Back to the index page  
  FAQ   Cerca   Lista degli utenti   Gruppi utenti   Calendario   Registrati   Pannello Utente   Messaggi Privati   Login 
  »Portale  »Blog  »Album  »Guestbook  »FlashChat  »Statistiche  »Links
 »Downloads  »Commenti karma  »TopList  »Topics recenti  »Vota Forum

Treni... Alla buona!
Utenti che stanno guardando questo topic:0 Registrati,0 Nascosti e 0 Ospiti
Utenti registrati: Nessuno

Vai a pagina Precedente  1, 2, 3 ... , 13, 14, 15  Successivo
 
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Treni
  PrecedenteInvia Email a un amico.Utenti che hanno visualizzato questo argomentoSalva questo topic come file txtVersione stampabileMessaggi PrivatiSuccessivo
 
 MessaggioInviato: 09 Mar 2017 06:17 pm  
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  E_656

Users




Sesso: Sesso:Maschio
Età: 52
Registrato: 05/09/09 21:48
Messaggi: 2191
E_656 is offline 







italy

Risolto l'enigma grazie ad Alessandro (un altro grande esperto di modellismo)... Il trenino svedese è del 1949 e si acquistava per 42 corone tramite una rivista di hobbies e tempo libero, edita nella terra dei Vichinghi... La rivista si chiamava "Hobby Folk".
Il montaggio non è molto intuitivo e le rotaie vanno realizzate in lamina d'alluminio...
Rimane nella sua scatola come oggetto da collezione! Cool

Per non rimaner con le mani in mano...

Guardo e riguardo i miei trenini nelle scatole, mi piacerebbe far loro sgranchire un po' le bielle, ma solo pensare di prendere i binari, creare il tracciato steso per terra che ad ogni giro si sposta e scollega... Poi smontare e rimetter tutto a posto... Passa la voglia... Che li tengo a fare? Non stanno in vetrina, non li uso... Ma sì, li vendo! Aaaargh!
Il solo pensarlo mi fa rabbrividire, per cui ecco una soluzione, magari (anzi sicuramente) brutta da vedere, ma che assolve egregiamente il suo compito: una base di compensato 80x120.
Su un lato Lima HO e Trix a tre rotaie a CC... Essendo double face, basta girarla dall'altra parte e mi trovo altri 4 tracciati pronti all'uso: Marklin a CA, scala TT, scala N e infine scala Z...
L'appoggio sul letto, attacco il trasformatore e posso passare al collaudo dei rotabili. Smile felice 3
_________________
Giuseppe
Profilo Messaggio privato
 
 MessaggioInviato: 09 Mar 2017 06:17 pm Adv
Messaggio
  Adv












P3090093.JPG
 Descrizione:
 Dimensione:  124.11 KB
 Visto:  645 Volte

P3090093.JPG



P3090094.JPG
 Descrizione:
 Dimensione:  139.5 KB
 Visto:  645 Volte

P3090094.JPG



P3090095.JPG
 Descrizione:
 Dimensione:  147.37 KB
 Visto:  645 Volte

P3090095.JPG



P3090096.JPG
 Descrizione:
 Dimensione:  146.3 KB
 Visto:  645 Volte

P3090096.JPG



P3090097.JPG
 Descrizione:
 Dimensione:  120.67 KB
 Visto:  645 Volte

P3090097.JPG


 
 MessaggioInviato: 09 Mar 2017 06:30 pm  
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  diablo

Site Admin
Site Admin




Sesso: Sesso:Maschio
Età: 51
Registrato: 27/09/07 20:24
Messaggi: 11238
diablo is offline 

Località: modena
Interessi: modellismo
Impiego: libero professionista
Sito web: http://www.amgmodels.it


italy

Profilo Messaggio privato HomePage
 
 MessaggioInviato: 09 Mar 2017 07:14 pm  
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  Marco_Beta

Users




Sesso: Sesso:Maschio
Età: 44
Registrato: 26/01/17 16:44
Messaggi: 505
Marco_Beta is offline 







italy

Si insomma..le studiate tutte per contagiarmi e...porca miseria...si...forse forse un pochetto mi sta venendo voglia di fare il ferroviere!
Che bello l'effetto delle rotaie Marklin con la massicciata in lamiera.
Bravo Giuseppe, così facendo hai eliminato la parte noiosa di una bella passione!
Profilo Messaggio privato
 
 MessaggioInviato: 09 Mar 2017 08:48 pm Complicity 
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  lombricoferoce

