Back to the index page  
  FAQ   Cerca   Lista degli utenti   Gruppi utenti   Calendario   Registrati   Pannello Utente   Messaggi Privati   Login 
  »Portale  »Blog  »Album  »Guestbook  »FlashChat  »Statistiche  »Links
 »Downloads  »Commenti karma  »TopList  »Topics recenti  »Vota Forum

Ferrari 375 plus Valiente-Ibanez 1^ 1000km Buenos Aires 1955
Utenti che stanno guardando questo topic:0 Registrati,0 Nascosti e 0 Ospiti
Utenti registrati: Nessuno

Vai a pagina 1, 2  Successivo
 
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Modelli Speciali
  PrecedenteInvia Email a un amico.Utenti che hanno visualizzato questo argomentoSalva questo topic come file txtVersione stampabileMessaggi PrivatiSuccessivo
 
 MessaggioInviato: 20 Giu 2018 04:37 pm  Ferrari 375 plus Valiente-Ibanez 1^ 1000km Buenos Aires 1955
Descrizione: WIP della elaborazione di un kit John Day
Rispondi citando
Messaggio
  marconolasco

Users




Sesso: Sesso:Maschio
Età: 62
Registrato: 17/01/18 22:06
Messaggi: 555
marconolasco is offline 

Località: Savona





italy

Questo progetto mi frullava in testa da alcuni anni...trasformare 'sta roba inguardabile montata dal sottoscritto nel 1973 in qualcosa di almeno decente.
Il kit, il n. 102 di John Day, mi arrivò nell' aprile del 1973 da Mikansue insieme con altri 3 John Day, 2 Autoreplicas (una è la ERA che ho postato nella sezione dei modellisti bravi) e un D.G.. Costo 5000 £..
La montai subito con verniciatura a pennello (potete ammirarla nelle foto allegate... Embarassed ), uno dei miei primi lavori...e si vede!
Tempo fa un Ixo da edicola la sostituì. Fu allora che mi venne l' insana idea. In fondo la 1000 km di Buenos Aires 1955 era una prova del Campionato del Mondo Marche di quell' anno, anzi, la prima del calendario nonché l' unica vittoria della Ferrari. Cominciai così a procurarmi la documentazione, mi feci preparare la decal del bollo sul cofano (ritrae un certo Patoruzu, un personaggio dei fumetti argentino che pare fosse la mascotte del pilota, Carlos Enrique Díaz Sáenz Valiente) e incominciai. Ci ho messo più di un anno e il risultato...beh...lo vedrete...però durante questa fase di ricerca della documentazione mi sono divertito.
Recentemente Faenza 43 ho commercializzato proprio questa versione.
Ecco dunque le foto del montaggio originale (si consiglia ai deboli di stomaco di passare oltre...)...le asimmetrie varie non le ho fatte io...ci pensò Giovanni Giorno...


Ultima modifica di marconolasco il 20 Giu 2018 05:02 pm, modificato 2 volte in totale
Profilo Messaggio privato
 
 MessaggioInviato: 20 Giu 2018 04:37 pm Adv
Messaggio
  Adv









 
 MessaggioInviato: 20 Giu 2018 04:42 pm  
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  marconolasco

Users




Sesso: Sesso:Maschio
Età: 62
Registrato: 17/01/18 22:06
Messaggi: 555
marconolasco is offline 

Località: Savona





italy

Qualche foto della vera e un disegno a colori di una rivista d' epoca, decisivo per deliberare il rosso-nero. La foto del retro fu scattata in occasione di un' altra gara, ma la vettura è la stessa.
Profilo Messaggio privato
 
 MessaggioInviato: 20 Giu 2018 04:47 pm  
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  marconolasco

Users




Sesso: Sesso:Maschio
Età: 62
Registrato: 17/01/18 22:06
Messaggi: 555
marconolasco is offline 

Località: Savona





italy

Dapprima ho piegato un pochino la parte anteriore della scocca per ridurre l' effetto sogliola, poi ho cercato di pareggiare il faro sx che era più avanti del dx. Nel frattempo ho rifatto il pianale sostituendo le ruote con delle Tron e i terminali degli scarichi con dei capicorda.
Profilo Messaggio privato
 
 MessaggioInviato: 20 Giu 2018 04:56 pm  
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  marconolasco

Users




Sesso: Sesso:Maschio
Età: 62
Registrato: 17/01/18 22:06
Messaggi: 555
marconolasco is offline 

