Back to the index page  
  FAQ   Cerca   Lista degli utenti   Gruppi utenti   Calendario   Registrati   Pannello Utente   Messaggi Privati   Login 
  »Portale  »Blog  »Album  »Guestbook  »FlashChat  »Statistiche  »Links
 »Downloads  »Commenti karma  »TopList  »Topics recenti  »Vota Forum

Collezione di lombricoferoce in lavor !
Utenti che stanno guardando questo topic:0 Registrati,0 Nascosti e 0 Ospiti
Utenti registrati: Nessuno

Vai a pagina Precedente  1, 2, 3 ... , 30, 31, 32  Successivo
 
Nuovo Topic   Topic chiuso    Indice del forum -> Foto collezioni
  PrecedenteInvia Email a un amico.Utenti che hanno visualizzato questo argomentoSalva questo topic come file txtVersione stampabileMessaggi PrivatiSuccessivo
 
 MessaggioInviato: 19 Mar 2018 05:27 pm Funny 
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  lombricoferoce

Site Mod
Site Mod





Età: 68
Registrato: 31/10/10 08:40
Messaggi: 8145
lombricoferoce is offline 

Località: Piovarolo di Sopra - Adriatisches Küstenland
Interessi: Modellismo in particolare obsoleti, storia, storia dell'auto, fuoristrada
Impiego: Tecnico software/hardware
Sito web: http://www.munga.it/


NULL


_________________

Do I look like a man who can be intimidated?
Φ
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage Skype
 
 MessaggioInviato: 19 Mar 2018 05:27 pm Adv
Messaggio
  Adv












CGCG CANE' Fiat 500 1-36.jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  51.95 KB
 Visto:  995 Volte

CGCG CANE'  Fiat 500 1-36.jpg



CORGI 207M MACHANICAL STANDARD VANGUARD III (1).jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  203.42 KB
 Visto:  995 Volte

CORGI 207M MACHANICAL STANDARD VANGUARD III (1).jpg



CORGI 207M MACHANICAL STANDARD VANGUARD III (2).jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  60.1 KB
 Visto:  995 Volte

CORGI 207M MACHANICAL STANDARD VANGUARD III (2).jpg



Corgi Toys 312 MARCOS MANTIS (1).jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  79.58 KB
 Visto:  995 Volte

Corgi Toys 312 MARCOS MANTIS (1).jpg



Corgi Toys 312 MARCOS MANTIS (2).jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  46.9 KB
 Visto:  995 Volte

Corgi Toys 312 MARCOS MANTIS (2).jpg



Corgi Toys 312 MARCOS MANTIS (3).jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  59.92 KB
 Visto:  995 Volte

Corgi Toys 312 MARCOS MANTIS (3).jpg



Corgi Toys 312 MARCOS MANTIS (4).jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  55.42 KB
 Visto:  995 Volte

Corgi Toys 312 MARCOS MANTIS (4).jpg



Dinky Toys 157 B.M.W 2000 TILUX (1).jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  57.77 KB
 Visto:  995 Volte

Dinky Toys 157 B.M.W 2000 TILUX  (1).jpg



Dinky Toys 157 B.M.W 2000 TILUX (2).jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  48.59 KB
 Visto:  995 Volte

Dinky Toys 157 B.M.W 2000 TILUX (2).jpg



Dinky Toys 157 B.M.W 2000 TILUX (3).jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  80.17 KB
 Visto:  995 Volte

Dinky Toys 157 B.M.W 2000 TILUX (3).jpg



Dinky Toys 157 B.M.W 2000 TILUX (4).jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  70.51 KB
 Visto:  995 Volte

Dinky Toys 157 B.M.W 2000 TILUX (4).jpg


 
 MessaggioInviato: 19 Mar 2018 05:31 pm Beark ! 
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  lombricoferoce

Site Mod
Site Mod





Età: 68
Registrato: 31/10/10 08:40
Messaggi: 8145
lombricoferoce is offline 

Località: Piovarolo di Sopra - Adriatisches Küstenland
Interessi: Modellismo in particolare obsoleti, storia, storia dell'auto, fuoristrada
Impiego: Tecnico software/hardware
Sito web: http://www.munga.it/


NULL




Dinky Toys 250 AUSTIN COOPER S - Corgi Toys 448 AUSTIN MINI VAN - Corgi Toys 226 MORRIS MINI MINOR - Dinky Toys GB Mini Moke 106 (1).jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  68.87 KB
 Visto:  987 Volte

Dinky Toys 250 AUSTIN COOPER S  - Corgi Toys 448 AUSTIN MINI VAN - Corgi Toys 226 MORRIS MINI MINOR - Dinky Toys GB Mini Moke 106 (1).jpg



Dinky Toys 250 AUSTIN COOPER S - Corgi Toys 448 AUSTIN MINI VAN - Corgi Toys 226 MORRIS MINI MINOR - Dinky Toys GB Mini Moke 106 (2).jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  70.32 KB
 Visto:  987 Volte

Dinky Toys 250 AUSTIN COOPER S  - Corgi Toys 448 AUSTIN MINI VAN - Corgi Toys 226 MORRIS MINI MINOR - Dinky Toys GB Mini Moke 106 (2).jpg



Dinky Toys - 116 VOLVO P 1800 e 163 VW 1600 TL Fastback (1).jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  66.56 KB
 Visto:  987 Volte

Dinky Toys - 116 VOLVO P 1800 e 163 VW 1600 TL Fastback (1).jpg



Dinky Toys - 116 VOLVO P 1800 e 163 VW 1600 TL Fastback (2).jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  71.37 KB
 Visto:  987 Volte

Dinky Toys - 116 VOLVO P 1800 e 163 VW 1600 TL Fastback (2).jpg



Dinky Toys - 116 VOLVO P 1800 e 163 VW 1600 TL Fastback (3).jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  61.14 KB
 Visto:  987 Volte

Dinky Toys - 116 VOLVO P 1800 e 163 VW 1600 TL Fastback (3).jpg



Dinky Toys - 116 VOLVO P 1800 e 163 VW 1600 TL Fastback (4).jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  65.47 KB
 Visto:  987 Volte

Dinky Toys - 116 VOLVO P 1800 e 163 VW 1600 TL Fastback (4).jpg



Dinky Toys - 116 VOLVO P 1800 e 163 VW 1600 TL Fastback (5).jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  54.41 KB
 Visto:  987 Volte

Dinky Toys - 116 VOLVO P 1800 e 163 VW 1600 TL Fastback (5).jpg



Dinky Toys - 116 VOLVO P 1800 e 163 VW 1600 TL Fastback (6).jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  65.33 KB
 Visto:  987 Volte

Dinky Toys - 116 VOLVO P 1800 e 163 VW 1600 TL Fastback (6).jpg



Dinky Toys - 116 VOLVO P 1800 e 163 VW 1600 TL Fastback (7).jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  52.25 KB
 Visto:  987 Volte

Dinky Toys - 116 VOLVO P 1800 e 163 VW 1600 TL Fastback (7).jpg



Dinky Toys - 116 VOLVO P 1800 e 163 VW 1600 TL Fastback (8).jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  50.23 KB
 Visto:  987 Volte

Dinky Toys - 116 VOLVO P 1800 e 163 VW 1600 TL Fastback (8).jpg



Dinky Toys - 116 VOLVO P 1800 e 163 VW 1600 TL Fastback (9).jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  60.61 KB
 Visto:  987 Volte

Dinky Toys - 116 VOLVO P 1800 e 163 VW 1600 TL Fastback (9).jpg



Dinky Toys France 24CP Citroen DS 19 con la copia in verde (1).jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  56.9 KB
 Visto:  987 Volte

Dinky Toys France 24CP Citroen DS 19 con la copia in verde (1).jpg



Dinky Toys France 24CP Citroen DS 19 con la copia in verde (2).jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  59.19 KB
 Visto:  987 Volte

Dinky Toys France 24CP Citroen DS 19 con la copia in verde (2).jpg



_________________

Do I look like a man who can be intimidated?
Φ
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage Skype
 
