Back to the index page  
  FAQ   Cerca   Lista degli utenti   Gruppi utenti   Calendario   Registrati   Pannello Utente   Messaggi Privati   Login 
  »Portale  »Blog  »Album  »Guestbook  »FlashChat  »Statistiche  »Links
 »Downloads  »Commenti karma  »TopList  »Topics recenti  »Vota Forum

FW 190A-7 & ME 262 A-2A e altro se verrà
Utenti che stanno guardando questo topic:0 Registrati,0 Nascosti e 0 Ospiti
Utenti registrati: Nessuno


 
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Altro modellismo -> Airplane
  PrecedenteInvia Email a un amico.Utenti che hanno visualizzato questo argomentoSalva questo topic come file txtVersione stampabileMessaggi PrivatiSuccessivo
 
 MessaggioInviato: 25 Dic 2010 05:43 pm  FW 190A-7 & ME 262 A-2A e altro se verrà
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  lombricoferoce

Site Mod
Site Mod





Età: 68
Registrato: 31/10/10 08:40
Messaggi: 8145
lombricoferoce is offline 

Località: Piovarolo di Sopra - Adriatisches Küstenland
Interessi: Modellismo in particolare obsoleti, storia, storia dell'auto, fuoristrada
Impiego: Tecnico software/hardware
Sito web: http://www.munga.it/


NULL

Questi sono i miei unici 2 modelli di caccia della Luftwaffe, credo siano in scala 1/32 ma non sono un esperto in merito e non so di che marca sono, li ho comprati più o meno 40 anni fa in un negozio di Udine per 15 mila lire l'uno. Sono sempre stati con me e nonostante diversi traslochi son riuscito a non distruggerli in quanto bisogna far attenzione anche a guardarli.

Forse qualcuno di mia conoscenza dirà che le foto come al solito sono "culone" ... può essere ma non li ritiro nuovamente fuori fino al prossimo trasloco. Ho messo vicino la Kleines Kettenkraftrad Typ HK 101 della Britains per 2 motivi: primo per la scala 1/32 più o meno, secondo perché usavano la NSU anche per trainare gli aerei ed in particolare il 262.


Kettenkrad tows a Messerschmidt ME 262 jet fighter on a German airfield (1944 or 1945)
A Kettenkrad tows a He 343A-1 of 1.KG 76 to its dispersal at Burg near Magdeburg

Credo che questi 2 caccia non abbiano bisogno di presentazioni, il Focke da non confonderlo col Fokker olandese, credo sia stato il miglior caccia ad elica tedesco anche se all'inizio i motori BMW facevano un po' schifo, fu usato per prova nella guerra di Spagna, fu smontato, messo in treno, rimontato, provato in combattimento e viceversa, poi entrò in azione sulla Manica e non fu una lieta sorpresa per i piloti avversari che non riuscivano a capire che cavolo fosse, abituati ai 109. Combattè su tutti i fronti in variatissime versioni, fu sostituito dal Focke-Wulf Ta 152 (Ta sta per Ta(nk) Kurt in base ad una nuova normativa, Kurt Tank era il progettista, questo caccia andava via ai P51).


