Back to the index page  
  FAQ   Cerca   Lista degli utenti   Gruppi utenti   Calendario   Registrati   Pannello Utente   Messaggi Privati   Login 
  »Portale  »Blog  »Album  »Guestbook  »FlashChat  »Statistiche  »Links
 »Downloads  »Commenti karma  »TopList  »Topics recenti  »Vota Forum

Collezione di lombricoferoce
Utenti che stanno guardando questo topic:0 Registrati,0 Nascosti e 0 Ospiti
Utenti registrati: Nessuno

Vai a pagina Precedente  1, 2, 3 ... 32, 33, 34 ... 36, 37, 38  Successivo
 
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Foto collezioni
  PrecedenteInvia Email a un amico.Utenti che hanno visualizzato questo argomentoSalva questo topic come file txtVersione stampabileMessaggi PrivatiSuccessivo
 
 MessaggioInviato: 11 Mar 2012 08:37 pm  333
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  lombricoferoce

Site Mod
Site Mod





Età: 69
Registrato: 31/10/10 08:40
Messaggi: 8145
lombricoferoce is offline 

Località: Piovarolo di Sopra - Adriatisches Küstenland
Interessi: Modellismo in particolare obsoleti, storia, storia dell'auto, fuoristrada
Impiego: Tecnico software/hardware
Sito web: http://www.munga.it/


NULL

Grazie cars! Wink




LADA-VAZ 2101 Zhiguli 1970 - MEBETOYS ref. A-75 VERDE - VG 1/43
manca bandiera rossa sulle portiere

LADA-VAZ 2101 Zhiguli 1970 - RADOM/TANTAL ref. A9 GIALLO/NERO MB 1/43 - POLIZIA SOVIETICA

LADA-VAZ 2102 Zhiguli 1971 - RADOM/TANTAL ref. A11 - BLU chiaro - MB - 1/43
la 2102 è la versione familiare della 2101


Shocked



FORD FALCON XTGT 1970 - TRAX ref. 8005 - VERDE met. - MB 1/43


Rolling Eyes





MERCEDES BENZ 350 SLC 1971 - NOREV ref. 821 - AMARANTO M 1/43

PORSCHE 916 1972 - PORSCHE COLLECTION DeA uscita 44 - AZZ. MET. - 1/43 by HIGH-SPEED

Motore 6 cl. 2.4 della 911 S - furono prodotti 11 esemplari di pre serie sui 20 previsti.
Anche se la macchina aveva la carrozzeria della 914, era molto di più che una versione modificata della stessa. I parafanghi allargati ospitavano cerchi Fuchs da 7 pollici a cinque razze, il tetto era in acciaio al posto del “targa” per il miglioramento delle rigidità, il paraurti in fibra era dello stesso colore della carrozzeria. L'interno era stato rifinito con pelle di lusso e velluto. La vettura era stata dotata di serie con una radio stereo Becker, che era piuttosto avanzata per il 1972. Aveva anche una speciale antenna stampata nel parabrezza per la ricezione maggiore, con l'ulteriore vantaggio di mantenere morbide le linee del corpo. La vera differenza rispetto al 914 era il motore da 2,4 litri dalla 911S con 190 cavalli a 6500 giri.
Delle 11 vetture prodotte, nove furono equipaggiate come detto con il propulsore boxer 2,4, capace di spingere la vettura ad oltre 230 kmh, mentre due furono equipaggiate con il boxer da 2,7 litri da 210 cv, lo stesso della 911 Carrera RS del 1973. In questa configurazione, la 916 raggiungeva i 250 kmh. La 916 pesava 165 chili meno della 911S.
Ne sono rimaste 7. Se ne volete una viene sui 500 mila dollàri con il 2.7.

PORSCHE 911 S 2.4 1974 - PORSCHE COLLECTION DeA uscita 26 - GIALLO MB - 1/43 by HIGH-SPEED (


Smile





FIAT 127 1971 - NOREV - VERDE M 1/43 serie Fiat Story - Hachette uscita 4

FIAT 130 COUPE 1971 - STRARLINE MODEL - BLU - M - 1/43 - Fiat Story - Hachette uscita 5

FIAT 128 RALLY 1971 - MEBETOYS ref. A-60 - ROSSO MB 1/43

AUTOBIANCHI A112 ABARTH 1971 - MEBETOYS ref. A-58 - M - 1/43

ALFA ROMEO ALFA SUD 1971 - MEBETOYS ref. A-57 - ARANCIO - M 1/43

Shocked





LAMBORGHINI MIURA SV 1971 - MONDOMOTORS ref. MM53079 VERDE MB - 1/43

Sul fondino è definita S ma questa è la SV del 71, non ha le palpebre ai fari e le "guranizioni" lucide attorno ai finestrini. Basta informarsi.

MASERATI BORA 1971 - La MASERATI MODELLI CHE HANNO FATTO LA STORIA uscita 19 - GIALLO - 1/43 by Grani & Partners Spa

INTERMECCANICA INDRA 1971 - PILEN ref. 343 - VERDE MET. MB

FERRARI 365 Daytona 1971 - DETAILCARS ref. 285 - MB 1/43


Arrow




AUTHI Mini 1275 GT 1971 - PILEN ref. 319 - M - 1/43
[Mini (MKIII) 1275GT 1971-1973 (Mini 1275 cc)]

AUTHI (Automoviles de Turismo Hispano Ingleses) la corrispondente "Innocenti" ispanica.


SEAT 127 1971 - PILEN ref. 333 - MB 1/43


Razz




ALPINE RENAULT A 310 1971 - DINKY TOYS France ref. 1411 - ROSSO - MB 1/43

RENAULT ALPINE A 310 1971 - SOLIDO ref. 192 - VERDE MB 1/43

La A310 fu presentata nel 1971 al Salone di Ginevra come sostituta della A110. Rispetto a quest'ultima, però, la A310 voleva anche essere un richiamo alla GT4, una coupé a 2 posti più 2 prodotta fino a fine anni sessanta e con la quale la A310 condivise il telaio.
Non ebbe molto successo forse a causa dei motori poco potenti da 1600 cc.
Ma nel 1976 dopo essere stata acquisita per intero dalla Renault, arrivò un restyling della vettura e in questa occasione la A310 perse il suo 1.6 a 4 cilindri, ritenuto inadeguato per una vettura del genere, e ricevette il PRV V6 da 2664 cm3, che sulla A310 era in grado di erogare 150 CV a 6000 giri/min, con un picco di coppia di 208 N·m a 3500 giri/min. Ciò era reso possibile da una profonda rivisitazione del tranquillo V6 da 125 CV preso dalla R30. Tale nuova motorizzazione spinse i tecnici ad adottare anche nuovi freni a disco anteriori autoventilanti.
La velocità massima era di 220 km/h, il che la poneva in concorrenza con la Porsche 911, con la quale condivideva l'architettura costruttiva.
Nel frattempo la A 110 era sempre in vendita (prodotta dal 1962 al 1977).


Razz



DATSUN 240Z 1969 - DelPrado Collection uscita 48 - amaranto scuro - 1/43 - Serie 'CAR COLLECTION'

SAAB 96 V4 1967 - DINKY TOYS GB ref. 156 - ROSSO MET. - VG - 1/43

RENAULT 17 TS 1971 - SOLIDO ref. 196 - BLU MET MB - 1/43

Questa è la seconda versione fatta dalla Solido ha il marchio e le scritte Renault e le luci di posizione in rilievo.

RENAULT 5 TL 1972 - MEBETOYS ref. A-69 - NOCCIOLA M - 1/43


Cool





TRIUMPH DOLOMITE 1850 AUTOMATIC 1972 - VANGUARDS ref. VA53005 - MB - 1/43 ed. lim. n°3084

LAND ROVER 88 1971 - POLISTIL ref. EL 66 VERDE - M - 1/43
3° SERIE CON PORTA PACCHI CON TANICHE


Shocked







UAZ 469B 1972 - RADOM/TANTAL - VERDE - MB - 1/43

UAZ 469B 1972 - POLISTIL ref. EL 67 - ARANCIO M 1/43


Laughing

**

CITROEN Camargue Bertone GS 1972 - NOREV 182 GIALLO VG 1/43 - Norev Jet-Car Series-D - ha i cerchi ruota diversi dalla 714 della serie Jet car con le ruote veloci - il prototipo di Bertone fu presentato a Ginevra nel marzo 1972 - quattro cilindri da 1.015 cc boxer raffreddato ad aria.
** aggiunto il 15 luglio 2012
_________________

Do I look like a man who can be intimidated?
Φ


Ultima modifica di lombricoferoce il 11 Set 2012 12:13 pm, modificato 8 volte in totale
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage Skype
 
 MessaggioInviato: 11 Mar 2012 08:37 pm Adv
Messaggio
  Adv









 
 MessaggioInviato: 18 Mar 2012 07:41 pm Complicity 4444
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  lombricoferoce

Site Mod
Site Mod





Età: 69
Registrato: 31/10/10 08:40
Messaggi: 8145
lombricoferoce is offline 

Località: Piovarolo di Sopra - Adriatisches Küstenland
Interessi: Modellismo in particolare obsoleti, storia, storia dell'auto, fuoristrada
Impiego: Tecnico software/hardware
Sito web: http://www.munga.it/


NULL

Laughing

Tre Fiat conosciutissime




FIAT 132 1972 MERCURY ref. 313 - BLU MET. - M - 1/43

FIAT 126 1972 MEBETOYS ref. A-62 - VERDE CH. - M - 1/43

FIAT X1/9 1972 - SOLIDO ref. 33 - ROSSA - EMB - 1/43
I suoi cerchi si son fusi e li ho sostituiti tanto tempo fa.


