano inaugurata il 21 Giugno 1926 e chiusa il 30 Settembre 1965.Aveva uno scartamento di 0,950 m.,pendenza massima 42 per mille ed una lunghezza complessiva di 18,013 km.Il parco trazione consisteva in tre elettromotrici (A1-3) e due locomotori elettrici (B101-102).Era gestita dalla FAP (Ferrovia Alto Pistoiese).Purtroppo,come spesso è accaduto, il mezzo su gomma ha avuto il sopravvento. Sad Sad

Guido

PS:scusate per l'OT.


Caro Guido, qui giri il coltelo nella piaga....ho scritto poco sopra che mio padre lavorava specialmente in montagna e non mancava giorno che non ci andasse. Molte volte mi portava con sè per levarmi di casa e non far impazzire mia madre e le mie sorelle. Sai quante volte ho "corso" in strada lungo la ferrovia con il trenino accanto? Se ti interessa, come ad altri e vuoi qualche ricordo, posso postarteli nella sezione dei treni.
A.
Profilo Messaggio privato
 
 MessaggioInviato: 24 Ott 2014 04:46 pm  
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  fantasmak

Site Mod
Site Mod




Sesso: Sesso:Maschio
Età: 68
Registrato: 12/01/11 12:06
Messaggi: 7449
fantasmak is offline 

Località: Piovarolo di Sotto
Interessi: Modellismo Rolls & Bentley, Porsche, sport prototipi ferromodellismo ecc..

Sito web: http://www.museoferrov...


italy

Grazie Alberto.Se pubblicherai qualche foto della vecchia ferrovia, ne saro' felicissimo. Very Happy

Guido.
_________________
Così preziosa come il vino,così gratis come la tristezza.... De Andrè
Profilo Messaggio privato HomePage
 
 MessaggioInviato: 26 Ott 2014 05:01 am Complicity 
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  lombricoferoce

Site Mod
Site Mod





Età: 69
Registrato: 31/10/10 08:40
Messaggi: 8145
lombricoferoce is offline 

Località: Piovarolo di Sopra - Adriatisches Küstenland
Interessi: Modellismo in particolare obsoleti, storia, storia dell'auto, fuoristrada
Impiego: Tecnico software/hardware
Sito web: http://www.munga.it/


NULL




Grazie Alberto .... nuovamente..... tremila lire .... non poco per l'epoca, non erano in molti a poter spendere cifre così anche se ....




.... Gilberto Mazzi nel 1939 cantava "Se potessi avere mille lire al mese" ...... tutto sommato si contentava di poco: la cifra di allora corrispondeva a circa 1 milione 200 mila lire odierne, meno del minimo contrattuale dei metalmeccanici e l'equivalente del prezzo di un frigorifero di marca. Il possessore di mille lire nel 1940 era ancora meno fortunato, con in tasca un potere d'acquisto attualizzato di appena un milione.

Ma ........ allora ... tuttavia, così almeno si deduce dal testo della canzone, il potere d'acquisto era diverso da quello che si può pensare .... con quella cifra e un lavoro fisso si potevano progettare una «casettina in periferia», una famiglia e «tante spese», non poco direi! Shocked

E' grazie all'Istat, che ha elaborato le statistiche relative al valore della lira dal 1861 al 1997, che è possibile sfatare alcuni luoghi comuni e soprattutto verificare la terribile erosione del valore nominale della moneta dall'unita' d'Italia a oggi. Mille lire nel 1861 erano una buona rendita: equivalevano a 6.705.000 lire odierne, lo stipendio di un alto dirigente. Cinquanta anni dopo, il potere d'acquisto si e' ridotto ma ancora consente un buon tenore di vita: nel 1911 e' possibile contare su una possibilità di spesa di 5.559.000 lire, con un'erosione reale inferiore al 20 % .