Rolling Eyes

Il secondo è un Messerschmitt ME 262 il primo caccia a reazione che effettivamente fu usato in maniera diciamo massiccia nella seconda guerra mondiale, ma non tanto massiccia da riuscire a cambiare le cose, in più quel emerito penicefalo dello zio Adolfo decise che doveva esser adoperato pure come caccia bombardiere e così una macchina nata come caccia puro fu snaturata a dovere con l'aggiunta del peso delle bombe ed un notevole numero di 262 (Bomber Blitz) fu impiegato per questo, togliendo caccia alle file della già sparuta Luftwaffe. Nel frattempo pure gli inglesi e gli americani avevano in cantiere 2 caccia a reazione, la RAF aveva il Gloster Meteor che non fu mai impiegato in combattimento se non per tirar giù le V1, uno fu ceduto all'America che era ancora lontana da avere qualche cosa di buono con il suo Bell P-59 Airacomet.
Il punto debole del 262 era il decollo e l'atterraggio e normalmente venivano protetti in queste fasi da caccia ad elica per il resto erano micidiali armati con cannoncini e missili. Un pilota collaudatore (Hans Guido Mutke) afferma di aver superato la barriera del suono andando giù in picchiata per soccorrere un collega con in coda un paio di caccia Usa. Ma oltre alla sua parola .... comunque secondo me é probabile visto che normalmente poteva toccare quasi i 900 kmh come i nostri G91. Ne furono prodotti circa 1300 esemplari, ma gli operativi in contemporanea non superavano le 100 uinità, pochini. In caso di abbattimento e non ne furono abbattuti molti, il pilota veniva quasi sempre ucciso mentre scendeva col paracadute in quanto gli alleati pensavano che fosse più difficile sostituire un pilota di 262 che un 262. Il 262 alla fin fine fu sconfitto per la mancanza di carburante, come tutti gli altri mezzi tedeschi a parte le biciclette.
I tedeschi usarono altri 3 aeroplani senza elica, 2 a reazione e uno a razzo.
L'Arado 234 che usavano come bombardiere o come ricognitore, c'era una base anche in Friuli, dove ora ci sono oggi le Frecce e Heinkel 162 Volksjaeger un caccia monoreattore che fu usato poco e troppo tardi, era molto economico. Infine c'era MESSERSCHMITT Me163 Komet, aereo a razzo che avrebbe dovuto contrastare i bombardieri americani ma si rivelò un fallimento. Arrivava in quota spinto dal motore razzo, scaricava le armi e atterrava planando come un aliante. Una bara.

Tornando al 262 fu prodotto in svariatissime versioni, fu usato anche come caccia notturno e fu prodotto anche dalla Avia (CS-92) cecoslovacca che continuò a produrre anche i 109 dopo la guerra, quest’ultimo fu il primo caccia della IAF : l'Avia S-199, ironia della sorte, no? Ma fu quasi subito sostituito dagli Spit.

La produzione iniziò nel mese di Aprile del 1944, l'ultimo aereo fu consegnato nel mese di Aprile del 1945. In tutto 1369 aerei sono stati consegnati in maniera documentabile fino al 10 Aprile 1945.
Il Giappone mise in cantiere delle copie del 262 dopo che l'addetto militare giapponese in Germania vide un paio di voli di prova del Me 262 . Così nacquero il J9Y Nakajima Kikka e il Nakajima Ki-201, per altro mai operativi. Fu prodotto anche il Komet.

Il primo vero reparto operativo di 262 fu comunque un distaccamento del KG 51, più noto come Kommando Schenck (Me 262A-2a cacciabombardieri), seguito dal Kommando Nowotny con un organico di circa 40 caccia. Questo gruppo autonomo, entrato in azione il 3 ottobre 1944, riuscì, sotto la capace guida del Magg. Walter Nowotny, asso pluridecorato (258 vittorie), ad aggiudicarsi parecchie vittorie.
Purtroppo Nowotny cadde, come parecchi suoi colleghi, mitragliato in fase d'atterraggio da caccia alleati nei primi giorni di novembre.
Uno degli assi del 262 fu Kurt Welter con 25 vittorie su un totale di 63. Ma con questo aereo volarono anche assi come Barkhorn Gerhard 301 vittorie , Walter Krupinski e Gunther Lutzow tutti erano nella Jagdverband 44 o JV 44, la squadriglia degli assi, formata da piloti con una marcia in più e comandata dal Generale Adolf Galland (103 vittorie).
La JV 44 era gruppo costituito da circa 25 piloti con 50 aerei ed operò da Munchen Riem e in soli 3 mesi, con una media di soli sei aerei operativi, riuscì ad abbattere 47 aerei fra bombardieri e caccia.
Strano ma vero l'asso degli assi di tutti i piloti da caccia esistenti presenti e passati e forse futuri Erich Bubi Hartmann con 352 vittorie al suo attivo snobbò il 262 e gli preferì il 109.