Site Mod
Site Mod





Età: 67
Registrato: 31/10/10 08:40
Messaggi: 7975
lombricoferoce is offline 

Località: Piovarolo di Sopra - Adriatisches Küstenland
Interessi: Modellismo in particolare obsoleti, storia, storia dell'auto, fuoristrada
Impiego: Tecnico software/hardware
Sito web: http://www.munga.it/


NULL


E bravo Giuseppe, invece di commettere sacrilegio, con un ciccinino di vilipendio, vendendo alcune delle tante sudate tessere del mosaico della tua vita, hai dimostrato alla galassia tutta, che pure sul pianeta terra c'è vita intelligente. Ottima soluzione, che io purtroppo non potrò fare per mancanza di spazio ... ma sai che c'è sempre un ma ... che spesso complica ma qualche volta "scomplica" e nel mio caso c'è il plasticone del museo, dove ho fatto fuori la mia rara Rivarossi 625 che ora è rinata sotto le mani di un vero artista del restauro con una spesa irrisoria. E lì faccio sgranchire le bielle .... magari con un tantino di attenzione per i "vecchi" Rivarossi che sono come le tette delle monache. Cosa che ignoravo.
E quindi qualche giretto tanto per non sentirli protestare, dopo averli lubrificati e basta. Per questo voglio acquisire modelli robusti in modo da poterli far girare senza la paura di vederli passare a miglior vita.

Ciao Smile felice 3
_________________

Do I look like a man who can be intimidated?
Φ
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage Skype
 
 MessaggioInviato: 18 Mag 2017 09:22 am  
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  E_656

Users




Sesso: Sesso:Maschio
Età: 52
Registrato: 05/09/09 21:48
Messaggi: 2191
E_656 is offline 







italy

Grazie per gli apprezzamenti ragazzi! Wink

Aggiungo un piccolo tassello.
Simili per concezione agli INGAP a molla anche Lima in epoca successiva si cimentò nel proporre la versione a molla dei classici trenini. Molto spartani e molto più giocattoli infantili rispetto a quelli elettrici.


P5140237.JPG
 Descrizione:
 Dimensione:  129.54 KB
 Visto:  580 Volte

P5140237.JPG



P5140238.JPG
 Descrizione:
 Dimensione:  92.3 KB
 Visto:  580 Volte

P5140238.JPG



_________________
Giuseppe
Profilo Messaggio privato
 
 MessaggioInviato: 18 Mag 2017 02:13 pm  
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  lombricoferoce

Site Mod
Site Mod





Età: 67
Registrato: 31/10/10 08:40
Messaggi: 7975
lombricoferoce is offline 

Località: Piovarolo di Sopra - Adriatisches Küstenland
Interessi: Modellismo in particolare obsoleti, storia, storia dell'auto, fuoristrada
Impiego: Tecnico software/hardware
Sito web: http://www.munga.it/


NULL

Simpaticissimo e mai visto ....
_________________

Do I look like a man who can be intimidated?
Φ
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage Skype
 
 MessaggioInviato: 19 Mag 2017 12:48 am  
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  E_656

Users




Sesso: Sesso:Maschio
Età: 52
Registrato: 05/09/09 21:48
Messaggi: 2191
E_656 is offline 







italy

E' vero, molto caratteristico e simpatico.
Particolare anche il meccanismo: a molla e con volano simile a quelli a frizione, in pratica il locomotore si muove con un leggero movimento inerziale che non fa slittare le ruote e fa durare anche di più lo svolgimento della molla medesima.
_________________
Giuseppe
Profilo Messaggio privato
 
 MessaggioInviato: 09 Giu 2017 03:40 pm  
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  E_656

Users




Sesso: Sesso:Maschio
Età: 52
Registrato: 05/09/09 21:48
Messaggi: 2191
E_656 is offline 







italy

Gutzold G12 alias BR 42 001.
Molto pesante, in zama e plastica.
Da revisionare, per quanto funzionante presenta l'ingranaggio di trasmissione molto consumato.

Qualche cenno storico:

1946 John Gützold apre una fonderia a Zwickau.
1948 Per i suoi figli John Gützold costruisce il primo modello di treno in legno.
1950 Ad esso fa seguito il primo treno in scala H0, insieme ad un Tender.
1961 L'azienda si espande gradualmente: più di 100 dipendenti lavorano in diverse sedi aziendali.
1968 John Gützold va in pensione e lascia l'attività a suo figlio Bernd che assume la direzione.
1972 La Gützold viene nazionalizzata e rinominata "Modellismo ferroviario VEB Zwickau".
1980 La VEB Zwickau viene rilevata dalla VEB Plasticart Annaberg - Buchholz. Impiega 130 dipendenti e la distribuzione viene affidata alla VEB Piko Sonneberg.
1990 L'azienda viene rimossa dalla VEB Plasticart. Torna Bernd Gützold che fonda la Gützold KG, in cui assume la direzione.
1996 Gützold KG viene convertita in azienda Gützold GmbH & Co. KG. Bernd Gützold come amministratore delegato.
2010 A causa della mancanza di successione aziendale la Gützold GmbH & Co.KG deve esser ceduta, ma non vi sono acquirenti che offrano garanzie.
2012 Nell'aprile del 2012 si apre il procedimento di liquidazione. La produzione di modelli di locomotive si ferma a giugno.
2013 Il 15 febbraio gli ultimi 3 dipendenti lasciano l'azienda.