 MessaggioInviato: 19 Mar 2018 05:48 pm Cool 
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  lombricoferoce

Site Mod
Site Mod





Età: 68
Registrato: 31/10/10 08:40
Messaggi: 8145
lombricoferoce is offline 

Località: Piovarolo di Sopra - Adriatisches Küstenland
Interessi: Modellismo in particolare obsoleti, storia, storia dell'auto, fuoristrada
Impiego: Tecnico software/hardware
Sito web: http://www.munga.it/


NULL

Shocked


HILLMAN IMP Corgi Toys 251 e Dinky Toys 138 (1)).jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  61.81 KB
 Visto:  985 Volte

HILLMAN IMP Corgi Toys 251 e Dinky Toys 138 (1)).jpg



HILLMAN IMP Corgi Toys 251 e Dinky Toys 138 (2).jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  63.03 KB
 Visto:  985 Volte

HILLMAN IMP Corgi Toys 251 e Dinky Toys 138 (2).jpg



HILLMAN IMP Corgi Toys 251 e Dinky Toys 138 (3).jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  64.26 KB
 Visto:  985 Volte

HILLMAN IMP Corgi Toys 251 e Dinky Toys 138 (3).jpg



HILLMAN IMP Corgi Toys 251 e Dinky Toys 138 (4).jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  48.16 KB
 Visto:  985 Volte

HILLMAN IMP Corgi Toys 251 e Dinky Toys 138 (4).jpg



HILLMAN IMP Corgi Toys 251 e Dinky Toys 138 (5).jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  50.82 KB
 Visto:  985 Volte

HILLMAN IMP Corgi Toys 251 e Dinky Toys 138 (5).jpg



HILLMAN IMP Corgi Toys 251 e Dinky Toys 138 (6).jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  72.73 KB
 Visto:  985 Volte

HILLMAN IMP Corgi Toys 251 e Dinky Toys 138 (6).jpg



IDEA 3 (101 e 103) FERRARI 410 SUPER AMERICA e SWB.jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  67.51 KB
 Visto:  985 Volte

IDEA 3 (101 e 103) FERRARI 410 SUPER AMERICA e SWB.jpg



JRD 85 DS 19 cabriolet (1).jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  61.07 KB
 Visto:  985 Volte

JRD 85 DS 19 cabriolet (1).jpg



JRD 85 DS 19 cabriolet (2).jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  58.57 KB
 Visto:  985 Volte

JRD 85 DS 19 cabriolet (2).jpg



JRD 85 DS 19 cabriolet (3).jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  60.31 KB
 Visto:  985 Volte

JRD 85 DS 19 cabriolet (3).jpg



KDN MINI AUTO Skoda 110 L e R - Tatra T 613 (1).jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  62.1 KB
 Visto:  985 Volte

KDN MINI AUTO Skoda 110 L e R - Tatra T 613 (1).jpg



KDN MINI AUTO Skoda 110 L e R - Tatra T 613 (2).jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  68.71 KB
 Visto:  985 Volte

KDN MINI AUTO Skoda 110 L e R - Tatra T 613 (2).jpg



KDN MINI AUTO Skoda 110 L e R - Tatra T 613 (3).jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  50.77 KB
 Visto:  985 Volte

KDN MINI AUTO Skoda 110 L e R - Tatra T 613 (3).jpg



KDN MINI AUTO Skoda 110 L e R - Tatra T 613 (4).jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  51.12 KB
 Visto:  985 Volte

KDN MINI AUTO Skoda 110 L e R - Tatra T 613 (4).jpg



KDN MINI AUTO Skoda 110 L e R - Tatra T 613 (5).jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  51.71 KB
 Visto:  985 Volte

KDN MINI AUTO Skoda 110 L e R - Tatra T 613 (5).jpg



KDN MINI AUTO Skoda 110 L e R - Tatra T 613 (6).jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  50.74 KB
 Visto:  985 Volte

KDN MINI AUTO Skoda 110 L e R - Tatra T 613 (6).jpg



KDN MINI AUTO Skoda 110 L e R - Tatra T 613 (7).jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  62.39 KB
 Visto:  985 Volte

KDN MINI AUTO Skoda 110 L e R - Tatra T 613 (7).jpg



_________________

Do I look like a man who can be intimidated?
Φ
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage Skype
 
 MessaggioInviato: 19 Mar 2018 05:53 pm Oooh ! 
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  lombricoferoce

Site Mod
Site Mod





Età: 68
Registrato: 31/10/10 08:40
Messaggi: 8145
lombricoferoce is offline 

Località: Piovarolo di Sopra - Adriatisches Küstenland
Interessi: Modellismo in particolare obsoleti, storia, storia dell'auto, fuoristrada
Impiego: Tecnico software/hardware
Sito web: http://www.munga.it/


NULL

Le ultime di questa "sezione" Smile


Quiralu VELAM Isetta & MESSERSCHMITT KR 200 (1).jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  69.2 KB
 Visto:  983 Volte

Quiralu VELAM Isetta & MESSERSCHMITT KR 200 (1).jpg



Quiralu VELAM Isetta & MESSERSCHMITT KR 200 (2).jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  58.02 KB
 Visto:  983 Volte

Quiralu VELAM Isetta & MESSERSCHMITT KR 200 (2).jpg



Quiralu VELAM Isetta & MESSERSCHMITT KR 200 (3).jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  55.63 KB
 Visto:  983 Volte

Quiralu VELAM Isetta & MESSERSCHMITT KR 200 (3).jpg



VOLKSWAGEN 411 e Gama1125 e Cursor-Modell 868 (1).jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  62.64 KB
 Visto:  983 Volte

VOLKSWAGEN 411  e Gama1125 e Cursor-Modell 868 (1).jpg



VOLKSWAGEN 411 e Gama1125 e Cursor-Modell 868 (2).jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  65.88 KB
 Visto:  983 Volte

VOLKSWAGEN 411  e Gama1125 e Cursor-Modell 868 (2).jpg



VOLKSWAGEN 411 e Gama1125 e Cursor-Modell 868 (3).jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  66.89 KB
 Visto:  983 Volte

VOLKSWAGEN 411  e Gama1125 e Cursor-Modell 868 (3).jpg



VOLKSWAGEN 411 e Gama1125 e Cursor-Modell 868 (4).jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  65.06 KB
 Visto:  983 Volte

VOLKSWAGEN 411  e Gama1125 e Cursor-Modell 868 (4).jpg



VOLKSWAGEN 411 e Gama1125 e Cursor-Modell 868 (5).jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  66.33 KB
 Visto:  983 Volte

VOLKSWAGEN 411  e Gama1125 e Cursor-Modell 868 (5).jpg



Yonezawa Toys DIAPET Subaru Leone 1800 coupe (1).jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  61.68 KB
 Visto:  983 Volte

Yonezawa Toys DIAPET Subaru Leone 1800 coupe (1).jpg



Yonezawa Toys DIAPET Subaru Leone 1800 coupe (2).jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  65.22 KB
 Visto:  983 Volte

Yonezawa Toys DIAPET Subaru Leone 1800 coupe (2).jpg



Yonezawa Toys DIAPET Subaru Leone 1800 coupe (3).jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  57.49 KB
 Visto:  983 Volte

Yonezawa Toys DIAPET Subaru Leone 1800 coupe (3).jpg



Yonezawa Toys DIAPET Subaru Leone 1800 coupe (4).jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  77.02 KB
 Visto:  983 Volte

Yonezawa Toys DIAPET Subaru Leone 1800 coupe (4).jpg



_________________

Do I look like a man who can be intimidated?
Φ
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage Skype
 
 MessaggioInviato: 21 Mar 2018 06:12 pm Funny 
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  lombricoferoce

Site Mod
Site Mod





Età: 68
Registrato: 31/10/10 08:40
Messaggi: 8145
lombricoferoce is offline 

Località: Piovarolo di Sopra - Adriatisches Küstenland
Interessi: Modellismo in particolare obsoleti, storia, storia dell'auto, fuoristrada
Impiego: Tecnico software/hardware
Sito web: http://www.munga.it/


NULL

Ho finito il contenuto a quattro ruote della prima librerie, nella seconda nei due vani ricavati come nella prima, non ho automobiline, o meglio nel primo vano c'è una stazione di servizio dell BP di origine francese, credo anni '70 è in legno e plastica, con vicino le jeep in latta della Arnold ed un paio di Schuco.

