Back to the index page  
  FAQ   Cerca   Lista degli utenti   Gruppi utenti   Calendario   Registrati   Pannello Utente   Messaggi Privati   Login 
  »Portale  »Blog  »Album  »Guestbook  »FlashChat  »Statistiche  »Links
 »Downloads  »Commenti karma  »TopList  »Topics recenti  »Vota Forum

Treni - Libri e pubblicazioni sui treni veri
Utenti che stanno guardando questo topic:0 Registrati,0 Nascosti e 0 Ospiti
Utenti registrati: Nessuno

Vai a pagina Precedente  1, 2
 
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Treni
  PrecedenteInvia Email a un amico.Utenti che hanno visualizzato questo argomentoSalva questo topic come file txtVersione stampabileMessaggi PrivatiSuccessivo
 
 MessaggioInviato: 05 Nov 2017 05:22 pm  Treni di montagna - Le più belle ferrovie delle Alpi
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  lombricoferoce

Site Mod
Site Mod





Età: 69
Registrato: 31/10/10 08:40
Messaggi: 8145
lombricoferoce is offline 

Località: Piovarolo di Sopra - Adriatisches Küstenland
Interessi: Modellismo in particolare obsoleti, storia, storia dell'auto, fuoristrada
Impiego: Tecnico software/hardware
Sito web: http://www.munga.it/


NULL

Treni di montagna
Le più belle ferrovie delle Alpi
Storia e caratteristiche della linea ferroviaria Airasca-Saluzzo-Cuneo

Autore: Diego Vaschetto

Anno: 2014

Casa editrice: Edizioni del Capricorno

Formato: 22 x28 cm.

Pagine: 209

Copertina: Colore rigida

Prezzo: Euro 29,00

Lingua: Italiano

ISBN: 978887072306

Illustrazioni: in b/n e a colori

Descrizione e recensione: Dai ghiacciai del monte Bianco allo Jungfrajoch, dalla valle Roya al lago di Ginevra, dalla Liguria al Ticino alle Alpi Bernesi, passando per Liguria, Piemonte, Lombardia, Francia e Svizzera: di ciascuna ferrovia vengono analizzate le vicende storiche e le caratteristiche tecniche, dalle opere d’ingegneria al materiale rotabile. Per ogni tracciato, le mappe, un ricchissimo e inedito apparato fotografico, approfondimenti storici e tecnici, un itinerario di scoperta e tutte le informazioni pratiche per organizzare il viaggio sui più importanti treni di montagna del continente europeo.


Riporto quanto scritto dall'autore di questo bel libro:
Sin dagli esordi del trasporto ferroviario europeo, le grandi montagne hanno costituito una sfida (tecnologica, concettuale, perfino estetica) per tutte le nazioni che si affacciano sulla catena alpina. Per superare un’incredibile serie di difficoltà ambientali (pendenze dei percorsi, inaccessibilità dei pendii, pericoli dovuti al clima estremo), sulle Alpi sono stati disegnati tracciati ferroviari che ancora oggi costituiscono una testimonianza straordinaria del genio ferroviario europeo. Viadotti arditissimi, gallerie elicoidali, cremagliere, ferrovie a scartamento ridotto, motrici pensate per superare dislivelli estremi: un inimitabile campionario di soluzioni tecniche che ancora oggi permettono di raggiungere in treno alcuni dei più suggestivi panorami delle nostre montagne. In questo volume, di ciascuna ferrovia vengono analizzate le vicende storiche e le caratteristiche tecniche, dalle opere d’ingegneria al materiale rotabile. Dai ghiacciai del monte Bianco allo Jungfrajoch, dalla valle Roya al lago di Ginevra, dalla Liguria al Ticino alle Alpi Bernesi, passando per Liguria, Piemonte, Lombardia, Francia e Svizzera. Per ogni tracciato, le mappe, un ricchissimo e inedito apparato fotografico, approfondimenti storici e tecnici, un itinerario di scoperta e tutte le informazioni pratiche per organizzare il viaggio sui più importanti treni di montagna del continente europeo.

Libro suggestivo e molto ben fatto
_________________

Do I look like a man who can be intimidated?
Φ
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage Skype
 
 MessaggioInviato: 05 Nov 2017 05:22 pm Adv
Messaggio
  Adv












Treni di montagna.jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  69.09 KB
 Visto:  1123 Volte

Treni di montagna.jpg


 
 MessaggioInviato: 05 Nov 2017 05:38 pm  Treni - Dalle Locomotive A Vapore All'alta Velocità
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  lombricoferoce

Site Mod
Site Mod





Età: 69
Registrato: 31/10/10 08:40
Messaggi: 8145
lombricoferoce is offline 

Località: Piovarolo di Sopra - Adriatisches Küstenland
Interessi: Modellismo in particolare obsoleti, storia, storia dell'auto, fuoristrada
Impiego: Tecnico software/hardware
Sito web: http://www.munga.it/


NULL

Treni
Dalle Locomotive A Vapore All'alta Velocità


Autore: Franco Tanel

Anno: 2013

Casa editrice: White Star 544 Mi

Formato: 22 x29 cm.