Gli americani calcolarono che occorrevano 10 P-51 Mustang per neutralizzare un singolo Me 262. Ma contro un attacco multiplo di jet, la difesa era semplicemente impossibile.
I migliori risultati, i piloti alleati li ottenevano pattugliando, con i loro caccia ad elica, continuamente il cielo sugli aeroporti tedeschi, per cercare di sorprendere i Me 262 in atterraggio e soprattutto in decollo. I tedeschi cercarono di opporsi destinando reparti di Fw-190 e addirittura di Ta-152 alla difesa a bassa quota dei jet in atterraggio, ma questo non evitò dolorose perdite, come quella dell'asso Walter Nowotny.
L'unico pilota alleato ad aver distrutto più di un Me 262 fu Drew B. Urban. Anche il famoso asso Chuck Yeager ne abbatté uno. Entrambi volavano con i P-51.
Rolling Eyes

Spero di non avervi annoiato ma un minimo di commento mi sembra giusto, se poi l'ho fatto ... scusatemi, anche se la cosa non mi tocca, non voglio insegnar nulla ad alcuno, prendetela come una delle mie solite divagazioni.

un link interessanti

http://www.luftwaffe.cz/index.html

http://it.wikipedia.org/wiki/Asso_dell%27aviazione

http://www.aereimilitari.org/forum/topic/15099-messerschmitt-me-262-schwalbe/


bye
_________________

Do I look like a man who can be intimidated?
Φ


Ultima modifica di lombricoferoce il 15 Set 2011 08:41 am, modificato 8 volte in totale
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage Skype
 
 MessaggioInviato: 25 Dic 2010 05:43 pm Adv
Messaggio
  Adv












FW190A-7 'Rot 23' (4).jpg
 Descrizione:
Focke-Wulf FW 190A-7 'Rot 23', Gruppenkommandeur II- jagdgeschwader 1, Major Heinz Bar-In Stock
 Dimensione:  114.94 KB
 Visto:  6491 Volte

FW190A-7 'Rot 23' (4).jpg



FW190A-7 'Rot 23' (6).jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  148.81 KB
 Visto:  6491 Volte

FW190A-7 'Rot 23' (6).jpg



FW190A-7 'Rot 23', Gruppenkommandeur II- jagdgeschwader 1, Major Heinz Bar-In Stock.jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  33.3 KB
 Visto:  6491 Volte

FW190A-7 'Rot 23', Gruppenkommandeur II- jagdgeschwader 1,  Major Heinz Bar-In Stock.jpg


 
 MessaggioInviato: 25 Dic 2010 05:44 pm  
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  lombricoferoce

Site Mod
Site Mod





Età: 68
Registrato: 31/10/10 08:40
Messaggi: 8145
lombricoferoce is offline 

Località: Piovarolo di Sopra - Adriatisches Küstenland
Interessi: Modellismo in particolare obsoleti, storia, storia dell'auto, fuoristrada
Impiego: Tecnico software/hardware
Sito web: http://www.munga.it/


NULL

Il Focke-Wulf Fw 190 Würger (Averla - uccello della famiglia dei Laniidae) nome di battesimo che ebbe poca fortuna e fu quasi sempre per tutti soltanto «il Focke-Wulf», fu un progetto importante nella storia dell'aereo da caccia, tanto che da diversi storici è considerato il migliore caccia ad elica del secondo conflitto mondiale. Ebbe origine da una specifica emessa nella primavera dei 1938. quando in Germania cominciarono a giungere notizie circa aerei da caccia di nuova generazione più avanzati del BF-109 in gestazione negli altri paesi. Tra i vari progetti di massima ne fu scelto uno, redatto dall'equipe dell'Oberingenieur (ing. capo) R. Blaser basato su un motore radiale e su un felice connubio tra elementi convenzionali e soluzioni innovatrici. Bisogna dire che, come quasi sempre accade in aeronautica, i problemi vennero proprio dagli aspetti più originali (come il motore con albero prolungato e ventola di raffreddamento) mentre il successo fu garantito dall'essenzialità del disegno della cellula, essenzialità che, unita alla buona potenza dei propulsori, offriva all’Fw-190 l’agilità necessaria per farne un buon caccia.
I Focke Wulf Fw. 190 con motore BMW 801, familiarmente definiti «musi corti», avevano un comportamento in volo e prestazioni comparabili o superiori a quelle della migliore produzione Alleata tutta via il Prof. Kurt Tank, direttore tecnico della Focke-Wulf, li considerava come una soluzione provvisoria in attesa di un caccia con motore a pistoni «definitivo» capace di operare a quote molto elevate. Di conseguenza nel 1942, furono elaborati alcuni progetti di massima. dai quali
scaturirono i Ta.152 e Ta.153, che si possono considerare aeroplani differenti dall'originale Fw.190 ma eccezionalmente validi. Le stime sul totale degli esemplari prodotti, tra Fw. 190 e Ta. 152/153, sono imprecise, ma una delle più recenti parla di 20.087 aeroplani (con 674 D e 65 esemplari costruiti su licenza in Francia), un risultato che non ha raggiunto i numeri del BF-109 ma è pur sempre di tutto rispetto, tanto che «Musi corti» e «musi lunghi» occupano i primi posti in un’ideale graduatoria delle migliori realizzazioni di tutti i tempi dell’industria aeronautica tedesca.