Località: Savona





italy

Questa vettura montava la profilatura del poggiatesta. Un altro John Day, la Mercedes 300 SLR Mille Miglia 1955 ne aveva due ed è stato lieto di cederne uno alla Ferrari. E' stato ripagato con un restauro che lo ha fatto diventare la vincente al Tourist Trophy sempre del '55, vedere il relativo thread.
Ho modificato il profilo originario del poggiatesta per cercare di riprodurre quello vero, che si vede nella foto di fianco poco sopra.
Profilo Messaggio privato
 
 MessaggioInviato: 20 Giu 2018 09:32 pm  
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  marconolasco

Users




Sesso: Sesso:Maschio
Età: 62
Registrato: 17/01/18 22:06
Messaggi: 555
marconolasco is offline 

Località: Savona





italy

A questo punto nacque un problema...i numerosi rivetti che caratterizzano la vettura...li faccio o non li faccio? Mi accontento dei fori di origine, peraltro sbagliati come sviluppo e passo o li metto "veri", cioè in rilievo? Oppure, considerate le mie scarse capacità, li trascuro, come del resto ha fatto Ixo e la ben più pretenziosa ( e costosa) Art? Dopo vari tentennamenti decisi di provare a metterli sotto forma di decals, avendo scartato queli veri perché o fuori scala con coseguente effetto carrarmato, o molto, troppo piccoli per poterli gestire...valli a fare forellini da 0,4 o giù di lì senza impastare le punte nel morbido piombo del modellino...e per di più tutti alla stessa distanza. Ho usato quelli della americana Archer, in scala HO. Ecco qualche prova
Profilo Messaggio privato
 
 MessaggioInviato: 20 Giu 2018 09:36 pm  
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  marconolasco

Users




Sesso: Sesso:Maschio
Età: 62
Registrato: 17/01/18 22:06
Messaggi: 555
marconolasco is offline 

Località: Savona





italy

Ed ecco la scocca con il primer
Profilo Messaggio privato
 
 MessaggioInviato: 20 Giu 2018 09:39 pm  
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  marconolasco

Users




Sesso: Sesso:Maschio
Età: 62
Registrato: 17/01/18 22:06
Messaggi: 555
marconolasco is offline 

Località: Savona





italy

Applicazione delle decals-rivetti. Sono in resina e sul foglietto ce ne sono di diversi passi, anche a zig-zag, adatti per il frontale.
Profilo Messaggio privato
 
 MessaggioInviato: 21 Giu 2018 08:40 am  
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  marconolasco

Users




Sesso: Sesso:Maschio
Età: 62
Registrato: 17/01/18 22:06
Messaggi: 555
marconolasco is offline 

Località: Savona





italy

Una spruzztina di primer sui rivetti, altrimenti la vernice non li copre. Questo sarà il problema che mi assilerà per tutto il montaggio, riuscire a coprirli senza farli affogare...alla fine ci sono quasi riuscito, ma quelli attorno al profilo del poggiatesta lato interno sono scomparsi per sempre tra i flutti neri...
In compenso l' effetto è piuttosto realistico, si vedono, ma non si impongono, come nel vero. Credo che un modellista bravo potrebbe ottenere ottimi risultati.
Profilo Messaggio privato
 
 MessaggioInviato: 21 Giu 2018 09:46 am  
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  lombricoferoce

Site Mod
Site Mod





Età: 68
Registrato: 31/10/10 08:40
Messaggi: 8145
lombricoferoce is offline 

Località: Piovarolo di Sopra - Adriatisches Küstenland
Interessi: Modellismo in particolare obsoleti, storia, storia dell'auto, fuoristrada
Impiego: Tecnico software/hardware
Sito web: http://www.munga.it/


NULL

Ciao bella scelta, ai tempi che furono feci la versione vittoriosa a Le Mans nel '54, è in resina, mi raccomando non lasciare i cerchi lucidi non erano cromati.i

Stai facendo un buon lavoro ....un lavoraccio visto da dove sei partito, da vero temerario.

Dopo alcuni kits in metallo ho sempre preferito la resina. Ormai sono anni che ho smesso.