Il secondo vano è occupato da due caccia della Luftwaffe in scala 1/35 (credo) circondati da una miscellanea di mezzi bellici dei quali ho già parlato.

Comunque la stazione di servizio è carina è quindi merita un po' di spazio. Rolling Eyes Ha la sua scatola, che definirei uno scatolone anonimo, senza etichetta o altro per identificarla, ma sempre per una dritta ricevuta posso scrivere che è della Jeux Netar Jouets.

Un Grazie Marco (marconolasco)


seconda libreria.jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  61.25 KB
 Visto:  961 Volte

seconda libreria.jpg



Stazione servizio BP (1).jpg
 Descrizione:
Garage BP de marque Netar
 Dimensione:  82.1 KB
 Visto:  961 Volte

Stazione servizio BP (1).jpg



Stazione servizio BP (2).jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  98.65 KB
 Visto:  961 Volte

Stazione servizio BP (2).jpg



Stazione servizio BP (3).jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  64.16 KB
 Visto:  961 Volte

Stazione servizio BP (3).jpg



Stazione servizio BP (4).jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  103.06 KB
 Visto:  961 Volte

Stazione servizio BP (4).jpg



Stazione servizio BP (5).jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  95.54 KB
 Visto:  961 Volte

Stazione servizio BP (5).jpg



_________________

Do I look like a man who can be intimidated?
Φ


Ultima modifica di lombricoferoce il 22 Mar 2018 12:50 am, modificato 4 volte in totale
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage Skype
 
 MessaggioInviato: 21 Mar 2018 06:20 pm  
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  lombricoferoce

Site Mod
Site Mod





Età: 68
Registrato: 31/10/10 08:40
Messaggi: 8145
lombricoferoce is offline 

Località: Piovarolo di Sopra - Adriatisches Küstenland
Interessi: Modellismo in particolare obsoleti, storia, storia dell'auto, fuoristrada
Impiego: Tecnico software/hardware
Sito web: http://www.munga.it/


NULL

Visto che ho tirato in ballo le stazioni di servizio ne ho un altra italiana che pur essendo più grezza mi piace molto di più della francese.

E' della ESSO ed è in legno e masonite, con un ponte in plastica, ha scritto sulla scatola " B.P.F. - autorimessa art. 9 ". Gli accessori sono in plastica, e questo mi fa pensare che sia databile attorno ai fine anni 50, inizio anni '60. Sembra fatta apposta per i Politoys 1/41, i miei preferiti.

La masonite è un tipo di tavola fatta di fibre di legno cotte a vapore e pressate, come dal processo inventato da William H. Mason. È conosciuto anche con il nome di isorel, hernit, karlit, torex o treetex. Questo materiale era in voga negli anni 50 e 60, mi ricordo che avevo il Fort Apache fatto in questo materiale, con le palizzate fatte di "tronchetti" di legno.

Anche questa ha il suo scatolone di cartone grosso ed un po' ondulato come si usava una volta ... Razz ma c'è l'etichetta.

E composta da un officina coperta con un ponte di sollevamento, un'area, delimitata da tre vasi di piante, dove parcheggiare le auto in attesa, sul tetto c'è un parcheggio raggiungibile con una rampa in plastica, e ci sono due pompe di benzina, una di Super ed una di Normale.

C'ho aggiunto un paio di APS-Politoys 1/41 per vivacizzare un pochino. Smile





P.F.B. ref. 9 Autorimessa.jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  83.36 KB
 Visto:  957 Volte

P.F.B. ref. 9 Autorimessa.jpg



P.F.B. ref. 9 Autorimessa (9).jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  52.05 KB
 Visto:  957 Volte

P.F.B. ref. 9 Autorimessa (9).jpg



P.F.B. ref. 9 Autorimessa (0).jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  49.53 KB
 Visto:  957 Volte

P.F.B. ref. 9 Autorimessa (0).jpg



P.F.B. ref. 9 Autorimessa (1).jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  222.19 KB
 Visto:  957 Volte

P.F.B. ref. 9 Autorimessa (1).jpg



P.F.B. ref. 9 Autorimessa (2).jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  213.94 KB
 Visto:  957 Volte

P.F.B. ref. 9 Autorimessa (2).jpg



P.F.B. ref. 9 Autorimessa (3).jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  43.09 KB
 Visto:  957 Volte

P.F.B. ref. 9 Autorimessa (3).jpg



P.F.B. ref. 9 Autorimessa (4).jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  40.3 KB
 Visto:  957 Volte

P.F.B. ref. 9 Autorimessa (4).jpg



P.F.B. ref. 9 Autorimessa (5).jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  29.4 KB
 Visto:  957 Volte

P.F.B. ref. 9 Autorimessa (5).jpg



P.F.B. ref. 9 Autorimessa (6).jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  58.17 KB
 Visto:  957 Volte

P.F.B. ref. 9 Autorimessa (6).jpg



P.F.B. ref. 9 Autorimessa (7).jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  50.6 KB
 Visto:  957 Volte

P.F.B. ref. 9 Autorimessa (7).jpg



P.F.B. ref. 9 Autorimessa (8).jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  48.98 KB
 Visto:  957 Volte

P.F.B. ref. 9 Autorimessa (8).jpg



_________________

Do I look like a man who can be intimidated?
Φ
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage Skype
 
 MessaggioInviato: 24 Mar 2018 10:00 am Funny 
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  lombricoferoce

Site Mod
Site Mod





Età: 68
Registrato: 31/10/10 08:40
Messaggi: 8145
lombricoferoce is offline 

Località: Piovarolo di Sopra - Adriatisches Küstenland
Interessi: Modellismo in particolare obsoleti, storia, storia dell'auto, fuoristrada
Impiego: Tecnico software/hardware
Sito web: http://www.munga.it/


NULL

Restando sempre nel mio salotto, ho ancora 2 vetrine, una recente che devo aver già pubblicato da qualche parte, con dentro quello che più o meno prediligo e una più vecchia, fatta fare da mia madre quando esasperata di trovare scatoline per gli armadi della mia camera, contattò il nostro Mastro Ciliegia di fiducia e gli commissionò la vetrina che ha la capacità di contenere circa 300 automobiline e che costò nel 1970 o giù di lì, se non erro, 300.000 lirette ... a mio padre che non fiatò. Strano ma vero.

Dopo vari cambiamenti l'ho destinata a contenere vetture da corsa ma escluse le monoposto, cosa che mi impegnò parecchi per capire quando cominciarono le prime vere monoposto da corsa in Europa ... persi un bel po' di tempo pur avendo la risposta sotto il naso.
Smile
Tutto ebbe inizio quando ho cominciato a fare ordine tra le mie "macchinine" da corsa (dopo un trasloco) mi son trovato davanti ad un problema avendo due bacheche, volevo in una mettere le macchine sport prototipi, da rally o similari e nell'altra solamente le "monoposto" sempre in ordine (più o meno) cronologico.


Ed ho cominciato a cercare informazioni al riguardo e devo dire che la cosa non è stata semplice né breve.


Bacheca auto da corsa (1).jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  70.13 KB
 Visto:  928 Volte

Bacheca auto da corsa (1).jpg



Bacheca auto da corsa (2).jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  129.9 KB
 Visto:  928 Volte

Bacheca auto da corsa (2).jpg



Bacheca preferiti.jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  53.12 KB
 Visto:  928 Volte

Bacheca preferiti.jpg



_________________

Do I look like a man who can be intimidated?
Φ


Ultima modifica di lombricoferoce il 24 Mar 2018 10:08 am, modificato 1 volta in totale
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage Skype
 
 MessaggioInviato: 24 Mar 2018 10:01 am Funny 
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  lombricoferoce

Site Mod
Site Mod





Età: 68
Registrato: 31/10/10 08:40
Messaggi: 8145
lombricoferoce is offline 

Località: Piovarolo di Sopra - Adriatisches Küstenland
Interessi: Modellismo in particolare obsoleti, storia, storia dell'auto, fuoristrada
Impiego: Tecnico software/hardware
Sito web: http://www.munga.it/


NULL

Dunque.

