Back to the index page  
  FAQ   Cerca   Lista degli utenti   Gruppi utenti   Calendario   Registrati   Pannello Utente   Messaggi Privati   Login 
  »Portale  »Blog  »Album  »Guestbook  »FlashChat  »Statistiche  »Links
 »Downloads  »Commenti karma  »TopList  »Topics recenti  »Vota Forum

Modelli Made in Japan sotto la lente: pregi e difetti.
Utenti che stanno guardando questo topic:0 Registrati,0 Nascosti e 0 Ospiti
Utenti registrati: Nessuno

Vai a pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10  Successivo
 
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Made in Japan
  PrecedenteInvia Email a un amico.Utenti che hanno visualizzato questo argomentoSalva questo topic come file txtVersione stampabileMessaggi PrivatiSuccessivo
 
 MessaggioInviato: 15 Set 2013 11:59 am  
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  Eagle

Users




Sesso: Sesso:Maschio
Età: 47
Registrato: 27/09/07 20:49
Messaggi: 5978
Eagle is offline 
Media Voti Post: User is appraised 4.00 out of 5
Località: Torino

Impiego: Art director of myself presso Me and Myself
Sito web: https://www.facebook.c...


italy

diablo ha scritto:

Trovi off-topic l’intervento di Franco (lombriferoce) e nessun nesso con i pregi e difetti? Secondo me sbagli e non mi trovi d’accordo, perché proprio per capire meglio i pregi e i difetti diventa importante allegare alla discussione una documentazione fotografica e poi non guasta conoscere anche la storia della vettura 1/1



QUOTO!

Un automodello, per definirsi tale, deve essere una riproduzione il più fedele possibile della vettura reale.
Discutere di un automodello senza sapere nulla dell'auto e senza fare un paragone con essa
lo troverei una cosa fine a se stessa e sensa senso.
Avevo provato a fare la stessa cosa, parlare di automodello e relativa vettura 1/1 in un altro topic, con relativa storia della vettura e caratteristiche, aneddoti e particolarità.
Il topic si intitola "I mostri sacri, le auto più belle del mondo" e lo potete trovare sezione "Modelli Speciali",
e non mi sembra sia stata una brutta idea, anzi avevo ricevuto i complimenti di molti appassionati
e reputo quel topic uno dei più interessanti di tutto il forum... Wink

Ecco il link:
http://amgmodels.mastertopforum.com/i-mostri-sacri-le-auto-piu-belle-del-mondo-automodelli-vt3546.html?highlight=mostri+sacri

Modelli e relative auto reali, storia, foto, tutto condito con un pizzico di simpatia e soprattutto senza polemiche Wink
Profilo Messaggio privato HomePage
 
 MessaggioInviato: 15 Set 2013 11:59 am Adv
Messaggio
  Adv









 
 MessaggioInviato: 15 Set 2013 04:37 pm  
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  piero63

Users




Sesso: Sesso:Maschio
Età: 56
Registrato: 17/08/08 09:19
Messaggi: 1231
piero63 is offline 







italy

Rimane che dalla storia della vettura non credo che sia possibile riuscire a dare un giudizio più corretto o meno sul modello...
Mi avresti trovato d'accordo se avessi postato le foto della macchina in ogni gara.
È un mio punto di vista. Si vede che tutti possono pensare e scrivere quello che vogliono e io no.
E torno a ribadire che non valutare il WIP di questi modelli esclude una parte fondamentale nel l'analisi di questi lavori.
Prova ne sia che senza che io ve le descrivessi nessuno di voi professoroni aveva rilevato queste modifiche fondamentali.
Profilo Messaggio privato Invia email
 
 MessaggioInviato: 15 Set 2013 11:43 pm  
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  diablo

Site Admin
Site Admin




Sesso: Sesso:Maschio
Età: 52
Registrato: 27/09/07 20:24
Messaggi: 11325
diablo is offline 

Località: modena
Interessi: modellismo
Impiego: libero professionista
Sito web: http://www.amgmodels.it


italy

piero63 ha scritto:
Rimane che dalla storia della vettura non credo che sia possibile riuscire a dare un giudizio più corretto o meno sul modello...
Mi avresti trovato d'accordo se avessi postato le foto della macchina in ogni gara.
È un mio punto di vista. Si vede che tutti possono pensare e scrivere quello che vogliono e io no.
E torno a ribadire che non valutare il WIP di questi modelli esclude una parte fondamentale nel l'analisi di questi lavori.
Prova ne sia che senza che io ve le descrivessi nessuno di voi professoroni aveva rilevato queste modifiche fondamentali.