1 aprile 2013: un anno dopo l'apertura della procedura di insolvenza Gützold GmbH riapre i battenti. Quasi tutti gli ex dipendenti possono essere riassunti, così si stabiliscono le migliori condizioni per la continuazione del lavoro, con i nuovi prodotti nella solita qualità. Da allora l'azienda continua a produrre le sue locomotive...


P6080340.JPG
 Descrizione:
 Dimensione:  74.93 KB
 Visto:  489 Volte

P6080340.JPG



P6080341.JPG
 Descrizione:
 Dimensione:  95.4 KB
 Visto:  489 Volte

P6080341.JPG



P6080342.JPG
 Descrizione:
 Dimensione:  67.8 KB
 Visto:  489 Volte

P6080342.JPG



_________________
Giuseppe
Profilo Messaggio privato
 
 MessaggioInviato: 09 Giu 2017 05:59 pm  
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  lombricoferoce

Site Mod
Site Mod





Età: 67
Registrato: 31/10/10 08:40
Messaggi: 7975
lombricoferoce is offline 

Località: Piovarolo di Sopra - Adriatisches Küstenland
Interessi: Modellismo in particolare obsoleti, storia, storia dell'auto, fuoristrada
Impiego: Tecnico software/hardware
Sito web: http://www.munga.it/


NULL

Mi piace molto, peccato per l'azienda, non so perchè ma mi dispiace sempre leggere della fine di una fabbrica di "giocattoli", se mi concedi il termine. Per fortuna che in questo caso c'è stata la rinascita.
Sarò cretino ma mi dà la stessa sensazione di una nave che affonda, sono cose diverse ma io le vedo come se fossero vive .... ok son scemo, bye Shocked
_________________

Do I look like a man who can be intimidated?
Φ
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage Skype
 
 MessaggioInviato: 26 Nov 2017 12:51 pm  
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  E_656

Users




Sesso: Sesso:Maschio
Età: 52
Registrato: 05/09/09 21:48
Messaggi: 2191
E_656 is offline 







italy

Quando un'attività produttiva chiude è sempre triste, se poi riguarda ciò che ci appassiona di più, è peggio! Guarda i negozi di modellismo: si trovano col lanternino e dopo che li hai scovati... Chiudono!
Al loro posto: telefonia, sale slot, compro-oro etc. Rolling Eyes

Sezione obsoleti o treni? Alla fine ho deciso per quest'ultima.
Al pari della Mercury coi modelli Colibrì (Franco ne sa qualcosa!) altri marchi hanno prodotto trenini pressofusi: tra loro la Budgie.
Sostanzialmente ha commercializzato un solo modello riproducente una Fowler (0-6-0) classe 3F, conosciuta come "Jinty":

https://en.wikipedia.org/wiki/LMS_Fowler_Class_3F



Il numero "7118" che accompagnerà questo modello (a rilievo nello stampo delle versioni più vecchie e su decal in quelle dagli anni '70 in poi) è frutto di un errore, in quanto quella immatricolazione appartiene alla più grande classe F3 (rodiggio 2-4-2)... In pratica nel cercare informazioni sulla locomotiva da realizzare, chi le ha riferite al progettista dello stampo ha invertito le due cifre (3F - F3)!
Il modellino può circolare normalmente sul pavimento o sui binari H0, prodotto nei colori : rosso, verde, nero e bronzo.

Agli albori degli anni '50 si pone un altro modello, il cui produttore è sconosciuto -anche se si attribuisce anch'esso a Budgie- e rappresenta una LMS 7217 (0-6-0).