La prima gara in grande stile credo sia stata la PARIGI-ROUEN, vinta da una De Dion poi squalificata, era il 1894 se non vado errato e da qui le corse sono continuate sia su strada sia su tracciato chiuso e poi anche in autodromo. La De Dion era una macchina, anche se alcuni la definiscono come trattore, nata per turismo aveva due posti e le altre concorrenti erano tutte di provenienza "stradale" e avevano da due a 9 posti ...

Ho osservato che praticamente fino agli inizi degli anni venti correvano quasi sempre vetture biposto sia in circuito sia in strada, anche la mitica P2 aveva 2 posti. Il secondo era riservato al meccanico. Sia la P1 sia la P2 avevano il sedile doppio anche se quasi sempre il pilota era da solo.

Quando dai 2 posti si è passato alle macchine monoposto da Grand Prix per finire in F1?

Il così detto "Grand Prix" ufficialmente è iniziato nel 1906 a Le Mans con la vittoria della Renault ?
Credo di sì anche se la categoria ufficialmente non era definita così.

Infatti come Formula Grand Prix, termine adottato nel 1922 dall'AIACR (la FIA dell'epoca), si intendono il tipo di competizioni automobilistiche organizzate nei Gran Premi.
Nel 1946 mutò il nome in "Formula A" e nel 1947 assunse l'attuale denominazione di "Formula Uno".
Infine, nel 1950 venne istituito il Campionato Mondiale.

Ma gratta gratta non è proprio così perché come già anticipato la gara del 1906 a Le Mans era classificata o detta Grand Prix anche stando ai manifesti dell'epoca ... e l'anno dopo a Dieppe, pure.

Tra l'altro il 1907 è importante perché si stabilirono definitivamente i colori delle auto.
Nel 1906 le Fiat erano nere e le Renault rosse, l'anno dopo il colore dell'Italia era il rosso con le varie sfumature, es. sangue di bue per l'Alfa, un rosso che era una via di mezzo tra quello della Ferrari e quello dell' Abarth per le Fiat, il blu era per la Francia, il verde per Inghilterra, il bianco per la Germania, il rosso e bianco per la Spagna, il blu e bianco per l'America, il giallo per il Belgio ecc... ma questa è cosa nota a tutti.

In questi primi Gran Premi dopo un po' le auto furono costruite ad hoc, non credo che la Fiat 130 hp (la F1/F2) fosse una stradale riveduta e corretta, se non erro la Fiat le costruì per far girare le balle ai francesi, quindi per correre e basta.... erano auto da Grand Prix che facevano una media di 113 km/h. Media! Il percorso era di circa 77 km (48 miglia) e non dimentichiamoci che le vetture potevano toccare i 160 km/h. Ci volevano i c... quadri per tenerle in strada.

Tornando ai "sedili" .. i posti per i meccanici scomparvero nei primi anni venti .... ho letto che agli inizi dovevano essercene 2 con il pilota .... e ho osservato che in quegli anni solo le macchine da record erano monoposto vedi la 999, la S76 o la SB4 ecc ....

L'AIACR nata nel 1920, fece la prima seria regolamentazione delle gare, denominata "Formula Grand Prix", e fu adottata principalmente in Europa. Questo regolamento, fu alla base di tre edizioni di un Campionato Mondiale per Costruttori (vinto dall'Alfa Romeo nel 1925, dalla Bugatti nel 1926 e dalla Delage nel 1927) e di due edizioni di un "Campionato Internazionale" (nel 1931 vittoria di Minoia su Alfa, e nel 1932 vittoria di Nuvolari su Alfa) e delle cinque edizioni di un "Campionato Europeo Grand Prix" (dal 1935 al 1939) dominato da piloti e vetture tedesche.

Le regole del Grand Prix ....

1925 sparisce il meccanico vicino al pilota
1926 2 posti sempre obbligatori
1927 formula di 0,5 litri; limite di peso minimo ora portato a 700 kg - £ 1.543 - Due sedili restano obbligatori, ma allo stesso tempo le monoposto sono autorizzate a condizione che il sedile avesse una larghezza minima di 80 cm - e un'altezza minima di 25 cm - i compressori sono stati ammessi.

1929 Formula Libera, peso minimo portato a 900 kg - carburante commerciale ora obbligatorio, con un limite di consumo di 14 kg di carburante e di olio per 100 km - 14.5 mpg (utilizzato solo nel Grand Prix di Francia e Spagna). Sempre Due posti - distanza di gara minima 600 km - 373 mi. A due meccanici, oltre al conducente è permesso di assistere ai pit stop.

1932 Formula Libera - due posti corpo con larghezza minima di 100 cm; monoposto autorizzate a partire dal 1932.

Ed ecco il perché della nascita nel 1931 della tipo A della Alfa Romeo che era uno monoposto, la prima, la sorella maggiore della tipo B ossia della P3 del 1932, quindi se l'Alfa si prese la briga di costruirle ci doveva essere qualche specifica prima del '34, la prima Mercedes monoposto è la W25 del '34 (W=wagen). l'Auto Union C è posteriore. Le regole del '34 riguardavano cilindrata e peso 1500 cc x 750 kg da qui anche il cambio di colore delle Mercedes .... con la W25 "cicciona" ve lo ricordate no? Olio di gomito per togliere la vernice...... e nacquero le frecce d'argento ...

Ma .... la prima monoposto a scendere in pista in Europa è stata un’americana nel Grand Prix di Monza nel 1923 anche se aveva già partecipato vittoriosamente al GP di Francia ne 1921 sempre con il medesimo pilota che morì nel 1924 a Syracuse facendo la fine dell'oliva.

La prima foto riguarda Indy le altre due sono del G.P. di Monza del 1923: - Albert Guyot (Sunbeam n.4), Eugenio Silvani (Voisin n.3), Jmmy Murphy (Duesenberg n.5) - GP Monza 1923 Jmmy Murphy su Duesenberg n.5 (a dire il vero non si capisce se il pilota è solo o se anche qua c'è il meccanico ....)

Sembra che la Duesenberg sia stata in assoluto la prima americana a correre su suolo europeo.


Indy 1928.JPG
 Descrizione:
 Dimensione:  15.89 KB
 Visto:  927 Volte

Indy 1928.JPG



1923 italian gp 1923 italian gp, monza - jimmy murphy Duesenberg n.5.jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  331.78 KB
 Visto:  927 Volte

1923 italian gp 1923 italian gp, monza - jimmy murphy Duesenberg n.5.jpg



1923 italian gp, monza - albert guyot (sunbeam n.4), eugenio silvani (voisin n.3), jimmy murphy (Duesenberg n.5).jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  161.58 KB
 Visto:  927 Volte

1923 italian gp, monza - albert guyot (sunbeam n.4), eugenio silvani (voisin n.3), jimmy murphy (Duesenberg n.5).jpg



_________________

Do I look like a man who can be intimidated?
Φ
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage Skype
 
 MessaggioInviato: 24 Mar 2018 10:19 am Cool 
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  lombricoferoce

Site Mod
Site Mod





Età: 68
Registrato: 31/10/10 08:40
Messaggi: 8145
lombricoferoce is offline 

Località: Piovarolo di Sopra - Adriatisches Küstenland
Interessi: Modellismo in particolare obsoleti, storia, storia dell'auto, fuoristrada
Impiego: Tecnico software/hardware
Sito web: http://www.munga.it/


NULL

Suppongo fino a prova contraria, che la prima monoposto europea sia stata l'Alfa Romeo tipo A del 1931 costruita in 4 esemplari che si pone tra la P2 e la P3 del 1932 e dimenticata dai più anche se basta guardare il motore (i motori) per capire che sarebbe degna di nota.