Piero, questo sarà il tuo modo di vedere che rispetto, ma dispiace sono di opinione diversa.
Dalla storia si può conoscere meglio il modello e dalle foto lo si può giudicare o meglio, non commettere errori storici e fare interni a casaccio. A differenza dei nostri amici japanesi, anche se non sarò bravo e importante come loro, ho un archivio di migliaia di foto e almeno 300 libri... che poi sono pigro a consultarli, questo è un altro discorso Embarassed
Penso che basti poco per documentarsi e poi in giro si trova di tutto.

Piero, non dire fesserie, perché nessuno ti ha mai impedito di scrivere cosa pensi... la dimostrazione è l'ampio spazio dedicato e la cosa più importante che sei moderatore. Rolling Eyes

Nessuno ha detto di non valutare il wip, anzi ad averlo sarebbe un grande aiuto, ma in assenza si cerca di valutare il modello dalle foto e da quel poco che sappiamo o ci ricordiamo.

Ancora con questi "professoroni"... Rolling Eyes

Io nella mia valutazione cosa ho scritto? Mi sembra di aver fatto riferimento alla lavorazione di Kamimura, peraltro ne ho montati alcuni di questi kit e so riconoscere quei dettagli fatti in più.

Torniamo a parlare di modellismo? Rolling Eyes

Dalle prime considerazioni, a parte gli interni migliorabili, mi sembra che tutto sommato il modello ha ricevuto un ottima valutazione anche da parte di chi hai avuto qualche discussione. Un buon risultato.

Al prossimo modello...

_________________
Max


Ultima modifica di diablo il 16 Set 2013 01:38 am, modificato 1 volta in totale
Profilo Messaggio privato HomePage
 
 MessaggioInviato: 16 Set 2013 12:46 am  
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  diablo

Site Admin
Site Admin




Sesso: Sesso:Maschio
Età: 52
Registrato: 27/09/07 20:24
Messaggi: 11325
diablo is offline 

Località: modena
Interessi: modellismo
Impiego: libero professionista
Sito web: http://www.amgmodels.it


italy

Come prossimo modello ho pensato a qualcosa non Ferrari che farà felici i nostri amici Franco, Guido, brown e molti altri... Very Happy

A proposito Franco mi aspetto una breve introduzione storica e qualche foto Wink

Ford MK-II Le Mans 1966 kit base X-AMR Ref.4601 w/metal realizzato nel settembre 2005














_________________
Max
Profilo Messaggio privato HomePage
 
 MessaggioInviato: 16 Set 2013 01:06 am  
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  diablo

Site Admin
Site Admin




Sesso: Sesso:Maschio
Età: 52
Registrato: 27/09/07 20:24
Messaggi: 11325
diablo is offline 

Località: modena
Interessi: modellismo
Impiego: libero professionista
Sito web: http://www.amgmodels.it


italy

Dico subito la mia...

Prima di tutto il montaggio estremamente pulito, la verniciatura, la posa della decals impeccabile, in modo particolare sulle griglie del tetto e il tondo dietro.

Come dettagli noto, oltre che ha rimarcato le linee, i ganci ferma cofano, le cerniere e ha sicuramente rifatto il divisore sempre sul piccolo cofano anteriore. I vetri laterali sono fantastici, come tutto il retrotreno curato nei minimi dettagli, dal cambio alle molle dei due scarichi, le luci, la griglia...

Secondo me il dettaglio più interessante che meno si vede sono gli interni, chi si ricorda i sedili e vede bene la foto, sa di cosa parlo...

Non so se ci sono errori storici, ma trovo questo modello veramente ben fatto! 10/10


_________________
Max
Profilo Messaggio privato HomePage
 
 MessaggioInviato: 16 Set 2013 04:06 am  
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  piero63

Users




Sesso: Sesso:Maschio
Età: 56
Registrato: 17/08/08 09:19
Messaggi: 1231
piero63 is offline 







italy

E io tanto per fare il bastian contrario ti enuncio subito i difetti.
La griglia sul tetto avrebbe dovuto avere otto feritoie e non dieci. E le luci posteriori sono molto spente.
Profilo Messaggio privato Invia email
 
 MessaggioInviato: 16 Set 2013 09:09 am  
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  fantasmak

Site Mod
Site Mod




Sesso: Sesso:Maschio
Età: 68
Registrato: 12/01/11 12:06
Messaggi: 7535
fantasmak is offline 

Località: Piovarolo di Sotto
Interessi: Modellismo Rolls & Bentley, Porsche, sport prototipi ferromodellismo ecc..