Laughing





ALFA ROMEO ALFETTA 1972 - MEBETOYS ref. A-76 - OCRA CHIARO - M - 1/43

ALFA ROMEO ALFETTA 1.8 1972 - PROGETTO K ref. PK212 - MB 1/43 - CARABINIERI

Confused



SEAT 600 L 1973 - PILEN ref.335 - BIANCO - MB - 1/43



Confused





LAMBORGHINI URRACO 1972 - MEBETOYS ref. A-47 - VERDE met. - M - 1/43

MASERATI MERAK 1972 - La MASERATI MODELLI CHE HANNO FATTO LA STORIA usc. 20 - 1/43 - by Grani & Partners Spa


Twisted Evil





B.M.W TURBO 1600 1972 - SCHUCO ref.301613 - ARANCIO - MB - 1/43

MERCEDES BENZ 350 SL 1973 - DelPrado Collection usc. 28 1/43 - Serie 'CAR COLLECTION'


Neutral





PORSCHE 911 CARRERA RS 1973 - SOLIDO ref. 24 - BRONZO DOR. - MB - 1/43

PORSCHE 911 CARRERA RS 1973 - PORSCHE COLLECTION - DeA usc. 13 AZZURRO- 1/43 -by HIGH-SPEED


Crying or Very sad





B.M.W 2002 TURBO 1973 - SOLIDO ref. 28 - GRIGIO MET. - MB 1/43

VOLKSWAGEN 1303 Jeans 1973 - MEBETOYS ref. A-88 - MB - 1/43


Wink







VOLGA GAZ 24 1973 - RADOM/TANTAL ref. A14 - VIOLA SC. - MB - 1/43

MOSKVITCH 408 1974 - RADOM/TANTAL ref. A1 - BIANCO SPORCO - M - 1/43

MOSKVITCH 426 1974 - RADOM/TANTAL ref. A3 - BLU AVIAZ. M - familiare

MOSKVITCH 427 PICKUP 1974 - RADOM/TANTAL ref. A19 - VERDE - MB - 1/43

IZH 1500 COMBI 1974 - RADOM/TANTAL ref. A12 - GIALLO MB - familiare




Wink

MOSKVITCH 412 1974 - NOVOEXPORT ref. A2 - BIANCO SPORCO - M - 1/43

MOSKVITCH 433 (1964 - 1975) - RADOM/TANTAL ref. A5 - VERDE - MB - 1/43

MOSKVITCH 412 (1967 - 1976) - RADOM/TANTAL ref. A2 - VERDE - MB - 1/43


La MOSKVITCH nasce nel 1929 e produceva veicoli Ford. Durante la guerra produsse armi e nel dopoguerra avendo acquisito le fabbriche Opel ricominciò con una copia ossia con la Moskvic 400 basata sulla Opel Kadett. Fu molto prolifica, in special modo da 1950 al 1980, fino a che nel 2001 venne interrotta la produzione e l’azienda andò in bancarotta. Nel Dicembre 2006 venne messa all’asta e il nuovo proprietario diventò il gruppo finanziario “Metropol”, ma nel 2007 il tentativo di riaprire la produzione delle vetture con il nuovo marchio Avtoframos che dal 1998 cominciò la produzione per conto della Renault del modello Renault Logan (uguale in tutto alla Dacia Logan) non riuscì a decollare costringendo a chiudere di fatto i battenti fisicamente e legalmente i battenti nel 2007.
Venendo alla 408 è la terza serie della Moskvitch (1965—1986)
La Moskvitch-408 (nota anche come M-408) è una vettura media per famiglia prodotta dalla sovietica MZMA / AZLK tra il 1964 e il 1976, era una 3 volumi ideali per trasportare comodamente una famiglia. Definita come la "terza generazione" delle Moskvič, rimpiazzò la 407 / 403 e la produzione, iniziata negli stabilimenti AZLK, proseguì in quelli della Izh Auto dal 1966. Dal 1964 cambiò leggermente linea posteriormente e internamente. Veicolo a trazione posteriore 1358 cc, 50 cavalli e dotata di un innovativo sistema di autoregolazione dei freni. Nel 1969 fu equipaggiata di servofreno. Durante il 1966 al 1976 le Moskvich furono prodotte anche dalla IZH nella città di Izhevsk che produceva armamenti. La Izh Comby era basata sul furgone della Moskvich M-412.
La 408 è una tradizionale trazione posteriore con un motore di 1358 cc OHV da 50 CVLa 412 era nata come versione più lussuosa e montava un 1500 cc. Nel 1969 la Moskvitch fu equipaggiata con il servofreno. La vettura veniva venduta ad un prezzo pari a 608 euro odierni. Molto cara per l’epoca anche per l’Ovest.

Moskvitch 408 Tourist (prototipo cabriolet, sulla base 408) (1964)
Moskvitch 426 (1966 - 1975): versione familiare della 408.
Moskvitch 433 (1964 - 1975): versione delivery della 408.
Moskvitch 412 (1967 - 1976): vettura anche esportata all'estero che fu un miglioramento della 408 sia estetico (fari rettangolari e maschera frontale più moderna) sia dal punto di vista meccanico. Il motore di quasi 1500 cc venne copiato dal B.M.W M115 e riuscì a portare la vettura a 140 km/h con una accelerazione da 0 a 100 km/h in 19 secondi.
Moskvitch 427 (1968 - 1975): 412 in versione familiare.
Moskvitch 434 (1968 - 1975): 412 in versione delivery.
Moskvitch 1360 (1970)
Moskvitch 1500 (1970)
Moskvitch serie 2140 (1976 - 1988): 412 con alcune modifiche estetiche: griglia anteriore del radiatore color nero, specchietti e il logo AZLK (scritto in cirillico) al posto di Moskvitch. Il motore era un 1478 cc di cilindrata. Differenti sottoversioni tra cui una sportiva, una lussuosa (lux) e una delivery:
Moskvitch 2140 (1976-1986) (l'ultima evoluzione della "412" esportata come Moskvitch 1500)
Moskvitch 2137 (versione familiare della 2140) (1976-1986)
Moskvitch 2136 (simile alla 2137, ma con il motore della 408) (1976)
Moskvitch 2733 (versione delivery della 2136)

Moskvitch 2734 (versione delivery della 2140) (1976-1981)
Moskvitch 2138 (simile alla 2140, ma con il motore della 408) (1976-1982)
Moskvitch 2140SL (1981-1986) (versione migliorata della 2140, Moskvitch 1500SL - Super Lux)
"Bolivar" (prototipo di carro attrezzi, sulla base 2140)Moskvitch 2138, 2136, 2733 (1976 - 1985: identiche alla 2140 ma con motorizzazione di cilindrata 1360 cm³. La 2138 era la versione 3 volumi, la 2136 era la versione familiare e la 2733 era la versione delivery.

Moskvitch 1500M Pickup: la AZLK a Mosca non costruì molti pickup, esportati solo in pochi paesi.
La Izh iniziò a produrre le pick up.
Con Izh Auto si intende un ramo d'azienda della Izhmash che produttrice di autovetture a Izhevsk. Lo stesso gruppo produce inoltre motocicli e armi (ad esempio i molto conosciuti Dragunov e AK-47).
La Moskvitch dunque, fu prodotta anche dalla Izh che iniziò la sua produzione automobilistica solo a metà degli anni 60, con dei modelli che erano praticamente delle Moskvitch di quel periodo, inizialmente con un propulsore di 1360 cc. a camme in testa mosso da ingranaggi (50 cavalli), ed in seguito con un 1478 cc. dotato di una tradizionale catena per la distribuzione, 75 cavalli di potenza. Produsse anche la versione furgone "2715", fino a qualche anno fa molto diffusa in Russia ed anche in Cina (è stata prodotta fino al 1998)
• 1966 - 1973 - Moskvich 408 (per conto della "Moskvich OAO"): auto che riscosse un discreto successo e che riuscì a competere con le auto del mercato straniero
• 1967 - 1997 - Moskvich 412 (per conto della "Moskvich OAO"): nata dall'ammodernamento della Moskvich 408 della quale riuscì ad ereditare la semplicità della meccanica e la durabilità e con un abitacolo più spazioso capace di tenere 5 persone comodamente. Nacque una variante sportiva che vinse competizioni sovietiche e straniere.
• 1968 - 1973 - Moskvich 434 (per conto della "Moskvich OAO"): versione van della Moskvich 426 (prodotta da Moskvich).
• 1972 - 1997 - Izh 2715: prima vettura con marchio ufficiale "Izh". Veicolo di lavoro in versione van molto spazioso.
• 1973 - 1997 - Izh 2125: si tratta di una berlina 2 volumi con portellone posteriore grosso e ampio bagagliaio ma che non riscosse un grande successo rispetto altri modelli nonostante 20 anni di produzione.
• 1974 - 1997 - Izh 27151: versione pickup della 2715, dotato di sospensioni più robuste per i terreni più accidentati ed esportato in Sud America con il cassone maggiorato.

Negli anni 60 queste vetture erano pure assemblate, assieme alle Volga, in Belgio dalla Scaldia Volga SA, frutto dell’accordo tra l’importatore belga NV Sobimpex e la Moskvitsi. Le Volga In pratica erano completate nel porto di Anversa, dove arrivavano solo con il cambio ma senza motore che veniva montato dopo a Bruxelles ed era un Perkins. La stessa cosa succedeva per Moskvich. Nei paesi bassi la Volga era molto in uso presso le compagnie di Taxi .

La Moskvitch era pure “costruita” in Bulgaria dal 1966 al 1999, seguendo lo sviluppo ed i cambiamenti che la Izh apportava nello stabilimento madre moscovita. La fabbrica era o è a Lovech nei Balcani e assemblava la Moskvitch 408, poi sostituita dalla Moskvich Rila che era la 412 e dalla Aleko.

