Back to the index page  
  FAQ   Cerca   Lista degli utenti   Gruppi utenti   Calendario   Registrati   Pannello Utente   Messaggi Privati   Login 
  »Portale  »Blog  »Album  »Guestbook  »FlashChat  »Statistiche  »Links
 »Downloads  »Commenti karma  »TopList  »Topics recenti  »Vota Forum

POCHER ALFA ROMEO 8C 2300
Utenti che stanno guardando questo topic:0 Registrati,0 Nascosti e 0 Ospiti
Utenti registrati: Nessuno

Vai a pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6
 
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Completed projects
  PrecedenteInvia Email a un amico.Utenti che hanno visualizzato questo argomentoSalva questo topic come file txtVersione stampabileMessaggi PrivatiSuccessivo
 
 MessaggioInviato: 30 Apr 2013 11:38 pm  
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  poli050

Users




Sesso: Sesso:Maschio
Età: 58
Registrato: 09/12/07 14:20
Messaggi: 456
poli050 is offline 

Località: Santorso (vi)
Interessi: modellismo
Impiego: Impiegato



italy

Eagle Noto che anche tu hai il modello della bauer e devo dire che blu e nera ė molto bella!
Profilo Messaggio privato
 
 MessaggioInviato: 30 Apr 2013 11:38 pm Adv
Messaggio
  Adv









 
 MessaggioInviato: 01 Mag 2013 02:04 pm  
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  poli050

Users




Sesso: Sesso:Maschio
Età: 58
Registrato: 09/12/07 14:20
Messaggi: 456
poli050 is offline 

Località: Santorso (vi)
Interessi: modellismo
Impiego: Impiegato



italy

Ecco come secondo me dovrebbe essere stato il colore, forse ancora un po'. Più opaco
Profilo Messaggio privato
 
 MessaggioInviato: 01 Mag 2013 03:11 pm  
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  diablo

Site Admin
Site Admin




Sesso: Sesso:Maschio
Età: 52
Registrato: 27/09/07 20:24
Messaggi: 11325
diablo is offline 

Località: modena
Interessi: modellismo
Impiego: libero professionista
Sito web: http://www.amgmodels.it


italy

Luciano grazie! Very Happy
_________________
Max
Profilo Messaggio privato HomePage
 
 MessaggioInviato: 10 Mag 2013 03:24 pm  
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  lombricoferoce

Site Mod
Site Mod





Età: 69
Registrato: 31/10/10 08:40
Messaggi: 8145
lombricoferoce is offline 

Località: Piovarolo di Sopra - Adriatisches Küstenland
Interessi: Modellismo in particolare obsoleti, storia, storia dell'auto, fuoristrada
Impiego: Tecnico software/hardware
Sito web: http://www.munga.it/


NULL

poli050 ha scritto:
Condivido in tutto! Un'auto veramente eccezionale per grazie ed imponenza. Ho letto da qualche parte che ne sono state prodotte solo pochissimi esemplari 2/3. È che i motori rimasti inutilizzati sono stati usati su delle motrici per i treni. Correggimi se sbaglio Eagle.


Ciao, ne sono state costruite più di 2 o tre oltre al prototipo, in più alcune sono state ricarrozzate
Queste sono le viventi oltre alla replica della Esders del 1990 che comunque i fari li aveva ma venivano conservati nel bagagliaio.


Di T41 se non sbaglio tenendo conto delle varie carrozzerie ne sono state costruite una decina




In merito ai motori usati sui treni


Partiamo dal 1933. Siamo in Francia , il costruttore di automobili di alto livello Ettore Bugatti è in difficoltà , causa la depressione economica che porta come conseguenza l’arresto della produzione del modello di punta , ed unico , della sua produzione : la Royale .
Solo tre modelli venduti , e 23 motori pronti in magazzino .

Immagino vagamente lo stato d’animo di chi ha riversato energie e denari in un progetto e si ritrova in quelle condizioni .
Ma la fortuna è degli audaci , così , partecipa nel 1932 ad un concorso per la progettazione e produzione di un’automotrice ferroviaria con caratteristiche di alta velocità , ricordiamoci che stiamo parlano degli anni trenta .
Ettore Bugatti, dopo aver spiegato motivazioni e intenzioni ai suoi operai, si presenta con un progetto a dir poco rivoluzionario , un mezzo di locomozione su rotaia inusuale , per alcuni aspetti attuale ancora oggi .
Molte idee presenti nel mondo dell’automobile vengono riversate in questa idea , tanto da denominarlo Autorail .
Linea aerodinamica , posto di guida centrale sopraelevato a mo di torretta , telaio in lega leggera , freni a tamburo ,
trasmissione cardanica sui due assali centrali dei due carrelli , propulsione affidata a 4 motori situati sotto il posto guida , accoppiati tra loro da giunti idrodinamici .
Di seguito disegno del modello Présindetiel ,utilizzato dal presidente Francese Albert Lebrun per l'inaugurazione della stazione marittima di Cherbourg nel Luglio 1933 .
Un progetto così ben ideato ed innovativo , non poteva che vincere il concorso , forse grazie anche al blasone del marchio .
Rientrato con il contratto in mano , Ettore Bugatti mobilità tutti i suoi collaboratori , si costruisce all’esterno del capannone un ricovero di dimensioni adeguate per la costruzione del prototipo .
I lavori iniziano ed in appena nove mesi viene alla luce , è proprio il caso di dirlo , il primo Autorail , o WR , vagone rapido .
Bisogna considerare che tutte le maestranze parteciparono attivamente solo alla costruzione del telaio e della carrozzeria , i motori , di cui più avanti vedremo le specifiche , erano già pronti . Se così non fosse tale risultato in così poco tempo non sarebbe stato raggiunto .
Comincia a prendere corpo quella che in futuro prenderà il nome di “ alta velocità “ , credo si possa tranquillamente chiamarlo il Papà del TGV .