Sito web: http://www.museoferrov...


italy

Secondo me il modello e' ottimo,sia come forma della carrozzeria che rispecchia l'armonia della vettura reale,sia come montaggio ed elaborazione:verniciatura superba,decals posate in modo perfetto e pulizia dell'insieme,anche l'assetto è un bel vedere, bellissima la parte posteriore anche se, effettivamente i fari sono un po' "spenti".Peccato gli interni che non si possono vedere piu' di tanto con i sedili con i famosi "bottoni".D'accordo pienamente con Max.10/10
Guido
_________________
Così preziosa come il vino,così gratis come la tristezza.... De Andrè
Profilo Messaggio privato HomePage
 
 MessaggioInviato: 16 Set 2013 09:13 am  
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  diablo

Site Admin
Site Admin




Sesso: Sesso:Maschio
Età: 52
Registrato: 27/09/07 20:24
Messaggi: 11325
diablo is offline 

Località: modena
Interessi: modellismo
Impiego: libero professionista
Sito web: http://www.amgmodels.it


italy

Ma come dici sempre tu, ci sono dettagli più interessanti di altri che fanno andare in secondo piano qualche piccola dimenticanza o errore di lavorazione. Bisogna guardare oltre o no?
Quelle delle griglie che dovrebbero essere otto o dieci interessa poco quando la posa delle decals è impeccabile. Per le luci è una scelta del modellista, errore, dimenticanza, anche qui entra in gioco la documentazione, ma personalmente poco importa. Very Happy

Come vedi anch'io riesco ad accettare un modello con qualche piccolo difetto. Wink
_________________
Max
Profilo Messaggio privato HomePage
 
 MessaggioInviato: 16 Set 2013 10:53 am  
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  lombricoferoce

Site Mod
Site Mod





Età: 69
Registrato: 31/10/10 08:40
Messaggi: 8145
lombricoferoce is offline 

Località: Piovarolo di Sopra - Adriatisches Küstenland
Interessi: Modellismo in particolare obsoleti, storia, storia dell'auto, fuoristrada
Impiego: Tecnico software/hardware
Sito web: http://www.munga.it/


NULL

Cool Eccomi Diablo.

Non è molto ma sono in ufficio.

La Ford GT40 senza dubbio non ha bisogno di presentazioni. E’ la risposta della casa di Dearborn alla casa di Maranello nella altrettanto famosa “Guerra Ferrari-Ford “ che secondo le cronache ebbe inizio il 20 di maggio del 1963 e durò fino al 1969 circa, ebbe come paladino della Ford, Carroll Shelby, pilota ed imprenditore americano.

Sia Henry Ford e sia Shelby avevano della ruggine nei confronti del cavallino nero e del suo Drake, vicenda nota a tutti, e quindi si trovarono naturalmente sullo stesso fronte e naturalmente alleati. Da questa alleanza nacquero le mitiche AC Cobra e le altrettanto mitiche Ford GT40, entrambe bellissime e che si rivelarono entrambe le bestie nere per la Ferrari, il testimone fu poi raccolto dalla Porsche.
Dopo il fallimento delle trattative tra Ford e Ferrari , la casa americana per entrare validamente nel mondo delle sport prototipo si appoggiò alla Lola (Lola Cars International - 1958-1997) notissima casa di automobili da corsa fondata negli anni cinquanta da Eric Broadley a Bromley, South London, in Inghilterra.
La Ford cominciò a lavorare a stretto contatto con la Lola e alla fine ne risultò una vettura che venne denominata GT40. L'acronimo "GT", in quanto pensata per la nuova Gran Turismo, sebbene poi non verrà mai omologata per questa categoria e "40" pari ai pollici di altezza della vettura misurata al parabrezza (1,02 m), come richiesto dal regolamento. A dir la verità il primo passo verso la vettura che si chiamò GT40 fu la Lola Ford MK6 GT che fu finita nel 1963, giusto in tempo per partecipare alle 24 ore di Le Mans, la vettura, pur facendo tempi rispettabili, ebbe problemi alla trasmissione e dovette ritirarsi.
Ho detto che il primo passo fu la Lola MK.6, perché la Ford acquistò due telai di questa vettura e collaborando con l’ ingegnere Broadley ed il progettista Roy Lunn ed il Team Manager John Wyer (ex di Aston Martin), sviluppò la Ford GT MK1, spesso indicata come la prima versione ufficiale della GT40. La MK1 nel ’64, anno di presentazione all'Auto Show di New York e nel ’65 continuò il suo sviluppo mantenendo in gran parte le impostazioni della Lola ma con scarsi successi, nel frattempo Broadley lasciò la squadra per dissapori vari.
Il modello iniziale era dotato di un motore V8 di 4,2 litri derivato dalla serie. Nel frattempo, alla Lola (incaricata della progettazione dello chassis) si davano da fare per preparare 2 macchine da portare alla 1000 km del Nürburgring, che poi divennero 3 per Le Mans; come ho detto prima, in entrambe le occasioni le vetture della Ford non ebbero il successo sperato: il progetto presentava gravi carenze aerodinamiche e strutturali, al punto che durante la 24 Ore di Le Mans emerse la tendenza del corpo vettura a generare portanza ed a sollevare verso l'alto l'asse anteriore alle alte velocità. Per questo motivo nel 1965 piuttosto coraggiosamente, fu dato un colpo di spugna, la GT40 fu completamente riprogettata e fu dotata di un motore 8V di 4,7 litri più potente ed affidabile. Questo cambiamento risultò azzeccato, la 2000 km di Daytona fu un successo. Di conseguenza l'anno successivo, la GT40 Mk II, con cilindrata portata a circa 7000 cc, dominò la 24 Ore di Le Mans e conquistò i primi tre posti, seguita da uno squadrone di 4 Porsche 906/6L.
Per la Ferrari fu una Caporetto.
La prima Ferrari una 275 GTB/c categoria GT, della Maranello Concessionaires si piazzò all’ottavo posto. Tutti i prototipi Ferrari, ufficiali e non (330 P3, 250 LM, 365 P2/P3, 330 P3 Spider ecc ..) non giunsero neppure al traguardo.