Confused



TRIUMPH DOLOMITE SPRINT 1973 - VANGUARDS ref. VA53000 - GIALLO/NERO - MB - 1/43

TRIUMPH DOLOMITE SPRINT 1974 - VANGUARDS ref. VA53006 - BIANCO NERO - MB - 1/43 - NOTTINGHAMSHIRE CONSTABULARY - ed. lim n°2513

CATERHAM SUPER SEVEN 1973 - KYOSHO ref. 3151G - VERDE/METALLO - MB - 1/43


Wink




LANCIA BETA 1.8 1973 - POLISTIL ref. E 41 - GRIGIO MET. - M - 1/43

LANCIA BETA COUPE' 1973 - SOLIDO ref. 52 - GRIGIO MET. - MB - 1/43


Laughing




FERRARI 365 GTC 4 1973 - MEBETOYS ref. A-50 - GRIGIO MET. - M - 1/43

DINO FERRARI 308 GT4 1973 - POLISTIL ref. EL 58 - GRIGIO MET. - M - 1/43



Surprised





MATRA BAGHEERA 1973 - NOREV ref. 136 - CREMA - M - 1/43

LIGIER JS2 MASERATI 1973 - NOREV ref. 718 - BRONZO - MB - 1/43



Laughing Razz






FIAT 131 1974 - MERCURY ref. 1 - ARANCIONE - M - 1/43

FIAT 1107 AD AR 74 1974 - POLISTIL ref. EL 70 - BLU MET. - M - 1/43
CAMPAGNOLA PASSO LUNGO



Wink






ALFA ROMEO ALFETTA GT 1974 - MERCURY ref. 306 - M - 1/43

ALFA ROMEO GIULIA NUOVA Super 1974 - MEBETOYS ref. A-3 - VERDE MET. - MB - 1/43 - Serie Europa - ruote veloci


Shocked






INNOCENTI MINI 90 1974 - MEBETOYS ref. A-108 - ROSSO - M - 1/43

MASERATI KHAMSIM 1974 - La MASERATI MODELLI CHE HANNO FATTO LA STORIA usc. 09 - MB 1/43 - by Grani & Partners Spa


Arrow


TUTTI i codici alfanumerici utilizzati dalla produzione TANTAL-RADON.jpg
 Descrizione:
Per chi interessa i codici della RADOM/TANTAL
 Dimensione:  78.71 KB
 Visto:  7308 Volte

TUTTI i codici alfanumerici utilizzati dalla produzione TANTAL-RADON.jpg



_________________

Do I look like a man who can be intimidated?
Φ


Ultima modifica di lombricoferoce il 24 Dic 2017 11:59 am, modificato 16 volte in totale
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage Skype
 
 MessaggioInviato: 18 Mar 2012 09:06 pm  
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  cars99

Users




Sesso: Sesso:Maschio
Età: 27
Registrato: 20/09/11 15:08
Messaggi: 6063
cars99 is offline 

Località: Zoagli(Ge)
Interessi: modellismo
Impiego: studente
Sito web: http://www.amgforum.it


italy

sempre ottimi pezzi, complimenti!
_________________
Profilo Messaggio privato HomePage Indirizzo AIM Yahoo Messenger MSN Messenger Skype
 
 MessaggioInviato: 18 Mar 2012 09:35 pm  
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  ferrarista56

Users




Sesso: Sesso:Maschio
Età: 62
Registrato: 28/12/09 17:36
Messaggi: 10263
ferrarista56 is offline 

Località: brescia
Interessi: ferrari 1.18
Impiego: carrozziere
Sito web: https://www.facebook.c...


italy

ciao " lombrico " troppa grazia in una volta mi ci vuole tutta la sera a guardare i tuoi meravigliosi modelli, ottimi come sempre , splendide riproduzioni.ottima la seicento e si apre tutta , belle le memorabili alfette nella varie configurazioni . particolare la serie delle vetture russe , indimenticabili le fiat. ottime la maserati merak e la lamborghini urraco . belle le coupè francesi e quelle italiane , splendida collezione infinita ... ciaoooooo alla prossima ....

Profilo Messaggio privato Invia email HomePage
 
 MessaggioInviato: 19 Mar 2012 01:59 pm Complicity 
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  franciazzi

Users




Sesso: Sesso:Maschio
Età: 54
Registrato: 09/12/09 09:44
Messaggi: 221
franciazzi is offline 

Località: Ardea





italy

lombricoferoce ha scritto:
Laughing





MOSKVITCH 408 1974 - SARATOV ref. A1 - BIANCO SPORCO - M - 1/43

MOSKVITCH 426 1974 - SARATOV ref. A3 - BLU AVIAZ. M - familiare

MOSKVITCH 427 PICKUP 1974 - SARATOV ref. A19 - VERDE - MB - 1/43

IZH 1500 COMBI 1974 - SARATOV ref. A12 - GIALLO MB - familiare

Confused

Arrow



Lombrix, in questo gruppetto te ne sei dimenticata una, e siccome quelle lì le ho tutte, mi permetto umilmente di completare io la didascalia:

GAZ 24 VOLGA 1970 - SARATOV ref. A14 - ROSSA M 1/43

bye
Profilo Messaggio privato
 
 MessaggioInviato: 19 Mar 2012 08:54 pm  
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  lombricoferoce

Site Mod
Site Mod





Età: 69
Registrato: 31/10/10 08:40
Messaggi: 8145
lombricoferoce is offline 

Località: Piovarolo di Sopra - Adriatisches Küstenland
Interessi: Modellismo in particolare obsoleti, storia, storia dell'auto, fuoristrada
Impiego: Tecnico software/hardware
Sito web: http://www.munga.it/


NULL

L'ho aggiunta e spostato il gruppo mentre scrivevi, se scrivo cazzate sulle russe e & c dimmelo, grazie. Very Happy

Non è rossa. Rolling Eyes


Cool .... e dalla Russia passo con disinvoltura, aprendo una parentesi, ad un'altra nazione legata in qualche modo ad essa, a causa delle isole Curili …. il Giappone, ecco una giugia-nippo-italica …..



Ghia Isuzu 117 Sport - Politoys serie Export ref. 544 (1968)



In sintesi, più o meno … due notiziole la Isuzu 177 coupé:
presentata al salone di Ginevra del 1966. Esce dalla matita di Giorgetto Giugiaro da poco passato alla Ghia (1965) proveniente da Bertone e si ispira abbastanza chiaramente alla Dino Fiat coupé di Bertone nata pure lei 1966 (la Dino Fiat Spider era Pininfarina).
Dunque ... commercializzata a partire dal 1968 viene prodotta alla media di 50 esemplari al mese. Era equipaggiata con un motore 4 cilindri in linea superquadro, alesaggio 82 mm e corsa di 75 mm, 120 CV a 6400 giri min., derivato dalla Bellett, auto decisamente brutta. L’alimentazione è gestita da due carburatori Solex-Hitachi doppio corpo 40 PHH. Il cambio è manuale a 4 rapporti e la velocità massima è di 190 km orari . A questa versione si affiancavano la EC, con motore ad iniezione elettronica Bosch portato a 130 CV, e le più tranquille 1800 e 1800 N, con motore di 1817 cc, monoalbero a carburatore, rispettivamente di 115 e 100 CV (lo stesso impiegato sulla berlina Florian, altra bruttona)
Nel 1977 sulla 177 fu fatto un restyling al frontale, cambiando la forma dei fari, che diventarono rettangolari (anziché tondi); l'anno successivo debuttò un motore di 2 litri e nel 1979 seguì un Diesel di 2,2 litri. Del medesimo anno è anche la lussuosa serie speciale “117 Giugiaro” così chiamata per omaggiare il designer italiano.

La produzione terminò nel 1981, dopo 86.192 esemplari prodotti.
A sostituirla fu la Isuzu Piazza (1981 - 1992), anch'essa disegnata da Giugiaro, una coupé a 2 porte con portellone posteriore (liftback coupé). Riguardo a quest’ultima, diciamo che il buon Giorgetto ha fatto di meglio …. Comunque fu venduta sia in America e sia in Australia dalla Holden (GM ). L’ultima serie è decisamente la più ben riuscita esteticamente parlando.

Cool
_________________

Do I look like a man who can be intimidated?
Φ


Ultima modifica di lombricoferoce il 10 Mag 2013 12:55 pm, modificato 2 volte in totale
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage Skype
 
 MessaggioInviato: 19 Mar 2012 11:03 pm  
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  lombricoferoce

Site Mod
Site Mod





Età: 69
Registrato: 31/10/10 08:40
Messaggi: 8145
lombricoferoce is offline 

Località: Piovarolo di Sopra - Adriatisches Küstenland
Interessi: Modellismo in particolare obsoleti, storia, storia dell'auto, fuoristrada
Impiego: Tecnico software/hardware
Sito web: http://www.munga.it/


NULL

Sad




CITROEN CX 2200 1974 - SOLIDO ref. 29 - BLU MET. - MB 1/43

L'erede della mitica DS ma non così comoda.



Twisted Evil






VOLKSWAGEN GOLF 1974 - SOLIDO ref. 19 - VERDE MB 1/43

AUDI 50 1974 - SCHUCO ref. 48A3/622 - ARANCIO MB 1/43




Smile



PORSCHE 911 CARRERA RSR 2 1974 - PORSCHE COLLECTION DeA usc. 18 - ROSA SC. - 1/43 - by HIGH-SPEED

PORSCHE 911 930 TURBO 1974 - DelPrado Collection usc. 39 - ROSSO - 1/43 - Serie 'CAR COLLECTION'



Mr. Green






RENAULT R30 1975 - SOLIDO ref. 30 - BLU MET. - MB 1/43

AUSTIN PRINCESS 2000 1979 - HELLER kit - AMARANTO NERO 1/43 - kit in plastica

SEAT 133 1975 - IXO MODELS X ALTAYA - VERDE MB 1/43



Mr. Green





PORSCHE 924 1975 - MEBETOYS ref. A-93 - BIANCO M 1/43

B.M.W 320 1975 - MEBETOYS ref. A-103 - BIANCO VG 1/43


Surprised





TRIUMPH TR7 1975 - DINKY TOYS GB ref. 211 - ROSSO VG 1/43

Ho fatto la sciocchezza, dopo averla comperata, di cambiarle le ruote che in origine sono veloci. Peccato.


Crying or Very sad






LAMBORGHINI COUNTACH SS - 1975 RECORD - kit - NERO 1/43

la foto non le rende giustizia Crying or Very sad

FERRARI 512 BB 1976 - BURAGO ref. 4133 ROSSO/NERO - RMB 1/43
è una mia rielaborazione, se fra mille anni qualcuno la aprirà troverà anche il 12 cilindri, il tergi è troppo piccolo ma non avevo altro.