Ma vediamo le specifiche :

lunghezza ai respingenti 23.160 mt
diametro delle ruote 0.75 mt
posti a sedere 48 ( 120 con rimorchio )
motori 4 Bugatti Royale da 200 cv a 2000 rpm
ogni motore 12.750 cm3
trasmissione meccanica con alberi cardanici e giunti
idrodinamici
freni a tamburo comando meccanico
massa 35 tonnellate
velocità massima 192 km/h
velocità di crociera 120 - 140 km/h
anno di costruzione 1933
anno di dismissione 1958
modelli prodotti 9
numerazione SNCF da XB 1001 a XB 1008 ( 1 esemplare distrutto )


Piccolo aneddoto : finita la costruzione ci si accorge che l’automotrice non può raggiungere la stazione , che dista poco più di un chilometro dallo stabilimento, causa muro esterno della fabbrica .
Soluzione , per il Signor Bugatti più che ovvia , “ sventrare “ il muro di cinta . .

Vanto di questo gioiello tecnologico erano i motori di derivazione automobilistica .

Ovviamente scopiazzato

Bye Rolling Eyes
_________________

Do I look like a man who can be intimidated?
Φ
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage Skype
 
 MessaggioInviato: 10 Mag 2013 05:49 pm  
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  poli050

Users




Sesso: Sesso:Maschio
Età: 58
Registrato: 09/12/07 14:20
Messaggi: 456
poli050 is offline 

Località: Santorso (vi)
Interessi: modellismo
Impiego: Impiegato



italy

Guardando le foto delle 6+1 auto e leggendo tutta la storia, non si può non essere esenti dall!emozianante fascino della Bugatti..... Fantastico!!!!
Grazie lombrico!!
Profilo Messaggio privato
 
 MessaggioInviato: 10 Mag 2013 11:37 pm  
Descrizione:
Rispondi citando
Messaggio
  lombricoferoce

Site Mod
Site Mod





Età: 69
Registrato: 31/10/10 08:40
Messaggi: 8145
lombricoferoce is offline 

Località: Piovarolo di Sopra - Adriatisches Küstenland
Interessi: Modellismo in particolare obsoleti, storia, storia dell'auto, fuoristrada
Impiego: Tecnico software/hardware
Sito web: http://www.munga.it/


NULL

Il piacere è mio.
Per finire l'ot posso dire che dietro al marchio a ferro di cavallo c'è tutta una storia interessante e tragica che merita di esser conosciuta. Ti consiglierei di informarti se non lo hai già fatto.

Credo che la famiglia Bugatti si sia interessata un po' di tutto, il fratello di Ettore, Rembrandt morto suicida, era un artista ed è quello che disegnò l'elefantino e pure Jean era un artista oltre che ottimo pilota collaudatore, disegnò diverse carrozzerie e non solo per la T 41, morì a 30 anni su una Bugatti 57 carenata mentre la stava provando su strada prima di Le Mans, a causa di un ubriacone ... causando un dolore immenso alla famiglia e voglia o non voglia segnò l'inizio lento ma inesorabile del declino del marchio. Troncò la linfa vitale. C'è ancora un cippo sul luogo dell'incidente.
I Bugatti si cimentarono un po' con tutto, dai mobili agli aerei, non male per una famiglia sfortunata.
Una 41 costava come 3 Rolls per questo il successo fu minimo, neanche certi re se la poterono permettere. Un'ultima cosa Ettore non rinunciò mai alla cittadinanza italiana, de gustibus ...

Gli unici che possano reggere il paragone sono i Porsche.
Mi spiace per i ferraristi ma la pasta delle cellule grigie era decisamente diversa ... distante anni luce .... meglio i fratelli Maserati per restare in Italia ..... Very Happy

La Bugatti è il marchio che in assoluto può contare più vittorie, in quanto le auto alsaziane furono usate per anni da centinaia di piloti privati, maschi e femmine, con ottimi risultati.

Ben bon fine OT e buon notte.

Vive La Marque !! 1_4_2 1_4_2
_________________

Do I look like a man who can be intimidated?
Φ
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage Skype
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum » Completed projects

Pagina 6 di 6
Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6

Mostra prima i messaggi di:

  

Vai a:  
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum
Non puoi allegare files in questo forum
Non puoi downloadare files da questo forum





 topic RSS feed 
Powered by MasterTopForum.com with phpBB © 2003 - 2009
Macinscott 2 by Scott Stubblefield