In decine di versioni, il Fw 190 fu costruito in 13.367 esemplari come intercettore e in 6.634 come caccia bombardiere e si distinse su tutti i fronti. Fu equipaggiato sia con motori radiali che in linea.

Versioni

Fw 190 V: prototipi, dal tedesco Versuch

V1: il primo volo ci fu il 1º gennaio 1939 con motore BMW 139 da 1550 cavalli;
V2: secondo prototipo, dotato di armamento;
V5k: Klein ("Piccolo"): primavera 1940;
V5g: Grosse ("Grande"): dotato di una maggiore apertura alare;
V6: ottobre 1940;

Fw 190 A: prima versione di serie

A-0: serie di pre-produzione;
A-1: prima serie di produzione, costruita in 101 esemplari;
A-2: armamento fisso maggiorato, con due cannoni da 20 mm e quattro mitragliatrici MG 17;
A-3: motore potenziato, quattro cannoni da 20 mm e due mitragliatrici da 7,92 mm;

Le differenze tra la versione A-4 e A-5.

A-4: introdotto nel luglio 1942, l' A-4 aveva lo stesso motore e lo stesso armamento di base dell'A-3. Una radio aggiornata, la FuG 16Z, fu installata rimpiazzando la precedente FuG VIIa. Introduceva il sistema di iniezione MW 50 acqua-metanolo per spingere il rendimento del motore BMW 801D-2 a 2100 CV (1566 kW) per brevi periodi e innalzare la sua velocità massima a 670 km/h a 6.400 metri. Molto simile, il Fw 190A-4/Trop introduceva filtri tropicali per proteggere il motore in Nord Africa e era equipaggiato per trasportare una bomba da 250 kg sotto la fusoliera. Ma il dispositivo MW-50 acqua-metanolo fu rimosso nella variante Fw 190A-4/R6 che poteva trasportare due tubi lancia razzi WGr 21. L'ulteriore versione 190A-4/U8 aveva l'armamento fisso ridotto ai due cannoni MG 151 ma poteva trasportare una bomba da 500 kg (1102 lb) sotto la fusoliera, mentre i due serbatoi sganciabili da 300 litri (66 Imp-gal) aumentava la sua autonomia.

A-5: ulteriori migliorie al motore ed altri dettagli;

A-6: introdotta nel giugno 1943, era una delle principali versioni. Derivava dal modello sperimentale Fw 190 A-5/U10 e incorporava un'ala ridisegnata e alleggerita che poteva ospitare quattro cannoni MG 151 da 20 millimetri ed era il precursore del Fw 190 A6/R1 con sei MG 151, del Fw 190 A6/R2 con due cannoni MG 108 da 30 millimetri montati sulle ali, del Fw 190 A6/R3 che aggiungeva un cannone da 30 mm. sotto ogni ala, e del Fw 190 A6/R6 - la variante finale - equipaggiato di un lanciatore tubolare WGr21 da 210 millimetri sotto ogni ala.

A-7: introdotto nel dicembre 1943, era un modello simile al Fw 190 A-6 in cui le mitragliatrici MG 17 da 7,92 millimetri montate sul motore erano sostituite da due MG 131 da 13 millimetri. Venne costruito in pochi esemplari.