Dotata di due motori con 6 cilindri con scatole del cambio affiancate. Aveva una potenza di 230 bhp e raggiungeva una velocità di 194 km/h. Vinse la Coppa Acerbo nel 1931 con Giuseppe Campari, mentre Tazio Nuvolari si classificò terzo.
La morte in prova a Monza di Luigi Arcangeli durante il GP d’Italia oltre a problemi tecnici dati dal modello spinsero l’Alfa a iniziare il progetto della Tipo B.

Smile

Quindi riassumendo le monoposto da Grand Prix prendono piede dal '32 con la P3 e tutte le altre a seguire, prima c'era un misto frutta.

(Nel 1929 la Packard Cable Company ha sponsorizzato una squadra di tre Miller 91)
Tra l'altro nel 1929 una o due Miller Packard Cable (1500 cc e 230 cv) parteciparono al Gran Premio di Monza (non d'Italia) vinto da Varzi su Alfa.

In questa occasione le Miller non diedero il meglio a causa del tipo di percorso. Sembra invece che Ettore Bugatti rimanesse cosi impressionato dalle auto a trazione anteriore di Miller e dal loro motore che acquistò da Duray 2 monoposto dopo la gara, per studiarle.

Smile


Alfa Romeo Tipo A 1931(1).jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  75.88 KB
 Visto:  925 Volte

Alfa Romeo Tipo A 1931(1).jpg



Alfa Romeo Tipo A 1931 (2).jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  398.81 KB
 Visto:  925 Volte

Alfa Romeo Tipo A 1931 (2).jpg



Miller Special.png
 Descrizione:
 Dimensione:  416 KB
 Visto:  925 Volte

Miller Special.png



Miller Packard cable 1929.jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  145.54 KB
 Visto:  925 Volte

Miller Packard cable 1929.jpg



Miller Packard Cable.jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  109.79 KB
 Visto:  925 Volte

Miller Packard Cable.jpg



_________________

Do I look like a man who can be intimidated?
Φ
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage Skype
 
 MessaggioInviato: 24 Mar 2018 10:41 am Oh yes ! 
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  lombricoferoce

Site Mod
Site Mod





Età: 68
Registrato: 31/10/10 08:40
Messaggi: 8145
lombricoferoce is offline 

Località: Piovarolo di Sopra - Adriatisches Küstenland
Interessi: Modellismo in particolare obsoleti, storia, storia dell'auto, fuoristrada
Impiego: Tecnico software/hardware
Sito web: http://www.munga.it/


NULL

Tornando alla mia vetrina “reparto corse” credo sia doveroso iniziare con la prima “vettura” che vinse quella che viene definita per antonomasia la “prima” gara disputata ufficialmente in Europa: la PARIGI-ROUEN del 22 luglio 1894, percorso di 79 miglia, circa 128 chilometri.

All'alba del 22 luglio 1894, migliaia di persone si riunirono alle Porte Maillot di Parigi per assistere alla partenza di una prova organizzata da "Le Petit Journal". Non si trattava di una vera e propria gara. Il primo premio sarebbe andato al veicolo che, a opinione dei giudici, avesse coperto le 80 miglia da Parigi a Rouen senza danni, che fosse facile da manovrare e che in aggiunta fosse economico per muoversi.
Prefazione scritta da Ivan Rendall nel libro "Bandiera a Scacchi - 100 anni di competizioni automobilistiche.

Partirono in 21, 13 a petrolio/benzina e 8 a vapore - arrivarono in 17, 13 a petrolio/benzina e 4 a vapore, si ritirarono 4 auto a vapore.


Vinse una De Dion-Bouton 20 HP, con il numero di gara 4, , trattore a vapore a 6 posti di Albert De Dion che coprì il percorso in 6 ore 48'00" alla media di km/h 18,529 seguita dalla Peugeot, 3 HP, 4 posti, a petrolio, n. 65 di Georges Lemaitre che compì il percorso in 6 ore, 51'30" con un distacco di 3'30".

Una DION & BOUTON VICTORIA come questa prodotta dalla RIO con ref. 30 – (MB) in 1/43

I premi:
primo premio (franchi-oro 5.000) a pari merito a Panhard & Levassor di Ivry (Seine) e a Peugeot (Les Fils de Peugeot Frères) di Valentigny (Doubs);

secondo premio (franchi-oro 2.000) a De Dion-Bouton & Cie per il loro interessante trattore a vapore che tira una carrozza come un cavallo e sviluppa, mediante un potente motore, una velocità assolutamente senza confronti, in particolare in salita;

terzo premio (franchi-oro 1.000) assegnato a pari merito a Vacheron di Phades (Ardennes) e a Le Brun di Rouen, per i loro veicoli dotati di motore Daimler;

quarto premio (franchi-oro 500) ad Emile Roger; premio di consolazione (franchi-oro 500, offerti dal sig. Dupuy) assegnato a J. Scotte;

medaglia ricordo assegnata a Roger De Montais per il suo triciclo a vapore.

il primo premio non fu dunque assegnato al trattore De Dion-Bouton, perché, come specificato nel comunicato ufficiale emesso dalla Giuria, pur essendo risultato il più veloce, viene classificato al 3º posto perché troppo pesante, poco maneggevole e non del tutto conforme allo spirito del regolamento.
Gli intralazzoni disonesti esistevano anche allora Smile felice 3


Very Happy
http://www.vanderbiltcupraces.com/blog/article/from_the_helck_family_archives_1894_paris_rouen_race_the_first_motor_vehicl

http://www.anticheruotegarfagnana.eu/joomla/9-uncategorised.html

Very Happy


RIO ref. 30 - DE DION & BOUTON VICTORIA del 1894 (0).jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  131.99 KB
 Visto:  916 Volte

RIO ref. 30 - DE DION & BOUTON VICTORIA del 1894 (0).jpg



RIO ref. 30 - DE DION & BOUTON VICTORIA del 1894.jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  65.31 KB
 Visto:  921 Volte

RIO ref. 30 - DE DION & BOUTON VICTORIA del 1894.jpg



DE DION & BOUTON VICTORIA PARIGI-ROUEN del 1894 (1).jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  105.3 KB
 Visto:  921 Volte

DE DION & BOUTON VICTORIA PARIGI-ROUEN del 1894 (1).jpg



PARIGI-ROUEN del 1894 (1).jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  54.39 KB
 Visto:  921 Volte

PARIGI-ROUEN del 1894 (1).jpg



PARIGI-ROUEN del 1894 (2).jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  52.09 KB
 Visto:  921 Volte

PARIGI-ROUEN del 1894 (2).jpg



PARIGI-ROUEN del 1894 (3).jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  61.38 KB
 Visto:  921 Volte

PARIGI-ROUEN del 1894 (3).jpg



PARIGI-ROUEN del 1894 (4).jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  58.53 KB
 Visto:  921 Volte

PARIGI-ROUEN del 1894 (4).jpg



PARIGI-ROUEN del 1894 (5).jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  65.13 KB
 Visto:  921 Volte

PARIGI-ROUEN del 1894 (5).jpg



PARIGI-ROUEN del 1894 (6).jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  55.65 KB
 Visto:  921 Volte

PARIGI-ROUEN del 1894 (6).jpg



PARIGI-ROUEN del 1894 (7).jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  49.11 KB
 Visto:  921 Volte

PARIGI-ROUEN del 1894 (7).jpg



PARIGI-ROUEN del 1894 (8).jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  57.48 KB
 Visto:  921 Volte

PARIGI-ROUEN del 1894 (8).jpg



PARIGI-ROUEN del 1894 (9).jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  56.48 KB
 Visto:  921 Volte

PARIGI-ROUEN del 1894 (9).jpg



PARIGI-ROUEN del 1894 (10).jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  51.33 KB
 Visto:  921 Volte

PARIGI-ROUEN del 1894 (10).jpg



PARIGI-ROUEN del 1894 (10_1).jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  173.46 KB
 Visto:  921 Volte

PARIGI-ROUEN del 1894 (10_1).jpg



PARIGI-ROUEN del 1894 (11).jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  64.28 KB
 Visto:  921 Volte