PB260401.JPG
 Descrizione:
 Dimensione:  89.77 KB
 Visto:  243 Volte

PB260401.JPG



PB260402.JPG
 Descrizione:
 Dimensione:  86.23 KB
 Visto:  243 Volte

PB260402.JPG



PB260404.JPG
 Descrizione:
 Dimensione:  89.17 KB
 Visto:  243 Volte

PB260404.JPG



PB260403.JPG
 Descrizione:
 Dimensione:  68.81 KB
 Visto:  243 Volte

PB260403.JPG



_________________
Giuseppe
Profilo Messaggio privato
 
 MessaggioInviato: 26 Nov 2017 08:41 pm  
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  fantasmak

Users




Sesso: Sesso:Maschio
Età: 66
Registrato: 12/01/11 12:06
Messaggi: 6056
fantasmak is offline 

Località: Piovarolo di Sotto
Interessi: Modellismo Rolls & Bentley, Porsche, sport prototipi ferromodellismo ecc..

Sito web: http://www.museoferrov...


italy

Molto caratteristiche queste loco inglesi che hanno la prerogativa di avere i cilindri interni al telaio, così come le bielle motrici, lasciando in vista solamente quelle di accoppiamento.

Guido.
_________________
Così preziosa come il vino,così gratis come la tristezza.... De Andrè
Profilo Messaggio privato HomePage
 
 MessaggioInviato: 26 Nov 2017 09:12 pm  
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  E_656

Users




Sesso: Sesso:Maschio
Età: 52
Registrato: 05/09/09 21:48
Messaggi: 2191
E_656 is offline 







italy

Caspita Guido, se non me lo facevi notare tu... Non mi ero accorto dell'assenza dei cilindri all'esterno e della diversa disposizione delle bielle... Ma così non era più complessa anche la manutenzione?
_________________
Giuseppe
Profilo Messaggio privato
 
 MessaggioInviato: 26 Nov 2017 09:40 pm  
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  fantasmak

Users




Sesso: Sesso:Maschio
Età: 66
Registrato: 12/01/11 12:06
Messaggi: 6056
fantasmak is offline 

Località: Piovarolo di Sotto
Interessi: Modellismo Rolls & Bentley, Porsche, sport prototipi ferromodellismo ecc..

Sito web: http://www.museoferrov...


italy

Quattro occhi vedono meglio di due. Mr. Green

Sicuramente la manutenzione era più difficoltosa, pero' devi pensare che anche in Italia c'erano molte locomotive ad avere 4 cilindri, 2 esterni e 2 interni (625, 640 solo interni), quindi erano attrezzati per svolgere la manutenzione su questi apparati.

Guido.
_________________
Così preziosa come il vino,così gratis come la tristezza.... De Andrè
Profilo Messaggio privato HomePage
 
 MessaggioInviato: 26 Nov 2017 10:19 pm Oh yes ! 
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  lombricoferoce

Site Mod
Site Mod





Età: 67
Registrato: 31/10/10 08:40
Messaggi: 7975
lombricoferoce is offline 

Località: Piovarolo di Sopra - Adriatisches Küstenland
Interessi: Modellismo in particolare obsoleti, storia, storia dell'auto, fuoristrada
Impiego: Tecnico software/hardware
Sito web: http://www.munga.it/


NULL

E_656 ha scritto:
Sezione obsoleti o treni? Alla fine ho deciso per quest'ultima.


Giuseppe: treni con treni

Simpaticissimi questi ultimi, ciao Very Happy
_________________

Do I look like a man who can be intimidated?
Φ
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage Skype
 
 MessaggioInviato: 27 Nov 2017 02:02 am  
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  diablo

Site Admin
Site Admin




Sesso: Sesso:Maschio
Età: 51
Registrato: 27/09/07 20:24
Messaggi: 11238
diablo is offline 

Località: modena
Interessi: modellismo
Impiego: libero professionista
Sito web: http://www.amgmodels.it


italy

E_656 ha scritto:
Quando un'attività produttiva chiude è sempre triste, se poi riguarda ciò che ci appassiona di più, è peggio! Guarda i negozi di modellismo: si trovano col lanternino e dopo che li hai scovati... Chiudono!
Al loro posto: telefonia, sale slot, compro-oro etc. Rolling Eyes


Breve OT ... Guarda mio caro che questo è un problema del bel paese ... sicuramente complice il web, ma anche la gestione di un attività ad oggi praticamente diventata impossibile! In Svizzera, in particolare quella tedesca, trovi negozi di treni ben forniti, per non parlare del modellismo radiocomandato con dei negozi da sogno! Vogliamo parlare delle borse scambio?
_________________
Max
Profilo Messaggio privato HomePage
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum » Treni

Pagina 14 di 15
Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a pagina Precedente  1, 2, 3 ... , 13, 14, 15  Successivo

Mostra prima i messaggi di:

  

Vai a:  
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum
Non puoi allegare files in questo forum
Puoi scaricare files da questo forum





 topic RSS feed 
Powered by MasterTopForum.com with phpBB © 2003 - 2009
Macinscott 2 by Scott Stubblefield