FIAT 128 SPORT 1975 - MEBETOYS ref. A-77 - BLU FRANCIA - MB 1/43


**
PEUGEOT 604 V6 SL 1975 - SOLIDO ref. 40 - BRONZO VG 1/43

FORD FIESTA 1976 - MEBETOYS ref. A-127 - VERDE MET. VG 1/43 RUOTE VELOCI (MATTEL) - era prodotta dall Ford tedesca


Mr. Green






ALPINE RENAULT A110 1600 S 1976 - DelPrado Collection usc. 08 1/43 - Serie 'CAR COLLECTION'

Questa è una terza serie (1976-1978) motore della R16 TX 1647 cc 93 CV.



Smile






CITROEN LN 1976 - SOLIDO ref. 72 - BLU CHIARO M 1/43



Crying or Very sad








LADA NIVA 2121 1976 - RADOM/TANTAL ref. A20 (anche con il rimorchio) - MB 1/43


Costruita dalla AvtoVAZ la Lada Vaz 2121, meglio conosciuta come "Niva" è stata presentata nel 1976, dopo anni di studi prove e prototipi. E' un fuoristrada robusto che in Italia non ha avuto molto successo per la carenza di assistenza adeguata e la lentezza per procurarsi i pezzi di ricambio.
Almeno così dicevano quelli della mia zona. Aveva o ha scarsa protezione sotto ed nel fuoristrada impegnato è necessario un occhio di riguardo ai differenziali, specialmente a quello centrale.
Non era parca nei consumi tant'è che se non erro ci montavano un Diesel.
Oltre confine è molto stimata.
Prima del crollo dell'Unione Sovietica la Niva veniva fornita di una cospicua dotazione di attrezzi, custoditi in un astuccio di cuoio. La dotazione comprendeva: 2 cacciacopertoni, una pompa per gonfiare le gomme (a camera d'aria), una lampadina di emergenza da collegare nell' apposita presa sita nel vano motore, un manometro, una limetta e un calibro per puntine platinate e candele, un set di chiavi inglesi, una pinza, cacciaviti e una manovella per l'avviamento manuale.
la manovella per l'avviamento manuale, che agevolava la partenza nei climi artici, è scomparsa a partire dalle versioni ad iniezione elettronica, tuttavia ancora nella prime 1.7 SPI è possibile trovare nella scocca il caratteristico foro d'inserimento, situato proprio sotto il paraurti anteriore.

Attualmente lo storico marchio Niva è stato ceduto alla Chevrolet (gruppo GM), mentre il modello classico di Niva continua ora ad essere prodotto con la denominazione di Lada 4x4 per i mercati nord europei mentre nel resto dell'Europa la vettura continua ad essere chiamata Niva.

Il modellino è un piccolo gioiello ha pesino i molloni.
Ci fu una seconda serie molto meno curata.
Fondino è cromato fino al 1988, poi nero e come per tutti gli altri modelli della "casa" nel 1986 sparisce il codice dal fondino.

Una nota: tutte le mie considerazioni sui modelli russi o per lo meno la maggior parte non sono farina del mio sacco, conoscevo in maniera superficiale l'argomento, quindi devo tutto o quasi alla conoscenza di franciazzi (Antonio) una vera enciclopedia sull'argomento, che ringrazio ovviamente.

**
ZIL 115 1972 - RADOM/TANTAL ref. 42 NERO M 1/43

ZIL 117 1977 - RADOM/TANTAL ref. 31 NERO MB 1/43



La fabbrica è stata fondata nel 1916 come Avtomobilnoe Moskovskoe Obshchestvo (AMO, Mosca Automotive Society). L’intenzione era avviare la produzione del Fiat F-15 (1.5 ton) su licenza. A causa della Rivoluzione d'Ottobre e la successiva guerra civile russa si giunse al 1° di novembre del 1924 per produrre il primo veicolo, l' AMO-F-15 . Nel 1931 la fabbrica è stata riattrezzata e ampliata con l'aiuto della statunitense AJ Brandt Co. , e cambiò il suo nome in Automotive fabbrica No. 2 Zavod Imeni Stalina (ZIS o ZiS). Dopo che Nikita Kruscev denunciò il culto della personalità di Stalin nel 1956, il nome fu cambiato di nuovo in Zavod Imeni Likhacheva.


ZIL-117 Limousine Sedan. L'ZIL-117 Sedan è stata la limousine ufficiale del partito comunista in origine al "Zavod Imeni Lihacheva", (Lihachev Impianti Industriali). E 'stato prodotto da 1967-1978 e aveva classico stile americano. Caratteristiche incluse 5 posti, 4 porte, chiusura centralizzata, a / c, alzacristalli elettrici, specchi elettrici, volante di inclinazione, un motore V8, 300 CV di potenza e una velocità massima di 118 mph


La Zil-115 era la classica limousine corazzata dei dirigenti del partito e dei pezzi grossi dell'Armata Rossa

2011
Anche la Russia saluta un pezzo importante della sua storia automobilistica. Dopo 85 anni, chiude infatti i battenti per fallimento il mitico marchio Zil (Zavod Imeni Lichacéva), le cui limousine erano sempre state utilizzate dalla nomenclatura del partito comunista sovietico, da Stalin a Breznev. Abbandonata anche dai vertici del Paese (il Presidente Medvedev e il Premier Putin preferiscono viaggiare su Mercedes Classe S), Zil (che ormai assemblava solo camion) non è più in grado far fronte ad un “buco” finanziario di circa 350 milioni di Euro. Il paradosso è che fino a qualche giorno fa (prima di essere licenziato in tronco), l’ex direttore Kostantin Laptev percepiva uno stipendio dell'equivalente di circa 6 milioni di Euro l’anno, superiore ai 5 milioni di Euro chiesti come arretrati dagli operai.

Peccato.



** aggiunto il 15 luglio 2012


Mr. Green





MERCEDES BENZ 280 SE 1976 - SOLIDO ref. 47 - GRIGIO MET. - MB 1/43

SUZUKI SAMURAI 1977 - AHC MODEL ref. 458 MB 1/43

TALBOT HORIZON 1977 - NOREV ref. 780 - VERDINO MET. MB - 1/43



Surprised


ZIL.jpg
 Descrizione:
La produzione Zis / Zil
 Dimensione:  59.18 KB
 Visto:  7234 Volte

ZIL.jpg



_________________

Do I look like a man who can be intimidated?
Φ


Ultima modifica di lombricoferoce il 28 Giu 2013 07:56 pm, modificato 12 volte in totale
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage Skype
 
 MessaggioInviato: 20 Mar 2012 09:25 am  
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  Keep-all

Site Mod
Site Mod




Sesso: Sesso:Maschio
Età: 59
Registrato: 25/07/09 18:30
Messaggi: 2324
Keep-all is offline 

Località: Roma
Interessi: Automodellismo, Bricolage, Letture
Impiego: Libero Professionista



italy

Mi piace che il Franciazzi si rivolge a Lombrico con "umilmente" come se fosse un sovrano. Wink Mr. Green
O perchè sa come è solito rispondere, o per riverenza e rispetto nei confronti della sua copiosa ed importante collezione, o per non essere colpito ingiustamente, essendo anche lui figlio della Lupa. Wink

Domandina..... Rolling Eyes Very Happy
Come si riconoscono l'uno dall'altro i tre modelli Dolomite TRIUMPH della Vanguards, ovvero che uno sia del 1972, l'altro del 1973 e l'altro ancora del 1974 e che la prima bianca sia 1850 AUTOMATIC? Rolling Eyes A me sembrano tutte uguali.....

2a domandina (apparentemente stupida, ma avendo anch'io il modello intonso, non volendolo rovinare, non riesco a toglierla Wink ):
Come si toglie la capottina della Uaz 469B della Saratov? Dovrebbe essere ad incastro?.....

Molto carina la Fiat 600 della Pilen, anche perchè è tutta apribile.
Molto bruttine le Fiat 131 e 132, pur essendo della Mercury: come altri marchi, si sono rovinati con la moda dell'epoca......

Ciiaaooooooooooooooo, Lombricuccioooooooooo! Mr. Green
(Sto insieme a Luigi, ferrarista, su una delle sue tante Ferrari ed è , come solito fare, partito a razzo..... Wink Very Happy )

Albertoooooooooo!!
_________________
La bellezza delle cose che si hanno nella vita è legata all’amore che si impiega nel prendersene cura.
Profilo Messaggio privato Invia email
 
 MessaggioInviato: 20 Mar 2012 11:09 am  666666
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  lombricoferoce

Site Mod
Site Mod





Età: 69
Registrato: 31/10/10 08:40
Messaggi: 8145
lombricoferoce is offline 

Località: Piovarolo di Sopra - Adriatisches Küstenland
Interessi: Modellismo in particolare obsoleti, storia, storia dell'auto, fuoristrada
Impiego: Tecnico software/hardware
Sito web: http://www.munga.it/


NULL

Ecco, come volevasi dimostrare i rompiballe che si spacciano per amichetti di "tastiera".

L'umilmente del tuo conterraneo, che pur essendo tuo conterraneo mi è anche simpatico è un modo gentile per dirmi che avevo "cannato" anche se non era così visto che stavo spostando di posto ... e poi ne sa più lui sui mezzi dell'est (che piacciono molto anche a me, in special modo quelli dell GDR) che tu e te messi insieme.
Cool

In merito alle Dolomite: se è una 1972 non può essere una Sprint e se l'ho scritto ho sbagliato (ma non so di quale parli), in quanto la Sprint è stata presentata nel 1973.
Per quella della polizia potrei dirti che ho verificato sui registri della contea via web, ma non è così.