A-8: macchina prodotta in grande serie, probabilmente oltre 8000 esemplari, simile alla precedente;

A-9: poche unità prodotte con motore potenziato ed altri dettagli;

Fw 190 C: modello sperimentale con compressore per le alte quote ed altre modifiche;
Fw 190 D: aereo rimotorizzato, fusoliera allungata e motore Junkers Jumo 213 A 12 cilindri a V;

Fw 190 F:
F-1: era una versione specializzata per attacco al suolo, che fu introdotta alla fine del 1943. Generalmente simile al Fw 190 A-4, ne differiva per la corazzatura addizionale dell'abitacolo, il motore, l'eliminazione dei due cannoncini da 20 millimetri e una rastrelliera per bomce ETC 501 installata sotto la fusoliera;
F-2: derivava dal Fw 190 A-5 ma introduceva un tettuccio a goccia;
F-3: corrispondeva al 190 A-6; poteva trasportare un serbatoio sganciabile da 300 litri o una bomba da 250 kg sotto la fusoliera, mentre le varianti Fw 190 F-3/R-1 e F-3/R3, avevano quattro attacchi ETC 50 sotto le ali per bombe o, alternativamente, due cannoni MK 103 da 30 millimetri.[4] Ne furono prodotti circa 500 esemplari.

Fw 190 G: simile al precedente, ma con il ruolo del bombardiere tattico ognitempo.

L'ultima evoluzione del FW190 fu il FOCKE WULF Ta-152 - La sigla Ta venne imposta dalla nuova normativa Reichsluftfahrtministerium (RLM) che prevedeva, nella seconda parte degli anni quaranta, l'uso delle iniziali del progettista, in questo caso Kurt Tank, in sostituzione del precedente suffisso, l'Fw attribuito alla Focke-Wulf. Se si confronta l’H con il "vecchio" A- 8. le principali differenze esterne consistono nell'allungamento sia della parte anteriore che di quella posteriore della fusoliera (rispettivamente 77,2 e 50 cm), in uno spostamento verso prua delle ali (42 cm), un allungamento delle stesse fino a giungere ad un’apertura di ben 14,44 metri ed infine in un aumento di 50 cm della carreggiata. L'abitacolo è ora pressurizzato e l'armamento è costituito da un cannone MK 103 da 30 mm con una dotazione di 90 colpi, posizionato in modo da sparare attraverso il mozzo dell’elica, e da due cannoni MG151 da 20, con 150 colpi ciascuno, sistemati alla radice delle ali, il motore è uno Junkers Jumo 213E da 1730 Hp al decollo (1260 HP a 10500 Mt), che muove un'elica tripala lignea tipo VS9 del diametro di metri 3.6 ed utilizza carburante B4 ad 87 ottani. Il propulsore adottato, magnificamente accoppiato ad affinamenti aerodinamici, offre prestazioni formidabili all’aereo, quali una velocità di 751 km/h a 9000 metri e di 760-65 km/h a 12500 mt in superpotenza, mentre il rateo di salita, sempre in superpotenza, è di ben 17,5-19,0 m/sec. superiore quindi al già validissimo BF-109G-10.

La produzione totale del Ta 152H assomma ad una cifra molto esigua (meno di una sessantina di esemplari, prototipi compresi) e solo pochi H-0 ed H-1 riescono ad entrare in azione nel 1945. All’inizio di gennaio infatti l'Erprobungskommando Ta.152 (distaccamento sperimentale Ta. 152) cambia denominazione e diviene Stabstaffel (squadriglia comando) del JG301, con base ad Alteno presso Berlino. Alcuni esemplari vengono presi in carico anche dal III/JG301, mentre lo Stab nella seconda metà di febbraio si trasferisce a Sachau, sempre nei dintorni di Berlino, e proprio sulla capitale tedesca il 21 febbraio viene registrato il primo successo, la vittima è un B-17 dell’USAAF.
Nei due mesi che seguono, le ottime doti del mezzo, in grado di surclassare qualsiasi caccia avversano, vengono confermate dall’esito di altri scontri, anche se purtroppo per i piloti tedeschi le assegnazioni rimangono sempre bassissime (il 12 aprile lo Stab ed il III/JG301 hanno in organico solo 13 velivoli), finché, il 7 maggio 1945 a Leck, nello Schleswig-Holstein, il JG301 si arrende agli inglesi, termina cosi la breve carriera operativa del Ta.152, ultimo epigono del Focke Wulf 190.

Le differenze più chiare tra il Focke Wulf ed il Messerschmitt erano che il Fw190 dava il meglio di sé alle medie basse quote, mentre il Me 109 era insostituibile alle alte quote.