PARIGI-ROUEN del 1894 (11).jpg



_________________

Do I look like a man who can be intimidated?
Φ
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage Skype
 
 MessaggioInviato: 24 Mar 2018 02:43 pm  
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  lombricoferoce

Site Mod
Site Mod





Età: 68
Registrato: 31/10/10 08:40
Messaggi: 8145
lombricoferoce is offline 

Località: Piovarolo di Sopra - Adriatisches Küstenland
Interessi: Modellismo in particolare obsoleti, storia, storia dell'auto, fuoristrada
Impiego: Tecnico software/hardware
Sito web: http://www.munga.it/


NULL

A dire il vero la prima gara automobilistica fu organizzata da una rivista di ciclismo "Le Vélocipéde". Vinse il Conte De Dion, unico partecipante con il suo quadriciclo a vapore, era il 20.4.1887, il percorso partiva da Pont de Neuilly per arrivare al Bois de Boulogne. Il conte vinse a una velocità media di oltre 16 m.p.
_________________

Do I look like a man who can be intimidated?
Φ
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage Skype
 
 MessaggioInviato: 24 Mar 2018 02:59 pm  
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  lombricoferoce

Site Mod
Site Mod





Età: 68
Registrato: 31/10/10 08:40
Messaggi: 8145
lombricoferoce is offline 

Località: Piovarolo di Sopra - Adriatisches Küstenland
Interessi: Modellismo in particolare obsoleti, storia, storia dell'auto, fuoristrada
Impiego: Tecnico software/hardware
Sito web: http://www.munga.it/


NULL

Ora riporto quello che mi suggerisce Marco, mi stava già passando la voglia di continuare essendo l'argomento piuttosto complesso. Quindi dopo aver riportato ciò che scrive lui e lo ringrazio, metterò due link molto esaustivi ....

Ecco ciò che scrive Marco.
In particolare mi riferisco alla nascita delle competizioni automobilistiche, argomento che mi ha sempre interessato.
Da quello che ho letto negli anni mi risulta che la prima competizione ad essere organizzata fu la "Corsa di vetture senza cavalli" del 28 aprile 1887, da Parigi a Pont de Neuilly e ritorno, km 31,800.
partecipò il solo Georges Bouton che, strano a dirsi....vinse! Guidava un triciclo ovviamente De Dion-Bouton e impiegò 1 h e 14'.
Nel 1891 furono organizzate altre due corse, una a Longchamps e una di 40 km a Vincennes, sempre a Parigi.
A Longhamps si iscrissero in due, il marchese De Dion con al solito un triciclo De Dion-Bouton, che vinse, e un corridore di cui non so il nome con un triciclo a vapore Serpollet, che si ritirò.
Per Wikipedia invece i concorrenti furono tre, tutti su De Dion-Bouton e vinse Merelle.
A Vincennes invece si iscrisse Lacaux su triciclo De Dion-Bouton, ma non si presentò e la corsa fu annullata.
Finalmente il 22 Luglio del 1894 ci fu la prima vera corsa, la Parigi-Rouen ben descritta da Lombricoferoce. Agggiungo solo che gli iscritti furono ben 102, 47 si presentarono alle fasi eliminatorie e 21 si qualificarono.
La prima corsa "moderna", in cui semplicemente vinceva il più veloce, è considerata la Parigi-Bordeaux-Parigi del giugno 1895. In realtà neanche in questa occasione il primo premio fu assegnato al primo arrivato, Emile Levassor su Panhard-Levassor, perchè la vettura aveva solo due posti...per regolamento fu dichiarato vincitore il terzo arrivato Paul Koechlin su di una Peuget a quattro posti...



http://www.modelfoxbrianza.it/Crono1894.htm

https://www.museoauto.it/website/images/stories/articoli/corse/grand_prix_acf_1906.pdf

https://www.museoauto.it/website/images/stories/articoli/corse/parigi_madrid_1903.pdf

Sad

Di Wikipedia detto tra noi almeno nella versione italiana, quando parla di auto, mi fido poco o niente.
Basta leggere le baggianate che scrive sull'origine della 550 "spyder" con la Y, tirando in ballo la Cisitalia guidata da Nuvolari nella MM e anche su i rapporti tra Piero Dusio e Porsche, cose ampiamente smentite da Ferry Porsche in un suo libro. Secondo chi scrive Dusio si rovinò per aiutare Porsche per puro buon cuore, la verità scritta dal figlio Ferry è che pagò dei progetti e con quei soldi venne pagato il riscatto ai francesi ....



Smile
_________________

Do I look like a man who can be intimidated?
Φ


Ultima modifica di lombricoferoce il 25 Mar 2018 11:04 am, modificato 2 volte in totale
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage Skype
 
 MessaggioInviato: 24 Mar 2018 05:04 pm  
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  lombricoferoce

Site Mod
Site Mod





Età: 68
Registrato: 31/10/10 08:40
Messaggi: 8145
lombricoferoce is offline 

Località: Piovarolo di Sopra - Adriatisches Küstenland
Interessi: Modellismo in particolare obsoleti, storia, storia dell'auto, fuoristrada
Impiego: Tecnico software/hardware
Sito web: http://www.munga.it/


NULL

RIO ref. 60 - JAMAIS CONTENTE 1899 auto da record , fu la prima auto a superare la velocità di 100 km/h

Era un veicolo elettrico belga con carrozzeria in partinium a forma di siluro.
La lega leggera, chiamata partinium, è composta da di alluminio, tungsteno e magnesio.
Il record di velocità è stato stabilito il 29 aprile o il 1 maggio 1899 ad in Francia .
Il veicolo aveva due motori Postel-Vinay da 25 kW a trasmissione diretta, funzionanti a 200 V con un assorbimento di 124 Amper ciascuno corrispondenti a circa 68 cavalli ed era equipaggiato con pneumatici Michelin . Il numero di telaio era il 25. .L'alta posizione del guidatore e il telaio esposto al di sotto compromettevano gran parte dell'aerodinamica.
Il veicolo è stato guidato dal pilota belga Camille Jenatzy figlio di un ricco fabbricante di di prodotti in gomma.
Divenne famoso per i suoi record di velocità e fu soprannominato Le Diable Rouge per il colore della sua barba. Morì nel 1913, in un incidente di caccia.

Smile

BRUMM ref. R15 – Ford 999 del 1902 (fuori produzione) in scala 1/43 ha la sua scatolina

Per pubblicizzare la sua neonata industria, Ford decise di costruire due vetture da competizione, quasi uguali, una verniciata di rosso, la 999 e una di giallo, chiamata "Arrow".
Pilotate da Barney Oldfield e Frank Day ottennero buoni risultati in diverse gare tra il 1902 e il 1903 quando la Arrow andò quasi distrutta provocando la morte di Day.
Ford recuperò quanto restava della Arrow e di due vetture ne fece una, denominata new 999 o Red Devil, destinata alla conquista del record di velocità. La sigla "999" venne presa dall' Empire State Express n . 999 . Il 999 era una locomotiva a vapore tipo 4-4-0 americana che aveva stabilito un record mondiale di velocità di 112,5 miglia all'ora (181,1 km/h) il 10 maggio 1893, diventando così il primo veicolo artificiale a superare le 100 miglia orarie ( 160 km/h) con la propria propulsione.

Smile

RIO ref. 56 - GENERAL BUCHET 40 cv 1902, in scala 1/43 è MB

Questa vettura fu costruita alla fine del 1902 dalla General Motor Car Co. Ltd, di Norbury, Londra SW Aveva un motore francese Buchet a 4 cilindri da 40 hp, costruito appositamente per partecipare alle gare di velocità ... ma ... non ha mai corso.

Smile

Safir 7 – RENAULT tipo K PARIS-VIENNE 1902 e Garage – prima alla Parigi Vienna

La prima importante vittoria della casa francese arriva infatti già nel 1902, con il trionfo di Marcel Renault alla Parigi-Vienna. Tre Type K, leggere, e quattro “voiturette” sono schierate dalla Marca a fronte di potenti rivali, tra cui la Mercedes del Conte Zborowski e la Panhard di Henry Farman. L’itinerario prevede percorsi impervi e sinuosi, e anche un temibile passo alpino. Il successo di Marcel Renault a una velocità media di 62,5 km/h segna la nascita di un concorrente particolarmente serio in tutte le discipline dello sport automobilistico.