La Ford vinse a Le Mans per ben 4 volte di seguito, dal 1966 al 1969, superando per la prima volta la media dei 200 km orari nell'arco delle 24 ore di gara.
Nel 1968 e nel 1969, se non sbaglio fu la stessa auto a vincere per due volte consecutive la 24 Ore, cosa mai successa prima.

Il modellino preso in considerazione da Diablo raffigura la GT40 del team Shelby-American Inc. arrivata seconda dopo 360 giri, in parata, il 19 giugno 1966, pilotata da Ken Miles e Denis Hulme. Non ci sono molte foto nel web.


La bella Lola Ford MK 6 GT del 1963


Ford GT40 spider
Versione spider della Ford GT 40, nacque per gareggiare nelle gare Sport-Prototipo. Il telaio monoscocca GT40-110, interamente in alluminio, fu elaborato e irrigidito dal meccanico Ganley e dotato di un motore 7 litri elaborato dall'ing. Knutson. Da questa derivò la GT40 chiusa.





La GT40 numero uno in gara presa dal mio libro sulle 24 Ore e l’arrivo in parata.


Oggi
Rolling Eyes

Quasi dimenticavo, esisteva/esiste una versione stradale.
Era la Ford Gt 40 Mark III (GT 40 M3) 1966 in versione stradale. Ne furono realizzate 7. L'auto era dotata di quattro fari e la parte posteriore della carrozzeria era stata riprogettata e ingrandita per creare un vano per il bagagliaio. Sulla vettura era montato il motore di 4.737 cc con 306 CV / 228 kW a 6000 rpm. Le sospensioni erano più morbide e la leva del cambio era stata spostata verso il centro della vettura. Il volante venne posizionato sul lato sinistro dell'abitacolo.
La Mk.III più famosa fu la GT 40 M3 1105, modello dotato di guida a sinistra, consegnata nel 1968 a Herbert von Karajan che se non sbaglio, poi passò ad una 917 Porsche … stradale.

E' stata riprodotta dalla Dinky Toys che la chiama Ford 40 RV

Sevus Mr. Green
_________________

Do I look like a man who can be intimidated?
Φ


Ultima modifica di lombricoferoce il 19 Dic 2013 03:46 pm, modificato 7 volte in totale
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage Skype
 
 MessaggioInviato: 16 Set 2013 11:13 am  
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  fantasmak

Site Mod
Site Mod




Sesso: Sesso:Maschio
Età: 68
Registrato: 12/01/11 12:06
Messaggi: 7535
fantasmak is offline 

Località: Piovarolo di Sotto
Interessi: Modellismo Rolls & Bentley, Porsche, sport prototipi ferromodellismo ecc..