Il Fw190 era di serie più armato del Bf109, infatti era più adatto ad attaccare i bombardieri e nel '43 fecero strage durante la doppia missione Schweinfurt-Regensburg, il 17 agosto 1943 quando gli alleati persero 60 bombardieri con 552 membri dell'equipaggio, 3 Thunderbolts P-47, 2 Spitfire e dai 58 ai 95 bombardieri vennero pesantemente danneggiati. Comunque all'azione parteciparono circa 400 tra Bf 109, Bf 110, Fw 190, ne furono abbattuti 25-27. Le forze alleate erano composte da 376 B-17, 268 Thunderbolts P-47 e 191 Spitfire .


Focke-Wulf FW 190A-7 'Rot 23', Gruppenkommandeur II- jagdgeschwader 1, Major Heinz Bar-In Stock


FW190A-7 'Rot 23' (1).jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  154.27 KB
 Visto:  6490 Volte

FW190A-7 'Rot 23' (1).jpg



FW190A-7 'Rot 23' (2).jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  138.73 KB
 Visto:  6490 Volte

FW190A-7 'Rot 23' (2).jpg



_________________

Do I look like a man who can be intimidated?
Φ


Ultima modifica di lombricoferoce il 28 Lug 2014 07:11 pm, modificato 2 volte in totale
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage Skype
 
 MessaggioInviato: 25 Dic 2010 05:47 pm  
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  lombricoferoce

Site Mod
Site Mod





Età: 68
Registrato: 31/10/10 08:40
Messaggi: 8145
lombricoferoce is offline 

Località: Piovarolo di Sopra - Adriatisches Küstenland
Interessi: Modellismo in particolare obsoleti, storia, storia dell'auto, fuoristrada
Impiego: Tecnico software/hardware
Sito web: http://www.munga.it/


NULL


Messerschmitt Me 262 A-2a jachtbommenwerper. Let op de twee SC 250 bommen



me 262 a jagdgeschwader edelweiss (5).jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  133.97 KB
 Visto:  6489 Volte

me 262 a jagdgeschwader edelweiss (5).jpg



me 262 a jagdgeschwader edelweiss.jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  120.73 KB
 Visto:  6489 Volte

me 262 a jagdgeschwader edelweiss.jpg



_________________

Do I look like a man who can be intimidated?
Φ


Ultima modifica di lombricoferoce il 26 Dic 2010 10:48 am, modificato 3 volte in totale
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage Skype
 
 MessaggioInviato: 25 Dic 2010 05:51 pm  
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  lombricoferoce

Site Mod
Site Mod





Età: 68
Registrato: 31/10/10 08:40
Messaggi: 8145
lombricoferoce is offline 

Località: Piovarolo di Sopra - Adriatisches Küstenland
Interessi: Modellismo in particolare obsoleti, storia, storia dell'auto, fuoristrada
Impiego: Tecnico software/hardware
Sito web: http://www.munga.it/


NULL

Shocked




Messerschmitt ME 262 A-2A "Schwalbe" Jagdgeschwader 51 'Edelweiss'


me 262 a jagdgeschwader edelweiss (2).jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  114.45 KB
 Visto:  6488 Volte

me 262 a jagdgeschwader edelweiss (2).jpg



me 262 a jagdgeschwader edelweiss (3).jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  110.17 KB
 Visto:  6488 Volte

me 262 a jagdgeschwader edelweiss (3).jpg



me 262 a jagdgeschwader edelweiss (4).jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  155.22 KB
 Visto:  6488 Volte

me 262 a jagdgeschwader edelweiss (4).jpg



_________________

Do I look like a man who can be intimidated?
Φ
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage Skype
 
 MessaggioInviato: 25 Dic 2010 06:35 pm  
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  luca84

Users




Sesso: Sesso:Maschio
Età: 34
Registrato: 19/01/10 22:09
Messaggi: 4496
luca84 is offline 

Località: Saluzzo
Interessi: modellini 1/24,montagna,auto sportive e sport automobilistici in genere
Impiego: carrozziere



italy

Complimenti!!
ma fai proprio di tutto eheheh

ma erano kit?se sì,li hai montati te? Wink

_________________
"Dai diamanti non nasce niente
dal letame nascono i fiori"(F. de Andrè)
Profilo Messaggio privato Invia email
 
 MessaggioInviato: 25 Dic 2010 08:56 pm  
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  lombricoferoce

Site Mod
Site Mod





Età: 68
Registrato: 31/10/10 08:40
Messaggi: 8145
lombricoferoce is offline 

Località: Piovarolo di Sopra - Adriatisches Küstenland
Interessi: Modellismo in particolare obsoleti, storia, storia dell'auto, fuoristrada
Impiego: Tecnico software/hardware
Sito web: http://www.munga.it/


NULL

luca84 ha scritto:
Complimenti!!
ma fai proprio di tutto eheheh

ma erano kit?se sì,li hai montati te? Wink


All'epoca non ero bravo con i kits.
Li ho visti in vetrina così come li vedi e d'istinto li ho comperati.