Faccio riferimento ai foglietti che stanno all'interno della confezione e che spiegano il modello ed in quello della polizia c'è scritto 1974.
Tra l'altro la Sprint si vedeva in una serie televisiva inglese trasmessa pure nella calzatura mediterranea.
Più avanti pubblicherò una color azzurro elettrico e quella so per certo che è un 1978 o più tardi, perché prima esisteva solo il blu Francia ma anche quella ha il suo fogliettino esplicativo.
I colori cambiavano anche secondo "l'anno" quindi se conosci le sigle ti possono esser utili.
Comunque l'anno si sa tramite il numero di telaio ed i tipi di Sprint erano più di uno. C'erano quelle come la mia (nata nel 1978 ed importata in Italia nel '79 e comprata da Franchetto il 9 maggio dello stesso anno da un concessionario di Udine che la fece venire da un concessionario di Belluno che vendeva anche Mercedes) che avevano anche meno compressione per motivi di consumi (balle), c'era l'austerity, ecco il motivo per il quale l'ho fatta "preparare", ora dovrebbe avere sui 150/160 cv DIN al posto dei 129 originali.
La Sprint si distingue subito dalle altre (1300 e 1850) per il tetto in vinile, lo spoiler anteriore, i cerchi in lega ed i vetri azzurrati.

Tra l'altro le Sprint della Vanguards per qualche motivo strano non hanno lo spoiler anteriore che io ho aggiunto alla gialla.

Per info sulle Sprint ma lo sai già ...

http://www.dolomiteclub.it/?cat=1

Vorresti eh ... sapere della Uaz?Razz Razz Razz Razz

Mi sento buono: è ad incastro ha 4 "pirolotti" che entrano nella carrozzeria in 4 forellini, 2 per lato ed un dentino sul montante del parabrezza. Tiri con delicatezza verso l'alto e voilà.




I Mercury son sempre Mercury, miscredente .... ed un modello non si giudica dalle aperture ... non è mica na donna vergogna. Razz Razz Razz Razz

Shalom a te 1_4_2
_________________

Do I look like a man who can be intimidated?
Φ


Ultima modifica di lombricoferoce il 11 Set 2012 12:20 pm, modificato 2 volte in totale
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage Skype
 
 MessaggioInviato: 20 Mar 2012 12:21 pm  
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  Keep-all

Site Mod
Site Mod




Sesso: Sesso:Maschio
Età: 59
Registrato: 25/07/09 18:30
Messaggi: 2324
Keep-all is offline 

Località: Roma
Interessi: Automodellismo, Bricolage, Letture
Impiego: Libero Professionista



italy

1_4_2_3

Poi ditemi se non ho ragione che Lombrix non debba diventare il "provocatore del forum", potrei dire del web, visto che gironzola ovunque, lasciando segni della sua "Xfida" presenza. Wink
E poi stai attento a Franciazzi: se prende confidenza, è peggio di me....anche se ultimamente è un pò giù di tono. Eppure non dovrebbe visto che, dopo le russe, se la fa con una bella tedesca! Wink ....che però nessuno finora ha visto.
Certo che anche il buon Antonio in quanto a foto.....e a pubblicare..... Embarassed non si spreca di certo.

Tutto il discorsetto sulla Dolomite è giusto per farmi capire che sai tutto di lei, ma non mi convince a livello modellistico. Question Ora controllo, meglio, ma a me sembrano tre modellini perfettamente identici, spacciati per diversi uno dall'altro. Se è così, allora, era meglio che ne avessi uno solo, no? Wink
Comunque, i foglietti, all'interno, sono come i "bugiardini" delle medicine. Anche questi li chiamerei così, perchè non è detto che dicano sempre la verità! Wink

Ma con una collezione come la tua, ci vai in puzza se dico che la Fiat 132 della Mercury è bruttina, soltanto perchè è Mercury ed è la tua? Mr. Green
L'altro giorno, da Toyssimi, avrei potuto prenderla, ma dal vivo è ancora peggio. D'accordo, è un obsoleto, ma avendo l'edicoloso, mi basta così.....pur essendo un Keep-all, non c'è l'ho fatta, anch'io ho un cuore per sentire....
Smile felice 3
Io veramente le donne le giudico, se non le conosco, dalla carrozzeria e dalla linea. Poi, se conoscendole, hanno anche aperture e soprattutto motore, allora quasi quasi...."Mi gioco le Pilen!" Mr. Green....le tue ovviamente.
1_2_4

Buon pranzo, Lombricuccio. Che ti spazzoli?
Alberto
_________________
La bellezza delle cose che si hanno nella vita è legata all’amore che si impiega nel prendersene cura.
Profilo Messaggio privato Invia email
 
 MessaggioInviato: 20 Mar 2012 01:10 pm  
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  lombricoferoce

Site Mod
Site Mod





Età: 69
Registrato: 31/10/10 08:40
Messaggi: 8145
lombricoferoce is offline 

Località: Piovarolo di Sopra - Adriatisches Küstenland
Interessi: Modellismo in particolare obsoleti, storia, storia dell'auto, fuoristrada
Impiego: Tecnico software/hardware
Sito web: http://www.munga.it/


NULL

Non raccolgo le tue "basse" insinuazioni che scivolano tutte sul piano inclinato della mia più assoluta indifferenza e quindi mi dedico un po' alla storia dei modellini russi ... ovviamente scopiazzata. Wink




=-> Russian Scale Models: Un po' di notizie sui modellini fabbricati nell'ex Unione delle Repubbliche Socialiste Sovietiche (URSS) - CCCP

Preso dal forum nonsolomodellini
http://nonsolomodellini.forumattivo.com/

I commenti sono di Alessandro/eigi il patron del forum e di Antonio/franciazzi che gira pure da queste parti




eigi :
(Perchè Saratov,Tantal e Radon non sono veri e propri marchi)

TANTAL e RADON

Nel periodo sovietico l'associazione Tantal, a Saratov, e lo stabilimento Radon erano il fulcro della produzione russa di una vasta gamma di modelli in pressofusione in scala 1:43, iniziata già nei primi anni '70.
Tutti i modelli riprodotti erano di origine russa. La maggior parte venivano fusi presso lo stabilimento Radon, altri, tipo Lada, UAZ e Moskvitch 403, venivano manufatti in altri luoghi.
In origine non esisteva un marchio di produzione come normalmente inteso in senso “occidentale” , ossia con il nome di un produttore, ma i modelli erano commercializzati e conosciuti con il nome del luogo di provenienza o dello stabilimento di poduzione: ecco allora i “marchi” Saratov, Tantal e Radon, ai quali si aggiungano i meno familiari, per noi, “Auto URSS” e “Zapchastexport” (che suona strano perchè dovrebbe significare qualcosa tipo “pezzo di ricambio!!).

Nel 1994 l'azienda venne ristrutturata, cessò la “dipendenza sovietica”, e la produzione fu affidata a due società indipendenti: Agat, che ha ripreso la produzione della maggior parte dei modelli, e Litan.

AGAT



Agat (con Litan) è uno dei due marchi che hanno preso il posto della vecchia guardia Tantal-Radon-Saratov nella produzione di diecast russi. La gamma proposta, originariamente costituita dai modelli precedentemente in produzione, è stata ampliata sia attraverso l'aggiornamento dei modelli esistenti sia con la presentazione di modelli ex-novo.
Lo stesso modello Lada 2110 della Litan è stato riveduto e corretto da Agat, così come è stata migliorata la finitura e la “difesa” contro il metal fatigue, che nei modelli della produzione “Saratov” dell'ultimo periodo aveva evidentemente fatto danni.
Da segnalare che in alcuni casi i modelli vengono declinati con la dicitura “Tantal Agat Mossar”


ALEXEI PLOTNIKOV

Alexei Plotnikov è un modellista Moscovita che lavora i suoi modelli realizzati a mano in metallo bianco.
LuAz (Volyn) e Zaz sono alcuni dei suoi lavori, in 1:43, in quantità molto limitate e disponibili solo nei negozi specializzati tipo Diecast.ru.

AUTOBAHN
CODICI ALFANUMERICI es. codice BR-58112 oppure BR-45601-04

Autobahn è un marchio recente facente parte del gruppo Bauer, attivo in Russia dal 2006.
La produzione, di mano cinese, è rivolta verso veicoli russi attuali, sia auto che camion, e la qualità è paragonabile ai conosciuti modelli Hongwell/Cararama (Bauer è il distributore in Russia di tale gruppo).

COMPANION

Companion nasce nel 1994 con un trattore MTZ80 tratto da uno stampo Tantal e proposto dapprima in plastica e in seguito in pressofusione. A seguire altri modelli tra i quali anche alcune roulotte.
Attualmente la produzione è totalmente fatta da modelli in plastica e propone praticamente esclusivamente camion e bus russi.


DVIGATEL

Dvigatel, che in russo significa motore, è un marchio Russo (San Pietroburgo) che ha prodotto due soli modelli diecast in scala 1:43 negli anni '70-'80: il minibus RAF 977 e il camion GAZ del 1930 declinato in tre versioni - “AA”, camion a due assi; “AAA”, camion a tre assi; 60 semicingolato.
Lo stesso GAZ AA della Dvigatel è stato poi ripreso dalla Lomo, altro marchio con sede in San Pietroburgo, per ottenere altre versioni.


LOMO

Lomo è un marchio famoso, seppur per altri prodotti che nulla hanno a che fare col modellismo.
Produttore di strumenti ottici fondata a Petrograd nel 1914 (con sede a San Pietroburgo) Lomo produce principalmente microscopi, telescopi, lenti e macchine fotografiche ed è all'origine di una “filosofia fotografica”, la “lomografia”, che racchiude in un motto il senso del suo essere: non pensare, scatta!
Alla fine degli anni '80, chissà perchè chissà percome, ha iniziato a produrre diecast in scala 1:43!!
ZIS e il camion GAZ del 1930 della Dvigatel dal quale ha tratto versioni civili e militari.


ELECON

Elecon è un importante marchio russo di diecast in scala 1:43, attivo dal 1978, con sede a Kazan.
Negli anni '80 era il secondo produttore russo dopo il gruppo Tantal.
La produzione è quasi interamente proiettata verso i camion, contemporanei allo svolgersi dell'attività, ai quali si aggiunge il modellino del primo camion russo, l'AMO F15 del 1924, alcune auto e una nutrita gamma di accessori di contorno.
La qualità dei prodotti di questo marchio risulta essere superiore alla media del prodotto russo e quindi apprezzabile in assoluto.