Pagine: 227

Copertina: Colore rigida

Prezzo: Euro 20,00

Lingua: Italiano

ISBN: 9788854023048

Illustrazioni: in b/n e a colori

Descrizione e recensione: l’affascinante e travolgente storia del treno e della ferrovia, raccontata attraverso splendide immagini e testi ricchi ed aggiornati.

UNICO APPUNTO CARATTERI PICCOLISSIMI E POCO MARCATI, si fa fatica a leggere, peccato!! Si riscatta con foto veramente belle. Merita di averlo solo per le immagini e se avete una vista d’aquila.


Treni dalle locomotive a vapore all'alta velocità.jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  28.41 KB
 Visto:  1121 Volte

Treni dalle locomotive a vapore all'alta velocità.jpg



_________________

Do I look like a man who can be intimidated?
Φ
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage Skype
 
 MessaggioInviato: 05 Nov 2017 06:03 pm  Diario delle ferrovie d’Italia 1839-2000
Descrizione: dalla Napoli Portici all' ETR 500
Rispondi citando
Messaggio
  lombricoferoce

Site Mod
Site Mod





Età: 69
Registrato: 31/10/10 08:40
Messaggi: 8145
lombricoferoce is offline 

Località: Piovarolo di Sopra - Adriatisches Küstenland
Interessi: Modellismo in particolare obsoleti, storia, storia dell'auto, fuoristrada
Impiego: Tecnico software/hardware
Sito web: http://www.munga.it/


NULL

Diario delle ferrovie d’Italia
1839-2000
dalla Napoli Portici all' ETR 500


Autore: Ferrovie dello stato

Anno: forse 2000

Casa editrice: EFESO

Formato: 14x20 cm.

Pagine: 96

Copertina: Colore, brossura

Prezzo: Euro 27,00 a trovarlo

Lingua: Italiano

Illustrazioni: in b/n e a colori

Descrizione e recensione: E un simpatico libretto voluto dalle FS dove viene descritto in maniera semplice la storia e l’evoluzione delle FS, parla degli ETR 402 e 500 come i treni di un futuro immediato, se lo trovate, merita, è carino e ben impostato. Ha molte foto storiche.


Diario delle ferrovie d'italia.jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  55.48 KB
 Visto:  1119 Volte

Diario delle ferrovie d'italia.jpg



_________________

Do I look like a man who can be intimidated?
Φ
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage Skype
 
 MessaggioInviato: 05 Nov 2017 06:20 pm  La filovia dello Stelvio
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  lombricoferoce

Site Mod
Site Mod





Età: 69
Registrato: 31/10/10 08:40
Messaggi: 8145
lombricoferoce is offline 

Località: Piovarolo di Sopra - Adriatisches Küstenland
Interessi: Modellismo in particolare obsoleti, storia, storia dell'auto, fuoristrada
Impiego: Tecnico software/hardware
Sito web: http://www.munga.it/


NULL

La filovia dello Stelvio
Storia di dighe e di filovie per trasporto merci in alta Valtellina e nel mondo

Autori: Albè Alessandro e Viganò Sergio

Anno di pubblicazione: 2006

Casa editrice: Macchione editore

Formato: 17x24 cm.

Lingua: italiano

ISBN: 8883402715

Pagine totali: 148

Prezzo: 25 euro

Descrizione e recensione: difficile da reperire

Storia di dighe e di filovie per trasporto merci in alta Valtellina e nel mondo.
Libro tecnico-storico che porta alla luce l’affascinante filovia costruita negli anni ’50 sulla statale dello Stelvio per portare i materiali necessari alla costruzione delle dighe di San Giacomo e Cancano II dalla stazione ferroviaria di Tirano ai cantieri delle stesse. Corredato di molte foto e con un excursus finale ai tempi più recenti sulle filovie per trasporto materiali usate nel mondo. Le foto e gli schemi sono molto belli ed interessanti. Vivamente consigliato.

La filovia Tirano-Tre Baracche, che si svolgeva per 46 km lungo la strada statale dello Stelvio, fu realizzata negli anni 1939-1940 dall'AEM di Milano per la costruzione della diga di San Giacomo, in alta Valtellina, a 1950 m s.l.m.
Il principale scopo della "filovia dello Stelvio" era il trasporto del cemento che, contenuto in bidoni della capacita di 400 kg, raggiungeva i cantieri in quota per mezzo di tre diversi sistemi di trasporto: la ferrovia fino a Tirano (428 m s.l.m.), la filovia da qui a Tre Baracche e, infine, le teleferiche per l'ultimo balzo fino ai cantieri. Durante gli anni tragici della guerra l'AEM realizzò un nuovo, sbalorditivo impianto, portando la filovia su fino ai cantieri di San Giacomo lungo una strada di montagna non asfaltata di 19,5km con 21 tornanti.
La filovia si rese utile anche per la costruzione della nuova diga di Cancano (1954-1956), con la cui ultimazione cessò l'utilizzo della filovia. Il grosso del parco dei veicoli era costituito da sedici "filocarri" a tre assi, capaci di trasportare 24 bidoni per il cemento. Vi erano anche due filocarri a due assi e due "filocorriere" per il trasporto del personale.