Ciao Rolling Eyes
_________________

Do I look like a man who can be intimidated?
Φ
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage Skype
 
 MessaggioInviato: 25 Dic 2010 10:28 pm  
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  Keep-all

Users




Sesso: Sesso:Maschio
Età: 58
Registrato: 25/07/09 18:30
Messaggi: 2186
Keep-all is offline 

Località: Roma
Interessi: Automodellismo, Bricolage, Letture
Impiego: Libero Professionista



italy

Se quel qualcuno di tua conoscenza sono io, ebbene si, te lo dico: sono foto culone!! Wink...eheheheheh......
Ma visto che di aerei da caccia non ne capisco una "mazza" Embarassed , ammiro le tue dotte divagazioni e i tuoi modelli così come sono.
Mi sembra, comunque, che siano modelli dettagliati e montati da kit, almeno per come sembrano dipinte le carlinghe. Rolling Eyes

A proposito di "foto culone", sono stato buono a non dirti praticamente nulla sulle Spot-on pubblicate. Quei modellini così.....,come dire, prelibati meriterebbero veramente delle riprese migliori. Mo' te l'ho detto. Smile

Alberto
_________________
La bellezza delle cose che si hanno nella vita è legata all’amore che si impiega nel prendersene cura.
Profilo Messaggio privato Invia email
 
 MessaggioInviato: 26 Dic 2010 11:13 am  
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  lombricoferoce

Site Mod
Site Mod





Età: 68
Registrato: 31/10/10 08:40
Messaggi: 8145
lombricoferoce is offline 

Località: Piovarolo di Sopra - Adriatisches Küstenland
Interessi: Modellismo in particolare obsoleti, storia, storia dell'auto, fuoristrada
Impiego: Tecnico software/hardware
Sito web: http://www.munga.it/


NULL

Keep-all ha scritto:
Se quel qualcuno di tua conoscenza sono io, ebbene si, te lo dico: sono foto culone!! Wink...eheheheheh......
Ma visto che di aerei da caccia non ne capisco una "mazza" Embarassed , ammiro le tue dotte divagazioni e i tuoi modelli così come sono.
Mi sembra, comunque, che siano modelli dettagliati e montati da kit, almeno per come sembrano dipinte le carlinghe. Rolling Eyes

A proposito di "foto culone", sono stato buono a non dirti praticamente nulla sulle Spot-on pubblicate. Quei modellini così.....,come dire, prelibati meriterebbero veramente delle riprese migliori. Mo' te l'ho detto. Smile

Alberto



Shocked Ma no!? Ecco cosa mi mancava .......... Shocked


Com'è umano lei.jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  51.26 KB
 Visto:  6466 Volte

Com'è umano lei.jpg



u.jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  1.36 KB
 Visto:  6466 Volte

u.jpg



sssstttt.jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  7.21 KB
 Visto:  6466 Volte

sssstttt.jpg



_________________

Do I look like a man who can be intimidated?
Φ
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage Skype
 
 MessaggioInviato: 04 Set 2011 04:43 pm  Mercury e altro
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  lombricoferoce

Site Mod
Site Mod





Età: 68
Registrato: 31/10/10 08:40
Messaggi: 8145
lombricoferoce is offline 

Località: Piovarolo di Sopra - Adriatisches Küstenland
Interessi: Modellismo in particolare obsoleti, storia, storia dell'auto, fuoristrada
Impiego: Tecnico software/hardware
Sito web: http://www.munga.it/


NULL



Inizio da quello rosso:
è un Macchi Castoldi M.C.72 della EDISON in scala 1/84 Mancano alettoni post.