_________________

Do I look like a man who can be intimidated?
Φ
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage Skype
 
 MessaggioInviato: 21 Giu 2018 09:57 am  
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  marconolasco

Users




Sesso: Sesso:Maschio
Età: 62
Registrato: 17/01/18 22:06
Messaggi: 555
marconolasco is offline 

Località: Savona





italy

Sì Franco, grazie, i cerchi sono stati spruzzati, solo i gallettoni sono rimasti cromati.
Ecco la mia Ixo da edicola 24 ore de Le Mans 1954, con qualche miglioria tra cui le decals nuove di dimensioni corrette. Il difetto principale delle Ferrari Ixo è, per me, la dimensione dei fari anteriori, eccessiva. Sembrano gli occhioni di cerbiattina Carfagna dopo che ha messo il collirio per dilatare le pupille...
Di seguito come apparivano i rivetti del John Day dopo la verniciatura. Rimane ancora la parte centrale da dipingere in nero...
Il problema è che è molto difficile carteggiare e passare il polish senza spianare i rivetti!
Profilo Messaggio privato
 
 MessaggioInviato: 21 Giu 2018 12:41 pm  
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  marconolasco

Users




Sesso: Sesso:Maschio
Età: 62
Registrato: 17/01/18 22:06
Messaggi: 555
marconolasco is offline 

Località: Savona





italy

Mi sono bloccato per mesi per cercare di salvare i rivetti da morte certa per annegamento...le prove con strato di nero su strato di rosso avevano infatti sempre questo infausto epilogo...alla fine ho deciso di cambiare tecnica e ho spennellato (già, come 45 anni fa, inorridite pure!) uno strato di smalto Humbrol, sperando che non coprisse tutto. In effetti molti rivetti si sono salvati, ma, come ho già detto, quelli all' interno del poggiatesta sono finiti tra i flutti, inoltre il nero non ha coperto del tutto e sulle punte affiora un po' di rosso, ma bisogna osservare da molto vicino e con luce a favore.
Ci sono già alcuni particolari, ma ne mancano ancora molti altri.
Profilo Messaggio privato
 
 MessaggioInviato: 21 Giu 2018 04:52 pm  
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  marconolasco

Users




Sesso: Sesso:Maschio
Età: 62
Registrato: 17/01/18 22:06
Messaggi: 555
marconolasco is offline 

Località: Savona





italy

Ed ecco il lavoro finito...come spesso mi capita mi sono lasciato prendere la mano e qua e là ho esagerato...ad esempio il retrovosore è composto da 8 parti perché ho cercato di riprodurre quello vero che si vede in una foto, con il risultato "sporco" che si vede...l' avessi fatto normale sarebbe stato meglio, ma forse mi sarei divertito meno...
Profilo Messaggio privato
 
 MessaggioInviato: 21 Giu 2018 04:54 pm  
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  marconolasco

Users




Sesso: Sesso:Maschio
Età: 62
Registrato: 17/01/18 22:06
Messaggi: 555
marconolasco is offline 

Località: Savona





italy

Ultime foto con la famiglia delle quattro sport John Day che ho rifatto in questi anni
Profilo Messaggio privato
 
 MessaggioInviato: 30 Ago 2018 11:47 am  
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  diablo

Site Admin
Site Admin




Sesso: Sesso:Maschio
Età: 51
Registrato: 27/09/07 20:24
Messaggi: 11285
diablo is offline 

Località: modena
Interessi: modellismo
Impiego: libero professionista
Sito web: http://www.amgmodels.it


italy

Ciao Marco, grazie per il topic.
Questa è una versione che devo realizzare per un amico e posso scegliere di partire da un kit John Day o BBR ... la mia scelta non ha dubbi! Mr. Green

Hai fatto un buon lavoro e direi anche di santa pazienza. Una domanda: come hai fatto con la decals anteriore?
_________________
Max
Profilo Messaggio privato HomePage
 
 MessaggioInviato: 30 Ago 2018 02:39 pm  
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  fantasmak

Users




Sesso: Sesso:Maschio
Età: 67
Registrato: 12/01/11 12:06
Messaggi: 6474
fantasmak is offline 

Località: Piovarolo di Sotto
Interessi: Modellismo Rolls & Bentley, Porsche, sport prototipi ferromodellismo ecc..

Sito web: http://www.museoferrov...


italy

Beh....tra John Day e BBR........ Mr. Green

Guido.
_________________
Così preziosa come il vino,così gratis come la tristezza.... De Andrè
Profilo Messaggio privato HomePage
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum » Modelli Speciali

Pagina 1 di 2
Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a pagina 1, 2  Successivo

Mostra prima i messaggi di:

  

Vai a:  
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum
Non puoi allegare files in questo forum
Non puoi downloadare files da questo forum





 topic RSS feed 
Powered by MasterTopForum.com with phpBB © 2003 - 2009
Macinscott 2 by Scott Stubblefield