MINIGRAD

Minigrad è un marchio di San Pietroburgo nato nel 1990 come settore automodello di Scale Ltd., già rivenditore di modellismo e produttore di mezzi movimento terra. All'inizio la produzione era basata sui modelli Agat ed Elecon dai quali venivano tratte versioni diverse; in seguito Minigrad ha sviluppato una propria gamma di veicoli “artigianali”, in resina o metallo bianco, civili e commerciali, sia della Russia moderna che della ex URSS.


NASH AVTOPROM

Nash Avtoprom (che in russo significa "la nostra industria automobilistica") è un marchio molto più conosciuto di quanto si possa credere!!
Questo brand fa parte del gruppo cinese Premium & Collectibles Trading Co. Ltd.che racchiude in se, oltre ai marchi Ixo, Ist, J-Collection e Premium-X anche Hongwell (Cararama) e tutta la produzione di edicolose della DeAgostini, Altaya, Atlas, Eaglemoss, RCS Fabbri, Hachette ed Edition Cobra.
In Russia commercializza modelli economici di auto sovietiche; sovente derivati direttamente da quelli venduti attraverso il canale “edicoloso”, DeAgostini in primis, questi modellini hanno livree aggiornate e diversa scelta di colori.
Pur essendo in origine destinati solo al mercato interno questi modelli sono ordinabili presso il sito del distributore ufficiale.


GAZ e ZIL

In Russia ( ex Unione Sovietica) diverse case automobilistiche hanno commercializzato (forse meglio dire che prodotto) col proprio marchio automodelli dei loro stessi veicoli: ZIL e GAZ ne sono due esempi. Quest'ultima in particolare ha diffuso nel '70 una riproduzione in scala 1:50 della 24 Volga e negli anni '80, questa volta in scala 1:43, la 14 Chaika e la 3102 Volga, modello questo prodotto in pochi esemplari e divenuto oggi una relativa rarità.

Tbilisi (URSS / Georgia)
Copie georgiane POLITOYS in plastica, molto probabilmente utilizzando gli stampi originali.
La Tbilisi ha sicuramente usato stampi Norev, ma forse anche Polistil e Mebetoys.

KHERSON (marca Ucraina che prende il nome dall'omonima città) ha prodotto dall'87 al '95 due modelli di fuoristrada russi, la GAZ 69 e la UAZ 469. In scala 1:43 e interamente in plastica.

Dalla metà degli anni '90 compare il marchio KHERSON MODELS che produce modelli in rame zincato (?) o in resina, in scala 1:43, di veicoli sovietici, GAZ, ZIL, ZIS, il marchio viene utilizzato da un piccolo produttore di modelli "handbuilt"in 1/43 anch'esso con sede a Kherson. La gamma è composta principalmente da veicoli classici sovietici da parte GAZ, ZIL ZIS e. Come i modelli di altri produttori ucraini e come i modelli della Vector o Kimmeria questi modelli sono realizzati in rame zincato o resina, le riproduzioni sono molto accurate.

VECTOR MODELS e KIMMERIA

Sempre negli anni '90 nella stessa città compaiono questi altri due marchi.
Entrambi producono sia modelli sovietici che europei in scala 1:43, in rame zincato o resina, includendo nella propria gamma veicoli standard, commerciali e bus.
I modelli Kimmeria sono stati commercializzati inizialmente col marchio "TECHNO EXCLUSIVE

Altri marchi dall'Ucraina sono:

ALF, che produce in piccola quantità modelli di alta qualità in rame zincato o resina: Zaz e LuAz sono i modelli principali sovietici ma riproduce anche veicoli europei.

PEGAS MODELS, una divisione della ALF che produce modelli dei Vigili del Fuoco e relativi accessori

ELECTROPRIBOR, una fabbrica specializzata in applicazioni elettriche con sede a Kamenets-Podolskiy, che ha prodotto negli anni '80-'90, in scala 1:43, una piccola serie di camion, dumper (MMZ 555, MMZ 4502 e MMZ 4505) e trattori ZIL 130 con semirimorchi pianali o cisterna. Tutti i modelli sono equipaggiati con la stessa cabina, in pressofusione e con apertura del cofano.

TO MODEL, produce modelli in resina in scala 1:43 artigianali.. La gamma comprende sia modelli originali, sia riconversioni didiecast realizzati in Russia. La gamma si basa su auto e camion russi con l'eccezione della Opel Kadett del '38, che è identica alla Moskvitch 400/401 del dopoguerra. Oltre ai veicoli civili produce una vasta gamma di veicoli militari.

Mr. Green Mr. Green



franciazzi

Tantal, approfondiamo un po il tema:
intanto qualche data: i primi modellini in assoluto (Moskvich 408 e 412) sono usciti nel 1971, e per chi non lo sapesse, 408 e 412 nella realtà erano identiche, cambiava solo il motore (1350 e 1500): e infatti, se avete entrambi i modellini, noterete aprendo il cofano che hanno motori diversi.

Mi viene in mente una cosa importante: queste due prime TANTAL (codici A1 e A2) furono fatte copiando pari pari la Moskvich 408 di Dinky France ... ma questo era solo per muovere i primi passi, poi hanno imparato e i modelli successivi li hanno sviluppati in autonomia.

Comunque, per un po' hanno continuato il filone Moskvich, poi nel 1976 una piccola svolta: con il codice A9 sono usciti con la VAZ 2101 (cioè la classica Lada uguale alla 124, per chi non mastica le auto russe), anche se avevano cominciato a progettarla nel 1975.

Un altro momento interessante quando nel 1978 è uscita la prima Russo-Balt (А22: Russo-Balt С 24/40 Torpedo), che nella realtà fu la prima auto fabbricata in Russia, quando ancora stava ben in sella lo Zar...
questo dicevo che fu un momento interessante perché per la prima volta i progettisti di Tantal non crearono un modellino partendo da un esemplare 1:1 in carne ed ossa, come i precedenti, in quanto non avevano a disposizione più nessuna (ormai vecchissima) Russo-Balt. Quindi trovarono in qualche archivio i vecchi disegni di progetto, e si studiarono addirittura anche dei filmati ingialliti e rovinati in cui ci stava addirittura pure lo zar...

Mr. Green

la Moskvich 408 Dinky Toys France ha il ref. 1410 e se non la guardo bene non sembra neanche uguale a quella russa .... non so perchè ma ora che Anonio me lo ha fatto osservare è vero ...






Rolling Eyes



Cool

Approfitto per dire che venivano riprodotte da Tantal-Radon-ecc.ecc. i modelli Moskvich con tutte le varianti di fari: infatti la serie 400 della Moskvich aveva tre diverse configurazioni dei fari, anche contemporanee tra loro:
1) 2 fari rotondi
2) 4 fari rotondi
3) 2 fari rettangolari.
E per lo stesso modello, supponiamo l'M433, che avrebbe il codice A5, esistono (sempre con il codice A5) tutte e tre le versioni di fari.

Per quanto riguarda la Zaz, è corretto quello che hai saputo:
La storia di questo modellino è molto particolare, per certi versi ancora misteriosa:

1) La produzione iniziale fu brevissima (tra il 1977 e il 1978, alcuni dicono addirittura solo pochi giorni ad inizio 1978) e quello che si sa è che furono prodotti solo circa 1000 esemplari (!). Questa serie, che ovviamente è praticamente introvabile, era SENZA aperture e non ho trovato notizie, neanche sui forum russi, sui motivi della sospensione pressoché immediata della produzione.

2) Nei primi anni 90 (ma non so fino a quando, forse 1997), con lo stesso stampo (quindi sempre senza aperture) è stata riavviata la produzione. Il fondino è diverso, nella zona delle sospensioni posteriori, che nella prima serie avevano i bracci a Y, mentre in questa hanno i bracci a L (unica caratteristica per riconoscere le serie a prima vista). Inoltre, proprio questo modellino è l'unico che fa eccezione per la numerazione, nel senso che ha continuato ad averla (A16) sul fondino anche dopo il 1986.

3) Recentissimamente (2006!) è stata riavviata di nuovo la produzione MODIFICANDO lo stampo, aprendo quindi sia il cofano anteriore, sia il cofano motore (che sta dietro in quest'auto...), e creando anche il motore. Questo è il modellino che ha inondato il mercato, ma attenzione, perché anche se ha in più le aperture, ha una qualità della colata pessima (moltissime imperfezioni, grumi di stampaggio, residui, al contrario delle serie senza aperture, che erano pulitissimi e perfetti) e una verniciatura altrettanto pessima. E ha continuato ad avere nel fondino il codice A16...

Spero di esservi stato utile scopiazzando quanto sopra e ringrazio Alessandro ed Antonio 1_4_2



Mentre Alberto/Kepp-all, ops, pardon Keep-all la mia spina preferita ... ha scavato ... o meglio trovato dopo minuziosissime e certosine ricerche ....

"A chi interessa, il forum è questo:
http://tantalradon.ru/
Per poter vedere gli argomenti, bisogna necessariamente iscriversi, quindi mettere un messaggio di presentazione nella sezione ....

Un altro forum è il seguente:
http://ukrmodels.mybb2.ru/index.php
con tutte le sezioni visibili e leggibili.


E poi c'è anche questo, simile ad AM e AMG, visibile a tutti.

http://rcforum.su/showthread.php?t=3016 "



Smile felice Chissà se qualcuno mai leggerà tutta questa roba visto che l'ho inserita il 13 di settembre del 2012, una giornata piovosa e tira la Bora ma io impavido sono andato al lavoro sferzato dalle raffiche e annaffiato dalla pioggia gelata e crudele ....

_________________

Do I look like a man who can be intimidated?
Φ


Ultima modifica di lombricoferoce il 15 Set 2012 07:02 pm, modificato 48 volte in totale
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage Skype
 
 MessaggioInviato: 20 Mar 2012 04:02 pm  
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  franciazzi

Users




Sesso: Sesso:Maschio
Età: 54
Registrato: 09/12/09 09:44
Messaggi: 221
franciazzi is offline 

Località: Ardea





italy

lombricoferoce ha scritto:
Sad



LADA NIVA 2121 1976 - SARATOV - MB 1/43

Costruita dalla AvtoVAZ la Lada Vaz 2121, meglio conosciuta come "Niva" è stata presentata nel 1976, dopo anni di studi prove e prototipi. E' un fuoristrada robusto che in Italia non ha avuto molto successo per la carenza di assistenza adeguata e la lentezza per procurarsi i pezzi di ricambio.
Almeno così dicevano quelli della mia zona. Oltre confine è molto stimata.