è un idrocorsa ne furono prodotti 5 esemplari l'obiettivo era vincere la Coppa Schneider, altra gara che mi affascina. La Macchi l'aveva già vinta 2 volte e non ci riuscì una terza. Mentre il Supermarine inglese ci riuscì e nel 1931 portò la coppa a casa. Il Macchi non partecipò per problemi al motore.

Di questi cinque M.C. ne rimane solo uno, quello siglato MM.181 che il 23 di Ottobre del 1934 pilotato dal maresciallo Francesco Agello, con una velocità media di 709,209 km/h, batté il suo stesso record precedente ottenuto con M.C.72 siglato MM.177 sul circuito del Lago di Garda alla velocità media di 682,078; quest'ultimo primato rimane imbattuto per quanto concerne la categoria idrovolanti propulsi da motore alternativo.
Il Macchi Castoldi M.C.72 "MM.181", l'ultimo rimasto dei cinque esemplari prodotti, riposa nel Museo storico dell'Aeronautica Militare di Vigna di Valle, sul lago di Bracciano vicino a Roma ..... mentre La coppa Schneider è conservata, insieme all'aereo vincitore, il Supermarine S.6B, al Museo della Scienza di Londra. Quindi tutti riposano contenti, ora, anche se agli italiani son girate un po' le balle.
Non potevo non dirlo

poi dei Mercury

COMET DH 106 - MERCURY ref. 407 - 112X139 MM
CONVAIR XFY-1 - MERCURY ref. 421 - 62X46 MM
LOCKEED F90 - MERCURY ref.405
MIG 15 - MERCURY ref. 412 - 53X50 MM
AVRO 707A - MERCURY ref. 406

il mimetico è un Dinky Toys inglese ref. 735 - 92X83 MM ed è un GLOSTER JAVELIN

Sono tutti in metallo mentre i rimanenti 4 sono in plastica e sono della BONUS marca a me sconosciuta ma li avevo da piccolo come alcuni dei Mercury appena citati e mannaggia ... avevo anche l' Avro Vulcan della Dinky Toys.
Sad
Dunque della Bonus ...
FOUGA MAGISTER - VAUTOUR - MIG 15 - VAMPIRE


Bye
_________________

Do I look like a man who can be intimidated?
Φ
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage Skype
 
 MessaggioInviato: 06 Set 2012 10:26 am  
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  lombricoferoce

Site Mod
Site Mod





Età: 68
Registrato: 31/10/10 08:40
Messaggi: 8145
lombricoferoce is offline 

Località: Piovarolo di Sopra - Adriatisches Küstenland
Interessi: Modellismo in particolare obsoleti, storia, storia dell'auto, fuoristrada
Impiego: Tecnico software/hardware
Sito web: http://www.munga.it/


NULL

Questi qui sono più giocattoli che modellini .... comunque sono sempre aerei ....

AEREO BIMOTORE da turismo della JOUSTRA francese ref. 60, in latta, le eliche tripala in plastica rossa, è a frizione, spingendolo girano pure le eliche misura 32 x 37 cm.


Rolling Eyes


3 aerei di linea della BOAC , Boeing 737, 747, e Vickers VC-10 , prodotti ad HONG KONG negli anni ‘70 sono a frizione con 3 con scalette e relativi passeggeri, la pista è disegnata su un foglio di carta . I 3 aerei veri sono rispettivamente del ’67, ’70 e ’64.
La British Overseas Airways Corporation, nota anche con il suo acronimo BOAC, era una compagnia aerea britannica operante negli anni dal 1939 al 1974.
Tra l’altro il VC-10 fu realizzato proprio per la BOAC che negli anni 60 emise una specifica per la fornitura di un nuovo velivolo da trasporto passeggeri da utilizzare sulle rotte a lungo raggio.


Mr. Green


bimotore.jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  60.34 KB
 Visto:  5015 Volte

bimotore.jpg



boeing_737_747_vc10_.jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  94.03 KB
 Visto:  5015 Volte

boeing_737_747_vc10_.jpg



_________________

Do I look like a man who can be intimidated?
Φ
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage Skype
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum » Airplane

Pagina 1 di 1
Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora

Mostra prima i messaggi di:

  

Vai a:  
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum
Non puoi allegare files in questo forum
Puoi scaricare files da questo forum





 topic RSS feed 
Powered by MasterTopForum.com with phpBB © 2003 - 2009
Macinscott 2 by Scott Stubblefield