Smile

BRUMM ref. R27 RENAULT (650 kg, 30 cv) - Parigi – Madrid 1903. 1/43 MB
La vettura con il numero 63 era quella di Marcel Renault ... che perse la vita il 24 maggio del 1903.

Organizzare la Parigi-Madrid non è stato facile. Il governo francese, esitante, ha ceduto solo in seguito alle pressioni dell'industria automobilistica francese. Come ogni gara, anche questa aveva due facce: da una parte, l'irrefrenabile slancio alla velocità, alla competizione, dei piloti; dall'altra, la volontà dei costruttori a diffondere il vangelo dell'automobile. Senza gare su strada, senza bolidi che sfrecciano fra isolati paesini di campagna, la diffusione dell'automobile sarebbe stata notevolmente più lenta. Il settore automobilistico francese valeva 16 milioni di franchi all'anno. Il governo non poteva negar loro tanta pubblicità.
La gara fu funestata da diversi incidenti in uno dei quali perse la vita Marcel, uno dei fratelli Renault, co-fondatore insieme ai fratelli Louis e Fernand dell'omonima industria di automobili.
Nel complesso, delle oltre 200 vetture che presero il via, la metà fu coinvolta in incidenti o costretta al ritiro. Inizialmente si contarono dodici morti, poi ridotti ad otto effettivi (cinque piloti e tre spettatori), ed oltre 100 feriti.

https://steemit.com/ita/@ratinha91/parigi-madrid-1903-l-ultima-gara-automobilistica-di-sempre-parte-1-di-3

Smile

BRUMM ref. R9 – FIAT 75 HP Corsa – Traga Florio 1904, prima classificata, modello fuori produzione. Scala 1/43

BRUMM ref. R15 – FORD 999 1904 – auto da record, la seconda versione della 999, modello fuori produzione. Scala 1/43

BRUMM ref. R115 - DARRACQ V8 1905 - (RECORD 176,426 km/h - V. EMERY) scala 1/43 MB

BRUMM ref. R116 - NAPIER 6 1905 (RECORD 168,331 km/h - motore 6 CL. 15 litri) scala 1/43 MB

BRUMM ref. R10 - FIAT 110 HP CORSA - GORDON BENNET 1905 modello fuori produzione, scala 1/43 MB

BRUMM ref. R18 - RENAULT 3B - 1° GP FRANCIA A LE MANS 1906 scala 1/43 MB
Il numero di gara al GP di Francia a Le Mans era A1 non 1.
Nel 1906, Renault si iscrive al primissimo Gran Premio della storia, organizzato nei dintorni di Le Mans. Con la Type AK, dotata di un telaio leggero e di un motore quattro cilindri 12,9 litri, l’ungherese Ferenc Szisz si impone dopo una corsa di oltre 12 ore, con un caldo soffocante e su una pista con asfalto quasi fuso. Questa vittoria contribuirà ad aumentare le vendite della marca francese per molti anni. Se non erro, ho letto che in questa gara la Renault anziché cambiare le gomme cambiava tutto in una volta cerchioni e gomme risparmiando un sacco di tempo rispetto agli altri concorrenti. Qui lo dico e qui lo nego.

Sembra che il modellino della Brumm sia cannato in pieno, riporto le info avute da Marco con il quale concordo ...
" A seguito della vittoria di Szisz Mr. Vanderbilt (quello della ononima Coppa) convinse Renault a costruire una versione più piccola della AK per se stesso e alcuni amici. Furono così realizzate 10-15 esemplari di una vettura ispirata alla GP, sempre a 4 cilindri, ma di 7,4 litri e 35-45 hp, con telaio corto, denominata tipo "AA".
Di queste vetture ne rimangono, pare , cinque, una delle quali è questa, che ha evidentemente ispirato Brumm.
Il numero 1 del modello si riferisce probabilmente alla vittoria ottenuta da una delle " Vanderbilt" alla 24 ore di New York del 1909, pilotata da Rafallovitch.
La gara si disputò sull' ovale di un vecchio ippodromo, a Coney Island, lungo 1905 metri...essendoci degli stand che fungevano da box, le vetture, a differenza del Brumm, non recavano gomme di scorta a bordo.
Insomma, il modello Brumm è un miscuglio di due vetture diverse, anche se parenti.
Il tutto ovviamente se non ho preso granchi mostruosi...
Ovviamente anche in questo caso il telaio del modello è sempre lo stesso, quindi di rispettare la scala non se ne parla...
"

Smile

BRUMM ref. S002 – FIAT F1 GP FRANCIA A LE MANS 1906 scala 1/43 MB

RIO ref. 1 - ITALA 45 CV – Targa Florio 1906 prima classificata – scala 1/43 MB

Smile


auto da gara1.jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  250.19 KB
 Visto:  892 Volte

auto da gara1.jpg



Safir 7 - RENAULT PARIS-VIENNE 1902 e Garage.jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  43.72 KB
 Visto:  892 Volte

Safir 7 - RENAULT PARIS-VIENNE 1902 e Garage.jpg



Safir 7 - RENAULT PARIS-VIENNE 1902 e Garage (1).jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  42.93 KB
 Visto:  892 Volte

Safir 7 - RENAULT PARIS-VIENNE 1902 e Garage (1).jpg



auto da gara2.jpg
 Descrizione:
qui le targhette sono invertite come si può notare.
 Dimensione:  316.4 KB
 Visto:  892 Volte

auto da gara2.jpg



auto da gara3.jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  63.19 KB
 Visto:  892 Volte

auto da gara3.jpg



auto da gara4.jpg
 Descrizione:
Il numero di gara della Renault 1906 al GP di Francia a Le Mans era A1 non 1.
 Dimensione:  322.11 KB
 Visto:  892 Volte

auto da gara4.jpg



_________________

Do I look like a man who can be intimidated?
Φ


Ultima modifica di lombricoferoce il 24 Mar 2018 06:27 pm, modificato 1 volta in totale
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage Skype
 
 MessaggioInviato: 24 Mar 2018 05:48 pm Funny 
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  lombricoferoce

Site Mod
Site Mod





Età: 68
Registrato: 31/10/10 08:40
Messaggi: 8145
lombricoferoce is offline 

Località: Piovarolo di Sopra - Adriatisches Küstenland
Interessi: Modellismo in particolare obsoleti, storia, storia dell'auto, fuoristrada
Impiego: Tecnico software/hardware
Sito web: http://www.munga.it/


NULL

2 Fiat F2 quella di sx è una Dugu ref.4, l'altra è una Brumm (R16) prima nel 1907 al GP di Francia circuito di Dieppe, assieme ad una Itala che ho modificata io 35 anni fa, forse oggi non lo rifarei, aveva pure il radiatore sbagliato ...

RIO ref. 2 - ITALA 20/40 CV 1° ALLA PARIGI-PECHINO 1907

BRUMM R20 - LOCOMOBILE OLD 16 COPPA VANDERBILT 1908 - (modello fuori produzione) 1/43 MB

BRUMM ref. R17 - FIAT S 61 1°G.P. AMERICA - 10.087 cc 150 KMH - (modello fuori produzione) 1/43 MB

RIO ref. 47 - THOMAS FLYER (Thomas Model 35) 1° NEW YORK PARIGI 1908 1/43 MB

BRUMM ref. R19 - BENZ BLITZEN HP 200 CORSA 1909 - 'IL FULMINE DI MANNHEIN' - (fuori produzione) 1/43 MB

BRUMM ref. R26 - A.L.F.A. 1911 Traga Florio - 1/43 MB

BRUMM ref. R11 - FIAT S74 1911 - 1° GP AMERICA - BRUCE BROWN - 14000 cc - (fuori produzione) MB 1/43

DUGU ref. 24 - FIAT S76 1911 - DA RECORD- BROOKLANDS - 300 CV

BRUMM ref. R73 - BENZ BLITZEN - RECORD 205,937 KMH - B.OLDFIELD 1/43 MB

Smile

Le precisazioni di Marco ...