Sito web: http://www.museoferrov...


italy

Scusa lombri,ma il Gruppo 7 non era il Biposto Corsa(Can Am per intenderci)?: quello delle Sport Prototipo era il Gruppo 6.
Guido

PS: Una bella Lola GT,se non sbaglio,la faceva la Politoys M.
_________________
Così preziosa come il vino,così gratis come la tristezza.... De Andrè
Profilo Messaggio privato HomePage
 
 MessaggioInviato: 16 Set 2013 11:55 am  
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  lombricoferoce

Site Mod
Site Mod





Età: 69
Registrato: 31/10/10 08:40
Messaggi: 8145
lombricoferoce is offline 

Località: Piovarolo di Sopra - Adriatisches Küstenland
Interessi: Modellismo in particolare obsoleti, storia, storia dell'auto, fuoristrada
Impiego: Tecnico software/hardware
Sito web: http://www.munga.it/


NULL


Si corrisponde in effetti, io ho riportato quello che ho trovato sulla spider.
Forse hanno scritto cosi perchè la CanAm utilizzava le regole della FIA per le vetture di Gruppo 7.
Comunque tolgo. Grazie

Servus Rolling Eyes
_________________

Do I look like a man who can be intimidated?
Φ
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage Skype
 
 MessaggioInviato: 16 Set 2013 02:25 pm  
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  ramapao69

Users




Sesso: Sesso:Maschio

Registrato: 22/05/09 23:25
Messaggi: 1101
ramapao69 is offline 







italy

Bellissima realizzazione, mi piace tantissimo la verniciatura e la posa delle decals, talmente bella che se la guardi la confondi con l'Exoto in 1:10 Mr. Green
Un modello notevole, la questione delle feritoie sul tetto storicamente inesatte non mi farebbe perdere il sonno, le luci sono effettivamente scure ma il resto è davvero strabiliante, le prese d'aria hanno uno spessore infinitesimale....sembrano rifatte in ottone....Anche le cerniere delle portiere sul tetto sono sicuramente un tocco artistico notevole, ma il kit cos'era? Provence?
Profilo Messaggio privato Invia email
 
 MessaggioInviato: 16 Set 2013 02:34 pm  
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  diablo

Site Admin
Site Admin




Sesso: Sesso:Maschio
Età: 52
Registrato: 27/09/07 20:24
Messaggi: 11325
diablo is offline 

Località: modena
Interessi: modellismo
Impiego: libero professionista
Sito web: http://www.amgmodels.it


italy

@ Grazie Franco! Wink

@ Guido, so che ti avrebbe fatto piacere... la prossima sarà una tua preferita, molto bella... poi proporrò un bel wip nel topic di Kamimura che sicuramente seguirai con interesse. Wink

@ Paolo, X-AMR Ref.4601 white metal

Ho le foto dello stesso modello fatto da un altro giapponese e faremo un confronto, giusto per far capire l'eccellente lavoro fatto da Kamimura.
_________________
Max
Profilo Messaggio privato HomePage
 
 MessaggioInviato: 16 Set 2013 02:38 pm  
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  ramapao69

Users




Sesso: Sesso:Maschio

Registrato: 22/05/09 23:25
Messaggi: 1101
ramapao69 is offline 







italy

Clamoroso! Non pare affatto un Amr....
Profilo Messaggio privato Invia email
 
 MessaggioInviato: 16 Set 2013 02:44 pm  
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  Eagle

Users




Sesso: Sesso:Maschio
Età: 47
Registrato: 27/09/07 20:49
Messaggi: 5978
Eagle is offline 
Media Voti Post: User is appraised 4.00 out of 5
Località: Torino

Impiego: Art director of myself presso Me and Myself
Sito web: https://www.facebook.c...


italy

Si, le feritoie, anche se sbagliate come numero, modellisticamente sono un piccolo capolavoro.
A me sembrano rifatte in ottone e non in fotoincisione ma potrei sbagliarmi.
Rimane da capire se il numero di feritoie non è corretto per scelta modellistica (ricordiamoci che sono davvero piccole e non è certo facile realizzarle in modo così preciso in questa scala) oppure è stata una svista.

Vero quello che dite sul fatto che i fanalini dei coda sembrano un pò "spenti" e scuri.

Dalle foto invece noto una lievissima mancanza di nero nelle coperture dei fari anteriori ma sicuramente l'effetto è enfatizzato dall'ingrandimento fotografico.

Bellissimo modello. Pulitissimo e dettagliato il giusto. La verniciatura è favolosa e le decals sono posizionate egregiamente, in particolare il portanumero posteriore. Ingrandito alla scala 1/18 non sfigurerebbe affatto.
Profilo Messaggio privato HomePage
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum » Made in Japan

Pagina 2 di 10
Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10  Successivo

Mostra prima i messaggi di:

  

Vai a:  
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum
Non puoi allegare files in questo forum
Non puoi downloadare files da questo forum





 topic RSS feed 
Powered by MasterTopForum.com with phpBB © 2003 - 2009
Macinscott 2 by Scott Stubblefield