Il modellino è un piccolo gioiello ha pesino i molloni.

Mr. Green


Surprised




Mi dispiace un po interrompere queste amabili schermaglie tra vecchi coniugi...
Devo però fare i complimenti all'invertebrato perché ha quello che ritengo (e di gran lunga) il miglior modellino mai fabbricato oltrecortina: Vaz 2121, nota da noi come Lada Niva.
Non so se l'hai mai smontata (per carità non farlo), ma è più complessa dell'Alfa Quattroroute Politoys M, ha un numero incredibile di pezzi, è un capolavoro di meccanica. Anche il meccanismo dello sterzo ha un cinematismo molto simile a quello dell'Alfa Quattroruote.
Poi tu hai anche il rimorchietto originale, e il tutto in condizioni MB.
Spettacolare !!
Profilo Messaggio privato
 
 MessaggioInviato: 22 Mar 2012 07:50 pm  
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  SL85

Users




Sesso: Sesso:Maschio
Età: 33
Registrato: 25/02/10 17:20
Messaggi: 314
SL85 is offline 

Località: Brescia


Sito web: http://www.stradamotiv...


italy

Caspita quanta bella robetta! Era un po che non passavo di qui!
Quante belle italiane, bellissime le Alfa, fra cui il blu acceso della Montreal!
Sono stato sorpreso da alcune presenze ma...la Super Seven?? Very Happy
Profilo Messaggio privato HomePage
 
 MessaggioInviato: 22 Mar 2012 11:30 pm  
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  lombricoferoce

Site Mod
Site Mod





Età: 69
Registrato: 31/10/10 08:40
Messaggi: 8145
lombricoferoce is offline 

Località: Piovarolo di Sopra - Adriatisches Küstenland
Interessi: Modellismo in particolare obsoleti, storia, storia dell'auto, fuoristrada
Impiego: Tecnico software/hardware
Sito web: http://www.munga.it/


NULL

@ per keep ...

Ecco, come volevasi dimostrare i rompiballe che si spacciano per amichetti di "tastiera".

L'umilmente del tuo conterraneo, che pur essendo tuo conterraneo mi è anche simpatico è un modo gentile per dirmi che avevo "cannato" anche se non era così visto che stavo spostando di posto ... e poi ne sa più lui sui mezzi dell'est (che piacciono molto anche a me, in special modo quelli dell GDR) che tu e te messi insieme.
Cool

In merito alle Dolomite: se è una 1972 non può essere una Sprint e se l'ho scritto ho sbagliato (ma non so di quale parli), in quanto la Sprint è stata presentata nel 1973.
Per quella della polizia potrei dirti che ho verificato sui registri della contea via web, ma non è così.

Faccio riferimento ai foglietti che stanno all'interno della confezione e che spiegano il modello ed in quello della polizia c'è scritto 1974.
Tra l'altro la Sprint si vedeva in una serie televisiva inglese trasmessa pure nella calzatura mediterranea.
Più avanti pubblicherò una color azzurro elettrico e quella so per certo che è un 1978 o più tardi, perché prima esisteva solo il blu Francia ma anche quella ha il suo fogliettino esplicativo.
I colori cambiavano anche secondo "l'anno" quindi se conosci le sigle ti possono esser utili.
Comunque l'anno si sa tramite il numero di telaio ed i tipi di Sprint erano più di uno. C'erano quelle come la mia (nata nel 1978 ed importata in Italia nel '79 e comprata da Franchetto il 9 maggio dello stesso anno da un concessionario di Udine che la fece venire da un concessionario di Belluno che vendeva anche Mercedes) che avevano anche meno compressione per motivi di consumi (balle), c'era l'austerity, ecco il motivo per il quale l'ho fatta "preparare", ora dovrebbe avere sui 150/160 cv DIN al posto dei 129 originali.
La Sprint si distingue subito dalle altre (1300 e 1850) per il tetto in vinile, lo spoiler anteriore, i cerchi in lega ed i vetri azzurrati.

Tra l'altro le Sprint della Vanguards per qualche motivo strano non hanno lo spoiler anteriore che io ho aggiunto alla gialla.

Per info sulle Sprint ma lo sai già ...

http://www.dolomiteclub.it/?cat=1

Vorresti eh ... sapere della Uaz?Razz Razz Razz Razz

Mi sento buono: è ad incastro ha 4 "pirolotti" che entrano nella carrozzeria in 4 forellini, 2 per lato ed un dentino sul montante del parabrezza. Tiri con delicatezza verso l'alto e voilà.




I Mercury son sempre Mercury, miscredente .... ed un modello non si giudica dalle aperture ... non è mica na donna vergogna. Razz Razz Razz Razz

1_4_2


@SL85:
Non è una Super seven e non è una Lotus ma una Caterham Rolling Eyes
Dalla Lotus la piccola ditta inglese aveva acquisito i diritti di produzione del design della Lotus Seven nel 1973. Cool
_________________

Do I look like a man who can be intimidated?
Φ


Ultima modifica di lombricoferoce il 13 Set 2012 11:48 am, modificato 2 volte in totale
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage Skype
 
 MessaggioInviato: 24 Mar 2012 07:33 pm Beark ! 
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  lombricoferoce

Site Mod
Site Mod





Età: 69
Registrato: 31/10/10 08:40
Messaggi: 8145
lombricoferoce is offline 

Località: Piovarolo di Sopra - Adriatisches Küstenland
Interessi: Modellismo in particolare obsoleti, storia, storia dell'auto, fuoristrada
Impiego: Tecnico software/hardware
Sito web: http://www.munga.it/


NULL

Mr. Green




TALBOT RANCH 1977 - MEBETOYS ref. A-123 - CAFFE' CH. MB 1/43

La Range Rover dei poveri .... Matra-Simca Rancho o Ranch è un'autovettura prodotta dal 1977 al 1984 dalla Matra e venduta fino all'anno seguente. Derivava dalla Simca 1100 S per muso e pianale il quale veniva allungato nella parte posteriore e rinforzato con longheroni in corrispondenza degli attacchi delle sospensioni.
La carrozzeria era un'unione tra la vettura di partenza (il frontale), e la parte posteriore in vetro resina secondo la tradizione Matra. La sovrapposizione dei due materiali avveniva all'altezza dello sportello anteriore. Gli altri organi meccanici quali dischi, tamburi, servofreno, sterzo, cambio, con rapporti invariati, provengono dalla 1100 Special. Mentre il motore è quello della 1308 GT, lo stesso della Bagheera, con potenza però lievemente ridotta da 85 a 82 CV sempre a 5600 giri min. e coppia massima invariata, un 4 cilindri ad aste e bilanciere con carburatore Weber doppio corpo disposto trasversalmente.

Nel 1982 la Rancho AS sostituisce la Grand Raid. La AS era destinata al il mercato interno e per l'Inghilterra, infatti questa vettura non era dotata di sedili posteriori, permettendo così di essere esenti dall'equivalente francese della tassa auto. Tali veicoli erano abbastanza comuni in Francia.
Il nome cambiò a seconda delle vicissitudini della Simca e della Matra.... comunque dal mese di luglio del 1979, la Matra-Simca Rancho divenne Talbot-Matra Ranch almeno per il mercato italiano ed infatti è conosciuta così in Italia. Rancio, sbobba ... non piaceva ...

Le versioni principali erano:
Base: familiare a due porte più il portellone posteriore sdoppiato, rialzata, con fari anteriori supplementari e fascioni in plastica grezza intorno all'intero corpo vettura.
Grand Raid: equipaggiata con una dotazione specialistica per un utilizzo maggiormente fuoristradistico, come il verricello elettrico anteriore, i fari supplementari davanti ai montanti del parabrezza e la ruota di scorta sul tetto.
X: dalle finiture più eleganti, interni in velluto e dotata di cerchi in lega, contagiri, vetri fumè e verniciatura metallizzata.
BREZZA: aveva l'intera parte posteriore sopra la linea di cintura realizzata in plastica avvolgibile,simile alla Citroen Mehari.
AS (in Francia e Gran Bretagna): identica alla Base ma senza sedili posteriori come già detto.


JAGUAR E TYPE Pirana 1967 POLITOYS ref. 588 1/43 PORTIERA RIFATTA E FISSA

Non dovrebbe stare qua, .... questa stravagante E-Type 4.2 di Bertone nata dalla matita di Marcello Gandini, è stata sponsorizzata dal Daily Telegraph, ed è apparsa al Motor Show di Earl Court nel 1967, ma non è stato ripresa dalla Jaguar. Che sia l'ispiratrice in forma leggermente modificata, della Lamborghini Espada, uscita l'anno seguente? Che si dice derivi dalla gandiniana Marzal.
Fu esposta al New York Car Show e poi al British Motor Show a Montreal.
Aveva alzacristalli elettrici, aria condizionata, rivestimenti in pelle Conolly... ecc.



Piranha o Piraña la famosa trota incazzata del sud America.

PORSCHE 911 SC TARGA 3.0 1977 - PORSCHE COLLECTION DeA usc. 33 - BRONZO CHIARO 1/43 by HIGH-SPEED

Arrow





ALFA ROMEO GIULIETTA 1977 - MEBETOYS ref. A-111 - BLU CHIARO MET. VG 1/43

Fatta in 3 serie dal 1977 al 1985 in circa 380.000 unità
Le motorizzazioni:
Giulietta 1.3 dal 1977 al 1983
Giulietta 1.6 e 1.6L dal 1977 al 1985
Giulietta 1.8 dal 1979 al 1985
Giulietta 2.0 dal 1980 al 1985
Giulietta 2.0 Turbo AutoDelta dal 1984 al 1985
Giulietta 2.0 TD e 2.0 TDL dal 1982 al 1985

Mi piaceva molto

FIAT 850 T - POLISTIL ref. E 24 - M 1/43 - furgone servizio Fiat
prodotta tra il 1964 ed il 1976

FERRARI 308 GTB 1977 - VITESSE ref. 018 - BRONZO DOR. MB 1/43


Razz




B.M.W 635 CSI 1978 - MATTEL ref. 78 1/43

Non è il massimo come modello, l'avevo acquistato per modificarlo ...