Dal primo anno preso in considerazione dall'Istat - il 1861 – al 2008 il valore della moneta si è ridotto di ben 8.514 volte: in pratica una lira di circa 150 anni fa varrebbe 8.514 lire, ossia 4,40 euro.

http://www.ilsole24ore.com/art/SoleOnLine4/Economia%20e%20Lavoro/2009/01/costo-vita.shtml?uuid=6d16b318-e62c-11dd-a3d8-7a6ccd8115a1DocRulesView=Libero#


Embarassed


mi piace Venditti




1000 Lire Grande M.jpg
 Descrizione:
1897 - 1953
 Dimensione:  74.77 KB
 Visto:  3082 Volte

1000 Lire Grande M.jpg



1000 Lire Regine del mare 1930.jpg
 Descrizione:
Dal 9 luglio 1943 al 3 giugno 1950 (26 ottobre 1954 per il Territorio Libero di Trieste - Zona A)
 Dimensione:  79.61 KB
 Visto:  3082 Volte

1000 Lire Regine del mare 1930.jpg



_________________

Do I look like a man who can be intimidated?
Φ
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage Skype
 
 MessaggioInviato: 26 Ott 2014 11:35 pm  
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  alberto

Users




Sesso: Sesso:Maschio
Età: 74
Registrato: 15/12/11 10:24
Messaggi: 284
alberto is offline 

Località: Capostrada - Pistoia
Interessi: treni - auto - modellismo
Impiego: ormai niente



italy

Le tremila lire era il prezzo da nuova. Lui la comprò usata e non so quanto l'abbia pagata; credo molto, ma molto, molto meno.
A.
Profilo Messaggio privato
 
 MessaggioInviato: 29 Ott 2014 08:46 pm  
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  diablo

Site Admin
Site Admin




Sesso: Sesso:Maschio
Età: 52
Registrato: 27/09/07 20:24
Messaggi: 11325
diablo is offline 

Località: modena
Interessi: modellismo
Impiego: libero professionista
Sito web: http://www.amgmodels.it


italy

Alberto, ho letto con piacere la tua storia. Grazie! Wink
Profilo Messaggio privato HomePage
 
 MessaggioInviato: 26 Nov 2014 11:52 am  
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  renzino

Users





Età: 57
Registrato: 02/08/08 11:53
Messaggi: 585
renzino is offline 

Località: Viareggio





Del Maggiolino 1200 di mio padre posso solo raccontare, non ho foto.
Era il 1968, il Renzino, quello vero, aveva sei anni e ricoverato in ospedale a "fare"
tonsille e adenoidi; mi ricordo il mi' babbo che mi prende in braccio, si avvicina all finestra della corsia, e mi dice :
"guarda un po' là, la macchina nuova!" . Per la prima volta, parcheggiato davanti alla(allora splendida) pineta di ponente viareggina, vidi quel buffo insetto bianco con una strana targa (all'epoca credo che consegnassero le macchine con una sorta di targa provvisoria di carta).
Mi ricordo il mio vecchio che mi spiegava come quell'indistruttibile ammasso di ferro e gomma
fosse in grado di fare cose mirabolanti, giacché i Crucchi l'avevano usata anche come jeep, e
lui si fosse accaparrato di quella versione il primo esemplare immatricolato in provincia (LU 100538).
Per la precisione era il model/year 1967.
Montava gomme Metzeler a tele incrociate che consumava molto rapidamente...infatti l'uomo tamponò clamorosamente un motocarro su un cavalcavia, in discesa (pioveva). Scoprendo
che il VW non era un carro Tigre....Quindi in carrozzeria e cambio di colore: da bianco avorio ad un arancio rutilante anni '70.
Sul suo sedile posteriore mi addormentavo sul plaid scozzese durante le gite in montagna, ascoltavo Radiomontecarlo su AM, mi ci arrampicavo sopra bombando un po' il cofano che però tornava a posto, mi divertivo anche a parcheggiarlo (a 13/14 anni, in campagna, ho imparato a guidarlo), alla fine l'ho guidato regolarmente patentato e ( 1_2_3), alla fine, incosciente lo consegnai al concessionario VW presso il quale avevamo acquistato, e mal ce ne incolse, una Scirocco 1600 TS usata...un'altra storia
_________________
"...Cadillac, Cadillac
Long and dark shiny and black
Open up your engines let `em roar
Tearing up the highway like a big old dinosaur "