Le due Fiat 130 hp (cd F-2) di Brumm e di Dugu rappresentano, credo, la vettura in due condizioni diverse...a parte le solite considerazioni sulle misure la Brumm, con i sedili sfalsati, i numeri di gara e le gomme di scorta riproduce la versione del 1907, la Dugu, con i sedili allineati, la mancanza delle decals e delle gomme di scorta riproduce la vettura nelle condizioni in cui era esposta al Museo di Torino nel primi anni '60 e, credo, ancora adesso, anche se in rete girano foto attuali con i sedili sfalsati.
Una osservazione sul colore del radiatore... nei disegni alle spalle della vettura al Museo è rosso, non ottone, e così lo fece mi pare la Revival molti anni fa in scala 1/20 (non è la mia scala, spero di ricordare correttamente il nome del produttore). Anche nelle foto, ovviamente tutte b/n , sembra in tinta con il cofano, però a me sembra più plausibile l' ottone...mah!

A proposito invece della 75 hp, non vinse con Lancia la Targa Florio 1904, anche perché nacque nel 1906, ma la Brescia-Cremona-Mantova -Brescia, gara che viene spesso denominata Coppa Florio, ma a rigore quella denominazione arrivò ufficialmente solo nel 1905. Nel 1904, credo, Vincenzo Florio offrì una coppa al vincitore, da lì il nome dall'anno seguente.
Anche qui c' è un però, il numero di gara. Il 20 non l' ho trovato, gira una foto della vettura con il numero 2, ma l' ho trovato attribuito sia a Lancia che ad Alessio.



auto da gara5.jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  65.38 KB
 Visto:  885 Volte

auto da gara5.jpg



auto da gara5,1.jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  62.1 KB
 Visto:  885 Volte

auto da gara5,1.jpg



auto da gara5,2.jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  61.58 KB
 Visto:  885 Volte

auto da gara5,2.jpg



auto da gara6.jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  98.97 KB
 Visto:  885 Volte

auto da gara6.jpg



auto da gara7.jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  85.57 KB
 Visto:  885 Volte

auto da gara7.jpg



auto da gara8.jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  52.05 KB
 Visto:  885 Volte

auto da gara8.jpg



auto da gara8,1.jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  56.59 KB
 Visto:  885 Volte

auto da gara8,1.jpg



_________________

Do I look like a man who can be intimidated?
Φ
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage Skype
 
 MessaggioInviato: 28 Mar 2018 07:06 pm  
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  lombricoferoce

Site Mod
Site Mod





Età: 68
Registrato: 31/10/10 08:40
Messaggi: 8145
lombricoferoce is offline 

Località: Piovarolo di Sopra - Adriatisches Küstenland
Interessi: Modellismo in particolare obsoleti, storia, storia dell'auto, fuoristrada
Impiego: Tecnico software/hardware
Sito web: http://www.munga.it/


NULL

BRUMM ref. S011 - BENZ BLITZEN 1911 in versione Avus scala 1/43 MB il vero nome di questa vettura era Benz 200PS e fu costruita dalla a Benz & Cie a Mannheim, dal 1909 al 1912 ne vennero costruite 6 e ne sono rimaste due, una è nel museo Mercedes-Benz e l'altra è di proprietà di un privato, almeno così ho trovato ...

La vettura si fregiò di molti record di velocità
A Brooklands, il 9 novembre 1909, il pilota francese Victor Hémery stabilì un record con una velocità media di 202,7 chilometri all'ora (126,0 mph) su un chilometro.
Il 23 aprile 1911, Bob Burman registrò una media di 228,1 chilometri all'ora (141,7 mph) su un miglio intero a Daytona Beach , rompendo il record di velocità dal pioniere dell'aviazione Glenn Curtiss, "terra, mare o aria", ottenuto il 24 gennaio del 1907 con la sua moto Curtiss V-8 da 4.410 cc, che stabilì un record di velocità su terra non ufficiale di 136,36 miglia all'ora (219,45 km/h). Il motore da 40 cavalli F-head raffreddato ad aria era stato sviluppato per l'uso nei dirigibili.
Il record di Burman durò fino al 1919.

BRUMM ref. R81 - BENZ BLITZEN 1911 in versione Indy dove non corse poiché non rispettava le regole in vigore ma fu usata a scopo "propagandistico". Il 29 maggio del 1911 vennero fatti dei tentativi di record a Indianapolis, da Barney Oldfield
Comunque nel 1911 questa vettura come velocità superava qualsiasi mezzo terrestre su strada o rotaia e pure qualsiasi aereo dell'epoca.
Scala 1/43 MB
Smile
La concessionaria Benz ad Anversa, in Belgio, vendette la Blitzen-Benz numero 6 a un signor M. Heje di Gent, che prese in consegna la macchina il 24 dicembre 1913, ponendosi così un regalo di Natale davvero speciale. Questo era l'unica Blitzen (numero di motore 13280) con un telaio allungato (3200 mm invece di 2800 mm) a quattro posti. Quest'ultimo modello è stato anche un frequente concorrente nei tentativi di record a Brooklands. L'auto è rimasta in Inghilterra per molto tempo, prima di essere acquisita da un collezionista americano nel 2002.

http://www.gregwapling.com/hotrod/land-speed-racing-history/land-speed-racing-blitzen-benz1.html
Smile

BRUMM ref. R82 - BUGATTI 13 BRESCIA 1921 - Scuderia Bugatti - 1/43 MB


BRUMM ref. R39 - BUGATTI 13 BRESCIA 1921 - colore azzurro - inglese - 1/43 MB


BRUMM ref. R40 - BUGATTI 13 BRESCIA 1921 - colore nero - francese - 1/43 MB

Sempre della BRUMM 4 cyclecars: 2 SANFORD SPORT 1922 [ref. R7 e 8], una MORGAN (R1) ed una BEDELIA SPORT (R5) tutte fuori produzione.

BRUMM ref. R14- FIAT ELDRIGE MEFISTOFELE 1923 - RECORD KMH 234.980 - 320 HP - (fuori produzione) MB

24 Hours DU MANS ref. LM1923- CHENARD & WALCKER Sport 1' a LM nel 1923

CORGI TOYS ref 9001 SERIE CASSIC - BENTLEY 3,5 LITRI 1927 - 1° L.M. senza scatolina 1/43 (?)
Ha la cappotta su ed è giusto perché nei primi anni di LM le vetture dovevano correre alcuni giri con la cappotta su.

ELIGOR ref.102 - BUGATTI 35 B, gialla del 1927 1/43 MB

BRUMM ref. R3 - DARTMONT SPORT 1929, altro cyclecar in 1/43 MB e fuori produzione

Smile

A proposito di MB ho trovato in Ebay un venditore italiano che scrive MB su roba rotta perché per lui vuol dire molto bene, ed evidentemente la roba rotta si descrive così .... non c'è più religione, come lo so?
Gli ho scritto e non ho controbattuto per ovvi motivi, io non discuto con i diversamente furbi o con i troppo furbi.


auto da gara09.jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  87.73 KB
 Visto:  851 Volte

auto da gara09.jpg



auto da gara10.jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  93.05 KB
 Visto:  851 Volte

auto da gara10.jpg



auto da gara11.jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  63.14 KB
 Visto:  851 Volte

auto da gara11.jpg



auto da gara12.jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  85.92 KB
 Visto:  851 Volte

auto da gara12.jpg



_________________

Do I look like a man who can be intimidated?
Φ
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage Skype
Nuovo Topic   Topic chiuso    Indice del forum » Foto collezioni

Pagina 31 di 32
Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a pagina Precedente  1, 2, 3 ... , 30, 31, 32  Successivo

Mostra prima i messaggi di:

  

Vai a:  
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum
Non puoi allegare files in questo forum
Puoi scaricare files da questo forum





 topic RSS feed 
Powered by MasterTopForum.com with phpBB © 2003 - 2009
Macinscott 2 by Scott Stubblefield