PORSCHE 924 TURBO 1978 - PORSCHE COLLECTION DeA usc. 28- 1/43 - by HIGH-SPEED

PORSCHE 928 - 1978 - SOLIDO ref. 49 - GRIGIO MET. - MB 1/43


Laughing




FIAT RITMO 65 1978 - MEBETOYS ref. A-139 M 1/43

Altra Fiat di successo che ha popolato le strade italiane. Prodotta in due serie da l 1978 al 1988 con un numero impressionante di modelli. A me piace la prima serie con il caratteristico paraurti ...

Degne di nota le 105 TC, 125 TC Abarth e la seguente Abarth 130 TC (8 secondi netti da 0 a 100 ). Belle anche le cabrio. Fu prodotta in oltre 2 milioni di esemplari. Proposta anche dalla SEAT.

FIAT 131 RALLY ABARTH 1976 - DelPrado Collection usc. 32 - 1/43
Stradale

Nel 1976 la Fiat presentò la 131 Abarth Rally, la cui versione stradale venne prodotta in 500 esemplari per essere omologata nel Campionato Mondiale Rally. Il motore era un 4 cilindri bialbero derivato dal due litri Fiat e sviluppato dall'Abarth, con distribuzione a sedici valvole e una cilindrata di 1995 cm³ da 140 cv (nella versione stradale), alimentata da un carburatore doppio corpo.

Embarassed




CITROEN 2CV 6 1978 - SOLIDO ref. 56 MB 1/43- FARI QUADRI

CITROEN VISA 1982 - MATTEL ref. A133 - ROSSO M 1/43 - hot wheels

CITROEN MEHARI III serie 1978 - SOLIDO ref. 1834 - ARANCIO MB 1/43

PEUGEOT 305 1978 - MATTEL ref. A133 - BLU CHIARO M 1/43 - serie hot wheels


Cool






TRIUMPH TR7 1978 - DINKY TOYS GB ref. 211 NERO 1/43 - cabriolet

L'elaborazione è stata fatta "all'epoca" da Ugo Valesio un mio amico collezionista di Padova.

TRIUMPH DOLOMITE SPRINT 1978 - VANGUARDS CORGI ref. VA53009 Blu THAITI - MB 1/43 ed. LIMITATA

Surprised





FIAT 124 SPIDER 2000 TURBO 1979 - Spider&Cabrio DeA usc. 5 - NERO 1/43

Nella bruttissima versione americana ....

B.M.W 733I 1979 - GAMA ref. 1115 - MB - 1/43

JAGUAR XJ 12 1979 - SOLIDO ref. 96 - AMARANTO SC. M 1/43

JAGUAR XS 1979 - HELLER kit in plastica

L'erede della E Type ma non ha lo stesso fascino.


Razz






SAAB 900 TURBO 1980 - BURAGO ref. 4101 - M 1/43

MERCEDES BENZ G 1980 POLISTIL BIANCA MB

Decisamente bruttina è a frizione
G sta per Geländewagen, nata con la collaborazione della l'austriaca Steyr-Daimler-Puch che di fuoristrada se ne intende da sempre. Così nasce la società Geländefahrzeug Gesellschaft mbH. La Mercedes mette la parte meccanica che credo venga riveduta per la trazione 4x4 dalla Steyr, come aveva gia fatto con la Panda della Fiat.La Steyr-Daimler-Puch è la responsabile della carrozzeria e dell'assemblaggio che viene fatto negli suoi stabilimenti di Graz.
La Mercedes G (W460) fu presentata nel 1979. Veniva venduta anche con il marchio Steyr.
Ecco le serie:
Serie W460 (1979-91)
Serie W463 (dal 1990) si avvicina ad un suv come concetto
Serie W461 debutta nel 1992 per un utilizzo in campo professionale
Serie W462 indica le vetture della Classe G prodotta su licenza in Grecia dalla ELBO
Nel 1980 una serie W460 viene fornita al Vaticano, la così detta Papamobile.
La G è in produzione da più di 30 anni e con motore Peugeot è in forza in Francia (Peugeot P4).
Nel 2010 è uscita la Classe G Professional.
La produzione della G è prevista fino al 2015

PORSCHE 911 T 1980 - NZG ref. 267 - BIANCO MB 1/43

TALBOT TAGORA 1980 - SOLIDO ref. 1307 - BIANCO M 1/43

Quando la Chrysler Europe era ancora la divisione europea della Chrysler con sedi in Inghilterra e Francia, nel 1976 prese forma il progetto C9 per la realizzazione di un'ammiraglia, erede delle Simca serie 160,180 e 2 litri.
Lo sviluppo, com'era già accaduto per altri modelli, era diviso in due parti. In Inghilterra nell'ex gruppo Rootes veniva disegnata la carrozzeria, mentre in Francia nell'ex Simca veniva progettata la meccanica.
Quando nel 1978 la Peugeot acquisì il gruppo Chrysler Europe, non era minimamente interessata alla C9, poichè con i modelli 604 e Citroen CX copriva già il settore ma il progetto era già in fase troppo avanzata per annullarlo. Venne conservata la carrozzeria seppure bruttina e pure le altre caratteristiche tecniche come la trazione posteriore, le sospensioni a 4 ruote indipendenti, i freni a disco su tutte le ruote e la trasmissione manuale a 5 marce o automatica a 3. Ma la meccanica venne modificata per adottare più componenti Peugeot possibili, come le sospensioni ed i motori. Accanto al 4 cilindri in linea con albero a camme in testa di origine Simca di 2155 cc con115 cv, vennero montati il V6 PRV di 2664 cc in versione a triplo carburatore da 165 CV ed il turbodiesel Peugeot di 2304 cc da 80 CV.
La nuova berlina venne lanciata al Salone dell'Automobile di Parigi del 1980 col nome di Talbot Tagora restò in produzione fino al 1983 con 20 mila auto costruite.


Evil or Very Mad





ALFA ROMEO ALFA 6 1979 - NOREV ref. 430 GRIGIO MET. M 1/43

direi che è piuttosto rara

ALFA ROMEO ALFA 6 1979 - NOREV - GRIGIO MET. 1/43

La riedizione

L'Alfa 6 è nata già vecchia ricalcando la linea dell'Alfetta. Era Motorizzata sia con un 2.5 litri e sia con un 2.000 cc. Usci in due serie con poca fortuna.

2.5 6V - dal 1979 al 1982 6 cilindri a V, benzina di 2.492 cc 158 CV a 6 carburatori Dell'Orto
2.5 6V Iniezione Quadrifoglio Oro - dal 1983 6 cilindri a V, benzina 2.492 cc da 158 cv con iniezione Bosch
2.5 Turbo Diesel 5 - dal 1983 5 cilindri in linea da 2.494 cc con 105 CV motore di origine VM Motori
2.0 6V - dal 1983 6 cilindri a V, benzina 1.997 cc 135 CV 6 carburatori Dell'Orto
Dal 1979 al 1987 ne furono prodotte 12.000.

Idea






LADA VAZ 2107 1975 - RADON/TANTAL ref. A40 BLU CHIARO - MB 1/43

B.M.W 520 1981 - SCHUCO ref. 301617 - ARANCIO MB 1/43

VOLKSWAGEN MAGGIOLINO 1981 - DelPrado Collection usc. 02 BIANCO 1/43 - Serie 'CAR COLLECTION'

Credo riproduca il Maggiolino fatto in Messico visto che è datato 1981 in quanto nel 1978 tutta la produzione viene affidata alle catene di montaggio presenti a Guadalajara, in Messico, ed a São Bernardo do Campo, in Brasile. La produzione del Käfer cesserà nel luglio 2003.


Smile





TALBOT MATRA RANCHO AS 1982 - SOLIDO ref. 1062 - ROSSO NERO M 1/43

RENAULT RODEO 5 1982 - UNIVERSAL HOBBIES - ARANCIO NERO MB 1/43

PORSCHE 911 4X4 1982 - SPILEWAREN ref. MIN361 NERO KMB 1/43 - kit

è un prototipo







FERRARI 308 GTSI 1982 - WESTERN MODEL ref. WP110 ROSSO/NERO MB 1/43

FERRARI 208 TURBO 1982 - MATTEL ref.220 ROSSO MB 1/43

LANCIA 037 1982 - VITESSE ref. 034C - ROSSO MB

MASERATI BITURBO 1982 - La MASERATI MODELLI CHE HANNO FATTO LA STORIA usc. 17 - 1/43 by Grani & Partners Spa


Smile





FIAT CAMPAGNOLA AR 76 1982 - DeA - Carabinieri 1/43 -
CAMPAGNOLA CARABINIERI

FIAT REGATA 1983 - BURAGO ref. 4121 - M 1/43

FIAT UNO 45 1983 - BURAGO ref. 4119 VERDE MIL. IT M 1/43
versione EI RIELABORAZIONE BY Ugo VALESIO (Pd)

Shocked






PORSCHE 911 SC CABRIO 3.0 1983 - PORSCHE COLLECTION DeA usc. 17 1/43 by HIGH-SPEED




Embarassed
_________________

Do I look like a man who can be intimidated?
Φ


Ultima modifica di lombricoferoce il 24 Set 2012 11:50 am, modificato 16 volte in totale
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage Skype
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum » Foto collezioni

Pagina 33 di 38
Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a pagina Precedente  1, 2, 3 ... 32, 33, 34 ... 36, 37, 38  Successivo

Mostra prima i messaggi di:

  

Vai a:  
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum
Non puoi allegare files in questo forum
Puoi scaricare files da questo forum





 topic RSS feed 
Powered by MasterTopForum.com with phpBB © 2003 - 2009
Macinscott 2 by Scott Stubblefield