Cadillac Ranch - The Boss
Profilo Messaggio privato
 
 MessaggioInviato: 26 Nov 2014 12:15 pm  
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  renzino

Users





Età: 57
Registrato: 02/08/08 11:53
Messaggi: 585
renzino is offline 

Località: Viareggio





...e per giustizia verso le altre quattroruote ( e dueruote) di famiglia...

il 1300 Fiat azzurrino di mio nonno paterno , pieno di cenere e cicche di Nazionali S.F.
il fiat G50 e il Reggiane Re 2002, nonché probabilmente un Dewoitine D520 che pilotava l'altro nonno...(scherzo);
la 600 del babbo, che però non ricordo;
la 500 che la seguì, azzurra chiara con porte controvento (F?)ta L:
Il Maggiolino e assieme un altro Cinquino sempre con porte "alla rovescia",
ennesima 500, stavolta L, che talvolta veniva avviata spingendola con il VW....
e poi la Scirocco che pensionò, ahimé, il Maggiolino, piena di problemi anche se velocissima
(mi sembra avesse 90 cv con carburatori doppio corpo). Credo che fosse rara anche all'epoca
poiché non ho trovato info, anche in rete si parla pressoché soltanto di 1100, 1300, 1500 e 1600 GTI, boh?
E poi, finalmente, la mia R4, la MIA prima macchina, finita in eredità a mio fratello quando comprai quella disgrazia che era il Land Rover 88,.
Intanto il papino sostituiva la Scirocco con una vecchia R4 (si era invaghito della mia "ex"),
quindi in famiglia, a quel punto, 2 R4 e la Land!.

....segue....
_________________
"...Cadillac, Cadillac
Long and dark shiny and black
Open up your engines let `em roar
Tearing up the highway like a big old dinosaur "

Cadillac Ranch - The Boss
Profilo Messaggio privato
 
 MessaggioInviato: 27 Nov 2014 10:30 pm  
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  lombricoferoce

Site Mod
Site Mod





Età: 69
Registrato: 31/10/10 08:40
Messaggi: 8145
lombricoferoce is offline 

Località: Piovarolo di Sopra - Adriatisches Küstenland
Interessi: Modellismo in particolare obsoleti, storia, storia dell'auto, fuoristrada
Impiego: Tecnico software/hardware
Sito web: http://www.munga.it/


NULL

A Renzì, foto non chiacchiere Very Happy
_________________

Do I look like a man who can be intimidated?
Φ
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage Skype
 
 MessaggioInviato: 28 Nov 2014 10:28 am  
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  renzino

Users





Età: 57
Registrato: 02/08/08 11:53
Messaggi: 585
renzino is offline 

Località: Viareggio





Beh, intanto...il nonno al volante..anzi, alla cloche
qui, in Russia (CSIR) , ha appena montato le catene
e, poi, dopo un tamponamento in autostrada


e più..seriamente 4__3_2

Renzino e la sua Land

_________________
"...Cadillac, Cadillac
Long and dark shiny and black
Open up your engines let `em roar
Tearing up the highway like a big old dinosaur "

Cadillac Ranch - The Boss
Profilo Messaggio privato
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum » Off- topic

Pagina 6 di 7
Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7  Successivo

Mostra prima i messaggi di:

  

Vai a:  
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum
Non puoi allegare files in questo forum
Puoi scaricare files da questo forum





 topic RSS feed 
Powered by MasterTopForum.com with phpBB © 2003 - 2009
Macinscott 2 by Scott Stubblefield