Bellissimo ha un sacco di foto dei mezzi ...


La filovia dello stelvio.jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  39.76 KB
 Visto:  1116 Volte

La filovia dello stelvio.jpg



_________________

Do I look like a man who can be intimidated?
Φ
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage Skype
 
 MessaggioInviato: 05 Nov 2017 06:33 pm  
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  lombricoferoce

Site Mod
Site Mod





Età: 69
Registrato: 31/10/10 08:40
Messaggi: 8145
lombricoferoce is offline 

Località: Piovarolo di Sopra - Adriatisches Küstenland
Interessi: Modellismo in particolare obsoleti, storia, storia dell'auto, fuoristrada
Impiego: Tecnico software/hardware
Sito web: http://www.munga.it/


NULL

Trieste in filovia


Autore: Roberto Carmeli

Anno di pubblicazione: 1995

Casa editrice: editoriale Danubio

Formato: 21x28 cm.

Lingua: italiano

ISBN: 10: A000136031

Pagine totali: 109

Prezzo: 12 euro pagato da me

Descrizione e recensione: difficile da reperire, è la storia accurata delle linee filoviarie triestine, le foto sono molte e in bianco e nero ed il libro è esaustivo.

Ci sono tutte le filovie che vedevo circolare quando avevo i calzoni corti e anche meno corti.

Amarcord.


Trieste in filovia.jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  42.01 KB
 Visto:  1113 Volte

Trieste in filovia.jpg



_________________

Do I look like a man who can be intimidated?
Φ
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage Skype
 
 MessaggioInviato: 05 Nov 2017 06:53 pm  Cent’anni col Tram
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  lombricoferoce

Site Mod
Site Mod





Età: 69
Registrato: 31/10/10 08:40
Messaggi: 8145
lombricoferoce is offline 

Località: Piovarolo di Sopra - Adriatisches Küstenland
Interessi: Modellismo in particolare obsoleti, storia, storia dell'auto, fuoristrada
Impiego: Tecnico software/hardware
Sito web: http://www.munga.it/


NULL

Cent’anni col Tram

Autore: Stella Rasman

Anno di pubblicazione: 2002

Casa editrice: MGS PRESS

Formato: 21x29,5 cm.

Lingua: italiano

ISBN:

Pagine totali: 103

Prezzo:

Descrizione e recensione: oggi non facile da reperire, uscito per il centenario del tram di Opicina (1902 – 2002), racconta storia ed aneddoti di questo travagliato mezzo. Le foto interessanti non mancano peccato che abbondi la pubblicità.

Travagliato perché per un motivo o per l'altro tentano sempre di "farlo fuori", non rendendosi conto che fa parte della storia della città e che è un patrimonio da conservare gelosamente.


CENT'ANNI COL TRAM.jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  94.85 KB
 Visto:  1109 Volte

CENT'ANNI COL TRAM.jpg



_________________

Do I look like a man who can be intimidated?
Φ
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage Skype
 
 MessaggioInviato: 05 Nov 2017 07:28 pm Complicity KM 5,175 - LINEA 2 Il Tram di Opicina
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  lombricoferoce

Site Mod
Site Mod





Età: 69
Registrato: 31/10/10 08:40
Messaggi: 8145
lombricoferoce is offline 

Località: Piovarolo di Sopra - Adriatisches Küstenland
Interessi: Modellismo in particolare obsoleti, storia, storia dell'auto, fuoristrada
Impiego: Tecnico software/hardware
Sito web: http://www.munga.it/


NULL

KM 5,175
0,000
LINEA 2 Il Tram di Opicina


Autori: Isabella Bembo e Vincent Brunot

Anno di pubblicazione: 2002

Casa editrice: editoriale Generali

Formato: 24,5x 30 cm.

Lingua: italiano

ISBN: 8874120028

Pagine totali: un centinaio non ho voglia di contarle

Prezzo: omaggio

Descrizione e recensione: Il libro prende il nome dalla lunghezza della tratta, uscito per il centenario del tram di Opicina (1902 – 2002), voluto dalla Trieste Trasporti e alle Generali che celebravano i 100 anni. E una raccolta di acquarelli schizzi e disegni riguardanti il tram di Opicina.
Simpatico.


Km 5 175.jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  36.75 KB
 Visto:  1107 Volte

Km 5 175.jpg



N1.jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  22.17 KB
 Visto:  1107 Volte

N1.jpg



_________________

Do I look like a man who can be intimidated?
Φ
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage Skype
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum » Treni

Pagina 2 di 2
Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a pagina Precedente  1, 2

Mostra prima i messaggi di:

  

Vai a:  
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum
Non puoi allegare files in questo forum
Puoi scaricare files da questo forum





 topic RSS feed 
Powered by MasterTopForum.com with phpBB © 2003 - 2009
Macinscott 2 by Scott Stubblefield